Jump to content

0positivo

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    180
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by 0positivo

  1. In pratica, andare fino in fondo con il sandbox. Devo dire, nonostante i miei giocatori mi abbiano sempre considerato un po' sadico e che li voglia uccidere, ho sempre avuto un bel po' di remore a far fuori un PG. Tuttavia, hai ragione, è il corso d'eventi più logico, e non vedo il motivo di cambiare stile e guidarli tutto d'un tratto. In tal senso, gli avevo già detto di creare una scheda per un PG "secondario", senza rivelare il motivo, e in caso di morte si potrebbe continuare da lì. Certo, gran peccato considerando i personaggi che hanno al momento Ho postato qui perchè, ad essere sinceri, la sezione pathfinder del forum mi pare molto scarna e incentrata sulle regole, e dopotutto qui non sto affrontando nessuna meccanica unica di pathfinder Conviene che gli dia qualche indizio di dove si stanno andando a cacciare? Non vorrei influenzare toppo le loro decisioni: dall'altro lato, non vorrei che la cosa arrivi come un fulmine a ciel sereno Darò un occhiata a quello che mi consigli, anche se avevo già modificato alcune cose per conto mio (l'antico in questione è Xamen-Dor, che neanche a farlo apposta, nel canon di pathfinder è arrivato sul pianeta sotto forma di cometa, formando il golfo dove sorge la città di Lys)
  2. Prima di tutto: chiedo scusa se userò parole inglesi/grammatica non eccezionale. Dopo 5 anni che parlo inglese decisamente più spesso che italiano, il mio vocabolario inizia ad essere sempre più anglosassone. Comunque Se siete giocatori della mia campagna, per favore non leggete oltre. Se parole come Lys, Lysistratos, Amarillis, Xamen-Dor, il Patrizio, Rastel e Pigsty vi dicono qualcosa, è probabile che siate miei giocatori. Grazie Salve a tutti. Sto masterando una campagna Pathfinder (poco importa, tuttavia. Quello di cui ho bisogno ha niente a che fare con le regole, e tutto a che fare con Mastering/storytelling). In linea generale, la campagna sta andando benissimo. Ho optato per un approccio "di risposta", dove ho creato una storia di base (o meglio, una ragnatela di storie di base, sono davvero tante) tutte legate a questa metropoli, Lys, the Wonderous, ma dando piena libertà ai giocatori, e adattando la storia/me in base alle loro scelte. Magari un'altra volta che ho un po' più tempo riassumo pure la storia finora. Ad ogni modo, il mio problema è il seguente Avevo pensato di procedere a "fasi", passando da occupazioni apparentemente più mondane (ma che rivelavano intrighi nascosti), via via verso scenari più complessi, arrivando fino a trattare di grandi antichi, viaggi del tempo e portali planari. O almeno, gradualmente era l'idea Perchè per mia sciocca decisione, nella moltitudine di scelte che ho dato ai giocatori (mi piace dare sempre un'infinità di scelte, tant'è che un paio di volte mi hanno detto che si sentivano appena appena overwhelmed) ce n'era una in particolare che portava direttamente allo scoprire dell'esistenza di questo antico male arrivato nel mare sotto la città secoli prima, e dell'esistenza di un gigantesco runewell. In teoria, questi erano tutti elementi molto avanzati, a cui i PG sarebbero arrivati a livello molto più alto, con maggiori conoscenze, più alleati, ed avendo risolto già molte delle fonti di instabilità politica della città. Per puro caso, tuttavia, i giocatori hanno scelto di andare proprio lì ad investigare. Un po' sorpreso, ho però deciso di continuare. Ora mi trovo nella situazione che devo fare molta attenzione a che tipo di incontri e situazioni si vanno a cacciare. Roba tipo ritrovarsi improvvisamente nel piano astrale senza portale di ritorno può sembrare triviale per un pg di alto livello, ma di certo non lo è al 6°. I PG sono molto potenti, di fatto riescono a gestire incontri di combattimento pensati per 10°-11° livello, quindi non mi preoccupo tanto di quello Quello che mi preoccupa è, invece, che ora non so come fare a reintrodurre tutti quegli elementi che hanno saltato a piè pari, senza andare a uccidere il ritmo dell'avventura. Ovviamente, i PG stanno cercando di risolvere la faccenda che gli si presenta, ma mentre questo accade, nel frattempo la città va a rotoli e considerando che metà di loro sono aristocratici di alto livello, far collassare il tutto così senza preavviso mi pare molto una bastardata Le mie scelte a questo punto che sono riuscito a pensare sono: continuare, i PG apprendono appieno del grande antico e del pozzo e vanno avanti in questo path. Molto probabilmente, considerando che posso abbassare solo fino ad un certo punto la potenza di un grande antico e dei suoi guardiani (sennò poi non ha senso, tornano alla normalità ed un assassino diventa statisticamente più forte di un guardiano millenario, solo perchè i PG sono saliti di livello e meccanicamente devo presentare sfide più ardue?), si ritroveranno a fronteggiare avversari a livelli epici: nonostante la loro forza (molto alta dal punto di vista di puro potenziale di danno, moderata/bassa dal punto di vista di assorbire danno) dubito che sopravviveranno. Con questa scelta, a questo punto dovrei considerare cosa inventarmi alla loro morte La seconda scelta è che mentre avanzano, la situazione in città degenera. Preferirei evitare, ancora una volta, mi pare molto una bastardata La terza scelta che avevo giusto pensato è quella di introdurre altri personaggi, che si creano a loro piacimento, di livello più basso, che per motivi di storia sono decisamente legati ai loro "main", e svolgere il tutto in parallelo In poche parole, i PG hanno skippato tutta la parte adeguata al loro livello/necessaria a buildare ritmo, andandosi a mettere nei casini, non solo loro ma potenzialmente l'intera città/continente Consigli?
  3. film davvero molto interessante, begli gli effetti e i riferimenti (anche se non essendo un trekker DOC temo di essermene persi alcuni) In particolare, un plauso al lavoro di montaggio che è stato fatto. La prima scena, quella della morte del padre di Kirk, seppure abbastanza un classico con tanto di sacrificio, per il modo particolare in cui è stata montata, con il pianto del bambino mentre si sta schiantando, è riuscita a emozionarmi e neanche poco. Era da molto tempo che non mi commuovevo guardando un film, da Blade Runner mi pare. Per quanto temo proprio non possa accadere, mi auguro che J.J. Abrams continui l'ottimo lavoro iniziando un nuovo ciclo di serie star trek un ottimo film che consiglio a chiunque
  4. Sinceramente, non sono d'accordo con questa idea. Il barbaro non lo vedo molto come un combattente addestrato (uomo o donna che sia), ma più come un sopravvissuto delle terre selvaggie, o comunque un abitante di un villaggio che ha imparato a combattere da solo o magari da una persona con cui si era legato
  5. frase fresca fresca di campagna odierna. La compagnia è quella del mio bardo dell'ex gruppo numeroso. Dopo un immane scontro con un drago di pietra, comandato da un mago fissato con il mantenimento dell'equilibrio tra bene e male, in cui sia il mago che il chierico sono stati uccisi (rimasti un ranger in preda al panico, il monaco che il drago era QUASI riuscito a mancare nonostante il +32 al tiro per colpire di artiglio, e me bardo/stregone con famiglio un lupo invernale, Freddy) abbattiamo finalmente le pietre di controllo del drago stesso. Il mago viene scaraventato a terra, e mando il lupo a bloccarlo, tenendolo fermo con la mascella. Nel frattempo uso il bastone della resurrezione che avevamo trovato poco prima (grazie al quale era stato resuscitato pure Raven, il mio personaggio ) e riporto in vita i due morti, finendo le tre cariche del bastone. Poi mi avvicino al mago ferito nemico, gli punto il bastone e lo tocco con quest'ultimo, quindi esclamo: "Ah, peccato. Sembra proprio che il nostro bastone abbia esaurito il suo potere. E anche che qualcun altro abbia esaurito la propria fortuna" Attimo di silenzio, poi lentamente "Freddy, uccidilo"
  6. e qui torniamo al discorso che ho fatto io... rispetto a quanto dite voi, non ho questo riscontro nella mia esperienza personale. Quando al mio amico va qualcosa storto, al massimo si prende una decina di danni, o un tipo che stiamo provando ad influenzare passa il ts dell'aura di calmare emozioni. Ed era comunque tranquillo. Vogliamo parlare di quando attacca? Con la raffica, in combattimento ha un bonus medio di +11 e siamo al quinto livello. E non ho contato ne la mia musica bardica ne il chierico che benedice. E come danni stiamo sempre lì p.s. si il nostro monaco usa solo attacco senz'armi, come detto siamo al livello 5. Forse sarà quello il fatto... ma sinceramente non lo so. È il nostro picchiatore, il nostro tank ed esploratore assieme al ladro...
  7. da quando l'ho scoperto un mesetto fa, l'ho iniziato a tenere d'occhio anche io penso proprio che lo proverò, anche considerando le opinioni contrastanti che si trovano in rete. Tuttavia, nonostante abbia proceduto al download (prima che mi diate del pirata, dico subito che è il metodo di distribuzione scelto da aventurine) non ho ancora sinceramente capito come funziona l'acquisto
  8. hai involontariamente messo in luce il problema maggiore: il bilanciamento. Il rischio maggiore è che, mentre crei una classe, un po' perchè magari la classe stessa la userai te un po' per quel pizzico di "orgoglio paterno" si tenda a non essere molto imparziali e bilanciati Oppure, l'esatto contrario, per paura di sbilanciare troppo, crei qualcosa che viene su una gnappa Al tempo stesso, trovo sia un idea molto interessante ad ogni modo
  9. mi dispiace dirtelo, ma a quanto ne so io nessuno ha mai effettuato una traduzione della trilogia. Per quanto riguarda le altre, immagino siano invece presenti in gran numero sul mercato italiano, ma non ti so dire con precisione, in quanto di avventure pregenerate ne ho viste ben poche (essendo più giocatore che DM, tendo a non prenderle affatto)
  10. prova a dare un'occhiata alla "Witchfire Trilogy". Come suggerisce il nome, è una trilogia di avventure, che vanno indicativamente dal 1° all'8° livello. Certo, è completamente basata su un'ambientazione particolare (Iron kingdoms di Privateer press), ma ha il pregio, a dispetto di altre avventure in ambientazioni, di non avere bisogno dei manuali della stessa. È una bella storia, in particolare gli ultimi due libri, e in alcuni punti sfiora l'epicità. Inoltre volendo lascia una grande libertà al master, con alcuni punti che possono essere modificati od ampliati a piacimento, fornendo però allo stesso tempo una solida base che si può decidere di seguire senza inflessioni Spoiler: p.s. non dovrebbe stare da un altra parte questo topic?
  11. aggiornamento sul bardo: nonostante gli svariati tentativi del master di uccidermi durante l'ultima sessione (giusto per citare alcuni: un mimic, una fossa celata, una fossa celata con un mimic, un crepaccio, un crepaccio pieno stracolmo di vargouille, 15 vargouille imbizzarriti affamati di bardi, una caduta di oltre cento metri, sei elementali della terra in un campo antimagia, la salmonella il veleno dei vargouille quando si hanno 0 pf ed il loro "bacio", il tutto in una sessione. Sembra che stia scherzando, ma vi assicuro che quello che vi ho accennato è tutto vero), sono riuscito a sopravvivere, nonostante ora sia calvo, con le orecchie trasformate in ali da pipistrello e mi sia successo quanto accennato sopra. Forse forse, e dico forse, se non mi sbatte una mosca con troppa violenza addosso riuscirò a sopravvivere anche alla prossima sessione. E abbiamo fatto level up! Ora sono arrivato al 6°, e chiedo cosa potrei fare. Il DM ha detto che tutte le eventuali cdp che avete nominato me le farebbe prendere, solo che ci deve essere una specie di "quest" per accederci prima, quindi per ora me le scordo. Consigli ad un povero bardo/stregone? Al sei dovrei poter prendere un talento tra l'altro P.S. riguardo a quella cosa del topo muschiato mannaro, ebbene l'ho fatto. Solo che il monaco mi ha steso per bene a terra non appena gli ho ringhiato contro XD
  12. una cosa così per svago, fatta mentre aspettavamo un giocatore. In pratica non c'era DM, ognuno faceva un giocatore, e il primo che entrava in ogni stanza del dungeon decideva cosa c'era, con correzioni ed aggiunte da parte degli altri. Sono venute fuori cose assurde, tipo una porta fatta di gomma magica, che resisteva agli sfondamenti perchè era, beh, elastica XD o gli oggetti che ci eravamo messi. Io per esempio avevo la "balestra a ripetizione halfling", una balestra a ripetizione che sparava tutti e cinque i quadrelli in un solo round, il primo dei quali puntava sempre e solo agli occhi. Poi, ogni singolo quadrello era ritornante. Risultato? Quando un colpo mancava, mi toccava vedere se i quadrelli mi prendevano di ritorno Durato estremamente poco XD
  13. sarà pure ridondante come consiglio, ma fossi in te mi terrei i tiri così come sono. E accetterei la sfida di giocare un personaggio con quelle caratteristiche. Non è detto che deve essere PER FORZA un incantatore. Anzi, se l'idea è appunto quella di una sfida personale, trovo che usare l'espediente "Vabbè, ho solo un punteggio decente, già che ci sono faccio mago che tanto mi basta l'intelligenza" sia un modo per dimostrare che tale sfida non l'hai affatto vinta Spoiler: lo so mi diverto a fare seghe mentali
  14. Il kusari-kama (o gama). Scenicamente è molto bello, e leggermente interessante anche dal punto di vista regolistico. Scelta due, l'alabarda. L'idea mi piace troppo, peccato che sia dal punto di vista di danni e utilizzi surclassato su tutti i fronti
  15. Altro esempio. Sono con il mio povero ladro halfling, il mio primo pg alla mia prima campagna (fino ad oggi ancora la migliore, e non lo dico solo per nostalgia). Sto pattugliando con i miei compagni una spiaggia della capitale di un regno, semplice routine. Chiaramente proprio quel giorno un grosso impero confinante decide di attaccare la spiaggia in questione, e noi siamo in 5 al 4° livello contro un esercito di oltre DIECIMILA UNITA'. Decidiamo di ritirarci, e con dei rinforzi organizziamo una difesa dalle ville dei ricchi che c'erano nella zona. In particolare, battaglia avanzata, ci troviamo in un labirinto di siepi di una di queste case, e scopriamo che qualche simpatico mago burlone del nemico si è divertito a riempirlo di ragni demoniaci. Uno veramente grosso ci aggredisce. Ma quando dico grosso intendo grosso. Con le ultime risorse, lo aggredisco, infliggendogli il colpo di grazia proprio sul ventre. Peccato che dove lo colpisco ci fossero le ghiandole velenifere. Risultato? 50 litri di veleno di ragno mastodontico mi piovono addosso. Rimango con 1 di forza. E il combattimento mica era finito là eh.
  16. Come alcuni probabilmente avranno già notato, frequentando la sezione creazione e sviluppo personaggi, ho esperienze personali dirette riguardo ad un bardo utilizzato in una campagna incentrata sul combattimento. Ora, ci sarebbero mille modi per andare OT parlando di come sia dannatamente divertente giocare il bardo, di come sia utile in situazioni diplomatiche eccetera eccetera ma ripeto, non mi pare sia questa la domanda posta da manfredobello In my humble opinion, si, il bardo è svantaggiato in una situazione di combattimento, e particolarmente svantaggiato se il DM non ha pensato a nessun modo per cui le abilità di conoscenza potrebbero aiutare in un combattimento (vedi incontri casuali, a mio parere una delle cose più brutte che un diemme potrebbe aggiungere in una avventura). Come avete detto, è vero, prende incantesimi di controllo, di assistenza e di potenziamento ma, ahimè, la maggior parte di questi incantesimi sono presenti anche in liste di incantesimi arcani e divini (unica eccezione, se ci atteniamo ai manuali base che sono gli unici per i quali ho un certo grado di conoscenza, comunque lungi dall'essere perfetto), e spesso sono acquisiti anche a livelli inferiori dagli altri incantatori, fatta eccezione per evoca strumento Io personalmente, se non volevo vedere il mio ruolo relegato a un supporto mediocre (perfino i semplici incontri casuali mi resistevano ai vari risata incontenibile di tasha e simili, e le mie cure erano presto rese inutili dalla valangata di danni che si beccavano i membri del gruppo, sebbene quel +1 a tutti i tiri fosse comodo, ma di nuovo, un +1 che dava anche il chierico), mi sono visto costretto a prendere livelli da stregone, per compensare almeno in parte Detto questo, sinceramente adoro il bardo. Preferirei che però avesse, oltre alla musica bardica, anche altre caratteristiche uniche, come incantesimi ad hoc o, perchè no, un sistema di magia diverso da quello dei comuni incantatori arcani e divini
  17. Mi sono spiegato male. So perfettamente che il Bardo non può essere in alcun modo legale, ne per concezione mia ne per regolamento. Tuttavia è proprio l'idea del musico di guerra che mi suggerisce la legalità, proprio come allineamento Ma qui bisognerebbe fare un'altra discussione sulla diversa concezione di quella classe, e di esempi di concetti di CDP sbagliate per idea ce ne sarebbero (d'altronde, quando si va di quantità si rischia di perdere in qualità, e la WotC è andata sulla strada della quantità, ma di nuovo è un'altro discorso OT ) P.S. Ancora pochi consigli per il druido, ne aspettavo di più sapendo quanto è amata questa classe
  18. Ho dato un occhiata al musico da guerra, ed effettivamente non è male. L'unica cosa è che io lo vedo quasi come un personaggio legale, tipo un aggiunta per un esercito, e per concezione tendo a preferire i personaggi caotici XP Nessun consiglio per un druido? Apro un altro topic apposta?
  19. cubi gelatinosi. In cunicoli di tre metri per tre. E con scarsa illuminazione (solo le mie luci danzanti tenute a luminosità intermittente, l'ho già accennato da qualche parte che il mio bardo è pazzo)
  20. perchè non lo conosco XD per quanto riguarda un altro bardo, per ora direi di no, a meno di trovare un gruppo in cui le mie abilità sociali possano risultare comode. Cosa che nella campagna che stiamo facendo dubito succederà spesso. Diamine che voglia di giocare un'altra campagna XD. Oppure a meno che non si trovi una combinazione per il bardo che sia divertente e logica da giocare, ma allo stesso tempo utile in un gruppo che picchiapicchiapicchiapicchia e ancora picchia. E poi, ho proprio voglia di provare qualcosa di nuovo, e per esempio il druido non l'ho mai provato
  21. giusto, mi sono dimenticato di dire del nostro ladro kendot di 5° livello pure lui, una vera macchina da critici e con dei bonus ad acrobazia eccetera da far venire i complessi di inferiorità agli altri (come solito dei ladri ) molto semplicemente, molti dei nemici che stiamo incontrando sono o melme o costrutti o vegetali o simili, perchè il master è davvero stufo di vedere i suoi mostriciattoli venire spazzati via da furtivi su furtivi. Una volta ha provato a metterci contro un gruppo ben nutrito di non morti. Risultato? Abbiamo un paladino ed un chierico, tra l'altro con il dominio del sole. Non penso serva dire altro Per quanto riguarda il monaco, di nuovo, quelle volte in cui non può provocare danni seri ai poveri esseri viventi comuni che ci vengono incontro va giù di danni debilitanti, e il risultato è più o meno lo stesso È fantastico!! Tanto devo morire comunque, quindi ucciso dalle guardie o dalla malattia non fa differenza XD Per quanto riguarda il signore verdeggiante, l'idea non mi piace moltissimo... piuttosto pensavo ad un druido puro. Regolisticamente parlando, quale sarebbe un buon compagno animale per un pg di 4°-5° livello? Ho visto tante discussioni a proposito in giro, ma nessuna aveva soddisfatto la mia curiosità in pieno... Considerate che il ranger si è preso un falco
  22. La situazione di Raven, l'oramai celeberrimo (eeeh come no XD) bardo dell'ex gruppo numeroso, si va sempre più aggravando. Dopo uno scontro faccia a faccia con dei cubi gelatinosi (dannate infide melme), ho scoperto off game di aver contratto la licantropia da un precedente scontro. Il problema è che ho scoperto pure di aver già fallito il primo dei tre tiri salvezza per poter solo sopravvivere alla malattia. Ora, non so quanto voi abbiate fede nel dio dei dadi, ma io non ne ho, e soprattutto non mi fido del mio bassissimo modificatore di tempra Appurato che le mie possibilità di salvezza sono minime (ricordo che il pg non è conscio della sua malattia, e comunque ci troviamo in un labirinto sotterraneo in una città distrutta, lontani da qualsiasi aiuto) mi stavo già chiedendo che tipo di altro personaggio potrei sviluppare Ripetendo, il gruppo è composto del solito paladino legale stupido (letteralmente con il suo glorioso 5 di intelligenza) che viene una volta no e una si, al livello 4; un mago umano diventato semietereo, al sesto livello, specializzato da poco in invocazione e scuole proibite ammaliamento e abiurazione, che blasta come un forsennato e anima l'intera compagnia (in pratica è lui la nostra mente ed il nostro leader); un monaco mezzorco (si quello con voto di povertà e pace, per un allegro 35 di CA) che mena come un fabbro, al 5°; un chierico buono con talenti vari focalizzato sulla guarigione, che non esita a lanciarsi santuario per togliersi dalla ******, al 5° pure lui, e anche lui malato di licantropia; un ranger elfo che spara freccie più veloce di una mitragliatrice e più precisamente di un cannone anticarro, ma unico ranger a non conoscere le terre selvaggie, al 5°; e poi io, che ero il bardo/stregone 2/3 Mi piacerebbe sentire consigli sulla classe che vedreste voi in un gruppo del genere, prima considerando da un punto di vista regolistico/utilitario, e poi semplicemente dal punto di vista narrativo Io avevo avuto una mezza idea di druido gnomo o kendot (si giochiamo dragonlance). Ad ogni modo, mi piace sempre molto avere un personaggio altamente caratterizzato Ah, temo che ci siano alcune limitazioni dettate dal master. 1) Come sempre, tutti i manuali che non sono i tre base sono soggetti ad un esame accurato, esame che spesso si risolve con un semplice "no non puoi usarlo" (master è rimasto traumatizzato dal VoP). 2) Se dovessi fare un altro personaggio, dovrei tornare dal livello 4, cosa che non condivido in quanto sarebbe l'equivalente della resurrezione, ma questa è un'altra storia p.s scusate la logorroicità (non so neanche se sia corretto dire logorroicità, forse me lo sono inventato di sana pianta), ma come potete vedere la situazione è complessa
  23. non sono sicuro che un ghepardo con un cavaliere in sella riesca a correre di più di uno struzzo o una giraffa o un leone. Dopotutto il ghepardo è un velocista, mica una bestia da lavoro comunque quoto, gli animali ci stanno tutti. Poi potresti dare un'occhiata così veloce ai vari manuali dei mostri, e spunti ne trovi Un esempio? Da sempre il mio sogno segreto è addomesticare e cavalcare un Ululatore (manuale dei mostri standard)
  24. 0positivo

    Xcrawl

    Come qualsiasi GdR che si rispetti (o ambientazione di GdR che dir si voglia) la risposta alle tue domande la puoi decidere solamente te. Preferisci passare da massacro a massacro? Ti piace vagare per un mondo simile ai giorni nostri, ma con magia elfi orchi eccetera? Direi che gli elementi in Xcrawl ci sono tutti, il manuale contiene pure una parte di storia del mondo, di geografia eccetera. Tra l'altro, se fosse limitato ai dungeon, non avrebbe senso l'aggiunta di abilità quali guidare, considerando che in ogni dungeon l'utilizzo di armi da fuoco veicoli o apparecchi non consoni all'idea fantasy che i dungeon vogliono creare è vietata
  25. 0positivo

    Xcrawl

    è una ambientazione molto particolare per D&D 3.5 (quindi forse non è il posto giusto questo XD) ad ogni modo, lo capisci meglio di qualsiasi spiegazione se lo vedi direttamente dal sito http://www.goodman-games.com/xcrawl.html
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.