Jump to content

[Recensione] Death Note - Il gioco di investigazione


Recommended Posts

Light Yagami è uno studente modello, annoiato dal suo stile di vita e stanco di essere circondato da crimini e corruzione. La sua vita prende una svolta decisiva quando un giorno trova per terra un misterioso quaderno nero con scritto in copertina "Death Note". Le istruzioni del Death Note asseriscono che qualsiasi persona il cui nome venga scritto sul quaderno morirà. Inizialmente scettico sull'autenticità del Death Note, credendolo uno scherzo, Light si ricrede quando assiste alla morte di due criminali di cui aveva scritto il nome sul quaderno. Dopo aver incontrato il vero proprietario del Death Note, uno shinigami (let. Dio della morte) di nome Ryuk, Light cercherà di diventare il "Dio del nuovo mondo", mondo di cui lui stesso decide leggi e punizioni.

In breve, il grande numero di morti inspiegabili cattura l'attenzione dell'Interpol e di un misterioso detective conosciuto solo come Elle. Elle scopre in breve tempo che il serial killer, soprannominato dai media Kira dalla pronuncia giapponese della parola inglese Killer (キラー Kirā?), si trova in Giappone. Elle conclude anche che Kira può uccidere solo conoscendo la faccia e il nome delle persone che vuole eliminare. Light capisce subito che Elle sarà il suo più grande nemico, e da qui ha inizio una sfida fra i due per provare la propria superiorità.

Questa è la trama del manga Death Note, da cui è stato tratto un simpatico e divertente gioco di carte.

boxst.jpg

Autore: Giacomo Santopietro

Lingue: Manuale Inglese e Italiano, nessun testo di gioco

Giocatori: 4-8

Durata media: 30 – 45 minuti

Prezzo: 12€

Contenuto della scatola:

8 carte Identità, 8 carte Ruolo, 96 carte Indizio, 8 carte Posizione, 1 scheda Death Note e 2 segnalini, regolamento.

Come nel manga anche nel gioco la sfida è fra Kira e L. Entrambi potranno trovare alleati negli altri giocatori, creando 2 fazioni che segretamente collaborano per arrivare alla vittoria. Ciò che potrebbe far storcere il naso ai fan del manga è che Kira non sarà necessariamente Yagami e L lo stesso del fumetto. Death Note è un gioco investigativo mirato allo scoprire l’identità dell’avversario per cui necessariamente i 2 antagonisti non potevano essere fissi.

La preparazione del gioco è molto semplice. Si determina casualmente chi sia il primo giocatore e gli si assegna la carta 1. In senso orario il secondo giocatore riceverà la 2, ecc… Fatto ciò ad ognuno verrà distribuita casualmente una carta identità che rappresenta quale personaggio del manga interpreta nel gioco. Come per l’identità, ogni giocatore riceve casualmente una carta ruolo. Queste indicano se si è il famigerato Kira, l’ispettore L, X-Kira (alleato del killer) o investigatore (alleato di L ). Per essere certi che siano presenti i 2 protagonisti prima di distribuire le carte si crea un mazzo con i 2 ruoli Kira e L e si aggiungono a caso altri ruoli fino ad arrivare al numero di giocatori.

identitl.jpg

Le carte ricevute rimangono segrete, solo il giocatore che le ha le conosce. Fatto ciò ad ogni giocatore viene dato un set di carte indizio (12, uguali per tutti) che contengono le 8 identità e i 4 ruoli. Queste carte sono tenute scoperte sul tavolo o in mano a seconda del regolamento che si applica. C’è quello semplificato a carte scoperte, quello “standard” appena più complesso che comporta il tenere in mano gli indizi. Vi descriverò solo il secondo sistema di gioco, secondo me più divertente.

Il primo giocatore tiene la carta posizione 1 girata sul lato colorato, gli altri sul lato grigio. Il giocatore con la carta colorata è definito "giocatore Rosso"

Il turno di gioco è diviso in 4 fasi, di cui 2 opzionali.

Indagine. Il giocatore Rosso indaga su un altro partecipante, cercando informazioni sull’identità o sul ruolo. Il giocatore indagato dovrà mettere in tavola carte dalla mano, seguendo queste regole: se viene interrogato sull’identità metterà in tavola 2 carte identità e 1 ruolo. Almeno una di queste deve essere vera. Quindi potrebbe giocare 2 identità false ma il suo vero ruolo o un ruolo e un’identità falsa con la sua vera identità. Nel caso sia invece interrogato sul ruolo dovrà mettere in tavola 2 carte ruolo e 1 identità, di cui almeno 1 veritiera.

Prima di tutto ciò deve però riprendere (se possibile, quindi non alla prima indagine subita) 2 carte in mano. Nel caso il giocatore sia impossibilitato a rispettare le regole di cui sopra non farà nulla (per esempio nel caso abbia tutte e 12 le carte indizio già in tavola). E’ comunque un evento rarissimo.

Dopo che il giocatore Rosso ha fatto la sua indagine, tutti gli altri faranno lo stesso, sceglieranno un bersaglio dell'indagine (può essere anche un giocatore già interrogato) e cercheranno informazioni su ruolo o identità.

Arresto (fase opzionale). Il giocatore Rosso (posizione 1 al primo turno, posizione 2 al secondo turno, ecc…) chiede “L vuole arrestare Kira?”. Il giocatore che ha il ruolo di L può far finta di niente oppure può rivelarsi e arrestare il giocatore che ritiene essere Kira. Se arresta il giocatore giusto L e gli investigatori vincono la partita, altrimenti vincono Kira e X-Kira. In ogni caso l’arresto comporta la fine del gioco.

ruoli.jpg

Death Note (fase opzionale). Tutti chiudono gli occhi. Il giocatore di turno conta lentamente fino a 8. In questa fase chi interpreta Kira può decidere di utilizzare il Death Note. Solo lui può aprire gli occhi e muovere i 2 segnalini in modo da indicare un’identità e una posizione. Per esempio Yagami e 2. Se Il giocatore con la carta posizione 2 è effettivamente Yagami viene colpito dal potere del Death Note e eliminato dal gioco. A questo punto rivela la carta ruolo e se è L la partita termina con la vittoria di Kira e X-Kira. Il giocatore Kira deve fare attenzione a finire in tempo la mossa e a farla in silenzio, per evitare che altri capiscano chi è indipendentemente dallo svolgimento del gioco. Purtroppo si fa presto in una stanza silenziosa a sentire da che direzione proviene uno scricchiolio di sedia o altri segnali, per cui consiglio musica di sottofondo per coprire gli altri rumori.

deathnoteg.jpg

Posizione rossa. In questa fase semplicemente il giocatore di turno gira la sua carta sul lato grigio, il giocatore successivo la gira sul lato colorato e diventa il primo del turno seguente.

Il gioco è molto semplice e si presta bene a un qualunque tipo di partecipante, dal giocatore esperto che si divertirà con indagini incrociate deduzioni e esclusioni, al giocatore occasionale che passerà una serata divertendosi e ammirando la bella grafica della componentistica. L’abilità sta nel non fare intuire identità e ruolo, giostrando bene le carte indizio per non dare certezze a chi indaga.

Le carte sono davvero di ottima qualità, le ho imbustate ma per un uso occasionale non è nemmeno necessario, difficilmente si rovineranno anche con parecchie partite.

Un limite è legato al numero dei giocatori. In 4 e 5 si fa abbastanza presto a capire i ruoli, è sicuramente più avvincente giocare in 6 o più

Come al solito sono graditi commenti, critiche, domande. Buon gioco a tutti.

Trovate questa recensione anche sul mio Blog assieme a tutte le altre :bye:

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 0
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Popular Days

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.