Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Gli Ordini Ignobili

Goblin Punch oggi ci propone degli spunti ed idee per degli ordini di paladini davvero fuori dall'ordinario.

Read more...

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Romulus "Linguasciolta"


Rodd.ario
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti!

Avrei bisogno di qualche consiglio per la creazione di un personaggio in 3.5. E' una vita che non tocco i manuali, per di più l'ultima volta ho messo mano ad una edizione diversa, perciò ora non ricordo praticamente più nulla e orientarmi è diventato un pelino complesso.

Ho in mente solo il concept generale del personaggio, e per quanto non propiamente ottimale, pensavo di fare un biclassamento ladro/bardo. Il personaggio è un attore un po' canaglia, fisicamente poco prestante ma con grandi doti intellettuali e carisma. Non il classico ladro, non il classico bardo insomma, ma una via di mezzo tra i due.

Il problema è che, per quanto io abbia chiara l'idea generale, poi nella sua costruzione io mi perda drammaticamente. Non ho intenzione di fare un personaggio ottimizzato o estremamente potente, ma nemmeno di renderlo del tutto inutile (rischio piuttosto elevato). Chiedo consiglio proprio per questo punto, per avere spunti o dritte su come rendere "fluido" il personaggio nelle sue meccaniche, funzionale e ben fatto. 

Il ruolo che dovrà avere, per come l'ho pensato, è quello dello skillmonkey e del support, oltre ovviamente ad essere il face della situazione.

Non ho idea di quali siano i personaggi del resto del party (conoscendo i miei polli direi i classici: 1 picchione almeno, 1 blaster, 1 healer e forse qualcos'altro), ma il master è uno che da molto molto peso all'interpretazione (e alla coerenza tra build e "ruolata" del personaggio).


Ambientazione di riferimento: Forgotten Realms

Materiale concesso: Faccio forse prima a dirvi cosa non concede, e cioè tutto ciò che non è FR, nessun magazine e niente tome of battle e famiglia. E mi sembra niente difetti degli Arcani Rivelati. Ci sono limitazioni credo anche più specifiche (tipo alcuni talenti e alcuni incantesimi) ma non credo siano così determinanti

Non so se ho dato tutte le info e se mi son spiegato, ma rimango ovviamente a disposizione di chiunque abbia pazienza e coraggio di supportarmi nelle mie lagne!

 

PS: ho usato il tasto cerca e qualcosina ho guardato, prima di metter su l'ennesimo post, ma per chiunque moderi le discussioni metto le mani avanti e dico che effettivamente mi è rimasta la pulce nell'orecchio e l'esigenza di chiedere

 

Grazie!

Link to comment
Share on other sites


Tra i manuali che potete usare ci sono i perfetti in lingua italiana e inglese? E le CdP del manuale del master?

I punteggi di caratteristica?

Che livello di partenza avrà? E quale dovrebbe raggiungere il Pg?

Dato che avete a disposizione i manuali del FR come razza ci starebbe bene l'halfling cuoreforte.

Per farti anche altri spunti ti consiglio di controllare le guide:
https://www.dragonslair.it/forums/topic/30050-guida-al-ladro/
https://www.dragonslair.it/forums/topic/23049-manuale-del-bardo/

Link to comment
Share on other sites

Allora, alle prime due domande rispondo in modo affermativo. Ho a disposizione anche i manuali in inglese e il manuale del master.

I punteggi invece li dobbiamo fare con il solito metodo dei punti. Abbiamo 77 punti (partendo da 8 come base caratteristica) e li dobbiamo distribuire in modo che il tetto massimo sia 18 e il minimo 8

Unica razza possibile è l'umano 😕 non la razza più sfigata, ma decisamente una limitazione per certi versi

Per quanto riguarda il livello, si parte dal 3 e non sembra, per il momento, esserci un livello di "arrivo", quindi cerco di ragionare una build fino al 20.
Anche qui però posso dire di conoscere i miei polli: di solito la progressione non è proprio velocissima, perciò le build che abbiamo sempre cercato di pensare sono fatte in modo che nei primi 8/10 livelli si ottiene il grosso delle possibilità del pg. Dettaglio che poco fa mi ero dimenticato di dire.
Non so se il discorso è un po' arzigogolato 

 

comunque le guide adesso inizio a guardarmele meglio, thanks!

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Rodd.ario ha scritto:

Ho in mente solo il concept generale del personaggio, e per quanto non propiamente ottimale, pensavo di fare un biclassamento ladro/bardo. Il personaggio è un attore un po' canaglia, fisicamente poco prestante ma con grandi doti intellettuali e carisma. Non il classico ladro, non il classico bardo insomma, ma una via di mezzo tra i due.

Ma esattamente che cosa ti interessa del ladro? Perché il bardo può sostituirlo in tutto e per tutto, tranne che nel combattimento diretto.
Perché per fare skillmonkey-support-face un bardo va benissimo. Puntandolo tutto su Car e Int hai sufficienti punti abilità per tutto, aiutandoti poi con gli incantesimi. Per dire è più performante un bardo con invisibilità e silenzio rispetto a un ladro con nascondersi e muoversi silenziosamente. Se vuoi ci aggiungi una CdP come l'Artista e non realmente bisogno di altro.

Link to comment
Share on other sites

Scusate l'attesa, arrivo solo ora a rispondervi (e vi ringrazio anche)

 

MattoMatteo le classi le conosco e in effetti non mi sono mai dispiaciute, ma questo mi ricorda un dettaglio non da poco che mi sono dimenticato di inserire. Per qualche ragione queste tre classi il DM non le concede. Delle tre avevo pensato anche al Beguiller, che non ho mai provato e volevo iniziare ad usare, ma mi son ritrovato a ripiegare in altro

 

Klunk: In verità del ladro mi interessa praticamente tutto, tant'è che la mia "base" è proprio questa classe. Le capacità, la lista abilità incredibilmente nutrita (e i suoi punti abilità), i furtivi all'occorrenza e il concept ovviamente. Il bardo l'ho pensato per dargli anche un tocco di supporto in più in combattimento, e per poter dare più peso alle caratteristiche mentali che fisiche (e nel malriuscito tentativo di ridurre il MAD).

E' vero che il bardo  ha le stesse potenzialità, come è anche vero che l'utilizzo di due incantesimi è decisamente più performante di un roll di abilità (qualsiasi incantesimo è più performante di qualsiasi altra alternativa in 3.5, su per giù), ma l'ho pensato più come una classe che potesse essere complementare.


Forse ha più senso dirti cosa mi interessa del bardo, e cioè il fatto che multiclassando da ladro mi ritrovo con un buon numero di punti abilità (e non ne perdo come farei come con altre classi che ne concedono 2+INT, per esempio), qualche incantesimo utile, e qualche capacità magica perfetta per un chiacchierone.

Dal punto di vista delle caratteristiche, mi risulta comodo perché così posso concentrare diversi punti su CAR, INT e DES (non necessariamente in quest'ordine di importanza).
E Il fatto che sia una classe che si basa molto su CAR mi ha convinto più del classico Mago, che so bene essere molto sinergico con il ladro per fare un gish, ad esempio, proprio per dar spazio a tutto.

So che non sono scelte ottimali, ma è anche vero che io ho in testa un personaggio come "concetto" e poco come build. Ovvero un tipo furbo, carismatico e intelligente, che si è dovuto arrangiare nella vita e che ha fatto dell'adattamento e dell'improvvisazione la sua strategia vincente in ogni situazione. Un attore e un furfante con qualche capacità che gli ha permesso di farsi strada in un modo piuttosto caotico e pieno di potere come quello del Faerun.

Questo rende probabilmente più difficile aiutarmi, lo so e accetto qualche sana imprecazione 

 

ps. ho dato una rapida letta anche alle guide, che mi son sembrate molto utili per alcune chicche che non ricodavo (certi talenti, consigli e varianti) ma ho notato che le due classi insieme non sono quasi mai prese in considerazione

Link to comment
Share on other sites

Il 10/12/2020 alle 19:48, Rodd.ario ha scritto:

Unica razza possibile è l'umano 😕 non la razza più sfigata, ma decisamente una limitazione per certi versi

Queste scelte non le capisco e non le condivido, comunque il mio consiglio è di fare un paio di livelli da Accordo sublime e poi continuare con la CdP del Mistificatore arcano che è il connubio ideale per le due classi scelte da te. Però è anche vero che questo è un discorso più adatto a una build che si sa arriverà fino ai livelli medio-alti.

Però se già sai che il vostro livello si aggirerà intorno al 10° livello, a questo punto fai soltanto il bardo e cerca di trovare una CdP che ti aggrada. Ci sarebbe anche la CdP, secondo me molto valida, del Musico di guerra, prova a darci un'occhiata; il pg diventerebbe un ottimo supporto per il party.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Rodd.ario ha scritto:

Klunk: In verità del ladro mi interessa praticamente tutto, tant'è che la mia "base" è proprio questa classe. Le capacità, la lista abilità incredibilmente nutrita (e i suoi punti abilità), i furtivi all'occorrenza e il concept ovviamente. Il bardo l'ho pensato per dargli anche un tocco di supporto in più in combattimento, e per poter dare più peso alle caratteristiche mentali che fisiche (e nel malriuscito tentativo di ridurre il MAD).

E' vero che il bardo  ha le stesse potenzialità, come è anche vero che l'utilizzo di due incantesimi è decisamente più performante di un roll di abilità (qualsiasi incantesimo è più performante di qualsiasi altra alternativa in 3.5, su per giù), ma l'ho pensato più come una classe che potesse essere complementare.

Sì ma cosa ti dà nel concreto rispetto al bardo? L'unica ragione può essere il furtivo, perché due punti abilità in più per livello sono una miseria. Che abilità ha in più? La maggior parte sono inutili (falsificare, utilizzare corde), aggirabili con oggetti magici e magia (scassinare, disattivare congegni), e sono solo due quelle interessanti (cercare e osservare).
Poi non è che deve per forza ricorrere agli incantesimi, un bardo potrebbe avere nascondersi massimizzato come un ladro, di solito però è molto più efficiente invisibilità per intrufolarsi.

5 ore fa, Rodd.ario ha scritto:

So che non sono scelte ottimali, ma è anche vero che io ho in testa un personaggio come "concetto" e poco come build. Ovvero un tipo furbo, carismatico e intelligente, che si è dovuto arrangiare nella vita e che ha fatto dell'adattamento e dell'improvvisazione la sua strategia vincente in ogni situazione. Un attore e un furfante con qualche capacità che gli ha permesso di farsi strada in un modo piuttosto caotico e pieno di potere come quello del Faerun.

Io sono il primo a mettere il concept davanti alla build, ma il personaggio che descrivi può essere benissimo un bardo puro. Non è che perché ha la musica bardica deve essere per forza il tizio col mandolino che strimpella. Potrebbe essere un bardo con oratoria o recitazione che fa il furfante come e magari meglio di un ladro.

Ovviamente se poi dici "voglio fare un ladro per fare un PG che faccia i furtivi", tutto il discorso cade. Però sei già cosciente che sono scelte sub ottimale, la mia obiezione era se ti sentissi in dovere di fare la classe del ladro solo per "fare il furfante".

Edited by KlunK
Link to comment
Share on other sites

io credo che il livello di fine campagna si aggirerà attorno al lv 12/13. Il DM non ha dato un livello finale, ma di solito non ci spingiamo molto in là, un po' perché l'avanzamento non è dei più veloci, un po' perché il tempo che dedichiamo ad una campagna ci porta di solito ad avanzare una decina di livelli in più rispetto al punto di partenza.

Ergo mi sembra che, leggendo e prendendo in considerazione le risposte di entrambi, mi convenga di più buttarmi su un bardo puro. 

Ovviamente i furtivi erano qualcosa di piuttosto interessante da avere, ma non al punto da desiderare solo quelli a discapito magari della buona riuscita di un pg come lo sto immaginando. Ed effettivamente non avevo analizzato così bene la questione come la riporti ben snocciolata anche tu, Klunk. 

Partendo quindi da un bardo puro, ho dato un occhio anche alle Cdp che mi avete consigliato. Il musico di guerra è parecchio interessante, ma forse un po' troppo combattivo per come mi ero immaginato Romulus. L'artista forse gli si avvicina di più e non mi dispiace.
Ovviamente anche l'Accordo Sublime fa molta gola!
Mi studio un po' come potrebbe essere con queste opzioni

Provo però a fare un'ultima domanda: Esistono Cdp più improntate verso la direzione di canaglia e furfante pensate per il bardo? Oltre all'interpretazione stessa intendo, che sarà il grosso per quanto riguarda le caratteristiche di questo personaggio

Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, Rodd.ario ha scritto:

Provo però a fare un'ultima domanda: Esistono Cdp più improntate verso la direzione di canaglia e furfante pensate per il bardo? Oltre all'interpretazione stessa intendo, che sarà il grosso per quanto riguarda le caratteristiche di questo personaggio

Perde un po' di livelli di incantesimi, ma di molto caratteristico c'è il Master of Masks sul Complete Scoundrel, oppure il Magical Trickster se usate gli skill trick

Per il resto qualsiasi CdP che non ti faccia perdere troppi livelli da incantatore va bene, il resto puoi farlo tramite l'interpretazione

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Aranel
      Ciao a tutti. Avrei bisogno di aiuto per una build per un paladino. Consigli? Purtroppo non posso multiclassare con la lama del sortilegio perché il personaggio deve essere buono. 
    • By Alexandre
      Salve, stavo leggendo con curiosità il post circa il massimo numero di danni possibile in un singolo round e mi é sorta una domanda. Premesso che sono innamorato del Monaco e della via della Via dell'ombra, ci sono significative differenze in termini di output di danno tra le varie tradizioni o le differenze sono di flavour? Vi ringrazio
    • By Aramil619
      Salve volevo strutturare un guerriero maestro di battaglia umano variante (con talento cuoco)specializzato nelle armi da lancio , per le statistiche abbiamo via libera per usare il sistema dei 27 punti o prendere i seguenti punteggi  15, 14, 13, 12, 10, 8. Avete idee di come distribuire le caratteristiche ed eventuali talenti e manovre  ?mi piacerebbe usare una lancia/tridente o comunque un arma su asta per intenderci .Campagna fino livello 20
    • By darksaro1990
      ciao a tutti, dopo quasi un annetto in cui sono stato introdotto attraverso nuove amicizie alla 5e mi stavo divertendo a pensare a un futuro pg. attualmente sto masterando una campagna in conclusione ( non vuol dire che sia esperto in questa edizione comunque) e visto che finita la mia uno dei giocatori farà da master, per sfizio, ho iniziato a pensare a un pg
      tra le varie scelte possibili quella che mi da da pensare e' quella di un pg Shadar- kai che per ragioni attualmente non decise ( possiamo parlarne insieme se vi fa piacere ) , riesce o viene , tramite influenze esterne, liberato dal giogo imposto dalla Raven queen. La sua storia come PG dovrebbe iniziare nel piano materiale , probabilmente nel Faerun o in un mondo Custom ma comunque abbastanza standard.
      L'idea era giocare come classe il Ranger con le varianti offerte da tasha ( favored foe ecc..) La scelta del ranger era data dal fatto che immaginano questo shadar kai nella cui memoria ci sono scene di avvenimenti che non ricorda bene e per sopravvivere si da alla via del ramingo,arrangiandosi come può'.
      Non e' mia intenzione cercare di fare power playing ma mi farebbe piacere una build solida che abbia il suo senso in combattimento. sono molto indeciso se farlo ranged ( hand crossbow o arco lungo) o in corpo a corpo andando di stocco , due spade corte o magari in alternativa  con la doppia lama valenar ( adattata da eberron).
      le sottoclassi che mi sembrano più adatte sono gloom stalker ( uno shadar kai che si mimetizza nelle ombre e fa agguati ci sta), horizon walker ( stessa cosa, essendo fuggito da un altro piano ci starebbe benissimo un ranger planare) e anche il fey wander ( meno indicato tra i tre, ma magari puo essere da stimolo per il master per la "fantomatica motivazione narrativa" che ha permesso a questo shadar kai disgraziato di liberarsi dalla schiavitù della regina corvo e vivere libero.
      Sono aperto ad alternative, stravolgimenti cambi di razza o classe basta che si segua concettualmente il flavour di base.
      avevo valutato la Custom Lineage presente in tasha per creare un elfo  "shadar- kai " privo della benedizione della regina corvo ( e per essere elfo con il talento bonus , magari proprio per partire subito con il talento revenant blade per usare la doppia scimitarra valenar con "finesse" , si so che sono un po' paraculo  )
      sotto un' immagine di concept di partenza e ringrazio tanto chiunque mi dedichi qualche minuto del suo tempo. ( male che vada, goblin beastmaster che cavalca il compagno animale lupo o magari un coboldo barbaro !)
      Edit: manuali concessi tutti quelli in italiano, niente UA. niente ranger rivisitato, tasha consentito

       
      a voi ...

    • By MadLuke
      Ciao a tutti,
           il damage dealer del gruppo tra poco prenderà l'abilità speciale della CdP 3.0 in oggetto (Dragon Magazine #314).
      Personalmente trovo sia decisamente debole: spendere un'azione standard per fare 28 pf danno, che con TS Riflessi CD 20 si dimezzano, seppure ad area è davvero imbarazzante considerato che lui con un singolo attacco ne fa 35 di media. Pensavo quindi:
      - danni: d6 --> d8, così danno medio 36, cambia poco ma è una prima misura;
      - l'utilizzo dell'abilità comporta interruzione immediata dell'ira: questa è una delle tante fisime di tanti talenti e CdP 3.0, faccio come non l'avessi neanche letto;
      - usi: 1/giorno --> 3/giorno, in realtà considerato quanto pochissimo danno fa io la metterei anche at will;
      - area: cerchio diametro 9 m. incentrato su se stesso --> diametro 12 m. su se stesso modellabile su qualsiasi ampiezza di cono/semicerchio, così da colpirne almeno qualcuno in più e non mettere a rischio i propri alleati.
      Che ne pensate? Per dirla tutta io gli ho consigliato di lasciar perdere la CdP e riprendere piuttosto la classe base, ma lui dice una CdP così particolare non la farà più e allora giacché c'è vuole completarla (e lo capisco anche).
      Ciao e grazie, MadLuke.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.