Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...
Pippomaster92

Sezione III - Capitolo 1

Recommended Posts

Ajand Fundar 

<<Uhm...>> mi faccio pensieroso. <<Avvelenare l’acqua con un riciclo continuo...no. L’elettricità non serve ad un ca**o all 99% perché la usano per scacciare chi se li vorrebbe mangiare...forse possiamo creare qualcosa che li disturbi e li faccia andar via, ma cosa? Di certo non qualcosa di sonico o potrebbe rompere le capsule. Ehi, però potremmo provare a vedere se c’è qualche tipo di onda che li infastidisce!>>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sumio Ozawa

Suggerimenti per come portare la nave? Chiedo a Reyna. Perché restare qui a lungo è impossibile. E se non possiamo muovere la nave da qui, prima o poi dovremmo abbandonarla o morirci dentro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ajand Fundar

<<La nave è stata qui chissà quanto...>> dico facendo spallucce. <<Se non ci mettiamo a far esplodere ca**ate o smuovere troppa roba siamo apposto. E poi...come mai l’acqua non continua ad entrare? Forse siamo a pelo dell’acqua, appoggiati a qualcosa?>> dico con un grosso sorriso. 
Non proprio la stessa espressione di Mosis

<<Ciò non toglie che il dottor Ozawa non abbia tutti i torti. Dobbiamo verificare velocemente e presto quanto e se possiamo riparare la sezione, perché altrimenti dobbiamo velocemente decidere un piano, raccogliere quanto più possiamo ed andarcene.>> dice verso Sumio il nuovo comandante appena eletto, per poi continuare, cambiando discorso <<...potreste darmi il vostro nominativo e le vostre competenze? Per adesso la IA non può compiere troppi processi e preferire immediatamente conoscere chi potrebbe fare cosa.>>

@master

Spoiler

Sostanzialmente un “inventario” dei nostri sopravvissuti. Inoltre i due gemelli continuano lo scavenging ( e loro si disinteressano ampiamente del rispetto ai morti).

Mi giro poi verso Reyna, come mi fosse appena venuto in mente una cosa.

<<Il mio è un drone di supporto, per riparazioni e per...vabbè, per riparazioni. Non ha armi però è credo che troppe scariche elettriche non gli facciano bene. Se col supporto audio dell’ex comandante facciamo una specie di sirena-sonar, magari ci scacciamo i pesci e può andar a riparare le perdite. A quel punto possiamo svuotare.>>

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno alla volta i presenti si fanno avanti e dicono nome e specializzazione. C'è un bel mix, qui in mezzo.

Lista dei coloni attualmente con voi

Spoiler

Abdul Tepau: psichiatra, neurochirurgo.
Aishwayra Cassinelli: insegnante, esperta in educazione e crescita.
Chai Chia Yer: esperta di intrattenimento e psicologia sessuale.
Chi Ifeatu: soldato delle forze speciali.
Chibuike Jamuike: fabbro e armiere.
Chunder Nayar: medico specializzato in patologia.
Corvin Raschkebe: biochimico.
Ezra Barrick: fisioterapista e infermiere.
Gavin Dorovik-Mendoza: esperto di geologia e mineralogia.
Hito Ijendu: pilota.
Hoey Spectre: hacker.
Hu Jingtong: filosofo e psicologo delle masse
Huo Mendoza: pilota.
Immanúel Freygardsson: ingegnere specializzato in combustibili e fissione.
Iweobiegbulam Yobanna: medico ed esperta in ginecologia.
Jahjah Bi: geologa.
Juu Abali: esperta di combattimento corpo a corpo.
Keanu Lo: insegnante, esperto di educazione e crescita.
Konan Kogawa: soldato geneticamente modificato.
Kyman Andoin: soldato geneticamente modificato.
Mark Padhi II: poeta.
Mo Shuy: chimico.
Niu Fuu: pilota.
Onsky Kiko: meccanica e pilota cyborg.
Peace: infermiera geneticamente modificata.
Snake-on-the-Moon: biohacker.
Sohn Pozhenko: amministratore.
Taiga Kova: soldato delle forze speciali.
Taki Ikomo: esperto di arti marziali, infermiere.
Varina Zhara: soldatessa geneticamente modificata.
Vidal Ager-Yamato: astronomo e fisico.
Xiu Su-Bu: ingegnere edile.
Zabel Eebise: scrittrice, insegnante.
Ziven Breton: nutrizionista, medico.

Alcuni sono in grado di fornire dei suggerimenti per la situazione corrente, o dare delle risposte. Per qualche minuto la situazione si fa un po' caotica, ma ben presto Mosis riesce a riportare un po' di ordine. Si fa avanti una donna dai tratti afro-asiatici con entrambe le braccia meccaniche e multiuso. Si tratta di Onsky Kiko, uno dei piloti "Non ho mai pilotato un velivolo delle dimensioni di questa Sezione, ma posso fare qualche ipotesi. Muovere la Sezione adesso sarebbe davvero rischioso. Non sappiamo dove ci troviamo, quanto è profondo il fondale sotto di noi, se siamo vicini ad una costa, se ci sono venti forti sopra il ghiaccio...né abbiamo un'idea precisa dello stato della struttura. Potrebbe spezzarsi appena decolliamo. Altra cosa sarebbe usare lo shuttle...se siamo solo noi, avremmo un mucchio di spazio per trasportare materiali e tutto ciò che può esserci utile"

Anche la questione dei "pesci elettrici" richiama l'attenzione di due coloni in particolare: Corvin Rashkebe, un marziano tozzo e abbronzato, e Snake-on-the-Moon, un...uomo? decisamente modificato con una lunga coda al posto delle gambe. Entrambi sono esperti di biochimica e genetica e analizzano i dati raccolti da voi nelle prime fasi dell'esplorazione. Dopo aver parlottato un po' con Freigardsson, ingegnere, giungono ad una conclusione che potrebbe essere funzionale "Sembrano difendersi e cacciare tramite scariche elettriche. Non è qualcosa di inaudito, sulla Terra c'erano un tempo creature simili e la bioelettricità è un campo molto apprezzato nella sperimentazione genetica. In genere queste creature usano le scariche di diversa intensità e frequenza per comunicare con l'esterno...spaventare predatori, attirare prede o partner sessuali, finanche cooperare durante la caccia o comunicare la presenza di un pericolo...ma tolto questo, si tratta anche di un punto debole da sfruttare. Se costruissimo un apparecchio in grado di generare onde elettromagnetiche e le calibrassimo con cura, potremmo scacciarle infastidendole. Forse per abbastanza tempo da riparare le falle. Dubito poi che le creature sopravvivrebbero fuori dall'acqua, perciò se Eshu poi potesse pompare via l'acqua in eccesso il problema si risolverebbe da solo"

Anche la domanda di Ajand trova una risposta...non necessariamente piacevole "L'acqua non sale perché c'è ancora ossigeno. Siamo pochi e la Sezione è grande, e fino a poco fa eravamo nelle capsule senza consumare l'atmosfera interna. Ma più tempo restiamo qui più consumiamo ossigeno più il livello dell'acqua salirà. Questo è il vecchio principio usato per le campane subacquee dei secoli pre-industriali. Non siamo in pericolo immediato, comunque"

NOTA
 

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 30 giugno. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Reyna

Gli altri colomi sembrano sapere il fatto loro e propongono un piano per riuscire a riparare le falle della sezione
Come prima cosa dobbiamo riparare le falle, poi possiamo pensare a liberare la sezione superiore dal ghiaccio. I sensori indicavano che la temperatura esterna precipita velocemente segno che probabilmente è immersa nel ghiaccio mentre i livelli inferiori sono sott'acqua.

Spiego ai coloni che si sono svegliati dopo

Propongo di dividerci in tre gruppi: il primo dovrà costruire dei disturbatori per le creature. Il secondo dovrebbe occuparsi di cercare una fonte di energia. Potremmo usare L' AT-AT che mi sembra il veicolo meno adatto in questa situazione. Il terzo dovrà recuperare il possibile dalle capsule e dai magazzini e portarlo qui. Non mi piace l'idea di rubare ai morti, ma al momento la nostra sopravvivenza è prioritaria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sumio Ozawa

Abbiamo ottime qualifiche e suggerimenti in questa prima riunione. Rayna propone un piano d'azione con cui mi trovo d'accordo. Ma ora abbiamo una catena di comando da rispettare, vediamo se procediamo bene come fino ad ora.

Sono d'accordo con lei, questi sono tutti obbiettivi importanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Xi Pei Lan

Assisto ad una serie di discorsi, cercando sempre di memorizzare il più possibile sui nuovi venuti.

Studiare quegli strani esseri viventi è stato affascinante, ma non mi ha dato lo stimolo adatto.

Forse trovare un modo di scacciarli... o perché no ucciderli... Quello potrebbe essere interessante.

"Mi propongo per il primo gruppo..."

Dico alzando una mano, cercando di tenere un'inflessione neutra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ajand Fundar

<<La proposta di Reyna mi pare ottima. Direi che possiamo proporci liberamente per i ruoli...anche se direi che gli hacker potrebbero sicuramente aiutare con i possedimenti di coloro che fra quelli che ci hanno lasciato erano più paranoici.>> dice Mosis, alzandosi in piedi. A quel punto, pure io mi muovo, portandomi dietro Glitch ed i gemelli.

<<Oh beh, il gruppo scavenging sarà bello grosso direi!>> 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sumio Ozawa

Le mie conoscenze mediche potrebbero aiutare di più nel primo gruppo che al secondo. Aggiungo io, assegnandomi alla posizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Reyna

Mi propongo anche io per controllare le capsule dico a Mosis Keiko, tu meglio se resi qui con Tivra a cercare di sistemare i veicoli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mano vi dividete nei tre gruppi, anche se i più si uniscono al secondo e al terzo. Vi riposate ancora una mezz'ora, e poi cominciate a lavorare. 

Nonostante l'aiuto di Eshu-III le temperature sono ancora abbastanza basse: 17°C nelle zone dove il sistema ambientale è operativo al 100%, ma la grandezza della parte emersa della Sezione e i vari piccoli danni e guasti rendono tutto complicato e incerto...e spesso vi trovate a lavorare a temperature prossime ai 10°C. Niente di terribile, ma non aiuta di certo. Notate anche che lo sciogliersi dei ghiacci ha portato ad un effetto collaterali non da poco: il tasso di umidità dell'aria è salito parecchio, complice anche il sistema di riciclo poco efficiente. Non state lavorando nelle migliori condizioni possibili. 

Il primo gruppo in realtà deve aspettare per un po' i risultati degli "sciacalli" che si aggirano tra capsule e apparecchi distrutti recuperando ciò che può essere riutilizzato. Nel frattempo si cercano soluzioni che non abbiano a che fare con la meccanica...ma senza dati specifici e completi sulle creature è difficile. Avete alcune informazioni recuperate dal primo drone mandato ad esplorare l'acqua, ma non sono abbastanza complete. Dopo circa due ore di lavoro viene approntato un primo prototipo di disturbatore, un oggetto piuttosto compatto e raccogliticcio che dovrebbe generare scariche EMP. Xi Pei si occupa di regolarlo in base ai dati biometrici delle creature, dopo di che vengono fatti diversi tentativi. 
I test procedono per tutto quello che (ritenete) sia il periodo di veglia standard. Verso "sera" Sumio e Xi Pei hanno trovato una calibrazione in grado di tenere le creature acquatiche a 30-35m di distanza dall'apparecchio. La frequenza e la potenza degli impulsi sembra disturbare le creature e spingerle ad una specie di mutismo. 

Il secondo gruppo è formato da Keiko e Tivra dagli ingegneri e dai piloti. L'AT-AT è effettivamente poco utile in questa situazione, perché troppo pesante per rischiare di usarlo sul ghiaccio, e troppo piccolo per trasportarvi tutti. Lo shuttle sembra invece il mezzo da tenere in maggior considerazione, poiché può portare molti di voi e può volare su lunghe distanze. L'AT-AT però non è senza utilità: è ricco di oggetti, componenti, accessori e strumentazioni che possono essere smontati e recuperati. Inoltre ha un motore secondario piuttosto potente, di norma utilizzato in caso di guasti del primo, che può essere staccato con facilità e trasformato in un generatore da campo. Richiede un po' di lavoro perché è un'operazione che andrebbe compiuta in un'officina, ma non è impossibile. Dopo tutto si parla di mezzi espressamente progettati per essere utilizzati in situazioni di crisi e pericolo.
Durante queste operazioni il gruppo incappa in un problema interessante...e potenzialmente pericoloso. Solo l'intervento di Glitch salva la situazione. E solo per mera fortuna.
Mentre gli altri lavorano alle componenti meccaniche dell'AT-AT, Tivra ed Eshu-III provano a riaccendere il computer di bordo del veicolo per valutarne l'utilità e le funzioni. E in quel momento Eshu-III viene letteralmente divorato da un virus. Per fortuna Glitch riesce ad isolare prontamente questo attacco informatico e a "morire" è solo una delle tantissime iterazioni di Eshu-III che popolano la Sezione, e non il core-program del mainframe. Viene isolato il virus, e sembra proprio che qualcuno abbia attaccato la Visnu (e di conseguenza la Sezione) con un mini-bot auto replicante progettato per disattivare i sistemi vitali delle Sezioni, la gravità artificiale e i motori di manovra. Un attacco decisamente duro e rozzo, un hacker decente potrebbe isolarlo e bloccarlo in fretta, ma gli esperti riconoscono la figura di un virus-kamikaze: un tipo di programma semplice, veloce, violento, da usare in guerra. Di solito se ne lanciano un centinaio diversi tutti assieme per tenere occupati gli hacker. Non ci si aspetta che il singolo virus abbia effetto, ma si punta sul mero numero per intasare il nemico. 
Un altro indizio del mistero che avvolge la vostra situazione.

Il terzo gruppo ha il compito più infame: non ci sono altre capsule con coloni vivi, in questi due Livelli. Ogni singola bara criogenica è ora un sarcofago vero e proprio. Frugare tra gli averi dei morti non è il massimo, e spesso non è nemmeno troppo fruttuoso. Con l'idea di una Sezione super equipaggiata molti coloni non hanno portato con sé oggetti utili alla sopravvivenza, ma effetti personali. Foto della famiglia rimasta nel sistema di Sol, abiti, libri, giocattoli...solo di rado armi e pad di qualità, qualche prototipo di apparecchiature specialistiche, delle medicine specifiche (anti-invecchiamento e anti degenerazione cellulare, per quei coloni davvero vecchi). Alla fine del ciclo di veglia il gruppo di tombaroli ha comunque recuperato un po' di roba utile, cominciando anche a lavorare sulla strumentazione di Magazzini&Laboratori 1 e 2. 

Vi radunate di nuovo all'ora di cena...o a ciò che avete arbitrariamente definito come tale, e confrontate i vostri lavori. Domani potrete avvalervi dei materiali e dei disturbatori EMP per calare qualcuno nelle zone sommerse e sigillare le falle. Eshu-III vi assicura che una volta riparate le falle e aperto un accesso verso l'atmosfera, potrà pompare fuori l'acqua e dentro l'aria e liberare almeno i Livelli 3 e 4. Non è troppo positiva la predizione per il Livello 5: a quel punto la pressione marina potrebbe essere difficile da contrastare e l'integrità strutturale sembra compromessa in modo serio. 

NOTE

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 2 luglio.
  • Cibo: 3. Energia: 5. Materiali: 19.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Reyna

La "giornata" è produttiva, anche se in maniera decisamente macabra e ricca di sorprese.

Quando mi raccontano virus ci rimango di sasso Chi mai avrebbe fatt...mi fermo un istante ripensando al fatto che la base lunare era stata distrutta poco prima della nostra partenza lasciamo perdere scuoto il capo mettendomi ad analizzare i dati raccolti.

Quindi l'ipotesi che tutto questo sia accaduto per colpa di qualcuno è sempre più plausibile mi metto a cercare indizi nella memoria della visnu sperando che sia rimasto abbastanza per poter fare il quadro della situazione

Spoiler

Computer 3+ laboratorio 3 per cercare di capire se ci sono altre informazioni sul virus, se ci sono altri virus o segni di manomissione del piano di volo
Intelligenza 3.

 

Edited by Cronos89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ajand Fundar

<<La cosa inizia a starmi sul c**zo!>> impreco quando Glitch ci avvisa dell’attacco.

<<Vediamo di capire se è qualcosa di rimasto o se qualcuno ci vuole morti anche ora, eh>> dico a Glitch.

Spoiler

Computer 2, Intelligenza 2, Seguaci a 3

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Neil Katsuhido

Dopo la leggera bruciatura dovuta da quelle bestie adesso poco simpatiche rimango in disparte mentre piano piano varie persone "riemergono" dalle loro capsule. Lancio giusto qualche sorriso gioviale verso i nuovi, cercando di capire il loro stato d'animo ...un altro caso di attacco di panico vorrei evitarlo... 

Dopo essermi unito anche se in ritardo al terzo gruppo (causa la bruciatura sulla mano alla quale ho cercato di porre una fasciatura alla "meno peggio") mi sistemo per quello che puo considerarsi una cena. Il mio sguardo continua a indugiare suoi nuovi coloni ...sono molti..non credevo che vi fossero cosi tanti sopravvissuti...magari c'è qualche persona interessante... le mie attenzioni infine si spostano sulle mie armi, smontando pezzo per pezzo inizio il mio consueto rito: pulizia e ricalibrazione. ..un virus?!.. mi blocco un secondo stupito della notizia ..comunque se dobbiamo scendere a chiudere le falle io mi posso proporre..non penso sia un lavoro complicato, o sbaglio? concludo dubitando di quello che potrei trovare visto le mie mediocri capacita ingegneristiche. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I migliori hacker della Sezione si danno da fare per cercare di capire l'origine del virus...ma la banca dati fallata di Eshu-III non è di grande aiuto. Può solo dirvi che il virus è entrato nel sistema 1944 ats (anni terrestri standard) fa. E dal codice di accesso utilizzato sembra che non abbia usato metodi "duri" per infiltrarsi nella Sezione, ma abbia semplicemente utilizzato il sistema di comunicazione tra Sezioni. Ergo, è giunto da una delle altre Sezioni oppure dalla Visnu, visto che ne condivideva i sistemi di comunicazione prima del distacco. 

Questo misterioso "coltello insanguinato" però non contiene tracce di chi l'abbia creato, o perché sia stato scagliato contro la Sezione III. Chiaramente questo non migliora l'umore dei coloni. 
Mentre mangiate medici e infermieri si aggirano per controllarvi, giusto per essere sicuri che nessuno di voi abbia un polmone bucato o un pericoloso virus alieno che gli sta sciogliendo il cervello. Ormai siete schiantati su un pianeta, immersi nell'acqua e nel ghiaccio, con il sistema di riciclo dell'aria fottuto e chissà quanti anni di esposizione agli agenti atmosferici...ma è meglio non correre rischi inutili.
Neil si avvicina una donna dall'aspetto piuttosto peculiare: pelle bianchissima, con una piccola croce lunare rossa sulla fronte a simboleggiare la sua appartenenza agli Hong Shizi Xin-Yuè (Red Mooncross Corps), completamente glabra e con due braccia aggiuntive. Si tratta di Peace, un noto esperimento genetico per creare il paramedico perfetto: empatica, anallergica, in grado di compiere diagnosi efficienti grazie ad una serie di recettori nervosi potenziati. Possiede una personalità-parassita che le permette di operare in situazioni di pericolo o tensione senza margine di errore. Può occuparsi di due pazienti contemporaneamente senza perdita di efficienza. Si inginocchia vicino al ragazzo e prende la sua mano ferita tra tre delle sue, sfiorando la bruciatura con delicatezza "Ho una pomata rinfrescante, ma se avessi accesso al laboratorio medico potrei sintetizzare un cicatrizzante molto utile per questo genere di ustioni. Hai ricevuto una forte scarica elettrica. Puoi alzarti e eseguire una breve serie di esercizi?" non è niente di difficile, e l'infermiera spiega con tranquillità che servono solo a valutare eventuali danni al cervello o ai timpani. 

NOTA

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 5 luglio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Neil Katsuhido

Piacere, mi chiamo Neil! esordisco sorridendo alla donna che mi si avvicina anticipando le sue parole, per poi spostare la mi attenzione sulle sue protesi i tuoi innesti sono fighissimi! gli hai sempre avuti? domando incuriosito e affascinato. Ah si grazie rispondo infine alla offerta della pomata, porgendogli la mano per mostrare la ferita non so se sono accessibili i laboratori, pero se ti serve qualcosa posso accompagnarti...per me non preoccuparti, credo che la ferita si rimargini lo stesso...giusto?  concludo cercando conferma, visto la natura aliena di quei fastidiosi animali.

Infine seguendo le direttive della donna decido di alzarmi, poggiando delicatamente le armi che stavo pulendo certamente, dimmi tutto quello che devo fare rispondo sorridendo pronto a dare fondo a tutte le energie necessarie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sumio Ozawa

La scoperta del virus rende molto più nervoso che prima, tanto quanto ero al risveglio. E se quest'attacco fosse dall'interno? Se è ancora tra noi il traditore? Rimasto congelato in una capsula per finire il lavoro al risveglio? Posso fidarmi di questa gente?

Il pensiero mi rende molto più taciturno e cauto. Non sono più sicuro che tutti i coloni vogliono il miglior interesse di tutti noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ravynne

Continuo a pensare al virus informatico e a chi possa averlo installato 

 Dopo aver consumato velocemente il pasto ed essermi sottoposta ai controlli di routin mi avvicino a Onsky Kiko e Immanúel Freygardsson Sarebbe possibile utilizzare parte dell'AT-AT per creare un sistema di filtraggio dell'aria? Anche solo parziale? Vorrei avere più opzioni nel caso qualcosa andasse storto con il sistema della nave

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peace piega leggermente la testa di lato, osservando incuriosita Neil quando le fa una domanda forse un po' troppo personale "Ma no, io sono nata così. Forse non conoscete il Progetto Yao-Wu? Sono stata codificata e generata come prototipo dell'infermiere perfetto. Ritengo che gli arti addizionali siano piuttosto utili, anche se a volte finisco per stare con le mani in mano" sorride alla battuta, mostrando almeno di avere una mente umana...anche se non un senso dell'umorismo decente. 
Gli esercizi a cui sottopone il giovane tiratore sono piuttosto semplici, e servono solo a capire se Neil ha ancora il senso dell'equilibrio e della spazialità intatti. Dopo di che Peace insiste affinché voi tutti vi dedichiate a mezzora di taijiquan per ritrovare l'armonia psicofisica. 

Terminati gli esercizi, Reyna si mette a discutere con Kiko e Freygardsson su come cannibalizzare l'AT-AT in modo efficiente "Si, direi che potrebbe essere possibile" risponde Immanùel "l'AT-AT è progettato per muoversi in territori dall'atmosfera irrespirabile, può immergersi nell'acqua per brevi periodi e può muoversi durante tempeste di sabbia, neve o cenere...o simili corpuscoli, per intenderci. Perciò ha un sistema di riciclo e filtraggio dell'aria piuttosto efficiente. Sull'intera Sezione sarà poco utile, ma potremmo montarlo all'ingresso di una stanza modificando un po' i portelloni di accesso, e rendere quella specifica stanza un luogo ambientalmente sicuro. Ci vorrà del tempo"

NOTA

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 7 luglio. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sumio Ozawa

Mi avvicino a Reyna. Signora Tatsuni-Saakadze, in quanto membro medico dell'equipaggio, voglio farle sapere che sono pronto in caso abbia istruzioni specifiche. Per di più mi piacerebbe confidarmi in privato per un momento se mi permette. Le dico, trattenendomi dal dire di più adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.