Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Tasha's Cauldron of Everything è uscito anche in Europa

E' ora disponibile in tutti i negozi il supplemento dedicato alla maga Tasha, pensato per espandere il regolamento con diverse nuove meccaniche di gioco.

Read more...

Idra Bizzarre

Oggi Goblin Punch, nella sua rubrica di rivisitazione dei mostri classici, ci propone delle varianti peculiari dell'Idra.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild VI - L'isola della Tregua

Questa settimana vi parliamo de L'isola della Tregua, un'avventura uscita dalle menti di Andrea Maffia, Massimo Tartaro, Matteo Galassi e Simone Rossi Tisbeni!

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Death of Divinity, Dreadful Realms, Heroes of the Cypher System

Vediamo assieme le ultime novità su Kickstarter relative al mondo dei GdR.

Read more...

Per Jeremy Crawford modificare razze e allineamenti in D&D richiederà anni

In un'intervista, il Lead Desiger della WotC ha parlato di Razze, Allineamenti e dei piani futuri della WotC in merito.

Read more...

Ramsay Riversong I - Nero sul Bianco: Oppressione.


Recommended Posts

Ramsay Riversong I - Nero sul Bianco: Oppressione.

Per tutta la tua vita non hai fatto altro che cercare.. Da giovane uno spiraglio di libertà, laddove sei cresciuto in mezzo un popolo fuggito dal male e ritrovatosi dentro ad una faida che nessuno desiderava; da adolescente trovata la libertà hai iniziato a cercato te stesso, uno scopo ed un posto dove sentirti a casa, laddove ti sentivi l'unico della tua specie e non ti capacitavi di come metà del tuo sangue avesse scelto la reclusione in una gabbia dorata. Hai continuato a coltivare l'unica certezza della tua vita, la passione per le belle arti, ma non ti sei mai integrato a pieno in un posto.. Hai sempre avuto compagnia, tanta compagnia, ma mai nessuno che fosse una costante della tua vita.. Le uniche persone che potevano rappresentare qualcosa di vicino a questo sentimento erano Edric e Flora, una coppia di fratelli gemelli, inseparabili sia in vita.. Che a quanto pare in morte.. Attraversare per la prima volta questo sentimento di abbandono definitivo, appesantito dal non essere riuscito a salutarli come si deve, ha fatto scattare qualcosa in te.. Ed ora cosa cerchi? Risposte. Ebbene non tardarono ad arrivare, giusto appena messo piede dentro alla città, realizzando poi che sarebbe potuto essere un viaggio di sola andata.. La contorta strategia del terrore che vigeva nella "Citta d'oro" era raccapricciante.. Qualcosa di paragonabile solamente alla vita del sottosuolo, ma senza i mostri. Una realtà che non avresti ritenuto possibile trovare sotto la luce del sole, né tantomeno esposta sul piedistallo che è le strada! 

Potresti dire di essere tornato al punto di partenza? Cerchi ancora la libertà dopotutto.. Uhm.. Oppure è un sentimento di giustizia? Il desiderio di punire, condannare colui che dietro al suo fantastico castello si crogiola nella sua beata superiorità oppure far aprire gli occhi ad un popolo che ormai ha accettato la realtà dei fatti?

Scuoti la testa dopo che ti eri protratto in un lungo pensiero ad occhi chiusi.. Senti la gola un po' secca, dopotutto il caldo in questi giorni non dà tregua, anche se ormai il cielo è tinto di un piacevole arancione, con giusto qualche nuvola ad abbracciare il sole.. La vista non è male, le finestre spalancate del tuo bancone ti permettono sempre di poter ammirare l'architettura precisa ed uniforme di Al Masiaf. Peccato che non soffi nemmeno uno spiffero di vento.. Il laboratorio in questo momento permea nel silenzio, mentre tu al centro della stanza sei seduto sopra uno sgabello alto dove usualmente dipingi o mediti.. E davanti a te, appoggiato sopra di un tripiede dal legno di betulla, una tela bianca, con alla sua destra un carretto disposto da ruote con diversi cassetti e scompartimenti per tenere con cura tutti i materiali necessari.. Poco più avanti, poggiati vicino al muro, vi sono due lavori conclusi nascosti da un telone che devono essere consegnati.. Uhm.. Ma non doveva arrivare oggi Salsar? Sarà probabilmente in ritardo.. 

X Gel

Spoiler

@GelTheBest

Si agisca come meglio si preferisca. Puoi fornire una descrizione più dettagliata dell'ambiente in cui lavori.

 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 13
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ramsay Riversong

Maledetto caldo... ma il caldo non è mai stato un problema, che fine hanno fatto i tempi passati a guardare l'orizzonte? Non mi ero mai curato delle condizioni metereologiche, eccetto quando erano così impetuose da impedirmi di viaggiare.

Al Masiaff mi sta cambiando è un pensiero che faccio spesso, ultimamente. E purtroppo so bene cosa segue a questo pensiero: la ripartenza. Ma questa volta non so se riuscirò a partire con il cuore così leggero; non so se riuscirò a partire.

Le pareti multicolore, blu e bianche e rosa Che diranno mai i pittori malpagati e sul lastrico di questo spreco di colore? erano tenuamente illuminate dal sole arancione, che penetrava nella stanza mostrando la polvere danzante nell'aria. Davanti agli occhi ho ancora il sole, perchè potrebbe essere quel tramonto il prossimo quadro; in fondo i tetti sono meravigliosi, e le nubi così lanciate sul cielo dagli dei come dadi su di un tavolo... meglio stamparmi nella mente questa immagine. Dietro le spalle, invece, un pescatore perchè sotto il velo vi sono dipinti degli ampi spazi di Granporto e dei villaggi costieri, che ancora rammento dalle mattine passate a guardare la città dalle torri. Uno in particolare raffigura la periferia, ancora addormentata ed un unico pescatore, in lontananza che prende la rete.

Mi tocco le tasche nervosamente e sento il duro fagotto di Erba di Diavolo che tengo nella tasca interna della mia giacca. Ti va? Salsar sta tardando e... poi però sento che mi renderebbe troppo nervoso, allora decido di alzarmi, sgranchirmi le gambe e andare verso il cassettino dei liquori. 

Maledetta Grancrepa... è lì che ho cominciato a bere e a fumare assiduamente, prima era solo una coppa durante i banchetti, ora invece è una coppa ogni volta che ho voglia. Non sono un ubriacone, anzi capita di rado, ma questa è una di quelle giornatacce in cui la bottiglia si svuota da sola, sei stanco, e se un angelo si posasse sul tuo sgabello mostrandoti la sua bellezza ultraterrena che farebbe redimere un assassino, tu, non riusciresti neppure a disegnarlo.

Resta solo un goccio di liquore alla fragola, poche ore prima ne restava mezza bottiglia; tanto vale farlo fuori. Così è l'arte... anzi così è la vita... dico al bicchiere prima di limonarmelo duro. Alle donne piacciono gli uomini profondi, ma nell'ultimo periodo tengo per me le mie perle, al massimo le dico a qualche bicchiere come questo... però anche loro le apprezzano, nessun cicchetto mi ha mai rifiutato.

Il vento smette di soffiare, il mio pennello non funziona perchè ho bevuto troppo... ma di Salsar ancora... neppure l'ombra... sbiascico mettendo uno stuzzicadenti in bocca come una sigaretta, non mi va di fumare adesso, cioè mi va però credo che sia meglio non tirare troppo la corda. Oh... andiamo! dico spazientito, mordendo lo stuzzicantenti.

Vado verso la strada e pigramente mi sporgo (stendo) sul bancone per guardare che accade in strada.

Link to post
Share on other sites

DM

Avere un'abitazione con una vista così incantevole sulla Città d'Oro non è decisamente per tutti.. L'architettura è presicisa, compatta per buona parte, non ci sono molti vicoli che separano una casa dall'altra. I tetti lisci con quel marmo giallo che un po' abbaglia alla luce del sole, dove spesso vengono sistemati numerosi appendi abiti, bacinelle d'acqua e così via.. Il caldo si fa sentire sotto i raggi solari, che però sembrano essere al limitare dell'orizzonte, in questo caso, le alte e perfette mura della città, che ne delineano la vastità e ne intrappolano le genti.. L'architettura cambia di netto quando osservi la tua zona, ove le costruzioni assumono un valore artistico non idifferente. I tetti bulbosi, molto affusolati rispetto ai quartieri più disagiati, vi è perfino una ricerca di "bassorilievi" nelle mura, con intarsi e fantasie fatte a mano dai migliori e più pregiati artisti che tu abbia mai conosciuto. La ricerca del bello, dell'aggraziato è qualcosa che viene tramandato da ere in questa città, sopratutto ora che il nuovo Califfo punta a raggiungere la propria utopia di bellezza.. Per Al Masiaff l'arte è il suo sangue..

Una scorcio su Al Masiaff

Spoiler

fa7cd272aeb3777998a3ab03c4991e95.jpgbfd2e4c6d7fe664b3f59ab3543fd7cd4.jpg

Ma l'arte non è solo qualcosa di materiale, no no.. Il concetto di "bello", il concetto di "eleganza" o di "raffinatezza" lo si può trovare in molti dei locali notturni oppure delle associazioni teatrali o di danza che sono solite fornire svariati impieghi, tutti volti alla soddisfazione del popolo.. Ma principalmente del Califfo. Eppure, tutta questa bellezza, questo romantismo che aleggia nell'aria inamovibile della città viene tristemente infranto da una singola struttura.. "Il palcoscenico della morte". Non poteva essere nome più azzeccato a quell'enorme e disgustoso palco costruito all'unico scopo di giustiziare gente.. Ghigliottina e cappio sono solo due delle attrazioni per il pubblico, probabilmente le più caritatevoli, ove consumare la vita dei tre prigionieri del mese.. Ed ogni mese, ogni mese.. Tre vite si spengono.. Non importa chi fossero, non importa cosa avessero fatto.. Tre vite dovranno salire sul palco e morire per la gioia e la paura del popolo..  

Ed a tal proproposito la vita della città al momento non potrebbe essere più fiorente, nel pieno della propria economia commerciale con le altre grandi città, che però, come ben sai, hanno diritto ad entrare ed uscire dalle mura cittadine a piacimento grazie ad un "permesso di traffico", che tu in quanto residente non hai più diritto a disporre.. Le genti sono delle più svariate etnie, con una prevalenza Yuan-Ti e poi umana.. 

Ed infine, la più grande dimostrazione del potere folle che ha il Califfo su questa città. L'emblema dell'edonismo e della superbia che la generazione di regnanti ha edificato in proprio nome. Il castello d'oro. Il pavimento dello stesso colore che riflette i passi di chi lo sta solcando, statue di dee della bellezza che sollevano le loro aggraziate mani al cielo, la benché minima traccia di una parete liscia, intonsa o che comunque non sia stata ornata da una delle fantasie dei grandi artisti di Al Masiaff.. Insomma è un capolavoro d'arte, dedicato al più grande oppressore che il continente abbia mai conosciuto.. 

Spoiler

dbuxh2d-a9d421b0-aa0a-4b92-aea3-96d254ca

L'unico sorriso che riesci a concederti ad una vista così soffocante è che in un muro di un edificio del quartiere delle belle arti, rimanendo comunque distante dalla tua abitazione vista la grandezza del distretto, riesci ad intravedere qualcosa che stona, qualcosa che ti riempie di orgoglio il fatto che sia stato impresso su quelle pareti.. Uno dei tuoi affreschi di ribellione.. 

Dopo esserti dilungato sul paesaggio senti qualcuno che, con non poca fatica, sale la rampetta di scale fuori dal tuo laboratorio e fa il suo ingresso.. Ramsssssay, ufff.. Sssscusssa il ritardo. Ho avuto un contrattempo.. E' Salsar, come potevi immaginare. Lo vedi come al solito maligo di sudore per essere un Yuan-Ti squamoso, mezzosangue più precisamente data la sua testa da vero e proprio serpente, con una corporatura umanoida decisamente flaccida e grassoccia. Veste un abito di velluto nero, un po' aperto sul collo che gli lascia scoperto giusto quelle quattro scagliette sul petto morbido. Allora.. Eff.. Eff.. Che fatica.. Ci sssono riusssciuto! Dopo tutto quesssto tempo! Finalmente ho commisssssssionato un tuo lavoro per il Califfo! Disse con grande entusiasmo, battendosi le mani dalla gioia, per poi ricordarsi della propria stanchezza e passarsi un panno asciutto sulla fronte.. Dovrà esssere qualcossssa che rappresssenti la grandezza del ssssuo impero! Non vuole un ritratto, ma vuole vedere qualcossssa per la sssua bellisssssima Al Massssiaff. Un po' come l'ultimo monumento eretto in piazza in sssuo onore.. Disse per poi, guardarti meglio in viso.. Pensssi di farcela artisssta Riverssssong? Salsar era sempre stato uno che guardava spesso al risultato, però non ti ha mai fatto mancare niente, anzi.. Se avevi bisogno di parlare ti ascoltava, se volevi essere viziato, lui ti viziava, tutto pur che tu producessi sempre operete d'alto pregio!

X Gel

Spoiler

Si agisca come meglio si preferisca.

 

Edited by Organo84
Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

Il... i miei occhi i socchiudono e guardo in basso. Finalmente sento di nuovo le mani, l'alcool aveva reso le mie dita insensibili, ma l'eccitazioni per un lavoro di questo calibro mi riporta sulla terra.

La domanda di Salsar aveva una sola risposta Certo che posso farcela... mio signore chino leggermente il capo Anzi per me sarà un onore lavorare per il Califfo, e prometto che qualsiasi aspettativa sarà superata! Faccia sapere al califfo che mi metterò all'opera: oggi stesso.

Annuisco pensieroso: cosa dovrei fare? Potrei confezionare un opera maestosa e consegnarla al sovrano, sarebbe felice del risultato. Ma potrei anche mettere a frutto il lavoro che ho compiuto...
Il dilemma dentro di mi si arrovella e mi blocca le vie respiratorie; devo fumare, è certo!

Allora lasci che siano le strade della sua maestosa città ad ispirarmi che fare.... e che siano le voci squillanti degli abitanti, e i teatri e le danze a farmi trovare la vera capodopera... forse è meglio non dare troppo nell'occhio, farò come sempre. Allora vesto il mio sorriso più sincero e alzo le sopracciglia Mi faccia avere della tempera di conchiglie bianche, e lapis lazuli: le sale del palazzo non meritano un volgare quadro d'oro e luccicante, le sale meritano aria: freschezza!
Inspiro forte agitando le mani davanti al mio naso (come Cannavacciuolo che apre il coperchio di una pentola) e lascio che l'atmosfera inebri tutta la stanza.

Ora però devo uscire! Arrivederci Salsar... dico a petto in fuori prima di lasciare di corsa il mio laboratorio.

Nuova opera... se voglio capire cosa fare posso iniziare da quella penso mentre mi dirigo alla piazza di cui mi ha parlato Salsar.

Camminando mi rendo conto che i miei polmoni sono affannati e stanchi, l'aria è pesante e calda. Tiro fuori una cartina e comincio a rollare mentre cammino a passo spedito (ancora non accendo nulla).

Non so ancora che opera consegnerò: lanciare un messaggio sarebbe possibile? Potrei fargliela sotto al naso? No! Probabilmente un uomo più coraggioso e sciocco proverebbe a schernirlo, ma io gioco secondo un'altra strategia. Meglio aspettare, belle cose accadono alle persone che aspettano.

Spoiler

Conoscenze (Locali) +9 per sapere di più delle opere che il califfo predilige, o andare direttamente a vedere quelle che so essere state commissionate da lui in persona oltre a quella di cui mi ha parlato Salsar

 

Link to post
Share on other sites

DM

Salsar si rizza il più retto possibile non appena vede in te così tanto, finto, entusiasmo! Con contentezza prende il suo fido blocchetto degli appunti ed una delle ultime e strabilianti invenzioni dell'ultimo decennio, proveniente nientepopodimeno che dalla Città di Carta: una penna stilografica. Fino a non molto tempo fa era impensabile imbrigliare l'inchiostro dentro un oggettino così tanto comodo, infatti sino allo scorso decennio si andava principalmente di inchiostro in vasetti (una tragedia per le borse degli avventurieri) e penne d'oca.. Si appunta i materiali richiesti con molta serietà.. Sì, sì.. Bene bene.. Ssssarà fatto artissssta! Come ad Alta Corte il titolo di Professore o Dottore è significato di pregio, qui il titolo di Artista ha lo stesso valore.. Oh non vedo l'ora di comunicare al nostro sssssignore quanto lei abbia pressso a cuore quesssta commissssione! Gongola, mentre con parecchia agitazione prendi la direzione della porta.. Allora a presssto mio diletto! Passsserò a controllare tra qualche giorno i frutti del tuo lavoro! I materiali li porteranno i mie ssservit.. Sibilia mentre tu con parecchia fretta scendi le scale che portano al tuo laboratorio e ti porti in strada.. Purtroppo i gusti del califfo sono innumerevoli e fai discretamente fatica a pensare a cosa nello specifico possa interessargli.. Come più grande estimatore d'arte vivente, titolo che si è autoproclamato, potresti davvero escogitare una rappresentazione che potrebbe sia strabiliarlo come schifarlo.. Per farti un'idea quindi ti rechi monumento appena eretto in suo nome e.. Oh cielo.. Dentro la piazza centrale della città, proprio quella che ha il patibolo ad ornarla è un luogo decisamente colmo di statue, rappresentazioni dei vari califfi nella storia che con sguardo severo puntano tutti il loro sguardo sul luogo delle esecuzioni, come a giudicare i condannati a morte.. Solo il monumento del recente califfo mancava ed è.. Una statua che ne raffigura l'arroganza e l'edonismo, inquadrandolo in una posa da conquistatore (particolare vista l'assenza di gambe), mentre imbraccia un libro ed una fiaccola e sotto al suo intero corpo i corpi scolpiti degli orchi che minacciano l'equilibrio della società masiaffana. La statua è completamente bianca, di un bel granito con giusto delle venature più argentate, mentre la fiaccola è funzionante (cioè che è perennemente alimentata magicamente pare). Lo sguardo scolpito del sovrano è trionfale, vittorioso e soddisfatto mentre giudica la folla che tutt'attorno ne osserva in un mormorioso silenzio le fattezze. L'inaugurazione ora che ci pensi è stata svolta appena qualche giorno fa dal sovrano stesso, anche se tu non sei riuscito a presentarti preferendo completare una delle tue magistrali opere..

X Gel

Spoiler

@Prove abilità:

Ramsey

-Conoscenze (locali) 2+9=11

 

Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

Giungere in questa piazza è sempre difficile, non perchè io non sappia la strada, ma perchè inevitabilmente mi pone davanti a quello in cui davvero io stia vivendo. In effetti il mio lavoro qui non ha sortito ancora nessun effetto... penso deciso a non voler in alcun modo inasprire il mio vandalismo. Se cominciassi a uscire più spesso mi beccherebbero... la pazienza è la virtù dei forti... giusto?

La statua è una lode al sovrano, ed ammetto che sarebbe notevole far di questa la mia prossima vittima: probabilmente sarebbe la prima volta che i miei lavori sarebbero sotto l'occhio di tutti.
Osservo la statua attentamente, poi guardo le case e i balconi sopra la piazza per vedere se, in qualche modo, io potrei farvi colare sopra della vernice dall'alto. Faccio attenzione anche ad eventuali vie di fuga.

Swishhh... inspiro accendendo la sigaretta di Erba di Diavolo mentre ancora ammiro le statue dei califfi Volevate questo? mi chiedo passando davanti a una statua dopo l'altra osservato dai loro sguardi severi.
La città più luminosa di tutte, ora, era macchiata di sangue e nessun'opera poteva brillare, nessuna nemmeno la sua!

Dopo la perlustrazione torno al mio laboratorio, faccio una strada diversa da quella con la quale sono venuto per allungare il giro. Quando si rolla sembra sempre piccola... poi non finisce mai... penso arrivato a metà della sigaretta, le mani mi cominciano a tremare, come tutte le volte; se facesse freddo i miei denti batterebbero come ferri da cucito, ma non fa freddo: fa caldo. Sbadiglio ampiamente.

Attenderò la notte e poi uscirò per perlustrare la piazza del patibolo quando è sera.

Appena avrò i materiali provvederò a confezionare un'opera maestra: farò qualcosa nel mio stile, per cominciare: un paesaggio, luminoso, verde e azzurro... 

Spoiler

Osservare +7 per la statua e (soprattutto) i tetti sopra di essa, o anche vicoli che si ricollegano alla piazza nei quali potrei sparire una volta vandalizzato

Artigianato +9 (da quando arrivano i materiali lavoro almeno 6 ore la mattina e il pomeriggio, lasciando alla sera la preparazione del colpo alla statua)

 

Link to post
Share on other sites

DM

Esali i fumi dell'erba a pieni polmoni, sentendo nuovamente quel tremito di adrenalina correrti lungo le vene.. Il sole arancione del pomeriggio comincia inesorabilmente ad avvicinarsi all'orizzonte dettato dalle alte mura cittadine, le sbarre di quella gabbia dorata.. Mentre continui il tuo tranquillo, seppur agitato, passeggiare, la coda dell'occhio ti cade su una statua, poi su un'altra e poi un'altra ancora.. Poi ti metti a fissare gli alti e bulbosi tetti degli edifici del distretto artistico.. Poi osservi la nuova rappresentazione dell'attuale califfo ed infine il tuo sguardo si porta sul patibolo.. Unisci tutti gli elementi utili, rendendoti conto che c'è un pattern che accumuna tutta quell'area.. Qualcosa che potrebbe facilitarti di molto la tua entrata in scena per il colpo di questa notte.. Ma non sarebbe una cazz* di idea geniale se prendessi uno di quei falchi che si appollaiano in giro, te lo legassi sulla schiena e con quello volassi dal tuo balcone fino alla piazza? Questo pensiero praticamente prende metà del tuo pomeriggio realizzando sempre di più quanto questo piano sia perfetto in ogni sua sfaccettatura! Le guardie di Al Masiaff non si aspetterebbero mai un attacco dall'alto! Mentre rimugini su questo pensiero, che praticamente si va a "sostituire" in quel fragente con le indagini sulla città che hai fatto nel corso del tuo annetto di permanenza, vieni riportato alla realtà dei fatti quando una deliziosa donna, semi vestita con veli rossi e gioielli d'oro, dal fisico slanciato e sodo, molto giovane, ma che però risulta di una bellezza matura, con voce molto suadente non si avvicina a te con qualche volantino tra le mani.. Ehy bel straniero.. Disse squadrandoti da testa a piedi, per poi notare probabilmente il tuo segno genetico distintivo.. Oh! Scusate la mia curiosità, voi dovete avere sangue elfico che scorrere nelle vostre vene, sbaglio? No certo che no.. Impossibile sbagliarsi con quelle.. Disse probabilmente alludendo alle orecchie.. Dovete essere qualcuno di davvero speciale, sicuramente uno su un milione.. Il destino è stato generoso a cedermi l'opportunità di conoscervi.. Alché dicendo questo ti allunga uno di quei volantini: "La Regina del Deserto e la Tigre dell'Oriente si esibiranno in un solo questa notte, non mancate!" con le figure ritratte di due danzatrici, una dai capelli bianchi e veli viola, mentre l'altra molto, se non identica alla figura che ti stai trovando dinanzi.. Avevi già ricevuto altri volantini da altre danzatrici per le loro serate, ma questa era la prima volta che ti capitava dalla "Regina del Deserto" in persona. Prima di cedertelo ne bacia un angolino, imprimendoci il suo rossetto bordeaux. Sai che il bacio di una danzatrice è un modo per ottenere un accesso regalato alla zona VIP. Spero di vedevi questa sera, magari anche in altre occasioni.. Non ti chiede il nome, non si sofferma nel sentire una tua risposta, semplicemente dopo averti consegnato quel pezzo di carta "firmato" si volta dandoti le spalle e camminando in modo da valorizzare il suo, decisamente, lato migliore.. 

La regina del deserto

Spoiler

03a.jpg

Ma tu non hai tempo per queste frivolezze! O forse sì? Ti rechi infine nel tuo laboratorio dove hai modo di respirare a pieni polmoni il tuo ambiente preferito.. I materiali probabilmente arriveranno l'indomani, però intanto hai la possibilità di poter lavorare allo scheletro del tuo progetto, iniziando ad abbozzare con una matita le linee guida, sapendo che per creare un capolavoro degno del tuo nome almeno due/tre settimane di lavoro continuo ti saranno richieste.. 

Tra una cosa e l'altra, la Città d'Oro si spegne e le prime luci della notte si accendono.. La vita notturna di Al Masiaff finalmente comincia..

X Gel

Spoiler

Consumo di una unità di "Erba del Diavolo":

- 1 danno a Saggezza

- +2 bonus a Forza

- Una certa agitazione pervade nel tuo corpo (scosso)

- Gli effetti durano d3 ore= 2

 

@Prove abilità:

Ramsay:

Osservare 1+6-2=5 FALLIMENTO CRITICO 

Artigianato 16+9=25x20=500 su 1000

 

Si agisca come si preferisca.

Ora sono più o meno le 20.00 della sera.. C'è ancora un minimo di luce solare prima del pieno buio. Nel caso tu voglia fare un salto al locale delle danzatrici il volantino indica che le prime esibizioni delle danzatrici meno importanti se ne sono già svolte alcune, mentre i due principali eventi si terranno alle 20.30 ed alle 21.00. Altrimenti si cominci a descrivere come si vuole approcciare l'azione della nottata, o se si vuole davvero cercare di catturare uno dei rapaci appollaiati su uno dei tetti.

 

Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

Il piano del rapace non è una brutta idea, però forse ho bevuto e fumato troppo per oggi: meglio riflettere su un piano di questa portata a mente più lucida. Sbadiglio.

Sono ancora tramortito quando una bellezza esotica mi ferma con un seducente "Ehy straniero". Certo è naturale che le donne siano interessate ad un baldo giovane come me: elegante e spigliato; ma il tratto che le conquista è sempre il suo sangue elfico. Il mio sangue è elfico, ma il mio cuore canta canzoni di terre molto differenti sussurro accentuando il mio forte accento del sottomondo.
Quando ella parla della generosità del fato trattengo il respiro, conosco bene le danzatrici di Al Masiaff, non le ho mai pagate, nè ho mai richiesto i loro servigi... ma come posso non conoscerle?

Non importa, sarebbe scortese ricordarle del suo fato tanto nefasto dopo una premura così calorosa come un bacio sul biglietto Certo mia signora, le prometto che mi vedrà... questa sera e anche... presto consegnerò un quadro al califfo, volente o nolente mi vedrai... Lasciami ricambiare il favore... dico accennando un inchino con il capo e stendendo le dita della mano destra sul mio petto Ramsay Riversong... con la y, si scrive come si legge... vieni a vedere i miei quadri, una volta o l'altra... ho un laboratorio non lontano da qui la mia voce è soave e pura e nasconde il mio disinteresse.
Non sono uno sciocco, sicuramente ha un secondo fine: che questo sia avere uno spettatore in più, oppure cercare di sedurmi per farsi dare del denaro, non ha importanza. Diffido sempre, all'inizio, ma non per questo negherei il mio aiuto ad una ragazza che come una colpa ha quella di essere stata, in vita, più sfortunata di me... e poi queste danzatrici... potrebbero sorprendermi perchè già qualche idea mi sta venendo...

Torno al laboratorio e comincio a lavorare al disegno di una oasi in un deserto, dando tanto spazio all'erba, quando alla sabbia: l'ispirazione è tornata, in un modo o nell'altro!

 

Il tramonto scompare dietro ai tetti mentre a matita ritraggo le sinuose curve delle palme e della riva del lago; è giunta la notte.
Ho posato il biglietto sullo scaffale degli alcolici e arrivata l'ora lo vado a riprendere. Un ingresso in zona vip... dico tra me e me impaurito da ciò che potrei vedere... non oso pensare a cosa quelle donne facciano e si facciano fare dai più "fortunati", e l'idea di passare la serata a guardare le tette di una schiava non mi alletta per nulla.
Tuttavia la curiosità e l'ispirazione che questa "Regina del Deserto" mi ha dato non è cosa che donne di tutti i giorni fanno, inoltre amo la danza... se si trattasse solo si quella probabilmente sarei un cliente seriale di queste donne...

Ho ancora un po' di tempo: prendo il catino che tengo nel laboratorio, mi lavo il volto e le mani, mi profumo e sciolgo i miei capelli, sanno ancora di arancia, facendo attenzione a lasciar in vista le mie orecchie appuntite. Mi lavo i denti e la lingua, e bagno le mie palpebre. Detesto odorare di erba, soprattutto quando devo essere... faccio un occhiolino al mio riflesso nell'acqua.

Ed eccomi di fronte allo specchio: regale, in un abito nero e coi bottoni d'oro. L'orlo rifatto e le maniche senza pieghe, la coda di rondine che lascia strisciare la giacca lungo le mie gambe: tutto è perfetto.

Faccio scivolare il biglietto nella tasca interna del vestito ed esco.

Spoiler

Vado a questo spettacolo. Porto con me solo gli Stivali Elfici (lustrati), i vestiti che indosso (non l'armatura di Mythral) L'anello scalare, e un po' di monete d'oro.

 

Edited by GelTheBest
Link to post
Share on other sites

DM

Indossi il tuo abito elegante, sistemi i capelli e dopo aver intascato il volantino firmato esci dalla tua abitazione.. La movida notturna di Al Masiaff è principalmente concentrata in locali, come quello che andrai a visitare, oppure club privati o mostre ed esposizioni di artisti emergenti. Il fatto che tu non abbia mai messo piede in un locale di danzatrici non ti frena dal voler provare l'esperienza, anzi non impieghi molto tempo perché tu raggiunga il "Velo Notturno".. Edificio molto più imponente di come te lo saresti potuto immaginare, abbellito all'esterno da questi veli rossi che congiuno una finestra dall'altra.. L'entrata è sorvegliata da un buttafuori dalle dimensioni non indifferenti, d'altronde gli Yuan-Ti Abominio non sono troppo rinomati per essere esili.. Ti cade anche l'occhio su una figura, probabilmenta umano dalla statura, non altissima tra l'altro, tutta trapelata che con una sorta di cappuccio nero alzato e le mani in tasca si allontana in direzione opposta al locale, seguendo la strada principale che porta alla piazza.. C'è un discreto numero di persone davanti al locale, disposte in fila, non serrata, che aspettano il loro turno per entrare dentro. Quindi anche tu ti disponi in fila, mostri il tuo volantino baciato dalla "Regina del Deserto" ed infine hai finalmente l'ingresso garantito e non pagato per il locale "Velo Notturno".. 
Dopo aver oltrepassato un corto corridoio dove i clienti vengono squadrati uno ad uno da una sorta di servizio d'ordine privato, la prima cosa che hai modo di osservare è un ampio, molto ampio stanzone pieno zeppo di gente, ricco di tavoli disposti come una fantasia a pois di un indumento, infatti i tavoli sono di forma circolare, un bancone grande il doppio quello di una normale taverna ed al servizio una donna bionda di razza Halfling, vestita come una danzatrice, che appena sopra il banco, probabilmente sollevata grazie ad alcuni sgabelli per aiutarla, poggia il proprio esagerato seno sopra il bancone servendo quello che si direbbe un Goblin(?), barbuto e pizzuto, stempiatello un po' come tutti i goblin raggiunti i diciotto anni e che in quel momento ha occhi solo per.. Ehm.. Il davanzale.. Ai tavoli ovviamente vi è un numero indefinito di umani, serpentoidi e altre razze.. Diresti che nella minoraza vi sia un afflusso maggiore di Tiefling, razza che al di fuori di Gran Crepa ed Al Masiaff non è riuscita a farsi molto spazio nel continente, visto anche quanto la Dottrina Sacra ed il Convento non la vedano di buon occhio e non le permettano di essere parte della comunità ecclesiastica. Non mancano le suadenti cameriere danzatrici, una delle quali ti rivolge un occhiolino passandoti davanti e permettendoti la vista del lato posteriore, sicuramente apprezzabile.. Alzando lo sguardo finalmente noti l'area VIP, balconata raggiungibile grazie ad una rampa di scale accostata ad un corridoio che porta ai numerosi privé presenti sia al primo, che al secondo piano.. E sin da sotto la balconata riesci a notare la presenza di Salsar che conversa con un figuro umano o Yuan-Ti purosangue, difficile distinguere ad un primo sguardo le due razze, biondo e da baffetti a manubrio ben pronunciati.. 

E l'elemento più fatiscente, impossibile da non notare.. Un immenso palcoscenico rivestito di moquette, ornato da tendoni rossi come il sangue, minimalisti vista l'assenza di decorazioni artistiche, forse perché lo sguardo non deve essere rivolto alle tende, ma a chi governa lo spettacolo.. A fianco ad esso una piccola orchestra che in questo momento non sta suonando nulla di impegnativo, se non un simpatico accompagnamento per la serata.. Il palco al momento non è occupato, o meglio non vi sono danzatrici, poiché alcuni lavoratori stanno rimuovendo alcuni elementi di scena, tra cui un palo, lasciandolo privo di ogni cosa.. Sei abbastanza sicuro di essere in tempo per l'esibizione della Regina, forse ti ci vorrà qualche minuto di attesa.. 

X Gel

Spoiler

Si agisca come si preferisca. 

Il locale è disponibile alla vendita di bevande alcoliche e droghe unicamente liquide. 

 

Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

Sto andando verso lo spettacolo camminando come se la strada mi appartenesse, in fondo sono bello, ricco, e desiderato.
L'entrata ha tutta l'aria di essere un assembramento, mantenendo la distanza di sicurezza cerco pigramente l'ingresso, quando una figura incappucciata attira la mia attenzione. Cosa ci fa un uomo incappucciato?
Nei suoi numerosi viaggi Ramsay aveva imparato che poche persone vanno in giro con il cappuccio: quelle che non vogliono farsi riconoscere... e perchè non vuoi farti riconoscere? penso cercando di scorgere da lontano un dettaglio dell'individuo, qualsiasi cosa che a prima vista mi possa essere sfuggita.

Non è un buon segno... perchè tanta ansia? Spettacoli come questo ce ne sono a migliaia e solo immagino che tipi strani li frequentino... ecco per esempio quel goblin! Quel goblin è totalmente attonito, è molto più sospetto... di... lo sconforto mi sta prendendo mentre attraverso i corridoi neri e viola di questo club. Quasi non noto la danzatrice che ammicca, cerco di rimanere composto, ma forse non ci sto riuscendo...
Sssssssh inspiro forte, mi calmo, le mani smettono di tremare. Tanto non te lo sei portato il fumo... ed espiro.

Avanzo sospettoso, finchè non vedo Salsar assieme a un altro individuo. Fermo una danzatrice, delicatamente tocco la sua spalla con il retro della mano E' la mia prima volta in questo locale... mi porteresti qualcosa con cui rinfrescarmi? Sorprendimi! l'ambiguità della mia richiesta potrebbe farle pensare che io voglia "rinfrescarmi" con una danza privata, o con qualche altro tipo di servizio che loro possano offrire. In effetti non so fin dove ci si possa spingere con queste giovani donne. Mi trovi in area VIP. le dico baciandomi l'indice e il medio. Potrebbe pensare che si tratti di un avance, invece è un tic nervoso di un fumatore.

Solo allora, mentre aspetto che il "bere" arrivi vado da Salsar. Lo guardo a qualche passo di distanza finchè non è lui a notarmi, per assicurarmi di non interrompere nulla; poi mi introduco. Mio signore chino il capo verso Salsar Non sapevo che lei frequentasse questo locale, anche se avrei dovuto immaginarlo: un luogo elegante per uno Yuan-Ti elegante. Mi rivolgo all'altro con lo stesso ossequio Non ho mai avuto il piacere di incontrarla, il mio nome è Ramsay Riversong.

Tengo gli occhi ben aperti, qualcosa non va qui... non so se sia il locale ad essere così irrequieto di norma, o se questa sera sia diversa dalle altre, ma se c'è qualcuno che può accorgersi che qualcosa non va di certo non è il Goblin di prima...
Sto pensando troppo, e a che sarà dovuta quest'ansia? Il mio bere tarda ad arrivare... fino a che punto si può considerare servizio far attendere un cliente! Ahaha! che battuta di cattivo gusto... ma Salsar è ricco, e anche questo sembra essere un benestante, magari gli ricorda della loro superiorità su queste donne... della nostra... superiorità... un altro genere di sconforto attanaglia il mio cuore.

Spoiler

Faccio due prove osservare, una specificatamente sull'individuo incappucciato, una mentre sono dentro per essere sicuro che sia tutto a posto (essenzialmente cerco altri tizi sospetti)

Osservare +7
Osservare +7

 

Edited by GelTheBest
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

DM

Qunado aguzzi la vista sul losco figuro, prima di entrare nel locale, mentre cerca di guardarsi attorno in maniera anche abbastanza distratta per capire se qualcuno lo sta fissando, si "frega" da solo permettendoti di potergli scorgere il viso.. Ti sembra un ragazzino di circa sedici o diciassette anni, i pochi capelli che si intravedono, a causa del cappuccio, ti sembrano gagi e ricci, mentre sul viso nella zona naso-guance e contornato da una non indifferente serie di lentiggini.. La cosa bizzarra è che paia abbia sul viso, all'altezza dell'occhio destro, ha una benda medica. Le mani rigorosamente in tasca, che però paiono contenere qualcosa di ben più greve al suo interno.. E' vestito, oltre a questa sorta di felpona nera, con un pantalone molto ampio, probabilmente di qualche taglia superiore alla sua, piene zeppe di toppe, alcune semplici, altre ricamate e raffiguranti.. Qualcosa?

La danzatrice che fermi, una elegentassima Yuan-Ti dai veli ai polsi azzurri, portava tra le mani un vassoio vuoto in attesa di un ordine e come la chiami per spiegarle ciò desideri arriccia il viso in un sorriso.. Non si preoccupi, le porto subito qualcosa, la prego si accomodi in uno dei tavolini.. Dice, mentre i suoi occhi passano su di te in maniera estremamente attenta, come per studiarti in ogni tua sfaccettatura. Per cui sali le scale e finalmente ti affacci all'area dei VIP.. E' un esteso balcone separato in "aree immaginarie" dai numerosi e diresti appartati tavoli dove parte della nobiltà del califatto è presente. Alcuni li riconisci di vista, molti artisti dopotutti sono presenti nella città e c'è chi sfrutta la propria carriera e successo per.. Vivevere come un pascià. Gregorio Macchia Sun-Kalsis, è uno di questi, un talentuoso quanto negligente artista Gnomo che dedica più tempo alla bella vita, i vizi del bere e le donne, numerose tra l'altro al tavolo di cui solo un paio sono dipendenti che stanno performando una.. Coreografia privata. Gira voce per le strade che abbia perso le proprie origini umili ed i valori di "artista che si vuole affermare nella grande città".. A giudicare da come sta bevendo quel liquore dall'ombelico di quella fanciulla diresti altrettanto.. Invece di menzione conosci..  Invece, di menzione, conosci altri un individuo.. Sicuramente nulla a che vedere con l'individuo di prima: si tratta di uno Yuan-Ti Abominio, molto esile per la genetica della sua razza, vestito con un lungo abito drappeggiato ed un morbito cappello di pelle. Il serpentoide è un nobile, chiaramente, ma più precisamente si tratta di Melas Bosquox, un uomo di corte del Califfo.. Al momento è l tavolo con altri due gentiluomini, mentre sta avvenendo una discussione con un paio di valigette chiuse sul tavolo..

Raggiungi Samsar, il quale ti saluta con enorme entusiasmo: Ramssssay! Non ti avevo mai visssto in un locale sssimile, è un piacere che tu sssia finalmente passsssato nell'attività di mio fratello.. Disse indicando la figura al suo fianco. Ssssimpar ti presssento Ramsssay Riversssong, l'artisssta ermegente che ho pressso a carico.. Alché il figuro esegue un inchino prima di arricciarsi i baffetti. E' un piacere fare la tua conoscenza, mio fratello mi ha parlato a lungo di voi e delle vostre opere, ne ho pure nel mio studio privato.. Adoro come gestisce i contrasti di colore, ha una mente molto fantasiosa.. Come ti lamenti della lentezza del servizio, lo vedi alzare un ciglio, Ah sì? Chiede con un certo tono, per poi arrivare come un orologio svizzero la danzatrice che avevi interpellato prima. Sul suo vassoio porta un bicchere alto, contente un liquido azzurro trasparente, con un paio di cubettini di ghiaccio sul fondo.. Ecco a lei signore, una "sorpresa servita fredda", desidera altri servizi per caso? Chiede con tono molto lascivo, almeno finché lo sguardo di Simpsar non incrocia il suo.. Il cliente mi ha riferito che ci avete messo più tempo del dovuto a servire, è forse così? La sala si gela di colpo con lo sguardo della donna che visibilmente sbianca..

X Gel

Spoiler

@Prove Abilità:

Ramsay:

-Osservare 10+7=17 (sull'individuo incappucciato)

4MA per il drink.. 

 

Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

La sala VIP è piena di volti noti. In fondo lo avrei dovuto immaginare: sembra un locale molto esclusivo, e più un posto è riservato più i nobili desiderano farsi trovare lì dagli altri, in una sorta di reciproco compiacimento.
La tensione che stavo avvertendo svanisce per un attimo quando vedo Gregorio, gli faccio un occhiolino anche se non so se lo abbia notato. A quel tavolo poi ci sono degli uomini del califfo... penso avvicinandomi a Simpsar. Potrei utilizzare questa occasione per provare ad origliare, ma in fondo sono venuto per divertirmi e per trovare ispirazione: che me ne farei di qualche parolina sconnessa di un paio di gentiluomini?

La mia battuta è stata accolta con tiepidezza, mi trovo da solo a ridere: la sala piomba nel silenzio. Il lato positivo è che la tensione che prima avvertivo solo io ora è generale, il lato negativo è che sembra che la mia affermazione abbia messo in qualche tipo di disagio la cameriera.

Ora ho bisogno di pensare, allungo la mano lentamente e prendo il mio bicchiere. Lo sguardo terrorizzato della giovane Yuan-Ti mi mette in estrema soggezione, non sento più le gambe, ma devo stare calmo: non tornare sulle tue affermazioni, e sembrerai volerla coprire... penso bevendo un sorso di "Sorpresa servita fredda". Poi mi rivolgo a Simpsar con tranquillità, limpido nella voce e con un leggero sorriso sulle labbra Oh, deve essere stata colpa mia; vede non sapendo che drink ordinare le ho chiesto di stupirmi. Non è cosa facile tuttavia stupire Ramsay Riversong, per questo la signora si sarà presa qualche istante per pensare... la domanda ora è se questo istante di riflessione sia stato speso bene... sospiro e guardo la ragazza negli occhi Ti che ne dici? Non è facile... accontentarmi... dico spietato Resisti qualche secondo... sta per finire...

Bevo un sorso ed avvicino il mio volto al suo Oltre le mie aspettative, complimenti! sussurro per poi tornare a al mio normale tono: Come hai fatto a indovinare che l'azzurro è il mio colore preferito? le passo un dito sotto il mento.
La ragazza ha occhio! mi volto verso Simpsar, come se non mi fossi neppure accorto della tensione che la mia prima affermazione aveva creato Se dovessi bere dall'ombelico di qualcuna qui dentro sarebbe lei... è una che osserva... fingo di perdermi nei suoi occhi che non sono poi così profondi per chi ha visto le meraviglie dell'Elysium.

Se la tolgo direttamente dalla situazione senza che Simpsar possa rimproverarla dovrebbe cavarsela facilmente... quanto sbattimento per una battuta Anzi già che ci siamo stenditi su questo tavolo tesoro! esclamo facendo qualche passo allontanandomi da Simpsar. Mi appropinquo a bere dall'ombelico della donna, e già che ci sono le chiederò di ballare per me, anzi con me! Diciamo che ho fatto la mia parte...

Spoiler

Se effettivamente danziamo assieme:

Intrattenere (danza) +5

 

Edited by GelTheBest
Link to post
Share on other sites

DM

Diciamo che in qualche modo riesci a salvare la situazione in calcio d'angolo, tra l'altro causata da te, dato che Simpsar sembrerebbe fare un gesto di assenso alla sua "dipedente" quando noti o fingi di notare le qualità della Yuan-Ti. Il drink che ti porta lo potresti definire molto, molto buono nel momento in cui apprezzi le bevande allungate col tonico: ha un sapore frizzantino ed è un mix aspro amaro, lievemente alcolico che non dà una botta troppo pesante con un solo sorso, tuttavia non riconosci sapore di frutti od altro di specifico.. Probabilmente deve essere un qualcosa di prodotto, ma non sapresti bene ricollegare gli ingredienti senza conoscerli uno ad uno.. Poi come le chiedi di stendersi per i tuoi bisogni, l'espressione della ragazza mostra per un secondo una smorfia, per poi chinare il capo in consenso e sorridere. S-sarà un piacere.. In questa situazione, mentre esegui la pratica con la danzatrice, Samsar si avvicina leggermente col volto al fratello per commentare, quasi fuori dalla tua portata di orecchio. Ehm, non immaginavo fosssse tipo da quessste cossse.. Fidati è un galantuomo normalmente.. Dice, mentre Simpsar non commenta, ma semplicemente fa spallucce. Dato che comunque il tuo nome è conosciuto qualche mormorio, sia di consenso, sia di basimento passa nella stanza, così come Gregorio, il quale dopo aver terminato una delle sue sorsate ed alzando il viso, per caso vede la scena e con estrema finezza: Oh sì ca**o, quello sì che ci capisce di ste cose! Facciamo un secondo giro bambole! Grida, con al seguito un WOHOOO! Della sua brigata di compagnie femminili.. Dopo esserti bagnato con la "frizzantina" le labbra sul vetre della ballerina, lei abbastanza peperonata in viso china il capo. Le chiedo scusa mio signore, ma non posso concerle un ballo, dovrei servire altri tavoli per la serata. Le danzatrici private sono vicine ai privé se le interessa.. Rivela per poi, a meno di particolari obbiezioni, allontanarsi per tornare all'area comune.. 

Poi da sotto il bancone parte una voce.. Ssssignori e ssssignorine! Nel caso in cui ti affacciasti, riconosceresti un uomo Yuan-Ti mezzosangue, presumibile dall'accento, vestito con un pelliccioto bianco ed un gilé d'oro sgargiante, il quale al centro del palcoscenico e tenendo in mano quello che si direbbe un cristallo romboidale, fa risuonare la propria voce per tutto il locale. Il momento che ssstavate assspettando con molta intrepidante attesssa: il gioiello di Al Masssiaff, la ssstella del cosssmo.. Come promesssso.. La Regina del Deserto. Lascia il palco con una teatralissima piroetta, stupendoti di come abbia pronunciato il nome "Deserto" senza ricadere nella difficoltà lessicale degli uomini serpente.. Si sarà allenato tantissimo! Alché il gruppo al lato del palco inizia a dare vita alla serata aprendo il numero con un violino piuttosto aggressivo, seguito da tamburi, un violoncello, piattelli a mano ed un liuto.. Dando una una forte entrata alla star della serata. E' vestista con questi veli rossi legati attorno i polsi, così come il perizoma lungo ai lati, i capelli tenuti da un cerchietto d'oro che le mette in risalto gli orecchini d'oro ed il collo contornato da una collana dello stesso colore.. Con passo scalzo si avvicina al centro del palco, mentre dietro di lei ed a distanza, alcune danzatrici tengono tra le mani questi ventagli di fuoco per creare atmosfera. Giunta al centro del palco, con gesto smuove i propri veli, avanza la gamba destra, staccando il piede dal pavimento, inarcando indietro il proprio corpo e testa, i capelli lunghi e lisci che sfiorano il suolo, mentre mantiene le braccia distese all'altezza delle spalle. Ed all'incalzare della melodia la danzatrice mostra all'intero locale il proprio talento.. E' grintosa, energica, ma allo stesso tempo i proprio passi sono più delicati di una piuma e le sue mani veicolano quei lembi di stoffa come spire di fuoco scarlatto che si avvolge e poi si dirada a piacimento. Quella esibizione non vuole essere né volgare, né volutamente espositiva del corpo della giovane, ma è una dimostrazione di forza e talento ineffabile, che lascia basiti perfino chi non è un esperto di balli o coreografie. Eppure è innegabile quanto le parti di corpo esposte e quelle negate alla vista della Regina in quel volteggiare, stedersi e slanciarsi, ne vengano risaltate e contemplate dal pubblico del locale.. L'esibizione vedrà la fine, purtroppo, tra ancora diversi minuti..  

X Gel

Spoiler

Si agisca come si preferisca.

  

Link to post
Share on other sites

Ramsay Riversong

Che guardino... penso mentre bevo dall'ombelico della donna. La quale non sembra particolarmente contenta, ma almeno sembra essere salva da qualsiasi angheria il suo padrone avrebbe potuto farle.
La sua pelle è liscia, ma detesto leccare le parti del corpo delle altre persone... specialmente in serate eleganti come questa: appena giungo al fondo mi riattacco al mio bicchiere per far dimenticare alla mia lingua il sapore.

C... certo, immagino che allora... chiederò a loro... buon... lavoro... dico imbarazzato mentre lei se ne va dopo avermi rifiutato una danza. Guardo Simpsar, il quale sembra aver perso l'interesse nella danzatrice, poi mi volgo verso Gregorio, che invece sembra perfettamente integrato nell'aria del locale... guardo il mio bicchiere, mezzo vuoto, e faccio in modo che divenga completamente vuoto.
Credo che mi dimenticherò presto di questa sera... penso mentre faccio per andare a prendere altro da bere: serataccia... accia accia!

Decido di uscire dalla zona VIP, inizialmente volevo uscire dal locale, poi però mi ricordo di non aver nulla da fumare, quindi approfitto della strada fatta per accedere alla zona consumatori standard. Fermo una cameriera, rigorosamente non la Yuan Ti di prima Mi porteresti... altri due "Sorpresa fredda"? Grazie... e... metti sul mio conto una moneta d'argento di mancia... una per ciascuna cameriera... abbasso lo sguardo non molto fiero di me stesso, nè di come la serata sta proseguendo grazie...

In fondo era una giornata assolutamente terribile, cosa mi potevo aspettare dalla serata? L'unico momento era stato quando la... LA REGINA DEL DESERTO! urla un individuo, poi il palco si accende, la musica comincia a suonare ed eccola lì...
Mi siedo più vicino al palco che riesco, e le luci del palco si specchiano nei miei occhi mentre la guardo danzare, e per qualche attimo magico i pensieri svaniscono, come esistesse solo il presente, solo la danza e la musica, solo lei.
Al Masiaff mi sta cambiando... e non in bene... penso pronto a farmi fuori altri due drink mentre ammiro la "Regina del Deserto". Credo che mi dimenticherò presto di questa sera, ma di lei... no... non mi dimenticherò così presto...
Mi piacerebbe parlarle... quando avrà finito... se ancora sarò in grado di tenermi in piedi...

Spoiler

Fino a che l'esibizione non termina, o qualcosa di più rilevante accade, continuo a ordinare un drink dopo l'altro (oltre ai due iniziali) facendoli fuori con buon ritmo (diciamo uno al minuto).

 

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.