Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Paths Peculiar - Per favore Arthur Cobblesworth, vai a dormire

Uno One Page Dungeon di Niklas Wistedt incentrato su dei rumori molesti in un cimitero

Read more...

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

Invisibilità: quando termina?


Recommended Posts

Siamo decisamente OT, comunque...

La rete è un oggetto inquadrato tra le armi ed ha una funzione speciale quindi non ci sono dubbi su come vada usata.

Il regolamento può introdurre oggetti che funzionino in modo diverso dal normale e anche un dm può creare oggetti che abbiano funzioni particolari e che prevedano dinamiche diverse da quelle più comuni. Ovviamente se lo fa il dm sono hr.

La torta invece è un oggetto comune, non un’arma, se si tratta di farla capitare da qualche parte lanciandola, come detto sopra, in condizioni normali basta descriverlo. Se invece vuoi usarla per attaccare come arma improvvisata deve essere il master a dirti se puoi usarla per attaccare.

Io se ci attacchi un luogo, come il pavimento di una stanza, ti direi che non riesci ad usarla come arma. Se invece ci vuoi colpire una persona o un mostro la risposta dipenderà dal tono della campagna e dal bersaglio. Se un mio giocatore me lo chiedesse due volte nella stessa campagna però mi renderei conto che sto inserendo troppe torte.

Link to post
Share on other sites

  • Replies 74
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Giusto per chiarire, perché non ho capito la tua risposta "sì" a cosa si riferisca, i due sage advice che citi confermano che invisibilità non si rompa RAW con l'uso del necklace, visto che non stai f

Sono due discussioni parallele. Una è la discussione se il lancio di un uovo rompa l'invisibilità se il DM ha deciso serva un TxC. La risposta è sì, senza dubbio. La discussione se serva o meno sempre

L’azione è lanciare la perla così come descritta nell’oggetto magico. L’oggetto ti dice esattamente cosa serve per farlo funzionare. Devi usare un’azione che è “lanciare la perla” e puoi lanciarl

1 ora fa, savaborg ha scritto:

Se invece vuoi usarla per attaccare come arma improvvisata deve essere il master a dirti se puoi usarla per attaccare.

Se posso usare qualsiasi cosa la prendo e la tiro.  Al più il Dm può dire qual'è il range in metri, se fa 1d4 o niente e se/quanto sporca il bersaglio. 

1 ora fa, savaborg ha scritto:

Siamo decisamente OT, comunque...

A me la questione "sono invisibile, che succede se faccio un txc?" pare decisamente It. Quello che non mi pare It è il tuo obbligo sui danni.

È il txc a negare l'invisibilità. Non il tiro per i danni. 

Di fatto txc con torta alla crema o rete invalida l'invisibilità. 

1 ora fa, savaborg ha scritto:

Io se ci attacchi un luogo, come il pavimento di una stanza, ti direi che non riesci ad usarla come arma

Eh, poi sono io che uso le hr...

Li stai invalidando un target della torta/uovo/palla di neve a tua discrezione e vietando txc possibilissimi. 

1 ora fa, savaborg ha scritto:

Se un mio giocatore me lo chiedesse due volte nella stessa campagna però mi renderei conto che sto inserendo troppe torte.

Se uno vuol tirare/far txc con le torte, le uova e le palle di neve piuttosto che i pugnali o le accette sono pure affari suoi. Non esiste una regola che lo vieta.

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites

Per la collana sembra sempre sfuggiti che è un oggetto magico. Esso non necessita di tiro per colpire o di tiro abilità perché, come da descrizione, arriva esattamente dove intendi lanciarlo. Non perché sia forte il personaggio che la usa ma perché è così che deve funzionare, è un oggetto magico, MAGIA!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ho capito quello che sostieni.

Visto che non esiste nessun altro riferimento al lanciare oggetti, anche lanciare le chiavi della macchina vicino a qualcuno è un TxC e non una prova di caratteristica, anche se non sto lanciando un’arma. 

Perché altrimenti nella descrizione delle prove di forza ci sarebbe stato almeno un accenno a prove per lanciare oggetti vari diversi dalle armi, improvvisate o meno.

In questo caso la specifica messa nella descrizione del fuoco dell’alchimista e in oggetti simili potrebbe essere dovuta al fatto che non attacchi il luogo ma attacchi il soggetto.

Io non lo avevo interpretato così è mi sembra in contrasto con l’impostazione di base dell’edizione che è molto esplicita sulle meccaniche da seguire.

Però non mi sento più di escluderlo in modo fermo.

Potrebbe essere solo perché mi sono stancato di parlarne, quindi lascio con questo dubbio chi vuole continuare.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Nyxator ha scritto:

sono invisibile, che succede se faccio un txc?

Su questo nessuno ha dei dubbi!

Il dubbio era a monte: tirare un oggetto non per attaccare, ma per ottenere altri scopi, vuole per forza un TxC, o posso gestirlo con una prova di abilità?

Senza contare che, come già citato da savaborg, quando un tiro non ha "avversità" particolari, non c'è nessun bisogno di tirare i dadi.

comunque, ora sono certo (guida del master pag 238) che quando non sto attaccando, posso usare il TxC , quindi è una possibilità e non un obbligo (anzi, se il manuale mi da quella possibilità, significa che la normalità è proprio non usare il TxC in quelle situazioni).

l'uso della collana è un attacco? Non c'è scritto da nessuna parte!

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Casa ha scritto:

comunque, ora sono certo (guida del master pag 238) che quando non sto attaccando, posso usare il TxC , quindi è una possibilità e non un obbligo (anzi, se il manuale mi da quella possibilità, significa che la normalità è proprio non usare il TxC in quelle situazioni).

Ah beh. Torte in faccia e uova sulle finestre aggratis da distanze siderali. Anche la Ca e i bonus Des sono diventati un opinione. 

5 ore fa, Casa ha scritto:

l'uso della collana è un attacco? Non c'è scritto da nessuna parte!

Se devo scrivere, linkare e quotarti mezza Srd per poi leggere commenti lampo col punto esclamativo che prendono in considerazione un quarto di quel che rispondo/quoto (ho esaminato la collana in almeno 3 modi) e ripetono obiezioni già dibattute in sede, ti suggerisco due opzioni:

Opzione a: fa come vuoi/sei comodo. Più easy way di così. 

Opzione b: chiedi a JC nei sage advice. 

 

 

 

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

 

2 ore fa, Nyxator ha scritto:

Ah beh. Torte in faccia aggratis da distanze siderali. Anche la Ca e i bonus Des sono diventati un opinione. 

non capisco: quando mai è stato detto questo?

sto dicendo che per centrare con una torta la faccia di un pagliaccio distante  3m ti chiedo di superare un test di destrezza (quindi i bonus destrezza li uso eccome, ma potrebbe benissimo essere anche altra caratteristica) contro cd 10, da 20 metri la CD è 30 e buttarla per terra a 3 m di distanza non ti faccio nemmeno fare il tiro perchè ci riesci di sicuro! 

stop!

dove sono le torte gratis a distanza siderali?

non uso la CA? me ne frego, non mi serve "l'efficacia con cui il personaggio (il pagliaccio ndr) riesce ad evitare di essere ferito in battaglia" (citazione testuale del manuale)

 

vuoi gestirla con il TxC?

benissimo,  il manuale dice che puoi!

vediamo un po':

CA di una persona senza armatura è 10,

devi colpire la faccia quindi possiamo considerare come se il resto del corpo sia dietro 3/4 di copertura quindi +5 bonus CA

TxC dato che non sei competente nel lancio di torte non sommi il bonus di competenza;

TxC poichè il pagliaccio non si può muovere lo consideriamo paralizzato quindi hai vantaggio.

risultato: TxC senza bonus di competenza con vantaggio contro CA 15.

poi ti sposti a 20m:

tutto uguale a prima solo che, per la grande distanza, puoi dare uno svantaggio che annulla il vantaggio precedente quindi a 20m devi effettuare un TxC senza bonus di competenza contro CA15

risultato? tirare da 3m o da 20m non rappresenta un gradiente di difficoltà soddisfacente (per me) senza contare i calcoli che ho dovuto fare per arrivare a tirare fuori i numeri.

Secondo il mio modesto parere non c'è un valido motivo per gestire un tiro non destinato ad un attacco con il TxC.

(ovviamente se decidi di fissare arbitrariamente il valore della CA ricadi palesemente nel metodo della stima della CD e stai chiamando TxC quello che di fatto è un test di abilità)

2 ore fa, Nyxator ha scritto:

Opzione a: fa come vuoi/sei comodo. 

Opzione b: chiedi a JC nei sage advice. 

 

opzione a: può capitare ma in questo caso no, faccio come da regole;

opzione b: in questo caso no, per quel che mi riguarda non ho più dubbi.

 

 

Edited by Casa
Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Casa ha scritto:

risultato?

Che in quel modo là fai un txc contro una creatura arbitrariamente sempre paralizzata (che magari invece voleva e poteva schivare) non si sa bene perché, mascherandolo da skill check per avere la scusa per restare invisibile.

Un po' come dire "ma sì, che importa se mescolo un mazzo di carte in modo figo (skill check) o lo tiro in testa con scatola e tutto a qualcuno (txc), tanto è uguale." 

Cita

non uso la CA? me ne frego, non mi serve "l'efficacia con cui il personaggio (il pagliaccio ndr) riesce ad evitare di essere ferito in battaglia" (citazione testuale del manuale)

La rete si tira comunque col txc.

I buff con durata?  Opinioni anche quelli.

7 ore fa, Casa ha scritto:

opzione a: può capitare ma in questo caso no, faccio come da regole;

 

Se intendi necklace con lo skill check è "come vuoi/sei comodo, più easy way di così." 

7 ore fa, Casa ha scritto:

opzione b: in questo caso no, per quel che mi riguarda non ho più dubbi.

Well. 

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites

Credo continui a esserci confusione sul vedere fare danno come una condizione in qualche modo determinante o rilevante, come era in 3.X. Non lo è: quello che conta è l'azione che fai, e non l'intenzione o il danno diretto o indiretto: sono termini che non sono mai citati nelle regole. Sembra assurdo? Non vedo perché. Ci si può immaginare che sia legato al gesto improvviso e violento di attaccare che rompe l'incantesimo. Non mi sembra più assurdo di immaginarmi che invisibilità si cancelli se faccio danno diretto a qualcuno, e questo dipenda dalle mie intenzioni di fare del male e non dall'azione che compio. Come sempre, prima di cambiare le regole si cerca di capire come le regole ci impongono di immaginare la cosa, invece di adattare immediatamente le regole a come noi la immaginiamo.

Andiamo ora ai due casi discussi. Se tirare una torta sia un attacco o meno, non è scritto nel regolamento perché difficilmente capita sia rilevante, e quindi dipende dal DM. Personalmente direi che dipenda da come la lanci: se la lanci mirando ad un bersaglio per farla esplodere più forte che puoi, spargendo panna ovunque, torni visibile, come è per la flask. Se la lanci per mandarla da qualche parte senza mirare, come un lancio del peso, no. Se cerchi di lanciarla più lontana possibile, dal basso all'alto, farei una prova di atletica. Nel caso del necklace invece lo sappiamo: non è un attacco, perché il manuale non ci dice che per lanciare la biglia sia necessario fare un attacco, ci dice che dobbiamo solo decidere dove va, come per una fireball.

Non è rilevante neanche quale azione si stia usando. Attivare il necklace richiede un'azione che non è tra quelle base, ma comunque quale sia il nome dell'azione non è rilevante: non è l'azione scelta che rompe l'invisibilità. Non è necessario fare l'azione di attacco per rompere l'invisibilità, ma un attacco (che sono cose diverse). Non è necessario fare l'azione "lanciare un incantesimo", ma lanciare un incantesimo (che sono cose diverse). Si può attaccare o lanciare incantesimi senza usare l'azione di attacco o l'azione lanciare incantesimi. Si può attaccare lanciando incantesimi e si può lanciare incantesimi con l'azione usare oggetti magici ad esempio. L'azione per attivare il necklace non ha un nome specifico, ma l'azione non comporta un attacco nè un incantesimo, perché abbiamo due chiare definizioni di cosa sia un attacco e cosa sia lanciare un incantesimo, è detto esplicitamente sul manuale e nei sage advice che tutto quello che non entra nelle rispettive definizioni non è un attacco o il lancio di un incantesimo, ed è chiaro che l'uso del necklace non entri in nessuna delle due definizioni.

Perché il necklace non richiede un TxC e invece colpisce sempre? Non so, puoi immaginarlo in molti modi diversi: puoi immaginarti che sia parte della magia dell'oggetto o meno. Ma se è magia allora stai lanciando un incantesimo? No. Non è importante sia un effetto magico per la discussione, è chiarito in dieci SA diversi che attivare un effetto magico non necessariamente sia equivalente a lanciare un incantesimo. Lanci un incantesimo se lanci un incantesimo. Lanciare una biglia che raggiunge sempre il punto dove la vuoi mandare e poi esplode in modo identico ad un incantesimo è sicuramente molto simile a lanciare un incantesimo meccanicamente, ma non stai lanciando un incantesimo: stai usando una proprietà magica di un oggetto magico. Sono simili nell'immaginario, identici meccanicamente, ma tutto questo è irrilevante dal lato della specifica regola che non dice "se è simile ad un incantesimo allora...". Un bazooka può essere esattamente identico meccanicamente ad una palla di fuoco, ma non per questo non funziona in un campo antimagia, perché non è magico, e l'essere magico è un'eticatta ben definita ed è l'unica cosa che conta. Allo stesso modo, il necklace può essere esattamente identico meccanicamente ad una palla di fuoco, ma non è un incantesimo, e per quello che riguarda la regola in questione questa è l'unica cosa che conta.

Se poi sembra un dramma se un PG una manciata di volte nella campagna possa usare un oggetto trovato e un incantesimo della sua classe in modo intelligente per avere un momento divertente (e onestamente difficilmente squilibrante) e epico, sono in forte disaccordo. Credo questi momenti siano quelli che uno più si ricorda di una campagna. Il fatto che sia un oggetto limitato lo rende particolarmente adatto a non trasformarlo in una strategia che diventa noiosa e ripetitiva ma mantenerlo invece un momento divertente e epico.

Nota per il giocatore.

Quello che suggerisco all'eventuale giocatore che avesse in mente di usare il necklace in questo modo, o più in generale qualche regola poco intuitiva che possa iniziare una discussione con il DM durante la sessione, è di parlare con il DM prima di usarla. Parlargli subito dopo la fine della sessione, appena viene in mente la possibilità (ad esempio leggendo un thread come questo), appena si ottiene l'oggetto magico. Evitare l'imboscata al DM con una regola particolare è meglio per due motivi. Primo, questa discussione mostra come non sia facile prendere una decisione informata, figurarsi durante una sessione. Fare leggere un thread di un forum non si può fare, e non è detto che tutti i thread su tutti i forum raggiungano la conclusione corretta. Non è importante chi abbia ragione, il divertimento ci perde sempre. Secondo, se avvertito in tempo il DM può bilanciare gli eventi correttamente, mentre se una determinata regola (non questa, ma in generale) potrebbe rendere un certo evento che ha in mente noioso, è il caso che gli si parli prima.

Se il DM ragionevolmente su due piedi decide contro il giocatore, il giocatore che aveva passato un pomeriggio a leggersi forum su internet per caprie la regola si può sentire defraudato e tutti si divertono meno. Se il DM altrettanto ragionevolmente decide a favore del giocatore, può essere che l'uso non pensato di una regola renda banale un evento centrale della sessione. In entrambi i casi, la discussione in game causa perdita di ritmo.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, bobon123 ha scritto:

Se tirare una torta sia un attacco o meno, non è scritto nel regolamento perché difficilmente capita sia rilevante

Mah, guarda...direi che cos'è rilevante o no in generale, non sta né a te né a me stabilirlo. 

Dal punto di vista regolistico se tiri una torta(o similis) a qualcuno ricade nel txc ed è soggetto a range, cover, Ca e quant'altro. Alla Ca, alla mage armor avanzata del bersaglio e a Interazioni con gli Oggetti tange ancor meno di me se trattavasi di lancio lungo/corto/alto/altro, se fa danno o no, o se chi la tira vuol tenersi l'invisibilità "perché sì"

 

Vuoi il modo alternativo e regolare per la torta con lo skill check e l'invisibilità? Usi la prova contrapposta per spingerci dentro la faccia di qualcuno. Ma da adiacente.

Cita
Contests in Combat
Battle often involves pitting your prowess against that of your foe.
Such a challenge is represented by a contest. This section includes
the most common contests that require an action in combat:
grappling and shoving a creature. The GM can use these contests
as models for improvising others.
Shoving a Creature

Using the Attack action, you can make a special melee attack to shove a creature, either to knock it prone or push it away from you. If you’re able to make multiple attacks with the Attack action, this attack replaces one of them. The target must be no more than one size larger than you and must be within your reach. Instead of making an attack roll, you make a Strength (Athletics) check contested by the target’s Strength (Athletics) or Dexterity (Acrobatics) check (the target chooses the ability to use). If you win the contest, you either knock the target prone or push it 5 feet away from you.

 

 

8 ore fa, bobon123 ha scritto:

perché abbiamo due chiare definizioni di cosa sia un attacco e cosa sia lanciare un incantesimo,

Da quel che leggo non mi sento di poterlo affermare. Soprattutto sulla torta&co a distanza.

8 ore fa, bobon123 ha scritto:

Se poi sembra un dramma se un PG una manciata di volte nella campagna possa usare un oggetto trovato e un incantesimo della sua classe in modo intelligente per avere un momento divertente (e onestamente difficilmente squilibrante) e epico, sono in forte disaccordo.

Certo, w il permissivo e abbasso i dm brutti e cattivi che dicono "nel dubbio fa come vuoi o chiedi a JC"  

Poi tre sessioni dopo succede la stessa cosa o qualcosa simile ai danni dei pg e apriti cielo. Perché quel che qui sfugge è che se crei il precedente che x cosa funge in x modo poi funge a quel modo per tutti.  (pg, png, mostri)

 

 

 

 

 

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Bille Boo ha scritto:

Però dice "special melee attack", quindi conta come attacco e fa terminare l'invisiblità, no?

Eh. 

https://www.sageadvice.eu/2015/06/08/shove-grapple-attacks/

JC nei sage ha stabilito l'allegro precedente che anche lotta non conta come txc = attacco. È un regolamento intuitivo come si pontifica a spada tratta?  Macché.

È spettacolare e epico? Ceeerto, almeno finché un coccodrillo o una piovra invisibile non grabbano un pg col metodo alternativo...

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites
36 minutes ago, Nyxator said:

Dal punto di vista regolistico se tiri una torta(o similis) a qualcuno ricade nel txc ed è soggetto a range, cover, Ca e quant'altro. Alla Ca, alla mage armor avanzata del bersaglio e a Interazioni con gli Oggetti tange ancor meno di me se trattavasi di lancio lungo/corto/alto/altro, se fa danno o no, o se chi la tira vuol tenersi l'invisibilità "perché sì"

Tirare una torta necessita di un txc? Le regole non lo dicono, è una scelta del master.

Hai deciso che per tirare una torta devi fare un txc? Allora l'invisibilità va via, perché lo dicono le regole.

Si tratta semplicemente di essere coerenti.

36 minutes ago, Nyxator said:

Da quel che leggo non mi sento di poterlo affermare. Soprattutto sulla torta&co a distanza.

È chiarissima la definizione. Fai un txc? È un attacco. Non lo fai? Non è un attacco, almeno che non si specifichi il viceversa (ancora, per la discussione con @Bille Boo su shove, è scritto nello stesso SA che hai linkato tu: un attacco è un attacco se usa un tiro per colpire o se è specificato sia un attacco, come nel caso della lotta nel Sage Advice che hai citato). Tirare una biglia dell'amuleto non richiede un txc e non è specificato sia un attacco. Quindi non è un attacco.

Tirare una torta, o fare una gara a chi urina più lontano, non è definito sia un attacco o meno perché non viene scritto nel manuale se richieda un txc o meno. Questo perché misteriosamente chi ha scritto il manuale non ha considerato la sezione "tirare torte" o "gare a chi urina più lontano" come sezione rilevante per questo GdR. In questi casi, come capita spesso in tutti i GdR, è una scelta del master decidere come gestire la cosa meccanicamente e, di conseguenza, se vada via o meno l'invisiblità. In casi che non sono descritti dal manuale c'è ovviamente una libertà del master.

Io non userei un txc per l'urina o per un lancio di una torta senza mirare ad un punto specifico, userei un txc per il lancio di una torta fatto nello stesso modo in cui lancerei un'arma. Tu faresti diversamente? OK! Non c'è modo per risolvere il dubbio perché non ci sono regole in appoggio, e quindi è una scelta del DM. Ma fatta la scelta, non è invece arbitrario se sia o meno un attacco e se vada via o meno l'invisibilità.

36 minutes ago, Nyxator said:

Certo, w il permissivo e abbasso i dm brutti e cattivi che dicono "nel dubbio fa come vuoi o chiedi a JC"  

Poi tre sessioni dopo succede la stessa cosa o qualcosa simile ai danni dei pg e apriti cielo. Perché quel che qui sfugge è che se crei il precedente che x cosa funge in x modo poi funge a quel modo per tutti.  (pg, png, mostri)

Ma sfugge a chi? Il mio punto è semplicemente che si seguano le regole, con i PG o con i PNG, nessuna differenza. Se il modo in cui ci immaginiamo una situazione è diverso da quello che le regole ci dicono, proviamo a cambiare il modo in cui ci immaginiamo la situazione, da DM come da giocatore. Tu continuavi (a inizio discussione, ora stai pian piano virando) a immaginarti invisibilità come era nella 3.x, parlando di danni diretti e indiretti, valutando il danno potenziale. In 5E, le regole ci dicono che devi immaginarla in modo diverso. È ovviamente possibilissimo decidere di cambiare la regola e applicare quella di 3.X, niente contro le homerule. Ma non è perché il regolamento sia confuso o altro, semplicemente preferisci un dato modo di immaginarti invisibilità rispetto ad un altro.

Non ho capito in generale come da "seguire le regole" in che modo si passi a "w il permissivo". Se sei un giudice, segui le leggi. Se sei un DM, segui le regole. Seguire le regole non è permissivismo, è l'approccio neutrale: a volte questo va a vantaggio dei PG, a volte dei PNG, mai detto il viceversa. Posso accettare che, in generale, io consideri un errore meno grave non rispettare le regole per essere permissivo con i giocatori che non rispettarle per punirli. Ma sono errori entrambi.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Tirare una torta, o fare una gara a chi urina più lontano, non è definito sia un attacco o meno perché non viene scritto nel manuale se richieda un txc o meno.

Qui andiamo nella landa dell'improbabile. Raw posso fare txc con ciò che voglio, ma secondo te non c'è scritto.

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Io non userei un txc per l'urina o per un lancio di una torta senza mirare ad un punto specifico, userei un txc per il lancio di una torta fatto nello stesso modo in cui lancerei un'arma. Tu faresti diversamente? OK!

Ho detto txc per torte, uova e co. 

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Non c'è modo per risolvere il dubbio perché non ci sono regole in appoggio, e quindi è una scelta del DM. Ma fatta la scelta, non è invece arbitrario se sia o meno un attacco e se vada via o meno l'invisibilità.

Le regole per i txc con la torta ci sono, sintetizzabili in "any" (in improvised weapon, non ho voglia di riquotare). Se poi si vuol usare la scusa "ehi, il manuale non fa un elenco completo delle migliaia di oggetti che possiamo impugnare/tirare eccetera" ribadisco: siamo alla foglia di fico. 

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

È chiarissima la definizione.

Perché lo dici tu o perché è chiara davvero? (Se era così chiarissima, @Bille Boo mica chiedeva)

Cita

When you make a Strength (Athletics) check to grapple or shove someone, are you making an attack roll?

Again, the answer is no. That check is an ability check, so game effects tied to attack rolls don’t apply to it. Going back to an earlier question, the hex spell could be used to diminish a grappler’s effectiveness. And if the grappler’s target is under the effect of the Dodge action, that action doesn’t inhibit the grapple, since Dodge doesn’t affect ability checks.

fonte: https://dnd.wizards.com/articles/sage-advice/ability-check

Spoiler

If there's ever any questions whether something you're doing counts as an attack, the rule is simple: if you're making an attack roll, you're making an attack.

 

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Ma sfugge a chi? Il mio punto è semplicemente che si seguano le regole, con i PG o con i PNG, nessuna differenza.

E il magico momento del pg che dicevi nel post addietro che fine ha fatto?

2 ore fa, bobon123 ha scritto:

Tu continuavi (a inizio discussione, ora stai pian piano virando) a immaginarti invisibilità come era nella 3.x, parlando di danni diretti e indiretti, valutando il danno potenziale. In 5E, le regole ci dicono che devi immaginarla in modo diverso

Banalmente l'ho valutata in tre modi:

• Quello comprensibile.

• Quello/i interpretabile o estrapolabile coi sage.

• il text del necklace è un refuso di 3x.

Risultato: è saltato fuori di tutto. 

Conclusione imho? Non è chiaro. Ergo fate vobis o rivolgersi a JC. 

Cita

Non ho capito in generale come da "seguire le regole" in che modo si passi a "w il permissivo". Se sei un giudice, segui le leggi. Se sei un DM, segui le regole. Seguire le regole non è permissivismo, è l'approccio neutrale: a volte questo va a vantaggio dei PG, a volte dei PNG, mai detto il viceversa. Posso accettare che, in generale, io consideri un errore meno grave non rispettare le regole per essere permissivo con i giocatori che non rispettarle per punirli. Ma sono errori entrambi.

Se dire non ho capito è un altro pretesto per farmi altri "pistolotti" fuori luogo direi che chiudo qui.

Edited by Nyxator
Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Nyxator said:

Qui andiamo nella landa dell'improbabile. Raw posso fare txc con ciò che voglio, ma secondo te non c'è scritto.

Ho detto txc per torte, uova e co. 

Le regole per i txc con la torta ci sono, sintetizzabili in "any" (in improvised weapon, non ho voglia di riquotare). Se poi si vuol usare la scusa "ehi, il manuale non fa un elenco completo delle migliaia di oggetti che possiamo impugnare/tirare eccetera" ribadisco: siamo alla foglia di fico. 

Sono due discussioni parallele. Una è la discussione se il lancio di un uovo rompa l'invisibilità se il DM ha deciso serva un TxC. La risposta è sì, senza dubbio. La discussione se serva o meno sempre un TxC per lanciare un uovo in ogni situazione, è l'altra discussione. Onestamente una discussione in cui non mi sento di avere una posizione forte o utile, io farei A, tu faresti B, OK per me. È la classica questione di tracciare una linea tra casi in cui sappiamo per certo serva un TxC (da regolamento) e casi in cui sappiamo per certo che non serva (da regolamento): ovunque tracci la linea, troverai esempi simili che si comportano meccanicamente in modo completamente diverso. Quello che non è in discussione invece è che se fai tirare un tiro per colpire, allora devi cancellare invisibilità.

3 hours ago, Nyxator said:

Perché lo dici tu o perché è chiara davvero? (Se era così chiarissima, @Bille Boo mica chiedeva)

Tante discipline sono chiare e coerenti una volta che le hai apprese, ma ciò nonostante non tutti le conoscono, si fanno domande su di queste e la gente viene pagata per dare risposte. Mi paga(va)no per spiegare la meccanica classica all'università, pensa un po' l'assurdità! E ti posso assicurare che, nonostante la fisica newtoniana sia estremamente chiara e coerente, c'erano dozzine di domande molto più banali. La presenza di domande e di un tempo necessario per metabolizzare la materia non significa che sia una disciplina non chiara, significa che ha un registro suo e un suo proprio metodo di ragionare che bisogna apprendere.

Chiara =/= semplice. Cosa fosse un attacco non era chiaro dall'inizio, non per nulla sono stati necessari vari SA per chiarirlo. Ora è chiaro, ma non è comunque semplice: è necessario spulciarsi gli SA e aver seguito i dibattiti e interpretarli correttamente alla luce dei dibattiti precedenti.

BTW, chiaro non è un termine binario. Sono il primo a dire che avrebbero potuto rendere il tutto più chiaro ed evitare le confusioni come questa usando termini diversi per attack roll, attack, e attack action. Ma il fatto che non sia semplice da capire e comprendere l'uso tecnico dei termini è diverso rispetto al fatto che sia chiaro e coerente una volta che hai capito il corretto uso dei termini. Capire il corretto uso dei termini non è facile, da cui conversazioni come questa.

3 hours ago, Nyxator said:

E il magico momento del pg che dicevi nel post addietro che fine ha fatto?

Lo sottoscrivo. Ma noterai che non è la motivazione della mia scelta, ma la chiusa finale, come nel post dopo e come in questo. La motivazione della mia scelta che il necklace non rompa l'invisibilità è che il regolamento dica così. Trovo sia anche il modo corretto per fare informazione in un forum verso qualcuno che chiede consigli su come gestire qualcosa meccanicamente. Non sono un sostenitore del tutto è permesso o di lasciare ai giocatori un passaggio facile verso la meta, anzi: tendo ad essere un master abbastanza duro, tendo a non bilanciare gli incontri e ho più TPK alla cintura di quanti ne avrei voluti: applicare il regolamento in realtà è un approccio molto duro. Preferisco sistemi con alta mortalità e se sono d20 che non permettano personaggi sopra il 6o livello. Questo è lo stile di gioco che piace ai giocatori con cui gioco, che amano i rogue-like e dwarven fortress, e quindi queste sono le regole e il tipo di esperienza su cui ci siamo accordati, formalmente o informalmente, con il gioco e con gli anni. Ma una volta che ci siamo accordati sulle regole, quelle sono.

La chiusa che citi e che sottoscrivo, è per dire che nel dubbio sia un errore più grave castrare un'idea ai PG piuttosto che permettere ai PG qualcosa che non gli sarebbe permesso. Questo non vuol dire che si debba permettere tutto, ma che gli errori non siano simmetrici. Nel caso in cui un PG abbia un'idea per un uso di un oggetto magico (in particolar modo se consumabile) permessa dal regolamento, dovrei essere estremamente convinto della mia posizione per dire "Ignoro le regole su cui abbiamo concordato, in questo caso uso la regola zero e decido che tu non lo possa fare". Per chiarire, anche dire "Le regole non lo permettono, ma mi piace, faccio il tifo per voi, e quindi lo puoi fare" lo considero ugualmente un errore. Semplicemente la prima forma è più problematica. Potrei andare nel dettaglio del perché lo sia, ma si andrebbe ulteriormente OT: è solo una chiusa.

Nella pratica, se il regolamento non mi sembra permettere l'idea di un giocatore sono disposto (fuori sessione) a discutere con il giocatore, investigare, e vedere se mi convince a cambiare idea. Il viceversa, casi in cui il regolamento mi sembra permettere l'idea di un giocatore e nessuno protesta, difficilmente mi crea un incentivo a passare un pomeriggio a cercare un motivo per impedirglielo. Mi sembra sia una cosa puritana, nella definizione di Mencken di puritanesimo: "The haunting fear that someone, somewhere, may be happy".

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Bille Boo
      Ciao a tutti,
      vi preavviso che questa richiesta contiene un altissimo tasso di cervelloticità e presenta un problema probabilmente insolubile.
       
      Supponiamo che un folle individuo stia cercando di sviluppare una meccanica per gli incantesimi, per un gioco vagamente simile a D&D (comunque fantasy, avventuroso, di azione, a classi e livelli, tendenzialmente mid-high magic, eccetera; ci siamo capiti).
      Supponiamo che voglia ottenere questo.
      La magia si basa (in modo diverso) su due diversi punteggi di caratteristica, che possiamo chiamare per comodità Int e Car. Un incantatore può preparare gli incantesimi in modo vanciano, cioè studiarli e pre-lanciarli in anticipo. Intendo in modo vanciano puro, non vanciano stile D&D 5e: una volta lanciato, l'incantesimo preparato è speso. Ovviamente se ne possono preparare più istanze. Va da sé che deve esserci un limite di qualche tipo (non è che puoi prepararne infiniti, giusto?). Anzi, avrei in mente un limite abbastanza basso (non tantissimi incantesimi alla volta, insomma; un po' più vicino ai romanzi di Vance che a D&D 3.5 o Pathfinder 1, per intenderci). Un incantatore può anche imparare certi incantesimi così bene da non aver più bisogno di prepararli: a quel punto può lanciarli in modo spontaneo, cioè non-vanciano, decidendo sul momento. Ovviamente anche qui ci sarà un limite, cioè farlo gli costerà la spesa di qualche risorsa (mana o slot o quello che volete). Va da sé che la quantità, o perlomeno il potere, degli incantesimi aumenterà con il livello, com'è normale. Ora arriva il difficile.
      Le due modalità (vanciana e spontanea) devono poter coesistere. La stessa persona può usare più l'una, più l'altra, un po' dell'una e un po' dell'altra, anche comportandosi in modo diverso a seconda della situazione (cioè, di quello che si aspetta dalla giornata). Questo significa che in qualche modo la risorsa spesa per l'una e l'altra cosa deve essere la stessa, o deve esserci una conversione dall'una all'altra. Al contempo, deve essere possibile usare una sola delle due modalità, se uno vuole, senza che questo lo costringa a restare con risorse o potenzialità non spese. Un alto punteggio di Int deve incentivare (= rendere più portati per) la modalità vanciana. Ma senza mai rendere la spontanea totalmente inutile. Un alto punteggio di Car deve incentivare (= rendere più portati per) la modalità spontanea. Ma senza mai rendere la vanciana totalmente inutile. Ora arriva la follia.
      Il folle individuo che sta progettando tutto questo odia i numeri grandi e le operazioni matematiche. O meglio, li ama, ma vuole tenerli decisamente alla larga dai giocatori. Quindi, il sistema dovrebbe includere il minor ammontare possibile di numeri e calcoli. Non dovrebbe richiedere numeri superiori a 10, quando è possibile nemmeno superiori a 5. Soprattutto, non dovrebbe comprendere pool di punti, slot e simili con più di 10 punti in totale. Il folle individuo che sta progettando tutto questo odia anche usare i dadi per cose come "tiri di controllo della magia", o "tira per vedere se la magia funziona o fizzla", o "tira per vedere se consumi la risorsa o no". Niente tiri del genere: si tirano già anche troppi dadi in un turno, senza aggiungerci anche questo. Se qualcuno è arrivato fin qui nella lettura, intanto lo ringrazio! Poi ci aggiungo la mia gratitudine eterna se riuscirà a propormi una buona idea per risolvere questo guazzabuglio.
      Grazie!
       
    • By rikeire
      Ciao a tutti,
      sono alle prime armi su D&D però ho avrei una domanda su l’utilizzo di una speel, vorrei utilizzare parlare con i morti su una testa mozzata, perché stando alla spiegazione della stessa il cadavere deve avere avere la mascella e non si fa riferimento ad altro, quindi secondo me può funzionare però secondo il mio master no perché non ha i polmoni 

    • By Yatland12
      Esiste un incantesimo trucchetto da chierico per curare?
      Se non ci fosse, sarebbe tanto sconveniente inserite un trucchetto che cura 1d4 ferite a contatto (senza aggiungere il bonus saggezza) ?
    • By Lyt
      Salve
      Ecco la mia domanda:
      C'è un modo in 5e per diminuire l'intelligenza/saggezza degli avversari? in modo momentaneo o permanente
       
      Questa cosa può tornare utile in più modi:
      Un momento comico in cui un pg viene reso stupido dal villain. Per un Negromante abbassare l'intelligenza del bersaglio può aiutare a controllarlo col privilegio "Comandare Non Morti" Stessa cosa per l'incantesimo Comando che funziona però con la saggezza  Oppure per un interrogatorio, si diminuisce l'intelligenza del interrogato per ingannarlo più facilmente (come fosse ubriaco) Sono solo alcuni esempi
       
      Grazie in anticipo🙇🏻‍♂️
    • By Adb82
      Salve a tutti,
      su un'altra discussione siamo giunti a parlare di questa cosa ed ho deciso di fare un 3d dedicato.
      In pratica ci si chiedeva fin dove può arrivare questa combinazione.
      A mio modo di vedere la cosa dovrebbe/potrebbe fermarsi al secondo simulacro creato, quantomeno RAI.
      Mi spiego meglio
      "Può un simulacro castare desiderio per castare simulacro?" RAW sicuramente si, ed anche RAI mi pare non ci siano problemi.
      Che succede però se il simulacro targetta una creatura con uno spell slot superiore all'8th?
      A me questa sembra un chiaro uso di desiderio con un beneficio superiore a quelli elencati (desiderio non può darti un incantesimo di 9th) e quindi passabile di conseguenze nefaste a discrezione del master. E' vero che RAW il secondo simulacro è un'altra creatura, quindi non sono certo funga, ma RAI mi pare di capire che di certo non è un uso corretto di desiderio.
      Questa cosa diventa particolarmente importante se si vuole fermare lo spam di simulacrum via desiderio, che altrimenti può creare un clone ogni 6 secondi circa per 600 cloni in un'ora e 14400 cloni al giorno se non vado errato (qualcuno meno considerando che dorme lol)...il che non è ovviamente giocabile...

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.