Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Red Giant e Thurian Adventures

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Avventure Investigative #8: Un Tocco di Spoiler

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi l'ottavo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sondaggio sugli Incantesimi

I giocatori di D&D 5E sono chiamati a fornire la loro opinione sugli incantesimi del Manuale del Giocatore.

Read more...

West Marches: Creare la Vostra Campagna

Dopo una lunga pausa torniamo a parlare di West Marches: dopo aver visto come era organizzata la campagna di Ben Robbins, creatore originale di questo stile di gioco, vedremo come poterne creare una nostra ed imparare a gestirla.

Read more...

Operazione YANKEE IREM

In questo nuovo articolo Gareth Ryder-Hanrahan fornisce un nuovo spunto di avventure a tema lovecraftiano, unendo l'ambientazione di due GdR basati su GUMSHOE

Read more...
  • entries
    3
  • comments
    15
  • views
    1.4k

Inizio da...Terry Brooks


MadQueen

1.2k views

 Share

Inizio da... Terry Brooks!

Terry Brooks, classe 1944. Scrittore statunitense di romanzi fantasy e padre della saga più lunga al mondo (ancora in pubblicazione).

Primo libro di Brooks "La Spada di Shannara" viene pubblicato nel 1977, e diventa best seller mondiale rimanendo primo nella classifica del New York Times per ben cinque mesi. Ma ora veniamo alla parte interessante della saga di Shannara che con i suoi 25 libri ha cresciuto intere generazioni di lettori fantasy e giocatori di ruolo. 

I punti forti: 

1. La lunghissima e ben raccontata storia delle Quattro Terre (ovvero l'ambientazione creata da Brooks)

Le Quattro Terre sono il luogo in cui vivono i personaggi delle varie trilogie di Shannara; Brooks si è dato molto da fare per costruire il modo efficace la storia di quel mondo e di come, si andrà a capire con il tempo e la lettura, tecnologia e magia si mischiano e si scambiano il posto d'onore di Era in Era fornendo ottimi spunti sia per campagne di tipo classico sia per quelle dall'alto contenuto tecnologico, ovviamente usare la fantasia è vitale!... Lo scenario che propone l'autore è quello del conflitto, non solo nella corsa alla vittoria di bene o male magico ma anche e soprattutto alla supremazia di una razza sull'altra o, come dicevo prima, della tecnologia sulla magia o viceversa. Si troveranno, nei primi libri scenari per lo più in stile medievale dove sei spacciato se non conosci il teletrasporto magico e dovrai sgobbare come un matto per arrivare da una parte all'altra del mondo! Nelle trilogia più recenti invece si trovano comode aeronavi ad uso pubblico (con costo elevato ma sostenibile), pirati volanti e scontri aerei notevoli. Un bel cambiamento no?

2. Png a volontà!

le storie sono tante e tutte diverse ma l'autore ama i personaggi secondari e li caratterizza tutti a sufficienza quindi: niente paura avrete tutto ciò che serve per inserire il pg giusto al momento opportuno senza dovervi arrovellare il cervello! Ottimo!

3. Vasta scelta razziale

Esistono davvero tante razze nelle Quattro Terre, per la maggiore vanno: Umani, Mezz'elfi, Nani (duergar compresi), Elfi di vario genere e peculiarità, Demoni, Ogre, Troll e Mutaforma. Insomma ci si può sbizzarrire alla grande! Anche la scelta dei nemici, bestie (magiche e non) o creature da inserire è vastissima e diversificata: dal goblin classico fino a super boss demoniaci con tanto di più arti, zanne avvelenate, ali e code puntute!

4. Spazio per i ruoli normalmente chiamati "classi secondarie"

Nelle Quattro Terre l'Ordine dei Druidi detta legge sulla magia o viene preso di mira, cacciato e quasi portato all'estinzione (avanti amici druidi!!! qui siete protagonisti!) mentre l'abilità che contraddistingue i personaggi principali è l'utilizzo di oggetti magici e...la canzone magica! Signori bardi sbizzarritevi e prendete un posto di rilievo!!! 

I punti deboli:

1. La magia divina

La magia delle storie di Terry Brooks ha origine primordiale, naturale e solo tramite lo studio e l'esercizio può essere appresa (grande punto di forza su cui far leva con le classi arcane e naturali) ma non esiste il concetto di "Dio" quindi, da bravi Master, dovrete essere fantasiosi e trovare una soluzione per le classi divine o modificare la storia esistente inserendo il concetto di divinità. Buon divertimento!

2. I libri sono tantissimi

I libri sono tantissimi e bisogna trovare quello giusto per le necessità della campagna, se siete grandi lettori io ovviamente li consiglio tutti ma in alternativa dovrete perdere un bel po' di tempo per trovare la cronologia storica ed evolutiva delle Quattro Terre! In bocca al lupo! Ps. vi invito a non guardare la serie perché con i libri non c'entra nulla nella maniera più assoluta e scombina totalmente tutto ciò che vi ho detto fin ora! Si sa; i libri e i film (o le serie tv in questo caso) non sono mai la stessa cosa!

Spero che questo primo articolo vi sia piaciuto o che abbiate consigli utili per una neo-blogger, vi invito in ogni caso a commentare per farmi sapere la vostra! =) 

Al prossimo mondo gente! Follow the MadQueen!

mappa_quattro.jpg

 Share

9 Comments


Recommended Comments

Lessi alcuni dei suoi libri tanto tempo fa... So che all'inizio venne accusato di plagio, ma poi ha creato qualcosa di completamente diverso.
Mi piacque molto uno dei suoi titoli dove... c'era... quest'isola e... questi tre demoni che comandavano un'orda di mostri contro gli elfi e... ce ne era uno che braccava i protagonisti, mi sembra si chiamasse Mietitore. Aveva toni davvero horror, come pure la scena del cane del re che entra di notte in camera sua con gli artigli sporchi di sangue... e quello era un altro dei tre demoni, il Camaleonte! Mi ricordo anche la scena della serva che viaggiava con la compagnia che viene rapita dai drakul, mi sembra si chiamassero così e... poi viene trasformata. Insomma... davvero una serie valida.

Great! :thumbsup:

Edited by Guest
Link to comment

Si beh la saga è estremamente lunga e molto varia. C'è anche una trilogia post apocalittica ambientata negli stati uniti dove i demoni e gli abitanti di fairie, ovvero le creature magiche, sono sul nostro mondo. La popolazione umana è stata decimata dai demoni e molti umani sono diventati mutanti reietti o ex uomini, menti schiavizzate dai demoni e semi trasformati in esseri simil zombie. Non male davvero! In quella saga Brooks introduce un elemento che appartiene a una trilogia esterna e quindi, mentre gli umani ignari combattono per la sopravvivenza, è in corso una guerra magica tra il Verbo e il Vuoto! Anche questo può essere un bello spunto per una campagna! 

Link to comment

"La spada di Shannara", il primo libro fantasy che ho letto... senza di quello (e i successivi), non avrei mai iniziato a giocare di ruolo, e ora non sarei quì.

 

15 ore fa, Morgan Bale ha scritto:

So che all'inizio venne accusato di plagio, ma poi ha creato qualcosa di completamente diverso.

"La spada di Sahannara" fù accusata di essere un plagio de "Il signore degli Anelli", perchè c'era un gruppo multirazziale in un mondo fantasy, che doveva trovare l'unico oggetto magico capace di distruggere il signore del male... ah, e non dimentichiamoci del mago al comando del gruppo!
Ok, diciamoci la sincerità... se si considera "lsds" una scopiazzatura de "isda", allora lo sono TUTTI (o quasi) i libri fantasy scritti dopo Tolkien!
E, d'altro canto, Tolkien stesso ammise di aver preso spunto dalle saghe norrene e quelle arturiane; quindi, se vogliamo essere precisi, il primo ad aver "plagiato" (notare le virgolette, please) è stato proprio lui... eppure sfido chiunque a dire una cosa del genere davanti ai suoi estimatori! Vi spellerebbero vivi! :grin:

Avendo letto tutti e due i libri (*) posso dire che accusare uno di essere la brutta copia dell'altro, è come dire che "Cenerentola" è la brutta copia di "Biancaneve" (o viceversa)! Cercare di paragonare le due storie ad ogni costo, è come cercare di paragonare lo spezzatino di agnello con la torta di mele!
Storie simili, si, ma non uguali (nè come trama, nè come personaggi, nè come stile), quindi entrambi perfettamente godibili.

(*) prima "lsds" e poi "isda"... e per quanto la storia de "isda" sia epica, la scrittura di Tolken è di una pesantezza unica, quindi viva "lsds" per tutta la vita!

 

16 ore fa, Morgan Bale ha scritto:

Mi piacque molto uno dei suoi titoli dove... c'era... quest'isola e... questi tre demoni che comandavano un'orda di mostri contro gli elfi e... ce ne era uno che braccava i protagonisti, mi sembra si chiamasse Mietitore. Avevi toni davvero horror, come pure la scena del cane del re che entra di notte in camera sua con gli artigli sporchi di sangue... e quello era un altro dei tre demoni, il Camaleonte! Mi ricordo anche la scena della serva che viaggiava con la compagnia che viene rapita dai drakul, mi sembra si chiamassero così e... poi viene trasformata. Insomma... davvero una serie valida.

Stai mescolando i ricordi de "Le pietre magiche di Shannara" (2° libro della serie) con quelli de "La Regina degli elfi di Shannara" (3° libro della quadrilogia degli "Eredi di Shannara", quindi 6° libro della serie)... a me capitò una cosa del genere da piccolo, con i film "L'impero colpisce ancora" e "Il ritorno nello Jedi".

La mia personale classifica è:
1) Le pietre magiche di Shannara.
2) La spada di Shannara.
3) l'intera quadrilogia degli "Eredi di Shannara".
4) La canzone di Shannara.
Dei libri successivi, la cosa che ho preferito sono le navi volanti.

 

L'unica nota negativa, che posso muovere a Brooks, è che stà si stà "riciclando", diventando prevedibile; con gli ultimi 3-4 libri, arrivato a metà volume sapevo esattamente quello che sarebbe successo nel resto dela storia... e c'ho azzeccato con una precisione del 75-95%! :embarrassed:
Ciò nonostante, ho tutti e 34 i libri che ha scritto finora (sagha di "Shannara", quella di "Landover", quella de "il Verbo e il Vuoto"... e quelli che uniscono "il Verbo e il Vuoto" a "Shannara")!

Link to comment
11 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

Stai mescolando

Ma si, chi si ricorda più... Lo lessi che ero bambino una valanga di tempo fa.
Mi fermai a Lanodver perché poi mi stancò il genere. Comunque gran bella serie. Onestamente l'ho trovata, per quello che mi ricordo, più "completa" di ISDA.

Tralatro a me ISDA non piace neanche.
Lessi mi sembra su Wiki che Tolkien venne anche accusato di essere razzista e omosessuale (all'epoca quasi come un crimine) perché gli orchi erano di colore nero e c'erano molte guglie che richiamavano la figura del fallo :lol: Poi c'erano quelli che invece lo difendevano dicendo "No, non è gay perché ci sono molte caverne", simbolo del sesso femminile.

Shannara invece l'ho trovato molto più "eterogeneo" e divertente. Grande zio Terry!

Link to comment
7 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

"La spada di Shannara", il primo libro fantasy che ho letto... senza di quello (e i successivi), non avrei mai iniziato a giocare di ruolo, e ora non sarei quì.

è stato anche il mio primo libro letto, avevo 8 anni e una scarsa propensione per la lettura. Dopo La Spada di Shannara mi si è aperto un mondo! Da li ho letto di tutto.

Sono d'accordo con te sulla questione "plagio". Sono due storie completamente diverse in tutto e per tutto. Anche l'oggetto decisivo è in realtà simbolo di due concetti infinitamente diversi tra loro. La spada porta la luce della verità dove l'uomo porta menzogna mentre l'anello (simbolo di vanità in molte culture) è l'icona del potere e della tentazione. 

12 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

L'unica nota negativa, che posso muovere a Brooks, è che stà si stà "riciclando", diventando prevedibile; con gli ultimi 3-4 libri, arrivato a metà volume sapevo esattamente quello che sarebbe successo nel resto dela storia... e c'ho azzeccato con una precisione del 75-95%! :embarrassed:

Per quanto riguarda la prevedibilità, nonostante io ami Brooks, devo dire che potrebbe chiudere la saga ormai, son cose viste e riviste ma l'ambientazione che si evolve durante i romanzi può essere un ottimo spunto per una campagna, in fondo l'articolo aveva questo scopo. La storia delle Quattro Terre è talmente lunga e varia che si può scegliere un punto cronologico qualsiasi per dare vita a splendide campagne GDR dando spazio a quelle classi (come druido e bardo) che vengono a volte denigrate e lasciate da parte.

Detto ciò, caro MattoMatteo ci intendiamo alla grande! Anche io li ho tutti e, avendo la fortuna di avere una mamma appassionata di fantasy, ho tutte le prime versione. La mia tetralogia prima di Shannara (quindi Spada, Pietre Magiche,  Canzone e Primo Re) ha le pagine ingiallite dal tempo e dalle svariate letture. Ogni volta che guardo quei libri mi sento orgogliosa! 

Link to comment
2 minuti fa, Morgan Bale ha scritto:

Lessi mi sembra su Wiki che Tolkien venne anche accusato di essere razzista e omosessuale

Ma se ne sono dette due mila sul povero Tolkien, tutte dicerie inutili. Anche perché fu uno dei pochi della sua epoca a dire con fierezza che senza sua moglie non sarebbe riuscito a scrivere degli elfi. La lettura de Il Signore degli Anelli è una di quelle alle quali bisogna stare molto attenti, è tutta una metafora sul nostro mondo (ovviamente nel suo periodo storico), ogni personaggio è la personificazione di qualcosa. Esempio lampante il discorso di Saruman sulle "fiamme dell'industria" ben coperto e camuffato, per carità, ma perfettamente combaciante con lo sviluppo industriale di quel periodo. In più gli stili narrativi di Tolkien e Brooks sono come il giorno e la notte: il primo prolisso ed eccessivamente descrittivo, il secondo conciso e diretto. 

Adoro Tolkien ma devo dire che a 8 anni Brooks era molto più leggibile! =)

Link to comment
4 minuti fa, MadQueen ha scritto:

Ma se ne sono dette due mila sul povero Tolkien, tutte dicerie inutili. Anche perché fu uno dei pochi della sua epoca a dire con fierezza che senza sua moglie non sarebbe riuscito a scrivere degli elfi. La lettura de Il Signore degli Anelli è una di quelle alle quali bisogna stare molto attenti, è tutta una metafora sul nostro mondo (ovviamente nel suo periodo storico), ogni personaggio è la personificazione di qualcosa. Esempio lampante il discorso di Saruman sulle "fiamme dell'industria" ben coperto e camuffato, per carità, ma perfettamente combaciante con lo sviluppo industriale di quel periodo. In più gli stili narrativi di Tolkien e Brooks sono come il giorno e la notte: il primo prolisso ed eccessivamente descrittivo, il secondo conciso e diretto. 

Adoro Tolkien ma devo dire che a 8 anni Brooks era molto più leggibile! =)

Si, so anche che lui mandava le lettere al figlio che combatteva al fronte per chiedergli che gliene sembrava del libro che stava scrivendo, o una cosa simile... Ho notato poi vedendo il film che non se ci ha fatto caso, l'elmo a scodella e il colore grigio degli orchi a Minas Thirith sembra un po richiamare i nazisti coi i cappotti grigi e il tipico elmo da fanteria dell'epoca :) 

Link to comment
35 minuti fa, Morgan Bale ha scritto:

Lessi mi sembra su Wiki che Tolkien venne anche accusato di essere razzista e omosessuale (all'epoca quasi come un crimine) perché gli orchi erano di colore nero e c'erano molte guglie che richiamavano la figura del fallo :lol: Poi c'erano quelli che invece lo difendevano dicendo "No, non è gay perché ci sono molte caverne", simbolo del sesso femminile.

:embarrassed:
Certa gente non c'ha proprio un CA... volo da fare! :swear:
Il nero è da sempre associato al male, punto! E in un fantasy (cioè un medioevo fantastico), con tutti quei castelli, come non aspettarsi delle guglie?

Semmai, con tutte quelle spade (simboli fallici ancora più delle torri), i continui combattimenti, e quasi totale assenza di figure femminili (me ne vengono in mente solo 4: Arwen, Galadriel, Eowyn, e Rosie Cotton), al massimo lo si potrebbe accusare di misoginia... ma nemmeno questo, visto che le tratta tutte col massimo rispetto!

 

44 minuti fa, MadQueen ha scritto:

Detto ciò, caro MattoMatteo ci intendiamo alla grande! Anche io li ho tutti e, avendo la fortuna di avere una mamma appassionata di fantasy, ho tutte le prime versione. La mia tetralogia prima di Shannara (quindi Spada, Pietre Magiche,  Canzone e Primo Re) ha le pagine ingiallite dal tempo e dalle svariate letture. Ogni volta che guardo quei libri mi sento orgogliosa!

La mia copia dellla Spada è quella con le illustrazioni di Hildebrandt... anche la tua?

Link to comment
Il 3/12/2016 alle 16:13, MattoMatteo ha scritto:

La mia copia dellla Spada è quella con le illustrazioni di Hildebrandt... anche la tua?

Ho letto il tuo messaggio l'altro giorno ma prima di rispondere ho sguinzagliato anche mia nonna (e non è per dire ma nel senso che l'ho dovuta chiamare avendo molti libri a casa sua) e ovviamente alla sua veneranda età non è stata cosa facile farle capire cosa dovesse cercare ma...la versione è quella del 1978! ho controllato su internet e mi corrisponde ma non si riesce a trovare il nome dell'illustratore quindi vedi se combaciano =) ... missione pseudo compiuta!

  • Like 1
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.