Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

West Marches: Segreti e Risposte - Parte 1

Oggi vedremo quanto il combattimento tattico inaugurato in D&D con la 3a Edizione sia stato importante per l'autore e come lo abbia aiutato a gestire al meglio la sua campagna.

Read more...

7 modi per comunicare nell'Impero del Drago

In questo articolo Wade Rockett analizza alcuni metodi di comunicazione di un'ambientazione high magic, come l'Impero del Drago di 13th Age

Read more...

Le Montagne Combattenti

Nel mondo di GoblinPunch tutto è pericoloso, anche cose che potremmo reputare immutabili e stazionarie come le montagne.

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design #10: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 2 e Parte 3

Eccoci con la seconda e terza parte della disamina che Lew Pulshiper propone delle differenze tra Old School e Nuova Scuola. Il punto di vista dell'autore è chiaro e a tratti estremo, voi come la pensate?

Read more...

Con Me nella Tomba: Il Gioco di Taffo

La Taffo e MS Edizioni hanno realizzato un Gioco da Tavolo con un'unica Regola: dovrai giurare di portare quel Segreto Con Te nella Tomba!

Read more...

Sage Advice - Evoluzioni delle Creature


Graham_89
 Share

Recommended Posts

Jeremy Crawford ci parla dell'evoluzione futura dei blocchi delle statistiche e delle nuove razze giocabili introdotte in The Wild Beyond the Witchlight.

Articolo di Jeremy Crawford del 04 Ottobre 2021

I Sage Advice sono una serie di articoli in cui Jeremy Crawford, uno degli sviluppatori principali del D&D Studios, ci parla della struttura delle regole del gioco e risponde alle domande su di esse.

Il manuale più recente di D&D, The Wild Beyond the Witchlight, presenta due nuove razze giocabili e una grande quantità di mostri e PNG della Selva Fatata. In questa puntata del Sage Advice, parlerò di alcune delle evoluzioni delle regole presenti in queste nuove opzioni. Inizierò con i blocchi delle statistiche e poi analizzerò le nuove razze.

Perfezionamenti del Blocco delle Statistiche

Nell'ultimo anno o giù di lì, abbiamo perfezionato il blocco delle statistiche di D&D per renderlo più facile da usare e per migliorare il funzionamento delle creature e il controllo in gioco del DM su di esse. Le sezioni seguenti descrivono le principali modifiche che abbiamo apportato. Potrete trovare questi cambiamenti in The Wild Beyond the Witchlight, così come nella Fizban’s Treasury of Dragons, in Strixhaven: A Curriculum of Chaos, e in Mordenkainen Presents: Monsters of the Multiverse.

large.dnd_sa_statblock.png.838d6245d33cfb48a3aa65699dfc1565.png

Tipo di Creatura

Il tipo di una creatura avrà sempre la prima lettera maiuscola. Abbiamo apportato questa modifica in modo che sia più facile capire quando parliamo di un mostro di un certo tipo (un Gigante, per esempio), piuttosto che usare una parola nel suo senso normale ("Era una gigante nella comunità bardica”).

Siamo anche diventati più selettivi su quali mostri avranno il tipo di creatura umanoide. Questo tipo è ora riservato a creature che sono simili all'uomo nella loro gamma morale e culturale. Man mano che aggiorneremo i manuali più vecchi, riassegneremo alcuni umanoidi ad altri tipi di creatura. Quando uscirà Monsters of the Multiverse, vedrete che alcuni ex umanoidi ora sono Mostruosità, Folletti e altri tipi.

Allineamento

L'allineamento ha avuto un momento pausa nei blocchi statistiche di Candlekeep Mysteries e Van Richten's Guide to Ravenloft. Abbiamo omesso l'allineamento in quei manuali come misura temporanea, per darci il tempo di determinare come gestire l'allineamento in futuro. Ora che abbiamo finito quel lavoro, l'allineamento ritornerà in The Wild Beyond the Witchlight e apparirà anche in tutti gli altri manuali in uscita.

Perché l'allineamento ha avuto una pausa? Per un po', c'è stata della confusione nella comunità riguardo al ruolo dell'allineamento in D&D. Nelle regole del Manuale del Giocatore, si può scegliere l'allineamento del proprio personaggio, e nelle regole del Manuale dei Mostri, il DM determina l'allineamento di un mostro. Indipendentemente da quello scelto, l'allineamento di una creatura descrive la sua prospettiva morale, mentre non determina invece il suo comportamento. L'allineamento è essenzialmente un aiuto per il gioco.

Entrambi i manuali sono chiari sul fatto che siano il giocatore e il DM ad avere l'ultima parola sull'allineamento, ma entrambi i manuali piantano anche un seme di dubbio. Il Manuale del Giocatore suggerisce allineamenti per varie persone nel multiverso di D&D, e i blocchi statistiche nel Manuale dei Mostri includono allineamenti senza ricordare al DM che quelli sono solo suggerimenti.

Per eliminare quel dubbio preservando la funzione dell'allineamento come strumento di gioco, abbiamo apportato le seguenti modifiche:

  • Solo gli individui con un nome, come Mister Witch e Mister Light, hanno un allineamento definito.
  • Gli umanoidi generici riportano la dicitura "Qualsiasi allineamento", ricordando al DM che questi esseri hanno un'ampia gamma morale.
  • Le creature magiche che hanno una forte inclinazione morale (angeli, demoni, diavoli, non morti e simili) hanno un allineamento preceduto dalla parola "Tipicamente". Ad esempio, il blocco delle statistiche di un demone dice "Tipicamente caotico malvagio", poiché è tipico per un demone di D&D essere caotico malvagio. Quell'unica parola - "tipicamente" - ricorda al DM che l'allineamento è un suggerimento narrativo; non è un assoluto esistenziale. Il sacro può cadere e il diabolico può redimersi. Anche i membri di alcune organizzazioni, ad esempio cavalierati caritatevoli o culti diabolici, a volte saranno indicati come "Tipicamente".
  • Le creature incapaci di discernimento morale,  come la maggior parte delle Bestie e delle Melme, continueranno a non avere un allineamento e quindi ad essere indicate come "senza allineamento".

Tag

Occasionalmente una creatura avrà un tag (Elfo, Goblinoide, Titano o simili) che identifica un dettaglio importante che non appare altrove nel blocco statistiche. Abbiamo iniziato a introdurre nuovi tag, a cui ora fanno riferimento alcune regole, che ci consentono di creare nuovi modi per le creature di interagire con il sistema di gioco. Ad esempio, alcune creature ora includono un tag che è il nome di una classe da incantatore (come Chierico, Druido o Mago) e Monsters of the Multiverse includerà una regola che spiega come tale tag implichi che la creatura conta come membro di tale classe ai fini della sintonizzazione con gli oggetti magici.

Bonus di Competenza

Molti dei numeri che compaiono in un blocco delle statistiche includono il bonus di competenza della creatura. Per questo motivo, il bonus di competenza di una creatura ora appare nel blocco delle statistiche. Il numero si trova a destra del Grado Sfida della creatura.

Azioni Bonus

Se una creatura ha delle azioni bonus, quelle azioni ora appaiono nel blocco statistiche in una sezione chiamata "Azioni Bonus". Quella sezione si trova dopo la sezione "Azioni", e se un mostro ha una sezione "Reazioni", la sezione "Azioni Bonus" si trova tra "Azioni" e "Reazioni". Questa nuova sezione rende più facile per un DM individuare le azioni bonus durante il turno di una creatura, che in precedenza si nascondevano tra i suoi tratti vicino alla parte superiore del blocco statistiche.

Incantesimi

Dal 2014, le creature che lanciano incantesimi tendono ad avere il tratto Incantesimi, il tratto Incantesimi Innati o entrambi. A partire dal 2021, abbiamo unito questi due tratti in un'azione chiamata Incantesimi. Questa azione ora appare nella sezione "Azioni" del blocco statistiche e ha alcune qualità importanti:

  • L'azione Incantesimi non utilizza gli slot incantesimo. Una creatura può lanciare gli incantesimi di quell'azione un certo numero di volte al giorno.
  • Gli unici incantesimi che appaiono nell'azione Incantesimi sono quelli che richiedono un'azione per essere lanciati. Se un incantesimo richiede un'azione bonus, una reazione o un minuto o più per essere lanciato, quell'incantesimo apparirà altrove nel blocco statistiche. Questa modifica assicura che azioni e reazioni bonus, come passo velato e scudo, non si nascondano in un elenco di incantesimi.
  • Saremo più selettivi su quali incantesimi compaiono in un blocco statistiche, concentrandoci sugli incantesimi che non hanno utilità di combattimento. La potenza di fuoco più potente di un mostro che usa la magia ora è solitamente rappresentata da un'azione magica speciale, piuttosto che fare affidamento sugli incantesimi.

Nuove Razze dei Personaggi 

large.dnd_sa_scribe.png.b3eeb2bcca53cbe6d52791c28acd42ca.png

Le nuove razze di personaggi in The Wild Beyond the Witchlight - la Fata e il Leproide (Harengon, traduzione non ufficiale) - sono apparse entrambe in precedenza in un Unearthed Arcana, e ora appaiono nella loro forma finale in questo manuale. Le razze hanno diverse caratteristiche che potrete vedere non solo in questo manuale, ma anche in tutti le altre razze per i personaggi giocanti nei nostri libri in uscita in futuro. Queste caratteristiche sono analizzate di seguito.

Tipo di Creatura

In passato, si presumeva che una razza avesse il tipo di creatura umanoide. Nelle nuove razze viene specificato il tipo di creatura del personaggio. Ad esempio, la fata ha il tipo di creatura Folletto. I tipi di creatura non hanno regole in sé, ma alcune regole del gioco influenzano in modi diversi le creature di certi tipi. Ad esempio, l'incantesimo cura ferite non funziona su costrutti e non morti.

Aumento dei Punteggi di Caratteristica

Le nuove razze non hanno il tratto Incremento dei Punteggi di Caratteristica che hanno le razze del Manuale del Giocatore. Le nuove razze si basano su una speciale regola di creazione del personaggio che consente di aumentare un punteggio di caratteristica di 2 e un altro punteggio di 1 o di aumentare tre diversi punteggi di caratteristica di 1. La mancanza del tratto Incremento dei punteggi di Caratteristica aiuta nella scelta di razza e classe indipendentemente l'una dall'altra, ampliando i tipi di personaggi che si potranno vedere al tavolo di gioco.

Se avete difficoltà a decidere quali punteggi aumentare, vi consigliamo di consultare la sezione "Creazione Rapida" della vostra classe. Ad esempio, la sezione "Creazione Rapida" del bardo consiglia di aumentare il Carisma e la Destrezza del vostro personaggio.

Età

Le nuove razze non hanno del tratto Età. Al suo posto indicheremo il seguente testo sulla durata della vita di un personaggio: "La durata tipica della vita di un personaggio giocante nel multiverso di D&D è di circa un secolo, supponendo che il personaggio non incontri una fine violenta in un'avventura. I membri di alcune razze, come i nani e gli elfi, possono vivere per vari secoli."

Allineamento

In precedenza nel testo della razza veniva suggerito un allineamento per il tuo personaggio. Le razze più recenti non contengono tale suggerimento, poiché l'allineamento di un personaggio è interamente sotto la competenza del giocatore.

Taglia

Alcune nuove razze, tra cui il Leproide, vi consentono di scegliere se il vostro personaggio sarà Medio o Piccolo, riflettendo il fatto che alcune razze contengono una gamma particolarmente ampia di corporature. Vedrete questa scelta in altre razze in futuro.

Inoltre, invece di suggerire altezza e peso di una razza, indicheremo il seguente testo: "I personaggi dei giocatori, indipendentemente dalla razza, in genere rientrano negli stessi intervalli di altezza e peso che gli umani hanno nel nostro mondo. Se desiderate determinare l'altezza o il peso del tuo personaggio in modo casuale, consulta la tabella Altezza e Peso Casuali nel Manuale del giocatore e scegliete la riga nella tabella che meglio rappresenta la corporatura che immaginate per il vostro personaggio".

Lingue

Le nuove razze mancano di tratti puramente culturali, quindi non includono il tratto Lingue. Invece, i nuovi personaggi iniziano il gioco conoscendo il Comune e un'altra lingua che voi e il vostro DM concorderete sia appropriata per il personaggio.

large.dnd_sa_harengon.png.51f5eb112749425ee8c820275155423e.png

Domande su Salto del Coniglio

Quando un Leproide usa Salto del Coniglio, il salto del tratto consuma movimento? Questo tratto consente a un Leproide di saltare come azione bonus e quel salto non consuma nessuna frazione del normali movimento del Leproide. Questo è il motivo per cui il tratto ha un numero limitato di usi tra un riposo lungo e l'altro. Se confrontate la formulazione di Salto del Coniglio con la formulazione delle regole del salto in lungo e in alto nel Manuale del Giocatore, noterete come quelle regole spendano esplicitamente del movimento, mentre il Salto del Coniglio no.

Salto del Coniglio è un salto in alto o un salto in lungo? Salto del Coniglio non è né un salto in alto né un salto in lungo. Se lo fosse, sarebbe esplicitato nel testo.

L'incantesimo saltare potenzia Salto del Coniglio? Sì, l'incantesimo saltare può influenzare la distanza di salto di Salto del Coniglio. Se lanciate quell'incantesimo su un Leproide, potrete godervi i suoi magnifici salti!

Si è obbligati a saltare l'intera distanza del Salto del Coniglio? Non dovete saltare l'intera distanza di Salto del Coniglio quando lo usate. Lo chiariremo nelle stampe future del tratto.



Visualizza articolo completo

Link to comment
Share on other sites


Rimango confuso sul fatto che angeli e demoni possano avere un allineamento mutevole. Mi spiego meglio: se un angelo o un demone (in D&D, non in senso "biblico") possono mutare allineamento, cosa li distingue esattamente da un esterno molto potente con determinati incantesimi? Davvero vogliamo ridurre i termini "angeli" e "demoni" a mere descrizioni fisiche? Se ha le ali piumate è un "angelo", se ha le corna è un "demone", ma poi il primo può deliberatamente compiere genocidi e venerare Vecna, mentre il secondo può essere un devoto predicatore di Pelor? Andiamo, ciò che contraddistingue certe creature è proprio il loro essere fortemente allineate. 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
12 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Rimango confuso sul fatto che angeli e demoni possano avere un allineamento mutevole. Mi spiego meglio: se un angelo o un demone (in D&D, non in senso "biblico") possono mutare allineamento, cosa li distingue esattamente da un esterno molto potente con determinati incantesimi? Davvero vogliamo ridurre i termini "angeli" e "demoni" a mere descrizioni fisiche? Se ha le ali piumate è un "angelo", se ha le corna è un "demone", ma poi il primo può deliberatamente compiere genocidi e venerare Vecna, mentre il secondo può essere un devoto predicatore di Pelor? Andiamo, ciò che contraddistingue certe creature è proprio il loro essere fortemente allineate. 

Il concetto è che nonostante la forte predispozione data la loro natura di incarnazioni di elementi cosmologici ci possono essere rari esempi di angeli caduti e demoni/diavoli redenti, nulla di così strano o mai visto prima, sia in generale che nella storia di D&D nello specifico (passata e recente).

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Chiaramente, aggiungo io, sta al DM rendere il tutto credibile.
Come dice l'articolo, per l'argomento "allineamento", verrà indicato quello più comune per quella data creatura.

Già ci sono comunque esempi di creature normalmente di un'allineamento, che dimostrano l'opposto.. questo è semplicemente "ufficializzare" quanto anche già molti DM sono sicuro che facciano (o almeno io, confesso, di tanto in tanto mi lancio in questi esperimenti).

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Il concetto è che nonostante la forte predispozione data la loro natura di incarnazioni di elementi cosmologici ci possono essere rari esempi di angeli caduti e demoni/diavoli redenti, nulla di così strano o mai visto prima, sia in generale che nella storia di D&D nello specifico (passata e recente).

Rimango dell'idea che angeli caduti e demoni redenti dovrebbero essere trattati alla stregua di "unicum" e non di qualcosa che sarebbe sempre possibile incontrare; cosa che viene suggerita da un aggettivo come "tipicamente". Non credo che "tipicamente" gli angeli dovrebbero essere di allineamento "buono" ma che gli avventurieri debbano aspettarsi anche una minoranza "malvagia", non se mi spiego. Credo che l'allineamento di creature come angeli, demoni e diavoli dovrebbe essere qualcosa di viscerale, non solo "tipico". Ma si tratta di gusto personale, me ne rendo conto.

Inoltre, quando un angelo "decade" non viene più definito tale, così come l'opposto quando un demone viene "redento"; Lucifero non venne più definito angelo nel momento in cui divenne sovrano dell'inferno, quindi la definizione stessa di queste creature è (era) legata a doppio filo con il loro allineamento. 

Edited by Le Fantome
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
11 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Rimango dell'idea che angeli caduti e demoni redenti dovrebbero essere trattati alla stregua di "unicum" e non di qualcosa che sarebbe sempre possibile incontrare; cosa che viene suggerita da un aggettivo come "tipicamente". Non credo che "tipicamente" gli angeli dovrebbero essere di allineamento "buono" ma che gli avventurieri debbano aspettarsi anche una minoranza "malvagia", non se mi spiego. Credo che l'allineamento di creature come angeli, demoni e diavoli dovrebbe essere qualcosa di viscerale, non solo "tipico". Ma si tratta di gusto personale, me ne rendo conto.

Magari invece che "tipically" avrebbero potuto mettere "almost always", ma lì appunto si entra in questioni di preferenza linguistica.

12 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Inoltre, quando un angelo "decade" non viene più definito tale, così come l'opposto quando un demone viene "redento"; Lucifero non venne più definito angelo nel momento in cui divenne sovrano dell'inferno, quindi la definizione stessa di queste creature è (era) legata a doppio filo con il loro allineamento. 

Visto che qui più che di definizione descrittiva si parla di tipi di creature (qualcosa di più "fisiologico") penso che ci stia mantenere il tipo celestiale/immondo (con magari qualche modifica alle meccaniche a riflettere la caduta/redenzione) e cambiare l'allineamento.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Graham_89 ha scritto:

Taglia

Alcune nuove razze, tra cui il Leproide, vi consentono di scegliere se il vostro personaggio sarà Medio o Piccolo, riflettendo il fatto che alcune razze contengono una gamma particolarmente ampia di corporature. Vedrete questa scelta in altre razze in futuro.

Inoltre, invece di suggerire altezza e peso di una razza, indicheremo il seguente testo: "I personaggi dei giocatori, indipendentemente dalla razza, in genere rientrano negli stessi intervalli di altezza e peso che gli umani hanno nel nostro mondo. Se desiderate determinare l'altezza o il peso del tuo personaggio in modo casuale, consulta la tabella Altezza e Peso Casuali nel Manuale del giocatore e scegliete la riga nella tabella che meglio rappresenta la corporatura che immaginate per il vostro personaggio".

Ok: gli umani sono di taglia Media... e un leporide di taglia Piccola è comunque alto come un'umano?
Ma che c...o stanno dicendo!? :swear-old:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
6 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

Ok: gli umani sono di taglia Media... e un leporide di taglia Piccola è comunque alto come un'umano?
Ma che c...o stanno dicendo!? :swear-old:

Non mi stupirei di scoprire che anche gli Umani avranno l'opzione taglia Media o Piccola.

Link to comment
Share on other sites

Non mi trovo affatto concorde con la revisione degli allineamenti. Concordo con chi ha detto che Demoni e Angeli non possono essere TIPICAMENTE M o B. Sono SEMPRE M o B con eccezioni uniche. Quelle eccezioni uniche hanno reso memorabile un incontro con un deva caduto e i suoi servitori al servizio di Auril in una vecchia campagna. Sta cosa non ha senso. I draghi rossi saranno tipicamente malvagi? Allora gli elfi sono tipicamente stupidi dato che hanno rinchiuso potenti demoni in una prigione dimensionale che si apre solo al volo di un drago rosso buono. Lo sapevano che Myth Drannor sarebbe caduta, lo hanno fatto apposta.

E questo comporta che i drow saranno qualsiasi allineamento immagino. A questo punto... FOLLIA.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il punto, ma di queste cose ne abbiamo già discusso, è che non ha senso al momento dire che una scelta regolistica in dnd non ha senso perchè "in tale ambientazione". I profili dei mostri sono volutamente generici con linee guida non stringenti proprio perchè sono degli strumenti da adattare al gioco di ciascun tavolo. I draghi rossi sono tipicamente malvagi e al tuo tavolo fai quello che ti pare. Stai giocando in un'ambientazione dove sono tutti malvagi? Bene, togli il "tipicamente". E via così. 

Sinceramente mi sembra una cosa normalissima, non capisco dove stia la FOLLIA. Soprattutto dal momento che la maggior parte delle campagne di dnd 5e è homebrew e non si basa quindi su setting specifici.

Edited by Assalon
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

 

10 minuti fa, Lord Danarc ha scritto:

No in tutto D&D i draghi cromatici sono sempre malvagi.

A quanto pare, da quello che pubblicano, penso che gli sviluppatori di dnd abbiano una concezione diversa del loro gdr

 

Edited by Assalon
Link to comment
Share on other sites

@Lord Danarc In che modo l'allineamento di un drago farebbe parte del gioco e non solo dell'ambientazione? Il gioco in questo caso è un insieme di meccaniche che niente hanno a che fare con il flavour di un'ambientazione. DnD è un gioco senza setting per quel che mi riguarda (ne ha molti, quindi nessuno, e spinge tantissimo sul personalizzarli). 

In Eberron per esempio non vi è una netta distinzione morale tra i draghi.

Edited by Assalon
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
2 ore fa, Assalon ha scritto:

A quanto pare, da quello che pubblicano, penso che gli sviluppatori di dnd abbiano una concezione diversa del loro gdr

 

Una precisazione. D&D non è degli sviluppatori ma dei giocatori. Quando lo sviluppatore fa cose che ai giocatori non piacciono finisce come con la 4e.

Sugli allineamenti. Secondo me l'intenzione era quella di toglierli, poi han rigirato la cosa dicendo "li abbiamo messi in pausa". Il fatto è che durante la pausa moltissimi giocatori si sono lamentati della cosa e, guarda caso, adesso ritornano un po' più blandi e sfumati.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, aza ha scritto:

Una precisazione. D&D non è degli sviluppatori ma dei giocatori. Quando lo sviluppatore fa cose che ai giocatori non piacciono finisce come con la 4e.

Quello che intendo è che da come stanno gestendo queste tematiche risulta abbastanza chiaro che la malvagità intrinseca di un drago cromatico (o di qualsiasi creatura) non è qualcosa di monolitico e codificato in dnd (almeno nella 5E, che è l'oggetto di discussione), nè è una sua componente essenziale e ufficiale. E che mi risulta strano venga tacciata di follia un'aggiunta del genere che niente mi sembra togliere al gioco. Semplicemente mi è sembrato che le parole di @Lord Danarc non siano avvalorate dal gdr del quale stiamo discutendo (sempre riprendendo il fatto che in Eberron questa distinzione tra draghi cromatici e metallici non esiste). 

Link to comment
Share on other sites

Il 14/10/2021 alle 10:48, Le Fantome ha scritto:

Davvero vogliamo ridurre i termini "angeli" e "demoni" a mere descrizioni fisiche? Se ha le ali piumate è un "angelo", se ha le corna è un "demone", ma poi il primo può deliberatamente compiere genocidi e venerare Vecna, mentre il secondo può essere un devoto predicatore di Pelor? Andiamo, ciò che contraddistingue certe creature è proprio il loro essere fortemente allineate. 

anche restando nel biblico, cerca cos'è Lucifero. Sostanzialmente è un angelo. Quindi non vedo alcun problema alla cosa, oltre tutto quando questi sono creature separate dalla religione.

Piuttosto:

Il 14/10/2021 alle 06:16, Graham_89 ha scritto:

Salto del Coniglio è un salto in alto o un salto in lungo? Salto del Coniglio non è né un salto in alto né un salto in lungo. Se lo fosse, sarebbe esplicitato nel testo

Esattamente, quindi, dove salto? 🙂

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, aza ha scritto:

Una precisazione. D&D non è degli sviluppatori ma dei giocatori. Quando lo sviluppatore fa cose che ai giocatori non piacciono finisce come con la 4e.

Sugli allineamenti. Secondo me l'intenzione era quella di toglierli, poi han rigirato la cosa dicendo "li abbiamo messi in pausa". Il fatto è che durante la pausa moltissimi giocatori si sono lamentati della cosa e, guarda caso, adesso ritornano un po' più blandi e sfumati.

A me andava bene rimuovere gli allineamenti, io stesso ho sempre avuto difficoltà a farne uso. Ma se hanno deciso di rimetterli (e non credo qualcuno li abbia obbligati a farlo) penso che dovrebbero fare attenzione al fatto che alcune creature non hanno il libero arbitrio degli esseri umani, e quindi in questi casi un allineamento blando e sfumato secondo me ha perfino meno senso dell'allineamento "classico".

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Albedo ha scritto:

anche restando nel biblico, cerca cos'è Lucifero. Sostanzialmente è un angelo. Quindi non vedo alcun problema alla cosa, oltre tutto quando questi sono creature separate dalla religione.

Un paio di precisazioni:

1) Lucifero non mi sembra venga più definito "angelo" dal momento della sua caduta. Quindi il suo essere definito tale era legato in modo indissolubile al suo status di servitore divino (e quindi araldo del "bene"). Ribellatosi a Dio, al "Bene", ha perso anche lo status di angelo.

2) Lucifero è, per quanto ne sappia, un unicum. Non vi sono stati altri angeli a cadere dopo di lui, il che è emblematico di quanto sia raro per un "angelo" venire meno alla sua stessa natura.

3) Rimanendo sul GdR, secondo me è importante che angeli e demoni siano visceralmente legati al proprio allineamento, come elemento caratterizzante delle rispettive razze: se avessero il libero arbitrio tipico degli esseri umani, non vedo cosa avrebbero di così diverso da altri esterni generici molto potenti. 

Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

dovrebbero fare attenzione al fatto che alcune creature non hanno il libero arbitrio degli esseri umani, e quindi in questi casi un allineamento blando e sfumato secondo me ha perfino meno senso dell'allineamento "classico".

@Le Fantome è questo punto però che mi sfugge. Non è una cosa che varia da tavolo a tavolo (da ambientazione a ambientazione) e che può avere le dovute eccezioni? 

Inoltre non riesco a capire perchè il "tipicamente" andrebbe a rendere blando o sfumato l'allineamento di una categoria. Se gli angeli sono tipicamente legali buoni mica vuol dire che sono legali e buoni in modo blando, ma che alcuni angeli potrebbero non essere legali buoni (e ciò non vuol dire che siano quindi caotici malvagi, le combinazioni possibile sono tante).

Edited by Assalon
Link to comment
Share on other sites

In questo momento, Assalon ha scritto:

@Le Fantome è questo punto però che mi sfugge. Non è una cosa che varia da tavolo a tavolo (da ambientazione a ambientazione) e che può avere le dovute eccezioni? 

Certamente, al proprio tavolo ognuno può fare ciò che desidera. Però se ci limitiamo a questa considerazione allora ogni discussione può essere troncata sul nascere. Tanto, a prescindere da come decideranno di evolvere D&D, ognuno al tavolo potrà sempre fare ciò che vuole... : ]

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.