Vai al contenuto

Cerca nella Comunità

Risultati per i tag 'DnD 5e'.

  • Ricerca tramite tag

    Separa i tag con le virgole.
  • Ricerca tramite autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Dragons’ Lair Community
  • Giochi di Ruolo
  • Giochi da tavolo
  • Play by Forum
  • Altri argomenti
  • Discussioni in Il Lamento della Foresta
  • Discussioni in Hell's Rebels - Ovvero contro le forze infernali del Cheliax
  • Discussioni in Il mercante di Dawnstar
  • Discussioni in Shattered Star
  • Discussioni in La Pietra Eretta - Nuove Reclute
  • Discussioni in Esiliati
  • Discussioni in La Santa Inquisizione
  • Discussioni in Age of Worms
  • Discussioni in Rescue
  • Discussioni in MUTATI
  • Discussioni in La gilda di Tarkus
  • Discussioni in Xolum non ha padroni, Xolum è un master libero!
  • Discussioni in Skull King
  • Discussioni in La Guerra dell'Est
  • Discussioni in Ritorno al Tempio del Male Elementale
  • Discussioni in Tomb of Annihilation
  • Discussioni in Verso I Picchi del Tuono
  • Discussioni in Tre passi nel delirio....
  • Discussioni in Le Bestie del Nord
  • Discussioni in Uccisori di Giganti
  • Discussioni in Il mercante di Dawnstar - gruppo 2
  • Discussioni in Cavalieri della corona perduta
  • Discussioni in La grande scacchiera
  • Discussioni in Star Trek: Nova (Gilda)
  • Discussioni in La Pietra Eretta
  • Discussioni in L'ultima ora di Malcom (Gilda)
  • Discussioni in Alba dei Re
  • Discussioni in Vento di Sangue
  • Discussioni in Silenzio e Oscurità
  • Discussioni in Of Orcs and Men
  • Discussioni in Urban Fantasy
  • Discussioni in Il Racconto dei Briganti
  • Discussioni in Frammenti di Paura
  • Discussioni in Eroi
  • Discussioni in Il Terrore e la Speranza
  • Discussioni in WFRP The Enemy Within
  • Discussioni in Racconti di Kalamar - Cronache Reanariane
  • Discussioni in Dark Heresy - Calixis Sector
  • Discussioni in Mystara Classic
  • Discussioni in LoneWolf Saga
  • Discussioni in Winds of Chaos
  • Discussioni in WFRP Slave to Darkness
  • Discussioni in Dragonlance - War of the Lance
  • Discussioni in WFRP Gathering Darkness
  • Discussioni in Nameless Cults
  • Discussioni in Carrion Crown
  • Discussioni in M&M: Svegliarsi in Mongolia...
  • Discussioni in Curse of Strahd - Muso
  • Discussioni in [The Dark Eye 5ed.][Emmanus][Topic di Gioco] -Gli schiavisti di Reichforst
  • Discussioni in Atorion
  • Discussioni in Ira della Tempesta
  • Discussioni in Queste Oscure Materie
  • Discussioni in Quando i lupi scendono a valle
  • Discussioni in il gioco del martello da guerra
  • Discussioni in La guerra dei Lord [5e]
  • Discussioni in Teschi e ceppi
  • Discussioni in Symbaroum (by Brenno)
  • Discussioni in The Thousand Thrones
  • Discussioni in I Feudi Rossi
  • Topics in Uno Sguardo nel Buio
  • Discussioni in Storm King's Thunder
  • Discussioni in Pericolo a Phlan [AL]
  • Discussioni in L'Ultima Torcia (by Brenno)
  • Discussioni in Gli Eroi del Magnamund
  • Discussioni in Delta Green
  • Discussioni in Blood Sword
  • Discussioni in Reign of Winter
  • Discussioni in Ritorno al Tempio del Male Elementale
  • Discussioni in Tutti i Peccati del Mondo
  • Discussioni in Cyberpunk 2020 - Syndicate wars - I Cacciatori
  • Discussioni in Strange Magic
  • Discussioni in Cyberpunk 2020 - It's not the end of the world but you can see it from here
  • Discussioni in Lindtor
  • Discussioni in Eberron - La profezia dell'ombra veggente
  • Discussioni in La Luce di Ulan
  • Discussioni in Eravamo Eroi
  • Discussioni in La Magia di un Mondo Nuovo
  • Discussioni in Il sogno del Nord
  • Topics in Middle Earth Role Play
  • Discussioni in Warlords of Eryndal
  • Discussioni in Anime Oscure (Pathfinder + Dark Souls)
  • Discussioni in Sengoku
  • Discussioni in Kingmaker: l'Alba dei Re
  • Topics in Warhammer
  • Discussioni in Nightwatch
  • Discussioni in The Slayers
  • Discussioni in Lupo Solitario - Avventure nel Magnamund
  • Discussioni in Born of the gods
  • Discussioni in Supereroi
  • Discussioni in Rise of The Runelords
  • Discussioni in Alfeimur Ufficiale
  • Discussioni in The Lost Lands (Swords & Wizardry)
  • Discussioni in La Fenice Bianca
  • Discussioni in Le cripte di Strahd
  • Discussioni in "Solo il male vede nel buio" [LUT]
  • Discussioni in I viaggi della Discovery
  • Discussioni in Carrion Hill - OminoMagico
  • Discussioni in Un Mondo di Cenere
  • Discussioni in Kingmaker [5e]
  • Discussioni in Il Liucogno di Pozzo Rosso
  • Discussioni in Gli eroi di Koda
  • Discussioni in Hoard of the Dragon Queen
  • Discussioni in Sole, sabbia e sangue
  • Discussioni in Live your Life with your Shop
  • Discussioni in Zaldia
  • Discussioni in La cattedrale
  • Discussioni in I Guardiani Delle Fiamme
  • Discussioni in La guerra dei Giganti
  • The Game in The same old story
  • Discussioni in Isger in Fiamme
  • Discussioni in Twin Worlds
  • Discussioni in Old pbf of Dardan
  • Discussioni in Iron World
  • Discussioni in Caos Calmo
  • Discussioni in Dreaming Electric Sheep
  • Discussioni in Oggi sono un uomo. Domani sarò un Dio!
  • Discussioni in I Figli della Lupa
  • Discussioni in L'Alba dei Re
  • Discussioni in La Cittadella Senza Sole
  • Discussioni in Il principe della Morte
  • Discussioni in Il principe della Morte
  • Discussioni in Le corone di ruggine
  • Discussioni in GMEmulator e D&D
  • Discussioni in La miniera perduta di Phandelver (by Brenno)
  • Discussioni in The Fields of Ash
  • Discussioni in L'ira dei Giusti
  • Discussioni in Il Sangue della Terra
  • Discussioni in Hell's Rebels
  • Discussioni in Wrath of the Righteous
  • Discussioni in Sanguine Corona
  • Discussioni in Avventure Mitiche
  • Discussioni in Lupi Grigi
  • Discussioni in Una nuova era
  • Discussioni in War for the Crown
  • Discussioni in Sotto il velo nero
  • Gioco in Hell's Vengeance
  • Discussioni in Serpent's Skull -Green Group
  • Discussioni in Way of the Wicked
  • Topics in Hell's Vengeance TEAM 2
  • Discussioni in Serpent's Skull - Black Group
  • Discussioni in La scommessa dell'Assassino
  • Discussioni in Children of the Smith
  • Discussioni in אידן
  • Discussioni in Curse of the Crimson Throne
  • Discussioni in Europa Fantasy
  • Discussioni in Advenit Ventum Orientis
  • Discussioni in Mari Stregati
  • Discussioni in Sangue e onore
  • Discussioni in Voglio Diventar Presto Un Re
  • Discussioni in Locanda di DW
  • Topics in Dead Suns
  • Discussioni in La Rinascita del dio Caduto
  • Discussioni in [PF] Alba di un Nuovo Mondo
  • Discussioni in Con Gli Occhi Della Bestia
  • Discussioni in L’OSCURO PRESAGIO
  • Discussioni in L'Isola
  • Discussioni in Ombre del Khorvaire
  • Discussioni in #URBAN HEROES
  • Organizzazione di Servizio in Suspiria de profundis
  • TdG in Suspiria de profundis
  • TdG - La città in pericolo in Pericoli ad Easting
  • TdS in Pericoli ad Easting
  • Compagni & Gregari | PNG in Pericoli ad Easting
  • Discussioni in I Creatori di Mondi
  • Topic di Servizio in The Misty Mountains.
  • The Misty Mountains Cold in The Misty Mountains.
  • Gruppo 1 in Un pretesto per menare le mani
  • Gruppo 2 in Un pretesto per menare le mani
  • Discussioni in Soli Spenti
  • Discussioni in Gaia's Legend
  • Discussioni in Dawn of Worlds
  • I Banditi di Wealdath in Il Dungeon del Mago
  • Discussioni in La Guglia di Smeraldo
  • Ambientazione in La Guglia di Smeraldo
  • Discussioni in Alla luce di una luna color sangue
  • TdS - L'ascesa di Moruil in L'ascesa di Moruil
  • Introduzione all'ambientazione in L'ascesa di Moruil
  • TdG - L'ascesa di Moruil in L'ascesa di Moruil
  • Servizio in Kyros's Machinations
  • Kyros's Machinations in Kyros's Machinations
  • Discussioni in Bruci La Città
  • TdS - confronto, appunti, off game vario in Storm King’s Thunder
  • Tdg Storm King’s Thunder in Storm King’s Thunder
  • Venom Nerve in Sotto il cielo della follia
  • Fuori Gioco in Sotto il cielo della follia
  • Famiglia Janan in Sotto il cielo della follia
  • Discussioni in Morti Come Noi
  • Discussioni in Le 5 gemme
  • La Profezia Organizzativo in La Profezia dei Mille Volti
  • Discussioni in Isger in Fiamme - Pathfinder 2.0!
  • Discussioni Mondi Infranti in Mondi Infranti
  • Discussioni in Reikland Tales
  • Discussioni in I Grandi Viaggi
  • Discussioni in Avventure nella Terra di Mezzo (by L_Oscuro)
  • Discussioni in Nella Terra dei Draghi
  • Immagini - Nella Terra dei Draghi in Nella Terra dei Draghi
  • Discussioni in Per Millennii
  • Discussioni in Tra abissi e cieli
  • TdS - Un mondo nelle Tenebre in Un Mondo nelle Tenebre
  • Vaaranys in Campagne (by Alcar)
  • Discussioni in Folli e Ladri
  • Discussioni in Sei tu Arie?
  • Discussioni in Starfinder - Dead Suns
  • Axstalrath in DUNGEON WORLD - Axstalrath
  • Discussioni in In Nomine VR
  • Discussioni in Gli araldi del male
  • Discussioni in Le Rune Nere
  • Discussioni in UnownSpaceWorld
  • Discussioni in A Star Wars Story
  • Discussioni in Inquisitor Dominator
  • Discussioni in 5 giocatori, 5 master, 5 avventure
  • Discussioni in L'Aquila Nera
  • Discussioni in Strange Aeons
  • Discussioni in In nome della Regina
  • Discussioni in Ravnica: zino heist
  • Discussioni in Another World
  • Discussioni in La Lunga Notte di Miami
  • Discussioni in L'erede di Galifar
  • Discussioni in La cabala di Boston
  • Discussioni in Walanden
  • Discussioni in Nuovi Dei
  • Discussioni in La Città dei Morti
  • Discussioni in I Territori Fantasma
  • Discussioni in Ritorno al Tempio del male elementale
  • Discussioni in Death Frost Doom
  • Discussioni in NES- Colonialism
  • Discussioni in Una Nuova Frontiera
  • Discussioni in La Prima Ombra
  • Discussioni in Finis Imperii
  • Discussioni in Cronache Senza Tempo
  • Discussioni in demented and Dragons 5.0
  • Discussioni in <post>Hu|Man <r/e/>volution
  • Discussioni in Il Grande Torneo
  • Discussioni in Out of the Abyss
  • Discussioni in Stelle Senza Fine
  • Discussioni in Lyra: Prima Fondazione
  • Discussioni in Oscuri Presagi
  • Discussioni in Un Lungo Cammino
  • Discussioni in Il brutale mondo antico
  • Discussioni in We Be Goblins!
  • Discussioni in Ma Mystra e Boccob cosa si sono fumati?
  • Discussioni in La fuga
  • Discussioni in La tirannia dei dragoni
  • Discussioni in Curse Of Strahd -
  • Discussioni in La Grande Crociata
  • TdG sfaciolamento in La compagnia delLo Stirpe
  • Schede in La compagnia delLo Stirpe
  • Tds in La compagnia delLo Stirpe
  • Topic di Servizio in Avventura a Koor
  • Ambientazione in Avventura a Koor
  • Discussioni in Journey to Ragnarok

Blog

Nessun risultato

Nessun risultato

Categorie

  • D&D 5a Edizione
  • D&D 4a Edizione
  • D&D 3a Edizione e 3.5
  • AD&D
  • Pathfinder
  • Cyberpunk 2020
  • Dimensioni
  • GdR Vari
  • Mappe
  • Varie
  • Contest
  • File in Il Lamento della Foresta
  • File in Hell's Rebels - Ovvero contro le forze infernali del Cheliax
  • File in Il mercante di Dawnstar
  • File in Shattered Star
  • File in La Pietra Eretta - Nuove Reclute
  • File in Esiliati
  • File in La Santa Inquisizione
  • File in Age of Worms
  • File in Rescue
  • File in MUTATI
  • File in La gilda di Tarkus
  • File in Xolum non ha padroni, Xolum è un master libero!
  • File in Skull King
  • File in La Guerra dell'Est
  • File in Ritorno al Tempio del Male Elementale
  • File in Tomb of Annihilation
  • File in Verso I Picchi del Tuono
  • File in Tre passi nel delirio....
  • File in Le Bestie del Nord
  • File in Uccisori di Giganti
  • File in Il mercante di Dawnstar - gruppo 2
  • File in Cavalieri della corona perduta
  • File in La grande scacchiera
  • File in Star Trek: Nova (Gilda)
  • File in La Pietra Eretta
  • File in L'ultima ora di Malcom (Gilda)
  • File in Alba dei Re
  • File in Vento di Sangue
  • File in Silenzio e Oscurità
  • File in Of Orcs and Men
  • File in Urban Fantasy
  • File in Il Racconto dei Briganti
  • File in Frammenti di Paura
  • File in Eroi
  • File in Il Terrore e la Speranza
  • File in WFRP The Enemy Within
  • File in Racconti di Kalamar - Cronache Reanariane
  • File in Dark Heresy - Calixis Sector
  • File in Mystara Classic
  • File in LoneWolf Saga
  • File in Winds of Chaos
  • File in Dragonlance - War of the Lance
  • File in WFRP Gathering Darkness
  • File in Nameless Cults
  • File in Carrion Crown
  • File in M&M: Svegliarsi in Mongolia...
  • File in Curse of Strahd - Muso
  • File in [The Dark Eye 5ed.][Emmanus][Topic di Gioco] -Gli schiavisti di Reichforst
  • File in Atorion
  • File in Ira della Tempesta
  • File in Queste Oscure Materie
  • File in Quando i lupi scendono a valle
  • File in il gioco del martello da guerra
  • File in La guerra dei Lord [5e]
  • File in Teschi e ceppi
  • File in Symbaroum (by Brenno)
  • File in The Thousand Thrones
  • File in I Feudi Rossi
  • Files in Uno Sguardo nel Buio
  • File in Storm King's Thunder
  • File in Pericolo a Phlan [AL]
  • File in L'Ultima Torcia (by Brenno)
  • File in Gli Eroi del Magnamund
  • File in Delta Green
  • File in Blood Sword
  • File in Reign of Winter
  • File in Ritorno al Tempio del Male Elementale
  • File in Tutti i Peccati del Mondo
  • File in Cyberpunk 2020 - Syndicate wars - I Cacciatori
  • File in Strange Magic
  • File in Cyberpunk 2020 - It's not the end of the world but you can see it from here
  • File in Lindtor
  • File in Eberron - La profezia dell'ombra veggente
  • File in La Luce di Ulan
  • File in Eravamo Eroi
  • File in La Magia di un Mondo Nuovo
  • File in Il sogno del Nord
  • Files in Middle Earth Role Play
  • File in Warlords of Eryndal
  • File in Anime Oscure (Pathfinder + Dark Souls)
  • File in Sengoku
  • File in Kingmaker: l'Alba dei Re
  • Files in Warhammer
  • File in Nightwatch
  • File in Lupo Solitario - Avventure nel Magnamund
  • File in Born of the gods
  • File in Supereroi
  • File in Rise of The Runelords
  • File in Alfeimur Ufficiale
  • File in The Lost Lands (Swords & Wizardry)
  • File in La Fenice Bianca
  • File in Le cripte di Strahd
  • File in "Solo il male vede nel buio" [LUT]
  • File in I viaggi della Discovery
  • File in Carrion Hill - OminoMagico
  • File in Un Mondo di Cenere
  • File in Kingmaker [5e]
  • File in Il Liucogno di Pozzo Rosso
  • File in Gli eroi di Koda
  • File in Hoard of the Dragon Queen
  • File in Sole, sabbia e sangue
  • File in Live your Life with your Shop
  • File in La cattedrale
  • File in I Guardiani Delle Fiamme
  • File in La guerra dei Giganti
  • File in The same old story
  • File in Isger in Fiamme
  • File in Twin Worlds
  • File in Old pbf of Dardan
  • File in Iron World
  • File in Caos Calmo
  • File in Dreaming Electric Sheep
  • File in Oggi sono un uomo. Domani sarò un Dio!
  • File in I Figli della Lupa
  • File in L'Alba dei Re
  • File in La Cittadella Senza Sole
  • File in Il principe della Morte
  • File in Il principe della Morte
  • File in Le corone di ruggine
  • File in GMEmulator e D&D
  • File in La miniera perduta di Phandelver (by Brenno)
  • File in The Fields of Ash
  • File in L'ira dei Giusti
  • File in Il Sangue della Terra
  • File in Hell's Rebels
  • File in Wrath of the Righteous
  • File in Sanguine Corona
  • File in Avventure Mitiche
  • File in Lupi Grigi
  • File in Una nuova era
  • File in War for the Crown
  • File in Sotto il velo nero
  • Files in Hell's Vengeance
  • File in Serpent's Skull -Green Group
  • File in Way of the Wicked
  • Files in Hell's Vengeance TEAM 2
  • File in Serpent's Skull - Black Group
  • File in La scommessa dell'Assassino
  • File in Children of the Smith
  • File in אידן
  • File in Curse of the Crimson Throne
  • File in Europa Fantasy
  • File in Advenit Ventum Orientis
  • File in Mari Stregati
  • File in Sangue e onore
  • File in Voglio Diventar Presto Un Re
  • Files in Dead Suns
  • File in La Rinascita del dio Caduto
  • File in [PF] Alba di un Nuovo Mondo
  • File in Con Gli Occhi Della Bestia
  • File in L’OSCURO PRESAGIO
  • File in L'Isola
  • File in Ombre del Khorvaire
  • File in #URBAN HEROES
  • File in La Guglia di Smeraldo
  • File in Morti Come Noi
  • File in UnownSpaceWorld
  • File in A Star Wars Story
  • File in Inquisitor Dominator
  • File in 5 giocatori, 5 master, 5 avventure
  • File in L'Aquila Nera
  • File in Strange Aeons
  • File in In nome della Regina
  • File in Ravnica: zino heist
  • File in Another World
  • File in La Lunga Notte di Miami
  • File in L'erede di Galifar
  • File in La cabala di Boston
  • File in Walanden
  • File in Nuovi Dei
  • File in La Città dei Morti
  • File in I Territori Fantasma
  • File in Ritorno al Tempio del male elementale
  • File in Death Frost Doom
  • File in NES- Colonialism
  • File in Una Nuova Frontiera
  • File in La Prima Ombra
  • File in Finis Imperii
  • File in Cronache Senza Tempo
  • File in demented and Dragons 5.0
  • File in <post>Hu|Man <r/e/>volution
  • File in Il Grande Torneo
  • File in Out of the Abyss
  • File in Stelle Senza Fine
  • File in Lyra: Prima Fondazione
  • File in Oscuri Presagi
  • File in Un Lungo Cammino
  • File in Il brutale mondo antico
  • File in We Be Goblins!
  • File in Ma Mystra e Boccob cosa si sono fumati?
  • File in La fuga
  • File in La tirannia dei dragoni
  • File in Curse Of Strahd -

Categorie

  • News
  • Articoli
  • Recensioni
  • Community

Categorie

  • Forum/Sito
  • Gilde PbF
  • Varie
  • Regolamenti e Privacy

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Sito internet


Skype


Località


GdR preferiti


Occupazione


Interessi


Biografia

Trovato 2.364 risultati

  1. mirkolino

    DnD 5e Ladro

    Rispondo alla domanda perchè scialbi, facciamo un esempio: Al primo livello il ladro, mestro di super super ninjia sparizioni ha un solo potere decente, il nascondersi, che da regole si applica quando c'è poca luce! Non in pieno sole dunque. Quando lo fa e ha vantaggio fa il suo fortivo +1d6, inoltre a scassinare è un amanico e può tenere 10 se fa meno con il dato! Hoooo!!!! Un ladro di 4a allo stesso livello, svanisce, colpisce facendo danni a ripetizione su più bersagli, sgattaiola via come un "ladro" e ha un modificatore di skills che gli permette le stesse mirabolanti imprese di questo ladruncolo alle prime armi. Risultato? il madro di 4a vince 10 a uno in quanto a strategie, duttilità e variabilità di azioni in gioco. Questo, poverino può solo piangere alla ricerca di un vantaggio e nascondersi ogni 2 turni per fare 1d6 in più! Persino il fiancheggiamento in 3a è più intrigante tatticamente. Si è più scialbo, più old style e basico mi ricorda tremendamente il ladro di OD&D, e la cosa non mi soddisfa per niente. Per contro il mago, tanto per fare un esempio, ha 4 spells al giorno che fanno varie cose, e degli at-wil da paura! Bell'equilibrio Per info: ai miei giocatori piaceva l'idea di provare Next ma sono giocatori di 4a e a solo parlarne sanno già cosa dire agli sviluppatori (tornate e riscrivete tutto!) Poi vabbè li convincerò e faremo un report dettagliato ma mi sa che sarà impietoso, per ora.
  2. MencaNico

    DnD 5e Prime impressioni

    Chi è riuscito a scaricare il materiale potrebbe esprimere uno o due pareri a riguardo? Credo che per le norme accettate in fase di registrazione non possiate divulgare le meccaniche pero qualche commentino è ben accetto
  3. http://www.enworld.org/forum/news/324047-d-d-next-playtest-package-questions-answered-mike-mearls-jeremy-crawford.html Si spiegano diverse cose riguardo al playtest e c'è qualche anticipazione interessante...
  4. Enworld ha pubblicato le prime schede PG su cui giocarono a dicembre scorso. Sono interessanti perchè mostrano come le cose cambiano. Noterete parecchie cose che non ci sono più... come le 3 classi armatura http://www.enworld.org/forum/news/323976-early-versions-d-d-next-character-sheets.html
  5. nidi9

    DnD 5e Playtest in Italiano

    Ciao a tutti, sapete dove è possibile reperire le traduzioni in italiano dei files per poter provare D&D Next? Grazie a tutti
  6. Ciao a tutti! Non mi pare di aver trovato niente nelle varie discussioni, quindi chiedo direttamente: Sbaglio oppure la griglia da battaglia (la mappa quadrettata) è scparita? Nelle regole non mi pare se ne accenni... Spero che sia una mancanza dettata da qualche miglioria che si vuol tenere nascosta (nella segreta speranza che ho sempre coltivato che si passi alla mappa esagonale). Mi sono perso qualcosa io?
  7. Da Legends and Lore del 31/05/2012 Traduzione di Ghostwriter Durante questa settimana ho scritto una breve recensione trattando le parti salienti del pacchetto distribuito per il playtest. Questo articolo prende invece in considerazione la parte dedicata ai Dungeon Master. Il concetto principale: utilizzare le regole come linee guida L’obiettivo più importante a cui stiamo mirando per lo sviluppo di D&D Next è di dare ai Dungeon Master un set di strumenti che possano utilizzare come preferiscono. Le prove di abilità, le prove contrapposte, i tiri salvezza e gli attacchi rappresentano in quest’ordine le meccaniche basilari del gioco, mentre le regole del combattimento e gli incantesimi delineano metodi specifici per utilizzare queste meccaniche. Ecco quindi il nostro traguardo: vogliamo che sia semplice per un Dungeon Master improvvisare e utilizzare le regole come linee guida. I Dungeon Master che desiderino invece regole più specifiche possono basarsi sugli esempi riguardanti le diverse azioni più tipiche forniti in questo documento. Per esempio, non vogliamo creare una regola che dica che per scalare la parete di un ghiacciaio occorre una prova con CD 18 e che si precipita in caso di fallimento. Preferiamo invece fornire ai Dungeon Master buone linee guida per stabilire le classi difficoltà e introdurre anche concetti come le conseguenze in caso di fallimento o i requisiti che possono comportare le prove. Mostrando come utilizzare questi strumenti speriamo pertanto di permettere ai Dungeon Master di sentire davvero proprie le loro campagne e di ricoprire il ruolo di arbitro come spetta di dovere ad un DM, come nel caso della scalata di un ghiacciaio, piuttosto che lasciare decidere un libro. Abilità e attività comuni Uno dei cambiamenti concettuali maggiori di questo regolamento riguarda le abilità. Le abilità sono ora dei bonus in sospeso che possono essere applicati quando si intraprende un’attività legata a quella specifica abilità. D’altronde, determinare la classe difficoltà per stabilire come risolvere un evento è qualcosa interamente affidato alle mani del Dungeon Master. Piuttosto che fornire regole specifiche, ad esempio per scalare, ci aspettiamo che il DM determini la classe difficoltà, i rischi ed i requisiti richiesti dalla situazione dopo averla valutata e scelga e richieda al personaggio di utilizzare l’abilità che più ritiene appropriata. Pensiamo che questo aggiunga molta flessibilità al gioco e renda lo svolgersi degli eventi decisamente più veloce, ma soprattutto permetta al DM di decidere personalmente quale logica applicare in gioco o quando lanciare i dadi piuttosto che utilizzare delle regole che delineino in modo specifico cosa deve accadere. La parte che riguarda le attività più comuni segue lo stesso format di base della sezione delle abilità e presenta ai Dungeon Master queste linee guida. Queste non rappresentano delle regole canoniche gestite dai giocatori, ma una guida che contribuisca a fornire informazioni al processo decisionale del Dungeon Master per risolvere le attività più comuni. Caverne del Chaos I giocatori veterani di D&D riconosceranno subito questo dungeon che abbiamo preso dall’avventura “Keep on the Borderlands” di Gary Gygax e adattato per questo playtest. Come indicato nell’avventura, stiamo cercando di includere uno stile di gioco strategico più indefinito per vedere se alla gente piace giocare in questo modo, e vorremmo creare una situazione nella quale i gruppi abbiano molta libertà per sperimentare diverse cose al limite delle regole. Bestiario A questo livello dello sviluppo i mostri nel bestiario vi sembreranno probabilmente simili a quelli della terza edizione con l’aggiunta di alcuni elementi della quarta. Al momento lo sviluppo dei mostri e degli oggetti magici ha ricevuto la minor attenzione; mentre procederemo utilizzeremo i pareri ed i giudizi di questo playtest per modellare il nostro approccio ai mostri e sviluppare con precisione le loro versioni finali. Al momento sono funzionali al playtest, ma pensiamo di poter rendere i mostri un po’ più robusti e interessanti senza doverli rendere inutilmente più complessi. Se non vi siete ancora registrati per il playtest pubblico, fatelo al nostro sito web D&D_Next. Vogliamo che proviate queste regole al vostro tavolo e valorizzeremo qualsiasi feedback costruttivo che ci vorrete inviare! Mike Mearls Mike Mearls è il senior manager del team di ricerca e sviluppo di D&D. Ha lavorato sl gioco da tavolo di Ravenloft oltre che su uno svariato numero di supplementi per D&D.
  8. Una domanda per i "veterani" che possono ricordare/aver giocato l'avventura Caves of Chaos in edizioni vecchie. La mappa è la stessa? Perché io ho stampato quella allegata e nella mia stampa a casa non ci si capisce niente, per cui vorrei recuperarla magari da qualche altra parte.
  9. Non riesco a capire come fare a scaricare il materiale per il playtest di D&D Next. Mi sono iscritto e ricevuto la mail che dice che posso scaricare il materiale, ma quando clicco sul link mi reindirizza sempre alla pagina del costumer service senza farmi scaricare nulla. Come devo fare?
  10. Poche settimane fa, abbiamo condiviso l’idea generale degli obiettivi di design per la creazione del Chierico, laddove un altro dei nostri blog vi ha chiesto di rispondere sulle possibili meccaniche che un paladino dovrebbe possedere. Come promesso, continuiamo a mostrarvi i traguardi che intendiamo raggiungere – basandoci sul vostro feedback e sui nostri concept. Oggi tocca al Paladino. I paladini hanno una lunga storia alle spalle in D&D: Per molti, l’immagine Paladin in Hell tratta dalla prima edizione dell’Advanced Dungeons & Dragons Players' Handbook rimane un classico. Chiunque può vedere dall’illustrazione che un paladino è a suo agio in armatura pesante, e molto capace con spada e scudo. Dalla natura infernale dei suoi nemici, è chiaro che non solo il paladino combatte il male, ma anche che è senza paura nella sua crociata. Il team di sviluppo è ripassato più volte sulla classe del paladino, ma abbiamo voluto fare un passo indietro e presentarvi gli obiettivi più ampi ed importanti, che devono coincidere con i nostri parametri per le classi (ovvero: essere riconoscibile per i giocatori di D&D, essere unico e distinto dalle altre classi, ed essere riconoscibile in certi aspetti come un archetipo di storia (o personaggio) del fantasy moderno). I seguenti obiettivi sono in ordine di importanza per il personaggio, benché siano tutti fondamentali per arrivare al paladino. Come noterete, mi sono fatto scappare un paio di accenni alle meccaniche di gioco assieme ai più generici obiettivi di design, più come esempi che non perché siano meccaniche già decise ed approvate. 1. Il paladino è un campione di vocazione divina Il paladino segue un codice personale che è il riflesso della sua divinità e, ancora più significativo, del suo allineamento. Benché molti paladini siano legali buoni, non è necessario che tutti lo siano. Anzi, le particolari virtù che un paladino venera possono riflettere ogni atteggiamento morale o vocazione divina (sebbene un’aderenza tale significa che il paladino deve perlomeno essere legale). Il codice del paladino lo indirizza tradizionalmente verso uno stile di vita ascetico, che riflette l’abnegazione del paladino nel perseguire la sua missione. Paladini che servono vocazioni non buone o persino malvagie sono possibili, e talvolta i loro scopi e le loro capacità correlate sono direttamente contrapposte a quelle dei campioni del bene. 2. Il paladino può vedere e punire il male Il paladino sa quando si trova nelle vicinanze di qualcosa di sovrannaturale avversa alla propria divinità o al proprio credo. Per esempio, sebbene un paladino buono non possa puntare con precisione ad una specifica minaccia semplicemente passeggiando nei pressi di un covo di malvagi, di certo si rende conto che qualcosa non va. Indipendentemente dall’effettiva natura di una creatura, il paladino la può giudicare non degna e punirla tramite il potere divino canalizzato tramite la sua arma. 3. Il paladino è un combattente altruista e senza paura Il paladino è un combattente, abile quasi quanto un Guerriero, tipicamente equipaggiato di armatura pesante e spada, e completamente privo di paura. Quando un paladino combatte, non è solo per imporre il proprio credo sui miscredenti o per sterminare le minacce alla sua chiesa, ma anche per proteggere gli alleati. Ancora più che non un guerriero, un paladino di una divinità o di una causa buona è disposto (e capace) di sacrificare la propria sicurezza per assicurare quella dei compagni. Per questo scopo, un paladino aspira a trovare una spada benedetta di potere ineguagliato: un Sacro Vendicatore. 4. Il paladino ha capacità divine In quanto servo di una vocazione e di una divinità, il paladino può contare su una varietà di capacità divine, tra cui la possibilità di guarire alleati con un semplice tocco, scacciare non morti, magari lanciare una quantità limitata di incantesimi divini, ed avere almeno l’opzione di evocare una cavalcatura. In ognuno di questi casi, i poteri divini del paladino divergono da quelli simili del chierico, giocando di più sui punti di forza del paladino. Ad esempio, quando un paladino invoca una cavalcatura, questo destriero divino può ispirare le cavalcature normali degli alleati del paladino, dandogli velocità e resistenza superiori finché cavalcano in gruppo. Un paladino che scaccia i non morti può estendere questo potere a scacciare demoni, diavoli e altre creature blasfeme. E quando il paladino impone la mani per guarire, il potere potrà anche curare condizioni negative o stanchezza.
  11. Ecco alcune notizie concrete sul funzionamento delle Skills: http://community.wizards....ls_and_task_resolution Bè di fatto siamo tornati indietro alle NWP un pò più eleganti e meglio gestite. Alal fine D&D torna ad essere un gioco basato su classi e proprietà e perde la sua parte skillosa. Devo ammettere che mi piace un sacco!
  12. Da Legends and Lore del 30/04/2012 Traduzione di Alonewolf87 Obiettivi di design per il guerriero La settimana scorsa vi abbiamo annunciato che i playtest di D&D Next diventeranno pubblici il 24 di maggio. Questa settimana mi farebbe quindi piacere parlarvi un po' in generale di come si evolverà il playtest pubblico e cosa vorremmo ottenere da esso. I materiali per il playtest consisteranno inizialmente del core base delle regole e di una limitata selezione di classi e razze. Saranno presenti guerriero, chierico, mago e ladro assieme ad umani, elfi, nani ed halfling. Nelle prime fasi del test vi forniremo personaggi pregenerati. Stiamo partendo in maniera volutamente limitata in modo da raccogliere il feedback su specifiche parti del gioco. Per iniziare vorremmo che il core delle regole fosse sottoposto ad un attenta analisi. Ovviamente se le regole base per giocare e gestire il gioco non funzionassero dovremmo saperlo il prima possibile. Man mano che raccogliamo feedback sul core delle regole rilasceremo altro materiale per i giocatori. Cominceremo con un set di personaggi pregenerati da far man mano livellare per condurre tutti attraverso i primi dieci livelli del gioco. Una volta fatto ciò torneremo alle basi e vi forniremo il materiale per far creare personaggi personalizzati In generale il playtest comincerà con un approccio generale per poi focalizzarsi sullo specifico. Vogliamo assicurarci che il gioco abbia il giusto sentore a livello di classi e razze, facilità di gioco al tavolo, livello di rischio durante la partita e flessibilità nella risoluzione dei compiti. Una volta che tali linee guida saranno stabilità potremo cominciare ad analizzare le opzioni per i giocatori, dalle classi alle abilità specifiche, in maggior dettaglio. In base alla natura dei feedback che riceveremo speriamo di mantenere un andamento alquanto sostenuto per quanto riguarda l'introduzione di nuovo materiale. Perchè stiamo seguendo questa via invece di rilasciare tutto il gioco in una volta?Prima di tutto il gioco è tutt'altro che terminato. In secondo luogo vogliamo assicurarci che ogni parte del gioco sia adeguatamente testata. Rilasciare il materiale in piccole dosi controllate farà sì che il feedback che riceveremo sia concentrato su aree più specifiche. Questo rende sia il nostro lavoro più semplice che i vostri sforzi per testare il gioco più efficienti. Con questo in mente continuiamo a parlare di quello che troverete nel pacchetto per il playtest in arrivo. Settimana scorso ho scritto riguardo al chierico, questa volta invece è il turno del guerriero. Obiettivi di design per il guerriero Il guerriero è una delle mie classi preferite quindi sono un po' di parte. Ritengo inoltre che sia una classe che ha sempre sofferto nell'essere paragonata agli incantatori nel gioco. I guerrieri rappresentano gli eroi più iconici del fantasy e forse sono la classe più popolare del gioco. Perciò è importante che da parte nostra lo si crei nel modo migliore. Potete dare una lettura all'articolo della settimana scorsa per avere un'idea del nostro approccio generale alle classi. Ecco qui i punti principali che cercheremo di ottenere per il guerriero. 1. Il guerriero da il meglio di sé... in guerra! Questa affermazione potrebbe sembrare banale ma un combattente dovrebbe appunto eccellere in combattimento. Le altre classi potranno avere abilità eccezionali, potenti incantesimi ed altre capacità ma quando è ora di abbattere un mostro senza morire nel farlo il guerriero dovrebbe essere la classe migliore. Una spada magica potrebbe renderti migliore in combattimento ma un guerriero dello stesso livello rimane comunque strettamente migliore. Un incantesimo come velocità potrebbe farti attaccare più di frequente ma un guerriero compirà comunque più attacchi e i suoi colpi saranno più accurati o potenti. 2. Il guerriero si basa su esercizio ed esperienza, non sulla magia I guerrieri sono maestri di tattiche di battaglia e di abilità con le armi. Essi non necessitano di incantesimi o altri tipi di fonti esterne di potere magico per avere successo. I guerrieri compiono gesta che sono entro i limiti dei comuni mortali. Non invertono la gravità o sparano raggi di energia. 3. Il guerriero esiste in un mondo di mito, fantasia e leggenda Tenendo in mente il punto precedente dobbiamo comunque ricordarci che mentre il guerriero si basa su abilità più simili a quello dell'uomo comune stiamo comunque parlando di abilità comuni in un contesto mitico e fantastico. Beowulf uccise Graendal mozzandole il braccio. In seguito uccise un drago quasi da solo. Roland uccise o ferì gravemente quattrocento Saraceni in una singola battaglia. Nel mondo di D&D un guerriero esperto è un'armata da un uomo solo. Uno può aspettarsi che i guerrieri compiano gesta molto terrene con le armi ma con tale soverchiante abilità che nessuno può sperare di contrastarli. 4. Il guerriero è versatile Un guerriero è abile nell'utilizzo di tutte le armi. I migliori arcieri, giostratori e maestri di spada del regno sono tutti guerrieri. Un monaco può rivaleggiare con l'abilità di un guerriero nel combattimento a mani nude e ranger e paladini sono quasi al livello di abilità di un guerrieri ma in genere un guerriero è in una categoria di forza in combattimento tutta sua, a prescindere dalle armi. 5. Il guerriero è il personaggio più resistente Il guerriero ottiene il maggior numero di punti ferita ed è il personaggio più resistente. L'abilità di un guerriero si estende anche alla difesa consentendogli di indossare le armature più pesanti e di utilizzare gli scudi migliori. I molti punti ferita e l'alta CA del guerriero rendono molti attacchi dei mostri inutili. 6. Un guerriero di alto livello ed un mago di alto livello sono uguali Troppo spesso in D&D un guerriero di alto livello è il lacchè di un mago di alto livello. É troppo facile per una combinazione di incantesimi rendere un mago un nemico o un personaggio estremamente potente, specialmente se il mago può lanciare i suoi incantesimi in rapida successione. Un mago potrebbe annichilire una piccola armata di orchi con una serie di palle di fuoco e coni di freddo. Il guerriero compie la stessa cosa colpo di spada dopo colpo di spada, abbattendo ondate di orchi ogni turno. Bilanciare le classi ad alti livello è forse la più alta priorità per il guerriero e raggiungere un tale equilibrio è qualcosa che dobbiamo fare per poter connettere D&D con il fantasy, i miti e le leggende. Anche se un guerriero scatenasse ogni incantesimo a sua disposizione contro un guerriero egli subirebbe i danni, si libererebbe degli effetti e continuerebbe a combattere. Mike Mearls Mike Mearls è il senior manager per il team di ricerca e sviluppo di D&D. Egli ha lavorato sui giochi da tavolo di Ravenloft oltre che su molti supplementi per il gioco di ruolo di D&D.
  13. Mi sembra che questo post della WIZ lo faccia intuire e mi piace: http://www.wizards.com/dnd/Article.aspx?x=dnd/4ro3/20120403 Sembra che alcuni aspetti della 4a rimarranno anche se forse in una versione avanzata del gioco, come le cure extra magiche, l'equilibrio tra le classi, certi tipi di poteri come gli At-will! Insomma pare che i fan della 4a non verranno lasciati poi tanto indietro come molti si augurano!
  14. Riprendo da una discussione chiusa un argomento che mi sta a cuore riportando il mio ultimo intervento: "Parlavo di senso all'interno del regolamento (BaB vs Gradi) non di relistico o meno. Comuque leggendo le anticipazioni pare che abbiano forse trovato la quadratura del cerchio abbandonando i bonus automatici a favore di combo di vari elementi (razza, classe, Background e tema) che ti permetteranno di eccellere in alcune cose ma di fare a livello basico un pò tutto. Anche perchè parlano di una prograssione di Cd più dolce e meno verticale rispetto alla 3ao 4a Ed. Questo anche sul combat parrebbe tanto da avere un divario inferiore (numerico) tra un PG di di 1° e uno di 5° o 10°. Sicuramente una soluzione elegante, così come le CD superate automaticamente se la sua Caratteristica è uguale o superiore alla CD. Se ho FOR 14 le porte con CD 1-14 le sfondo senza tirare. Velocizza il gioco ed è anche questo elegante. " Uno degli aspetti che emerge dai vari rumors sull'edizione riguarda la calibrazione delle classi dove appunto sia la gestione dei bonus numerici che delle qualità di classe si andrà a diluire nei livelli. Un altra anticipazione ad esempio parla di come un mostro sarà competitivo dal 1° ai livelli superiori proprio perchè i modificatori avranno una progressione più dolce. Se anche come pare gli incantesimi saranno così gradualizzati (palle di fuoco che aumentano di livello aumentando il danno, SoD collegati ai PF complessivi della creatura). Ne esce un gioco che cercherà di equilibrare i livelli usando diversi metodi intersecati tra loro. La cosa ammetto mi piace molto e mi incuriosisce parecchio!
  15. Da Legends and Lore del 07/05/2012 Traduzione di Alaspada89 Obiettivi di design per il ladro Questa settimana, il ladro prende di diritto il palcoscenico. Perché il ladro? Bé, ho fatto un piccolo sondaggio su Twitter per determinare se avessi dovuto scegliere il mago o il ladro. Ho visto i "tweet" e il ladro ha vinto! Se vuoi aggiungere la tua opinione, o se vuoi comprendere su cosa il gruppo stia lavorando ogni giorno, puoi fare un salto su Twitter a "seguire" @mikemearls e @Wizards_DnD. Non dimenticarti di aggiungere #dndnext se vuoi unirti alle conversazioni che hanno luogo qui o di fare domande! Adesso non posso promettere che potrò fare tutto ciò, dal momento che la mia presenza è legata alla mia scheda giornaliera di lavoro e dal desiderio di mia moglie di farmi togliere il naso dal mio computer la notte, ma è probabilmente la miglior soluzione per comunicare con me. Allora,che cosa fa il ladro in D&D? 1. Il ladro non combatte lealmente Guerrieri, chierici e maghi combattono il nemico faccia a faccia. Un guerriero lo carica con una spada o forse una raffica di frecce. Un chierico impugna una mazza e lancia magie di supporto, mentre il mago ti colpisce con un fulmine. Il ladro preferisce un approccio indiretto alla battaglia e si appoggia su trucchi e inganni. Se un ladro non può attaccare da dietro o avere qualche vantaggio, lo stesso preferisce ritirarsi o rimanere fuori dal campo visivo fino a che non gli si presenta l'opportunità di un attacco a sorpresa. Se un ladro può sorprendere un avversario con un attacco, questo può divenire decisamente potente. Se un ladro è messo in un angolo ed è costretto a lottare lealmente, questi è in grande svantaggio. In una situazione del genere, molti ladri decidono di fuggire piuttosto che combattere. I ladri sono avversari ingannevoli, poiché determinare cosa possono fare è quasi impossibile. Un ladro intelligente si tiene sempre qualche asso nella manica, pronto a sorprendere gli avversari al momento giusto. Lancia una manciata di triboli sotto il piede di un avversario quando questi tenta di caricare, tenta un agguato a un ogre assaltandolo sulla schiena per infilzarlo con la sua spada, o evita gli artigli di un drago e si rifugia nelle ombre per nascondersi, un ladro ha sempre qualche trucco in mente. 2. I ladri sono abili I ladri hanno diversi trucchi nel loro capello, e due ladri non sono uguali. Possono nascondersi nelle ombre, liberarsi dalle manette, scalare muri, adottare un travestimento. Non sei mai sicuro di cosa possa fare un ladro. Se il ladro decide di specializzarsi in una abilità mondana, può raggiungere grandi livelli di specializzazione rispetto ad altre classi. In molti casi un ladro è semplicemente specializzato nel gestire le trappole, aprire i lucchetti e attraversare le barriere nemiche senza farsi notare per raggiungere l'obbiettivo, come il saccheggio di fine avventura. Così come i guerrieri vogliono distinguersi tra loro attraverso la scelta di armi, armature e tattiche, i ladri si distinguono attraverso i trucchi e le abilità da essi sviluppate. 3. Il ladro esiste in un mondo di mito, fantasia e leggenda Questo è stato mostrato come l'obbiettivo di un guerriero, ma si applica anche al ladro. Il ladro può ingannare gli altri, addentrarsi nelle ombre e cavarsela in ogni situazione. Anche se queste abilità non sono magiche per natura, un ladro di alto livello può trascendere i limiti di una abilità mondana per raggiungere vette leggendarie nel mito e nella leggenda. Un ladro può usare una magia ed usare il suo "charm" sul re, ma un dissolvi magie libera quest'ultimo da tale incantesimo. Lo stesso re ingannato attraverso un'alleanza da un ladro è molto più difficile da influenzare. Una semplice magia non basta per controbattere le ragnatele di bugie, le mezze verità e le paure che un astuto ladro può usare per ottenere un'accesso al tesoro reale. 4. La routine del ladro appare ingannevole I ladri sono in una classe superiore per quanto riguarda le prove di caratteristica e un uso di abilità. Non solo il ladro è più abile delle altre classi, ma può facilmente fare molti lavori difficili senza troppe difficoltà. Per il ladro, fortuna e opportunità non hanno ruolo nel determinare il successo di qualcosa. Il talento e l'allenamento del ladro mettono quest'ultimi concetti da parte. Tradizionalmente, le meccaniche di D&D hanno riflesso un miglior allenamento del ladro per aumentare le sue possibilità di successo. Questo comunque non premia veramente il livello della bravura del ladro. Questi non è fatto solamente per "riuscire a fare qualcosa", anzi,il ladro nella maggior parte dei casi ha successo. Solamente quando il ladro fronteggia una vero combattimento si deve preoccupare dell'esito dello stesso. Qualcosa di più sul playtest Un'altra cosa da tenere in mente su queste descrizioni è che quest'ultime sono flessibili e aperte ad ogni discussione. Una grande parte del processo dei playtest consiste nell'ottenere l'effetto di stare a giocare a D&D per i player. Se hai giocato il ladro per 10 anni, chiediti se quello nuovo sembra la classe che hai sempre giocato e amato. In aggiunta, per provare bene il gioco, i primi test sono stati fatti per far in modo che il gioco prenda delle precise direzioni con tutte le classi. Il 24 maggio, potrai vedere come abbiamo cercato di raggiungere questi obbiettivi, se abbiamo centrato il punto in questi primi test e se l'obbiettivo che stiamo mirando è quello giusto. Mike Mearls Mike Mearls è il senior manager del team di ricerca e sviluppo di D&D. Ha lavorato sl gioco da tavolo di Ravenloft oltre che su uno svariato numero di supplementi per D&D.
  16. Questa è la trascrizione della live chat su D&D Next (5e) avvenuta il 16 maggio con Mike Mearls e Jeremy Crawford riguardante l'imminente playtest pubblico di D&D Mike Mearls è il "senior manager" del team di D&D. Il suo lavoro è quello di sovraintendere il processo di sviluppo del gioco e coordinare il lavoro sei vari team. Jeremy Crawford è a capo del team di editing e di sviluppo dei prodotti di D&D. Trevor è il moderatore della chat. Trevor: Per coprire tutte le domande base, potete ricordarci quando i playtest comincieranno e darci qualche piccola informazione su cosa la gente deve aspettarsi da questo primo playtest? Mearls: I playtest comincieranno il 24 maggio. Cioè giovedi prossimo. Che verrà prima di quanto sembra. Molto, ma molto prima. Jeremy Crawford: Ed ecco cosa avrete nel playtest . . . 5 personaggi pre-generati; L'avventura "La grotta del caos"; Un bestiario che accompagnerà l'avventura; E ovviamente le regole di gioco, sia per il giocatore che per il DM. Mearls: Stiamo provando due chierici per determinare il livello del sistema dominio/divinità Jeremy Crawford: Uno dei chierici è un seguace di armatura e mazza, mentre l'altro è più un mistico. I cinque personaggi useranno il sistema che abbiamo usato nei mesi scorsi per il background e i temi del personaggio. Trevor: Un'altro gruppo di domande popolari espresse da molti: chi giocherà il playtest? E come farete a distribuire le informazioni sul playtest ai giocatori? Jeremy Crawford: Speriamo che giochino tutti! Mearls: Il playtest è aperto a chiunque si iscriva on-line, e le informazioni sono disponibili digitalmente. Come parte dell'iscrizione, ci sarà un accordo per il playtest online molto simile a quello usato con Dungeon Command l'anno scorso. monstermanual: Quale sarà il livello di complessità che ci verrà fatto vedere nella prima ondata di playtest e come potremmo cambiare le varie opzioni per adeguarle al nostro gusto? Jeremy Crawford: Ci saranno vari livelli di complessità: dal relativo guerriero che carica alla "classe" del mago. Con "classe" intendo "classico" Mearls: La personalizzazione del personaggio ci sarà più avanti. Cominceremo con il concetrarci sulle basi del sistema di gioco. Jeremy Crawford: Faremo aggiustamenti nei prossimi mesi. Per adesso vorrei che la gente giocasse con questi personaggi pregenerati. OngoingDamage: I materiali del playtest del 24 maggio in cosa cambieranno da quelli visti alla PAX East? Nessun feedback del PAX East sarà messo nell'attuale versione? Jeremy Crawford: Ci saranno molte differenze, sia nelle meccaniche di base che nei personaggi. Mearls: Si, metteremo qualche feedback della PAX East. Il playtest sarà molto diverso in termini di personaggi. Più che altro, le cose saranno un pò più semplici per i DM. Le classi, i temi e i backgrounds saranno organizzati meglio. Inoltre abbiamo lavorato un po' per portare alla luce parti dei personaggio nascoste. shamsael: Quanto dobbiamo aspettarci che le regole siano differenti rispetto al prodotto finale di questo playtesting? Per dirlo in un'altra maniera, quali sono le regole ferree del sistema giunti a questo punto e quali invece possono essere revisionate o riscritte? Mearls: Probabilmente il più grande cambiamento è nelle meccaniche sui vantaggio e sugli svantaggi. Abbiamo fatto un sacco di cose per il chierico, creando i domini e facendoli diventare più importanti, cambiando cosi molto le cose. Jeremy Crawford: Un esempio di cambiamento: tutti gli incantatori avranno l'opzione di lanciare magie "a volontà" adesso. Mearls: Niente è scritto nella pietra. Siccome stiamo partendo con le cose più semplici, potremo fare grandi cambiamenti senza rielaborare milioni di testi. Stiamo lavorando lentamente proprio perchè prima facciamo le regole, poi incorporiamo i vari risultati ed infine li useremo per la prossima ondata di materiale. John Sussenberger: Saremo in grado di fare i playtest in locazioni pubbliche, come un negozio ludico o una convention? Jeremy Crawford: Andate a vedere le domande precedenti: l'unica cosa che non cambierà sono le regole cardine di D&D, come l'usare il d20 o che il gioco contenga maghi. Mearls: Credo che penseremo a questa opzione adesso. Infatti in questo momento per il playtest ogni persona dovrebbe iscriversi ad esso. Stiamo infatti lavorando su qualcosa che darà ai negozi e alle convention materiale da provare. Gerardo: Ciao e grazie per aver messo questa live chat. Ho seguito i design delle classi e sono interessato a come intendete gestire il bilanciamento delle classi. Come farete a sapere se sono effettivamente bilanciate o no? Qualche numero o valore assegnato ai poteri che vi fa sembrare ciò oppure è una sensazione basata sull'esperienza e sui risultati dei playetest? Jeremy Crawford: Un misto di matematica, risultati di playtest e uno spunto di intuizione. Mearls: Una combinazione di questi due elementi. D&D implica molte cose, come bilanciare cose basate sul combattimento senza per questo bilanciare altro per una specifica campagna. Stiamo esaminando ogni area del gioco – combattimento, esplorazione ed interazione – per fare in modo che il personaggio possa contribuire in tutte e 3 le aree. Praticamente metà arte e metà scienza. Mearls: I risultati dei playtest saranno il più grande e importante fattore per noi. The Mormegil: Potete dirci di più sul "movimento" e la "posizione" in D&D next? Come sarà? Per gli attacchi di opportunità? Cosa ne pensate delle "interruzioni" e delle azioni "fuori dal proprio turno"? Jeremy Crawford: Queste domande sono come le bambole matrioska! Su questo Mike e io ci stiamo confrontando... Le nostre scrivanie sono vicine, cosi chattiamo contemporaneamente. Prima la roba semplice: gli attacchi di opportunità non sono presenti in questo playtest, ma il sistema ha comunque qualche regola sulla pericolosità di effettuare attacchi a distanza in mischia, per esempio. Mearls: Ha! Jeremy adorerà questa domanda. Non sono favorevole quando si tratta di dare turni extra ai personaggi al di fuori del proprio. Penso che rallentino il gioco. Per il movimento e la posizione, l'obbiettivo è di concentrarsi più sul terreno, e su come muoversi e spostarsi piuttosto che fiancheggiare o simili. Ci sono azioni fuori dal proprio turno, ma la filosofia attuale è quella di farle rientrare nel proprio turno o avere qualcosa da far impostare al giocatore. Ad esempio, invece di avere automaticamente un attacco di opportunità, un personaggio potrebbe avere bisogno di avere un talento o di scegliere un'abilità che praticamente dica: "Se fai un'attacco in mischia nel tuo turno, otterrai un'attacco di opportunità il prossimo round". Un ladro potrebbe avere qualcosa del genere: puoi scappare da un nemico che ti si fa davanti, ma perdi la tua azione di movimento il prossimo turno. Arbanax: Potrei chiedere come saranno gestiti i mostri in termini di blocco delle statisctiche e informazioni, sia la parte descrittiva e di flavour che la parte numerica? Jeremy Crawford: In questo playtest vedrai dei piccoli stat block nell'avventura e le statistiche complete nel bestiario. Il bestiario include sia le informazioni sulla meccanica che la parte descrittiva della creatura. Quello che vedrai è solo l'inizio, Ci aspettiamo che i blocchi delle statistiche e le informazioni delle creature si evolvano un pochino in risposta al playtest. Jools: Mi piacerebbe sapere quali sono le vostre opinioni sulle "condizioni" del PG della 5a edizione. Qualche spoiler sarebbe carino. Jeremy Crawford: Abbiamo discusso un bel po' su queste regole ultimamente. Sono certamente adeguate al gioco. Le ho revisionate questo pomeriggio difatti. Siamo fan delle regole che danno senso sia alla meccanica del gioco e che diano qualcosa al mondo. Prono, ad esempio, è un concetto molto utile nel gioco e si concorda con ciò che accade nella storia. Hai il sedere a terra! Mearls: Stiamo cercando di mantenere una "sottile" lista di queste condizioni e che portano cambiamenti ovvi nel mondo del gioco. Per esempio, invisibile ed etereo sono nella lista. Abbiamo anche aggiunto intossicato. In pratica, cosa sono le cose che possono capitarti chiaramente quando interagisci con il mondo circostante? Ed ecco un'altra cosa: prendendo come esempio paralizzato, stiamo interagendo più con cose come descrivere lo stato di paralizzato piuttosto che puntare tutto sulla meccanica di gioco. Quindi paralizzato significa che non puoi muovere i tuoi arti. Ad esempio lanciare magie implica che tu debba muovere le mani per lanciare. Quindi una creatura paralizzata non può lanciare magie. L'idea è di dare al DM meccaniche chiare, in modo tale che lo stesso sappia cosa accade e giudichi quando è chiamato in causa. Jeremy Crawford: La mia condizione preferita è intossicato. Mike: Come possiamo darvi feedback dai playtest aperti? Mearls: Daremo una serie di sondaggi. Penso anche che potremmo avere un forum dedicato a ciò, ma credo che Trevor ne sappia più di noi. L'idea sarebbe di fare tutto il più semplice possibile in modo di avere facilmente risposte e più audience possibile. Comunque questi sondaggi saranno preparati da persone interne alla WotC che fanno quello di mestiere. The Mormegil: So che la vostra priorità massima è fare in modo che il gioco si percepisca come D&D, ma alcuni di noi non sono in grado di definire cosa sia esattamente D&D e vorrebbero quindi aiutarvi in qualche maniera. Cosa cercate di ottenere dai playtest? Cosa vi aspettate? Jeremy Crawford: Vorremo sapere se il gioco vi diverte, se le regole hanno senso, e se ha un sapore da swords-and-sorcery. Mearls: Ci sono due diversi punti di vista: Se sei stato fan di D&D per tanto tempo, dal playtest dovresti sentirti come tornato a casa. Vogliamo che le regole siano facili da utilizzare, ruolare facilmente e mandare il gioco ad un ritmo buono. Il tutto mentre si sa di giocare a D&D fino al midollo. Se invece non hai nessun particolare "feeling" con D&D o attaccamento, allora il gioco dovrebbe essere facile da giocare, interessante da provare e un ottimo GdR Fantasy. Il nostro più grande obbiettivo è rendere le regole principali facili da comprendere, facili da usare e completamente funzionanti. Tara: Quali sono i cambiamenti più importanti degli ultimi giorni? Jeremy Crawford: Haha! Mearls: Hmmm... c'è qualcosa che non abbiamo cambiato ultimamente? Jeremy Crawford: Uno dei miei cambiamenti preferiti di questa settimana è stato aggiungere qualche gustoso effetto a qualche trucchetto (cantrip -ndr). Mearls: Ho rivisto la tabella delle armi, e penso che la lancia (spear -ndt) sia una di quelle in cui non ho aggiunto commenti. Probabilmente i maggiori cambiamenti ci sono stati sugli schemi dei ladri e sui domini dei chierici. Jeremy Crawford: Si il ladro è stato analizzato veramente bene questa settimana. Mearls: I trucchetti che si usano per attaccare sono fondamentalmente dei trucchetti di utilità che possono essere usati contro le altre creature. Infiammare per esempio permette di appiccare fuochi, sia per accendere una torcia sia per colpire il sedere di un goblin. Brian: Come pensate di controllare la discrepanza tra le magie (poteri) della 4 edizione per maghi e stregoni contro le mage vecchio stile (tante,varie e uniche )? Entrambi gli stili potrebbero andare bene nel gioco? Jeremy Crawford: Si, vanno veramente bene insieme. Mearls: Abbiamo qualche idea potenzialmente interessante per le classi warlock vs. stregone vs. mago. Non posso dire molto, ma quando hai 2 o 3 classi che usano la magia arcana, hai spazio per fare molte manovre. Nella 3e il warlock era una sorta di incantatore della 4a. Penso che possiamo dare spazio ad entrambi in modo tale da renderle uniche, interessanti e divertenti. Il grande vantaggio delle classi è che possiamo avere un sistema magico a slot, uno a punti magia e un sistema a poteri tutti nello stesso gioco. Somnambulant gamer: Tutti sono incredibilmente eccitati da questa prima uscita. Sapremo fra quanto potremmo avere il materiale per generare nuovi personaggi? Avremmo una chance di vedere più classi principali introdotte prossimamente? Jeremy Crawford: Anche nei playtest, vedrete elementi sia da magie classiche che da poteri. Mearls: Fatemi vedere la mia tabella di lavoro. Si trova su una lavagna bianca dall'altra parte della mia scrivania... Jeremy Crawford: Pensiamo di far uscire le opzioni di personalizzare i personaggi questa estate. Mearls: Se le cose andranno bene avrete quelle opzioni prima della fine dell'estate. Ricordatevi che il feedback è una parte di ciò, ed è tutto contingente a quanto ci sarà da cambiare dopo il primo round. Jeremy Crawford: E rilasceremo altre classi a poco a poco. Dal momento che la nostra concentrazione ora è avere feedback, non rilasceremo troppo in una volta. Vorremo che ogni parte del gioco abbia l'amore che merita. Andrew: Potreste commentare il ritmo intrapreso nelle avventure contro le meraviglie della magia? Nella 3e i personaggi chiedevano di riposare subito dopo che i maghi/chierici erano senza magie, a discapito di come stava il resto del party. Nella 4e tutti continuavano finchè non avevano finito gli impulsi. Jeremy Crawford: Abbiamo lottato per condurre il ritmo dell'avventura adattandolo a leggi concrete del mondo del gioco: risorse magiche, come magie, punti ferita, e varie opzioni che potrebbero spendere la forza di lui/lei. Mearls: Gran bella domanda. Vogliamo la magia per sentire la stessa radicata nel mondo. Gli incantesimi portano a questo. Gli incantesimi non sono fatti specificatamente per bombardare la gente, ma possono essere usati per creare una piccola quantità d'acido come parte di un esperimento alchemico per un arma. Gli incantesimi dovrebbero farci sentire magia e forse anche mistero in qualche modo. Ad esempio, ritornando ai cantrip, volevamo specificatamente non fare magie che fossero la stessa cosa di una balestra ma che lancia fuoco. Questo non è magia, dal mio punto di vista. Somnambulant gamer: Avete menzionato che tutti gli incantatori avranno le magie a volontà. Saranno opzioni di classe oppure sono opzioni di temi e background? Jeremy Crawford: Entrambi! Il cherico ed il mago li prendono e agli altri sono offerti da temi e background. Mearls: Entrambi. Gli incantesimi a volontà arrivano tramite le classi. Ladri e guerrieri possono avere in questa opzione volendo. Vorrei anche dire che si potrebbe fare un opzione per un gioco senza incantesimi "a volontà", ma la stragrande maggioranza dei feedback erano a favore di questa ipotesi di magia a volontà. Ricordiamo che questo feedback per la maggioranza è indipendente da una determinata edizione. Jeremy Crawford: Già!Q uando giochi l'incantatore, a molte persone piace sentirsi come un incantatore tutto il giorno senza fare affidamento su balestre o dardi! Preston: Quali razze saranno disponibli nel playtest? Pensate che la razza stessa o la cultura potrebbero essere una forza dirompente nelle meccaniche del personaggio? Jeremy Crawford: Le classiche quattro razze saranno nel playtest: nano, elfo, halfling, umano. Mearls: Nano, elfo, halfling, umano. In questo momento stiamo facendo un misto di razze e culture secondo il nostro piano adattato ad esse. Un elfo alto e un elfo dei boschi condividono qualche tratto innato, ma hanno culture specificatamente differenti HustontheTodd: Quello che amo della 4a edizione è la facilità con cui posso creare incontri. Cosa posso aspettarmi di divertente per fare avventure in D&D Next? Jeremy Crawford: Mentre Mike ti risponde, dirò qualcos'altro sulle razze. Una cosa che amo del nostro attuale approccio ad esse è che non prendiamo solo la tua razza, come il nano. Prendiamo anche che tipo di nano sei tu! Mearls: La 4e ci da gli strumenti che stiamo usando per i DM e per costruire le avventure. Il mio obiettivo è di fare un mix delle basi di D&D – che è decisamente fatto passo-passo – combinato con l'approccio della 4a edizione, anche se ci concentriamo di più sull'avventura come insieme che sulle battaglie. Sappiamo anche che l'esperienza di un DM gioca un grande ruolo in come i giocatori approcciano l'avventura ed il design della campagna; così vogliamo offrire un sacco di opzioni come passare da "tira un sacco di dadi e casualmente determiniamo tutto" a "fai quello che vuoi". RupertDnD: I guerrieri avranno cose carine, come poteri o manovre? Jeremy Crawford: Il guerriero deve portare il tè al mio mago! Mearls: Proprio ora, stiamo mantenendo il guerriero abbastanza basico dando nuove opzioni nei talenti. Comunque il guerriero ha un paio di meccaniche uniche che lo rendono differente da prima. Questa è definitivamente un'area dove vogliamo delle risposte, ma finora la gente è sembrata più attenta alla magia a volontà piuttosto che dare delle manovre ai guerrieri affinchè le acquisiscano in automatico. E per essere chiari, se spendiamo un talento per prendere una manovra, si prende un intera lista di opzioni da usare, non solo una cosa. In ogni caso non penso che il primo guerriero pregenerato abbia manovre. Jeremy Crawford: Stiamo pensando di dare al combattente delle opzioni tattiche interessanti, ma vogliamo anche rendere possibile il giocare il semplice picchione. Il feedback è diviso nel volere entrambi i tipi di guerriero. Jozh: Classi di prestigio/Percorsi leggendari? Dentro o fuori? Mearls: Non ne siamo ancora sicuri. Il nostro prossimo grande compito è di vedere come giocare ai livelli alti e come potremmo evolvere la situazione oltre la classe. Se faremo classi di prestigio o percorsi, dovremmo prima vedere se centreranno nel sistema. Non vogliamo solo metterle dentro così. Ok un'ultima domanda che ho una riunione dopo pranzo. Jeremy Crawford: I nostri playetest ad alto livello erano una prova e includevano elementi simili a classi di prestigio o percorsi leggendari, ma stiamo ancora osservando diverse opzioni. EdofDoom: Ci sono opzioni da "tank" nella prossima edizione? Qualcosa che garantirà al mago in retroguardia di non essere circondato dai nemici che superano il guerriero? Jeremy Crawford: Ci sono sicuramente molte vie per fare in modo che un personaggio ne protegga un altro. Abbiamo un lavoro dedicato a questo concetto, ma non vedrete "tank" nel gruppetto dei primi 5 personaggi. Mearls: Ho due considerazioni da fare. Per prima cosa le creature danno copertura: quindi mettersi dietro gli altri è una buona idea. Detto ciò, l'idea per realizzare ciò, in questo momento si trova nei temi. Fare il tank è per i giocatori che vogliono farlo e non serve assegnare tale compito a dei combattenti. Grazie per le domande. Mi sono divertito. Ho chiesto a Trevor di prendere le domande a cui non abbiamo potuto rispondere cosi potremmo rispondere ad esse prima del playtest. Jeremy Crawford: Grazie a tutti! Trevor: Bene! Questo è tutto! Grazie a tutti per le belle domande. Non siamo stati in grado di metterle tutte ma, come menzionato da Mike, cercheremo di rispondere in futuro attraverso articoli e conversazioni.
  17. Il materiale per il playtest di D&D Next, disponibile dal prossimo 24 maggio, sarà composto da: Cinque personaggi pre-generati: Due chierici per testare il sistema di dominio/divinità. Un chierico sarà del tipo armatura e mazza mentre il secondo sarà più un mistico. Un guerriero, un ladro e un mago classico. I cinque personaggi saranno creati col sistema di background e tema di cui si è parlato negli ultimi mesi. [*]L'avventura la Grotta del Caos; [*]Un bestiario per svolgere l'avventura; [*]Regole per giocare, sia per DM che per giocatori. Il playtest sarà aperto a tutti quelli che si registreranno e il materiale sarà disponibile in forma digitale. Come parte della registrazione bisognerà accettare un accordo per il playtest simile a quello usato per il gioco Dungeon Command l'anno scorso. Ci saranno molte differenze sia nei PG che nelle meccaniche rispetto ai precedenti playest come quello avvenuto alla PX East.
  18. Mike Mearls dà l'annuncio ufficiale della partenza di Monte e allo stesso tempo annuncia l'inizio del Playtest Pubblico:
  19. Quale ambientazione (oltre ai Forgotten Realms) vorreste vedere ristampata con la nuova edizione di D&D?
  20. Riporto la traduzione dell'articolo di Mike Mearls apparso su Legends and Lore questa settimana. Si ringazia Mortegro per la traduzione. D&D Next Considerazioni sul design Mi piacerebbe condividere con voi una bozza dei primi documenti che ho messo insieme per contribuire a plasmare la nuova iterazione di D&D. Ho distribuito questo documento al team di D&D circa un anno fa. Esso definisce le linee guida base che dovremmo seguire col GDR. Non è lungo, ma sentivo che se avessi scritto un documento contorto per esporre tali linee guida, il documento non avrebbe avuto la stessa efficacia. Nel corso di un periodo lungo di progettazione, è facile perdere le tracce dello scopo fondamentale dell'intero progetto. Si noti che questo documento non menziona regole specifiche, meccaniche, ambientazioni o cose simili. L'idea è di fissare un breve elenco di principi di progettazione affinché le cose funzionino. Nessuno dei punti sotto riportati ha sorpreso i membri del team di ricerca e sviluppo. Ne stavamo parlando già da un po’ di tempo. Se non altro, questo documento mette per iscritto una serie di obiettivi su cui già da diverso tempo il team stava discutendo. D&D panoramica sulla progettazione Questo documento delinea le direttive di progettazione dietro al processo di revisione D&D. Esso definisce gli obiettivi e i risultati attesi dal processo progettuale. Obiettivo # 1: Riunificazione attraverso la comprensione comune Come parte del processo di progettazione, il team di ricerca e sviluppo deve ridurre il GDR nelle sue componenti più basilari. Utilizzando questi elementi il team deve quindi costruire un sistema di gioco facile da capire che incorpori gli elementi più iconici di D&D in ruoli di primo piano. Chiunque abbia mai giocato una qualsiasi versione di D&D deve riconoscere e comprendere i suoi elementi più importanti. Obiettivo # 2: Riunificazione attraverso la diversità Tradizionalmente le edizioni di D&D si sono concentrate su stili di gioco specifici. Questo approccio ha frammentato la comunità nel corso del tempo. La prossima iterazione deve estendere il sistema per coprire un'ampia varietà di stili di gioco attraverso opzioni per i personaggi e per i DM. Osservando le passate edizioni e incorporando i loro elementi come regole base o regole opzionali, possiamo consentire ai giocatori e ai gruppi di focalizzarsi su ciò che vogliono. Obiettivo # 3: Riunificazione attraverso l'accessibilità D&D tradizionalmente ha richiesto grandi quantità di tempo, un gruppo di gioco numeroso e un impegno costante. Il processo di progettazione deve concentrarsi sul tempo del gioco, la dimensione del gruppo, la velocità di gioco e la lunghezza delle campagne, con un occhio rivolto a cercare di ridurre al minimo i requisiti per ogni area menzionata. I giocatori che vogliono giocare più a lungo, in modo più complesso e così via, possono facilmente scalare il gioco per soddisfare le loro esigenze e optare per vari moduli di regole che provvederemo a fornire o che essi stessi costruiranno. Tuttavia, il nostro obiettivo è quello non avere dimensioni minime per un gruppo di gioco, consentire una avventura completa in un'ora di gioco e una campagna soddisfacente in 50 ore di gioco. Geme Design Il nuovo sistema deve creare una struttura meccanica e matematica che racchiuda l'esperienza di gioco di tutte le edizioni di D&D. Un giocatore può creare un personaggio sullo stile della 4a edizione mentre un altro potrà crearlo sullo stile della prima edizione. La complessità e le esperienze individuali rimarranno nelle mani dei giocatori. Tale esperienza è più importante delle specifiche della matematica. In altre parole, se la matematica funziona, ma il gioco non si percepisce come D&D, noi abbiamo fallito. Se il sistema è solido, ma non può riprodurre le classiche avventure di D&D o supportare senza soluzione di continuità le ambientazioni di D&D, non è il sistema giusto per D&D. Ancora più importante, dobbiamo guardare oltre le meccaniche del gioco per concentrarsi sugli archetipi, tropi letterari ed elementi culturali che hanno costruito D&D. Dobbiamo costruire un guerriero che risuoni come un combattente, non semplicemente come un insieme di meccaniche rubacchiate dal passato D&D. La chiave dell’esperienza di gioco di D&D si trova al tavolo da gioco. Il nostro lavoro deve iniziare concentrandosi sugli elementi chiave di D&D e le caratteristiche uniche di un RPG da tavolo. Le meccaniche devono supportare questi due fattori e non viceversa. Conclusioni Speriamo che questo documento aiuti a darvi uno spaccato del pensiero dietro i nostri obiettivi. Quando senti di conoscere un gioco molto bene, è facile perdersi nei dettagli di ciò che lo fa funzionare. Uno dei nostri obiettivi per la prossima iterazione è di mettere in discussione tutto ciò che pensiamo di sapere su quello che fa funzionare D&D. Il documento di cui sopra, insieme con un sacco di altro lavoro che abbiamo fatto durante l'anno scorso, è tutto parte del processo di reset sulla nostra comprensione di D&D. Tale processo si lega ai nostri playtest. Nel ritornare alle origini, è importante ricordare che D&D è un gioco giocato da un enorme numero di persone. Non stiamo cercando di reinventare D&D ma di riscoprirlo. Facendo ciò significa che abbiamo bisogno di prendere in considerazione l'intera diversificata gamma di persone che amano il gioco.
  21. http://montecook.livejournal.com/251404.html
  22. Si, molte cose alla WotC stanno cambiando. Innanzitutto il brand D&D non è in vendita (è stato detto più volte) perchè redditizio. Bill Slavicsek non è stato licenziato, ma se n'è andato di sua spontanea volontà (i motivi non si sanno). Il suo posto è stato preso da Mike Mearls. E l'ultima è che Monte Cook è stato assunto di nuovo alla WotC... penso non serva commentare Nota - %2$s questo messaggio. Lo Staff vi inviata a parlarne mantenendo toni civili, nessuna edition war sarà tollerata.
  23. Legato a questo articolo di Legends & Lore la Wizards propone un sondaggio abbastanza corposo sul Manuale dei Mostri della prossima edizione. Lo trovate qui: http://www.surveygizmo.com/s3/894254/D-D-Next-Monster-Manual-Survey
  24. aza

    DnD 5e News 5e da Enworld

    Da enworld.org D&D 5° Edizione sta arrivando! (Anche se avete parecchio tempo per prepararvi) EN World è felice di annunciare ufficialmente alla comunità del gioco di ruolo (e alla galassia tutta) che sì, è in effetti in fase di sviluppo una 5° Edizione di Dungeons&Dragons. O, per essere più precisi possiamo ora ufficialmente confermare una volta per tutte che tutte le voci che avete sentito in giro dal Gen Con dell'anno scorso soni completamente vero, e che ora la WotC è felice di informarmi della cosa. Con la 5° Edizione di Dungeons & Dragons la Wizard of the Coast sta cercando di “creare un set di regole che consenta a giocatori di tutti i tipi e di tutti gli stili di giocare a D&D assieme, prendendo il meglio di ogni edizione e andando al cuore di ciò che D&D è realmente.” Ho avuto l'opportunità di provare parte del materiale ad un playtest e in effetti l'affermazione di qui sopra non è troppo esagerata; mi ha dato una sensazione, sotto molti punti di vista, molto retrò. Al progetto è stato dato un nome in codice all'interno della WotC ma ci è stato chiesto di non rivelare quel nome in codice per ora (comincia con una “I” comunque!). La nuova edizione sarà creato sotto di forma di un set base di regole che potrà essere espanso con regole aggiuntive ed opzionali per adeguarsi ai gusti riguardo alla complessità delle meccaniche di giocatori e DM. La Wizard compirà diversi round di playtest per questo progetto nei prossimi mesi. In aggiunta essa vuole incoraggiare discussioni in merito attraverso la colonna settimanale Legends&Lore di Monte Cook, altri articoli, e thread di discussione per la community. Dettagli aggiuntivi riguardo il playtest saranno disponibili a breve e potete aspettarvi di vedere alcuni elementi della 5° Edizione al DDXP quest'anno. Supponendo che abbiano imparato dal passato, questi nuovi playtest della Wizard dovrebbe essere molto più accessibili al pubblico di quelli della 4° Edizione, potete leggere tutto al riguardo su La WotC cerca l'unità con la 5° Edizione. I Forgotten Realms saranno supportati fin dall'inizio ed uno studio di grafica di videogiochi cinese è stato assunto per dettagliarli. Ho chiesto se andando avanti il supporto sarebbe rimasto continuativo per il periodo corrente dopo la Spellplague e la campagna di Neverwinter. Un rappresentante ufficiale della Wizard mi ha risposto “I Forgotten Realms hanno una ricca storia ed intendiamo supportarla tutta. Sta ai giocatori decidere in quale periodo storico vogliono giocare in essi.” Questo consentirà alla Wizard di sfruttare un massivo catalogo di prodotti; tuttavia non ci sono piani al momento per quanto riguarda le altre ambientazioni – supponiamo che verranno sviluppate negli anni seguenti. Quando ne sapremo di più? Presto!Ci è stato richiesto di non condividere tutto quello che abbiamo appreso per ora ma nei prossimi mesi usciranno molte notizie su date di pubblicazione, prodotti, piani di marketing, vecchi e nuovi modelli di distribuzione, meccaniche, playtest e quant'altro. Perché tanti segreti? Beh, niente è ancora definitivo. Un abbozzo iniziale ma incompleto delle regole già esiste, dei piani di marketing stanno venendo finalizzati e tutto potrà essere modificato in base al feedback dei fan – che la WotC spera di raccogliere in maniera strutturale nei prossimi mesi. Persino il nome non è necessariamente definitivo. É stata dura trattenersi dal rivelare queste notizie mentre eravamo circondati dal maelstrom di voci e speculazioni del web; gli NDA (accordi di non divulgazione) sono fatti così. E c'è tutta una serie di dettagli che non ci è ancora permesso rivelare (in particolare riguardo alle meccaniche che abbiamo testato – dannazione abbiamo delle foto del foglio pregenerato per il chierico che abbiamo usato per il playtest – e le specifiche dei piani di marketing e distribuzione che la WotC ci ha rivelato) ma sono sicuro che saremo in grado di parlarvi di questo ben presto. Ci aspettiamo che al DDXP a fine mese molto verrà rivelato Leggete questa pagina su wizards.com per l'annuncio ufficiale della WotC, dove potete inoltre fare domanda per i playtest. --- Una delle cose messe in chiaro da Mike Mearls e da altri membri della WotC staff al "WotC Summit" lo scorso anno – durante il quale ci hanno ufficialmente confermato che stavano lavorando ad una nuova edizione di D&D – è che intendono lavorare in un modo completamente diverso questa volta. L’approccio allo sviluppo della 5° Edizione (o in qualsiasi modo possa venire denominata – in WotC si riferiscono ad essa con un nome in codice o con locuzioni del tipo "nuova generazione"; in questa locuzione si palesa l’implicazione che chiamandola semplicemente "nuova edizione" possa sminuire i loro obiettivi che sembrano essere rivolti più estensivamente a tutti i giocatori di D&D e che speriamo di poter presto condividere con voi) è stato sviluppato appositamente per essere inclusivo di tutti i fan, con il fine ultimo di fare in modo che i questi possano effettivamente aiutare a creare la nuova edizione. Nulla di simile è mai stato fatto dalla WotC – quantomeno non a questi livelli; si tratta infatti di un processo diversi rispetto a quello che era la norma per le precedenti generazioni del gioco. Ma è stato chiarito inequivocabilmente che loro vogliono veramente produrre un gioco che sia unificatore piuttosto che separatore; che si rivolga – il più possibile – a quanti più fan possibile. E che sia, in ultima analisi, un gioco che tutti i giocatori di D&D, qualsiasi siano i loro gusti, vorrebbero giocare. Quindi quello che vogliono fare è di coinvolgere la comunità a livelli mai visti. Durante una conversazione avvenuta il mese scorso, Mike Mearls, capo dell’R&D per Dungeons & Dragons, ha fatto questo confronto: "D&D è come l’armadio che si usa per arrivare su Narnia." Me lo sono segnato per ricordarmelo. Sono stato fortunato ad avere avuto l’opportunità di fare un po’ di playtesting per la neonata 5° Edizione di Dungeons & Dragons con Mike Mearls come DM e alla fine dell’evento ho capito molto chiaramente che questo è quello che la Wizards sta cercando di fare per la nuova edizione. Wizards of the Coast ha descritto l’obiettivo per la nuova generazione di D&D nel modo seguente: "L’obiettivo di questo progetto è di sviluppare un sistema di regole universali che attinga dal meglio di ogni edizione e fornisca un’anima a quello che è D&D. E quale modo migliore di farlo se non chiedere ai fan di aiutarci in quest’impresa?" Questa frase contiene una lettura ulteriore: la WotC ha riconosciuto pubblicamente di aver fatto degli errori nello sviluppo della 4° Edizione, ed ha appresa importanti lezioni da questo. Per questo motive il periodo di sviluppo della nuova edizione sarà molto più coinvolgente del solito. Le opinioni dei fan e i playtest pubblici, sono questa volta una parte fondamentale della strategia della WotC. Usando le loro stesse parole, "Questo è un processo completamente nuovo per la Wizard e siamo entusiasti di poter contare sulla base dei fan per costruire insieme il futuro di D&D." Quindi, loro intendono coinvolgere i fan come mai prima d’ora; il loro approccio può essere riassunto efficacemente nella frase "questo processo è un’opportunità per i fan di aiutarci a costruire una nuova edizione e determinare come il gioco si sta evolvendo." Sotto molti punti di vista, si tratta di un approccio completamente nuovo ed entusiasmante per lo sviluppo di un gioco; ed è entusiasmante per noi fan perché questa volta non siamo solo spettatori in trepidante attesa di informazioni – saremo parte del processo. Avremo opportunità di prendere parte ai playtest (e molto presto – non stiamo parlando di mesi futuri qui) e dire la nostra su concept e domande specifiche. Sicuramente la DDXP sarà una convention molto esaltante quest’anno, per coloro che saranno in grado di essere presenti. Ci sarà un playtest della nuova edizione chiamato Caverne del Caos (Caves of Chaos),del quale potete trovare dettagli qui - "Entrate a far parte del primo playtest pubblico della prossima generazione di Dungeons & Dragons. Il playtest offre ai giocatori la possibilità di usare personaggi di primo livello pregenerati attraverso le Caverne del Caos,un’avventura di quattro ore. Personale della Wizards of the Coast seguirà vari tavoli di gioco ogni giorno. Come parte del playtest, ai partecipanti verrà richiesto di firmare un accordo speciale di non divulgazione per playtester." Avete di sicuro già visto alcuni aspetti preliminari del processo nelle colonne di Legends & Lore, anche se ritengo personalmente un errore guardare a quegli articoli e concludere che sia già palese come prenderà forma la nuova edizione. Quelle colonne non sono delle anticipazioni di quello che stanno facendo; sono un modo per rendere partecipi di idee e concept raccogliere le opinioni. Alcuni sono graditi; altri meno e questo è importante. Ritengo che sia fondamentale non fermarsi a quello che i giocatori vogliono nel loro nuovo D&D, ma anche capire cosa non vogliono. La WotC voleva anche enfatizzare l’impegno verso il gioco da tavolo faccia-a-faccia. In merito, ci sono innumerevoli discrezioni sul web e molta speculazione; buona parte di questi si riferiscono alla richiesta di un approccio più digitale e online. La WotC ha chiaramente datto che "[siamo] molto impegnati verso il gioco da tavolo e le esperienze faccia a faccia che D&D offre." Possiamo quindi vedere che c’è un chiaro riconoscimento del fatto che nonostante gli strumenti digitali possano migliorare e aiutare il gioco, la compagnia non ha perso di vista il fatto che D&D è un gioco di ruolo da tavolo e non un’esperienza digitale. Vi incoraggio a scrivere alla WotC, a scrivere su di loro, ad essere attivi qui sul forum, sul sito Wizards of the Coast site e in qualsiasi altro sito (ma principalmente qui).l’idea di ottenere l’opinione dei fan per aiutare la creazione della nuova edizione del padrino dei giochi di ruolo dovrebbe interessare chiunque abbia giochi o abbia giocato D&D nel passato. Registratevi quindi per il playtest e continuate ad esprimere le vostre opinioni sulle colonne di Legends & Lore. Il mio suggerimento è di esprimere i vostri punti di vista in modo positivo; se volete veramente aiutare lo sviluppo del gioco – e potete – vi prego di non alienare chi si confronta con voi. Questa notizia farà scalpore e la Wizards of the Coast lo sa. Tenete bene in mente che siamo una comunità e che tutti condividiamo la passione per lo stesso hobby. Non ci sono risposte giuste o sbagliate, solo le vostre opinioni. Potete immaginare che il processo di sviluppo verrà chiarito e definito molto presto. I playtests sono già aperte (vedi sopra); DDXP sarà molto interssante e nei prossimi mesi potrete vedere – e partecipare – a qualcosa che è completamente nuovo per tutti noi e per la WotC. È un ottimo momento per essere giocatori di D&D! Traduzione Alonewolf87 e MizarNX
  25. Questa trascrizione è una parafrasi, con alcune risposte abbreviate. E' una raccolta di vari tweet (grazie in modo particolare a Critical Hist, E. Foley, e Rolling20s per i loro aggiornamenti - vi suggerisco di controllare i loro feed Twitter) più la chat dal vivo WotC e altre fonti. Relatori: Monte Cook, Bruce Cordell, and Robert J. Schwalb. Greg: Oggi parleremo del Design delle Classi, dall'Assassino al Mago. Per iniziare, sentiamo quali sono le vostre classi preferite e perché. Bruce: Io direi il warlock della 4a edizione. Mi piacciono molto i diversi stili e opzioni della classe. Ho giocato da poco un warlock del patto stellare e mi sono divertito un sacco. Monte: Il mago. Storicamente è stato la classe che richiedeva pianificazione e lungimiranza. E' la classe che più di tutte premia il buon gioco a mio avviso. Rob: La mia classe preferita è l'assassino. Anche nella prima edizione potevo far finta di essere un guerriero, e uccidere la gente. In 3a e 4a ho apprezzato la versatilità e le opzioni che l'assassino offre. Greg: Quando dovrebbero essere semplici o complesse le classi secondo voi? Bruce: Io penso, noi pensiamo che le diverse classi debbano avere livelli diversi di complessità. Se volete scegliere una cosa semplice, dovrebbe esserci una classe adatta, se volete qualcosa che sia un po' più difficile da usare o che abbia più cose da fare, dovreste avere la possibilità di farlo fin dall'inizio. Monte: Vorrei anche aggiungere che vogliamo diversi livelli di complessità per le classi. Ad esempio, se uno vuole prendere il guerriero e avere una classe facile, ci dovrebbero essere opzioni per lui. Ma se qualcun altro vuole prendere un guerriero e avere più opzioni e complessità, vogliamo che ci sia qualcosa anche per lui. Il gioco base è un punto di partenza. Se desiderate puntare sulle opzioni di sviluppo del personaggio, potete avere la complessità. Rob: Abbiamo discusso della parità di complessità tra le classi. C'è un livello di base, a cui si può aggiungere a piacere. Greg: Ci volete raccontare come farete a realizzare questo obiettivo? Monte: Certo. Per esempio, se il vostro guerriero sale di livello e normalmente avrebbe un bonus ai danni o all'attacco, o qualcosa di semplice, potete magari scegliere di sostituire quel bonus con una o più opzioni che vi permettono di fare qualche mossa speciale che vi permette di spingere i nemici in giro, o di proteggere gli alleati un po' meglio, o controllare un po' di più il campo di battaglia. Rob: Anche nel gioco base i livelli di complessità all'interno di ciascuna classe potranno variare. Persino il mago ha un punto di partenza di base meno complesso di quello che potete ottenere con alcune delle opzioni. Greg: Questa conversazione ci porta al tema del bilanciamento. E' importante che le classi siano bilanciate? E come si fa - ci si concentra sui danni inflitti e sui numeri? Monte: (Scherza) L'assassino, il mago e il warlock saranno una spanna sopra a tutte le altre. Bruce: Se tutte le classi infliggono gli stessi danni, non c'è differenza. Noi certamente vogliamo che le classi siano equilibrate, ma un bilanciamento matematico esatto non è sempre l'obiettivo. Classi diverse o stili di gioco diversi saranno in rpimo piano in momenti diversi, anche se naturalmente vogliamo che tutti possano contribuire nelle situazioni più comuni come il combattimento. Greg: Quando parlate di aspetti non numerici delle classi, come arrivate ad un equilibrio? Bruce: Mettiamo che il guerriero sia 100% danni, quindi magari un'altra classe è 80% danni/combattimento e 20% esplorazione, o qualche altra combinazione di elementi di gioco. Ogni classe ha il suo momento in primo piano, e non tutte le classi sono costruite esplicitamente per il combattimento. Rob: Potreste leggere una classe e vedere che la quantità di danni che fa è inferiore rispetto ad un'altra classe, per esempio il bardo fa meno danni diretti rispetto al guerriero. L'altra classe avrà opzioni, come charme o qualcos'altro, adatte alla sua nicchia e ci saranno diverse opzioni per classe, utili per il combattimento, l'esplorazione e il gioco di ruolo. Se i danni del guerriero sono la base, e il bardo fa il 70%, il bardo avrà qualche extra (incantesimi etc) che gli danno varietà. Abbiamo un'equivalenza tra incantesimi offensivi e di altro tipo. Charme vale circa 105 danni. Greg: Da dove partite con il design per la nuova edizione. Guardate alle classi in generale, o alla versione specifica di un'edizione? Monte: Siamo partiti mirando alto, abbiamo detto che tutto quello che è stato in un Manuale del Giocatore 1, potenzialmente doveva essere nel nostro nuovo manuale. Questo comprende classi come il warlock e il condottiero della 4e, ma anche le classi delle altre edizioni cone il ranger, il mago o il chierico. Seguendo queste linee abbiamo separato le classi in base a quanto sono comuni. Per cui ad esempio i guerrieri, i chierici e i maghi saranno comuni mentre i warlock, i bardi e i paladini ricadranno nella categoria meno comune e le cose come l'assassino saranno rare. Questo aiuterà anche i DM a decidere quali opzioni vorranno inserire nelle loro campagne. Bruce: Potrebbe anche essere che alcune delle classi indicate come rare siano un po' più complesse o difficili da giocare, in modo che i giocatori abbiano un modo di valutare che classe scegliere. Greg: Qual'è stata la classe più difficile da progettare? Monte: A dire la verità è stato il guerriero. C'è un'idea base del guerriero, ma c'è anche una vasta gamma di opzioni che li rendono unici e complessi. Inoltre, con cose come il mago di D&D abbiamo un'idea precisa o una serie di esempi di cosa deve sembrare. Con il guerriero non è così semplice. Per cui siamo passati per otto o nove versioni diverse del guerriero per cercare di individuare come farlo. Rob: Il guerriero è stato sicuramente uno dei più difficili. Un altro è stato lo psionico, che al momento è rintanato in un angolino. Penso anche che l'attuale incarnazione del druido sia stata una vera sfida. Includere tutte le diverse interazioni del druido delle edizioni precedenti senza che diventasse opprimente. Bruce: Mi accodo, con il guerriero è stata dura. A confronto, il monaco è stato relativamente facile perché è più focalizzato e il suo sviluppo è stato relativamente chiaro. Per me, anche lo stregone è stato piuttosto difficile - trovare l'equilibrio tra storia e meccaniche delle edizioni precenti e un suo spazio proprio rispetto agli altri incantatori. Greg: Quanto tempo ci vorrà per creare i personaggi e quanto sarà necessario per le opzioni più complesse? Bruce: Se scegliete una delle classi comuni e fate un personaggio, non dovrebbero volerci più di 15 o 20 minuti se avete un po' di esperienza; un nuovo giocatore potrebbe metterci mezz'ora. Rob: Sì, è stato veramente rapido in uno dei miei playtest. E' stato fantastico riuscire a fare i personaggi e saltare subito nel gioco. Il mio gruppo, 7° livello, personaggi base, 15 minuti di creazione. Monte: Quello che vogliamo dire è che la creazione del personaggio deve impegnare il tempo che volete. Se volete iniziare a giocare subito, potete mettere insieme un personaggio facile senza preoccuparvi troppo delle opzioni. Se invece volete costruire un personaggio più complesso e passare in rassegna tutte le opzioni e sistemarlo in modo che sia esattamente quello che volete, avete le opzioni anche per quello. Greg: A me piace programmare la progressione dei talenti fino al 20° livello. Passiamo agli incantatori e alle meccaniche per la magia. Quali sono le vostre opinioni in merito? L'attuale playtest ha un sistema Vanciano. Pensate di usare questo sistema? Monte: Credo fermamente che la magia Vanciana, per le classi base, sia D&D. Ci sono altre opzioni per le altre classi, ma per maghi e chierici (di base) la strada da seguire è quella Vanciana. C'è qualcosa di speciale nello scegliere le magie a seconda di quello che pensate succederà. E' soddisfacente. So che ci sono opinioni contrastanti, ma penso che la magia Vanciana sia un elemento fondamentale di D&D. Magari non è l'unica opzione per la magia, ma indubbiamente è caratteristico e ricco di spunti e voglio mantenerlo. E' anche un modo interessante di gestire l'equilibrio del gioco. Ad esempio, i maghi hanno talenti magici che sono sostanzialmente poteri a volontà. Bilanciarli con la magia Vanciana, ossia con poteri giornalieri, è un modo interessante di fare le cose, soprattutto a confronto con il guerriero e il ladro che hanno uno stile di gioco più "a volontà". Offre uno stile di gioco diverso da quello delle altre classi, ma questa differenza di stili di gioco è qualcosa che noi vogliamo supportare. Greg: Questo tipo di attacchi a volontà è entrato in D&D con la 4e. Come pensate di integrarli nella prossima edizione? Bruce: Come ha già detto Monte, ci saranno dei talenti che danno attacchi di tipo a volontà, come pure alcuni incantesimi o opzioni di classe. Rob: Non c'è niente che ci impedisca di riprendere tutti i poteri verdi della 4e vedere come inserirli nella nuova edizione. Alcuni per il combattimento, alcuni no. I talenti magici entrano in questo modello e altre opzioni di classe o talenti possono offrire risultati simili. Bruce: Penso che stiamo riportando la magia Vanciana nel posto da cui è partita, mantenendo la storia intatta e rendendola importante nella storia del mondo. Greg: Come risolvere il problema del "giorno da 15 minuti"? Bruce: I maghi hanno talenti magici (a volontà, sempre disponibili). Conservate le magie più forti per quando servono. Rob: Potremmo riprendere molti poteri a volontà dalla 4e, e trasformarli in talenti da Mago. Ci sono anche talenti magici non pensati per il combattimento. Anche con duiverse frequenze d'uso (a incontro). Bruce: La 4e ha preso la magia Vanciana e l'ha data a tutte le classi. Noi la stiamo riportando alla parte di D&D dove deve stare. I guerrieri avranno anche loro la loro versione di abilità e opzioni, ma avranno uno stile diverso dalla magia vanciana per le cose arcane. Greg: Come procede l'idea dei rituali nella prossima edizione di D&D? Rob: Monte ha iniziato a lavorarci su e voleva inserire i rituali per gli incantesimi più grossi e super-potenti, ma che richiedono più tempo per essere lanciati. Io spmp andato avanti con l'idea di renderli tutti molto interessanti e complessi, e coinvolgere davvero il giocatore/personaggio in quello che sta facendo. Possiamo riportare molti degli incantesimi più potenti e interessanti delle edizioni precedenti attraverso i rituali. Monte: La magia sta andando oltre i confini degli incantesimi. In passato siamo arrivati al punto in cui ogni cosa che si incontrava aveva un qualche tipo di incantesimo da usare o che ne riproduceva l'effetto. Io voglio tornare all'idea che la magia sia misteriosa e strana e non completamente definibile. Penso che sia una buona cosa per la storia del gioco quando il DM può usarla per definire un'area o magari un oggetto magico unico. I rituali ci aiutano in questo senso - rendono le cose più aperte e più interessanti e tolgono una parte dell'attenzione dal mago per rimetterlo in altre cose del mondo. Greg: La 4e ha un avanzamento che segue lo stesso schema per tutte le classi. Gli Essentials hanno introdotto delle variazioni. Come pensate di far funzionare l'avanzamento in futuro? Bruce: Penso che ci sia posto per scelte di abilità e di progressione caratteristiche per una classe, ma non avere le stesse scelte, stile o aspetto per un'altra. Come ha detto Monte vogliamo che ogni classe sembri e funzioni in modo diverso. Ma c'è anche posto per alcune opzioni condivise tra tutte le classi. Rob: Per esempio potremmo dire che tutte le classi hanno un talento al terzo livello. Ma se scegliete di seguire la strada della personalizzazione totale, potete scambiarlo per "Colpo brutale" o qualcos'altro. Insomma, ci saranno alcune parti della progressione in comune tra classe e classe, ma ciascuna classe avrà una sua identità e avrà la possibilità di gestire le sue opzioni. Greg: Ci sono classi che ora vi interessano perché ci avete lavorato su? Rob: Sono tutte grandiose, ma penso che sceglierei il Ranger. Ha talmente tante cose interessanti che sono entusiasta di tutte le versioni. Potete fare un ranger con un animale. o un ranger in stile Aragorn o in stile Drizzt, e sono tutti grandiosi e riconoscibili. Bruce: Non penso che potrei sceglierne una sola. Sono entusiasta di tutte le iterazioni delle classi e ogni volta che lavoro su una vorrei poterla giocare. Non ho ancora avuto l'occasione di giocare tutto, ma spero di riuscirci. Monte: Ho visto molte classi belle, e mi piacerebbe giocarle tutte. Tutte le classi hanno qualcosa che vi piacerà. Greg: Quando inizieranno ad arrivare le risposte del playtest, e si inizierà a parlare delle cose, che tipo di feedback vorreste avere? Rob: Mi piacerebbe avere una risposta sui talenti selvaggi (ndt: in originale wild talents. Non sappiamo se si riferisca a qualcosa di psionico, druidico o altro). Ci sono un sacco di cose interessanti e diverse a riguardo e penso che ci voglia un buon feedback per sapere se e come funzionano. Monte: Sarei interessato ad avere una risposta sulla magia e su come supporta le tre colonne del gioco. Tra rituali, talenti magici, classi, incantesimi e altre opzioni, sono curioso di sapere come funziona nella testa e nelle partite della gente. E anche feedback sugli halfling di due metri. DOMANDE DEL PUBBLICO D: Cosa ci dite di barbari e chierici? Monte: Beh, il barbaro rientra in quello che già conosciamo, si infuria e sopporta un sacco di danni e ne fa anche molti. Bruce: Come alcuni di voi hanno visto, il chierico ha un interessante mix di guarigione e altre opzioni. Stiamo lavorando su alcuni aspetti che si concentrano sui diversi tipi di chierico, come il curatore, il maresciallo o quello specializzato sulla distanza. Il chierico è interessante, perché ha diverse possibilità di espressione. Domini, guarigione, come si esprimeranno i loro poteri? Il lavoro va avanti, ma fino ad ora mi piace come sta andando. Rob: L'ultima volta che eravamo a Seattle stavamo proprio parlando del chierico, e il mio obiettivo sarebbe di tornare al chierico della 1E che combatte con mazza e scudo e tiene in piedi il suo gruppo. Ma la 2a edizione ha introdotto l'altra opzione, strettamente legata alle divinità e con più incantesimi. Quindi stiamo cercando di mantenere questo chierico più legato alla sua divinità, magari con meno armatura ma che scatena più poteri e incantesimi divini. D: Come pensate di inserire gli oggetti magici? Bruce: Gli oggetti magici sono sempre stati parte del gioco, ma con la 4e sono diventati parte della progressione naturale del giocatore, e si dovevano prendere gli oggetti nei negozi o in altri posti per rimanere al passo. Uno degli aspetti negativi di questo sistema è che si è persa una parte dell'esplorazione che era integrale nelle prime edizioni. Non c'era più bisogno di andare in missione o alla ricerca degli oggetti magici. Vogliamo separare gli oggetti magici dalla progressione del personaggio in modo che non siano obbligatori, e tornare all'esplorazione e al brivido di trovare gli oggetti magici. Greg: Monte, hai avuto un sondaggio nella tua rubrica Legends&Lore a questo proposito. Ti ricordi i risultati? Monte: Sì, è stata una sorpresa. La maggioranza voleva che gli oggetti magici fossero speciali e non poterli comprare in negozi e simili. Naturalmente questo dipenderà dalla campagna. Stiamo lavorando sull'idea che gli oggetti magici siano speciali e slegati dalla progressione del personaggio, anche se le cose potrebbero cambiare durante il playtest. Ma vogliamo che sia qualcosa che decide il DM, o fare in modo che il giocatore/personaggio vada in missione per trovare l'oggetto magico di cui ha sentito parlare o che gli serve per realizzare i suoi scopi. Puntiamo all'idea che per i PG sia possibile ma difficile creare gli oggetti magici. Non stiamo bilanciando le classi in base a un numero di oggetti previsti. Si tratta di far trovare i tesori ai giocatori. D: Che progetti avete per i multiclasse? Rob: Puntiamo a uno stile di multiclasse tipo 3E, che permette di passare facilmente a qualsiasi altra classe. Questo è stato il nostro obiettivo lavorando alle classi. D: Avete detto che i guerrieri sono necessariamente focalizzati o super-iconici. Perché non dividete le diverse idee per il guerriero in classi diverse, come un derviscio o uno spadaccino? Bruce: Se troviamo un'idea che sia davvero evocativa e che abbia una sua identità e storia, non è affatto escluso che le dedichiamo una classe. Ci saranno più classi di curatori, per esempio. D: Con un sistema di magia Vanciano si poteva arrivare al punto in cui il mago aveva un gran numero di incantesimi al giorno. Come farete a bilanciarlo e a valutare la costruzione degli incontri considerando questo elemento? Monte: Partendo dall'idea che ai livelli alti di gioco vi troverete con molte opzioni e abilità, stiamo tenendo in considerazione la direzione in cui vogliamo portare il gioco ai livelli alti. L'idea al momento è di barattare molte capacità e magie di livello basso per una abilità interessante di livello più alto. Per la gestione di queste risorse durante la giornata e per gli incontri, tenendo presente questa meccanica di scambio, possiamo considerare una media di incontri giornalieri, quanto può durare un incontro medio, e quali risorse userà un personaggio medio, e bilanciare tutto così. D: State considerando le fonti di potere? Rob: Non esplicitamente. Non useremo le fonti di potere come parole chiave o altro (probabilmente). Ci saranno ancora personaggi psionici o primevi ad esempio, ma non useremo queste parole nel lessico per separare le cose. Bruce: Vogliamo allontanarci dal gergo e dalle parole chiave, e usare un linguaggio naturale. "Fonte di potere arcana" vi fa uscire dal gioco. "Io lancio incantesimi arcani" no. Vogliamo davvero allontanarci da un lessico usato solo per le regole. Ad esempio potremmo usare la parola "arcano", ma una classe non sarà indicata come arcana. D: Come state pensando agli archetipi e alle classi caratteristiche delle edizioni precedenti, e questo come influenzerà le classi nella prossima iterazione di D&D? Bruce: Vogliamo che ciascuna classe sia più riconoscibile e archetipica possibile, a seconda di qual'è o dovrebbe essere la versione di quell'archetipo in D&D. La storia del personaggio o della classe è molto importante in quest'ottica. D: Come vedete avanzamento, acquisizione di esperienza e passaggi di livello? Monte: Non voglio che nessuna classe abbia bisogno di più tempo delle altre per iniziare a funzionare. Da un punto di vista della storia, voglio che tutte le classi progrediscano alla stessa velocità. Insomma, un assassino di terzo livello e un bardo di terzo livello devono sembrare degni appartenenti alla rispettiva classe allo stesso modo. La storia viene al primo posto, e l'avanzamento dei personaggi deve avventire alla velocità che il gruppo desidera. Voglio che ci siano informazioni disponibili perché possiate controllare questo aspetto in base al vostro gruppo. Sì, ci sarà una progressione di base, ma voglio che ci siano informazioni per accelerarla o rallentarla a piacere. Ci sarà un ritmo di base stabilito nel manuale del giocatore, e regole più corpose nel manuale del DM. D: Qual'è la filosofia del design delle condizioni? Rob: Parliamo di cose come stordito, frastornato e immobilizzato, giusto? Al momento siamo dell'idea che l'effetto fa parte dell'incantesimo o potere. Ad esempio potrebbe esserci un incantesimo tipo "parola del potere stordire" che spiega cos'è lo stordimento e si procede da lì. Ma probabilmente non ci saranno troppe abilità o incantesimi che funzioneranno così. Abbiamo accorciato e allungato la lista delle condizioni più volte. D: Qual'è la vostra posizione rispetto a high/low fantasy e alta/bassa magia? Bruce: Già dall'inizio, siccome l'acquisizione di oggetti non fa parte della progressione dei livelli, un DM può decidere che bisogna guadagnarsela, la magia. E poi, come diceva Monte sulla variazione delle tabelle di progressione dei px, potete allungare i livelli e avere un'esperienza low fantasy o un livello di potere più basso. D: Come gestirete le campagne che non hanno trappole o aspetti sociali? Ci sarà un bardo forte per esempio? Rob: Prendiamo il bardo come esempio, magari la vostra campagna è più un dungeon crawl senza molti momenti sociali. Ci saranno opzioni da poter scegliere per migliorare l'aspetto del combattimento invece di quello sociale. D: Classi come il bladesinger e lo swordmage esisteranno e saranno distinte una dall'altra? Bruce: C'è spazio per una separazione nella storia di queste due classi e ci stiamo lavorando. D: So che state cercando di fare un gioco in cui tutti possono giocare quello che vogliono, l'equilibrio del parti funziona e non servono classi particolari per giocare. Come farete a fare in modo che, mettiamo, tre ladri si presentino allo tesso tavolo per giocare? Monte: Una partita con tre ladri sembra una figata. Non voglio che ci siano classi obbligatorie, ma voglio che ci siano opzioni e momenti che vi rendano felici di avere con voi la classe X. Per esempio, quando affrontate i non morti, non vi serve un chierico, ma apprezzerete di averne uno. Se siete in giro nella foresta, apprezzerete il druido del vostro gruppo. D: Ci saranno anche alcune delle classi meno tradizionali come il Ninja? Bruce: L'idea al momento è di includere tutte le classi che sono apparse nel prmo manuale del giocatore di ciascuna edizione. Non sappiamo ancora niente di altre classi. D: E per un gioco semplice e tattico? Rob: Con D&D Next, dovreste riuscire a giocare lo stesso tipo di partita stile 4e che state giocando adesso. D: Come affronterete il problema del "guerriero lineare, mago quadratico" nella progressione dei danni? Bruce: Il mago deve decidere quando scatenare l'artiglieria pesante, e quello è il punto di equilibrio. Quando un mago lancia una palla di fuoco, farà un sacco di danni in quel round, ma ne ha solo un numero limitato. Il guerriero non ha questo limite. Abbiamo diversi calcoli e esperienze di gioco che ci dicono quanto durano in media i gruppi o le partite, e pensiamo di avere una buona stima di come fare a rendere sia il mago che il guerriero utili durante la giornata. Rob: Come ha detto monte prima, alcuni incantesimi e opzioni vengono rimpiazzati da altri di livello più alto, e questo risolve una parte del problema - non si va a finire con tutte quelle opzioni. Con questo in mente, e i calcoli a supporto, possiamo bilanciare i danni del guerriero per assicurarci che rimanga rilevante. Monte: La palla di fuoco fa 5d6 statici. Se volete fare più danni, usate uno slot più alto. Molto più equilibrato. Nella sessione che immagino, il guerriero e il mago combattono insieme e il guerriero è sempre meglio del mago. Il guerriero colpisce qualcuno e fa 12 danni, poi il mago ne fa 4, e il mago vorrebbe essere un guerriero. La cosa si ripete al secondo turno, e il mago pensa la stessa cosa. Poi al tezo turno il mago fa partire la palla di fuoco e fa 16 o 20 danni in tutto e il guerriero pensa aah, vorrei essere un mago. Voglio che ciascuna classe abbia il suo momento e che ci siano ragioni per voler giocare quella classe.
×
×
  • Crea nuovo...

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.