Vai al contenuto

Lucifero

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    1.039
  • Registrato

  • Ultima attività

1 ti segue

Informazioni su Lucifero

  • Rango
    Campione
  • Compleanno 24/09/1993

Come contattarmi

  • Skype
    N/D

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Chiavari (GE)
  • GdR preferiti
    Fate, Savage world
  • Occupazione
    Operaio, studente di psicologia
  • Interessi
    Giochi di ruolo, light saber combat sportivo, cucina
  • Biografia
    Ho una vita noiosa e ben poco da scrivere

Visitatori recenti del profilo

Il blocco visitatori recenti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Sono Milena, un'aspirante guaritrice. Purtroppo le mie arti sono inadatte a quel tipo di ferita. In serata dovrebbe arrivare la mia maestra, vedrai che ti sistemerà, anche se temo che ti farà molto male. Tu invece sei Daisun il Fuggiasco, vero? continua a sorridere, con aria innocente Mi permetto di sconsigliarti di uscire per adesso: non hai vestiti da indossare, la tua gamba potrebbe cedere e i mercenari dei Corvi potrebbero essere qui attorno ha l'aria pensierosa e sincera Per quanto riguarda Minos, beh, fossi in te eviterei di incrociarlo per qualche giorno. Sai, quando è intervenuto, in verità era furioso con te, lo hai svegliato. Inoltre ha solo scacciato i mercenari, non li ha uccisi. La ragazza viene bruscamente interrotta da un forte chiasso nella stanza di fianco, pentole e piatti sembrano cadere e una figura si staglia sulla porta MILENAAAAAAAAAA!!!!!! Ti avevo detto di avvisarmi quando si fosse svegliato, sono tre giorni che aspetto che il bello addormentato si svegli e ora che è cosciente non mi chiami?!?!?!? Milena sbianca dalla paura, ma riprende subito colore Papà, quante volte ti devo dire che non devi entrare di colpo in casa? Chissà che casino che hai combinato di la... e comunque si è svegliato solo ora, dagli il tempo di riprendersi fa una breve pausa Daisun, ti presento mio padre, Andrè dell'Aquila, colui che ti ha accolto in casa quando eri più morto che vivo e che ha pagato tutte le tue cure termina di bendarti, si volta ed esce dalla camera Vi lascio soli, immagino vorrete parlare. Intanto preparo da mangiare ti lancia un otre in pelle Bevi, fra pochi minuti sarai preso dalla fame e dalla sete, ne avrai bisogno
  2. La stanza in cui ti trovi è quasi vuota, spoglia: un letto, un armadio e una cassapanca. Il letto è morbido, molto morbido, oltre che ampio. Quando inizi a parlare dalla porta si affaccia una giovane donna. Ti sorride gentilmente e si avvicina. Con delicatezza ti aiuta ad alzarti Sta attento, la gamba è ancora ferita e debole, potresti cadere se cerchi di strafare dice con voce dolce Sei stato fortunato sai? Non sono molti quelli che attirano attenzioni così pericolose e sopravvivono per poterlo raccontare. Le mani esperte ti cambiano il bendaggio in breve tempo e ti accorgi di come sia brutta la ferita... lembi di carne morta penzolano a terra e nemmeno più il sangue ne esce Ho fatto il possibile, non perderai la gamba, ma ci vorrà molto tempo prima che guarisca del tutto, mi spiace molto. I lunghi capelli ricci e rossi della fanciulla ne coprono il viso fluendo sulle spalle toniche. Molto aggraziata e femminile, ma dal fisico tonico e muscoloso, nulla di strano visto dove vive.
  3. Appena ti giri, davanti agli occhi, si staglia un addome possente, ampio e muscoloso, coperto di scaglie ocra. Sai perfettamente cosa è, o meglio, ne hai sentito parlare, nelle leggende... una stirpe draconica. Si pensavano estinti, i discendenti dei draghi, coloro che detengono la forza di rovesciare tutte le altre stirpi o almeno così si dice. Lo vedi aprire il petto, alzare la testa per prendere fiato e il risucchio di aria ti fa uscire le frecce dalla faretra. Il soffio successivo è spaventoso, uno spettacolo che non avresti mai pensato di vedere. Un'intensa fiammata viola scaturisce dalle sue fauci, il volto e tutto quello che si trova nei paraggi è illuminato dal fuoco e il calore è tremendo. Le fiamme sciolgono la neve, il ghiaccio e il sangue congelato sulla ferita... che ora scorre a fiumi. L'adrenalina, la paura e tutte le altre emozioni sono troppe e il tuo cervello chiude i battenti. Il buio è scosso solo dalle fitte alla gamba che ti svegliano. Sui tuoi occhi è posta una benda con due piccole fessure, ne hai già sentito parlare, serve per curare gli occhi quando danneggiati dalla troppa luce o dal riverbero del ghiaccio limitando la loro esposizione. Non sei legato e, decisamente, sei vivo, almeno questo ti dice il dolore alla gamba...
  4. Forse sono le parole che hai pronunciato, forse la paura, forse altro, forse il pensiero della tua famiglia ti è rimasto nella mente qualche istante di troppo e ti ha distratto? Fatto sta che la sfortuna ci vede benissimo e hai visto il buco nella tua guardia. Le cose si fanno nere, anzi, peggio... o forse no? L'arciere, nonostante si trovi ad una distanza incredibile, scocca una sola, singola freccia, il sibilo è subito seguito dal rumore del metallo che si spezza. Non stava mirando a te, ma alla tua spada che, malconcia come era, piena di tacche, ruggine e graffi, si spezza vicino all'elsa, lasciandoti la sola impugnatura in mano. Sbatti le palpebre, trasalendo per il suono della lama che si spezza e, quando le riapri, l'uomo armato di pugnali ti è addosso... Magia? Non hai tempo per pensare, una lama sta per reciderti la gola... Un'ombra gigantesca si staglia dietro di te. I due sono terrorizzati, immobili e balbettanti.
  5. Daisun il Fuggiasco! Bel nome, complimenti,ma avresti potuto fare di meglio! dice l'arciere dei due mentre, con incredibile lentezza, estrae una freccia dalla faretra e la incocca. Alza l'arco, le piume gli sfiorano le labbra, piega la testa, allineando gli occhi e prendendo la mira Sai? Non siamo mai stati abili oratori, anzi, al contrario, noi ODIAMO parlare. la freccia scocca, il sibilo acuto fende l'aria e la punta scava un grosso buco ai tuoi piedi, esattamente in mezzo. Non ha sbagliato, ti ha mancato apposta. Ripete la sequenza, una seconda freccia è incoccata... La voce del secondo è molto più potente, tonante, roca e profonda TU DICI DI AVER INGANNATO LE GUARDIE E CHE QUESTE TEMONO LA CITTA' ALLE TUE SPALLE, MA VEDI... NOI! NON! SIAMO! GUARDIE! il tono si fa improvvisamente più pacato Ora muori, vogliamo la tua taglia, mi sa che hai fatto inc*****e quelli sbagliati. Il suo volto cambia, il viso è paonazzo dall'ira nonostante la voce calma, nelle mani, estraendoli dalle maniche, impugna due lunghi pugnali ricurvi e ti si scaglia contro. Improvvisamente la distanza che vi separa non ti sembra poi così tanta
  6. Aluuura, benvenuto al fresco, ragazzo mio, ragiona e non agire d'istinto, è meglio. Regole per la scrittura: bravo che hai messo il nome come titolo del post, non è fondamentale, essendoci solo tu, ma mi fa piacere eccellente il fatto che tu abbia messo i pensieri in corsivo, continua a farlo il parlato mettilo in grassetto eventuali discorsi telepatici in corsivo grassetto se devi urlare scrivi la parte urlate in MAIUSCOLO se si tratta di una esclamazione/affermazione metti il punto esclamativo alla fine della frase se credi che sia necessario, usa le emoji per rendere chiara l'espressione del viso del tuo personaggio (eventuali parti ironiche o suppositive sono più facili da capire con una faccina di fianco) bravo che mi hai fatto il riassunto pratico dell'azione alla fine del post attento a ciò che scrivo, sono solito lasciare dettagli nelle descrizioni che potrebbero salvarti la pelle prima o poi (o condannarti) Appunti sull'ambientazione: in carcere usavano oggetti magici, non tecnomagici, questo perché gli oggetti incantati sono moooolto più sicuri di quelli tecnomagici, ma anche più costosi (quindi gli aristocratici ci sguazzano e se ne approfittano a schifo) Se hai domande scrivile qui
  7. Non sai se a spingerti sia la forza di volontà, la tua forza fisica o la sola sete di vendetta, ma ti spingi sul terreno ghiacciato senza sosta, passo dopo passo, minuto dopo minuto, ora dopo ora. Ormai è passato il "tramonto" se così si può chiamare, sei quasi arrivato ai cancelli, quando un sibilo ti fa trasalire. Qualcosa ti colpisce dietro la gamba, poco sopra il ginocchio. Il colpo e il rumore ti fanno preoccupare, guardi la zona, solo per vedere una freccia dall'impennaggio nero passarla da parte a parte... Alle tue spalle, a qualche centinaio di metri, una coppia di uomini si erge, vestita di scuro, contro lo sfondo bianco, uno dei due impugna un arco. Un tiro a dir poco incredibile... Fortuna? O forse sono qualcosa più che semplici guardie quelle che ti seguono?
  8. Alcuni dicono che nella Landa l'estate è fredda. Beh, questi non hanno mai provato l'inverno. Le temperature sono così rigide che è impossibile trovare acqua corrente, il sole lo si vede forse due ore... in sei mesi e gli animali hanno così fame da divorarsi fra di loro. E tu, stolto fuggitivo, proprio qui ti sei diretto, nei territori peggiori possibili, qui dove il significato di "Caldo come l'inferno" viene meno. Qui dove anche la neve ha freddo e scende solo sotto forma di grandine, ma il tuo ragionamento era ovvio "Chi mai mi seguirà qui? Chi affronterà il vero Padre Inverno? Chi sarà così stolto?" Beh, qualcuno lo ha fatto, lo sai. Ogni notte li vedi, in lontananza si, ma lì dove sei passato tu, vicino a quell'albero tra le cui radici hai trovato riparo ieri, dal capanno di caccia dell'altro ieri, sì, proprio sulle tue orme. vedi le loro torce e i loro fuochi, qualcuno ti cerca, forse due, massimo tre persone, ma ti cercano assolutamente. Ti seguono e tu fuggi. Fuggi da giorni, da quando ti hanno scoperto a Schorchrock, dove ti rifugiavi da tempo, dopo l'evasione. Ora è tardi. Non ti dai tregua, devi allontanarti, il tuo unico spiraglio di salvezza è uno: Drorver, il paese dei rinnegati. Una città odiata e temuta, lì dove si offre alloggio ai ricercati, lì dove gli unici tre esseri viventi non aristocratici che usano la magia si sono rifugiati, la Terna: pazzi psicopatici, paranoici, ma buoni...più o meno. Ci sei quasi, la vedi vicina, certo, ti ci vogliono ancora molte ore di cammino, ma sei vicino ormai, molto vicino, la fame e la sete ti tagliano le gambe, ma tu resisti, la cancrena sta colpendo i piedi e le mani, gli occhi dolgono per la fatica di vedere nel buio, tu che non puoi avere una torcia o un fuoco, meno tracce lasci, meglio è... Benvenuto nella landa, a te il suo caldo, amorevole e confortevole abbraccio, ma attento, prima dei tuoi inseguitori potrebbe ucciderti la terra
  9. Ok, allora in serata (spero) apro il topic di gioco e ti sparo nella Landa del Nord, al freddo, al gelo, al buio e senza cibo
  10. No, i giganti sono semplici esseri umani,ma più grossi e forti della norma, da 1,5 a 10 volte un essere umano normale, in basse alle zone. Alcuni sono dotati di capacità innate (soffi elementali, capacità di volare o di diventare fumo et similia), altri hanno punti deboli particolari, per come cresciuti, ma nulla di razziale. di base no, si suppone che tu ti sia procurato vestiti e coperte adatte al clima, ma il cibo potrebbe facilmente mancare, lepiogge sono comuni e le gelate notturne quasi giornaliere (salvo nei mesi "caldi") Perdonami il ritardo nella risposta, ma oggi è ripartita la solita routine di lavoro
  11. Può essere ucciso, ma non muore di vecchiaia
  12. Guarda che questo è il topic organizzativo, non quello di gioco
  13. I Territori Fantasma - La Landa del Nord “Per diretta richiesta del sommo Re, i territori noti ai più come La Landa del Nord sono da oggi sotto il completo e unico controllo del gigante Porterward Cullnett, maestro di magia della tribù dei giganti di montagna, da ora vassallo del sommo Re.” fu con queste parole che il banditore pose fine alla libertà nelle terre del nord. Qua la vita non è facile, anzi, il freddo la fa da padrone per l’80% dell’anno, il cibo è duro, insapore e scarso e la nomina del Vassallo del sommo Re era una vera e propria disgrazia. L’aristocrazia sta sulle scatole a tutti, presuntuosi, boriosi, prepotenti e violenti, gonfi del loro stesso potere, la Magia. Qui, nel nord, le razze si odiano, tutti vivono per sè, limitando le interazioni con altri esseri viventi al minimo, persino i matrimoni sono rari e le famiglie sono poco numerose. Una landa immensa, punteggiata da piccoli villaggi di un massimo di 1000 abitanti,ad eccezione della capitale Scorchrock, sita nella parte bassa della Landa, vicino al confine con le Terre Centrali. La città ricoprì, fin dai tempi remoti, un ruolo fondamentale per la Landa, ne era le porte, economiche e sociali. La Landa, però, a un ulteriore enorme problema: il suo vassallo. Sir Cullnett, detto il gigante vampiro. Non fraintendiamo, non è un vero gigante, quelli sono al sud, qui anche i giganti soffrono la fame e restano piccoli, più piccoli del normale, circa due metri e mezzo, ma sempre più alti dell’uomo più alto. Per quanto riguarda essere un vampiro, beh, quello è vero e come ogni buon vampiro è dannatamente immortale. Ora, tutte quelle storie sull’aglio, le croci e l’acqua santa, per non parlare del sole, sono tutte cavolate, un vampiro è immortale per l’età, non soffre la vecchiaia, ma soffre le ferite della carne, anche se in proporzione ridotta. Beve sangue e si nutre di quello, ma non si diventa vampiri subito, serve il bacio, il Bacio del Vampiro, l’unico modo per avere una progenie. Ovviamente i vampiri sono rari, molto, e sapere che esiste un gigante vampiro ha fatto uscire di testa il sommo Re che lo ha voluto assolutamente come vassallo, dandogli potere completo sulla Landa. Da quel giorno infausto, ormai più di tre secoli fa, il nord è un territorio distrutto, oltraggiato e schiavizzato, dove è più facile trovare un cadavere che una persona vivente. Le donne, almeno le più belle, diventano schiave a corte del vampiro e spesso non sopravvivono. Gli uomini non contano nulla, meno di zero e solo il consiglio dei 9 ha diritti, con una sola particolarità, sono tutti e 9 figli di Cullnett, oltre che maghi potenti. La vita dei poveri disgraziati, però, in queste terre, non è così male, la gente non muore mai di fame o di freddo e nessuno capisce perchè, da decenni si vocifera di gruppi segreti che aiutano il popolo con lo scopo di rovesciare il vampiro e la sua progenie. NOTA: non mi fa togliere il grassetto alla descrizione, ne mi fa inserire spoiler. In ogni caso, se ti servono spiegazioni chiedimele, idem per eventuali ulteriori info
  14. Per adesso scrivi pure la scheda in formato word e copiala qui, è il vero vantaggio di usare questi sistemi
  15. @hooman qui ci organizzeremo in modo da avere le cose scritte e visibili a chiunque, oltre ad essere più comode scritte su un forum Tra oggi e domani indicherò le caratteristiche generali del mondo e una breve descrizioni del dove ti trovi, come si compone e chi lo abita. Ti annuncio che ci saranno più di una razza, sarà un mondo di stampo medievale e aristocratico, dove la magia è caratteristica solo delle Alte Sfere nobiliari e dove le persone più povere sfruttano la sua controparte scientifica (tecnomagia)
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.