Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Operazione YANKEE IREM

In questo nuovo articolo Gareth Ryder-Hanrahan fornisce un nuovo spunto di avventure a tema lovecraftiano, unendo l'ambientazione di due GdR basati su GUMSHOE

Read more...

La Scatola Bianca: Regole Avanzate è disponibile in italiano

Ecco un nuovo supplemento per La Scatola Bianca, il retroclone basato su OD&D, che aggiunge tante nuove regole, molte delle quali ispirate a AD&D Prima Edizione.

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 2

Proseguiamo nella scoperta di Dembraava e dei suoi strani ed inquietanti segreti...

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 1

In questa prima parte di tre articoli che mettono a confronto Old School e stili di gioco più recenti, Lew Pulshiper analizza a suo le principali differenze in fatto di fallimento e narrazione. 

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco Serie TV


dreamworker
 Share

Recommended Posts

ho appena visto le prime 8 puntate e onestamente le ho trovate un inutile spreco di tempo: ho realmente la sensazione di aver buttato via 8 ore della mia vita

questa serie è inutile: non dico bruttissima, intendiamoci, ma inutile

cioè non c'è nulla di interessante, una noia dall'inizio alla fine (almeno le prime 8 puntate, dopo non so), io non mi ricordo neanche più quasi nulla pur avendo appena terminato la visione...

cioè per tutto il cacchio di tempo mi sono annoiato, guardato in giro, e chiesto "ma quando arriva la parte interessante?" o peggio ancora "ma quando finisce sta roba?"

non mi sto riferendo al fatto che è chiaramente realizzata con pochissimo budget, è proprio l'argomento trattato (credo che in gergo tecnico si chiami il "soggetto") a non avere alcuna attrattiva, facendo sfociare il tutto nell'inutilità e nella noia

scusate se non sono abbastanza chiaro nella mia spiegazione, ma ho due buoni motivi: 1- la maggior parte del tempo stavo sbadigliando e pensavo ai fatti miei 2- la serie stessa è un grandissimo punto interrogativo, nè carne nè pesce, ed è quindi dura spiegarmi bene cosa intendo

ok, l'autore ha voluto fare una telenovela ambientata in una corte del medioevo: padronissimo di farlo, ci mancherebbe...

ma a me le telenovele non piacciono, e comunque essendo stato costretto per lavoro a guardarne alcune, devo dire che ce ne sono di molto meglio

questa qua in particolare a me ricorda moltissimo Centovetrine

ripeto: non bruttissima, ma inutile

Link to comment
Share on other sites


in effetti un po' l'effetto telenovela si sente: se le guardi tutte in fila; perchè le sorprese ci sono, ogni puntata ha il suo leit motiv, ma tutte insieme diventa un po' un pastrocchio. Soprattutto man mano che si va avanti non sembra vedersi una Fine, la serie si sviluppa in orizzontale (tante sottotrame e personaggi nuovi) e non in verticale (storie che si concludono), ma se la dilazioni un po' ha i suoi pregi, sia dal punto di vista estetico (ottimi costumi, esterni e scenografie) che narrativo (ottimi personaggi, come il nano, bron, Bran a volte, l'eunuco, Daenerys). Ogni personaggio è lavorato molto bene. Ci sono molti punti di vista e ogni personaggio è inquadrato sotto diverse luci.

Il low budget comunque si sente. Nessun effetto speciale, combattimenti molto striminziti, niente scene di massa eclatanti, nessun "gioco di macchina" innovativo, hanno puntato molto sugli esterni e sui costumi e poco sul resto. (Vedere ad esempio la serie Spartacus nella quale queste cose sono più presenti).

In sintesi: la storia è interessante perchè i personaggi sono interessanti (ben caratterizzati e coerenti), si perde un po' nelle varie trame ma ci sono sempre rivelazioni interessanti. La realizzazione è adeguata, non eccezionale ma molto apprezzabile in certi aspetti

Link to comment
Share on other sites

ho appena visto le prime 8 puntate e onestamente le ho trovate un inutile spreco di tempo: ho realmente la sensazione di aver buttato via 8 ore della mia vita

questa serie è inutile: non dico bruttissima, intendiamoci, ma inutile

cioè non c'è nulla di interessante, una noia dall'inizio alla fine (almeno le prime 8 puntate, dopo non so), io non mi ricordo neanche più quasi nulla pur avendo appena terminato la visione...

cioè per tutto il cacchio di tempo mi sono annoiato, guardato in giro, e chiesto "ma quando arriva la parte interessante?" o peggio ancora "ma quando finisce sta roba?"

non mi sto riferendo al fatto che è chiaramente realizzata con pochissimo budget, è proprio l'argomento trattato (credo che in gergo tecnico si chiami il "soggetto") a non avere alcuna attrattiva, facendo sfociare il tutto nell'inutilità e nella noia

scusate se non sono abbastanza chiaro nella mia spiegazione, ma ho due buoni motivi: 1- la maggior parte del tempo stavo sbadigliando e pensavo ai fatti miei 2- la serie stessa è un grandissimo punto interrogativo, nè carne nè pesce, ed è quindi dura spiegarmi bene cosa intendo

ok, l'autore ha voluto fare una telenovela ambientata in una corte del medioevo: padronissimo di farlo, ci mancherebbe...

ma a me le telenovele non piacciono, e comunque essendo stato costretto per lavoro a guardarne alcune, devo dire che ce ne sono di molto meglio

questa qua in particolare a me ricorda moltissimo Centovetrine

ripeto: non bruttissima, ma inutile

più che una telenovela, è un dramma politico. Secondo me questa è la sua forza, ma capisco che possa non piacere. Parlando di TV fantasy, aGoT è mooooolto meglio che fare una serie sulla scontatissima Spada della Verità col ragazzo prescelto e il vecchio mago e il cattivone finale, comunque.

il budget è un discorso strano. Hollywood ci ha viziato ed è vero, si sente la differenza di budget tra questa serie e un film. Bisogna dire che han fatto un lavoro egregio coi mezzi che hanno, sono sicuro, ma è chiaro che sfiguri di fronte ad un film fantasy come Stardust o Pirati dei Caraibi (senza scomodare LOTR). C'è da sperare che non taglino anche le battaglie della seconda stagione (quella navale sarà un dramma, soprattutto), se no andiamo male.

Inoltre credo volssero andare con un tono realistico, quindi le stanze spoglie egli esterni brulli possono anche essere scelte stilistiche.

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo che chi si aspettava il solito fantasy rimarrà piuttosto deluso da questa serie. Il mio consiglio è quello di leggersi i libri e poi guardarsi la serie.

Il tuo messaggio Cydro suona un po' male ad una prima lettura. Nessuno afferma che una serie possa o meno piacere, ma se la critichi dicendo che è brutta e inutile almeno abbi la gentilezza di argomentare.

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo che chi si aspettava il solito fantasy rimarrà piuttosto deluso da questa serie. Il mio consiglio è quello di leggersi i libri e poi guardarsi la serie.

Ma perchè, c'è qualcuno che sente ancora il bisogno del solito fantasy? Capisco possa non piacere il genere, ma appunto definirlo non bruttissimo, ma inutile...

Mi sembra esagerato. ;)

Link to comment
Share on other sites

ho appena visto le prime 8 puntate e onestamente le ho trovate un inutile spreco di tempo: ho realmente la sensazione di aver buttato via 8 ore della mia vita

questa serie è inutile: non dico bruttissima, intendiamoci, ma inutile

Diciamo che prendo il tuo commento come un 'la serie non mi è piaciuta', il che è più che legittimo. Per il resto, hai scritto un intervento lungo non so quante righe per dire nulla. Non c'è una argomentazione in quello che dici, non un esempio di ciò che reputi 'noioso' e di ciò che reputi 'interessante'. Non dici nemmeno se hai letto i libri (ma mi pare di capire che non li hai letti). Cosa ti aspettavi? Cosa volevi? Cosa credevi?

non mi sto riferendo al fatto che è chiaramente realizzata con pochissimo budget

Non sai di cosa parli. Il budget per la prima stagione è stimato in 60 milioni di dollari. E direi che si vede abbastanza bene.

è proprio l'argomento trattato (credo che in gergo tecnico si chiami il "soggetto") a non avere alcuna attrattiva

Qual è l'argomento trattato?

scusate se non sono abbastanza chiaro nella mia spiegazione, ma ho due buoni motivi: 1- la maggior parte del tempo stavo sbadigliando e pensavo ai fatti miei 2- la serie stessa è un grandissimo punto interrogativo, nè carne nè pesce, ed è quindi dura spiegarmi bene cosa intendo

Questi sono i due buoni motivi?

Senza offesa. Il tuo commento non è bruttissimo. Ma inutile. ;-)

A presto!

Link to comment
Share on other sites

Per il budget diciamo che hanno deciso di investirlo in maniera poco appariscente. Non so se mln di dollari per una serie di quella lunghezza sia molto o poco, ma saranno stati ciucciati in attori (molti e conosciuti, hanno recitato anche parti di media-grande importanza al cinema), costumi ed esterni. Si sente la mancanza di scelte registiche ardite, effetti speciali e/o al computer e scene di massa.

Link to comment
Share on other sites

cioè per tutto il cacchio di tempo mi sono annoiato, guardato in giro, e chiesto "ma quando arriva la parte interessante?" o peggio ancora "ma quando finisce sta roba?"

In effetti, per chi ha capacità di attenzione degne di Homer Simpson, la trama ricca e complessa di aGoT può risultare un po’ ostica. Consiglio di ripiegare su telefilm tipo Squadra Speciale Cobra 11: con quel genere di prodotti, tra un’improbabile esplosione e un inseguimento senza senso, non si corre il rischio di annoiarsi.

Link to comment
Share on other sites

Per il budget diciamo che hanno deciso di investirlo in maniera poco appariscente. Non so se mln di dollari per una serie di quella lunghezza sia molto o poco, ma saranno stati ciucciati in attori (molti e conosciuti, hanno recitato anche parti di media-grande importanza al cinema), costumi ed esterni. Si sente la mancanza di scelte registiche ardite, effetti speciali e/o al computer e scene di massa.
Gli effetti speciali richiedono tempo, e le serie tv ne hanno molto poco.
Link to comment
Share on other sites

Per il budget diciamo che hanno deciso di investirlo in maniera poco appariscente. Non so se mln di dollari per una serie di quella lunghezza sia molto o poco, ma saranno stati ciucciati in attori (molti e conosciuti, hanno recitato anche parti di media-grande importanza al cinema), costumi ed esterni. Si sente la mancanza di scelte registiche ardite, effetti speciali e/o al computer e scene di massa.

Personalmente, non mi trovi d'accordo. Il mondo creato per questa serie TV è un mondo vivo e molto credibile, credo che buona parte degli investimenti siano andati in questo senso. Guardando anche alcuni dei video rilasciati dalla produzione (gli "Artisans video"), si può vedere la cura che è stata riposta nei particolari e nei dettagli, al fine di dare appunto a Westeros realismo. Io credo che in una serie TV, e ancora di più in una serie TV come A Game of Thrones, questo sia molto più importante di effetti speciali, scene di massa o scelte registiche ardite. Poi ...

Spoiler:  
ovvio che mi auguro per la seconda stagione draghi, direwolves e battaglie. ;-)

:bye:

Link to comment
Share on other sites

Personalmente, non mi trovi d'accordo. Il mondo creato per questa serie TV è un mondo vivo e molto credibile, credo che buona parte degli investimenti siano andati in questo senso. Guardando anche alcuni dei video rilasciati dalla produzione (gli "Artisans video"), si può vedere la cura che è stata riposta nei particolari e nei dettagli, al fine di dare appunto a Westeros realismo. Io credo che in una serie TV, e ancora di più in una serie TV come A Game of Thrones, questo sia molto più importante di effetti speciali, scene di massa o scelte registiche ardite. Poi ...

Spoiler:  
ovvio che mi auguro per la seconda stagione draghi, direwolves e battaglie. ;-)

:bye:

alcune scenografie però sembrano finte, è innegabile. Io sono dispostissimo a sospendere l'incredulità di fronte alla tenda di Tywin che sembra avere moquette sul fondo o alcuni muri di cartapesta, ma ripeto, siamo viziati. "Alto budget" è diventato sinonimo di 100 milioni $ per 2 ore di film. 60 milioni per 10 ore di TV è un budget altrettanto stratosferico, ma lo noti per forza di meno. Non è una critica alla serie, è solo una considerazione.

Link to comment
Share on other sites

Io credo che in una serie TV, e ancora di più in una serie TV come A Game of Thrones, questo sia molto più importante di effetti speciali, scene di massa o scelte registiche ardite

Non voglio polemizzare ma non capisco cosa tu intenda con "in una serie TV come a Game of Thrones". Certo il suo essere un bel "dramma" politico con una trama solida e "alta", non becera, lo caratterizza come un prodotto di qualità e così pure i dettagli (che ho notato e apprezzo, i costumi ad esempio sono ottimi), ma è innegabile che si sia puntato anche sulle "parti basse" dello spettatore, con gnocche in ruoli importanti, linguaggio forte, tette e scopate, personaggi fighi che ti prendono non per come la pensano ma perchè appaiono fighi. In questa ottica si sente la mancanza di qualche espediente in più per appassionare lo spettatore (come effetti speciali et simili)

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con Minokin, inoltre nel romanzo non vengono descritte molte battaglie, quindi non ha senso mostrarle. Nel primo libro l'unica battaglia che viene descritta è quella combattutta dal Folletto, ed è descritta molto sommariamente.

Insomma, Martin non descrive mai battaglie come l'Assedio di Gondor o quella del Fosso di Helm, piuttosto le racconta attraverso i suoi personaggi

Spoiler:  
Il Bosco dei Sussurri ne è un esempio

almeno per quanto concerne il primo libro.

Link to comment
Share on other sites

Linguaggio forte, tette e il resto non sono lì per attrarre lo spettatore, sono lì perché è un'ambientazione cruda e reale. Sono lì perché è il romanzo ad essere così.

lol, no. Non del tutto. Il linguaggio forte sì, ok. Ma nella serie c'è il doppio del sesso che c'è nel libro, dai. Pensa anche solo alla backstory di Ditocorto, narrata durante la scena di sesso lesbo improvvisata, o Ros, la baldracca che piace a Theon... il sesso è palesemente lì per fare scena; non stiamo parlando del sesso tra Shae e Tyrion, o Dany e Drogo, fondamentale per i personaggi - ma la confessione di Theon a Ros non poteva essere post-coitale anzichè in piena scopata?

Link to comment
Share on other sites

lol, no. Non del tutto. Il linguaggio forte sì, ok. Ma nella serie c'è il doppio del sesso che c'è nel libro, dai. Pensa anche solo alla backstory di Ditocorto, narrata durante la scena di sesso lesbo improvvisata, o Ros, la baldracca che piace a Theon... il sesso è palesemente lì per fare scena; non stiamo parlando del sesso tra Shae e Tyrion, o Dany e Drogo, fondamentale per i personaggi - ma la confessione di Theon a Ros non poteva essere post-coitale anzichè in piena scopata?
Guarda che ne hanno anche tagliate tante, inoltre nel libro sono molto piu` dettagliate. Nel secondo, per dire,

Spoiler:  
Theon lo piazza in bocca ad una dicendole qualcosa tipo "cosi` non devo sentire le tue idiozie"
Link to comment
Share on other sites

non ho letto i libri, ma la scena di jamie e cersei nel primo episodio, Aerys che tocca le tette della sorella, la scopata sugli scogli di danaerys e drogo, la figosità di bronn, le summenzionate scene con le prostitute sono espedienti per lo spettatore. sono giusti, quello che mi chiedo è perchè non abbiano osato ancora di più, e mi rispondo con la mancanza di fondi (non con la volontà di fare un prodotto di qualità superiore che non puntasse anche ad un target di tipo "godereccio").

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Graham_89
      Per tutti gli amanti di One Piece, il noto manga di Eiichiro Oda, la notizia di questo Live Action è come ricevere un regalo inaspettato, ma la paura di trovare nel pacchetto la cosa che più odi al mondo è sempre viva! Presentata oramai nel lontano 2017, in occasione dei 20 anni di vita di One Piece, da qualche giorno Netflix ha annunciato il nome degli attori che comporranno l'equipaggio:

      Inaki Godoy sarà Monkey D.Luffy
      Attore messicano di 18 anni, ha recitato in Che fine ha fatto Sara? e La Querida del Centauro.

      Mackenyu Arata sarà Roronoa Zoro
      Attore giapponese e figlio del produttore e regista Sonny Chiba. Ha recitato anche in Pacific Rim: Uprising.

      Emily Rudd sarà Nami
      Modella e personalità dei social media americana, ha recitato in Fear Street e Hunters.

      Jacob Romero Gibson sarà Usopp
      Ha recitato in Grey’s Anatomy e Greenleaf.

      Taz Skylar sarà Sanji
      Attore, scrittore e produttore britannico che è diventato famoso dopo il film drammatico d'azione Villain.
      Ecco di seguito il Video di Presentazione direttamente dalla pagina Twitter del progetto:
      Alcuni rumors affermano che le riprese cominceranno verso la fine del 2021, a Città del Capo (Sudafrica), con il primo episodio intitolato "Romance Dawn". Gli sceneggiatori del progetto saranno Steven Maeda (CSI: Miami, Lost) e Matt Owens (Agents of S.H.I.E.L.D., Luke Cage), affiancati dallo stesso Eiichiro Oda, autore del manga, le cui intenzioni sono quelle di rispettare la cronologia dell'anime partendo con la saga dell’East Blue.
      Curiosità
      Con grande probabilità la maggior parte di noi ha giocato almeno una volta nella vita in un'ambientazione Piratesca.. ma quanti hanno viaggiato fra le incredibili isole su cui mettono piede i Mugiwara? Con quale sistema di gioco credete si possa riuscire a a ricreare lo stesso feeling trasmesso dall'Anime o dal Manga?
      Navigando in rete sono incappato in One Piece D20 (attualmente alla versione 2.0.1), sviluppato da un certo Revvix a partire dal 2011. Il PDF di 195 Pagine, scaricabile gratuitamente, pare contenere proprio tutto il necessario per giocare. Fa parte della vostra collezione?
      Forse qualcuno dei più attempati frequentatori di Dragons Lair gioca, o ha giocato, ad un qualunque Gioco di Ruolo By Chat.. bene, uno dei siti più longevi che popolano il portale GDR-online.com ha proprio quest'ambientazione (Il Grande Blu). Lo conoscevate?
    • By Graham_89
      Netflix ha annunciato il cast della serie Live Action di One Piece!
      Per tutti gli amanti di One Piece, il noto manga di Eiichiro Oda, la notizia di questo Live Action è come ricevere un regalo inaspettato, ma la paura di trovare nel pacchetto la cosa che più odi al mondo è sempre viva! Presentata oramai nel lontano 2017, in occasione dei 20 anni di vita di One Piece, da qualche giorno Netflix ha annunciato il nome degli attori che comporranno l'equipaggio:

      Inaki Godoy sarà Monkey D.Luffy
      Attore messicano di 18 anni, ha recitato in Che fine ha fatto Sara? e La Querida del Centauro.

      Mackenyu Arata sarà Roronoa Zoro
      Attore giapponese e figlio del produttore e regista Sonny Chiba. Ha recitato anche in Pacific Rim: Uprising.

      Emily Rudd sarà Nami
      Modella e personalità dei social media americana, ha recitato in Fear Street e Hunters.

      Jacob Romero Gibson sarà Usopp
      Ha recitato in Grey’s Anatomy e Greenleaf.

      Taz Skylar sarà Sanji
      Attore, scrittore e produttore britannico che è diventato famoso dopo il film drammatico d'azione Villain.
      Ecco di seguito il Video di Presentazione direttamente dalla pagina Twitter del progetto:
      Alcuni rumors affermano che le riprese cominceranno verso la fine del 2021, a Città del Capo (Sudafrica), con il primo episodio intitolato "Romance Dawn". Gli sceneggiatori del progetto saranno Steven Maeda (CSI: Miami, Lost) e Matt Owens (Agents of S.H.I.E.L.D., Luke Cage), affiancati dallo stesso Eiichiro Oda, autore del manga, le cui intenzioni sono quelle di rispettare la cronologia dell'anime partendo con la saga dell’East Blue.
      Curiosità
      Con grande probabilità la maggior parte di noi ha giocato almeno una volta nella vita in un'ambientazione Piratesca.. ma quanti hanno viaggiato fra le incredibili isole su cui mettono piede i Mugiwara? Con quale sistema di gioco credete si possa riuscire a a ricreare lo stesso feeling trasmesso dall'Anime o dal Manga?
      Navigando in rete sono incappato in One Piece D20 (attualmente alla versione 2.0.1), sviluppato da un certo Revvix a partire dal 2011. Il PDF di 195 Pagine, scaricabile gratuitamente, pare contenere proprio tutto il necessario per giocare. Fa parte della vostra collezione?
      Forse qualcuno dei più attempati frequentatori di Dragons Lair gioca, o ha giocato, ad un qualunque Gioco di Ruolo By Chat.. bene, uno dei siti più longevi che popolano il portale GDR-online.com ha proprio quest'ambientazione (Il Grande Blu). Lo conoscevate?

      Visualizza articolo completo
    • By Nyxator
      Ero li che spulciavo You Tube e mi sono accorto che c'è il teaser. 
      Al che le due domande di rito che per ora mi pongo e vi pongo sono:
      Quando uscirà? Plot twist, una data c'è già 
      Sarà come le stagioni più sane di GoT o più tipo season 8?
      La mitica Starbucks Cup di Daenerys di season 8 avrà un ruolo centrale anche nel prequel? Sarà un personaggio secondario ad honorem? O farà solo un cameo alla prima riunione a tavola utile? 
    • By Nyxator
      "Spoiler": Geralt e Ciri arrivano a Kaer Morhen dopo metà dicembre.
       
      Ah, già...per i fans dell'animazione e dei prequel, la data per The Witcher Nightmare of the Wolf è il 23/8😄
    • By Nyxator
      Il grande ritorno? 
      Il meme (in)volontario definitivo?
      Skeletor riuscirà ad arruolare l'omino di pan di zenzero gigante per l'assalto finale al castello?
       
      Boh. Io intanto vi linko il trailer, poi vedete voi  😄
      https://youtu.be/JqQtma8P3fU
       
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.