Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    44
  • commenti
    166
  • visualizzati
    344

QQ Low

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
Aerys II

72 visualizzazioni

E' apparso online un mio piccino racconto sperimentalino: ho voluto partecipare a un concorso di racconti horror, un po' per addentrarmi nel genere (che conosco tutto sommato poco), e un po' perché il tema del racconto mi ha permesso di astrarmi molto da me stesso.

Spesso è difficile, leggendo un pezzo scritto da qualcuno che conosciamo, non credere sia tutto autobiografico, vero? Beh, per evitare che accada questa volta ho provato a mettermi in dei panni decisamente non miei.

Se volete lo trovate qui, fatemi sapere che ne pensate.


Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0


6 Commenti


Inquietante. Inquietante assai.

Ti sei ispirato a qualche autore in particolare o ti è venuto così di getto?(scusa la banalità della domanda ma il componimento di racconti e/o poesie mi è praticamente sconosciuto)

Condividi questo commento


Link al commento

Mi è venuto così, molto alla lontana a rileggerlo mi fa pensare a una storia di Sandman, ma proprio lontanissimamente. Il finale "ammutolito" forse mi deriva da non so più che Halloween, in cui alla fine c'era una scena a rallentatore simile, ma sono considerazioni che posso fare ora, il racconto l'ho scritto di getto.

Condividi questo commento


Link al commento

Geniale quando parli di "pensiero abortito" dopo una successione di descrizioni della felicità della gravidanza. E' come un sasso nello stagno: fa presagire che non accadrà nulla di buono. Forse si capisce già come va a finire, ma non diventa prevedibile. Però va a finire che dai retta a Sub con le sue corriere di vecchi...

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora