Jump to content

MadLuke

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    2.4k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

MadLuke last won the day on February 22 2020

MadLuke had the most liked content!

Community Reputation

386 Idra

About MadLuke

  • Rank
    Campione
  • Birthday 10/25/1976

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Legnano
  • GdR preferiti
    D&D 3.5
  • Occupazione
    Programmatore
  • Interessi
    Lettura, poesia, nuoto, crossfit
  • Biografia
    Ho cominciato con OD&D a 13 anni, AD&D alle superiori, D&D 3.x dal 2001 in poi, e altro non mi interessa. Da una decina d'anni gioco e mi interessa solo il PbF.

Recent Profile Visitors

9.8k profile views

Single Status Update

See all updates by MadLuke

  1. Nella strada che facciamo ogni mattina per andare alla scuola materna, io e mio figlio passiamo da una stradina che personalmente ho da subito rinominato "cold street" (era settembre allora). Da un lato delle graziose villette a schiera, dall'altro un piccolo terrapieno ricoperto di sterparglie e poi un campo incolto. Piuttosto stretta, ci passano a malapena le auto dei residenti. Ma la sua peculiarità, da cui deriva il soprannome che le ho dato, è qualcosa che per me sfida le leggi della fisica: in quei cinquanta metri o poco più d'asfalto, la temperatura è almeno 2-3 gradi più bassa del resto dell'itinerario (sembrano pochi ma vi assicuro si sentono, soprattutto nei periodi come adesso che nel complesso fa meno freddo). Sempre in ombra la mattina, e poi è umida (saranno le piante, il terreno, che buttano fuori umidità, non lo so). E ogni mattina mentre passiamo gli dico: presto, andiamo via da qui che fa freddo, è "cold street"!

    Ma stamattina sono andato oltre: gli ho accennato a un libro che ho letto una volta...
    - Come si chiamava?
    - Si chiamava "I draghi dell'alba di primavera": in questo libro si racconta di una città, Palanthas, con il mare, dove faceva sempre caldo ma c'era una strada che portava alla torre di un mago, un mago cattivissimo, e in quella strada faceva sempre freddo.
    - Perché faceva sempre freddo?
    - Perché il mago aveva scagliato una maledizione...

    Queste dialogo di poche righe, in realtà è durato qualche minuto, poi siamo arrivati a destinazione, ma tanto mi è bastato a dargli un altro assaggio di fantasy... E così che conto di traviarlo. :-)

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.