Jump to content

mithaelin

Ordine del Drago
  • Content Count

    25
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

7 Coboldo

About mithaelin

  • Rank
    Adepto
  • Birthday 09/06/1979
  1. L'idea è di ammucchiare bonus alla CA senza che dipendano troppo dagli oggetti. Sapendo che nel mio gruppo le caratteristiche son sempre alte me ne sono uscito con questa build qua: 2ranger/1 monk (sleeping tiger)/1stregone/2guerriero/3 fist of forest/5 abjurant champion e 6 livelli da riempire Talenti imprescindibili: Attacco Poderoso Ascetic Mage (per rendere saggezza la dump stat) Arcane Preparation (per le Luminous Armor dall'exalted deeds) Al 14 il pg potrebbe combattere a 2 armi usando una spada (o un'arma più scenica) come principale e l'attacco senz'armi come s
  2. se sei un nano che combatte con due armi mai dimenticare un paio di livelli da guardiano del baratro
  3. Rispondo solo a poche cose, perchè per il resto Stroy è stato magistrale (e mi son fatto grasse risate al punto dei Protocolli di Sion) ed anche tutti gli altri sono stati più che esaurienti. Perchè interagire tra esseri umani non è come togliere un bug da un software, ci sarà sempre la masterata sbagliata, così come la giocata a cavolo del giocatore. Guarda un po', secondo me è stata un'ottima masterata ed in più bollo le lamentele come piagnistei. La tua build funziona solo con cose specifiche di una zona? meglio se in quella zona ci rimani o ancora meglio se ti i
  4. Tutto vero, nel variegato mondo dei regolamenti gdr ce ne sono alcuni più tendenti al tatticismo e altri più tendenti allo storytelling. La scelta del sistema di gioco è il primo parametro su cui si va a decidere che tono dare al proprio divertimento, inutile scegliere un gioco improntato sullo storytelling per poi cercare di giocare tattici con una griglia quadrettata e viceversa. Poi all'interno di ogni sistema puoi declinare il tuo mood, ma ci sono ovvi limiti di flessibilità oltre i quali il regolamento non è più adatto e si sta usando un martello per piantare una vite. La mia esp
  5. Son d'accordo, a me premeva il punto che la Masterizzazione democratica fosse una HR, detto questo ognuno si diverte come vuole. eh han voluto provare loro per convincermi.... Noi usiamo CnV per delle one-shot quando non abbiamo abbastanza giocatori per D&D e ci divertiamo molto
  6. e direi che con questa sonora sciocchezza mettiamo una pietra tombale sull'interesse residuo che poteva avere il thread No. Il fatto che siano suggerimenti al Master è (nuovamente) una tua definizione personale che spacci per generale. Nei manuali ci sono le regole ed il DM decide quali applicare e le HR sono le regole che si inventa e non sono scritte su nessun manuale o la modifica delle regole scritte su un manuale. Vuoi cambiare il Tpc? Home Rule. Vuoi aggiungere componenti costose ad un incantesimo? HR. Non vuoi usare il Tome of battle? ok Il Teflammar shado
  7. Senonchè non sei tu a definire cos'è una HR o meno, ma l'italiano e la logica. Se non è sui manuali è una HR. ed infatti viene chiamata regola 0, i forgiti possono ampiamente raccontarti quanto sia stupido ed aberrante averla, ma guarda un po' c'è a chi piace. Se sai che c'è quella regola, in base a quale logica quando 5 pagine fa era evidente che nella prassi di gioco comune c'è che la si segue invece che dire "ok" hai difeso strenuamente la giustezza della masterizzazione democratica contrapposta alla stranezza di chi applica la regola? l'eccezione non è chi le regole l
  8. L'ammissione che la tua è una HR viene fuori solo ora. L'importante è averlo appurato. L'eliminazione di uno dei pilastri del gioco non è proprio una piccola cosa da dare per scontata....e da difendere per pagine e pagine sapendo che è una tua invenzione. Perchè è il master responsabile del bilanciamento. Peraltro non vedo il problema dei Boss che muoiono con un incantesimo, anche ai PG succede. Nota sulle contraddizioni Il master ha il potere di cambiare il Tpc e riportare in campo il caro vecchio stupidissimo ThAC0, però se cambia qualcosa di così sostanz
  9. Non è seconto me, è secondo le regole; ri-quoto: Se la Cdp è consentita vuol dire che ne hai già parlato con il master e lui la ha approvata e a quel punto ti ha anche detto/ricordato le HR che la riguardano. Però sul serio dovresti leggerlo il manuale del master se poi vuoi venire a questionare la figura del master. è tutto nel primo capitolo Il succo dei quote e della guida è: il DM ascolta i giocatori, ma poi decide lui, perchè è responsabile, è l'empireo, è il motore immobile etc. etc. Queste son le regole su cui si basa il gi
  10. è dal 2001 che non si vedono più in giro monoclasse, al limite qualche druido, non direi proprio che le CdP sono casi particolari. Non esiste "manuale consentito" il DM da l'approvazione alle singole CdP, o forse vuoi smentire la Guida del Dungeon Master citata sopra? Certo, perchè tu vuoi giocare ad un altro gioco. Senza quelle pagine di manuali il DM dovrebbe fare tutto da solo ed è un lavoro improbo, con tutti quei manuali a disposizione il tavolo sceglie un DM e si taglia la campagna su misura. C'è pienone di giochi con poco o punto master, a qualcuno pi
  11. Quando passi di livello hai diritto ad un livello di classe, lo prendi e basta? No Quoto questa perchè incidentalmente è l'unica che so a memoria dove sia, ma ci sono svariati punti dei manuali che richiedono l'approvazione del master, quindi per un motivo o per l'altro al master je devi da parlà ; e al cavaliere nero... Il gioco da gli strumenti per contenere questi squilibri e sono tutti nella forma "a giudizio del master". Che si decida tutti insieme è una *tua* HR che in quanto tale deve partire/essere approvata dal master. Così non stai discuten
  12. vedi più indietro, dal lavoro non riesco a spippolare per ripescarlo. e prima di fare una build non ne parli con il master a cui da manuale del dungeon master è preposta l'approvazione per un sacco di cose comprese le CdP? Bastava dire "mi focalizzo sul disarmare" per sentirsi dire "ok ma sappi che funziona così", il problema mi pare di mancata comunicazione al tavolo. Negli ultimi anni nessuna delle mie build è stata nerfata in corso di gioco, ma almeno metà è stata bocciata o modificata dai vari master perchè potenzialmente (o realmente) sbilanciante. HR:
  13. Andare al cinema (e attività simili), sono una cosa, giocare a D&D è un'altra; D&D è un gioco che da design prevede un'autorità superiore che dirige il gioco e dirime le controversie. La democrazia sta che puoi scegliere se abdicare l'autorità del gruppo al master scelto e giocare oppure no. Non ci hai mai detto fin dove si discute (vedi il mio post precedente), sapendolo potrei essere d'accordo come no. Errore di fondo: in questo gioco il singolo è liberissimo di parlare, discutere, contestare, suggerire, ecc... ma alla fine l'investito master decide
  14. In un gruppo medio un pg sottoperformante cmq è una risorsa in meno e quindi una cosa in più da bilanciare per il master, proprio come il mago uber. Posto che per me la fatica di bilanciare non esiste.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.