Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Classe Armatura in Dungeons & Dragons 5E

In questo articolo analizziamo i maggiori cambiamenti alla Classe Armatura nella Quinta Edizione di Dungeons & Dragons.

Read more...

Personaggi di Classe - Collegio Bardico: Collegio del Metal

Nel secondo appuntamento con HicksHomebrew conosceremo un collegio bardico che insegna a cantare in growling e a realizzare potenti assoli. Preparatevi a pogare!

Read more...

Il Manuale dei Sandbox

In questo articolo di Gareth Ryder-Hanrahan vedremo un metodo particolare per la creazione di un sandbox. 

Read more...

Waterdeep: il Furto dei Dragoni. Remix - Parte 1B: Altre fazioni

Proseguiamo nel remix proposto da The Alexandrian dell'avventura Waterdeep: Il Furto dei Dragoni.

Read more...

Critical Role: The Legend of Vox Machina - A Breve in Uscita La Serie

Ci siamo quasi! In esclusiva su Amazon Prime Video, il 28 Gennaio avrà inizio la serie animata fantasy "The Legend of Vox Machina", basata sull'incredibile campagna di Dungeons & Dragons giocata dai ragazzi di Critical Role.

Read more...

Si inizia male, anzi malissimo!


Killua
 Share

Recommended Posts

I tempi sono strani, non si capisce molto di quello che sta succedendo, ma chi è un po' intraprendente e sa come muovere i fili giusti, trova un modo per guadagnarci anche in situazioni critiche come questa.
Siamo quasi alla fine dell'anno, nei territori più collinosi e di bassa montagna si incontrano già le prime nevi mentre venti freddi si infrangono sulle mura delle grandi città costiere. Le attività più grandi cominciano solo ora a riprendere il proprio tram tram quotidiano, dai pescatori, alle grandi falegnamerie, e ai vari commerci. Le maggiori rotte sono state riaperte, riattivando i piccoli forti posti lungo le strade per il controllo e per dar un posto sicuro ai viaggiatori per chi compie lunghi viaggi. 

Ma alcuni mesi prima, non era affatto così. Diverse missive, da fonti apparentemente attendibili, erano portatrici di pessime notizie. Si parlava di un imminente guerra, fatta di eserciti invasori pronti a mettere a ferro e fuoco qualsiasi cosa si trovasse sul loro passaggio. Alcuni gruppi sono stati mandati per verificarne l'autenticità e non sono più tornati. Per alcuni è stata una conferma delle infauste notizie, per altri invece, un motivo in più per dubitare. Entrambe le scuole di pensiero erano di comune accordo nel vederci chiaro sulla questione. Questo ha creato una corsa alle armi per tante compagnie mercenarie, pronte a riempire le proprie casse, chi per affiancare già le guarnigioni presenti alle città o ai singoli nobili che se lo possono permettere, o per partire alla ricerca di informazioni utili da rivendere successivamente. 

Sembra però che nessuno riesca ad arrivare alla fonte principale. Nessuno riesce a individuarne l'origine, nessuno riesce a capire come mai il popolo sia stato terrorizzato per mesi da un nemico che sembra non esistere. Da qui alla nascita di chi ci marcia sopra è un attimo. In diversi angoli delle strade, i vari millantatori che annunciano la fine del mondo spuntano peggio dei funghi in alta stagione (sembra piuttosto attuale la cosa). nuovi culti che nascono senza una base di fondamento, alcune chiese che per avere nuovi seguaci, creano nemici fatti su misura, le solite cose. 

Qualcuno però comincia a usare la testa e vuole vederci chiaro. Parliamo di alcuni reggenti delle città più grandi, non tutti mossi da buone intenzioni, ma alla fine chi siete voi per giudicare chi comanda e governa in città? 

Ma veniamo a noi. Ognuno di voi ha la propria vita, il proprio lavoro e i propri interessi. Ma tutti fate parte della stessa congregazione. Voi la chiamate la congrega. Ognuno di voi ne è entrato a far parte in tempi e modi differenti, ma negli ultimi tempi avete cominciato a girare insieme. Avete un referente che si occupa di commissionarvi i compiti, e si presenta sempre con il nome di Tartius, è sempre lui che trova voi. Il loro compito principale è quello di ostacolare gli arpisti, di trarre profitto e vantaggi dalle loro sconfitte, cercando sempre di non attirare l'attenzione dei sommi capi, personaggi che affrontare a viso nudo è sempre piuttosto complicato. Avete un tatuaggio che vi rende appartenenti al gruppo (forma e luogo lo potete decidere in autonomia) che ha diverse proprietà magiche. Nessuno vi ha detto quali per esattezza ma sicuramente funge da fulcro per incantesimi di divinazione quando hanno bisogno di rintracciarvi. 

Ed è qui che arriviamo ai giorni nostri. Tartius vi chiede di raggiungerlo al punto di incontro, un vecchio maniero abbandonato, non distante dalle terre limitrofe di waterdeep, verso l'entroterra, seguendo il fiume. Il posto vi è familiare quindi raggiungerlo non è un problema. E' poi sul posto capire come arrivare a Tartius, viste le precauzioni che prende di solito per evitare problemi, ma sarà un problema che risolverete insieme sul posto.

dettagli tecnici

Spoiler

Ci siamo si parte, alcune indicazioni tecniche:

quando parlate ad alta voce usate il grassetto

quando pensate usate un colore a vostra scelta

 a me piace quando le vostre azioni sono ricche di dettagli e particolari quindi non elemosinate su questo. i pe arriveranno dai mostri abbattuti ma anche dalle giocate fatte. 

se siamo tutti insieme potete postare senza problemi, se siete in posti diversi usate gli spoiler, poi tanto so che ognuno di voi legge tutto di tutti, ma almeno ci si prova.

So anche che già tutti conoscete queste cose basilari ma così abbiamo definito una linea guida per la scrittura.

Ah, preferisco in prima persona direi.

Presentazione

Spoiler

presentatevi a livello caratteriale, potete decidere da dove partite, se partite in solitaria o con qualcuno del gruppo. Buon inizio giocata a tutti.

 

Link to comment
Share on other sites


Zaria Aspida

Definire in quel momento la lunga la distanza che separava Zaria e Syndra dalla loro madrepatria era un eufemismo. Il Thay, che si trovava praticamente dall’altra parte del Faerun, sembrava lontana e irraggiungibile, una distanza che in molti avrebbero trovato esagerata per trovare rifugio dalle spie dei maghi rossi, ma che in realtà non era mai troppa. Sebbene le voci di guerra monopolizzassero gran parte delle conversazioni, la cavaliere thayan era stata sul chi va là, scambiando sovente informazioni per piaceri e facendo tutto ciò che aveva ritenuto ragionevole per tenere la sua magnifica signora al sicuro. Era stato nei pressi di Waterdeep che le due donne avevano trovato lavoro presso Tartius, un soggetto su cui Zaria ancora non si era espressa (caso raro di per sé). I vantaggi di quella collaborazione erano però stati fondamentali per le risorse economiche delle due fuggitive, che ora avevano issato l’accampamento a a due giorni dal maniero, una piccola sosta prima di poter intraprendere un nuovo incontro con l’enigmatico membro della congrega.

Il viaggio si era svolto finora tranquillo. Anzi, la sorte era stata fortuita nel momento in cui le due donne avevano incrociato Kenryu Kuroshiro, un esperto combattente con cui esse avevano collaborato in precedenza per altri piccoli lavori. Sebbene non ci fosse stato tempo per fare molta conoscenza, Zaria insistette affinchè egli si unisse a loro (dopotutto erano diretti nello stesso luogo) Finalmente un bel fusto... I modi pacati del marzialista strapparono un sorriso alla protettrice di Syndra, la quale riservò una carezza al monaco Sei proprio una persona ben educata. Un vero dolcino… commentò Non vedo l’ora di assaggiarti! rise maliziosa, la rossa che già sentiva ardere il fuoco del desiderio.

L’accampamento era stato allestito per quella breve sosta, le due tende issate, il fuoco acceso e il titanico scudo torre di Zaria conficcato a terra vicino ai posti a sedere. Un possibile scenario da pic nic per avventurieri, sebbene Syndra avrebbe avuto presto qualche difficoltà a concentrarsi per valutare i propri incantesimi. La riva del fiume e le zone limitrofe parevano tranquille, ma lo stesso non si poteva dire del loro piccolo avamposto. I continui gemiti e incitazioni di Zaria provenienti dalla sua tenda andavano ormai avanti da più di venti minuti…

X Kenryu e tutto il resto del gruppo, perché tanto figurati se non si metteranno a leggere comunque – VM18 (messo in spoiler a scanso di equivoci e per evitare possibili problemi con lo staff)

Spoiler

Supino sotto di lei, Kenryu era sotto il controllo di Zaria. Il fisico scolpito negli esercizi e nell’addestramento a cavalcioni sopra di lui facevano torreggiare la femmina del Thay, che ancheggiava sensualmente in quella unione di corpi Si vede che ti alleni tanto anche te, mh? disse, inarcando la schiena per qualche secondo per assaporare fino in fondo la virilità del suo partner per quella scappatella, il corpo che iniziava a imperlarsi di sudore in quella frenetica attività ginnica da camera. Zaria riprese la posizione iniziale da amazzone, passando le mani sul petto del monaco e saggiandone i muscoli, avvicinando quindi le labbra per assaporare con la propria lingua quel corpo reso una vera e propria arma. Dapprima i pettorali, poi risalì fino al collo, quindi le guance e infine trovò le labbra dell’uomo, assaporandone il piacere con le insaziabili sue. Avanti e indietro, a tratti lenta e suadente, a tratti veloce e imperiosa, Zaria era persa nel piacere, come una drogata che ricevesse una dose della sua sostanza preferita. Ella offrì i propri seni al partner per aiutarlo a dare tutto sé stesso Ti piace stare sotto, eh? lo istigò Sei forte, ma vuoi essere dominato una volta tanto, vero? Zaria aumentò l’intensità dei propri movimenti, gemendo a quell’aumento di piacere Beh, ora sono io che ti sto s***ando come fossi una p***anella! il ritmo si fece sempre più incalzante, la donna che si avvicinò al suo orecchio Vieni per me, te lo ordino! sussurrò, per poi riallontanarsi ed inarcare la schiena, chiudendo gli occhi mentre si concentrava per l’amplesso finale

//non credo serva ma buttiamo lì Intrattenere (arti sessuali) +3

 

Link to comment
Share on other sites

Kenryu Kuroshiro

Le voci su una guerra imminente mi lasciarono indifferente, il lungo peregrinare fino a Waterdeep mi aveva insegnato che in quasi tutto il Faerun la pace era una pia illusione, una breve pausa tra una guerra e la seguente.
Ogni tanto mi chiedevo se sarei mai riuscito a seguire i miei ideali fino in fondo, ma vedere il caos generato dalla sola notizia di una guerra rianimò la mia fede nella mia causa.

Ideali a parte però ancora non poteva vivere di quelli, sebbene i suoi club di lotta, lentamente e progressivamente raccoglievano nuovi adepti. Magari un giorno se in ogni città ci fosse stato un Fight Club, in cui le persone potessero sfogare la violenza, si sarebbe raggiunta la stabilità e l'ordine.

L'ultimo club che aveva fondato era a Waterdeep, dove aveva conosciuto Tartius e la congrega.
In compagnia delle due belle donne del Thay stava appunto andando ad incontrare il referente per un nuovo compito.
Aveva subito adocchiato la guerriera, forte e sicura, ma al tempo stesso dai modi seducenti anche se piuttosto espliciti. Vedrai come sono dolce, ti posso dare tutta le crema che vuoi.

@VM18

Spoiler

Così posso ammirarti per bene risposi alla domanda di Zaria, mentre un mano con cui le tenevo i fianchi si spostava sul ventre per poi salire fino a raggiungere il seno prosperoso della donna, stimolandole il capezzolo. Sei così bella...perfetta aggiunse infine mentre ora teneva entrambi i seni nelle mani.
Normalmente non avrebbe concluso così, ma non voleva rovinare il momento, la giovane guerriera sembrava godersi a pieno la sua posizione di superiorità. Mh, sì! Cavalca il mio cavolo come più ti piace... disse ormai al limite e pronto ad inondarla col suo seme.
Oh sì! esclamò Oh! Per Sharess...sei stata magnifica. disse infine lasciandosi completamente andare a quella magnifica sensazione di benessere e rilassamente che percorreva il suo corpo. 

@Descrizione

Spoiler

Kenryu Kenshiro è un giovane monaco, anche se forse non dei più tradizionali e iconici. Ama infatti godersi le esperienze della vita, escluse le droghe, senza troppi ripensamenti.
Alto e dal fisico che sembra scolpito nel marmo, con capelli castani piuttosto selvaggi e occhi color smeraldo. Indossa solitamente abiti semplici e poco vistosi, che gli consentono di muoversi agilmente e senza fare troppo rumore.

Xk=&risl=&pid=ImgRaw&r=0

considerate che abbia anche una veste, stile camicia con colletto alla coreana sopra il quale porta eventualmente abiti più pesanti per il freddo

 

Edited by Von
Link to comment
Share on other sites

//da adesso uso la prima persona, come da richiesta

Zaria Aspida

VM18

Spoiler

La sensazione di calore al suo interno, così familiare, mi inebria. Kenryu può percepire la mia eccitazione nella lubrificazione di quei momenti di piacere e nel frizionamento tra quelle intimità così ben affiatate Bravissimo commentò con un sospiro, ancheggiando ancora una volta, come a spremere fino all’ultima stilla di seme di quel valido maschio. La vista di Kenryu steso sotto di me è appagante e decido di stuzzicarlo ancora una volta. Seppur a malincuore mi divido da lui, abbandonando quel corpo in forma come il mio e rimirando il risultato del mio appetito. Un appetito che, di per sé, non è mai sazio e su quella spinta gattono verso il suo stanco membro Meriti proprio una bella ricompensa… con gesti delicati accarezzo la sua intimità sporca del suo stesso seme, quindi mi scosto una ciocca di capelli dal viso e avvicino le mie labbra su di esso, avvolgendolo con la mia lingua e iniziando una pratica tanto semplice quanto sempre apprezzata. Non insisto però troppo, conscia di quanto già ottenuto sia molto, e dopo averlo ripulito mi lecco le labbra, quindi rivolgo un piccolo bacio alla punta e mi separo dal monaco Spero ti sia piaciuta ammicco. Inizio quindi a ripulirmi e rivestirmi dopo quella piacevole pausa.

I gemiti e i sospiri sono finiti, la tranquillità è tornata all’accampamento. Un po’ arruffata, rivestita in fretta e furia con il proprio giaco, ma ora più rilassata mi siedo. Finalmente un po’ di divertimento! Ma già la mia mente inizia a fantasticare sulla prossima opportunità, su una nuova perversione, su un nuovo modo di poter avvertire ancora più forte quel piacere Dèi… mi sto eccitando di nuovo penso con un mezzo sorriso

//immagine di Zaria Aspida

Spoiler

a696ff8694d01df8d6d301ac3f70a918.jpg

 

Edited by Bomba
Link to comment
Share on other sites

L'Ombra - Lucas Serpet

Il messaggio era arrivato, come al solito, tramite un divinatore della Congrega. 

Sicuramente era vantaggioso l'accordo fatto con questa organizzazione, che da qualche anno aveva portato un incremento di entrate e contatti decisamente interessante, ma Lucas iniziava ad essere un po' infastidito dal fatto che poteva essere raggiunto in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. In più Laris, il mago in seno alla gilda del Canto Notturno di Baldur's, non era ancora riuscito a capire come schermare quel fastidioso tatuaggio. 

Non che Lucas avesse intenzione di uscire dalla congrega nell'immediato futuro, e il gruppo con cui stava lavorando non era male, un po' sopra le righe forse, ma certamente capaci e affidabili, fintanto che lo scopo fosse stato comune, ma Lucas mal sopportava che altri potessero controllarlo. 

Si concesse qualche secondo per decidere se rispondere o meno alla chiamata, solo per il gusto di farlo, e poi, come di consueto lasciò a Remus la giuda della Casa e uscì da Baldur per passare i 5 giorni necessari a raggiungere il luogo indicato, a camminare ai limitare delle vie e nel folto di boschi e foreste.

Dopo circa mezza giornata di cammino notò in lontananza un cavaliere solitario che viaggiava al trotto sulla via principale, probabilmente un porta messaggi o uno scudiero che andava a prendere servizio. 

Dopo averlo studiato per un po' di tempo ammantato da un velo di invisibilità decise che non era pericoloso per lui colpirlo e con un veloce fendente recise l'importante vena che passa sulla coscia del cavaliere, tornando così visibile, permettendo allo sfortunato di vedere la maschera scura che lo rendeva riconoscibile come l'Ombra nei territori dell'Alleanza del Nord. 

Non si curò dell'espressione di terrore sul viso del malcapitato e prima che il cavaliere toccasse terra, cadendo dal cavallo, con un veloce fendente Lucas recise la gola dell'uomo ponendo velocemente fine a suppliche e gemiti. 

Scaricò tutto il carico inutile dal cavallo, lasciando il corpo a terra, preda del prossimo viandante o degli animali della vicina foresta. Salito poi a cavallo riprese il suo viaggio.

Arrivando da sud rispetto alla meta, a circa due giorni di viaggio ancora, notò in lontananza un gruppetto di persone che gli trasmisero una sensazione di familiarità e iniziò a seguirle a distanza. Al sopraggiungersi della sera, e notando che il gruppo stava fermandosi per montare un campo, imbrigliò il cavallo a un albero nascosto nel sottobosco, a circa mezzo chilometro dal gruppo, e furtivamente si avvicinò al campo per trovare conferme alle sensazioni provate nel pomeriggio. 

Rendendosi conto che il gruppo era composto da tre dei suoi più recenti compagni di viaggio, le due Thayan e il monaco, tornò su sui passi raggiungendo il punto in cui il suo cavallo stava pascolando tranquillamente. 

Aveva visto Syndra intenta alla lettura del suo grimorio e dai gemiti che arrivavano da una delle tende, giungendo fino a lui, aveva intuito dove fossero e cosa stessero facendo Zaria e Kenryu

Capiva cosa il monaco trovasse nella guerriera, anche lui in altri viaggi e occasioni, aveva avuto modo di squadrare bene le curve della Thayan e si era trovato molto incuriosito dall'idea di poterla possedere, ma non c'era stata ancora occasione o volontà di portare quella curiosità a un azione reale. Certo non aiutava il fatto che Lucas non condividesse spesso gli spazi tra un viaggio e l'altro a stretto contatto con il gruppo. 

Lasciò che il pensiero di unirsi al campo gli attraversasse la mente rapidamente, per poi perdere interesse  preferendo restare solo e in disparte, come suo solito.

Trovato un albero a qualche decina di metri dal cavallo e controllando che nessuno lo stesse osservando, si arrampicò fino a una biforcazione abbastanza solida da reggerlo, e compiuti i riti serali, una breve cena a base di razione fredda, la manutenzione delle lame e il controllo del veleno sul pugnale, si preparò a passare la notte, dormendo come suo solito con "un occhio aperto". 

Al mattino avrebbe deciso se palesarsi agli altri, oppure rimanere in disparte fino al raggiungimento della meta.

Link to comment
Share on other sites

@Landor

Spoiler

E' strano di solito non succede, ma non ti sei reso conto che nella sacca del cavallo, c'è una pergamena arrotolata. Non te ne sei accorto perchè nella colluttazione, è stata schiacciata dal corpo dell'uomo ed è finita sul fondo della sacca. Non è un vero è proprio sigillo che la tiene chiusa, ma solo un legaccio di spago chiuso in fretta e furia. una volta srotolata, ti si presenta una mappa della zona disegnata direi abbastanza bene con alcuni dettagli. La cosa attira la tua attenzione perchè è esattamente la zona dove ti devi recare.

1518119374_Immagine2021-11-20102153.png.0d181d1f8ac920c32f30ef2c5c190676.png

 

 

 

Edited by Killua
Link to comment
Share on other sites

Syndra Bachros

E' in mezzo a quelle terre selvagge che si erge una figura dall'aspetto tutt'altro che da viandante, tutt'altro che povera, ma ricca di una nobiltà proveniente dalle lontane terre del Thay. Nonostante la sua altezza sia contenuta in un semplice metro e sessantacinque di altezza, vi è poco da dire riguardo alla cura del corpo della ragazza che sembra aver già "ritardato" l'invecchiamento di quel corpo. Nonostante i suoi ventuno anni, sembra dimostrarne già un paio di meno.

Per chi potrà posare lo sguardo su di lei, vedrà una giovane ragazza intenta a leggere un libro degli incantesimi con una certa tranquillità, come se avesse tutto il tempo di questo mondo per portare avanti la propria attività. I suoi capelli castani scendono lisci fino ai suoi fianchi, lasciando che il sole possa mostrare i suoi riflessi rossicci, andando ad accarezzare la candida pelle rosata del volto che presenta dei lineamenti delicati, dolci, in completa disarmonia con quell'espressione seria e rilassata. I suoi occhi sono come due gemme scarlatte che seguono le parole e i simboli che si trovano all'interno del libro, scorrendo da sinistra a destra senza sosta, mentre il piccolo naso può sentire l'odore della natura e le labbra sono intente a rimanere ben rilassate per accompagnare l'espressione della maga.

Non rispetta l'antica tradizione dei maghi rossi di rasarsi la testa, prendendo parte alla nuova avanguardia di quell'organizzazione magocratica che la vede sfoggiare senza alcun problema i suoi capelli lisci. Un lungo soprabito rosso è quello che copre la maggior parte del corpo. Maniche lunghe, una scollatura non molto generosa ed il fondo che si apre sul davanti per permettere di mostrare nuovamente la pelle candida della maga su quelle gambe che se ne stanno accavallate in quella seduta e di lettura. Al di sotto della veste non è possibile vedere altro, se non un tatuaggio presente sulla sua coscia sinistra e che rappresenta delle rose rosse con alcuni simboli tribali. Non è l'unico tatuaggio che porta sulla propria pelle, visto che ha dovuto inserirsi all'interno di quella congrega. Ai piedi indossa un paio di stivali che sembrano cozzare completamente con quell'aria d'innocenza che sembra trasparire fino a quel momento. Agli occhi di molti potrebbe quindi apparire come una ragazza che ha appena raggiunto la maggiore età, ma quegli stivali neri e artigliati potrebbero sollevare qualche perplessità nel notare come afferrano il terreno, come fanno capire a quest'ultimo chi è che comanda.

Ha lasciato momentaneamente la propria attività nelle mani della sorella più giovane, sebbene il magazzino sia stato riempito di scorte necessarie a doverle facilitare ulteriormente il lavoro, oltre a rendere momentaneamente rimandate più in là le proprie lezioni di magia e alchimia. In parte sembra scocciata, impaziente, nel dover essere disturbata durante l'andamento della propria vita privata, ma dall'altra prova un senso di curiosità nel muoversi all'interno di quella congrega. E' stata ricercata, è stata convinta a farne parte e, vedendoci un'occasione di trovare altro potere, non ha potuto far altro che accettare.. Dove vi è guerra, vi è potere.. Dove vi è potere, non può mancare lei che ha tutta l'intenzione di piegarlo al suo volere.

Ha avuto modo di conoscere gli altri membri del gruppo con cui sta girando ultimamente, se conoscere è la parola giusta che può essere utilizzata. Ad eccezione di Zaria, con cui sembra rapportarsi e parlare, con gli altri membri del gruppo la maga è stata come una sorta di personaggio misterioso e avvolto nella propria nebbia. Non è difficile averla vista, conoscere il suo aspetto, ma per il resto conoscono a malapena il suo nome e il suo cognome: Syndra Bachros. Il resto delle informazioni possono averle reperite da Zaria, se avrà avuto la voglia di parlare della sua signora. Lei, d'altro canto, non sembra aver avuto ancora la minima intenzione di esporsi e di mostrare curiosità nei membri del proprio gruppo, se non qualche occhiata nel seguire qualche ragionamento, giusto per capire il livello della compagnia in cui si è ritrovata.

I suoi occhi in quel momento non si muovono dal suo libro, ma le sue labbra si aprono nel momento in cui Zaria è di ritorno dal suo passatempo Kenryu

"Zaria, cerca di non disturbare troppo sir Kenryu" solleva gli occhi sull'uomo con espressione ancora ben rilassata "se non vado errata" e solo adesso le sfugge un leggero sorriso delle labbra, prima di tornare ad avere un'aria più severa su Zaria. "Dovresti concentrarti sulle tue mansioni, come trovare un modo per capire dove si trova Tartius. Prima finiamo questa piacevole riunione" Il tono diviene leggermente ironico sulla parola "piacevole", sebbene vada ad indicare il maniero abbandonato. "e prima capiamo il motivo di tale disturbo"

Immagine Synda Bachros

Spoiler

d2526ecb1304c5f0804dbba8cyyd3d2db2.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Milton Lomax

Milton odiava il caos: il fatto di non poter avere il controllo su ciò che succede attorno a lui era per il warlock fonte di grande fastidio. Però...beh, non si può certo dire che il caos non generi opportunità per chi è in grado di coglierle. Una volta un tale gli disse che il caos era come un scala: pronta a portarti a vette altissime, a patto che tu sia in grado di non scivolare lungo la salita.

Quando le voci di una guerra si erano sparse, Milton si era sfregato le mani: la gente si sarebbe indebitata fino al midollo pur di proteggersi, ritrovandosi poi "purtroppo" invischiati in qualcosa di gran lunga peggiore. Con somma gioia di Mernuval...e, beh, anche sua.

Intanto però c'era da occuparsi anche della congrega e fortunatamente a questo giro l'appuntamento era abbastanza vicino. Lasciò ai suoi fedeli collaboratori la gestione della società a Waterdeep e raccolto il suo equipaggiamento si mise in viaggio.

Giunto nei pressi dell'accampamento si guardò intorno mentre, con fare quasi annoiato, si accendeva una sigaretta. Per prima vide Syndra, la giovane maga con la quale però non aveva mai scambiato più di qualche parola, che se ne stava in disparte con lo sguardo fisso sul suo libro. Immagino non sia sola. Come evocata dal pensiero, la sempre affascinante Zaria aprì il lembo di una tenda comparendo di fronte a lui. Nel breve tempo dell'apertura, Milton intravide all'interno un sudato Kenryu.

Vedo che vi siete già sistemate piuttosto bene. Disse tirando una boccata dalla sigaretta e indicando con un gesto del capo la tenda. C'è posto per un altro umile viandante? Chiese in tono ironico con un occhiolino a Zaria, per poi avvicinarsi e sistemare la sua roba a terra.

Il cappello del camuffamento (tramutato in un elegante cerchietto d'argento) gli puliva come al solito l'aspetto: un giovane umano, circa sui trent'anni, capelli chiari tenuti leggermente lunghi, ma ben acconciati e occhi color ghiaccio. Indossa una camicia scura, che nasconde il suo giaco di mithral, pantaloni di pelle nera infilati in elaborati stivali con inserti in metallo brunito e, a coprire il tutto, un lungo soprabito nero. Ai fianchi un pugnale e una mazza di pregevole fattura. "Strumenti del mestiere" li chiama, ma in combattimento non lo si vede mai impugnarli.

@Immagine

Spoiler

588652246_miltonlomax.thumb.jpg.b7fb725dc15b820ceb03b24d377991a3.jpg

@DM

Spoiler

Invocazioni attive:

- Dark One's Own Luck: per 24 ore +4 Luck Bonus a TS Riflessi

- See the Unseen: per 24 ore Darkvision 60 feet (anche se ce l'ho già dall'Accolito) e posso vedere creature e oggetti invisibili

- Fell Flight: per 24 ore posso volare (stessa velocità del movimento a terra) con manovrabilità buona.

Link to comment
Share on other sites

Ector Valysuhn(Tiefling Musico da Guerra)

Avere a che fare con la posta era l'ordine del giorno.. Sopratutto al mattino quando il gestore del teatro "Formiche di Vetro", scarico dagli impegni di gestione e supervisione del palcoscenico, si dedicava alla lettura di pergamena con richieste di aspiranti apprendisti, richieste di collaborazioni o lamentele da parte dello staff che credeva di meritare una paga superiore per via del proprio talento.. C*zzate. E tra queste dinamiche, ormai al limite della monotonia, la sorpresa di trovare una busta con il sigillo di Tartius, una conoscenza della congrega, che spezzò finalmente il tedioso ritmo della settimana, resero il giovane Valysuhn.. Curioso. Anche se in un primo momento l'idea di gettare la busta nel "cassetto" assieme all'altro fosse invitante, cambiare aria avrebbe potuto alleggerire il flusso di pensieri ricorrenti e snervanti accumulatasi dentro quelle mure di pieni di ambiziosi artisti.. Giusto il tempo di avvisare la severa, seppur dolce, Syphany e darle qualche dritta su come procedere con il calendario di eventi in programma per quel mese.. 

Per Ector dire di "No" alla convocazione della Congregazione sarebbe estremamente sciocco. Fu proprio grazie a quelle entrate extra che permisero al tiefling di rendere la propria attività solida e, per lo meno in grado di autogestirsi in sua assenza. E trattandosi di una convocazione diretta l'idea di un proficuo guadagno dietro da poter reinvestire nell'attività non era male. Galleggiare e navigare nell'oro eran due realtà ben diverse. E parlando di convocazioni il giovane artista aveva il netto sentore che non sarebbe l'unico ad averla ricevuta.. 

Le terre di limitrofe del Waterdeep potevan dirsi tranquille quella notte.. Banditi, animali, creature mistiche.. Per una volta sembravano aver compreso l'importanza del sonno ristoratore. Quanto all'artista dai capelli color lavanda, l'idea di accelerare il passo per presentarsi il prima possibile non dispiaceva.. Se non che.. Per caso, fortuna, fato, o quel che si vuol dire si voglia, una luce di un modesto accampamento e la figura di un uomo familiare, con un cappello altrettanto singolare, raggiungerlo in lontananza non destarono il giusto accenno di curiosità nel giovane musico. Ed infatti, altri non potevano essere che dei colleghi in viaggio probabilmente per lo stesso identico proposito.. Non rimaneva altro che palesarsi al gruppo.

Ector è un uomo alto, poco meno di un metro e novanta, un tiefling dai tratti dolci in viso e contornato da occhi dalla sclera rossa come il sangue rendendolo a tratti inquietante. Un'espressione calma e serena, ma al tempo stesso tagliente come un rasoio.. La carnagione violacea più chiara era contornata da una capigliatura di un viola più scuro come la lavanda. Adora indossare per le sue corna degli anelli copripunte e delle catenine, per risaltare di più i suoi capelli, una raffigurante il sole ed una raffigurante la luna, così come veste colori sgargianti, spesso con fantasie singolari. Sotto i suoi cappotti si possono notare, quando non è in ambienti salottieri, un'armatura scura mantenuta con il giusto riguardo. Una protezione che di questi tempi non è un male avere.. Il collo rimane spesso esposto senza troppe problematiche, mostrado un fisico scolpito ed anche contornato di cicatrici ormai sbiancate dal tempo, lasciando inoltre intravedere un tatuaggio floreale che parte dalla spalla destra ed alcuni piccoli accenni sul collo, per poi spostarsi lungo lutto il braccio destro. Per finire sembra portare alla cintola una sorta di catenaccio acuminato, arrotolato con cura. 

Al giungere il giovane con un delicato sorriso salutò i membri di quella convocazione.. La notte sembra ancora esser lungi dal terminare, ma mi perdonerete se mi sistemo in compagnia di voialtri avventurieri questa notte? L'espressione cordiale e felicitante per la scoperta di non esser solo in quella notte di viaggio.. Uno sguardo che passava sopra ogniuno dei presenti, nessuno escluso. 

Immagine

Spoiler

n7xm2avvq5x41.jpg

 

Edited by Organo84
Link to comment
Share on other sites

Zaria Aspida

Quando Syndra le rivolse la parola, Zaria portò tutta la sua attenzione sulla protetta, come un’apprendista che pendesse dalle labbra della sua insegnante. Un mezzo sorriso si disegnò sulle labbra della guerriera alle prime parole della sua interlocutrice Secondo me non è stata una così brutta distrazione, nemmeno per Kenryu… pensò maliziosa, prima di annuire in segno di assenso e chinare il capo al suo cospetto per risponderle Mia signora, i miei doveri nei vostri confronti sono al di sopra di qualunque dubbio disse Tuttavia dubito potremo trovare indizi su Tartius a due giorni dal punto d’incontro. Fino ad ora la situazione è rimasta tranquilla. Piuttosto, vista la natura schiva del contatto della congrega, è mio pensiero che egli abbia lasciato indizi o si paleserà direttamente al maniero che raggiungeremo presto spiegò Una misura di sicurezza degna degli affari che conduciamo con loro aggiunse mentalmente.

In quella serata di pensieri le elucubrazioni di Zaria furono interrotte dall’arrivo di Milton prima ed Ector poi, anch’essi brevi compagni di precedenti spedizioni sempre per conto della congrega. Zaria se li ricordava molto bene, essendo stati con Kenryu tra i più piacenti partner che fossero capitati nell’ultimo periodo. Nei momenti di solitudine, essi erano stati protagonisti di lussuriosi pensieri della guerriera, la cui mente ora vedeva materializzarsi l’opportunità di rendere vivo quel piacere C’è sempre posto per un paio di bei uomini rispose sfrontata, percependo un calore familiare al basso ventre, il principio del desiderio primordiale, una predisposizione che il suo corpo vedeva ormai come naturale Kenryu è in tenda, sta riposando… in effetti sembrate anche voi un po’ provati la donna si avvicinò a Milton, osservando il suo viso da vicino Milton, ti vedo pallido… serve un ricostituente? domandò, la mano che indugiò sull’inguine dell’uomo, in un invito esplicito.

Non sorprese troppo che la sistemazione dei bagagli di Milton portò alla sua breve scomparsa in compagnia della cavaliere thayan, i quali si allontanarono per qualche minuto dall’accampamento.

VM18

Spoiler

Il tempo di allontanarsi da sguardi indiscreti e Milton fu spinto contro un albero dalla rossa combattente, che scambiò un paio di effusioni Ti aiuterò io a stare meglio. Questo non lo trovi nelle chiese sorrise, prima di inginocchiarsi a terra, in preda all’eccitazione che sembrava perseguitarla come una maledizione. Ma non vi era condanna né disperazione nello sguardo di Zaria, bensì desiderio e lussuria che venivano alimentate ogni volta che un’occasione giungeva come in quel momento. Le sue mani si affrettarono a sfilare le braghe di Milton, esibendo ben presto alla fresca notte il suo membro, ora così vicino al viso della protettrice di Syndra Niente male… commentò per poi carezzarne la parte bassa e stringerlo delicatamente con una mano, percependo la sua crescita a quel tocco. Una vista familiare per Zaria, ma che non smetteva di suscitare in lei ancora più piacere. L’altra mano della guerriera toccò il proprio inguine, constatando la sua totale disponibilità. A quel punto non potè aspettare oltre e si avvicinò con le labbra al suo obiettivo, baciandone prima la punta, quindi avvolgendolo con le proprie labbra, saggiandolo con la lingua, percependo il sapore unico che esso aveva. Con movimenti dapprima lenti e misurati, inumidendo l’area con la propria bocca, Zaria aumentò piano piano il ritmo, percependo il membro ingrandirsi via via e spingersi fino all’inizio della sua gola. Sommessi gemiti di piacere furono gli unici suoni che emise, spingendosi fino al rischio di soffocare pur di sentire dentro di sé tutto ciò che poteva. L’odore maschile l’avvolgeva, entrava dentro di lei. Guardando in alto osservò Milton, come a invitarlo a non trattenersi Da bravo, sai quello che devi fare…

Il culmine di quel fellatio vide Zaria sottomettersi del tutto all’atto, accogliendo ciò che gli venne dato senza timore, percependo il liquido così familiare scenderle in gola e riempirla Bravissimo! costretta a deglutire più volte riuscì a evitare di perderne, un’arte nella quale ella era stata costretta a diventare esperta in gioventù. Un ultimo assaggio di Milton ed ella si rialzò in piedi Hai ripreso un po’ di colore commentò con una risatina, per poi schioccare un bacio sulle labbra dell’uomo e avviarsi verso l’accampamento Prossima volta però voglio qualcosa di più, d’accordo? disse con la malizia di una focosa amante.

 

Edited by Bomba
Link to comment
Share on other sites

Syndra Bachros

Tornerebbe a sfogliare nuovamente il proprio libro di incantesimi, mentre le parole di Zaria le arrivano in tutta risposta. Gli occhi scarlatti della maga non si soffermano neanche per un istante sul volto della propria guardia, piuttosto concentrata invece sul contenuto di ciò che tiene tra le sue mani. Le dita quindi sfogliano la carta di quel libro, mostrando quelle unghie che portano uno smalto verde che va a creare un ottimo abbinamento con il rosso della sua veste e dei suoi occhi. La stessa tunica presente delle decorazione di colore oro sulla scollatura, sulle maniche e nei contorni di quella gonna aperta sul davanti, arricchendo ulteriormente il materiale di cui è composto e dettando legge su quanto la sua discendenza sia tutt'altro che popolana.

Allora credo di non doverti ricordare che al momento non ho cambiato nome e non mi trovavo all'interno di quella tenda, giusto? Non capisco cosa ci trovi.. Uomini.. Donne.. Atti carnali che non hanno la minima utilità se non quella di perdere tempo laddove potresti migliorare intellettualmente.

La osserva solo in quel momento, sollevando lo sguardo scarlatto per puntare inizialmente al suo volto, scendendo successivamente al resto del corpo, prima di ritornare ancora una volta sul libro che ha scelto come propria lettura.

... O fisicamente ...

Si ritrova a correggere in secondo luogo, non avendo una grande stima sul fatto che la propria guardia possa accrescere dal punto di vista intellettuale. Lo sguardo si sposta quindi in direzione di un nuovo arrivato, sebbene anch'esso una conoscenza che ha già avuto modo di vedere in altre occasioni.

Direi che il posto vi appartiene di diritto da quando siete entrati a far parte della Congrega e..

Il suo dire si blocca nel momento in cui vede l'approcciarsi di Zaria a Milton, notando come la conversazione ben presto diventi semplicemente un allontanarsi tra le fronde e quindi dedicarsi nuovamente ad attività che, attualmente, risultano completamente estranee alla maga rossa. Scuote la testa in segno di disapprovazione. Non credo ci sia altro spazio dentro quella testa per apprendere qualcosa.. Questo il suo unico pensiero, prima di interrompersi nuovamente per l'ingresso di un altro membro della congrega. Lo osserva per qualche istante, trovando la curiosità di una creatura sicuramente ben diversa dai canoni di quelle più conosciute.

Direi che siete il benvenuto quanto gli altri, spero solo che siate venuto qui per incontrare Tartius e non per partecipare ad incontri appartati per ansimare come cani in calore.

Spiega la ragazza, affilando appena lo sguardo scarlatto in sua direzione.

A questo punto potrei aspettarmi di tutto da chi condivide sangue da creature caotiche come i demoni. E' un dispiacere che il destino non vi abbia donato del sangue diabolico, ma purtroppo non è stata una vostra scelta.

Conclude per tornare nuovamente sul proprio libro con una certa tranquillità.

Link to comment
Share on other sites

Ector Valysuhn(Tiefling Musico da Guerra)

Lo screpitio del focolare la sera non potè soverchiare il silenzio che Ector aveva donato alla "segugia" della maga rossa.. Non che si trovò ad essere smentita visto che Milton parve essere più accomodante in a quei suoi modi. Uhmp.. Sospirò a quella scena, prima di ricevere risposta dalla "padrona del cane" che lo invitò a sedersi, augurandosi un comportamento più.. fine. L'artista poggiò i propri bagagli sul prato, prendendo poi posto ad un ceppo, incrociando solo in quell'istante lo sguardo della maga. L'espressione ricambiata non fu da meno, impassibile, intoccata dalla presenza della Thayan.. Fino al distacco delle occhiatacce, momento nel quale la donna riprese attenzione sul libro ed il tiefling si "concesse" una risata. Eh eh eh.. Divertente.. Parlando di caoticità.. So che i Maghi Rossi come voi adorano portare a spasso cani da compagnia ed è un miracolo che il vostro abbia il dono della parola, ma mi aspettavo che sapeste pure gestirli con più.. Efficacia.. Disse senza neanche davvero guardarla in viso, più concentrato a prendere dalla borsa tre oggetti.. Una agenda, un pennino, ed una boccetta d'inchiostro ancora sigillata. A giudicare da come ne parlate vedo che siete scontente.. Che è successo? Avete perso il guinzaglio lungo la via, Miss Syndra? Incalzò, per poi aprire il proprio libricino, intingere livemente la penna con l'inchiostro, chiudendolo poi e cominciando a buttare su carta qualche.. Idea.. Immagino che l'indomani tutti i presenti procederanno assieme verso.. Il presunto luogo dell'incontro? Uhmp.. Non vedo l'ora. Disse con moderato entusiamo, accennando poi un sorriso mentre lo sguardo restava sempre chino sul proprio quadernino. 

Edited by Organo84
Link to comment
Share on other sites

La sera procede abbastanza serena tra incontri intimi e chiacchiere istinganti. Il gruppo è quasi riunito, manca solo l'ombra, l'ultimo componente che di solito fa parte del gruppo.. L'attesa però venne interrotta da alcuni rumori di zoccoli in lontananza. La luna illuminava quasi a giorno la strada dietro all'accampamento è questo permette al gruppo di vedere fin da subito l'origine del suono.  Un gruppo di 6 uomini a cavallo, prima al trotto, e poi leggermente di corsa si stanno avvicinando al vostro accampamento

@Landor

Spoiler

Il tuo riposo viene interrotto da vociare concitato di più persone che a un centinaio di metri di distanza parlano animatamente mentre conducono il proprio cavallo al trotto. 6 in tutto. I loro vestiti sono comodi e abili al viaggio, ma quando si avvicinano si vedono alcune differenze che danno dimostrazione di grado.

@everyone

Spoiler

Avete circa meno di 10 min se volete fare qualcosa prima che il gruppo di cavalieri arrivino al vostro accampamento

 

Edited by Killua
Link to comment
Share on other sites

Milton Lomax

VM18

Spoiler

Come ipotizzato (e auspicato) non passo molto tempo prima che Zaria lo portasse in un luogo più appartato. Se questa è l'accoglienza del Thay, dovrei visitarlo più spesso... Quel pensiero, come del resto qualsiasi altro, venne interrotto in fretta dall'inizio delle operazioni della guerriera.

Ora: si ricordava fosse brava, ma wow...pareva addirittura migliorata. Ti..ti sei aaallenata? Chiese balbettando appoggiandole una mano sulla testa e passandola tra i suoi capelli rossi. Ca**o! Esclamò. Colse nel suo sguardo l'invito a non trattenersi e, beh, era pur sempre un gentiluomo e di certo non avrebbe deluso una gentil donzella.

Una volta terminato, si tirò su i pantaloni e si ricompose. Ci voleva. Sorrise dandole una pacca sul didietro. Ah, ricordami di presentarti un amico la prima volta che passi per Waterdeep. Le disse pensando a Mernuval e a quanto avrebbe potuto apprezzare Zaria e le sue "attenzioni". Sono sicuro che vi piacereste!

Riunitosi con il resto del gruppo, Milton fece un cenno di saluto al tiefling. Buonasera Ector.  Mise mano alla piccola custodia in metallo nella tasca del soprabito estraendone una sigaretta per lui e offrendone una anche a Zaria.

Ne manca uno e siamo al completo, giusto? Chiese guardandosi intorno stiracchiandosi la schiena. Direi che possiamo mangiare qualcosa nel frattempo.

La proposta rimase lì sospesa tra di loro perchè un rumore di zoccoli giunse alle loro orecchie. Qualcuno aspettava ospiti? Fece un paio di passi in direzione opposta rispetto ai cavalieri lasciando che ci fosse Zaria tra lui e loro. Continuò a fumare, ma rimase all'erta con i sensi attivi anche per individuare eventuali creature invisibili, pronto in caso di pericolo a spiccare il volo.

@DM

Spoiler

Non faccio nulla di particolare in realtà. Mi limito ad attendere.

----

Invocazioni attive:

- Dark One's Own Luck: per 24 ore +4 Luck Bonus a TS Riflessi

- See the Unseen: per 24 ore Darkvision 60 feet (anche se ce l'ho già dall'Accolito) e posso vedere creature e oggetti invisibili

- Fell Flight: per 24 ore posso volare (stessa velocità del movimento a terra) con manovrabilità buona.

Link to comment
Share on other sites

L`Ombra - Lucas Serpet

Ripromettendosi di studiare con più attenzione la mappa trovata nella sacca del cavallo la mattina dopo con più luce, si preparò a risposare. 

Il poco tempo concessogli per riposare lo irritò parecchio, la concitazione, lo schiamazzo dei nuovi arrivati lo aveva distolto da quello che sperava essere un notte tranquilla.

Lucas era abbastanza sicuro che i suoi compagni avrebbero potuto gestire senza grossi problemi quella minaccia, ma non si dica mai che l'Ombra si tiri indietro da uno scontro.

Con un volteggio Lucas saltò giù dal ramo atterrando in sella al cavallo e dando il via all'animale si avvicinò dal gruppo in arrivo. Si mantenne dietro di loro non visto e continuando a cavalcare nascosto entro il limitare della foresta identificò il più alto in grado del gruppo iniziando a studiarlo per individuare il migliore punto per infilare una delle sue frecce.

Estratto e incordato l'arco preparò una freccia pronta per colpire, avrebbe scelto se puntare alla morte o alla paralisi dell'uomo al momento più opportuno. 

Rimanendo nascosto quindi e ad una distanza di meno di dieci metri, ancora tra gli alberi continuò a seguire i cavalieri e ad attendere l'evolversi della situazione.

@DM

Spoiler

Preparo l'Attacco Mortale contro quello che ritengo essere il capitano. 

Resto Nascosto e cerco di guidare il cavallo con movimenti lenti tenendolo silenzioso e tranquillo, in modo da avere sorpresa nei confronti di tutti.

 

Edited by Landor
Link to comment
Share on other sites

Zaria Aspida

X Milton

Spoiler

Zaria si concesse una risatina a quella proposta Mi sembra un’ottima idea, potremmo divertirci tutti e tre insieme rispose sfrontata.

Zaria tornò poco dopo Milton, l’espressione più serena. Il suo sguardo cercò Syndra, come sempre d’altronde, ma non trovando in lei alcuna traccia di approvazione o condiscendenza per la sua condotta. Prima che le due donne potessero parlarsi, l’approssimarsi di un nuovo gruppo a cavallo mise in allerta i sensi dei cinque presenti nell’accampamento Io no… rispose la guerriera. La prospettiva di nuove conoscenze e ulteriori incontri erotici fu un pensiero che si affacciò subito alla mente della nativa del Thay, ma vista la situazione una primordiale prudenza la istigò a pazientare Prima vediamo di capire se sono amici o nemici… riflettè. Ella sapeva bene come non tutti gli incontri fossero composti da persone apprezzabili come Milton o Kenryu. In verità esistevano molti ordini di persone che per qualche ragione disprezzavano la sua promiscuità, arrivando perfino a veri e propri paladini (la guerriera rabbrividì al pensiero) votati alla castità assoluta. Su questi tetri pensieri Zaria afferrò il proprio scudo torre e si avvicinò a Syndra, frapponendosi tra lei e il gruppo in rapido avvicinamento. Per quanto la sua spada non fosse stata estratta, lo scudo a difesa della maga rossa era in posizione.

Link to comment
Share on other sites

Il gruppo di cavalieri, man mano che si avvicinavano all'accampamento, passarono dalla corsa leggera al trotto e poi al passo fino a fermarsi a poca distanza. 6 cavalieri, tutti vestiti verosimilmente uguali, con la divisa militare di una guarnigione non distante. Il simbolo diviso sulla tonaca che copre il petto lo riconoscete tutti con facilità ma nessuno mai si è curato di sapere esattamente il nome. La loro guarnigione si occupa di pattugliare le vie del commercio più vicine alle grandi metropoli, in questo caso waterdeep. 

Il gruppo è formato da un capitano, lo potete vedere dal diverso tipo di elmo e dal mantello, unico a portarlo, fermo con una semplice spilla.

Milton, Zaria

Spoiler

Vi accorgete di un particolare, tutti quanti i presenti hanno un taglio di capelli sotto l'elmo classico militare, rasato ai lati e leggermente più lunghi sopra, tutti tranne l'ultimo soldato, quello che sembra stare più indietro di tutti, dove si intravede facilmente un capello liscio e lungo dai colori molto chiari. Il colore non si distingue bene perchè sono fuori dal raggio di luce del vostro falò, ma comuqnue visibile dalla luna piena e dal cielo terso.

Il più avanti del gruppo, quello con il mantello fa due passi avanti con l'elmo sotto braccio. Una spada lunga cinge la sua vita e un arco di modesta fattura è legato alla sella del cavallo insieme alla faretra.

Buonasera a voi lor signori e signore. E' possibile parlare con qualcuno che comanda? O chi fa da referente? spero che non sia ovviamente quello con le corna perchè altrimenti siamo caduti davvero in basso. Una volta venivate cacciati a vista d'occhio, ora invece...

La frase viene lasciata in sospeso ma lo sguardo che lancia non ammette dubbi. In attesa di qualcuno con cui interloquire...

Link to comment
Share on other sites

Syndra Bachros

Vi sbagliate Ector
E' la risposta che dona Syndra nei confronti del tiefling che si ritrova all'interno di quel punto di ritrovo che ha messo le basi per una collaborazione tra i vari membri della Congrega. La sua espressione non accenna a cambiare, risultando ancora ben distesa e si potrebbe addirittura intuire che sia anche annoiata.
Almeno nel mio caso posso tranquillamente dirvi che non sono proprio la maga che si sofferma addirittura a scegliere cose di così poco conto. Non ho bisogno di cercare alcun cane da tenere al guinzaglio, piuttosto sono loro che cercano il mio guinzaglio.
Una spiegazione eloquente quella della maga rossa, tornando a guardare il tiefling con espressione più aggraziata, sfoggiando un leggero sorriso nei suoi confronti.
E non li invidio sa? La possibilità di essere al fianco ad una persona di un certo prestigio e di brillare tramite il suo riflesso.. Credo che sia il massimo che possano raggiungere in una società come la nostra, a meno che non abbiano intenzione di provare in altre nazioni dai tecnicismi più primitivi. La nostra si chiama meritocrazia, quella di cui tanti si riempiono la bocca e alla fine non la applicano. Questo è il motivo per cui anche una semplice orfana, priva di genitori e considerata un nulla più totale, può diventare un membro più che rispettabile della nostra società.
Chiude il libro adesso, continuando a portare avanti quella discussione nei confronti del tiefling.
Il vostro antenato piuttosto? Sa chi siete? Conosce la vostra esistenza? O siete semplicemente una delle tante progenie di cui si disinteressa?
Domanda in sua direzione, prima di sentire il rumore di zoccoli in avvicinamento e, quindi, portare il suo sguardo in direzione della sorgente di quel rumore. L'attenzione saetta su Zaria e Milton. Proprio su quest'ultimo il suo sguardo sembra affilarsi nel momento in cui nota i suoi movimenti e il suo tentativo di sfruttare la guerriera come possibile scudo personale.
Zaria, se non vuoi che quel briciolo di pazienza che mi è rimasta se ne vada del tutto, suppongo che tu sappia già cosa fare. Siamo qui per mantenere un decoro e rappresentare la società del Thay in tutta la sua gloria.. Vedi di non farmi sfigurare...
Le ultime parole sono dette con un tono più basso, quasi sibilate, come un serpente che è pronto ad allungare le proprie fauci sulla sua preda per iniettare il suo veleno. Un veleno che avanza tramite le sue parole in direzione del cervello di Zaria. Una tossina che chiede semplicemente una cosa: obbedienza. Rimane quindi seduta, osservando le prossime azioni della sua guerriera, approvando in silenzio la scelta fatta di frapporsi ai suoi possibili nemici.
L'incontro con i cavalieri sembra rivelarsi tutt'altro che problematico, se non per accuse portate nei confronti della progenie abissale.
Non avete alcun motivo di preoccuparvi sullo stato del nostro gruppo. Il nostro.. Ector..
Uno sguardo portato in direzione del tiefling per ricercarne proprio il volto, prima di tornare verso i cavalieri.
Non ha alcuna intenzione di creare problemi e lavoro all'interno del nostro gruppo. D'altronde converrete con me che è meglio tenerli d'occhio, piuttosto che ignorarli e lasciarli liberi di agire.
Si appella a quella nota di razzismo per cercare di entrare in maggiore sintonia con i cavalieri, mostrando un leggero sorriso e continuando a starsene tranquillamente seduta, prima di fare un lieve cenno a Zaria, con la mano destra, di spostarsi per garantirle una visuale migliore degli ospiti appena giunti.
Il mio nome è Syndra Bachros, appartenente al casato dei Bachros del Thay. Sono lieta che, in tempi come questi, ci siano ancora delle pattuglie pronte a garantire delle strade tranquille e prive di imprevisti. Ad ogni modo potete pure parlare con la sottoscritta, almeno che i miei collaboratori non abbiano qualcosa da ridire.
Lo sguardo si sposta in direzione degli altri presenti, evitando solamente quello di Zaria, da cui si aspetta la totale collaborazione di fronte alla decisione che sta prendendo proprio la maga rossa.

Link to comment
Share on other sites

l'uomo fa un passo avanti..

molto bene signora,  le chiedo scusa innanzitutto se la disturbo in questa notte stellata e alza lo sguardo con un ampio gesto della mano come se tutto ciò fosse merito suo volevo chiedervi se era possibile sapere dove siete diretti e per quale motivo? sa, di questi tempi le ronde sono aumentate e queste terre sono meno sicure di quanto pensassimo. In più ci sono stati alcuni problemi poco fuori Waterdeep e vorremmo capirci qualcosa... sa, con il tipo di gente che vi accompagna, non  mi stupirei se la gola sgozzata trovata fosse "opera" di QUALCUNO del vostro gruppo si guarda in modo strano sia a destra che a sinistra. La sua espressione cambia subito quando si accorge di essersi avvicinato praticamente da solo, il resto del gruppo è rimasto immobile.

Milton, Zaria

Spoiler

notate che l'uomo dai capelli lunghi, accortosi del fatto che il capo si è avvicinato, da dei colpetti ai soldati per farli muovere in avanti.

All'improvviso il gruppo di soldati dietro al capitano fa alcuni passi avanti... come se fossero stati spinti. 

Link to comment
Share on other sites

Zaria Aspida

Zaria era rimasta in silenzio all'arrivo dei cavalieri. Ella non era una portavoce, era una spada e uno scudo al servizio di Syndra e come tale lasciò la parola alla sua padrona, serrando la mascella alla vicinanza di Milton che sembrava volersi mettere anche gli dietro la guerriera rossa Non ora... pensò maledicendo quella situazione, avendo preferito qualunque altro momento per avere un uomo dietro di sè. Non rimase delusa, né stupita, quando Syndra si fece araldo del gruppo ed ella ubbidì senza esitare al tocco della sua padrona, pur cercando di rimanere la più vicina possibile. Zaria era un rifiuto della società per il Thay, la sua vita avrebbe avuto un senso solo se avesse intercettato qualunque colpo diretto a Syndra. Dal par suo la guardia del corpo passò in rassegna gli uomini della scorta, soppesandone i numeri e la forza Fosse un'altra occasione... pensò afflitta, il corpo che già reagiva ai pensieri di ciò che quel gruppo avrebbe potuto offrirle. Forse fu proprio per la sua abitudine ai dettagli estetici che le fece notare un intruso tra i cavalieri Taglio di capelli diverso, reazione degli altri... forse è lui il loro capo riflettè. Qualcosa non quadrava e l'atteggiamento razzista degli uomini, unito alle voci su un assassino in giro non contribuivano alla calma di quell'incontro.

Edited by Bomba
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.