Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...

GdR Fantasy

Scopriamo assieme una community di giocatori di ruolo italiani attiva nella gestione di campagne online.

Read more...
By Ahrua

Progettazione di Uno Scenario Basato sui Nodi - Parte 7 e 8

In questo nuovo articolo della serie sulla progettazione a nodi degli scenari, The Alexandrian inizia a spiegarci come ampliare le strutture che ci ha spiegato negli articoli passati.

Read more...

Paths Peculiar - La Cripta della Famiglia Scarbrough

Niklas Wistedt ci regala la mappa della cripta di una perversa famiglia dedita alla necromanzia, oltre ad uno spunto per un'avventura dalle forti tinte Horror.

Read more...

Nuove Regole per i GM: Tiri Salvezza per le Risorse

Inauguriamo questa nuova serie, dove Gareth Ryder-Hanrahan ci propone alcune varianti per le regole di 13th Age.

Read more...
  • entries
    5
  • comments
    0
  • views
    989

Eluf Stormsen Invulnerable RagerBarbarian


Dadone

489 views

Eluf Stormsen - Scheda

18aa19a4fd7473302874a30ec8cf669b.jpg.104b320c44f192d3e3e36032d07b896d.jpg

Nome: Eluf Stormsen

Razza: Human

Allineamento: CG

Classe: Barbarian Invulnerable Rager

Campagna: Reign of Winter

Descrizione: Abel e' un uomo abbastanza robusto ed alto, per uno che fa il suo mestiere: ti aspetteresti che un topo di biblioteca come un avvocato sia decisamente meno prestante. I capelli (pochi) corvini e gli occhi marroni. Lineamenti affilati ed espressione penetrante....un espressione malevola ed arrogante perennemente dipinta sul viso.

Motivazioni: "Ambizioso" sarebbe stato il termine più immediatamente vicino a descrivere le motivazioni di Abel, prima della sua caduta e della sua condanna; ma un nuovo forte termine e' emerso in seguito alla proclamazione del verdetto contro di lui: quello di " rancoroso": se, infatti, non si può negare che il suo processo sia stato un totale successo (considerate le circostanze ed i crimini  a lui ascritti...e di cui era pienamente colpevole, d'altra parte), il fatto di non essere stato assolto, gli ha suscitato una rabbia sorda e prepotente, che lo portano a rimuginare vendetta.

Personalità:  Eluf ha avuto modo di assaporare solo da poco tempo la libertà. Gli ultimi 15 anni passati come schiavo e combattente lo hanno segnato, rendnedolo taciturno e restìo a esprimere le proprie opinioni. I suoi sogni di gloria, smorzati da lunghi anni in catene, sono ora solo una flebile fiamma, che richiederà tempo per tornare ad essere forte. Ora come ora, Eluf è solo un'ombra di ciò che era da giovane: un omone silenzioso, che conosce solo il combattimento uno contro uno e la punizione fisica. Non è abituato a dare e ricevere solidarietà, e considera i lunghi anni passati come un affronto e, tuttavia, una prova che è riuscito a superare. Ha una profonda gratitudine nei confronti di Gobnait, ma trova che la sua apprensione lo tenga lontano dalla possibilità di provare il proprio valore.

Background:  Eluf Stormsen, originario delle Terre dei Re Linnorm, è un uomo ulfeno di quasi due metri: la pelle ruvida come pietra, gli occhi azzuri chiarissimi e i capelli e la barba biondo chiari ne tradiscono ampiamente le origini. In giovane età, Eluf visse delle leggende narrate dagli anziani, che raccontavano la sera, intorno al fuoco, di leggendari eroi e guerrieri, in grado di tenere testa a interi eserciti. Uomini e donne che vivevano per la battaglia, per il sapore dell'acciaio e del sangue dei nemici, per la gloria e l'eterno onore che li avrebbe attesi, fosse stato l'esito dello scontro la vittoria o la morte. Tutti questi guerrieri marciavano sotto lo sguardo del loro patrono: Gorum, il Dio della battaglia. A lui rivolgevano l'ultima preghiera prima dello scontro, e a lui dedicavano la vittoria, o il sacrificio. Non c'era nulla di più prezioso per questi guerrieri, dello scontro mortale, il momento in cui mettere alla prova sé stessi. Eluf crebbe assorbendo questi miti, e appena gli fu possibile si imbarcò all'avventura su una delle navi dei predoni ulfeni.

Purtroppo, il destino gli fu avverso: una nave pirata assaltò il vascello ulfeno, e nonostante la strenua lotta dei predoni, alfine i pirati ebbero la meglio. Tutti quelli che non vennero uccisi furono incatenati e venduti come schiavi, ed Eluf fu tra loro. Seguirono anni di viaggi e schiavitù, in cui il barbaro si guadagnò da vivere come lavoratore pesante e, più di tutti, combattente della fossa, per il divertimento dei suoi compratori. Non era la lotta gloriosa che si aspettava, ma di sicuro lo aiutò ad affinare la sua maestria nel combattimento.

Giunto nel Taldor, venne aiutato finalmente da un nano, Gobnait, a fuggire dalla sua schiavitù. Da quel momento Eluf, per gratitudine e fiducia nel nano, decise di seguirlo nel suo viaggio, andando in cerca di sfide sempre maggiori, nelle quali poter inseguire il sogno di emulare i miti antichi.
 

0 Comments


Recommended Comments

There are no comments to display.

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.