Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Quella copertina di Eberron è solo un segnaposto

Negli ultimi giorni numerose persone, sia negli USA che in altre parti del mondo, hanno iniziato a lamentarsi della qualità della copertina fin ora mostrata per Eberron: Rising from the Last War, primo manuale d'ambientazione cartaceo su Eberron per la 5e. Jeremy Crawford, dunque, Lead Designer di D&D 5e, ieri ha voluto rassicurare tutti con un Tweet, spiegando che la copertina fin ora mostrata su Amazon e sul sito ufficiale di D&D è una illustrazione interna al manuale usata come segnaposto (considerato che la news del manuale è diventata nota grazie al suo avvistamento sullo store di Amazon qualche giorno fa, non mi stupirei se la WotC fosse stata costretta a scegliere una immagine a caso perchè presa in contropiede e obbligata a rivelare il manuale prima del previsto, NdR). La vera copertina del manuale, creata da Ben Oliver, deve invece essere ancora rivelata.
L'immagine utilizzata al momento possiede più dettagli di quanto rivelato sulla copertina segnaposto. Potete vederla qui di seguito (cliccate sull'immagine per ingrandirla):

Read more...

Crawford rivela le razze presenti in Eberron: Rising from the last War

Attraverso il suo account Twitter, il Lead Designer Jeremy Crawford ha deciso di rivelare quali razze giocabili appariranno in Eberron: Rising from the Last War, il primo manuale ufficiale cartaceo su Eberron per la 5e in uscita il 19 Novembre 2019.
Le vere e proprie nuove Razze saranno:
Warfarged (Forgiati) Changelings (Cangianti) Kalashtar Shifters (Morfici) Nel manuale, inoltre, compariranno anche le versioni giocabili di:
Goblin Bugbear Hobgoblin Orchi (in un altro Tweet, Crawford chiarisce che gli Orchi di Eberron saranno leggermente diversi rispetto a quelli pubblicati in Volo's Guide to Monsters)
Read more...

Eberron: Rising from the Last War arriva a Novembre!

La Wizards of the Coast ha rivelato la data di uscita e il prezzo del primo manule d'ambientazione collegato a uno dei setting classici di D&D. Si tratta di Eberron: Rising from the Last War, specificatamente descritto come un "D&D Campaign setting and adventure book" (manuale d'ambientazione e d'avventura). Il manuale in lingua inglese uscirà il 19 Novembre 2019 al prezzo di 49,95 dollari (non sono ancora noti data di uscita e prezzo della versione italiana) e conterrà, oltre alle informazioni generali sul mondo di Eberron e un approfondimento dedicato alla città di Sharn, una campagna d'avventura ambientata nella regione del Mournland, nuove opzioni per PG, (tra cui la nuova Classe dell'Artefice e i Marchi del Drago), navi volanti, la nuova regola del Group Patron (un Background per il gruppo intero) e molto altro ancora.
Qui di seguito trovate la descrizione ufficiale di Eberron: Rising from the Last War, mentre in fondo all'articolo vi mostriamo la copertina standard del nuovo manuale e quella speciale della versione limitata (per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
 
Eberron: Rising from the Last War
Esplorate le terre di Eberron in questo supplemento di campagna per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Che sia a bordo di di una nave volante o della cabina di un treno, imbarcatevi in una emozionante avventura avvolta nell'intrigo! Scoprite segreti sepolti per anni da una guerra devastante, nella quale armi alimentate dalla magia hanno minacciato un intero continente.
Nel mondo post-bellico la magia pervade la vita di ogni giorno e persone di ogni sorta si riversano in Sharn, una città di meraviglie dove i grattacieli squarciano le nubi. Troverete la vostra fortuna nelle squallide strade cittadine oppure rovisterete gli infestati campi di battaglia alla ricerca dei loro segreti? Vi unirete alle potenti Case dei Marchi del Drago, spietate famiglie che controllano tutte le nazioni? Cercherete la verità in qualità di reporter di un giornale, di un ricercatore universitario o di una spia governativa? Oppure forgerete un destino in grado di sfidare le cicatrici della guerra?
Questo manuale garantisce strumenti di cui sia i giocatori che il Dungeon Master hanno bisogno per esplorare il mondo di Eberron, inclusi la Classe dell'Artefice - un maestro delle invenzioni magiche - e mostri creati da antiche forze belligeranti. Eberron entrerà in una nuova era di prosperità o l'ombra della guerra discenderà su di esso ancora una volta?
Una completa guida di campagna per Eberron, un mondo dilaniato dalla guerra e armato da tecnologia alimentata dalla magia, da uno dei titoli più venduti sul DMs Guild: Wayfarer's Guide to Eberron. Una veloce immersione nelle vostre avventure pulp grazie all'utilizzo dei luoghi d'avventura facili da usare e creati per il manuale, contenenti mappe di treni folgore (lightning trains), navi volanti, castelli fluttuanti, grattacieli e molto altro. Esplorate Sharn, una città di grattacieli, navi volanti e intrighi in stile noir, e crocevia per le genti del mondo sconvolte dalla guerra. Include una campagna per personaggi interessati ad avventurarsi nel Mournland. Giocate l'Artefice, la prima classe ufficiale ad essere rilasciata per la 5a Edizione di D&D dall'uscita del Manuale del Gioatore. L'Artefice fonde magia e invenzione per creare oggetti meravigliosi. Create il vostro personaggio usando un nuovo elemento di gioco: il Patrono di Gruppo (Group Patron), un Background per tutto il gruppo. 16 nuove razze/sottorazze - il numero più alto rispetto a quelle pubblicate fin ora negli altri manuali di D&D - in cui sono inclusi i Marchi del Drago, che trasformano magicamente certi membri delle razze del Manuale del Giocatore. Affrontate mostri orrorifici nati dalle guerre più devastanti del mondo. DETTAGLI DEL PRODOTTO
Lingua: inglese
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 19 Novembre 2019
Formato: Copertina rigida


Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/eberron
Read more...

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Master/Giocatore Cerca gruppo per d&d 5e, 3.5 possibilmente intorno Roma sud o Frosinone provincia
  3. La famo una live, così andiamo avanti più rapidamente? @Voignar@brunno @Pippomaster92@Gio the best @Zenelly23@Von@Ocotpus83
  4. Today
  5. Allora ragassuoli... Abbiamo dinanzi a noi la scelta di due gruppi che fungeranno da diversivo, quindi bisognerà puntare su di un gruppo bilanciato di 6 elementi da ambo i lati. Non solo, gli elementi chiave sono i due leader, uno di ogni rispettivo gruppo, ai quali i gruppi dovranno far riferimento e colui che rimarrà fuori dal gruppo per avventurarsi da solo nei condotti. Visto che c'è anche poco tempo esorto a pensare iniziare a pensare alle combinazioni. (una ne faccio anche io in seguito)
  6. Yesterday
  7. Lungi da me volervi far cambiare idea. Ma non seguo la vostra logica: perché ora che è schiava Tania è "più al sicuro" da voi che le sfracellate la testa, mentre da libera è il contrario?
  8. Ulrich Estraggo la spada con forza mentre parlo in direzione del brigante che mi ha ferito. << Sei debole.>> e lascio partire un fendente all'altezza della sua testa.
  9. DM Bjorn! eclamò Vaiara, raggiungendolo in quello che fu un momento intimo assai pubblico. Gli anni passati sembravano aver modellato in meglio la giovane mezzelfa, ora giovane donna. Gli ultimi segni della sua adolescenza erano stati sostituiti da lineamenti marcati, il corpo risanato come lo spirito. La mezzelfa abbracciò l'uomo dei Fiordi, che venne investito da un profumo di lavanda prima che la giovane prendesse il suo viso tra le mani, un candido sorriso stampato sul volto Non sapevo foss-- anche Vaiara si interruppe, imbarazzata, quando si accorse che tutti gli occhi erano puntati su di loro. Ricompostasi, fece un profondo inchino in direzione dello shogun Perdoni la mia mancanza di rispetto, mio signore disse. L'anziano lasciò correre quello slancio di affetto, l'ombra di un sorriso che spuntava sotto i lunghi baffi Nessun problema, Vaiara. Al termine della riunione potrete parlare in privato. Lo shogun Kosuke annuì alla domanda di Liang In parte, sì. Sono addolorato di doverti annunciare che buona parte dell'Ordine della Fenice di Giada è stato sconfitto dagli Undici, l'elitè di combattenti di Ishibura. I superstiti, o per essere precisi coloro che hanno l'età per combattere, sono Moshi Zakuya e due giovani suoi compagni che egli ha “risvegliato” nel corso di questi anni spiegò l'anziano capo Egli sta coordinando azioni di guerriglia a Shuto in questo momento, fornendo un aiuto inestimabile agli eserciti alleati mentre stiamo organizzando l'invasione. Nichiya Kosuke raddrizzò la schiena, osservando i presenti Il piano finale non consiste in una guerra di conquista. La necessità di spostare così tante truppe in una terra per voi straniera rischierebbe di costare troppo. Le truppe dell'Occidente marceranno invece verso Katori, nel tentativo di conquistarla in un unico assedio. Sarà un rischio grande, in cui scommetteremo su ogni singola risorsa che è stata schierata nello scacchiere della guerra. Ma se conquisteremo la città, e magari uccidere Ishibura stesso, la posizione della più grande città del Katai renderà semplice la conquista del resto dei feudi Kosuke tossì per poi proseguire Aver fatto di Katori il centro nevralgico della guerra potrebbe infatti rivelarsi un'arma a doppio taglio per Ishibura. Ed è su questo che contiamo. Lo shogun appoggiò i gomiti sul tavolo, per poi congiungere i polpastrelli delle mani in una posa riflessiva Prima di ciò, però, sarà importante tentare di fermare la produzione dei ferrotitani. Sono una ideazione recente spiegò lo shogun in risposta ai dubbi di Celeste Un parto della mente malata di uno dei membri degli Undici. Il vostro amico disse riferendosi a Bjorn Li ha descritti bene, sono capaci di sventrare anche la migliore armatura completa. La loro stazza compete con quella dei draghi che avete affrontato il che sì, li rende di certo importanti. Non ne sono stati sviluppati molti per fortuna, quindi se riusciste a fermare la produzione e magari anche i prototipi già operativi, eliminereste un grosso vantaggio per i nemici aggiunse per chiarire il dubbio sul ruolo degli avventurieri posto in essere da Clint. lo shogun prese una sorsata di tè, per concludere il suo pasto e rispondere alla richiesta di informazioni avanzata dal kalashtar Il rischio di fallimento c'è, nonostante le nostre informazioni, quindi il vostro tentativo non deve essere per forza una missione suicida. Ad ogni modo abbiamo seguito i carichi di ferro fino al Picco del Dolore, scoprendo che la struttura all'interno deve disporre per forza di un ampio personale e forze di difesa preparatissime. Sappiamo di almeno un membro degli Undici all'interno, poiché Maki Tetsuo non ha più lasciato la struttura dalla sua apertura, mentre la sicurezza è stata affidata a un occidentale come voi, che dopo alcune brevi indagini abbiamo scoperto chiamarsi Paradiso Velleri. Prima che la nostra spia venisse scoperta, ci ha inviato i progetti originali della zona di carico e scarico merci spiegò lo shogun, chiamando un paio di servi che fecero spazio sul tavolo per mostrare delle pergamene ingiallite su cui erano riportati gli schemi architettonici della parte iniziale della struttura Come potete vedere vi sono due strade principali. I nostri strateghi hanno stabilito la migliore strategia possibile per assicurarvi le minori perdite, quella di dividersi per confondere il personale che possa scoprirvi, per poi riunirvi nell'anticamera della produzione centrale. Ma dovete fare attenzione, c'è una particolarità nei sistemi di sicurezza lo shogun puntò un dito per indicare due porte, una per ogni strada Esse possono essere aperte solo dall'interno. Per fortuna abbiamo trovato una strada alternativa, un condotto di areazione necessario per questa massiccia struttura, il quale può essere attraversato in sicurezza da uno solo di voi, un esperto che possa raggiungere le porte dall'interno e aprirle a beneficio di entrambi i gruppi che si faranno strada lo shogun quindi rimarcò le due strade a disposizione, che attraversavano aree destinate allo stoccaggio temporaneo Dovrete coordinarvi con attenzione, quindi consiglio di scegliere un leader in entrambe le squadre, qualcuno che possa ispirare lealtà attraverso l'esperienza e capacità di guidarvi tra le linee nemiche. Giunti nell'anticamera dovrete agire a vostra discrezione, poiché non abbiamo informazioni su ciò che troverete all'interno e su come potrete sabotare la produzione e i prototipi attivi. Vi sono domande? Un interruzione giunse, ma non dagli avventurieri. Un servo si avvicinò al suo signore, per poi inginocchiarsi e porgergli una coppia di missive. Kosuke controllò la prima, leggendola con sguardo attento, prima di annuire e congedare il suo servitore. Quindi allungò la seconda agli avventurieri E' arrivata una staffetta per voi, da Firedrakes, scritta dal generale Yodogawa con un dossier solo per i vostri occhi gli avventurieri furono quindi liberi di poter leggere il resoconto inviato. Contenuto della missiva di Yodogawa x tutti
  10. Vassilji L'uomo si decise ad attraversare la radura, quasi incredulo che nulla accadesse. Gli uccellini e la loro tranquillità suggerivano che non vi fossero predatori nei dintorni, tantomeno di quelli talmente grossi da sollevare un cavallo. Eppure, dove erano spariti? Persino diventando invisibili avrebbero dovuto lasciare tracce ben visibili. Invece niente. “Che siano stati inghiottiti dal suolo stesso?” Si mise in cerca di 'botole nascoste' nei pressi del punto dove le impronte si interrompevano.
  11. Caranthiel "Capisco certo ogni perplessità, ma resta che abbiamo un compito e che, finora, questo compito ci ha svelato un ragazzo sfortunato ed onorevole. Forse è davvero troppo rischioso, eppure quelle ronde sono delle possibili fonti di informazione, come dice Kol, e non solo su questa orda sconosciuta", provo, a mia volta, a ragionare.
  12. Mogmurch "Ehi, non sono mica un annusacose! Potrebbero fare qualcosa anche Chuffy e Poog, una volta tanto, così, giusto per cambiare!", mi lamento a caso, spinto solo dal gusto di farlo, mentre, in realtà, un'occhiata in giro la do comunque. DM
  13. Arn "Niente... bah, magia, immagino. Di sicuro, non ce li siamo sognati. Non in due, contemporaneamente. Illius, hai ipotesi?", concluse Arn, insoddisfatto, rivolto soprattutto al giovane mago.
  14. Clint Draconis Solo la naturale curiosità di Clint gli aveva permesso di tollerare quei tre giorni di inazione ed inutilità senza eccessivo fastidio: spersi in un continente distante, separati da casa da un intero oceano, con alle spalle una missione incompleta e nella prospettiva di una irritante vaghezza, l'adepto si ritrovò spesso a pensare a casa - qualunque essa fosse, ormai -, alla sua (confusa ed improbabile) famiglia, alle tante vicende che li avevano condotti lì, alle storie incompiute ed alle speranze infrante. Quando infine si riunirono, tutti incredibilmente sani e salvi, Clint si costrinse a seguire il discorso, che però, come era ormai abitudine, lasciava quasi più domande che risposte. "Spionaggio? Infiltrazione? Cioè, dobbiamo indagare e basta, onorevole Shogun? Perdonate la franchezza, ma si tratta solo di questo? O dobbiamo, piuttosto, danneggiare la produzione? Perché, altrimenti, non capisco la necessità di inviare noi...", domandò Clint, tagliando dritto al punto.
  15. Koen Nella taverna di Oleg? No, no, direi all'aperto, in modo che non ci siano orecchie indiscrete. Qui sanno già troppo per i miei gusti. Dico a Juliano a proposito del discorso sul futuro regno, ascoltando quindi quanto aveva da dirgli l'uomo del Cheliax e le risposte dei suoi compagni. Indubbiamente, un barone è necessario come figura di controllo. Solo così avremo un sistema bilanciato, senza abusi né da una parte né dall'altra. Ovviamente tutti noi dovremo avere un ruolo nel governo, oltre che un posto in parlamento. Dico prima di annuire alla risposta di Juliano a Beregor. Guardo incuriosito i nuovi arrivati, a dir poco peculiari. Annuisco alla proposta di Beregor dopo aver sentito il loro annuncio, ma Lily e Valena non ci pensano due volte e si alzano dal tavolo. Vado io con loro, tranquilli. E, prima di dividerci, farò in modo di visitarti. Dico al ragazzo alzandomi, per avvicinarmi alla carovana Posso fornirvi anch'io dell'aiuto medico. Sono un cerusico nel senso più classico del termine, se il Tocco Guaritore mi assiste dovrei poter fare qualcosa per voi.
  16. Lunadain 1 Yarthmont 992, Mattina [poche nubi] Sotto gli occhi dei compagni Arn, con cautela, entrò nella radura. Nulla accadde. L'erba era folta e uniforme, spezzata solo da macchie di fiorellini bianchi. Le tracce dei cavalli non si vedevano da alcuna parte ne all'interno nel sul confine. Alcuni piccoli uccelli nel cielo volavano tranquilli.
  17. Seline x DM Kirigashima ebbe modo di ospitare una nuova Seline che ebbe modo di accettare il cognome della madre per portarlo con un certo orgoglio. La possibilità di riavere una famiglia la stava cambiando in tutto e per tutto, dimenticando persino di comunicare chissà cosa con la pietra che aveva fatto consegnare a Marie Antoniette. I suoi occhi scarlatti ebbero modo di conoscere le tradizioni del luogo, sebbene quel periodo di relativa calma la annoiasse abbastanza.. Almeno su qualche particolare non sembrava essere cambiata per nulla, accompagnando Celeste con un'espressione a volte seccata e a volte interessata a seconda di ciò che poteva stuzzicare la sua mente.. Di certo la possibilità di provare la cucina locale non mancò, gradendo in una qualche maniera quello che la gente del luogo chiamava "sashimi". Quella dentatura leggermente appuntita gradiva proprio trangugiare la carne fresca di salmone, tonno, branzino e qualsiasi altra creatura marina le propinassero. Ebbe modo di offrire il pranzo e la cena ad Oceiros, d'altronde è proprio grazie a quest'ultimo che riusciva ancora a respirare, a scoprire questa nuova cucina, a riavere sua madre e continuare la ricerca di suo padre. x Celeste Durante la cena, Seline si ascoltò i discorsi dei propri compagni, senza dare particolare attenzione a nessuno di loro comunque.. Sapeva ciò che pensavano della sottoscritta e, nonostante il suo cambiamento in quella follia mentale, decise che non le interessava minimamente cercare di far comprendere loro la sua situazione.. La riteneva una semplice perdita di tempo e quindi decise semplicemente di ascoltare le parole dello shogun e del resto della compagnia.. Senza evitare che qualche commentino divertito uscisse dalle sue labbra. A parte il roteamento degli occhi alle parole di Trull e Zhuge, ritenendole troppo pompose, non evitò di rispondere a Winn'Ier. Essu.. Mangia e smettila di commentare! Non sarai mica una boccuccia spero.. Commenta la tiefling per cercare di usare al meglio quelle bacchette che, grazie ai due giorni precedenti, aveva imparato a maneggiarle.. Più o meno.. Difatti qualche pezzetto finiva per terra con uno sguardo dispiaciuto da parte della stregona, finendo per pescare direttamente con le proprie mani. E ti pareva se non conosceva anche questa... Un commentino a bassa voce, ma forse neanche troppo bassa, quando Bjorn riconobbe Vaiara.
  18. Wellentag 31 Sigmarzeit 2512 i.c. - Pomeriggio [leggera pioggia] "Speriamo che così non sia" rispose la donna a Mìa "accetto le vostre benedizioni e preghiere. Buona fortuna" concluse, facendo poi allontanare la barca Il Der Sagen Gottes venne condotta abilmente verso il molo di Wittgendorf, unico punto di attracco su un tratto di costa roccioso. Il villaggio sorgeva leggermente in altura rispetto al livello del fiume, e un sentiero saliva vero di esso costeggiando un torrente che sfociava nel Reik Il molo era mal ridotto, con le assi marce e in parte mancanti: vecchie corde, ancore e reti da pesca rotte risultavano abbandonate sulla banchina. Di fronte al molo sorgeva la vecchia ferry house. In giro non si vedeva nessuno. La pioggia continuava a cadere leggera. @all
  19. Winn'Ier Deh Puh Winn'Ier presenziò alla cena palesemente dispiaciuto di fronte allo scempio che avevano fatto al cibo che tanto amava. Il Salmone. Bjorn... Bjorn... Guarda il salmone... Bjorn, che hanno fatto al salmone? Povera bestia Bjorn! Povero Salmone! Ma non ci azzecca niente con questa toba bianca... Ma come cucinano questi?! Continuò mugulando, guardando il cibo mentre scuoteva Bjorn per farli vedere tale scempio. Dopo la cena, Winn avrebbe comprato dei bracciali tigrati di pessimo gusto. Tigrate... Proprio come il divano di Willow! Sigh.
  20. grazie a entrambi per le risposte. vedrò innanzitutto col master se mi permette di tenere conto del fatto che non "serve" più essere (mezz)elfo. in tal caso, fare: liv8-1o da guerriero: tiro ravvicinato liv9-2o da guerriero: arma focalizzata+ tiro preciso liv10: arciere arcano.
  21. La firma la dovrei aggiornare. Ho di nuovo sia connessione che computer a casa. Solo che in questo periodo di mezza vacanza non riesco a collegarmi spesso. Scusate per l'attesa.
  22. Soggetto C Passiamo attraverso quello che si rivela essere un bellissimo ologramma. Mi piacerebbe molto scoprire come sono stati in grado di renderlo così realistico. I miei pensieri vengono subito deviati dal pilota che ci annuncia che siamo in Kazakistan. "Non è certamente il primo posto in cui mi sarei aspettato di andare..." commento seguendolo. Chissà se adesso si rivelerà più loquace oppure sarà qualcun altro a parlare per lui
  23. Trip Se come credo di aver capito le scale in cui sono ora sono in mezzo alle case: Faccio un passo indietro e poi cerco di scalare le pareti della casa al mio fianco (meglio se destro) forte dei miei piedi palmati (e della velocità di scalare XD) cercando di mettermi in una posizione più favorevole e fuori dalla portata di questi imbelli. Se invece ho capito male e non sono in mezzo alle case oppure se secondo le mie stime non riesco a scalare agilmente la parete tento il tutto per tutto: Facendo ancora un passo indietro incocco altre due frecce, cercando di riempirle di tutta la speranza di cui sono capace.
  24. Aubentag 27 Sigmarzeit 2511 - Notte [Qualche nube] @Stalla
  25. Fra'Baracco da Pietrarcigna Dopo la camera dei leoni, la seconda stanza che esploriamo pullula di scheletri... Morte alla nonmorte! Armi in pugno abbattiamo in breve tempo gli abomini... Un profondo squarcio nel petto è il nuovo segno che porto nella mia battaglia contro le blasfeme creature dell'Avversario... Per tutto lo scontro le "voci" dei morti risuonano in canto monotono... ZAGORATH! ZAGORATH! ZAGORATH! Zagorath... Mmm... Forse ho già sentito questo nome...
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.