Jump to content

social.distortion

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    3,891
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    33

Posts posted by social.distortion


  1. 3 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

    Il problema della 3/3.5/PF e della 4 non erano le ambientazioni, ma le regole.
    La 5 ha un'ottimo regolamento, quindi (gusti personali, ovviamente) ben vengano nuove ambientazioni.

    Pro tip: prima di parlare capire ciò a cui ci si sta riferendo. 


  2. 2 ore fa, Daern di Ilmater ha scritto:

    Buongiorno a tutti,

    scusate se mi intrometto nella discussione.

    Sono un vecchio giocatore, anagraficamente parlando. Gioco da sempre chierici e masterizzo.

    Sinceramente amo molto AD&D per la grande parametrizzazione e per l'opzione "sfere", che nella configurazione maggiori e minori rende il chierico veramente diversificato.

    Se si gioca nei Reami Dimenticati la tipizzazione è ancora più accentuata visti i poteri delle singole divinità e le loro specificità. Alcune infatti non permettono ai loro chierici specialisti di indossare le armature e altre divinità  limitano fortemente le possibilità. Passando oltre  questa apertura di credito per la seconda edizione giungo all'argomento della discussione.

    La quinta edizione mi sembra un deciso miglioramento rispetto alla terza edizione (e i suoi aggiornamenti) per quanto riguarda le capacità i base del chierico: scacciare non morti è piuttosto limitativo rispetto a incanalare il divino, inoltre le caratterizzazioni in base ai domini sono interessanti, quantunque poco accurate. Per quanto riguarda i domini e le possibili scelte invece le opzioni sono molto scarse. Nell'ottica di semplificare il personaggio la decisione degli sviluppatori ci può  stare, ma nella prospettiva interpretativa meno. Le scelta degli incantesimi poi è tremendamente limitanti.

    Per quanto riguarda le armature credo che la base sia corretta: leggere e medie, forse una menzione a parte andrebbe fata su quelle pesanti. Ciononostante vi sono esempi nell'iconografia medievale, rinascimentale e tardorinascimentale di vescovi e religiosi in armatura: ad esempio il celebre vescovo Oddone (Odo) che con la sua mazza e la sua armatura imbottita combatte i nemici di Guglielmo il conquistatore. Oppure anche san Giovanni da Capestrano che, ormai anziano guidò il fianco destro dell'armata che riconquistò Belgrado dai turchi,  ritratto in alcuni casi con una bella armatura pettorale sopra il saio da cappuccino. Marco D'Aviano, che si prodigò a difesa di Vienna, viene ritratto sempre senza armatura pur appartenendo allo stesso ordine Giovanni da Capestrano. Questo ci fa capire che la scelta di portare l'armatura è dunque personale. Nella prospettiva di una battaglia non mi sconvolge più di tanto che un chierico col dominio della vita si occupi dei caduti e feriti proteggendosi da frecce e colpi con una armatura pesante anche se farebbe specie laddove girasse in una città con tale bardatura. L'armatura completa tuttavia inoltre richiede ben 15 di forza per essere indossata, qualora un chierico avesse tale punteggio alla forza sarebbe pertanto decisamente orientato al combattimento. Probabilmente il fatto di portare l'armatura dovrebbe essere limitato dalla filosofia della divinità stessa: una chierica di Sune con una goffa armatura pesante farebbe ridere, mentre un giaco di maglia attillato sarebbe invece qualitativamente provocante.  Laddove  il chierico, per scelta o per restrizioni dogmatiche, non indossasse l'armatura potrebbe avere il beneficio i una "Armatura Spienziale" combinata al suo bonus di saggezza. Questa opzione proposta negli interventi mi sembra molto interessante.

    Le capacità di dominio, pur interessanti, mi sembrano invece poco accurate. Mi lascia molto perplesso che il fatto che il  warlock necromantico possa usare il trucchetto (mi piace di più orazione) "risparmiare morenti" per curare i morenti appunto e non lo possa fare il chierico con dominio della vita che ai primi livelli potrebbe veramente dare un contributo significativo alla sopravvivenza del gruppo. Oppure che il chierico col dominio della guerra possa avere più attacchi di un guerriero ai primi livelli mi lascia abbastanza stupito.

    Invece del colpo divino mi piacerebbe molto che il chierico avesse ai livelli medi la possibilità di diventare competente nell'arma della divinità (tipo Pathfinder), che  come segno dell'obbedienza alla sua volontà garantisse al sacerdote  la capacità di combattere come il suo patrono divino. Inoltre ai livelli medio alti quest'arma potrebbe essere dotata di caratteristiche divine (sacra, scarilega, con danni da fuoco, radianti...). Una chierica di Sune che combatte con la frusta, uno di Ilmater che pugna  a mani nude e una chierica di Shar o di Deneir che combattono col pugnale sacro caratterizzerebbero molto di più il personaggio che non il classico chierico che fino al ventesimo livello combatte solo una mazza.

    Scusate il tedio procuratovi. Concludo qui.

    Daern di Ilmater.

     

    Penso sia per via della modularità. 


  3. 4 minuti fa, Zaorn ha scritto:

    Ed a quei livelli, per spiegarti, un incantatore fatica a far quei danni in maniera "sicura" come il combattente. Per questo gli conviene spingere il guerriero sui nemici più forti.

    Ora, io non voglio far scadere la discussione più di quanto non lo sia già, ma questo è completamente, interamente, senza dubbio e dimostrabilmente falso. Lo dicono i numeri, lo dice il gioco, lo dice qualsiasi cosa. Tranne te. 


  4. 22 minuti fa, Zaorn ha scritto:

    Un attimo eh... non è che ci sono gradi di ottimizzazione, il gioco è "ottimizzare" certi aspetti con le possibilità che ti sono date in gioco (talenti, oggetti ecc...), così da caratterizzare le proprie peculiarità di spicco. Fatto questo si gioca tranquilli.

    Se sei combattente hai ben poco su cui specializzarti. Scelta tua eh... il gioco le offre le possibilità di essere più versatile per ogni ruolo.

    Questa è una premessa del gioco, al massimo puoi dire: "mi fa schifo".

    Quanto al discorso guerrieri, beh, quando colpiscono fanno male, così come gli incantatori se vanno a buon fine con l'incantesimo giusto. Uno è il chiodo e l'altro il martello.

    Stai trollando, vero? Perché se così non fosse ti pregherei di costruire un guerriero di 20esimo e poi facciamo un paio di test. 


  5. 20 minuti fa, Zaorn ha scritto:

    Sostengo semplicemente che, dopo aver fatto della fatica in più a conoscere il sistema, con un banale atteggiamento costruttivo (che dovrebbe essere alla base di ogni gioco da farsi in compagnia), Pathfinder permetta un maggior numero di possibilità sotto ogni punto di vista, mantenendo comunque un bilanciamento che nel 3,5 non c'era. Perché alla fine puoi fare ogni tipo di personaggio e non rimanere indietro rispetto agli altri.

    A POSTO. 

    Quindi se io voglio giocare un caster ottimizzato, non posso farlo se il resto del gruppo vuole giocare dei mundane simpatici perché sennò li metto in ombra. Mi sembra proprio un gioco bilanciato. 

    • Like 1

  6. 24 minuti fa, Zaorn ha scritto:

    Si, certo, mandando a monte le prerogative del gioco che è collaborativo o per fare nerder bullismo. Così come, citando un argomento di cui sopra, si usa autorità, col consenso del master, per fare un png di supporto, non per giocare una trama che porta ad avere dei seguaci.

    Vez, ma sei serio? Il concetto di sbilanciamento è proprio il fatto che si possa abusare delle opzioni lasciando indietro i personaggi più scarsi. Se per te questo non è una definizione di sbilanciamento, non so cosa dire. Se gli stati uniti vanno a combattere i pigmei coi bastoni, sono loro ad essere scemi, ma ciò non li rende bilanciati coi pigmei. 


  7. Il 1/10/2017 alle 14:52, smite4life ha scritto:

    Ma se discutere con lui di quanto sia bello Dark Souls o Andromeda è il tuo passatempo preferito???? :D Ammettilo!!!

    Vabbè, ma stiamo parlando di Myori, che ti aspettavi?

    Colgo l'occasione per ringraziare per tutto, ma purtroppo per mancanza di tempo non riesco praticamente più a partecipare alla vita della community. Comunque per chi ci sarà ci si vede al prossimo rad1.

    • Like 1

  8. 19 ore fa, smite4life ha scritto:

    Dipende da cosa vuoi farci: se vuoi una forma per picchiare, (Crio)Idra, Troll della Guerra o Firbolg vanno benone. Se hai a disposizione un qualcosa per assumere le capacità soprannaturali (per esempio sei uno psion) allora si apre il mondo dei choker, ma a noi non piace barare vero?

    Parla per te.

    Comunque cave troll (MMIII) per metamorfosi, chronotyryn (FF, o come cavolo si scriveva) per metamorfosi. Sennò anche prendere raggi oculari ed andare con l'overseer (LoM).


  9. Si fanno tutti comunque, anche i TS sui riflessi. Semplicemente essendo svenuto hai 0 di Dex, quindi il modificatore è -5. Conta che i TS non sono "schivate" e basta, comprendono anche un fattore "fortuna" intrinseco al personaggio.

    • Like 1

  10. Il 16/8/2017 alle 15:21, Hero II ha scritto:

    Non voglio essere polemico, ma per me con la frase "copie dell'incantatore" secondo me vogliono dire che assumono l'aspetto dell'incantatore in quel momento, altrimenti si capirebbe la differenza tra il Planetar (che sarebbe l'Erudito) e le X copie che hanno l'aspetto dell'Erudito; in questo modo sarebbe molto semplice per un avversario capire chi è l'Erudito e di conseguenza verrebbe attaccato soltanto lui.

    Online non son riuscito a trovare una risposta, ma sono abbastanza sicuro che sia come dico io, perché staresti replicando un effetto magico anche sui cloni senza motivo. La motivazione  che porti tu non ha nulla a che vedere con come possa funzionare l'interazione tra i due incantesimi.

    Il 16/8/2017 alle 15:21, Hero II ha scritto:

    Voglio solo far notare che per l'umano c'è specificato che al primo livello prende 4 PA extra come "PA bonus", mentre nel talento Bacio della ninfa non fa nessuna precisazione per quanto riguarda il primo livello; quindi si potrebbe pensare che il PA venga quadruplicato.
    Che ne pensate?

    Poi c'è anche una risposta da parte di Richter Sellerin cui anche lui afferma il x4, potete consultare qui.

    Non sono d'accordo con seller (che non motiva la risposta) e a maggior ragione la specifica nell'umano fa intendere che in assenza di qualcosa di esplicito il PE non viene moltiplicato. Nel talento non viene detto niente di simile, quindi credo si possa tranquillamente affermare che il PE extra non viene moltiplicato.

    Il 19/8/2017 alle 15:49, Fitz ha scritto:

    Chiedo scusa per la banalità della mia domanda, ma ormai mi ci sono incastrato il cervello e non riesco a uscirne, quindi chiedo il vostro aiuto!

    Uno zombi o uno scheletro, sono competenti nell'uso delle armature? e se sì di che tipo?

    Cito il manuale sulla descrizione de "tipo non morto":

    - Competente in qualsiasi tipo di armatura (leggera, media o pesante) che venga indicato indossare, e tutti i tipi più leggeri. I non morti che vengono indicati senza aver indosso un'armatura non sono competenti nell'uso delle armature. I non morti sono competenti nell'uso dello scudo se sono competenti nell'uso di un qualsiasi tipo di armatura.

    Sembrerebbe facile, ma per la mia testa bacata non lo è. Lo scheletro del combattente descritto nel MdM usa lo scudo, ne deduco che sia competente nell'uso delle armature (ma questo perché è lo scheletro della classe da png combattente?). Lo zombi popolano invece non ha armatura, quindi non posso far nulla per lui?...e se fosse lo zombi di un combattente?

    Aiuto

    Basta andare a vedere sull'archetipo ed è tutto spiegato

    A skeleton retains all the natural weapons, manufactured weapon attacks, and weapon proficiencies of the base creature, except for attacks that can’t work without flesh. A creature with hands gains one claw attack per hand; the skeleton can strike with each of its claw attacks at its full attack bonus. A skeleton’s base attack bonus is equal to ½ its Hit Dice.


  11. Il 11/8/2017 alle 11:21, Elagorn ha scritto:

    Buongiorno dragoniani.

    Ho un dubbio: cosa succede se un Erudito si trasforma in Planetar e poi usa Body Outside Body?

    Per come è wordato direi che le copie sono copie di te e non della tua forma del momento, quindi apparirebbero n copie dell'erudito.

    Il 12/8/2017 alle 16:40, darkundo ha scritto:

    Ma se hai Nymph's Kiss dal primo lv, moltiplichi anche quel pa per 4?

    No, dice specificamente che guadagni 1 PE bonus per livello, quindi non lo moltiplichi per 4.

    • Thanks 1

  12. 7 ore fa, Hinor Moonsong ha scritto:

    Premettendo che stiamo parlando di 2 classi tier 1, quindi immensamente potenti per definizone, direi che ti sei gia dato la risposta, quando hai fatto il discorso sullo scacciare. Quella capacità di classe, con tutto quello che si porta dietro, è troppo forte.

     

    E quando dici che anche l'archivista può prendere scacciare dall'esorcista, di nuovo, stai dicendo che il chierico è più forte: il chierico lo ha già di suo, e può prendere una marea di CdP che gli danno utili abilità di classe senza perdere nulla...

    Inoltre, un cenobita ha più punti abilità di un archivista, mentre un chierico normale lo supera in BaB, e soprattuto in DV e competenze nelle armature, il che riduce molto la probabilità di morire per un colpo di sfortuna al livello 3...

     

     

    Poi, appunto tu devi giocare quello che ti piace, non quello che è più forte, anche se la questione fosse tra chierico e samurai

    Parte del dicorso che fai è vera, ma mentre un archivista può accedere a scacciare, un chierico non può accedere a dark knowledge ed alla lista espansa dell'archivista (che può accedere di fatto a tutti gli incantesimi del gioco). Il chierico accede a più scacciare (multiple pool), ma l'archivista in una campagna ottimizzata è superiore.

    • Like 1

  13. 2 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

    Dipende cosa intendi con "ufficiali". Se con materiale ufficiale si intende quello creato e pubblicato dalla Wizards of the Coast sotto il marchio D&D 3.X no, non sono ufficiali (a parte le riviste Dungeon e Dragon). Sono però creati sulla base dell'OGL della 3.5, ovvero sono stati creati sulla base di quel regolamento e dunque compatibili con esso.

    C'è da dire che il materiale delle riviste è molto meno "playtestato" di quello dei manuali (che non è comunque perfetto nemmeno quello) quindi non è così strano che un DM decida di non permetterne l'utilizzo

    La serie di manuali di KoK era stata pubblicata col marchio ufficiale, ma lo stato è poi decaduto nel tempo a causa del mancato rinnovo delle licenze (IIRC). Quindi sono "ufficiali", anche se da prendere con le pinze, specie per la particolarità dell'ambientazione.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.