Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sulle Sottoclassi Phantom, Genie e Order of the Scribes

Articolo della Wizards of the Coast - 3 Giugno 2020
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
L'ultima volta, Arcani Rivelati ha presentato le versioni rivisitate del Redivivo (Revived), Genio Nobile (Noble Genie) e Archivista (Archivist), ovvero lo Spettro (Phantom), il Genio (Genie) e l'Ordine degli Scribi (Order of Scribes). Ora che avete avuto il tempo di leggere e valutare queste opzioni, siamo pronti per conoscere la vostra opinione su di esse nel seguente sondaggio. Questo sondaggio rimarrà aperto per circa due settimane.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi rivisitate - phantom, genie e order of the scribes
sondaggio sulle sottoclassi phantom, genie e order of the scribes
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/survey-subclasses-revisted
Read more...

Theros è diventato legale per il DMs Guild

A partire dal 2 Giugno la WotC ha reso disponibile la versione digitale del nuovo supplemento per D&D 5e Mythic Odysseys of Theros - di cui vi abbiamo parlato più approfonditamente qui, qui e qui - sui servizi online quali D&D Beyond, Roll20 e Fantasy Grounds (vi ricordiamo, però, che la versione cartacea del manuale uscirà il 21 Luglio 2020 a causa del coronavirus). In occasione dell'uscita digitale, dunque, la WotC ha deciso di aggiungere Theros alle ambientazioni considerate legali sul Dms Guild: questo significa che, da ora in poi, potrete acquistare o pubblicare materiale collegato a Theros sullo store ufficiale della Wizards.
Sul DMs Guild sono già presenti diversi materiali collegati a questa nuova ambientazione basata sul tema dell'Antica Grecia, come Mask of Theros (un'avventura per PG di livello 1-11) e The Gray Merchant of Asphodel (supplemento che raccoglie più di 100 oggetti magici legati a Theros e numerosi spunti d'avventura), oppure materiali che riutilizzano alcune nuove meccaniche introdotte per la prima volta in Mythic Odysseys of Theros, come Mythic Encounters (supplemento che riutilizza la regola degli Incontri Mitici di Theros per rendere Mitici numerosi mostri tipici dei Forgotten Realms, oltre a fornire alcune nuove opzioni per i PG).
Qui di seguito potete trovare tutto il materiale su Theros pubblicato fin ora (tenete presente che nuovo materiale verrà ovviamente aggiunto nel tempo):
https://www.dmsguild.com/browse.php?filters=45469_0_0_0_45937_0_0_0
Se, invece, siete voi stessi appassionati di game design, vi dilettate nella creazione di regole, avventure o altro materiale di supporto al gioco e avete il desiderio di pubblicare materiale basato su Theros per D&D 5e in modo da poterlo vendere ad altri, ora potrete farlo sul DMs Guild (ma solo sul DMs Guild, l'unico Store dove è possibile vendere materiale basato sulle proprietà intellettuali della WotC).
Prima di pubblicare materiale sul DMs Guild, comunque, è importante leggere tutte le informazioni ufficiali sul DMs Guild e sulle regole per il suo utilizzo, in modo da non rischiare d'incorrere in problemi di tipo legale.
Read more...

Le uscite per PF2 del resto dell'anno

Articolo di Morrus del 02 Giugno
Alla loro annuale convention (tenutasi quest'anno in versione online) dello scorso weekend, la Paizo ha rivelato alcune informazioni sulle prossime uscite di Pathfinder 2E!
Tra le altre cose, hanno annunciato The Abomination Vaults, la prima parte di una campagna in tre atti, seguita da Fists of the Ruby Phoenix (che tratta di un torneo di arti marziali e magia tenuto ogni 10 anni), anch'essa in tre parti.
Dopo il rilascio del Bestiary 2 ecco il Bestiary 3, annunciato per Marzo 2021! E la Lost Omens Ancestry Guide ha un sacco di nuove opzioni per i personaggi, sia per le ascendenze già esistenti sia per quelle nuove che troverete all'interno del supplemento.

L'illustrazione di Wayne Reynolds per la copertina della Advanced Player's Guide:

Il contenuto del Beginner Box in uscita a Novembre:

Link all'articolo Originale: https://www.enworld.org/threads/heres-whats-coming-for-pathfinder-over-the-coming-year.672478/
Read more...

Un nuovo trailer per Baldur's Gate III

Articolo di J.R. Zambrano del 30 Maggio
I Larian Studios, sviluppatori del franchise di Divinity Sin, ma soprattutto per quello che riguarda le novità di oggi, gli sviluppatori dell'imminente Baldur’s Gate III, hanno rilasciato un nuovo "video promozionale" per il loro prossimo gioco. Il nuovo trailer ci mostra molti contenuti nonostante duri solo per un breve lasso di tempo. Potete guardarlo qui sotto e poi unirvi a noi per dare uno sguardo più attento.
 
Nel trailer potete vedere alcuni esempi del mondo interattivo che i creatori della Larian hanno imbastito. Vediamo un arciere che prende la mira con attenzione e spara verso una folla di nemici, solo per poi rovesciare una statua dal suo piedistallo e farla cadere sopra i nemici in modo da infiggere un danno enorme.

E i fan degli elfi alati hanno sicuramente qualcosa per cui guardare al futuro con ottimismo ed interesse. C'è un'anteprima di uno di essi verso la fine del video promozionale.

Questo è solo un breve assaggio del tutto, anche se dovrete aspettare il 06 giugno per la prossima grande rivelazione... ma arriverà presto, quindi ritornate a controllare le novità.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/05/dd-check-out-baldurs-gate-iiis-new-trailer.html
Read more...

Cosa possiamo imparare da Aang e She-Ra

Articolo di Maeghan Colleran del 21 Maggio
E' stata una settima fantastica per gli appassionati di animazione: Netflix ha fatto uscire in prima visione la stagione finale di She-Ra e le Principesse Guerriere e ha reso disponibili tutti e tre i libri (ovvero stagioni) di Avatar: La Leggenda di Aang. Entrambi questi show sono stati molto popolari e acclamati dal pubblico, generando moltissime discussioni nei social media che hanno riempito le mie pagine per giorni, ma non posso biasimarli per il loro entusiasmo. Ho aspettato con il fiato sospeso che un mio amico finisse She-Ra per discuterne assieme e Avatar è stato considerato un capolavoro in fatto di storytelling sin dall'uscita del suo finale nel 2008.
Ma che cosa ci possono offrire queste serie oltre a ore di ottimo intrattenimento? Sia She-Ra che Avatar: La Leggenda di Aang sono per molti versi delle perfette guide per capire come raccontare delle storie pregnanti e significative con un gruppo... oppure per viverne voi stessi una. Diamo un'occhiata a quelle lezioni che reputo più importanti tra le numerose presentate e che provo a porvi come obiettivo nelle mie giocate.

Lezione 1: Integrate il Background dei Personaggi con la Trama di Fondo
In questo caso consideriamo i tre/quattro personaggi principali di queste serie come PG e il resto del cast come PNG.
I personaggi principali sono stati creati e portati in vita da persone che hanno inventato dei background sfaccettati, delle storie, degli obiettivi e dei difetti. Una delle cose più soddisfacenti che può succedere da giocatore, dopo aver speso tempo su un personaggio e aver dato al vostro DM qualche paragrafo di storia e descrizione, è vedere il passato del proprio PG integrato nella campagna, portato ad una risoluzione o in qualche modo collegato con la trama. Non è necessario, ovviamente. Un DM potrebbe semplicemente raccontare la sua storia e lasciare che i personaggi trovino il loro posto al suo interno: è un metodo altrettanto valido.
Ma se volete che i vostri giocatori amino la vostra avventura trovate dei modi per mettere al centro della vostra storia la loro identità e ciò che sapete sui loro personaggi. Mano a mano che si sviluppa la trama di Avatar, Katara si deve confrontare con la sua discendenza e con la sua storia nella Tribù dell'Acqua del Nord, sia quando ha difficoltà ad addestrarsi come dominatrice dell'acqua, sia quando affronta i traumi legati alla morte dei suoi genitori. Queste parti della sua personalità, il passato tragico e la sua ambizione, diventano una parte fondamentale dello sviluppo del personaggio e giocano un ruolo importante all'interno della trama principale. Nello schema di un'intera campagna, questi brevi momenti di introspezione e crescita richiederanno qualche sessione dedicata e inserita tramite agganci di trama gestiti dal DM, ma il risultato verrà certamente gradito dai giocatori.

Lezione 2: Inserire la Diversità Nelle Vostre Partire Non Deve Essere Sbandierato
Avatar e She-Ra hanno un cast incredibilmente vario, che incorpora una moltitudine di razze e culture, così come personaggi LGBT. Tutti questi personaggi sono inseriti nella serie in modo che la loro identità non sia mai un peso per gli altri personaggi o che non sembri una forzatura di trama. Esistono in questi mondi fantastici semplicemente perché esistono nel mondo reale e, di conseguenza, possono esistere anche nelle vostre campagne.
Il trucco, in questo caso, è che non c'è un trucco. Se un personaggio ha una caratteristica che lo definisce descrivetela, se ne ha un'altra significativa nominatela. Teo in Avatar è affetto da una disabilità fisica e, sebbene ci venga descritta la sua storia e questa sia riconosciuta da tutti, viene considerato dagli altri personaggi e dagli spettatori soprattutto per le invenzioni di famiglia e per la sua abilità nel pilotare il suo deltaplano. In She-Ra, Double Trouble usa esclusivamente dei pronomi neutri per riferirsi a sé stesso e non solo questo fatto non viene mai menzionato, ma gli altri personaggi si adattano di conseguenza senza battere ciglio. La parte più complessa per farlo nella maniera corretta è capire che non deve essere qualcosa di "pesante".

Lezione 3: E' Divertente?
Siamo onesti: è impossibile che Sokka riesca a viaggiare con tre dominatori armato solo di un boomerang e un buon senso dell'umorismo. Fortunatamente il mondo dell'animazione, così come i GdR, non deve avere i piedi ben saldi nella realtà. La cosa più importante da chiedersi prima di mettere in campo delle dinamiche di gruppo particolari o delle classi poco efficienti è "Sarà divertente?" La dominazione del sangue e del metallo sembrano delle strane abilità fuori dai canoni che i giocatori hanno ottenuto combinando le capacità principali dei propri personaggi con una spiegazione convincente, mentre She-Ra ci presenta una combinazione a dir poco non ortodossa: Warlock/Paladini/Alieni. Eppure queste cose funzionano e, soprattutto, sono divertenti.
Ho incontrato pochi DM che non fossero disposti ad accettare le varie proposte dei giocatori (almeno fino a che non rompevano il gioco), ma penso che ognuno di noi possa nominarne almeno uno. Il dire di sì ai propri giocatori e lavorare con loro per sviluppare le loro decisioni al posto di metterle da parte è ciò che differenzia un DM discreto e una giocata divertente dai DM e dalle giocate migliori.

Lezione 4: Mettete Della Comicità Nelle Scene Serie e Viceversa
Mentre sto scrivendo questo pezzo sto guardando la scena di Avatar dove Aang vede, per la prima volta dall'inizio del suo sonno criogenico, il tempio dell'aria, trovandolo completamente vuoto. E' una parte indubbiamente pesante per la storia, che lascia i personaggi con delle cicatrici nell'animo, ma l'episodio era divertente fino a cinque minuti prima e sono sicura che sentiremo una nuova battuta nel giro di qualche minuto. Molte scene di She-Ra vengono spese con L'Orda e, sebbene siano gli antagonisti della storia, molti di loro sono anche delle persone gentili e gradevoli, che amano farsi degli amici e divertirsi spensieratamente. Il DM potrebbe spendere un paio di minuti per descrivere una scena dedicata ad un PNG e il suo rapporto con i nemici e comunque regalare un momento di divertimento al gruppo.
Le scene serie nei giochi di ruolo da tavolo sono impagabili, sono spesso quelle centrali per la trama e tutti sanno che una storia senza conseguenze, situazioni pressanti o senza pericoli per i giocatori è noiosa. Ma poche persone sono in grado di giocare rimanendo seri tutto il tempo senza che per loro il gioco finisca col diventare una sorta di triste lavoro. Capire quando scherzare, quando essere seri e quando inserire del divertimento nella serietà è una abilità degna di essere affinata e perfezionata.
Avete finito She-Ra? State riguardando Avatar su Netflix? Quali aspetti delle loro storie pensate che siano migliori per aiutare i DM e le storie cooperative, come i GdR? Fatecelo sapere nei commenti!
Buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/05/what-avatar-the-last-airbender-and-she-ra-can-teach-you-about-gming-rpgs-and-cooperative-storytelling.html
Read more...

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 09/16/2019 in all areas

  1. 5 points
    Dubito fortemente avrà lo stesso successo della prima edizione, non dico sarà un Fail come la quarta edizione di D&D ma sarà relegato ai tavoli da gioco di pochi appassionati. Il primo Pathfinder si trovò al posto giusto nel momento giusto, quando la WOC smise di rilasciare moduli per la 3.5 e rilasciò la quarta edizione, un sistema che non piacque praticamente a nessuno, quindi tutti si buttarono su Pathfinder che migliorò le meccaniche della 3.5 Ora col fatto che la Quinta Edizione di D&D è giocabile praticamente da tutti grazie alla sua semplicità dubito che i giocatori, e soprattutto i DM, vorranno passare da un sistema semplice ad uno così complesso, così come dubito che verrà preferito nell'acquisto rispetto a D&D da parte di nuovi giocatori, sempre a causa della sua complessità ma anche a causa del fatto che grazie a serie tv e youtubers giocare a Dungeons&Dragons è diventata una moda. Se questa moda sia una cosa positiva o negativa non so dirlo.
  2. 4 points
  3. 3 points
    Attenzione, che hai frainteso enormemente la situazione. La recensione non è stata scritta da noi dello Staff di Dragon's Lair, ma da un membro dello Staff di EN World, uno dei siti più noti e importanti al mondo riguardo le notizie sui Gdr. Noi l'abbiamo semplicemente tradotta e riportata qui. In genere, non avendo spesso noi l'opportunità di provare in prima mano tutti i manuali che escono, tendiamo ad affidarci alle recensioni di siti affidabili come EN World, in genere oggettivi e validi. Puoi trovare in link all'articolo originale in fondo al nostro articolo, nel riquadro grigio. Per comodità te lo riporto qui di seguito: https://www.enworld.org/threads/its-finally-here-the-pathfinder-2e-review.666526/ Non è vero che tutte le recensioni che abbiamo pubblicato su D&D 5e sono positive. Le recensioni su alcune avventure per D&D 5e, ad esempio, se non ricordo male in particolare alcune delle prime, non sono particolarmente positive. Non cerchiamo le recensioni in base a ciò che pensiamo di un gioco, ma in base all'affidabilità del recensore. A noi dello Staff di Dragon's Lair non interessa difendere o attaccare particolare giochi. Se i membri dello staff esprimono giudizi personali, lo fanno sul forum e mai negli articoli (a meno che non sia specificato nell'articolo stesso; ad esempio, chiarisco sempre quando faccio congetture personali su quello che potrebbe significare un indizio riguardante un manuale in arrivo). Riguardo alla mia opinione personale - che è mia e non rappresenta Dragon's Lair - ritengo che PF 2 sia un gioco un po' troppo complesso per i miei gusti, ma non per questo è mio obbiettivo criticarlo e demolirlo a ogni costo. Se devo esprimere un giudizio personale, tuttavia, non posso evitare di dire quella che è la mia opinione: è troppo complesso per i miei gusti. Come scritto più avanti, però, il mio precedente post mirava più che altro a sintetizzare la recensione, che a esprimere la mia opinione. E' possibile, comunque, che io abbia usato termini ed espressioni sbagliati. Ricordo, comunque, che è la recensione a fare fede per la recensione. Se vuoi conoscere l'opinione del recensore, leggi la recensione, non il mio post. E sei sempre libero di non essere d'accordo con una recensione. Capita spesso anche a molti altri, me compreso. Se negli articoli non riusciamo a dare lo stesso supporto a PF2 rispetto a D&D 5e, non è per preferenza personale dello Staff ma per difficoltà logistiche. Noi siamo meno numerosi di quello che potrebbe sembrare e non riusciamo a seguire sempre bene le centinaia di news che escono ogni giorno sui singoli prodotti, ora che con internet si possono rilasciare mini-notizie ogni 3 secondi. Io, ad esempio, riesco a seguire più nel dettaglio le News su D&D 5e, ma non sono in grado di fare altrettanto per PF2. Cerchiamo, comunque, di pubblicare come minimo le news più importanti. Il post che ho scritto più su in questo topic è una semplice sintesi (del tutto personale) del contenuto della recensione, scritta - come già detto - da un utente di un sito diverso dal nostro. La recensione, comunque, non è per nulla negativa nei riguardi di Pathfinder 2, se la leggi bene (e l'ho anche evidenziato nel mio post di sintesi quando ho scritto "Il risultato finale, comunque, è positivo"). Il recensore, infatti, giudica PF2 un buon prodotto, capace di arricchire il panorama dei Gdr attualmente pubblicati. Quella pubblicata, tuttavia, è una recensione e, in quanto tale, il suo scopo è mettere in evidenza pro e contro del prodotto analizzato. E il lato negativo di PF 2, a quanto pare, è la sua eccessiva complessità, là dove magari si sarebbe potuto semplificare di più. L'espressione "delirio allucinante", tuttavia, è mia e, se proprio la si vuole leggere come un giudizio personale, rispecchia la mia opinione e non quella del sito Dragon's Lair. In questo caso avrei dovuto, in effetti, scegliere un'espressione più neutrale e meno interpretabile come polemica. Come ho spiegato più sopra, comunque, a differenza che negli articoli, è sul forum che noi dello Staff esprimiamo anche le nostre opinioni personali, come voi utenti. Tranne nel caso in cui noi dello Staff interveniamo direttamente nel ruolo di Moderatori o ufficialmente con il ruolo di Staff, dunque, prendi i nostri post nel forum come le nostre posizioni personali e non come interventi che rispecchiano la posizione ufficiale di Dragon's Lair.
  4. 2 points
    Io vi dico che siccome siete dei mercenari potete essere di qualunque razza e lavorate insieme per convenienza , perchè siete amici , o per qualunque motivo vi venga in mente .
  5. 2 points
    Recensione terrificante, non ho capito nulla del gioco vero e proprio 😄
  6. 1 point
    ecco sì, mi sembra un giusto compromesso. In vita ma almeno rallentato. Comunque prima mi deve delle risposte...
  7. 1 point
    Mah, considerando che l'unico fine di d&d è il divertimento di tutti, tutto sta nelle motivazioni e in come la pensano tutti quanti, secondo me. La cosa riduce il divertimento a qualcuno? Rischia di diventare una cosa che chiedono tutti o è solo un modo per accontentare un giocatore magari poco soddisfatto o annoiato dal suo personaggio? A seconda di queste cose deciderei.
  8. 1 point
    Come da contratto faccio un ultimissimo appello per un revival xD Taggo ognuno dei partecipanti. Se non ricevo l’ok in settimana manderò anche un MP (anche se credo non cambi molto). @L_Oscuro @Laurence @Zellos @NinjaCow @Menog Nella peggiore delle ipotesi probabilmente aprirò un nuovo PbF più in là. Non so quando esattamente, ma pensavo a qualcosa di horror in stile Lovecraft. Più d’atmosfera che investigativo. Credo che un investigativo puro richieda un gruppo più collaudato, che non sia il massimo per cominciare. Chi è interessato può “prenotarsi” già adesso. Come al solito è richiesta assiduità e partecipazione.
  9. 1 point
    Effettivamente non è che sia proprio la miglior razza per quella classe, tuttavia come preferite, sentiamo un po' anche voignar. In ogni caso proporrei di rimanere per lo meno in linea con gli allineamenti, e con un "qualcosa" che effettivamente unisce già da qualche tempo i pg. Che ne dite?
  10. 1 point
    Ci sono eccezioni per esempio l'inquisitore di cui si soddisfano i requisiti già al 3° livello da chierico o il maestro del sudario per il qualche è sufficiente un multiclasse di due classi base con TS volontà alta (es. chierico2/monaco1)
  11. 1 point
    Aladar Mezil Sospiro di sollievo, quando posso lasciare la maniglia del portone. Dopo essermi dato una rapido occhiata attorno, tiro fuori una torcia dallo zaino, e mi avvicino a Kulla. "Scusa, posso accendere?" le chiedo avvicinando la mia torcia alla sua, che è già accesa. Quando anche la mia torcia è accesa, mi avvicino alla statua al centro della stanza; la guardo attentamente, girandole attorno per esaminarla da tutti i lati. "Chissà chi diamine era?" @Percio @tutti
  12. 1 point
    Vai diretto al puttantour 😉
  13. 1 point
  14. 1 point
    Fra'Baracco da Pietrarcigna Nè scudo né maschera mi dicono niente... Come se il contatto con il loro potere... Sempre che ve ne sia, cercasse di eludermi... Non ti sono di aiuto stavolta, buon Fildesmido... Restituisco lo scudo al guerriero... Non impugnerei però uno scudo con quel simbolo... Mi rivolgo al gruppo... Che facciamo adesso? Via a rivendere il bottino... O esploriamo l'altro corridoio? Io sarei pure per andarmene... Questo è il tesoro di Agatru... Per me è più che sufficiente... Grak, la tua è un'ottima lama! Vedrò di farne buon uso! Grazie! Batto una mano sulla spalla del nano... Alla prima taverna utile, sarai mio ospite!
  15. 1 point
    Custode "Se ha già intenzione di passare dalla Brown University, chieda sicuramente del professor Mathew Wheatly, è un mio caro amico nonchè una delle persone che potrebbero essere state contattate da Blane, in quanto anch'egli piuttosto noto in città come appassionato di occulto." Quincey fa una lunga pausa, intento a richiamare qualcosa alla mente, poi scuote la testa "Ci sono diversi altri collezionisti ed appassionati qui in città, oltre ad alcune notevoli librerie, le stilerò un elenco nei prossimi giorni... Ecco, una buona idea potrebbe essere partire da "Clark Rare Books" in Manning Street, non è lontana da qui, faccia pure il mio nome al proprietario."
  16. 1 point
    La questione era dibattuta qui e credo che la risposta sia che non si possono usare se non sono nella propria lista.
  17. 1 point
  18. 1 point
    DM @check CERCARE di Don @check di VALESH passivo con aiuto di Don EDIT: l'altare non è altro che ciò che sembra: due pietre, una poggiata sull'altra. Certo, molto particolari ma sono solo pietre senza alcun scomparto segreto
  19. 1 point
    proseguite nel vostro tread.
  20. 1 point
    Così, al volo... Altà letalità Enfasi sul problem solving creativo Mancanza di un bilanciamento forzato degli incontri Assenza di una trama prefissata Mondo aperto Ampio uso di tabelle per la generazione casuale di eventi ed elementi del mondo di gioco Sistema di ricompensa che spinge all'esplorazione
  21. 1 point
    Dire che LotFP rappresenti il lato più originale dell'Old School è fuorviante. Semmai rappresenta il lato più originale dell'OSR (peraltro, sono in totale disaccordo con questa affermazione, ma vabbeh, sono punti di vista). Non facciamo confusione. Old School e OSR sono entrambe delle etichette, però indicano due cose precise, distinte e separate. Non sono termini sovrapponibili. L'Old School è un modo di giocare. Taluni regolamenti supportano apertamente questo stile di gioco (come la prima edizione di AD&D, che nasce old school e lo rimane certamente almeno fino a un certo punto della sua storia editoriale), altri lo supportano meno, altri per niente. L'OSR è il movimento che ha riportato in auge quello stile, in gran parte grazie all'OGL (che ha permesso il fiorire di una pletora di prodotti).
  22. 1 point
    Salve a tutti, grazie per l'invito, al più presto vedrò di fare la scheda
  23. 1 point
    Aubentag 25 Pflugzeit 2512 i.c. - Tardo pomeriggio. [Sereno] "Va bene" disse la giovane Eike "ci rivedremo alla barca allora. Buona fortuna e che Shallya nella sua pietà vi protegga". Detto questo si allontanò di corsa Non fu difficile per Wilhelm e Olf spostare l'asse di legno mostrando quello che fu chiaro essere l'ingresso di un'antica miniera. Il soffitto era sorretto da assi ormai marce mentre lungo il passaggio che si estendeva davanti ai compagni vi era un carrello che scivolava lungo rudimentali rotaie, secondo la tecnica che di diceva usasse l'antico popolo dei nani per muovere carichi velocemente nel sottosuolo. Il carrello stesso pareva fortemente arrugginito. Tutto era nell'oscurità e un forte odore di animali usciva dal passaggio: una decina di metri più avanti si intravvedeva un incrocio. In giro non vi era nessuno. @all
  24. 1 point
    Theo Dezgrazos Proporrei di iniziare a girare nei "loro" quartieri. Non si faranno vedere in giro, ma quello è il luogo più probabile dove sentire delle voci. Rispondo a Morrigan, aggiungendo poi pensoso Potremmo anche cercare di attirare l'attenzione, così da farlo uscire allo scoperto e rivelare le nostre identità. Un azzardo, ma sono certo che sarebbe efficace.
  25. 1 point
    Sistemati i resti dei morti e congedati dai chierici vi allontanate sotto lo sguardo indagatore di Athena. Non molto tempo dopo vi ritrovate alla locanda di Ukyo.
  26. 1 point
    Dan Jansen Questo posto sembra essere uscito da un incubo. Nessun libro sulla cavalleria spiega come trattare con statue incappucciate morti che camminano e puzza di putrefazione...fossimo davanti ad un drago che tiene prigioniera una giovane pulzella sulla sommità di un vulcano o di mulini a vento mutati grignanti e sbavanti allora si che sarei di grande aiuto...nessun mulino mutante la fa ad un Jansen...son un professionista ”Cugino Valesh considerato quello che è successo l ultima volta che il mastro nano ha benedetto una zona io quasi quasi prefeirisco i ghast...” dico con tono incerto
  27. 1 point
    Suavellius Dopo tutte le trappole ed i non morti che abbiamo affrontato, mi aspetto come minimo che Agartu stesso esca dalla tomba per venirci addosso assieme al suo esercito di concubine non morte ma...colpo di scena! Sgrano gli occhi dalla sorpresa quando vedo che Agartu rimane bello stecchito ma sopratutto quando vedo tutto quel ben di Dio (della Luce) nella tomba. Ohohohoho! esclamo riponendo la spada nel fodero, con la lanterna illumino per bene il sarcofago Puoi dirlo forte caro Fra'Bacco! Sembra che sia un morto con la emme maiuscola! E..quanta bella roba aveva con se il caro amico! Sono sicuro che lui stesso preferirebbe che la prendiamo noi piuttosto che lasciarla qui...in fondo ci siamo dimostrati...ehm...degni! Sto già per allungare le mani ma l'avvertimento di Fra'Bacco sul medaglione è lecito Hai ragione, meglio andarci cauti. Vediamo se ha qualche maledizione con se o qualcosa del genere....oltre a cercare di capire quanto vale ovviamente ehm. Quindi provo a prendere il medaglione, senza indossarlo cerco di capire se ha qualche potenziale magico.
  28. 1 point
    Fra'Baracco da Pietrarcigna Scambio uno sguardo con Grak e annuisco... Guardo gli altri... Al mio tre... Uno... Due... Tre... Spingo il coperchio del sarcofago che cade con un tonfo sonoro... Siamo pronti, i nervi tesi... Quello che esce d'improvviso dal sarcofago... È polvere... Solo e soltanto polvere... Mi scuoto... Poi ridacchio imbarazzato... Eh eh eh... Ehm... Sembra che il buon Agatru... Sempre che sia lui... Stia davvero riposando in pace... Dubito quindi che abbia bisogno di questi gingilli... Recuperato il mio portamento, comincio ad arraffare le monete antiche... Queste ce le pagheranno un mucchio di fiorini... Vero mastro Grak? Che ne dici? Verrà fuori un bel gruzzoletto per ognuno di noi!? ... Ah... Il medaglione con gli occhi... Guardo Suavelius... Inutile dire che il medaglione col simbolo degli occhi insanguinati sia pericoloso... Insomma... È inciso sul coperchio di questo sarcofago... Non vorrei succedesse qualcosa di nefasto...
  29. 1 point
    Mmmmh Hai descritto il funzionamento di una runestaff, non faresti prima a fargliene teovare una? Praticamente una runestaff è un deposito di incantesimi per lo stregone, se non ricordo male può contenere da 2 a 5 incantesimi utilizzabili ognuno da 1 a 3 volte al giorno. Dovrebbero (se vogliamo stare al 100% alle regole) avere un collegamento tra di loro. Per esempio una runestaff dello spostamento potrebbe avere teletrasporto 2xgg, porta dimensionale 3xgg, volare 3xgg. Gli usi di questo bastone attingono agli slot disponibili dello stregone, quindi se il proprietario non ha più slot di 5' non potrà usare teletrasporto anche se oggi non ha ancora usato la runestaff. Nulla ti vieta (da master) di creare un libro che abbia lo stesso funzionamento, ma se vai oltre a 5 incantesimi utilizzabili in questo modo (poi dipende dal livello) stai dando un oggetto che da manuale potrebbe costare marecchie decine di migliaia di MO Il costo di una runestaff è calcolati in questo modo: Lvl incantesimo più potente moltiplicato per se stesso e poi per 400+ livello di ogni altro incantesimo moltiplicato per se stesso e poi per 200. Se gli utilizzi giornalieri sono 3xgg usi quella formula, altrimenti riduci di 100 il moltiplicatore per ogni utilizzo in meno. La verga che ho usato come esempio sopra contiene teletrasporto (5'lvl) 2xgg, volare (3'lvl) 3xgg e porta dimensionale (4'lvl) 3xgg Quindi costerebbe: (5×5)×(400-100(è 2xgg non 3))+(4×4)×200+(3×3)×200 Questo oggetto è descritto nel magic item compendium, viene spiegato chiaramente come crearne uno e che costo dovrebbe avere Completo: comunque, riferendomi alla prima frase del tuo ultimo messaggio, se non c'è scritto sul manuale non significa che in automatico sia possibile per uno stregone usare un libro da mago,. Lo stregone non può lanciare dal libro, poi se tu vuoi farlo fare sei liberissimo di farlo, ma le regole non lo prevedono, ergo non potrebbe farlo.
  30. 1 point
    Tayyip Wurrzag Arkail e Scania Guurgak Argor
  31. 1 point
    Io personalmente trovo assurdo multiclassare nella Quinta, soprattutto adesso che i lanciatori di incantesimi non devono più sedersi con i pop corn in mano dopo aver finito gli slot. Senza contare i poteri che si prendono ai livelli alti del gioco. In più ci sono un sacco di sottoclassi che sono praticamente dei multiclasse, come il Mistificatore Arcano e il Cavaliere Mistico, o anche classi come il Paladino e il Ranger Volendo. Senza considerare che non c'è scritto da nessuna parte che le classi non marziali non possano successivamente imparare ad usare armi ed armature migliori, anzi c'è scritto proprio che è possibile farlo tra un'avventura e l'altra spendendo un po' di tempo e denaro.
  32. 1 point
    Jordie Glitterdust - gnomo mago @Avventurieri
  33. 1 point
    Soldati Avventurieri
  34. 1 point
    Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Tarda mattina [Sereno] La preghiera di Goldmoon fu esaudita e le ferite di Gilthanas furono sanate interamente. Il giovane principe guardò con un misto di stupore, ammirazione e paura la sacerdotessa, quindi disse solo "grazie" "Va bene" poi riprese "Partiremo appena dopo desiare. Darò ordine che si affrettino a consegnarvi le armi. E io vi farò da guida venendo con voi subito. Quanto agli incanti, chiederò a mio padre, ma temo di non potervi accontentare." Gli elfi subito si misero all'opera e consegnarono ai compagni le loro armi affilate e sistemate, insieme a quelle che avevano chiesto e al cibo per il viaggio. Venne inoltre portato un pranzo leggero ma sostanzioso a base di zuppe di cereali, patate e funghi. Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Primo Pomeriggio [Sereno] Finalmente tutti erano pronti alla partenza e i compagni raggiunsero Gilthanas che insieme a Porthios e altri elfi li attendevano alle porte della città "Eccovi" disse Porthios "a nome di mio padre e del Consiglio, vi auguro una buona sorte, che porti vittoria a tutti noi. Insieme. E che i Veri Dei, di cui portate il simbolo, possano aiutarvi" Fu allora che Elistan si avvicinò a Goldmoon "Se vorrete io verrò con voi." disse quello che stava divenendo un iniziato di Paladine "altrimenti, ti chiedo di lasciarmi i dischi, così che possa continuare la mia istruzione" @all
  35. 1 point
    Cambia, se la regola è opzionale per scelta di game design. Poi, ripeto, si può "houseruolare" qualsiasi cosa, ma non è questo il punto. Assolutamente d'accordo. Qui temo di non riuscire a seguirti.
  36. 1 point
    Edwarf Salsiccia e fagioli Torgal! E' la specialità di casa alla Trinità. Vedrete che concerto stanotte ehehehe... Tenendolo per le briglie guido il pony ed il resto del gruppo verso la locanda di Bud. Tipo simpatico il proprietario, ma comportatevi bene, perché altrimenti... beh altrimenti si arrabbia.
  37. 1 point
    John Constantine Dopo aver ascoltato attentamente le informazioni propinate da Franklin, ed annotati i passaggi importanti sul mio taccuino, tendo la mano per prendere lo schizzo. Osservo il disegno poi asserisco: "Ottimo lavoro! coltivi questa passione ha un bello stile". Un sorso di sherry deterge la mia gola fumosa... "Certo , accetto il suo caso." ed una stretta della mia mano trova conferma dell'accordo, nella sua. "Stavo pensando che visto che il libro ha legami con le culture scomparse e misteriose, qualche informazione utile la si potrebbe anche raccogliere al Dip. di Archeologia... Cortesemente mi fornisca anche l'elenco dei rivenditori di libri antichi. Piu' informazioni si avranno piu' chiaro sara' l'intendo del nostro amico. E visto che passero' dall'Universita' non mi sara' difficile accertarsi, dalla segreteria, se il nome dello studente e' vero o falso. Questi tipi di ragazzi, tante volte cosi' geniali, cedono nella passione delle sciarade; per cui le sue generalita' potrebbero trovarsi come anagramma, o altre diavolerie, nell'elenco universitario. In ogni modo abbiamo abbastanza elementi per poter iniziare...". Ravvivo la brace dell'avana affondando il capo nella comoda poltrona... libero le nuvole di fumo dalla mia bocca.
  38. 1 point
    Tra l'altro, quella regola è opzionale. Mentre non è opzionale la punizione per un cambio volontario di allineamento...
  39. 1 point
    A meno che il pranzo non sia narrativamente rilevante io skipperei la scena andando direttamente al puttantour... Ehm... Volevo dire... Alle indagini serali 😂
  40. 1 point
    Oppure, qualcuno sceglie beatamente di usare semplicemente ciò che gli piace di più.
  41. 1 point
    Secondo me le conoscenze/abilità fondamentali per il GM sono di tre tipi. Regole generali Come assegnare una difficoltà, risolvere una prova, costruire un incontro (s)bilanciato, far funzionare i round, eccetera. Personalmente non conosco le capacità dei PG: mi limito a por loro davanti delle sfide, che poi sta ai giocatori superare usando le capacità dei loro avatar. Metto un burrone e i PG ci volano sopra? Buon per loro, questa sfida è stata facile, la prossima magari sarà più difficile. Unica eccezione, come dicevo sopra, gli incontri di combattimento, di cui credo bisogni saper valutare la difficoltà. Naturalmente per giocare così è fondamentale (ma lo è in ogni caso) non frustrare i giocatori: se hanno una buona idea, falla funzionare. Gestione del tavolo Con cui si intende il lato umano della faccenda. In due parole: parla con i giocatori, trattali da pari e cerca di capire cosa vogliono o cosa no. Sii chiaro su cosa propone la tua campagna e assicurati che ai giocatori piaccia. Nel dubbio, meglio spezzare l'immersione per discutere una situazione o rovinare una sorpresa per assicurarsi che certi risvolti piacciano, piuttosto che creare una brutta giocata o atmosfera a causa di quella che, di solito, è mania del controllo. Creatività e narrazione Avere o saper trovare delle buone idee è fondamentale. Che può anche voler dire saper riconoscere una buona avventura prefatta, o subappaltare ai giocatori la creazione di spunti per avventure, non per forza essere dei geni letterari (anzi, le smanie da romanziere / teatrante è meglio evitarle). Fondamentale è anche la capacità di mettere in pratica le suddette idee, ovvero descrivere in maniera chiara e interessante. Questa credo sia una cosa che si impara con la pratica, e per cui è importante saper negoziare e compromettere, ad esempio ricorrendo a immagini o scarabocchi quando sarebbe più efficace.
  42. 1 point
  43. 1 point
    Puoi farmi un esempio pratico di come, in una specifica situazione, interpreteresti un PNG maschio e un PNG femmina? Perché fatico a trovare un evento X a cui una persona dovrebbe reagire in modo diverso univocamente in base al sesso (ad eccezione del parto, in cui un png maschio reagirebbe in modo piuttosto sorpreso, in quanto maschio).
  44. 1 point
    @Aximus Cito anche te perchè sei quello che ha posto la domanda iniziale. Qui di seguito, però, rispondo ad Albedo: Attenzione, però, che questo non è così scontato. Anche la visione della donna che descrivi è, anche se proposta con buone intenzioni, frutto di uno stereotipo che si è radicato nella società occidentale. Non bisogna mai dimenticare, infatti, che il comportamento delle persone, siano esse di sesso femminile o maschile, è anche determinato dalla cultura di appartenenza. Culture diverse, insomma, possono formare comportamenti diversi e visioni del mondo differenti. Non bisogna, insomma, commettere l'errore di considerare valida solo la concezione occidentale e odierna della donna....concezione che è essa stessa spesso uno stereotipo, più che una descrizione esauriente di un mondo che in realtà è anche oggi molto vario. Un altro degli stereotipi odierni, infatti, immagina la donna per forza come iper-sensibile, pudica, magari timida, poco portata all'azione o più portata all'astuzia. Se questo può valere per molte donne, non vale necessariamente per tutte. Anzi. Il comportamento di ogni persona è determinato dalla propria indole profonda, dalle proprie esperienze personali e dalla cultura di appartenenza (che può agevolare od ostacolare tutta una serie di comportamenti o di visioni del mondo). Ciò significa che il comportamento delle persone può essere molto vario, soprattutto se esse appartengono a società con culture differenti. Ciò che bisogna ben comprendere è che il problema non sono per forza certi tipi di atteggiamenti, ma il modo in cui li si rende. Se certi atteggiamenti sono utilizzati in modo fine a sè stesso, solo per banalizzare/ridicolizzare il comportamento femminile, allora vuol dire che si sta scegliendo l'interpretazione su delle basi decisamente sbagliate. Al contrario, se gli atteggiamenti scelti hanno senso in base al contesto (cultura di appartenenza, personalità, esperienze personali) e se sono resi in modo tale che a essi sia dato spessore e valore, allora possono andare bene. In diverse culture umane extra-europee, ad esempio, così come in diverse società europee pre-cristiane, i rapporti tra uomini e donne erano (e in alcuni casi sono ancora) gestiti in maniera più libera rispetto a quanto viene invece oggi spesso imposto dalla nostra sensibilità occidentale odierna, fortemente influenzata dalla morale cristiana che per secoli è stata alla base della nostra cultura. Ci sono società in cui non è considerato imbarazzante se una donna gira seminuda tra gli uomini nel villaggio, così come non è considerato imbarazzante che gli uomini girino seminudi. In diverse società tribali europee pre-cristiane, come quella celtica o quella vichinga, gli uomini e le donne avevano un rapporto più paritario e il sesso non era visto come un tabù. Anzi, in simili società le donne erano in genere fiere e libere quanto gli uomini. Un ottimo esempio di questo tipo di donna è incarnato dal personaggio di Lagertha nella serie TV Vikings. Insomma, ci sono culture in cui non è scandaloso se una donna si cambia assieme agli uomini, se decide di andare a letto con chiunque desidera o se trangugia birra, ruttando allegramente. Allo stesso modo non è per forza scandaloso che una donna sia interpretata come iper-sensibile e timorosa, anche se pure questo è uno stereotipo. Così come non è nemmeno scandaloso creare un PG donna super-forzuta e battagliera, 2 metri di muscoli, capace di combattere al pari di un uomo. Ciò che conta è la resa, ovvero il presentare questi dettagli in maniera rispettosa, sensata e in modo tale che ognuno di essi fornisca un valore al personaggio. Quando dicevo di evitare come la peste gli stereotipi intendevo dire che bisogna evitare come la peste la rappresentazione banale, volgare, derisoria e offensiva della donna (così come si dovrebbe fare per qualunque cosa). Se a un tratto, però, gli si da un senso, esso smette di essere un banale stereotipo....perchè gli si è data la giusta profondità, gli si è dato un valore, dunque smette di essere derisorio, banale e offensivo, magari anche volgare. Si può, invece, deridere e sminuire in molti modi, anche senza essere volgari. Non è tramite il politically correct che si rispetta la donna, ma attraverso la creazione di tratti capaci di fornire un valore e una profondità ai personaggi femminili, e di rendere questi ultimi degni protagonisti di una storia al pari dei personaggi maschili.
  45. 1 point
    giocalo esattamente come se fosse un pg maschio. Dovrebbe essere più difficile interpretare un'altra razza che un altro sesso
  46. 1 point
    Fortuna che l'OP aveva chiesto di non cadere negli stereotipi. Non guardare l' identità di genere come un vincolo, pensa semplicemente al personaggio che vuoi fare, indipendentemente dal sesso che avrà. Al limite può avere delle conseguenze in base al tipo di razza (le drow, per dirne una, sono più autoritarie). Riferire te stesso al femminile è già un buon passo per ricordare agli altri giocatori che non sei un maschio.
  47. 1 point
    Lo spiritello è un mostro specifico con un suo statblock. Non ha "razze".
  48. 0 points
    @Redik mi dispiace un sacco, una vera beffa il tiro salvezza finale. 😞
  49. 0 points
    Io ho deciso di ritirarmi e lasciare il posto ad un altro giocatore. Mi scuso per la perdita di tempo, anche se confido che un sostituto non sia difficile da trovare e non avendo ancora iniziato non ci sono problemi di trama. Buon gioco ragazzi 😉
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.