Vai al contenuto

theruler

Utenti
  • Conteggio contenuto

    4
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su theruler

  • Rango
    Viandante
  • Compleanno 29/10/1976

Informazioni Profilo

  • Località
    Bologna
  • GdR preferiti
    Ehm... Heroquest? ;-)
  1. theruler

    DnD 3e Due risate con D&D [Pt. 2]

    avevano già scritto che il gazebo si trovava su una small hill e hanno lasciato apposta grassy gnoll in minuscolo... Gioco di parole intraducibile... comunque piuttosto forzato. Non me lo immagino proprio un gazebo in groppa ad uno gnoll... a meno che "on" fosse inteso come "vicino a"...
  2. theruler

    DnD 3e Due risate con D&D [Pt. 2]

    Riporto di seguito una storiella che e' diventata ormai mito tra i D&Disti... Eric e il tremendo Gazebo! Sotto la trad in ITA... The Dread Gazebo has earned its place in the canon of gaming legend, along with Phil Foglio's Phil & Dixie strips and Gary Gygax's dice probability charts. So here it is, reprinted with permission (the exact words used were, "use it with my blessing, live long and prosper.") The Tale of Eric and the Dread Gazebo by Richard Aronson [aronson@sierratel.com] In the early seventies, Ed Whitchurch ran "his game", and one of the participants was Eric Sorenson. Eric plays something like a computer. When he games, he methodically considers each possibility before choosing his preferred option. If given time, he will invariably pick the optimal solution. It has been known to take weeks. He is otherwise, in all respects, a superior gamer. Eric was playing a Neutral Paladin in Ed's game. He was on some lord's lands when the following exchange occurred: ED: You see a well groomed garden. In the middle, on a small hill, you see a gazebo. ERIC: A gazebo? What color is it? ED: [pause] It's white, Eric. ERIC: How far away is it? ED: About 50 yards. ERIC: How big is it? ED: [pause] It's about 30 ft across, 15 ft high, with a pointed top. ERIC: I use my sword to detect good on it. ED: It's not good, Eric. It's a gazebo. ERIC: [pause] I call out to it. ED: It won't answer. It's a gazebo. ERIC: [pause] I sheathe my sword and draw my bow and arrows. Does it respond in any way? ED: No, Eric, it's a gazebo! ERIC: I shoot it with my bow. [roll to hit] What happened? ED: There is now a gazebo with an arrow sticking out of it. ERIC: [pause] Wasn't it wounded? ED: OF COURSE NOT, ERIC! IT'S A GAZEBO! ERIC: [whimper] But that was a +3 arrow! ED: It's a gazebo, Eric, a GAZEBO! If you really want to try to destroy it, you could try to chop it with an axe, I suppose, or you could try to burn it, but I don't know why anybody would even try. It's a @#$%!! gazebo! ERIC: [long pause. He has no axe or fire spells.] I run away. ED: [thoroughly frustrated] It's too late. You've awakened the gazebo. It catches you and eats you. ERIC: [reaching for his dice] Maybe I'll roll up a fire-using mage so I can avenge my Paladin. At this point, the increasingly amused fellow party members restored a modicum of order by explaining to Eric what a gazebo is. Thus ends the tale of Eric and the Dread Gazebo. It could have been worse; at least the gazebo wasn't on a grassy gnoll. Thus ends the tale of Eric and the Dread Gazebo. A little vocabulary is a dangerous thing. *********************** ED : Vedete un giardino ben curato. Nel mezzo, su di una piccola collina, vedete un gazebo. ERIC : Un gazebo? Di che colore e'? ED: (Pausa)... E' bianco, Eric. ERIC: Quanto e' distante? ED: All'incirca 50 Yard. ERIC: Quanto e' grosso? ED: (Pausa) E' largo circa 30 piedi, e' alto 15 piedi e finisce a punta. ERIC: Prendo la mia spada che ha "Individuazione del Bene". ED: Non e' Buono, Eric. E' un gazebo! ERIC: (Pausa) Lo chiamo... ED: Non ti risponde. E' un gazebo! ERIC: (Pausa) Rinfodero la mia spada e mi armo di arco e frecce. Reagisce in qualche modo? ED: No, Eric. E' un gazebo! ERIC: Gli tiro una freccia addosso (tira il dado per colpire). Cosa succede? ED: Adesso c'è un gazebo infilzato da una freccia. ERIC: Non si è ferito? ED: Certo che no, Eric! E' un gazebo! ERIC: (Piagnucola) Ma era una freccia +3! ED: E' un gazebo, Eric, un gazebo! Se vuoi sul serio provare a distruggerlo, potresti provare ad abbatterlo con un'ascia, credo, o potresti provare ad incendiarlo, ma non capisco perchè qualcuno lo vorrebbe fare! E' un ******issimo gazebo! Eric: (Lunga pausa - non ha nè ascie nè magie di fuoco) Scappo via. ED: (Decisamente frustrato) E' troppo tardi. Hai risvegliato il gazebo: ti acchiappa e ti divora. ERIC: (Prendendo il dado) Forse creerò un mago che usa magie di fuoco così potrò vendicare il mio paladino... A questo punto, i membri del parti sempre più divertiti ristabiliscono un minimo di ordine spiegando che cos'è un gazebo. Questa è soltanto una riflessione, naturalmente, ma Eric è stato doppiamente fortunato che il gazebo non si trovasse su una collinetta erbosa. aggiungo l'ultima frase che non hanno tradotto... ed e' una grande verita': Un vocabolario piccolo e' una cosa molto pericolosa.. ))
  3. theruler

    DnD 3e Due risate con D&D [Pt. 2]

    ripeto, non sono mie... il nostro guerriero mezzorco (di primo livello) entra in un emporio dove é al bancone una mezzelfa. mezzorco:"sfodero l'ascia per intimorire la mezzelfa e gli chiedo dei soldi" DM:"la mezzelfa, MAGA DI SESTO LIVELLO, decide che gli fai pena e di offrirti un incarico.." un delirio unico... avvenuto verso le 2 di notte: Eravamo accampati nella foresta,il barbaro stava facendo il suo turno di guardia quando ad un certo punto,stufato,fa al Dm: Barbaro:devo fare cacca!! Dm: eek.gif sbigottito pensa un pò e fa:"fai un test con il d6,1-2 cacarella,3-4normale,5dura,6non riesci a cagare perchè è troppo dura".Il barbaro tira e ottiene 1 Dm:prendi la prima cosa che trovi davanti a te per pulirti? Barbaro:sì Morale:il barbaro si è pulito stracciando i fogli dell' libro degli incantesimi del mago che gli stava davanti eek.gif Master che si stufano troppo presto producono scene del genere: Norman: "Sfodero la spada che ho nella faretra dietro!" Axel: "Bella! Io nn ne ho di così...dai Norman...tu hai l'altra...dammela quella li!" Norman: "Neanche morto!" Axel: "Dai dai ti prego..." DM: "Ragazzi l'idra...." Norman: "NO scordatelo!" Axel: "Allora cerco di strappargliala con la forza..." Norman:"No...lasciala..." DM: "L'idra....è sempre li...." Axel: "Daiiiii dammela....te la sbatto contro la porta e la rovino!" Norman: "Non ci provare..." Axel:"E invece si!" DM: "Bene....francamente nn era una piroidra questa...ma lo è diventato e soffia fuoco!!"
  4. theruler

    DnD 3e Due risate con D&D [Pt. 2]

    Salve a tutti ragassuoli! Sono un ex avventore del vecchio dragone.net, e da quanto ho potuto leggere sembra che questo sito abbia raccolto parecchi ex utenti! All'epoca mi ero salvato alcune discussioni... quelle che mi interessavano di più, vale a dire quelle umoristiche su D&D... troppo belle.... riporto alcune chicche che alcuni di voi conosceranno già, ma che non ho trovato cercando sul forum: Antefatto: I PG erano a fare un turno di guardia sulle mura di una città, per vedere se trovavano un ladro che aveva derubato mezza città (a fin di bene cmq, e il PNG era buono). Ecco il resoconto di ciò che è accaduto: Radagast: "Gli corro dietro e cerco di stordirlo." DM (io): "Lo raggiungi e riesci a strordirlo." R.: "Lo lego ad un albero." DM: "OK" R.: "Gli do uno sberlone (da 1d8 danni, n. d. DM) per svegliarlo fuori, e gli chiedo chi è." DM: "Si sveglia ma non risponde." R.: "Gli dò un altro sberlone!" DM: "Ancora niente..." R.: "Gli svuoto le tache, che ha?" DM: "50 mo, un blocchetto di carta e una penna." R.: "Le 50 mo le tengo io, del foglietto e la penna che ce ne facciamo? Gli do un'altro schiaffone e gli richiedo chi è!" DM: Non risponde, ma guarda il blocchetto e la penna..." R.: "Altri 2 sberloni e dico: <<VUOI PARLARE O NO?>>" Poi rivolto a me: R: "Ma che è, muto?" DM: "Indovinato... ora se volete sapere qualcosa da lui vi conviene curarlo: è a -5..." Mitico!
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.