Vai al contenuto

sagaza

Utenti
  • Conteggio contenuto

    8
  • Registrato

  • Ultima attività

Informazioni su sagaza

  • Rango
    Viandante
  • Compleanno 16/04/1990

Informazioni Profilo

  • Località
    Pescara
  • GdR preferiti
    DnD
  1. sagaza

    [3.5 Forgotten Realms] Ombre del passato [HITmonkey]

    Certo che accetterò la stanza pagata dallo gnomo. E come un vero uomo dormirò in terra, usando il mio giaciglio! Ci sono determinate cose che non si possono accettare, mentre altre sono dovute per non dimostrare scortesia. I doni, tra i Barbari, sono molto ben visti. Sono segno di fiducia, anche. Diciamo che bisogna entrare nella loro psicologia. Kuth sa cavarsela, e vuole che anche il finto moccioso cominci a cavarsela da solo. Mormoro guardando lo Gnomo dopo che tutta la cagnara è finita, bevendo l'ennesima pinta di birra. Tiro su col naso, grattandomi il mento con la mano libera. Non ho alcun interesse ad intrattenermi al Palazzo di cui si parla, ma se è importante deve essere per forza difeso da uomini valorosi e forti. E se ci sono uomini valorosi e forti, allora qualcuno potrebbe decidere di appoggiare la sua idea. Anche se in tutto questo suo mastodontico piano di rivincita, penso, probabilmente c'è qualcosa che non ho calcolato e che effettivamente non quadra...
  2. sagaza

    [3.5 Forgotten Realms] Ombre del passato [HITmonkey]

    Stringo i denti e li mostro in quello che può essere tutto fuorchè un sorriso. I muscoli del mio viso si contraggono in irregolari spasmi di rabbia mentre tento di tenere a bada l'Orso Blu. Perchè è lui che mi concede la forza, ogni volta, di andare avanti e perseverare nelle battaglie. E' fortuna di ammasso di carne che Kuth non è come sciocchi cannibali dei clan Rinnegati. Altrimenti Kuth avrebbe già pensato a sette modi e mezzo di cucinarlo dopo avergli strappato la colonna vertebrale. Diciamo che non sono del tutto amichevole nei confronti del ciccione, in questo momento. Venire sfidato da uno come lui per me è un insulto, ed ho tutta l'intenzione di continuare a seguire il consiglio del Mezzelfo. Per un motivo o per l'altro finisco sempre per ascoltarlo. Mi comporterò civilmente...nei limiti del possibile. Stringo le labbra l'una contro l'altra, tenendo lo sguardo fisso in quello del mio sfidante e rispondendo con dei semplici gesti. Allungo la mano destra verso di lui, lentamente, contraendo ogni singolo muscolo mostrando la mano aperta con il palmo verso il soffitto. Poi chiudo le dita di scatto e, sempre di scatto, ruoto il polso verso il basso come a simulare qualcosa che viene spezzato di netto. Pecco ancora dei difetti della giovinezza. Troppa sicurezza in me stesso, troppe sceneggiate per quello che potrebbe essere un semplice macellaio. Scelgo la sedia, inforcandola con il mio **** molto lentamente. Ho intenzione di vincere. Ho intenzione di spezzargli la mano. Il polso. Il braccio. E poi prendere la sua testa e sbatterla sul tavolo senza alcuna intenzione di ucciderlo, ma con il solo intento di fargli ricordare la lezione. O dimenticare il proprio nome, che alla fine sarebbe lo stesso. E urlerò. Ah, se urlerò. Urlerò un inno alla vittoria del mio popolo, nella mia lingua natia. Spoiler: Tiro di Intimidire = +6 Vari tiri su Lottare: + 5. Se comincio a perdere vado in Ira (non si può permettere di perdere) e aumento il risultato a +7. L'inno sarà una specie di canto nello stile All Blacks. E nella testa di Kuth potrebbe servire ad attirare qualche combattente nelle sue fila. :3
  3. sagaza

    [3.5 Forgotten Realms] Ombre del passato [HITmonkey]

    Aggrotto la fronte, cominciando a perdere la pazienza con questa marmaglia. Vogliono sempre tutti discutere, sempre tutti utilizzare delle regole inventate da uomini scaltri ma privi di spina dorsale. Ed è per questo che entro raramente in città, e quando lo faccio è per mercanteggiare la mia cacciagione giornaliera. Lascio andare lo gnomo facendolo cadere su entrambi i piedi con malagrazia. Poi mi giro, afferro il cucchiaio lasciato prima con la mano destra e mi avvio a passo lento e pesante verso il tavolo dove il cappello è posato, con la sicurezza che il piccoletto mi seguirà mentre il mezzosangue rimarrà a guardare. Già ho capito, o almeno penso di averlo già fatto, che tipo di persona sia il Mezzelfo. No che non ho voglia di passare altri giorni in prigione, ma sicuramente non ne avranno voglia nemmeno gli altri quattro. Soprattutto con qualche osso rotto. Prendi il cappello, finto moccioso. Mormoro allo Gnomo una volta davanti al tavolo, guardando i tralice i quattro imbecilli solo per tenerli d'occhio sicchè non facciano mosse avventate. Diciamo che faccio da scudo umano al mezzofolletto, ascoltando al contempo il consiglio del Mezzelfo senza però andare contro i miei modi di fare.
  4. sagaza

    [3.5 Forgotten Realms] Ombre del passato [HITmonkey]

    Mangio senza sentire alcun bisogno di assomigliare alla gente che sta in locanda, in città, decidendo di definirsi da sola come civile. Non mi interessano le lagne del nuovo arrivato, nè quelle dello gnomo che si siede affianco a me e che anche mi sta infastidendo. Voglio solo terminare il mio pasto in pace e tornare fuori dalle mura a vivere la mia solita vita, in cerca di uomini valorosi da sfidare e vincere. In realtà, dopo tanto girovagare, un'idea malsana in testa mi si è piantata per bene. Poi però arriva il discorso sul cappello. Sul regalo della madre. E i pensieri sui valori da rispettare, quei pochi che contano per un barbaro per far si che gli altri lo considerino un vero uomo, *****catigli dai membri della sua famiglia attuale e passata. Lascio cadere il cucchiaio nella ciotola. Ringhio qualcosa di incomprensibile a mezza bocca. Mi alzo lentamente dal tavolo e mi giro per inquadrare i bersagli con l'unica espressione di cui sono capace: un misto di odio, rabbia e malcontento. Malumore perenne. Kuth risolve i problemi del finto moccioso. Ma il finto moccioso li risolve insieme a lui. Alle volte, per quanto stupide e dissennate potrebbero sembrare le scelte di un barbaro, queste rispecchiano la giustizia e la saggezza di un popolo, e non dell'individuo. Provo a prendere lo gnomo per la collottola sollevandolo per portarlo con me come se si trattasse di un misero straccetto. Tanto, per me, è poco più che questo. Ho tutta l'intenzione di andare ad insegnare a quei tipi com'è che funziona la cosiddetta "regola del più forte".
  5. sagaza

    [3.5 Forgotten Realms] Ombre del passato [HITmonkey]

    Mangio. Mangio e mi rifocillo, così come dovrebbe fare ogni buon combattente che si voglia considerare tale. Ho la bocca piena, ma non è mai stato un grande problema parlare con la bocca piena. E non sarà sicuramente più fastidioso di dover sopportare due giorni chiuso in una prigione ancora più piccola di quanto non lo sia già questa, cosìddetta Cimbar. Kuth è qui per studiare Cimbar. Se si trovano buoni combattenti, di corpo e di spirito, Kuth li porta con sè. Il resto, come ti ha già detto, sono affari suoi. Grugnisco smettendo di avventarmi come un maiale sul cibo, limitandomi a masticare lentamente e spostando lo sguardo sul Tatuato. Non mi fido granchè di lui. Mi ha offerto del cibo, ma non c'è niente di speciale per me nel dare dei pezzi di metallo dorato in cambio di qualcosa di già preconfezionato. Del grasso mi cola sulla barba, e io lo lavo via bevendo birra. Riprendo a mangiare, concentrandomi sul cibo. Kuth non è di buon umore. A Kuth è stata rubata la preda, e ora dovrà tornare a prenderne altra per scambiarla con il vostro sudicio metallo. Storco il naso e la bocca, sputacchiando ogni tanto qualche pezzo di carne. Questo significa che dovrà uscire nuovamente dalla città per andare a cercarsi altro da mangiare e, allo stesso tempo, un buon motivo d'introito. Spoiler: Kuth è un giovane barbaro sulla ventina, ancora acerbo per quanto riguarda buona parte delle caratteristiche tipiche di questa popolazione. Ha un buon fisico, e per gli standard d'altezza è davvero basso. Un metro e ottantasette, molto ben riempiti quando si parla di muscolatura ed ossatura. Perfette, se si vuole parlare di combattenti. Veste principalmente di pelli di animali, anche se parte dell'armatura che indossa è stata lavorata nel metallo per forza di cose, molto più resistente sicuramente della pelliccia di un orso. Monili di vario tipo sono attaccati ad una collana che indossa, principalmente in osso, dato che si tratta di denti, pezzi di cranio, artigli e zanne. Capelli lunghi e neri, e tatuaggi di vario genere sparsi per il corpo, di cui persone qualunque non capirebbero comunque i significati. Porta con sè solo altre due armi, oltre all'oggettistica tipica degli avventurieri di Faerun. Un Falchion, decisamente raro tra i membri dei barbari, e un'arma contundente non meglio identificata (non ricordo qual'è. .-.)
  6. sagaza

    [HITmonkey] 3.5 Ombre del passato [Forgotten Realms]

    Una sola cosa. Se non sbaglio 900 Mo sono le iniziali per il livello 1. Livello 2 dovrebbero essere...no, niente, ho ricontrollato adesso e sono 900. Errore di ricordanza. u_u Stasera che torno faccio la scheda e poi penso a un buon BG!
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.