Jump to content

Muso

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    3,049
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    7

Muso last won the day on September 3

Muso had the most liked content!

Community Reputation

648 Fenice

About Muso

  • Rank
    Eroe
  • Birthday 01/27/1973

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Bologna
  • GdR preferiti
    D&D
  • Interessi
    Giochi di ruolo, baseball, computer
  • Biografia
    D&D player since 1987

Recent Profile Visitors

3,177 profile views
  1. OT sulle ambientazioni: conosco benissimo GIRSA come conosco Role Master di cui è una semplificazione. Non credo tu abbia capito il senso del mio discorso. La Terra di Mezzo è un mondo low magic (la magia è appannaggio di pochi e gli oggetti magici sono rari) mentre tutte le ambientazioni di D&D sono high magic (soprattutto i FR, meno altre come Dragonlance) dove la magia è più diffusa e usata da molti. Quindi c'è una distinzione molto grande fra mondi come quelli di Tolkien e Howard rispetto a Faerun o Mystara o Planescape. Tornando in topic: siamo insomma alle solite. Per un aspetto di gusto personale ci si lamenta di un prodotto non ancora letto senza valutarlo nella sua interezza. Io penso invece che sarà un'avventura con spunti interessanti. Avremo un po' di ambientazione in più e finalmente la descrizione stile quinta edizione di un piano esterno. Io sono molto curioso.
  2. Fatta la survey senza alcuna registrazione.
  3. Allora stai attento perché: 1) la stragrande maggioranza di chi parla di queste cose intende come "ambientazione classica" qualcosa di molto diverso da quello che intendi tu. Per "classiche" si intendono di solito le ambientazioni pubblicate dalla TSR con l'aggiunta di Eberron (anche se su Eberron qualcuno ha da ridire). 2) tutte le ambientazioni che intendi come "classiche" sono per certi versi molto distanti dalla Terra di Mezzo, tant'è che solo di recente è uscito un prodotto che permette di giocare nella Terra di Mezzo con le regole di D&D 5E. Prendiamo come esempio la concezione di magia e il numero di coloro che la usano e già abbiamo scavato un abisso fra Tolkien e le ambientazioni che tu definisci classiche di D&D. Tornando in topic, puoi farti un'idea di come saranno le macchine infernali in una delle anteprime dell'avventura uscite on line (adesso non ho tempo di cercarlo, ma sicuramente se cerchi fra gli articoli di @SilentWolf la trovi si sicuro). Sono un modulo di regole semplice per gestire navi, astronavi, carri da guerra, macchine infernali, ecc ecc... Avere un pregiudizio su un'avventura perché ci sono delle regole in più (che puoi usare o meno) mi lascia un po' perplesso.
  4. Beh, le statistiche di una biga trainata da incubi sono presto fatte e puoi usarle al posto delle macchine infernali, così come in Ghost of Saltmarsh puoi narrare le battaglie navali senza usare le regole per le navi (da cui derivano le regole per le macchine infernali). Non c'è niente di obbligatorio, è un minigioco dentro il gioco o più tecnicamente è un modulo che puoi aggiungere o togliere al regolamento. Non ti piacciono? Non usare queste regole, l'avventura sarà giocabile lo stesso nella sua stragrande maggioranza. Poi non concordo nemmeno sul fatto che cambino aggiungano un tono steam-punk. Non sono macchine tecnologiche in un mondo fantasy, sono mezzi di trasporto grandi in un piano esterno infernale. Non ci vedo niente di steam-punk.
  5. Come ogni statistica bisognerebbe per prima cosa ragionare sui dati: questi sono veramente una rappresentanza corretta di tutti i giocatori di D&D o c'è un qualche "bias" nel campione considerato? Penso che ci troviamo nel secondo caso e quindi attenzione a come si valutano questi dati. Stiamo parlando degli utenti di D&D Beyond e quindi di un sottoinsieme dell'intera popolazione. Ovviamente i dati di D&D Beyond sono facilmente raccoglibili per gli amministratori di quel sistema, mentre un campionamento senza bias è più difficile da fare.
  6. Bella, non c'è che dire. Però mi fa un po' sorridere: il forgiato sembra C3-P0 con un po' di ironman 🙂 Seriamente non mi dispiace.
  7. Ottimo. Domani se ho un po' di tempo ci guardo.
  8. C'è tempo. Se riuscite a caricare le schede per inizio novembre mi date il tempo di guardarle con la dovuta calma.
  9. Good! Bentonato a bordo! Fino a che livello si arriva non ne ho la più pallida idea. Penso un livello, al limite due ma non ho fatto calcoli precisi. Penso che per il castello userò i normali PX e non le milestones (e di PX in palio ce ne sono parecchi). Se siete in cinque ovviamente siete più forti ma l'avanzamento diventa più lento. Lo scopriremo.
  10. Da quello che si vede dall'indice sembra un'avventura interessante. Finalmente la descrizione dettagliata di un piano esterno per la 5E. Forse sarebbe stata più gustosa se ci fossero già delle regole per le battaglie campali, ma sappiamo che sono ancora in playtest e che per ora sembrano essere abbastanza in alto mare. Se uno vuole può comunque usare le regole dell'ultimo Unearthed Arcana. Da quello che si vede nelle immagini, il primo capitolo forse è un po' railroaded. Può darsi che l'avventura invece prenda più una connotazione sandbox una volta entrati nell'Averno (almeno così mi sembra di capire). Stiamo a vedere.
  11. Se vuoi restare, io non ti caccio via di sicuro 🙂 (dai dai...)
  12. OK, ci sono le risposte di tutti. Mi spiace per @Brenno, ma capisco. Ci re-incontreremo sicuramente in qualche altro tavolo virtuale. E' stato un piacere e condivido la stima espressa nel tuo ultimo messaggio. Per gli altri, prepariamoci per partire con l'assalto al castello all'inizio di novembre. Nel frattempo preparate le schede e caricatele come al solito nella sezione download della gilda. I personaggi alzateli al 9° livello (non il 10° come avevo erroneamente detto in precedenza). Lasciate l'equipaggiamento così com'è per ora, provvederò poi io a dirvi come modificarlo (vi darò qualche oggetto extra). Giocheremo il castello come era previsto nella prima edizione di AD&D, cioè tirerò nuovamente le predizioni di Madam Eva in modo da limitarne il significato al solo castello e non all'intera Barovia. In più anche le motivazioni di Strahd saranno generate casualmente. Nel caso l'assalto si risolva in un total party kill, è possibile rigiocare l'avventura modificando alcuni dettagli importanti e quindi per certi versi il castello ha delle caratteristiche sempre nuove. Infine, userò una serie di suggerimenti presenti nell'avventura originale su come giocare Strahd al meglio delle sue possibilità tattiche. Let's go!
  13. OK, abbiamo tre pareri su cinque. Aspetto @Brenno e @Landar e poi tiriamo le somme.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.