Jump to content

liberofurore

Ordine del Drago
  • Content Count

    62
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

6 Coboldo

About liberofurore

  • Rank
    Apprendista
  • Birthday 07/01/1977

Contact Methods

Profile Information

  • Location
    Turin, Italy, Italy
  • GdR preferiti
    D&D4E, Savage Worlds, Dragon AGE, FATE, FIASCO
  • Interessi
    Musica, Politica, Società, Eating and Sometimes Cooking, Acting Above All Postman's Park Courtney Crumrin, Planetary, Strade bianche, Il mondo prima c
  • Biografia
    The best gold is at the bottom of barrels of crap

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ciao ragazzi, eccomi di nuovo qui per un nuovo aggiornamento su un GDR che non avreste saputo che esiste se non ve lo presentassi io: Degenesis. Basato sul sistema catarSys (d10) è un gioco postapocalittico originariamente pubblicato il germania. Trovate l'anteprima QUI Se vi va o se volete approfondimenti commentate l'articolo
  2. Come promesso nel topic di Wild Talents ecco che mi sono cimentato con la creazione dello stesso personaggio in necessary Evil un'ambientazione per savage Worlds. Trovate l'articolo QUI Necessary Evil parte da un'idea molto interessante: una razza aliena ha invaso la terra e ucciso tutti i supereroi. I giocatori solo i supercriminali che cercano di riconquistare la terra. Prossimamanete Mutants & Masterminds 3rd edition.
  3. In un mondo ideale vorrei anche giocarlo. Nella realtà sarà difficile. Il progetto legato al blog è solo quello di creare i persoanggi e sfruttare l'occasione per conoscere meglio i regolamenti e i manuali. avevo fatto la stessa cosa, un po' di tempo fa, per DragonAGE. poi lì mi ero spinto fino a creare 4o5 PG completi di backgroung, pronti per una sessione di playtest. Sono però in realtà disponibilissimo per fare sessioni di test di giochi e accetto proposte.
  4. Necessary Evil è un gioco di supereroi basato sul sistema di Savage World. trovi la mia recensione QUI. La premessa è che tutti i supereroi sono stati uccisi da una razza aliena che ha invaso la terra e solo i supercriminali sono rimasti a difenderla. L'idea che sto portando avanti è proprio quella di creare lo stesso supereroe, nei limiti del possibile, con tutti i regolamenti di supereroi che possiedo e confrontare le esperienze.
  5. Fenna mi ha fatto notare che potrebbe essere di interesse pubblico l'intervista che ho fatto a Joe Mcdaldno a proposito del suo nuovo gioco Monsterhearts. La trovate QUI. In realtà sono sempre molto timido sul postare link ad articoli del blog, ma se credete che possano essere utili, sarò meno timido
  6. Bella domanda, alla quale non so ancora rispondere. Questa settimana dovrebbe uscire la creazione dello stesso personaggio con Necessary Evil. Mutants & Masterminds (3° edizione) è il prossimo in lista.
  7. Prego! C'è un corriere che sta solcando i mari per portarmi il mio manuale stampato. Ho letto la versione playtest e, per il momento, mantiene quello che promette. Aspetto solo il manuale definitivo per recensirlo meglio. Aproposito, dici che dovrei segnalare l'intervista su gente che gioca? Potrebbe interessare? MOD I doppi post sono vietati, la prossima volta usa il tasto modifica
  8. Ciao a tutti, è un po' che non scrivo, ma so che nessuno di voi si è ancora sciolto nell'acido per il dolore insostenibile. La scorsa settimana ho scritto un articolo su come si creano i personaggi in Wild Talents 2°edizione. sperando di fare cosa gradita vi metto QUI il link per andare a leggervelo. Non si vive solo di D&D, Vampiri e Cthulhu, eh!
  9. Per amor di completezza cito anche Heavy Gear della Dream Pod 9 (http://www.dp9.com/) Ne esistono 2 versioni, la prima basata sul Silhouette (che consiglio) e la seconda sul d20. Di entrambe le versioni sono uscite diverse edizioni del regolamento base Qui tutti i PDF: http://www.rpgnow.com/advanced_search_result.php?keywords=Heavy+Gear&x=9&y=3&quicksearch=1&search_filter=&filters=&search_free=&search_in_description=1&search_in_author=1&search_in_artist=1
  10. Sisi, anche da parte mia tutto rilassato Ok, come si definisce un gioco di narrazione, rispetto a un gioco classico? O un gioco forgita rispetto ad Gygaxiano? Dovessi spiegarlo a chi non sa nulla come farei? Probabilmente direi che in un gioco classico/Gygaxiano 1) ogni giocatore interpreta un personaggio e con questo si identifica. 2) Le regole sono di tipo simulativo, ovvero cercano di rappresentare la realtà in modo coerente. 3) Uno dei giocatori (il GM) ha il controllo su tutto quello che non sono i personaggi dei giocatori e sulla storia al di fuori di essi mentre in un gioco di narrazione/Forgita 1) i giocatori interpretano un gruppo di personaggi (dipende dal gioco quanti, di che tipo e quanto controllo hanno su ciascuno) 2) Le regole sono di tipo narrativo ovvero servono per agevolare la scrittura di una storia. 3) Parte o tutto il ruolo del GM è condiviso dai giocatori. Poi ci sono mille eccezioni in entrambi gli ambiti, per esempio AiPS tra i forgiti, dove il Produttore ha strumenti più da GM classico, secondo quanto dici tu o il sistema FATE, nel quale i giocatori hanno strumenti per "scrivere" l'ambientazione assieme al master. Quale dei due è più facile per un neofita? Eh, questo è quello che mi chiedo pure io... La mia osservazione era solo che in un gioco classico puoi passare qualche sessione ad ambientarti, a "capire come funziona". In un gioco di narrazione, per quella che è la mia esperienza, vieni catapultato immediatamente in un ruolo molto "attivo" e questo può essere spaventoso per uno che non sapeva neanche cosa fossero i giochi di ruolo.
  11. Oooooh! Voglio provarlo! Leggo e imparo. Uh? Mi dai qualche info sul PDQ in modo da colmare la mia lacuna?
  12. Mi spiace deludere il tuo giudizio così trançant, ma io giochi forgiti ne posseggo, li gioco e mi piacciono pure ^^ (rileggendo sembra che mi sia offeso. Non è così Si scherza.) Non volevo assolutamente farne una questione di qualità! Tra i giochi di narrazione (N.B. "forgiti" mi sembra un termine ORRENDO, troppo tecnico e che non dice nulla sul gioco in se. Come se gli altri li chiamassimo Gygaxiani) ci sono dei gioiellini che ho consigliato con estremo piacere ad un sacco di gente. Fatta questa premessa, ogni volta che mi sono trovato a giocarli non giocatori poco esperti, non parlo neanche di neofiti, la differenza di esperienza si è fatta sentire. Perché? Perché i giochi di narrazione prevedono che tutti collaborino all'esperienza in modo costruttivo e con spirito d'iniziativa. Spesso un giocatore alle prime armi ha ancora addosso la concezione da boardgame che prevede di dover gestire solo se stesso, non di dover collaborare a scrivere una storia. In più un neofita si troverà ad dover affrontare già il problema di dover rompere il ghiaccio giocando ad un gioco che non ha "limiti" essendo assente una cosa che nei giochi da tavolo siamo abituati ad avere: un numero finito di opzioni possibili. Prendiamo Polaris. Avete mai giocato con un Errore principiante? O con una Luna che cerca di "vincere"? Certo, d'altra parte quanto è comodo Fiasco per far provare un gioco di ruolo ad un principiante, senza spaventarlo col concetto di "campagna". Quanto sono semplici le regole in confronto a qualunque altro gioco? Cavolo, la prima volta che ho preso in mano Fiasco ho pensato "ecco il gioco perfetto per far iniziare XXX". Poi ci ho giocato e non ne sono stato più così convinto... Questa è una sacrosanta verità che capivo a livello intuitivo, ma non ero mai riuscito a spiegarmi in modo così semplice.
  13. Premetto che quella che segue non vuol essere una polemica ma un vero ragionamento. devo far iniziare un paio di persone e non so se iniziare con un forgita o con un classico. Ma davvero consigliereste un forgita per far iniziare dei giocatori nuovi? Normalmente l'immedesimazione, il recitare, il creare storie sono cose che si imparano e si fanno proprie dopo un po' di tempo... Un gioco che basa su queste cose il proprio modus operandi, non rischia di allontanare gente che si sente scema a "fare le vocette"? Chi di noi avrebbe continuato a giocare se fosse stato posto di fronte ad un forgita, la prima volta? Io forse no, ma potrebbe dipendere dal fatto che ho iniziato in tenera età.
  14. Freeport l'ho giocata, ma è moooooooolto classica e poco piratesca. diciamo che la parte pirati resta come colore di sottofondo, ma non è una campagna DI pirati. (ottieni lo stesso flavour giocando Pathfinder nella città di Riddleport) 7th Sea è quella che ti consiglio (N.B. Ho i manuali e ho anche giocato una campagna, tanto per alzarvi la media). Diciamo che le regole e l'ambientazione sono user firendly per una campagna di pirati. Swashbucklers etc... non la conosco,a, se non erro, dovrebbe essere una campagna per Savage World, normalmente garanzia di qualità o almeno di QMG (qualità minima garantita) Aggiungerei che io dovessi mettere su una campagna di pirati userei un riadattamento dello "Spirito del secolo" che è in italiano, facilmente reperibile e basato sul sistema FATE che è stato oggetto di una discussione dedicata da qualche parte su questo forum. Secondo me c'è da divertirsi.
  15. Questa settimana la mia recensione è dedicata ad un piccolo gioco indipendente, basato su un ameccanica molto originale: Warrior, rogue & mage QUI LA RECENSIONE
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.