Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...

Scelte di Bg della Campagna ed Aggiornamenti


Recommended Posts

I principati di confine sono sempre stati rinomati per la situazione catastrofica in cui vertevano: una politica interna ben più anarchica di Tilea ( il che è tutto un dire), il pericolo costante di invasioni orchesche in numero maggiore che nell’Impero ( il che è tutto un dire), la presenza di mutanti e governanti pessimi in modo peggiore persino a Bretonnia ( il che è tutto un dire).

Come ha fatto negli ultimi dieci anni la situazione a migliorare, considerando tutte le possibili catastrofi dietro ogni angolo?

Risposta “Mi Piace”: dopo la famosa discesa di Archaon, il dominatore della fine dei tempi, finita nella più grande bolla di sapone degli dei del caos memoria, non sono stati pochi coloro che, avendo vissuto il brivido della lotta, hanno deciso di trasferirsi nei principati di confine, creando nuove leve ben più adatte alla guerra delle precedenti.

Risposta “Triste”: negli ultimi anni la Tilea ha visto la morte dei suoi principali governanti e la unificazione della stessa sotto il cosiddetto Imperatore Eterno. Il primo atto della rinascita dell’impero remasiano è stata una crociata nelle Malelande, sforzi coadiuvati da una intera Rocca nanica di sventratori e da un gruppo di elfi alti, oltre che da una immane armata mercenaria. La parte più a nord delle terre orchesche sono state purificate col fuoco e fortuna ha voluto che gli ogre abbiano “fatto la loro parte”. Il rischio di una futura invasione Tileana od una annessione pacifica è possibile, ma meglio loro che gli orchi, no?

Risposta “Confuso”: La discesa di una nuova cometa ha portato una immane fuoriuscita di skaven dal sottosuolo, i quali hanno portato morte e distruzione un poco ovunque...tranne che nei principati di confine: sembra infatti che alcune delle misteriose ed incomprensibili rovine all’interno dei Principati siano in grado di mandare gli uomini fatto in confusione, oltre che peggiorare la loro abituale isteria collettiva e dedizione al tradimento.

Risposta “HaHa”: il più grande orco mai nato ha deciso, dopo aver dato una capocciata a Archaon, il dominatore della fine dei tempi, di creare la più grande waaagh mai esistita al mondo...e lo ha fatto, decidendo però di andare verso il Catai, invece che nei principati o nell’impero. Ciò ha portato una ventata di pace e fortuna nelle terre dei principati che hanno subito usato le loro risorse per saccheggiare le malelandendalle loro rovine nekhariane o dell’impero di Morkain.

Risposta “Grazie”: alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere infranti. Bretonnia ha fatto partire una nuova crociata, ma questa volta ben più carica di popolani del normale, visto l’assenza di troppe giovani leve morte contro Archaon e la sua schiera: si sono uniti alla contesa anche truppe imperiali ( perlopiù vecchi veterani e giovanissimi in cerca di avventura) e mercenari Tileani in cerca del soldi. Tutta questa masnada ha finito non operare minimamente d’accordo fondando nuovi feudi, regni e principati, la costringendo alla fuga gli Arabi dall’altro lato del golfo, finendo per farli combattere contro gli orchi. In difficoltà gli arabi hanno prima chiesto aiuto agli ogre e quando anche questi hanno deciso di combatterli, i maghi arabi hanno scatenato potenti djinn nelle malelande, difatti purificando è una gran quantità ed aprendo una voragine di magma che rende assai difficile il muoversi di orchi e ogre verso il vecchio mondo.

 

@tutti

Spoiler

@Plettro, @Cronos89, @shadizare @Ian Morgenvelt: scegliete pure la vostra opzione! Avete tempo fino a domani a quest’ora!!!

 

Edited by Zellos
  • Thanks 2
  • Confused 2
Link to post
Share on other sites
  • Zellos changed the title to Scelte di Bg della Campagna ed Aggiornamenti

  • Replies 4
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

I principati di confine sono sempre stati rinomati per la situazione catastrofica in cui vertevano: una politica interna ben più anarchica di Tilea ( il che è tutto un dire), il pericolo costante di i

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere inf

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere inf

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere infranti. Bretonnia ha fatto partire una nuova crociata, ma questa volta ben più carica di popolani del normale, visto l’assenza di troppe giovani leve morte contro Archaon e la sua schiera: si sono uniti alla contesa anche truppe imperiali ( perlopiù vecchi veterani e giovanissimi in cerca di avventura) e mercenari Tileani in cerca del soldi. Tutta questa masnada ha finito non operare minimamente d’accordo fondando nuovi feudi, regni e principati, la costringendo alla fuga gli Arabi dall’altro lato del golfo, finendo per farli combattere contro gli orchi. In difficoltà gli arabi hanno prima chiesto aiuto agli ogre e quando anche questi hanno deciso di combatterli, i maghi arabi hanno scatenato potenti djinn nelle malelande, difatti purificando è una gran quantità ed aprendo una voragine di magma che rende assai difficile il muoversi di orchi e ogre verso il vecchio mondo.

————————————————————

A causa degli scampoli dell’invasione Arabica, la zona dei principati di confine ha vissuto un momento di pace assai lungo, oltre a poter fiorire enormemente grazie al gran numero di nuovi colonizzatori provenienti da tutto il globo. Tutti sapevano che la pace non sarebbe potuta durare, ma a nessuno è imporrerò, perché per una volta, miracolosamente, gli dei arridevano ai mortali. Forse sarà stata proprio questa immensa ondata migratoria ad aver portato più sacerdoti del normale, in cerca di persone da convertire

Reazione “Mi piace”: visto che il popolo dei principati non aveva dimenticato la sua origine ed i tempi duri del passato, assunse grande importanza il clero di Ulric e venne indetto un torneo annuale da effettuarsi nella Cittadella del Lupo, il più grande monastero dei principati. 

Reazione “Triste”: visto che il popolo dei principati non è sciocco, ha compreso come questo sia il giusto periodo per sfruttare al meglio la terra ed i suoi frutti, siano vegetali od animali, così che la coppia divina Taal e Rhya sono assurti ad un rango di preminenza. Ogni anno viene effettuata una grande cerimonia nelle più grandi città per ingraziare il raccolto con offerte ed i cacciatori più esperti consegnano fiere e mostri in pellegrinaggio al tempio di Taal, la Zanna Affilata

Reazione “Confuso”: dopo questa fortunata coincidenza, i regni dei principati hanno riscoperto qualcosa che da secoli non potevano concedere: la pietà. E Shallya sembra si sia accorta di ciò ed abbia ricompensato i suoi fedeli, giunti guidati da diversi miracoli e previsioni. Hanno eretto un poderoso tempio intorno ad una fonte di acqua pura che si dica curi ogni male. Intorno ad essa si è formata una baraccopoli di flagellanti, poveretti e menomati in attesa dell’acqua, ma anche persone pronte a proteggerla a costo della vita. 

Reazione “Ah Ah”: l’immane apporto che le tempeste hanno dato ad affondare le navi arabiche prima ed i venti favorevoli alle loro vele quando se ne andarono dopo, ha portato ad un ritorno di fiamma del clero di Manann, signore delle onde. Come a rispondere a questa ritrovata adorazione, un’isola si è alzata nel golfo, un tempo abitata e poi inabissatasi. Molti avventurieri la cercano per poterne carpire i tesori, ma i palazzi sembrano essere protetti da più che la potenza delle maree, ma anche da prodigi e strane creature. 

Reazione “Grazie”: l’incredibile quantità di fedi ha portato ad una strana situazione di pace ed armonia fra i vari cleri che, incredibilmente, hanno deciso di accantonare le loro principali differenze e formato il cosiddetto ( o famigerato) Tribunale della concordia. Un enorme fortezza monastero è stata costruita in riva al mare, affinché Manann potesse anch’egli benedirla, una vera e propria teocrazia retta con l’intento di aiutare l’Umanità ad affrontare i suoi nemici e contrastare la possibile nuova crociata arabica e la sua velenosa fede.

  • Haha 3
  • Confused 1
Link to post
Share on other sites

 

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere infranti. Bretonnia ha fatto partire una nuova crociata, ma questa volta ben più carica di popolani del normale, visto l’assenza di troppe giovani leve morte contro Archaon e la sua schiera: si sono uniti alla contesa anche truppe imperiali ( perlopiù vecchi veterani e giovanissimi in cerca di avventura) e mercenari Tileani in cerca del soldi. Tutta questa masnada ha finito non operare minimamente d’accordo fondando nuovi feudi, regni e principati, la costringendo alla fuga gli Arabi dall’altro lato del golfo, finendo per farli combattere contro gli orchi. In difficoltà gli arabi hanno prima chiesto aiuto agli ogre e quando anche questi hanno deciso di combatterli, i maghi arabi hanno scatenato potenti djinn nelle malelande, difatti purificando è una gran quantità ed aprendo una voragine di magma che rende assai difficile il muoversi di orchi e ogre verso il vecchio mondo.
l’immane apporto che le tempeste hanno dato ad affondare le navi arabiche prima ed i venti favorevoli alle loro vele quando se ne andarono dopo, ha portato ad un ritorno di fiamma del clero di Manann, signore delle onde. Come a rispondere a questa ritrovata adorazione, un’isola si è alzata nel golfo, un tempo abitata e poi inabissatasi. Molti avventurieri la cercano per poterne carpire i tesori, ma i palazzi sembrano essere protetti da più che la potenza delle maree, ma anche da prodigi e strane creature. 

———————————————————

Reazione “Mi piace”: un gruppo di elfi ha preso dimora nel pezzo di terra più vicino all’isola di Manann. Sono alquanto isolazionisti ed hanno segnato quello che considerano il loro territorio con teste mozzate ed altri orpelli non proprio benevoli intorno alla loro città. Non è cosa strana adesso notare spesso un via vai di cannonate fra i nani di Barak Varr e questi elfi, anche se per adesso non è guerra aperta ma semplice “cortesia”; fatto sta che gli elfi sembrano invece aver preso per loro tutto il mare che tocca i principati

Reazione “Triste”: l’isola di Manann si inabissa e ritorna a galla a secondo delle maree, rendendo ancora più difficoltosa l’esplorazione della stessa. Chiunque sia stato il creatore di un complesso doveva essere un mago od avere le branchie!

Reazione “Confuso”: nelle ombre della notte alcuni asseriscono di aver visto, nei dintorni dell’isola, la visione di un castello che le girasse intorno, muovendosi nei banchi di nebbia come volasse. Sono solo le parole di alcuni ubriachi, non esistono cose simili!

Reazione “Haha”: una delegazione della Scuola Imperiale di Magia è arrivata nei principati, offendo i propri servigi ai diversi regnanti dei principati a prezzi stracciati. È una cosa assai strana ed una offerta irripetibile, di cui però molti sono dubbioso e sospettosi.

Reazione “Grazie”: un gruppo di halfling ed ogri, sopravvissuti alla guerra di Archaon ed ora buoni amici e compagni d’arme, è giunta nei principati guidati dalle visioni viste da un macellaio ogre nella cata-pentola del Gran Camercuoco mezzuomo: il tempio di Manann sarebbe in realtà un Dente del Giudizio della Grande Mandibola!

  • Like 1
  • Thanks 1
  • Confused 2
Link to post
Share on other sites

 

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere infranti. Bretonnia ha fatto partire una nuova crociata, ma questa volta ben più carica di popolani del normale, visto l’assenza di troppe giovani leve morte contro Archaon e la sua schiera: si sono uniti alla contesa anche truppe imperiali ( perlopiù vecchi veterani e giovanissimi in cerca di avventura) e mercenari Tileani in cerca del soldi. Tutta questa masnada ha finito non operare minimamente d’accordo fondando nuovi feudi, regni e principati, la costringendo alla fuga gli Arabi dall’altro lato del golfo, finendo per farli combattere contro gli orchi. In difficoltà gli arabi hanno prima chiesto aiuto agli ogre e quando anche questi hanno deciso di combatterli, i maghi arabi hanno scatenato potenti djinn nelle malelande, difatti purificando è una gran quantità ed aprendo una voragine di magma che rende assai difficile il muoversi di orchi e ogre verso il vecchio mondo.

L’immane apporto che le tempeste hanno dato ad affondare le navi arabiche prima ed i venti favorevoli alle loro vele quando se ne andarono dopo, ha portato ad un ritorno di fiamma del clero di Manann, signore delle onde. Come a rispondere a questa ritrovata adorazione, un’isola si è alzata nel golfo, un tempo abitata e poi inabissatasi. Molti avventurieri la cercano per poterne carpire i tesori, ma i palazzi sembrano essere protetti da più che la potenza delle maree, ma anche da prodigi e strane creature. 

Nelle ombre della notte alcuni asseriscono di aver visto, nei dintorni dell’isola, la visione di un castello che le girasse intorno, muovendosi nei banchi di nebbia come volasse. Sono solo le parole di alcuni ubriachi, non esistono cose simili...o forse no? Alla fine si è scoperto che il Conte Noctilius, famigerato vampiro pirata, si è stabilito nei principati, erigendo per se una città! Soprannominata Medosuga a causa della forma delle sue mura, che ricordano la testa ed i tentacoli di una medusa, la città è un covo di infamia e villania come non se ne sono mai visto nei principati! Beh, almeno non tutti i giorni o spesso, diciamo.

—————————————————

Reazione Mi Piace: Lo status quo dei principati si è immediatamente assestato, con la presenza di Medusoga visto come una orribile stranezza da contenere: si è fatto terra bruciata intorno alla città e si sono chiamati i maghi imperiali: aiuto è stato promesso ed è sulla via...si spera quantomeno.

Reazione Triste: Lo status quo dei principati è stato scosso dalla presenza del pirata vampiro come ai tempi del Necromante e tutti i principi si sono uniti nella Lega dei Mortali Gentiluomini per sconfiggere tale nemico. La battaglia è stata dura, ma alla fine egli è stato scacciato sui mari e la sua nave sparita in una tempesta. Molti pensano che tornerà, ma i Principati si godono un momento di relativa pace, i rapporti commerciali ed “internazionali” distesi dall’esistenza della Lega che non si è ancora sciolta. 

Reazione Confuso: Lo status quo dei principati è stato scosso dalla presenza del pirata vampiro e si è immediatamente chiesto aiuto alle città stato di Tilea. Le legioni mercenarie sono subito marciate al soldo dei principi, specialmente pagate dalla città di Remas e dai suoi chierico di Morr. Medusoga è stata rasa al suolo ed al suo posto eretto un tempio della fede del Dio della Morte e Preveggenza, la “crociata” pagata con gli ingenti tesori del pirata, adesso sparito. 

Reazione Haha: lo status qui dei principati non è stato scosso per niente dalla presenza del pirata vampiro: per quanto sia orribile che un succhiasangue governi una città, egli sembra essere un “normale principe”, a parte il fetore di decomposizione dei suoi pirati non troppo dissimile ad altri pirati. Medusoga è una città che sopravvive perché nessuno ha ancora deciso di attaccarla in massa anche e sopratutto per gli acquisti effettuabili in tale zona.

Reazione Grazie: a differenza di come è stata eretta, Medusoga è stata cancellata in una notte: alcune misteriose navi dalle vele assai strane sono apparse sospinte da nessun vento ed una feroce battaglia è stata consumata. Il vampiro è fuggito, la città abbandonata ed in parte distrutta. Si dice che in alcune notti dove la luna Morrslieb è alta nel cielo si possa notare una misteriosa torre nera nella città, cambiare ogni tanto posizione perfino!

 

  • Haha 3
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Alla fine del periodo della cosiddetta tempesta del caos, gli Arabi hanno deciso di provare ad invadere nuovamente il vecchio mondo: i principati sono stati attaccati, i vecchi equilibri di potere infranti. Bretonnia ha fatto partire una nuova crociata, ma questa volta ben più carica di popolani del normale, visto l’assenza di troppe giovani leve morte contro Archaon e la sua schiera: si sono uniti alla contesa anche truppe imperiali ( perlopiù vecchi veterani e giovanissimi in cerca di avventura) e mercenari Tileani in cerca del soldi. Tutta questa masnada ha finito non operare minimamente d’accordo fondando nuovi feudi, regni e principati, la costringendo alla fuga gli Arabi dall’altro lato del golfo, finendo per farli combattere contro gli orchi. In difficoltà gli arabi hanno prima chiesto aiuto agli ogre e quando anche questi hanno deciso di combatterli, i maghi arabi hanno scatenato potenti djinn nelle malelande, difatti purificando è una gran quantità ed aprendo una voragine di magma che rende assai difficile il muoversi di orchi e ogre verso il vecchio mondo.

L’immane apporto che le tempeste hanno dato ad affondare le navi arabiche prima ed i venti favorevoli alle loro vele quando se ne andarono dopo, ha portato ad un ritorno di fiamma del clero di Manann, signore delle onde. Come a rispondere a questa ritrovata adorazione, un’isola si è alzata nel golfo, un tempo abitata e poi inabissatasi. Molti avventurieri la cercano per poterne carpire i tesori, ma i palazzi sembrano essere protetti da più che la potenza delle maree, ma anche da prodigi e strane creature. 

Nelle ombre della notte alcuni asseriscono di aver visto, nei dintorni dell’isola, la visione di un castello che le girasse intorno, muovendosi nei banchi di nebbia come volasse. Sono solo le parole di alcuni ubriachi, non esistono cose simili...o forse no? Alla fine si è scoperto che il Conte Noctilius, famigerato vampiro pirata, si è stabilito nei principati, erigendo per se una città! Soprannominata Medosuga a causa della forma delle sue mura, che ricordano la testa ed i tentacoli di una medusa, la città è un covo di infamia e villania come non se ne sono mai visto nei principati! Beh, almeno non tutti i giorni o spesso, diciamo.

lo status qui dei principati non è stato scosso per niente dalla presenza del pirata vampiro: per quanto sia orribile che un succhiasangue governi una città, egli sembra essere un “normale principe”, a parte il fetore di decomposizione dei suoi pirati non troppo dissimile ad altri pirati. Medusoga è una città che sopravvive perché nessuno ha ancora deciso di attaccarla in massa anche e sopratutto per gli acquisti effettuabili in tale zona. La città è diventata un luogo deputato ad ogni “trovatura” ( come dicono nel sud di Tilea) per quanto riguarda la magia nera, veleni o schiavi. Sembra infatti che Noctilius non abbia interessa ad uccidere in maniera indiscriminata, ma semplicemente a razziare. Alla fine non è tanto più crudele di come tanti altri signori e per quanto non abbia alleati, i suoi cittadini sono tranquilli: a finire senza sangue sono i prigionieri od i criminali, mentre i pirati ed i pochi mercanti cittadini non sono per niente preoccupati, visto che vivono senza tasse o balzelli.

————————————————————

Sembra che a causa della presenza di Noctilius, una forte spedizione si stia preparando per combatterlo ed eradicarlo dalla terra.

Reazione Mi Piace: un gruppo di folli flagellanti, mercenari redenti, anziani militari  e bambini, sacerdoti integralisti al seguito di Luthor Huss stia radunandosi per scendere dall’Impero e purificare tutto ciò che troveranno...tutto

Reazione Triste: l’ordine del Corvo, unito a dei sacerdoti erranti di Morr hanno accumulato denaro per assumere una grande spedizione di mercenari in Tilea per distruggere i non morti. La crociata una volta giunta alla vittoria lascerà un gran numero di mercenari disponibili per gli ingaggi, o per il brigantaggio...od entrambe

Reazione Confuso: una gran quantità di giovani bretoniani, accompagnati da cavalieri della cerchia ed una misteriosa delegazione recante il Giglio Nero su campo giallo di Mousillon: sembra che costoro siano penitenti in cerca di assoluzione ed incredibili combattenti. 

Reazione HaHa: per la serie i guai non si fermano mai, un enorme gruppo di uomini bestia si è radunata nelle foreste, come se sentissero un disturbo nei venti della magia causato dalla presenza del mostro. Muggiti inumàni echeggiano nella notte mentre si accumulano sempre più sacrifici innanzi a mostruosi idoli.

Reazione Grazie: sembra che un antico alleato del conte Noctilus sia giunto da lontano a fargli visita ma che abbiano litigato furiosamente. Una creatura marina di bronzo e ferro assalta le sue navi e distrugge periodicamente parte delle sue mura, a volte attaccando quasi in maniera casuale anche altri bersagli, risa gutturali e basse di avvertono come una lontana eco. Gli unici risparmiati? Le navi naniche della karak vicina!

  • Like 2
  • Haha 1
  • Sad 1
Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.