Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Anteprima Tasha's Cauldron of Everything #4 - Regole per creare gli Indovinelli

Ecco una nuova anteprima della prossima espansione meccanica di D&D 5e.

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Ghost Hunters, Stargate e Worlds Without Number

Venite a scoprire le ultime campagne nel campo dei GdR ora attive su Kickstarter.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 8: L'importanza delle Strutture Ordinate

Continuiamo con l'ottava parte della rubrica sulle strutture basilari dei nostri giochi preferiti parlando di come determinare una sequenza di decisioni.

Read more...

La Tirannia della Griglia di Battaglia

Dopo averci mostrato come giocare senza la griglia di battaglia Mike Shea di Sly Flourish ci spiega i motivi per cui è più divertente non usarla.

Read more...

Salvatore e Lockwood parteciperanno a un Seminario sui Forgotten Realms al Lucca Changes

Verso fine ottobre potrete seguire online, durante la fiera in streaming di Lucca, l'intervento di due mostri sacri che hanno contribuire a dare forma al mondo dei Reami Dimenticati.

Read more...

Recommended Posts

Per ora parlo con il vecchio, in attesa che Teros concluda la sua scena della compravendita. Se non discutiamo ulteriormente sul da farsi e decidiamo di andare dal Consigliere, possiamo passare a quella scena in qualsiasi post successivo.

Giro la testa verso Bazza. E' giovanissima e non sa niente, ed è giusto che io le insegni un po' di saggezza.

«Vedi, quest'uomo è vecchissimo, potrebbe cadere morto stecchito in qualsiasi momento, e quindi è tutto scemo e parla a vanvera e insulta Mororga che invece vorrebbe far colazione. Ma che importa? Spesso gli dei mostrano cose agli anziani perché le spieghino ai giovani, e quindi li dobbiamo rispettare». A volte invece li dobbiamo trucidare, ma ora non voglio confonderla con dettagli vari.

Mi rivolgo a lui. «Dicci cosa pensi che troveremo su quell'isola.»

@b4d se Bazza interviene nella discussione, posso eliminare l'ultima frase.

Edited by Ji ji
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 40
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Per ora parlo con il vecchio, in attesa che Teros concluda la sua scena della compravendita. Se non discutiamo ulteriormente sul da farsi e decidiamo di andare dal Consigliere, possiamo passare a quel

Teros (druido elfo)

pago quanto dovuto al mercante e mi faccio consegnare il pappagallino lo poso sulla mia spalla e gli dico "vola via quando vuoi!" (allineamento BUONO: aiuta qualcuno o qualcosa a crescere

dopo di che ritorno dai miei 2 compagni.

stanno parlando col vecchio avventista; aspetto che finiscano di parlare per poi dire "il mercante di uccelli ci ha messo in guardia sul consigliere: a quanto dice lui e il suo padrone non sono breve persone!"

poi aggiungo: "però direi di seguirlo."

Spoiler

se non succede niente, per quel che mi riguarda possiamo andare alla "prossima scena".

 

Link to post
Share on other sites

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ascolto il discorso di Mororga, anche se non sono totalmente d'accordo con lui non ho voglia di fare altro casino per ora, cosa assai strana.

Poi, quando domanda al vecchio aggiungo, ponendo la mano guantata sulla spalla dell'Avventista «Dicci dicci, siamo curiosi. Visto che parli così tanto di quell'isola e di come ci ucciderà tutti»

Link to post
Share on other sites
Spoiler

  

9 ore fa, Casa ha scritto:

Teros (druido elfo)

pago quanto dovuto al mercante e mi faccio consegnare il pappagallino lo poso sulla mia spalla e gli dico "vola via quando vuoi!" (allineamento BUONO: aiuta qualcuno o qualcosa a crescere

dopo di che ritorno dai miei 2 compagni.

stanno parlando col vecchio avventista; aspetto che finiscano di parlare per poi dire "il mercante di uccelli ci ha messo in guardia sul consigliere: a quanto dice lui e il suo padrone non sono breve persone!"

poi aggiungo: "però direi di seguirlo."

  Rivela contenuti nascosti

se non succede niente, per quel che mi riguarda possiamo andare alla "prossima scena".

 

 


Teros
Il parrocchetto giochicchia un po’ col tuo lobo. Così vicino al tuo orecchio riesci a sentirgli il cuoricino che batte all’impazzata.
Poi volteggia tutt’intorno, liberandosi della cenere, e restituendo un po’ di colore a quel posto piombato nel grigio.
Dopodiché fa un ultimo giro e scompare oltre i magazzini.
Ma il suo è un arrivederci. Te lo ha trillato chiaramente.

Inaspettatamente scende una lacrimuccia sul volto del suo ex-carceriere. Dopotutto, forse la storia di sua figlia aveva un fondo di verità.

Raggiungi Bazza e Mororga.



 

Spoiler

  

10 ore fa, Ji ji ha scritto:

Per ora parlo con il vecchio, in attesa che Teros concluda la sua scena della compravendita. Se non discutiamo ulteriormente sul da farsi e decidiamo di andare dal Consigliere, possiamo passare a quella scena in qualsiasi post successivo.

Giro la testa verso Bazza. E' giovanissima e non sa niente, ed è giusto che io le insegni un po' di saggezza.

«Vedi, quest'uomo è vecchissimo, potrebbe cadere morto stecchito in qualsiasi momento, e quindi è tutto scemo e parla a vanvera e insulta Mororga che invece vorrebbe far colazione. Ma che importa? Spesso gli dei mostrano cose agli anziani perché le spieghino ai giovani, e quindi li dobbiamo rispettare». A volte invece li dobbiamo trucidare, ma ora non voglio confonderla con dettagli vari.

Mi rivolgo a lui. «Dicci cosa pensi che troveremo su quell'isola.»

@b4d se Bazza interviene nella discussione, posso eliminare l'ultima frase.

...

1 ora fa, b4d ha scritto:

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ascolto il discorso di Mororga, anche se non sono totalmente d'accordo con lui non ho voglia di fare altro casino per ora, cosa assai strana.

Poi, quando domanda al vecchio aggiungo, ponendo la mano guantata sulla spalla dell'Avventista «Dicci dicci, siamo curiosi. Visto che parli così tanto di quell'isola e di come ci ucciderà tutti»

 

Tutti
La faccia incartapecorita del vecchio, scolpita in un perenne disappunto, per un attimo sembra quasi divertita.
Ma non concede nessuna soddisfazione al vostro fare canzonatorio.
«Ne ho viste nella mia lunga vita, ma di un tizio che gira senza calzoni che dà dello scemo a un altro, non mi era ancora capitata.
Hai proprio ragione. Gli dei mi hanno appena parlato, e mi hanno detto che pagherete per i vostri peccati. Soprattutto tu!»

Mororga
Il veleno che il vecchio ti ha “sputato” addosso, in qualche modo ti ha toccato.
Chissà se da uccellaccio del malaugurio quale è, abbia pure qualche strano potere iettatorio. Oppure se è talmente carico di odio, da suggestionare con le sue “profezie”.
In ogni caso, se non ti scrolli di dosso questa brutta sensazione, senti che in qualche modo ti porterà sfortuna.
Mossa morbida. Se volessi evitare la dura, basta narrare una contromisura che abbia senso a riguardo. Fai tu.

Tutti
Al netto delle sorti dell’Avventista, che se ne sia andato sulle sue gambe o l’abbiate mazzuolato per bene (non serve Taglia e Spacca, non ha possibilità di difendersi) – decidete voi – vi avviate verso il Palazzo Baronale.
Se volete, potete descrivere qualcosa di interessante che avete visto durante il tragitto, ma per cui non avete voluto fermarvi in quel momento.


Il Palazzo Baronale si erge sulla scogliera con un aspetto quasi minaccioso.
Un tempo forse era bello e baciato dal sole. Ma adesso…

Una delle due guardie all’ingresso prende il biglietto da visita che, a guardarlo meglio, sembra più un biglietto di invito.
«Il barone vi sta aspettando» recita con un minimo di eccitazione. Forse perché la cosa gli permetterà di sgranchire un po’ le gambe.
Infatti vi scorta per una scalinata che serpeggia su per le rocce, fino ad imboccare nell’edificio.

Un lacché che sembra aver ingoiato un bastone vi prende in consegna, e a sua volta vi conduce attraverso una serie di grandi porte e di grandi sale, arredate di tutto punto.
Anche qui, se volete, descrivete qualcosa di interessante che avete visto nelle sale.
«Il bavone vi sta aspettando» fa il paio con la guardia, ma con il rotacismo tipico del suo ruolo.

Infine vi ritrovate in un salone riecheggiante del tintinnio di calici e posate.
Il lungo tavolo in fondo presenta il mezzobusto di quattro persone.
A partire da sinistra c’è il consigliere. Alza un calice alla vostra, sicuro che sareste venuti.
Segue un tipo grassoccio. Da com’è vestito si direbbe che sia lui il barone. Ma è troppo concentrato sulla sua coscia di pollo per potervi notare.
Segue una bella donna dai capelli ramati, ben raccolti. Busto dritto, sguardo austero ma spento.
Pur avendo la metà degli anni del barone, forse sui venticinque, si direbbe comunque che sia la sua consorte.
Segue un marmocchio lentigginoso, dai capelli rossicci e scarmigliati. Avrà sui sette. Sarà il figlio?
Ai piedi del tavolo è disteso un mastino grosso quasi come un leone, ma dall’aria profondamente indolente.
Nemmanco raccoglie le polpette che gli lancia il marmocchio.

«Vostva gvazia» si sgranchisce la voce il lacché «Sono giunti gli ospiti che stavate aspettando…»

“SPRRRRRRRRRRZ!”
Quando il barone posa lo sguardo sui pantaloni a strisce di Mororga, non può fare a meno di spruzzare il vino che stava avidamente ingollando.
«Chiedo venia forestieri» si affretta a dire «è che questo vino… Ma perché non vi unite alla tavola? Siete i benvenuti. Il mio consigliere mi ha parlato bene di voi. Portate tre sedie!» ordina battendo due volte le mani.

In altre circostanze questa scena sarebbe stata anche piacevole, accogliente. Ma dopo gli eventi di stamattina restituisce un che di surreale.
È evidente che il barone è interessato alle vostre gesta. Probabilmente si aspetta che vi presentiate, che raccontiate un po’ di voi, delle vostre abilità e competenze, prima che sia lui a scoprire le carte.

Cosa fate?

Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Mi avvio verso il palazzo baronale. Una volta dentro, non posso far altro che notare la differenza tra la decadenza della città e lo sfarzo del palazzo.

 il mercante sembra aver ragione  penso tra me e me, mettendomi in uno stato di differenza.

Quando poi il barone ci invita a sedere mi sento un po' in imbarazzo: non sono per nulla avvezzo a quelle situazioni.

Comunque so che ci si deve presentare: "mi chiamo Teros, druido delle montagne torreggianti"

Credo che chiunque abbia sentito parlare di questi misteriosi custodi, ma pochi abbiano avuto modo di vederli.

Comunque, non sapendo bene cosa fare rimango in piedi.

Spoiler

Se gli altri si siedono, mi siedo per imitazione.

 

Link to post
Share on other sites

Bazza (Rodomonte - Umano)

Mentre andiamo verso il palazzo baronale non posso fare a meno di notare lo stato di decadenza della città e quanto sia messa male 'Sembra proprio non esserci nulla qui... che tristezza. Spero che l'isola sia meglio' Penso fra me e me

Seguo prima la guardia poi il lacchè per le varie sale fino alla sala da pranzo. Lungo un corridoio non posso fare a meno di notare un set di tre spade attaccate al muro, tre armi diverse ma così ben fatte che i miei occhi si incollano a loro: una spada bastarda, una scimitarra e uno stocco. Sembrano essere della stessa 'serie' perché l'elsa e il fodero delle tre sono uguali: di un blu intenso come il mare, con tentacoli di kraken dorati che avvolgono l'impugnatura fino a raggiungere l'elsa, dove si riuniscono; il fodero anch'esso avvolto da tentacoli.

Istintivamente le mie gambe si muovono verso le armi e mi pianto lì a fissarle esaltata. Attendo finché qualcuno non mi smuove e mi fa spostare

Una volta entrati nel salone, non appena vedo la donna al fianco del barone, mi mostro subito più amichevole che mai «Piacere a voi, io sono Bazza.» E faccio un inchino «Vi ringrazio per la vostra offerta e la accetto.» Dico, per poi mettermi dalla parte del tavolo dove c'è la donna e il più vicino possibile a lei in attesa che portino una sedia

Link to post
Share on other sites

All'Avventista.

«Se i tuoi dei vogliono sfidarmi, che vengano quando vogliono. Mororga non teme né uomini né idoli stranieri.» Ringhio mostrando al vecchio tutta la mia lingua e il bianco degli occhi, e stringo i pugni così forte da farmi gofiare le vene del collo. Che i suoi dei sappiano in cosa si stanno cacciando.

Compro uno spiedino unto con le mie monete, perché va bene mangiare dal barone ma io ho già fame adesso. Nel tragitto vedo un cane nero e gli lancio un pezzo di spiedino. I cani mi piacciono.

A palazzo.

Nei corridoi sento già odor di cibo e ho l'acquolina in bocca. Mi tocca smuovere e far spostare Bazza che si è piantata a fissare esaltata delle armi sul muro. «Dopo,» dico.

Strabuzzo gli occhi alla vista della tavola imbandita e della donna, inarcando le sopracciglia e leccandomi le labbra. Dò una rapida occhiata intorno, valutando guardie armi e vie di fuga mentre i miei compagni si presentano. Poi siedo davanti al ragazzino. Guardo il barone dicendogli «Onoratissimo». Poi guardo la donna con il mio miglior sguardo testosteronico e le faccio un cenno con la testa mentre mi prendo un piatto di portata e me lo metto davanti. «Avete un bellissimo figlio, da grande farà scorrere il sangue a fiumi e si mostrerà spietato con i nemici della baronia» concludo, guardando il ragazzino e infilandomi in bocca mezzo pasticcio di carne.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
Spoiler
Il 3/10/2020 alle 01:22, Casa ha scritto:

Teros (druido elfo)

pago quanto dovuto al mercante e mi faccio consegnare il pappagallino lo poso sulla mia spalla e gli dico "vola via quando vuoi!" (allineamento BUONO: aiuta qualcuno o qualcosa a crescere

dopo di che ritorno dai miei 2 compagni.

stanno parlando col vecchio avventista; aspetto che finiscano di parlare per poi dire "il mercante di uccelli ci ha messo in guardia sul consigliere: a quanto dice lui e il suo padrone non sono breve persone!"

poi aggiungo: "però direi di seguirlo."

  Rivela contenuti nascosti

se non succede niente, per quel che mi riguarda possiamo andare alla "prossima scena".

 

 

Teros

Il barone ti inquadra rapidamente.

«Non si preoccupi, siamo tra persone dabbene» ti sorride leggendo tra le righe il tuo disagio.
«Mi lasci indovinare... tra i bassifondi avrà sentito peste e corna sul mio conto. Lo capisco, e ci sono abituato. Dicesi invidia sociale.
Cosa posso dire a mia discolpa? Con tutti i grattacapi che mi danno i regnanti, i burocrati e le gilde, non ci si dorme la notte.
Vivo del frutto del mio onesto lavoro. Vallo a spiegare agli Avventisti che la ricchezza non è un peccato, e che anche le malelingue godono del frutto del mio onesto lavoro, e magari nemmeno lo sanno…
Ma non roviniamo il nostro incontro per questo… Confesso che sono emozionato!
Ah se ne conosco di leggende su voi druidi!
Mio padre me le raccontava prima della nanna. Ma le leggende aggiungono qui, tolgono lì. Invece adesso… Non ci posso credere. Non avrei mai sperato di incontrare un vero druido.
Attenzione, potrei farle domande fino a sfinirla se non mi ferma!
Lo sa che stiamo tenendo d'occhio il vulcano di Quya dal nostro osservatorio?
Cosa ne pensa della sua continua eruzione?»

---

Bazza

Spoiler
Il 3/10/2020 alle 09:25, b4d ha scritto:

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ascolto il discorso di Mororga, anche se non sono totalmente d'accordo con lui non ho voglia di fare altro casino per ora, cosa assai strana.

Poi, quando domanda al vecchio aggiungo, ponendo la mano guantata sulla spalla dell'Avventista «Dicci dicci, siamo curiosi. Visto che parli così tanto di quell'isola e di come ci ucciderà tutti»

 

Mentre il barone è tutto un brillio per Teros, la sua consorte resta un po’ spiazzata dalla tua giovialità.

Ti restituisce un timido sorriso.
Anche il consigliere ti sorride, mentre oscilla il vino nel suo calice. Un sorriso marpione, insistente. Ma per ora sta al posto suo.

Dopo un po’ è il barone invece che attacca bottone:
«Madame Bazza, perdoni la mia insolenza. Prima le signore, è la dolce regola. Ma quando mi ricapita un druido al mio tavolo?
Ma cosa vedo? Noto con piacere che lei ha esperienza con i pirati» il suo sguardo indugia sul tuo tatuaggio (o quello che involontariamente ne trapela).
Non c’è dubbio: pur tradendo una certa grossolanità, il barone dimostra cultura e spirito di osservazione. E stranamente non sembra avere pregiudizi sulla tua gente.

«La sua esperienza in mare casca a fagiolo. Almeno per quanto vi proporrò…» riprende «ma ne parleremo dopo. Prima vediamo cosa si sono inventati in cucina!»
Batte di nuovo le mani. Una fila di servitori sciama sul tavolo, apparecchiandolo in men che non si dica con posate e calici d’argento.
«Che cosa meravigliosa la complicità femminile. L’incantevole donna al mio fianco è Darya. Non sono un uomo fortunato? E lei madame Bazza, che le ha strappato un sorriso, merita un brindisi tutto suo. Non tutti ci riescono, glielo assicuro.»

Segue un silenzio di attesa. Ma Darya si limita ad abbassare lo sguardo, conservando la sua compostezza.
Sembra che sia stata educata a misurare gesti e parole fin da piccola. Soprattutto mangia pochissimo.

«Questo è invece mio figlio Jonald. Saluta Jonald!»
«Papà posso andare a giocare?» risponde il marmocchio.
«E va bene… ma non toccare il cannocchiale di sopra.»
«Uffa…»
«Ah, e portati anche Leo. Prima che si addormenti e inizi a ronfare» aggiunge indicando il mastino. “Leo” è il nome meno originale che potessero dargli.
«Uffaaaa!»
«E non toccare le armi.»
«Uffaaaaaaa!»

«Cosa ci vuol fare. Sono ragazzi. A proposito di armi, forse nel venire avrà notato, tra il mio armamentario, le tre spade esposte: una spada bastarda, una scimitarra e uno stocco.
La leggenda narra che siano appartenute ad un certo Rejmoy, un antico pirata, e che abbiano poteri magici.
Che dire, per me e per i miei maestri d’arme sono tre normalissime spade.
Ma la leggenda narra anche che solo un vero pirata, un discendente di Rejmoy, possa davvero maneggiarle…
Sono curioso di vedere se ci indovina. Secondo lei che poteri vengono attribuiti a queste spade?»


---


Mororga

All’Avventista:

Spoiler

 

22 ore fa, Ji ji ha scritto:

«Se i tuoi dei vogliono sfidarmi, che vengano quando vogliono. Mororga non teme né uomini né idoli stranieri.» Ringhio mostrando al vecchio tutta la mia lingua e il bianco degli occhi, e stringo i pugni così forte da farmi gofiare le vene del collo. Che i suoi dei sappiano in cosa si stanno cacciando.

Si direbbe che tu abbia Sfidato il Pericolo (di essere iellato/influenzato dal vecchio) intimidendolo da far tuo… Ok, ci sta.
Nel senso che spaventando il vecchio, diventa meno credibile, dunque meno efficace, la sua manaccia.
Tiri Sfidare +CAR?

Spiedino:

Spoiler
22 ore fa, Ji ji ha scritto:

Compro uno spiedino unto con le mie monete, perché va bene mangiare dal barone ma io ho già fame adesso. Nel tragitto vedo un cane nero e gli lancio un pezzo di spiedino. I cani mi piacciono.

Lo spiedino di ratto è delizioso. In particolare le codine.
Ed è anche economico. Ti resta ancora una manciata di monete.

 

Al palazzo
 

Spoiler
22 ore fa, Ji ji ha scritto:

Nei corridoi sento già odor di cibo e ho l'acquolina in bocca. Mi tocca smuovere e far spostare Bazza che si è piantata a fissare esaltata delle armi sul muro. «Dopo,» dico.

Strabuzzo gli occhi alla vista della tavola imbandita e della donna, inarcando le sopracciglia e leccandomi le labbra. Dò una rapida occhiata intorno, valutando guardie armi e vie di fuga mentre i miei compagni si presentano. Poi siedo davanti al ragazzino. Guardo il barone dicendogli «Onoratissimo». Poi guardo la donna con il mio miglior sguardo testosteronico e le faccio un cenno con la testa mentre mi prendo un piatto di portata e me lo metto davanti. «Avete un bellissimo figlio, da grande farà scorrere il sangue a fiumi e si mostrerà spietato con i nemici della baronia» concludo, guardando il ragazzino e infilandomi in bocca mezzo pasticcio di carne.

 

Durante il tragitto verso la sala da pranzo, hai notato armi ed armature in bella mostra. Perlopiù è roba da esposizione o da parata. Belle da vedere, ma dalla dubbia efficacia in battaglia.
Non quelle che ha adocchiato Bazza però. Quella è roba forte.
Anche le guardie sono ben attrezzate (armatura di scaglie, alabarda e mini-balestra). Quindi è gente che sa il fatto loro.

La sala da pranzo è anche una sala trofei. Pendono capoccioni di cinghiali e cervi che hanno visto tempi migliori.
Interessante sul muro a destra l’affissione di un grosso archibugio, nonché di una serie di pistole ben cesellate.


«Così il mio Jonald farà scorrere sangue a fiumi?» ti fa il barone massaggiandosi il mento. «Beh, staremo a vedere!»

La baronessa arrossisce lievemente e finalmente dice la sua: «Ma è solo un bambino…»
Barone: «Cuore di mamma non si smentisce mai» se la ride. «A volte ho la sensazione che Jonald sarà sempre solo un bambino finché campa» ride ancora di gusto.

A quanto pare è arrivato anche il tuo turno di chiacchiere del barone. Insieme ad un bel po’ di roba buona.
La cucina si sta dando un bel daffare, ma per ora tampona l’attesa con vassoi di pietanze fredde. Perlopiù insaccati, salse, conserve e formaggi. Poi verrà il resto…

Barone: «Il mio consigliere mi ha detto che lei porta con sé gli dei della distruzione. Questo è molto affascinante.»
Consigliere: «Che l’espressione sia metaforica o meno, da come ha ridotto la faccia del vecchio Flinn, non ho alcun dubbio a riguardo, vostra grazia» si inserisce, senza nascondere una certa esaltazione.
Barone: «Chi è il vecchio Flinn?»
Consigliere: «Quello che era stato pizzicato ad orinare nella nostra… ehm, nella vostra riserva di Paglierino di Zanadar. Vostra grazia.»
Barone: «Ah… quel Flinn… Ad ogni modo, non ho dubbi nemmeno io: sono gli dei che vi hanno portato ad Haisendok!
Come anche lei ha constatato – e di questo le chiedo scusa personalmente –  gli Avventisti sono divenuti una vera piaga qui ad Haisendok. Fanatici della peggior risma che non possiamo affrontare direttamente, senza metterci il popolo contro.»

Il barone si lancia in una serie di aneddoti, che seppur coloriti in qualche dettaglio, fanno uscire gli Avventisti ancor peggio di quanto si potesse immaginare.
L’aneddotica viene solo interrotta dalla seconda ondata di portate.
È il turno di zuppe, timballi, sformati, cacciagione e preparazioni più artistiche.
Basterebbe per sfamare un reggimento.

Barone: «Ma prego, dia pure un assaggio a questo Paglierino di Zanadar. Vedrà che è un nettare delizioso… Ah, su questo il vecchio Flinn non c’ha messo la sua “firma”» ride, dando il buon esempio con un lungo sorso.

Se dai corda al barone, ti sfiderà ad una gara di bevute.
Se accetti, Sfida il Pericolo (di non vincere).
La posta in gioco è una:
Botte di Paglierino di Zanadar (tre utilizzi, peso 2)
Quando fai una lunga bevuta dalla botte di paglierino di Zanadar, prendi +1 al prossimo tiro, e -1 a quello successivo.



 

---

Tutti
Tra una chiacchiera e un boccone il tempo vola lieto. Il barone è un ottimo anfitrione.
L’ultimo brindisi sugella il congedo della baronessa, e con lei la servitù che si è fatta in quattro.
Restate voi, il barone e il consigliere. A porte chiuse.
È arrivato il momento dei discorsi seri.

Barone: «Quanto sto per dirvi è un segreto che vi chiedo di mantenere entro queste mura.
Io, il mio consigliere, e tanta brava gente, facciamo parte di una confraternita: la Fratellanza della Rinascita.»

Si ferma per soppesare la vostra reazione, poi, dopo l’ennesimo sguardo di complicità con il consigliere, riprende:
«I Fratelli si sostengono vicendevolmente, e sostengono i disegni degli dei. Qualsiasi essi siano.
I benefici di appartenere a questa confraternita sono sotto i vostri occhi.
Ed anche voi potreste goderne se vi unirete alla nostra famiglia.»

Consigliere: «Non lasciatevi adombrare da questi tempi apocalittici. La vita è un ciclo. Nascita, crescita, distruzione e rinascita. Anche di questo mondo» il suo sguardo incrocia quello di Mororga, come se sulla parola “distruzione” potesse trovare un’intesa.

Barone: «Siamo persone di cuore, umili strumenti. Che gli dei ci benedicano in questa vita o nelle prossime, in questo mondo, o nel prossimo, non è importante. Gli Avventisti sono delle carogne invece. Diffondono paura, odio e ostinazione.»

Consigliere: «Cerchiamo di arginarli ma stanno prendendo il sopravvento. Voi però siete speciali. L’ho visto al mercato con i miei occhi… e, a differenza nostra, siete liberi da ruoli istituzionali.»

Barone: «Unitevi alla nostra famiglia. Mettetevi dalla parte giusta della storia.»

---

Dopo questa introduzione, alternandosi, entrambi vi spiegano quali sarebbero i tre giuramenti da rispettare:
- Segretezza ai fratelli di grado più basso.
- Obbedienza ai fratelli di grado più alto.
- Sostegno a tutti i fratelli.

---

Il prerequisito di ingresso è una prova di iniziazione.
Ogni prova mette alla luce i talenti donati dagli dei.
Il barone l’ha superata con la sua abilità gestionale, il consigliere con quella diplomatica, etc..  

---

I fronti sui quali la Confraternita contrasta gli Avventisti sono:
- Tra i bassifondi di Haisendok, dove gli Avventisti hanno la sede principale.
- Sulla nave Ultima Speranza, la cui spedizione è finanziata dagli Avventisti stessi.
- In giro per il regno. Dove gli Avventisti stanno diffondendo il loro credo.

Su quale fronte andreste ad agire, spetta a voi deciderlo.

---

Se accetterete, le prove si sosterranno all’interno del palazzo nella stessa serata. Il tempo di allestirle. Adesso è il primo pomeriggio.
Nel mentre potrete andare dove volete o restare ospiti del palazzo.
Ditemi voi se volete affrontare subito le prove

Se non accetterete, il barone rispetterà la vostra scelta. Vi chiede solo di non parlare dell’esistenza della Fratellanza della Rinascita.
Ditemi dove volete andare successivamente

Ultimo requisito: se davvero vi hanno mandato gli dei, allora dovrete accettare tutti e tre. Se solo uno non vorrà accettare, il barone e il consigliere lo prenderanno come un segno rivelatore, e non accetteranno nemmeno gli altri.

 

Cosa fate?

Nota: Per i prossimi giorni sarò fuori. Potrò riprendere venerdì sera, o al massimo sabato.
 

Edited by Marco NdC
Link to post
Share on other sites

Avventista:

Sfidare il pericolo (Car), 8+1 =9

Sbevazzare il Paglierino:

Ah! Sveglia la mattina con la prospettiva di gallette e carne secca, e invece per pranzo - banchetto e gara di bevute! Mi piace questa piega. Mororga non può proprio rifiutare l'offerta.

Sfidare il pericolo (Cos) con Appetiti Erculei, 3+3+1 =7

Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Il carisma del barone è piuttosto evidente e in un certo qual modo riesce a mettermi a mio agio.

Spoiler
14 ore fa, Marco NdC ha scritto:

Lo sa che stiamo tenendo d'occhio il vulcano di Quya dal nostro osservatorio?
Cosa ne pensa della sua continua eruzione?»

 

"Ho interrogato i miei spiriti ma non ho avuto risposta. Ne deduco che deve esserci dietro qualcosa di arcano!"

Poi chiedo:

"Le vostre osservazioni? Vi hanno dato delle risposte?"

Ovviamente sono interessato a qualsiasi possibile informazione sulla strana eruzione; ho lasciato le mie terre proprio per questo, ma successivamente, a pranzo terminato, i discorsi si fanno ben diversi.

Spoiler
14 ore fa, Marco NdC ha scritto:

Barone: «Unitevi alla nostra famiglia. Mettetevi dalla parte giusta della storia.»

 

"Come sa, noi druidi apparteniamo già ad una confraternita, obbediente alla Madre Terra e consigliata dagli spiriti della natura, non posso vincolarmi ulteriormente. Tuttavia..." e intanto mi soffermo sui mezzi busti imbalsamati dei cervi e cinghiali "...sebbene gli spiriti di questi animali siano contrari, possiamo collaborare"

 dopo di ché rendo noto che io mio obiettivo è scoprire i motivi e possibilmente interrompere questa continua eruzione e che la cosa interessa anche le rendite terriere della baronia che sono sicuramente influenzate da questi eventi climatici.

Spoiler

Per ora non accetto di unirmi, però propongo una collaborazione.

 

Link to post
Share on other sites

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ignoro totalmente il consigliere e il suo sorriso marpione, come dico più volte da tempo e inaspettatamente, oggi lo ho già fatto più del dovuto, ne ho abbastanza degli uomini. Sorrido a mia volta alla moglie del barone, cercando di mostrarmi gioviale e cordiale e cercando il suo sguardo ogni volta che mi è possibile, anche nelle future conversazioni durante il pranzo.

«Non si preoccupi signor Barone, se preferisce può anche evitare totalmente di considerarmi come una donna; e poi sono d'accordo con lei: è molto più raro trovarsi faccia a faccia con un druido. Siamo compagni da un po' ma ancora non ci credo che sto viaggiando con uno di loro.» Cerco di tranquillizzare il barone, di alleggerire l'atmosfera.

Ma poi nota il tatuaggio, o almeno, nota la parte superiore del teschio siccome mi si è abbassata la spallina della maglia.
Tentenno un secondo, poi cerco di ricompormi al meglio per non far notare che la cosa mi ha destabilizzato «Oh, questo! Lo ha notato...» Sfioro il tatuaggio con le dita e ne approfitto per tirare su la spallina e coprirlo di nuovo, il tutto nel modo più naturale possibile «Beh, parliamo di altri tempi signor Barone! Ero giovane e stupida, ma comunque dire che io abbia esperienza coi pirati mi sembra abbastanza esagerato.» Mi faccio una risata

Quando nomina il lavoro che poi ci proporrà mi limito ad ascoltare, so che tanto ci arriverà dopo. Ne approfitto per godermi le portate che ci servirà, siccome sono un paio di giorni che mangio sì e no della schifezza.

«Darya? Che incantevole nome, degno della sua bellezza.» Sorrido, facendo un lieve inchino con la testa «E lei, signor Barone, è sicuramente un uomo estremamente fortunato. Sono contenta di averle strappato un sorriso, allora brindo volentieri.» E alzo il calice

Appena nomina le spade mi illumino «Certo che ho notato quelle magnifiche armi! Se il caro Mororga qui non mi avesse scollato sarei ancora là ad osservarle. Ma che ci vuole fare ,ognuno ha le sue ossessioni.» Quando poi dice che le spade sono potenti artefatti di un antico pirata il mio sguardo si illumina ancora di più ma cerco di nasconderlo «La domanda che mi pone è difficile, non sono esperta nella magia o nelle arti affini purtroppo... Però se sono le armi leggendarie di un pirata i loro poteri riguardano quasi sicuramente il controllo dell'acqua, del vento, delle tempeste o degli animali marini. Ma penso siano più probabili le prime tre, una diversa per ogni spada.»

---

Poi si passa ai discorsi seri e capisco bene dove voleva arrivare il barone. In realtà l'idea non mi dispiace così tanto.

«Sa signor Barone, la sua proposta mi attira parecchio. Due giorni ad Haisendok e sono già arcistufa di quei maledetti avventisti, ricevere il compito di seccarli tutti è davvero allettante. E glielo dico chiaro e tondo, quello in cui credo è solamente ciò che posso fare per sopravvivere e che può farmi divertire, non me ne frega un tubo delle questioni sugli Dei, il ciclo di morte e rinascita e quelle robe lì. Io voglio un'avventura!» Dico le ultime quattro parole con un fuoco negli occhi, il desiderio così palpabile che si potrebbe afferrare «Perciò sì, ci sto ad entrare nella sua setta o quello che è. E piuttosto che andare a friggermi il culo con la lava di quel vulcano me ne starei anche volentieri qui ad Haisendok, mentre mi diletto ad ammazzare quei maledetti avventisti. Ma come ogni cosa, mi affido al consiglio dei miei compagni»

Link to post
Share on other sites

Haisendok – Palazzo Baronale

Bazza

Spoiler
Il 10/10/2020 alle 18:14, b4d ha scritto:

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ignoro totalmente il consigliere e il suo sorriso marpione, come dico più volte da tempo e inaspettatamente, oggi lo ho già fatto più del dovuto, ne ho abbastanza degli uomini. Sorrido a mia volta alla moglie del barone, cercando di mostrarmi gioviale e cordiale e cercando il suo sguardo ogni volta che mi è possibile, anche nelle future conversazioni durante il pranzo.

«Non si preoccupi signor Barone, se preferisce può anche evitare totalmente di considerarmi come una donna; e poi sono d'accordo con lei: è molto più raro trovarsi faccia a faccia con un druido. Siamo compagni da un po' ma ancora non ci credo che sto viaggiando con uno di loro.» Cerco di tranquillizzare il barone, di alleggerire l'atmosfera.

Ma poi nota il tatuaggio, o almeno, nota la parte superiore del teschio siccome mi si è abbassata la spallina della maglia.
Tentenno un secondo, poi cerco di ricompormi al meglio per non far notare che la cosa mi ha destabilizzato «Oh, questo! Lo ha notato...» Sfioro il tatuaggio con le dita e ne approfitto per tirare su la spallina e coprirlo di nuovo, il tutto nel modo più naturale possibile «Beh, parliamo di altri tempi signor Barone! Ero giovane e stupida, ma comunque dire che io abbia esperienza coi pirati mi sembra abbastanza esagerato.» Mi faccio una risata

Quando nomina il lavoro che poi ci proporrà mi limito ad ascoltare, so che tanto ci arriverà dopo. Ne approfitto per godermi le portate che ci servirà, siccome sono un paio di giorni che mangio sì e no della schifezza.

«Darya? Che incantevole nome, degno della sua bellezza.» Sorrido, facendo un lieve inchino con la testa «E lei, signor Barone, è sicuramente un uomo estremamente fortunato. Sono contenta di averle strappato un sorriso, allora brindo volentieri.» E alzo il calice

Appena nomina le spade mi illumino «Certo che ho notato quelle magnifiche armi! Se il caro Mororga qui non mi avesse scollato sarei ancora là ad osservarle. Ma che ci vuole fare ,ognuno ha le sue ossessioni.» Quando poi dice che le spade sono potenti artefatti di un antico pirata il mio sguardo si illumina ancora di più ma cerco di nasconderlo «La domanda che mi pone è difficile, non sono esperta nella magia o nelle arti affini purtroppo... Però se sono le armi leggendarie di un pirata i loro poteri riguardano quasi sicuramente il controllo dell'acqua, del vento, delle tempeste o degli animali marini. Ma penso siano più probabili le prime tre, una diversa per ogni spada.»

---

Poi si passa ai discorsi seri e capisco bene dove voleva arrivare il barone. In realtà l'idea non mi dispiace così tanto.

«Sa signor Barone, la sua proposta mi attira parecchio. Due giorni ad Haisendok e sono già arcistufa di quei maledetti avventisti, ricevere il compito di seccarli tutti è davvero allettante. E glielo dico chiaro e tondo, quello in cui credo è solamente ciò che posso fare per sopravvivere e che può farmi divertire, non me ne frega un tubo delle questioni sugli Dei, il ciclo di morte e rinascita e quelle robe lì. Io voglio un'avventura!» Dico le ultime quattro parole con un fuoco negli occhi, il desiderio così palpabile che si potrebbe afferrare «Perciò sì, ci sto ad entrare nella sua setta o quello che è. E piuttosto che andare a friggermi il culo con la lava di quel vulcano me ne starei anche volentieri qui ad Haisendok, mentre mi diletto ad ammazzare quei maledetti avventisti. Ma come ogni cosa, mi affido al consiglio dei miei compagni»

 


Forse per etichetta, forse no – bianchissimi come fila di perle – Darya restituisce tutti i tuoi sorrisi.
Sarà perché spesso viene romanzata, sai bene che una vita da pirati desta la fantasia di chiunque.
Soprattutto di chi fa una vita abitudinaria, per quanto dorata sia la sua gabbia.

Poco più in là, il consigliere torna a giochicchiare col suo vino.
Inizialmente sembra indispettito dalla tua indifferenza. Poi, per qualche motivo, divertito.
Non sembra uno abituato al rifiuto. Forse per lui sei una sfida interessante.

Barone: «Bazza, con tutto il rispetto per la dolce metà che è seduta qui, al mio fianco, posso anche impegnarmi… ma è un po’ difficile non considerarla una donna…»
L’allusione alla tua avvenenza è smaccata.
Tatuaggio e aspetto fisico

Spoiler

Mi sono preso la briga di immaginare il tatuaggio in qualche modo in vista, poiché mi hai indicato quell’immagine come riferimento, eccetto per il cappello.

Consigliere: «Ah! La bellezza femminile è come un fiore. A volte soave e delicato, a volte fiero e spinoso. Ad ogni modo, brindo alla bellezza femminile!»
Anche in questa poeticità per dilettanti, l’allusione alla dicotomia tra la tua avvenenza e quella di Darya, è abbastanza smaccata.



Alla fine del banchetto
«È stato un piacere. A presto allora» ti dice la baronessa mentre si congeda.
Barone: «Questo sì che è parlare! Sono certo che diventerete buone amiche.»

Il discorso che segue, a porte chiuse, desta il tuo interesse.

Barone: «Non si preoccupi Bazza. L’adesione ad un culto non è prerogativa della nostra confraternita. Se vuole avventura, avventura avrà. Ma prima – come per i suoi illustri compagni di viaggio – dovrà superare una prova iniziatica.»

Detto ciò, se posso farle una confidenza, la mia consorte è da un po’ che desidera svecchiare questo palazzo.
Più esattamente vorrebbe che fosse meno “marziale”. Non vuole che Jonald cresca con certi stimoli.
Mah… cuore di mamma… Posso dirle di no?
Facciamo così, visto che le piacciono quelle spade, se supera la prova di iniziazione, posso metterne una in palio» conclude fiero della sua offerta.

Il problema è che Teros non sembra interessato alla faccenda.
Sei sicura che si renda conto di quanto tu sia magnifica? (legame)
Sei sicura che possa farti fare bella figura? (legame)

Te la metto come mossa morbida. Significa che nella prossima giocata, se non ti occuperai in qualche modo di “questa faccenda”, potrebbero esserci dei risvolti negativi.


***************


Teros

Spoiler

  

Il 7/10/2020 alle 11:10, Casa ha scritto:

"Ho interrogato i miei spiriti ma non ho avuto risposta. Ne deduco che deve esserci dietro qualcosa di arcano!"

Poi chiedo:

"Le vostre osservazioni? Vi hanno dato delle risposte?"

Ovviamente sono interessato a qualsiasi possibile informazione sulla strana eruzione; ho lasciato le mie terre proprio per questo, ma successivamente, a pranzo terminato, i discorsi si fanno ben diversi.

 

             

Barone: «Mmh, qualcosa di arcano… i suoi spiriti le hanno detto così?» dice grattandosi il mento.
«Le devo presentare Sirbecco, il nostro astronomo di fiducia. Ha predetto tutto questo, e da tempi non sospetti. Ma lui è uno col naso puntato più sulle stelle, che sulla terra. Vedrà, è un tipo strambo, ma interessante.»



Alla fine del banchetto

Spoiler

  

Il 7/10/2020 alle 11:10, Casa ha scritto:

"Come sa, noi druidi apparteniamo già ad una confraternita, obbediente alla Madre Terra e consigliata dagli spiriti della natura, non posso vincolarmi ulteriormente. Tuttavia..." e intanto mi soffermo sui mezzi busti imbalsamati dei cervi e cinghiali "...sebbene gli spiriti di questi animali siano contrari, possiamo collaborare"

 dopo di ché rendo noto che io mio obiettivo è scoprire i motivi e possibilmente interrompere questa continua eruzione e che la cosa interessa anche le rendite terriere della baronia che sono sicuramente influenzate da questi eventi climatici.

 


Barone: «Gli spiriti di questi trofei le parlano?» dice tra l’incuriosito e il perplesso «Interessante…
Ad ogni modo, come accennavo a lady Bazza, non è necessario aderire ad un culto per entrare nella Fratellanza.
Siamo di larghe vedute, ma posso capire la sua titubanza. Si prenda un po’ di tempo per rifletterci. E perché no, qualche sorso del frutto della nostra amata terra (sarebbe il vino).
Tuttavia è evidente che siete un gruppo unito. Sono sincero: non vedo il dividervi come un buon segno. Niente affatto…»

Sta dicendo, e nemmeno tanto tra le righe, che se uno di voi tre non entrerà nella Fratellanza, non entreranno nemmeno gli altri. La questione del giuramento è cosa seria per loro.

Il problema è che Bazza se ne infischia del pericolo che corre. Avrà perso la testa per Darya?
Ora come non mai senti che odora più di preda, che di cacciatore (legame).
Ora come non mai gli spiriti ti dicono che un grande pericolo la perseguita (legame).
Per la cronaca non sto descrivendo una verità oggettiva. Bensì quello che provi in base ai tuoi legami… anche se un margine di oggettività potrebbe avercelo più il secondo.  

Temi che se non farai qualcosa si metterà, e vi metterà, in un qualche pasticcio.

Anche qui, te la metto come mossa morbida. Significa che nella prossima giocata, se non ti occuperai in qualche modo di “questa faccenda”, potrebbero esserci dei risvolti negativi.


***************

Mororga

Avventista

Spoiler

Con il 9 eviti il malocchio del vecchio, m ti propongo un prezzo da pagare: se non saranno i suoi dei a fartela pagare, sarà lui stesso che, prima o poi, si inventerà qualcosa… Non te lo dice, ma è quello che leggi nei suoi occhi.


Gara di bevute

Spoiler

Con il 7 porti a casa la vittoria… e la botte di Paglierino.
Finché la porti “a mano” e la poggi di volta in volta, non devi necessariamente aggiungerla in inventario.

Come prezzo da pagare sei un po’ annebbiato dall’alcol:
“Stordito (INT -1): Quell’ultima botta in testa deve aver mosso qualcosa. Cervello no funzionare bene.”
In questi casi dura qualche oretta…



Alla fine del banchetto
Barone: «Hic! Non mi era mai capitato che qualcuno mi battesse a questo gioco…»
Consigliere: «Stupefacente! Ma le consiglio di poggiarsi un po’, vostra grazia. Ha avuto una giornata lunga. Penserò io ad intrattenere gli ospiti.»
Barone: «Ottimo consiglio, consigliere! Hahaha consiglio-consigliere! L’avete capita? Hic!» il barone inizia a straparlare.
È palesemente brillo.
«Chiedo venia. Beh, forse è meglio che vada. A più tardi… con permesso» si affretta a ricomporsi «Ah! Quel che è giusto è giusto» ti indica una barrique in rovere, in bella mostra su un piedistallo in ferro battuto.

Cibo e vino in abbondanza! Per te sarà molto difficile resistere alle lusinghe del barone. (Appetito: Piaceri mortali)
Tuttavia Teros potrebbe precluderti l’entrata nella cosiddetta “Fratellanza”. E con essa, tutti i vantaggi che ne derivano…
Devi proteggere Teros da sé stesso no? Questa fissa che parla con gli spiriti lo metterà nei guai (legame). Anzi, vi metterà nei guai.

Anche qui, te la metto come mossa morbida. Significa che nella prossima giocata, se non ti occuperai in qualche modo di “questa faccenda”, potrebbero esserci dei risvolti negativi.
 

*************************

Tutti
Siete rimasti soli con il consigliere.
«Adesso vi è chiaro il motivo della mia convocazione» riprende con tono serio.

«Bazza. Se il suo stocco è audace come la sua favella, le organizzerei una prova di abilità con le nostre guardie. Direi che il porto sarebbe uno scenario pittoresco, degno del suo retaggio.

«Mororga. Lei è un uomo forte e, si lasci dire, a tratti anche spaventoso. Nel senso buono, si intende. Le organizzerei un duello col nostro maestro d’arme. Ma niente facce sfracellate o cose del genere. Useremo delle spade da addestramento. Deve essere una prova di abilità, non un massacro. Va bene? Scelga lei un premio di suo interesse. Cercheremo di accontentarla.

«Teros. Cosa dire… i druidi sono figure leggendarie quanto enigmatiche. Adesso che ne ho uno difronte, posso dirlo con certezza.
A nostro avviso la terra sta chiaramente reclamando un’estinzione di massa. È un suo diritto. E non è così terribile se visto in un’ottica di Rinascita.
Tuttavia, lei sembra di altro avviso. Addirittura vorrebbe spezzare questo processo.

Mi creda, siamo meno diversi di quanto sembra. Siamo esseri spirituali. Non ci interessano le rendite terriere. Ci interessa l’elevazione della nostra parte nobile. In questa vita o nella prossima. In questo ciclo o nel prossimo.
Ci limitiamo all’osservazione degli eventi. Non pretendiamo di avere la verità in tasca, ma i segni dei tempi sono chiari.
Se i segni cambieranno, cambieranno anche i nostri obiettivi.

Arrivando al dunque, apprezzo la sua offerta di collaborazione.
Tuttavia la Fratellanza ha le sue regole. Regole secolari che hanno portato frutti innegabili, a tutti i suoi membri.
E ne porterà anche a lei se vorrà.
Ma si senta libero di scegliere.»

Siete davvero arrivati al dunque: adesso dovete arrivare ad una conclusione unanime.
Se non vi inizierete alla Fratellanza della Rinascita, dovrete lasciare il palazzo e cercare fortuna altrove.

Cosa fate?

 

Edited by Marco NdC
Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Prendo da parte Bazza, voglio capire le sue reali intenzioni;

"Sei sicura di quello che dici? Sei riuscita a liberarti dal giogo della gerarchia pirata e vuoi ricadere in un giuramento di obbedienza a superiori di cui non sai nulla? Vuoi forse tornare a essere preda? Preda dei sopprusi, preda dei vincoli." Il tono è meravigliato e la voce bassa. Poi continuo con un tono di rammarico:

"Ti ricordi di quella visione che ho avuto? [il pericolo del legame] Ora mi è chiara!"

Infine "io sono entrato libero e non uscirò schiavo"

Poi mi rivolgo preoccupato a mororga che mi sembra un poco annebbiato dall'alcool: "tu hai ben chiaro cosa ti sta chiedendo il barone?" Questa volta parlo a voce normale

 

Edited by Casa
Link to post
Share on other sites

Avventista

Spoiler

Mororga è più propenso a litigare con degli dei che con un vecchio scimunito. Vada per la vendetta degli dei.

Sento le urla e i grugniti degli dei della distruzione nella testa, lontano, tra le nebbie dell'alcool. Mi piacerebbe fare a pezzi questo damerino e poi il barone e poi prendere la donna Darya, certo, ma non si può avere tutto e subito.

Mentre Bazza e Teros confabulano, guardo il consigliere. «Un premio, sicuro» gli dico. Oro? Un'arma? Una schiava? Dieci schiave? Sono un po' lento. Teros mi fa un domanda, mi giro verso di lui e gli strizzo l'occhio sorridendo. Possibile che non abbia capito? Mi rivolgo di nuovo al consigliere.

«Facci parlare con questo astrologo Perbacco. Sono sicuro che lui e Teros parleranno la stessa lingua, e si convincerà.»

Link to post
Share on other sites

Bazza (Rodomonte - Umano)

Ignoro ogni successivo tentativo del consigliere o allusione ai miei collegamenti con i pirati, decisamente e visibilmente spazientita dalla cosa.

Tatuaggio

Spoiler

Bazza cerca di coprire il tatuaggio con la maglia che sta sotto all'armatura, ma può capitare che la spalla si abbassi e ne mostri qualcosa. Ergo, ti concedo licenza poetica per decidere chi vede o no stralci del tatuaggio. Altrimenti che divertimento ci sarebbe se fosse tutto mascherato?

Quando Darya esce dalla sala da pranzo la saluto cordialmente, seguendola con lo sguardo finché non sparisce dalla mia vista. Il discorso del Barone che segue mi fomenta ancora di più 'Potrei avere una di quelle spade... Magari lo stocco.' Sto evidentemente iniziando a perdermi nei miei desideri, piuttosto che pensare razionalmente.

Ma c'è Teros che è ben pronto a spezzare il bel quadretto che già mi sono immaginata.

Non appena mi prende da parte sto per dirgliene quattro, evidenziando quanto mi stia facendo fare brutta figura nonostante io conti su di lui e che non si rende conto quanto io sia magnifica e capace di gestire la situazione, ma tira fuori il mio passato con i pirati, il dolore e i soprusi che ho dovuto passare e vedere, le catene che mi tenevano imprigionata.

La mia mente viene catapultata sulla nave in uno dei tanti ricordi di quel luogo infernale e per qualche secondo mi perdo, distaccandomi dalla realtà.

'Non ci credo che mi stavo facendo fregare da due moine, una ricompensa e una possibile notte di fuoco...'

«Ma cosa diavolo dici?» Rispondo a Teros, sempre a bassa voce «Stavo giusto facendo due moine per cavare qualche informazione in più da questi tipi; ti pare che voglia tornare in una situazione come quando stavo coi pirati?» Continuo mostrando a pieno il mio orgoglio per mascherare il grossolano errore che ho appena fatto; ovviamente è palese e chiunque si accorgerebbe che sto fingendo.

«Quindi cosa suggerisci?»

Link to post
Share on other sites

Teros (druido elfo)

Spoiler
10 ore fa, b4d ha scritto:

Quindi cosa suggerisci?»

 

 

"Di salpare con Ultima Speranza!"

Bazza stava per farmi arrossire poi ho capito che in realtà la sua è una reazione "di facciata"

Non volevo stare un momento di più in quel posto ma mororga tira fuori un argomento interessante:

Spoiler
Il 17/10/2020 alle 00:29, Ji ji ha scritto:

Facci parlare con questo astrologo

 

"Sarebbe sicuramente utile un confronto con le teorie dell'astrologo" aggiungo alle parole di mororga ma ovviamente con utile intendo utile alla mia causa.

Link to post
Share on other sites

Haisendok – Palazzo Baronale

«Sirbecco a quest’ora dorme» sentenzia il consigliere.
Il che è davvero sensato, considerando che gli astrologi sono perlopiù attivi di notte.

Per la prima volta cala un silenzio opprimente.
Il consigliere tace, così come le teste appese dei trofei, e sembra che tutti insieme puntino gli occhi su di voi.
Per quanto il braccio destro del barone sia un abile diplomatico, adesso traspare in lui perplessità, delusione.
Ma forse più verso sé stesso.
Dopo l’avervi visti così coesi al mercato, si aspettava lo stesso anche adesso.
Soprattutto dopo aver elencato i benefici della Confraternita, sottolineato di avere un nemico comune – gli Avventisti – ed in fine chiarito che la disunità, o la mancanza di determinazione, sarebbe stata interpretata come un “brutto segno”.

La mossa morbida era:

Spoiler

Siete davvero arrivati al dunque: adesso dovete arrivare ad una conclusione unanime.
Se non vi inizierete alla Fratellanza della Rinascita, dovrete lasciare il palazzo e cercare fortuna altrove.


«Bene» riprende a sorridere «Non credo che Sirbecco possa aggiungere alcunché per convincere il druido. Ma se volete, potrete incontrarlo stasera. Sul tardi.
Nel mentre vi chiedo di scusarmi: ho una pila di scartoffie che mi aspettano.»
Batte le mani.

Si presenta lo stesso lacché, quello col rotacismo, dritto come un palo, che vi ha scortato prima.
Consigliere: «Accompagni i nostri ospiti» gli chiede indicando con lo sguardo l’uscita.
Lacché: «Cevtamente.»
Consigliere: «Grazie ancora per la deliziosa compagnia» dice a voi, e più in particolare a Bazza «vi lascio alla bella Haisendok. Certo, non è più quella di un tempo, ma i più poetici ne apprezzano comunque il fascino della decadenza. Di nuovo…»
Lacché: «Pvego lov signovi. Se volete seguivmi…» vi fa mentre si avvia verso l’uscita.
 

Cosa fate?


Se lascerete il palazzo, indicate dove volete andare e/o cosa volete fare.
Ad ogni modo il barone sarà irremovibile sul farvi andare via (mossa dura)

Link to post
Share on other sites

Bazza (Rodomonte - Umano)

«E salpare con quella dannata nave sia. Ma con questi avventisti che facciamo? Credo che torneranno a metterci i bastoni fra le ruote, visto anche quello che ha fatto Mororga.» Teros è sempre stato più razionale, io sono molto di più il tipo impulsivo, come si è visto poco fa... Almeno spero possa darmi una risposta.

«E sia allora, incontreremo il signor Stambecco questa sera, o stanotte...» Blocco la frase a metà, come se dovessi dire altro ma evito.

Mentre il lacchè ci scorta fuori dal palazzo, quando ripassiamo davanti alle tre armi leggendarie il mio sguardo resta incollato a loro finché non escono dalla mia visuale. 'Cercherò di averle in altro modo'

Una volta fuori sono abbastanza scossa, ho bisogno di staccare la spina per riordinare la mente «Ora che si fa? Io pensavo di andare a cercare qualche manifesto di ricercati, giusto per ammazzare un po' il tempo.» Dopodiché a prescindere a prescindere della risposta dei compagni e di chi viene con me io giro per la città cercando manifesti di ricercati o taglie

Link to post
Share on other sites

Teros (druido umano)

l'arroganza del barone era tipica della nobiltà e lui non si smentiva.

Lascio con piacere il palazzo: la sensazione di essere in un qualche modo oggetto di raggiro mi abbandona solo fuori da quelle mura.

Spoiler
Il 20/10/2020 alle 09:22, b4d ha scritto:

Bazza (Rodomonte - Umano)

«E salpare con quella dannata nave sia. Ma con questi avventisti che facciamo? Credo che torneranno a metterci i bastoni fra le ruote, visto anche quello che ha fatto Mororga.»

 

"non saprei" rispondo a Bazza " in realtà se avesse avuto i pantaloni non sarebbe successo niente, comunque lasciami pensare..."

Spoiler
Il 20/10/2020 alle 09:22, b4d ha scritto:

Bazza (Rodomonte - Umano)

 «Ora che si fa? Io pensavo di andare a cercare qualche manifesto di ricercati, giusto per ammazzare un po' il tempo.» 

 

annuisco ma aggiungo:

"prima però andrei a garantirci un imbarco: giù al porto ho sentito che l'equipaggio era quasi al completo [post introduttivo], non vorrei rimanessimo a terra" in realtà stavo pensando più ai miei compagni perchè io un modo per salire clandestino ce l'avevo.

Spoiler

a tutti:

propongo di andare all'Ultima Speranza poi eventualmente a caccia di taglie.

 

@Marco NdC

lasciami pensare...

Declamare conoscenze sugli avventisti 2D6= 1+4 =5

 

 

 

Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.