Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...
Pippomaster92

Sezione II - Capitolo 1

Recommended Posts

Friedrich Seidel

I restanti sopravvissuti reagiscono al nostro racconto in maniera disparata: da chi lascia cadere le radici scandalizzata a chi chiede dettagli sulla nuova struttura di comando. Fortunatamente, sia Magnus che Aaron (le due personalità carismatiche tra i sopravvissuti, i candidati più probabili per il ruolo) decidono di rimandare la decisione ad un secondo momento. Grazie al cielo... Ci serviva giusto una "guerra civile" tra sopravvissuti per scegliere un capo tra noi sbandati. Ci tengo a specificare che le impronte non sembravano essere troppo vecchie: se volessimo uscire all'esterno, dovremmo mettere in conto la possibilità di incontrare i discendenti dei coloni. Spiego agli uomini che non erano parte del nostro gruppo, senza parlare delle condizioni delle altre sezioni: sarà meglio rivelarle al solo generale in un secondo momento, per evitare di "regalare" altre notizie sconvolgenti ai restanti coloni. Il cibo dei magazzini del nostro piano è completamente ammuffito, dovremmo organizzare una seconda spedizione per comprendere le condizioni di quello che si trova dove ci ha indicato Eshu. E magari dovremmo anche chiedere dettagli sui semi che ci eravamo portati dietro: potrebbero esserci decisamente utili in futuro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Calma, Ashikaga. ammonisco il ragazzo, non troppo severamente C'è la possibilità che i discendenti della Sezione I abbiano dimenticato il loro passato e possano voler cercare un'accordo... Bisognerà innanzitutto capire con chi abbiamo a che fare, prima di fare qualcosa di poco produttivo. spiego al samurai moderno Tuttavia, siate diffidenti da qualunque cosa non conoscete ed evitiamo qualunque rapporto con i nativi, per oggi... dico tornando a concentrarmi sulle priorità del cibo.
Per adesso, in verità, il cibo non ci manca. dico indicando le radici della dottoressa Julson Per quanto qualcuno di voi possa non gradire, le radici sono commestibili e ce ne sono abbastanza per molto tempo... In caso ve lo chiediate, no, mangiare queste radici NON è cannibalismo. spiego a chi è più disgustato dall'idea: in verità non so se questa pratica non si possa davvero definire cannibalismo, ma non siamo nella posizione di essere schizzinosi E' chiaro che probabilmente sarebbe meglio recuperare delle sementi, ma per ora le provviste ci sono e sono a portata di tutti, per fortuna. 
Detto questo comincio a pensare al da farsi Quindi, se ho capito bene, bisogna: areare la Sezione con il buco scavato da Rommo, trovare dell'acqua e filtrarla, trovare i semi e recuperare dei pannelli solari per poi installarli fuori.
Se siamo veloci riusciremo a fare buona parte di queste cose per oggi... Dimentico niente? Se nessuno ha niente da ridire, direi di partire. 
forse sono un pò frettoloso, ma vista la situazione, desidero ottenere quanti più progressi nel minor tempo possibile... Prima riusciremo ad organizzarci, prima riusciremo a capire dove si sono schiantate le altri Sezioni e come stanno i loro superstiti... Se ce ne sono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarah "Mac" McKinnon

No, direi che i punti principali sono quelli... Concordo forse sarebbe utile costruire qualche altro generatore EMP, cosí da poter andare in giro tranquilli anche se ci dividiamo, ma se stiamo uniti é secondario, no?

Non aggiungo che già cosí é un piano ambizioso per una sola giornata di lavoro. Ad ogni modo sono contenta che ci sia gente che si é assunta il compito di comandare, perché decisamente non fa per me.

Aspetto quindi gli ordini, confidente nel fatto che siamo comunque un gruppo abbastanza pieno di risorse da cavarcela.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Alzo un ciglio quando il generale prova a spiegare per quale ragione mangiare le radici non sia "cannibalismo". Non sono mai stato un uomo particolarmente religioso o con interessi "spirituali", quindi non mi ero posto il problema: le radici sono piante, non certo una seconda vita della dottoressa o qualche altra idiozia post hipster. Questo non significa, però, che tutti potranno accettarlo senza battere ciglio. In ogni caso, Eshu sembrava convinto che parte del padrone proteico che ci siamo portati dietro si sia salvato. Ci sarà un'alternativa. Dico in seguito al generale, annuendo al suo programma. Il buco che ho scavato per guardare fuori è raggiungibile solamente arrampicandosi sul tronco della pianta nata sopra alla capsula della dottoressa. Potrebbe servire qualcosa per arrampicarsi più facilmente. Ammesso che la signorina Rommo non abbia un passato da alpinista. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Insomma, honcho" dice la donna dai capelli verdi, guardando le radici ai suoi piedi "Io non me la sento. Se è la dottoressa Prum..." diventa verdastra anche in volto all'idea. Poi la tensione accumulata in queste ore si fa sentire e Galyia si sposta da un lato per andare a liberarsi lo stomaco dietro ad una capsula. Chiaramente non a tutti andrà bene mangiare queste radici...

"Alpi..che?" da buona lunatica, non conosce alcuni termini tipici di terricoli e marziani. L'alpinismo non è uno sport molto praticato sul satellite privo di atmosfera. Afferra comunque il principio "Se si tratta di raggiungere il soffitto e allargare lo scavo non dovrei avere problemi. Del resto sarà un lavoro abbastanza semplice, non intendo certo utilizzare cariche esplosive. Mi affiderò alla fisica, invece, e alla nostra amica gravità" fa una smorfia "A tal proposito, qualcuno dovrà andare a cercare medicine per il rinforzo osseo. Alcuni di noi ne hanno bisogno" non è difficile capire a chi si riferisca. A Clarke, che si poggia al bastone per via delle gambe malconce, e anche a se stessa: abituata alla gravità lunare non è troppo a suo agio qui dove la gravità è leggermente superiore a quella terrestre. 

Una volta stabiliti i compiti primari, comunque, vi mettete al lavoro con diligente efficienza. Vi date tre ore di tempo prima di riunirvi e aggiornarvi dei risultati.
Ma al termine di questo periodo sfiancante vi ritrovate nella zona Magazzini&Laboratori del Livello 3 e mettete assieme ciò che avete fatto confrontando i risultati.

Aton e Galyia si sono addentrati negli altri Livelli, armati di generatore EMP, per cercare acqua e razioni. Non è stato un lavoro facile o soddisfacente: molte delle camere sigillate che contenevano le razioni sono state rovinate dal tempo o dalla lenta ma inarrestabile invasione vegetale, e ora contengono fanghiglia organica inutilizzabile se non come concime. Qui e là però i due hanno trovato piccole dispense ancora intatte, e all'interno comodi pacchetti di proteine e vitamine. Dovrete dosare con attenzione il contenuto, manualmente, ora che buona parte dei macchinari appositi è andata distrutta. Ma sotto questo aspetto siete a posto. L'acqua è stata più facile da trovare, ma una rapida analisi di Aton ha individuato microrganismi sconosciuti: dovrete filtrarla e bollirla. Durante l'esplorazione i due sono incappati in numerose creature elettriche, identiche a quelle già incontrate altrove, ma il generatore EMP le ha tenute distanti senza problemi.

Sarah occupa la prima ora per creare un secondo e poi un terzo generatore EMP dal materiale di scarto, e poi comincia a lavorare al generatore di emergenza recuperato da Clarke. Tutti i pezzi sono al posto giusto, ma per trasformare la batteria di un veicolo in un generatore portatile servono alcune modifiche che richiedono attenzione (e cautela). Nella terza ora la meccanica si fa accompagnare da Clarke e Akai in cerca dei pannelli solari da approntare fuori dalla Sezione. Purtroppo la situazione non è rosea: il viaggio è difficoltoso e richiede più tempo del previsto, tanto che ad un certo punto il terzetto deve usare il comunicatore di fortuna per avvisare del proprio ritardo. E i pannelli solari sono in condizioni orribili: alcuni sono stati rotti dall'impatto ma la maggior parte è ossidata. Il tempo non è stato gentile.

Friedrich e Shen, dopo aver ricevuto una macchina EMP da Sarah, accompagnano invece Pascal Rommo fino all'apertura. La donna osserva la pianta-Prum con uno sguardo quasi triste, poi comincia ad arrampicarsi usando le braccia e le gambe lunghe con una certa perizia. Tenendosi aggrappata solo con le gambe e a testa in giù comincia ad osservare il buco già aperto da Friedrich, poi gli lancia una frecciatina "A volte le dimensioni contano, amico. Bisogna lavorare un po' la ragazza, qui" 
Senza usare appunto esplosivi o attrezzi, il lavoro non è certo eccelso. Ma con qualche cauto colpo e usando le dita, Rommo allarga un po' il foro di ventilazione. Vi infila poi il braccio fino alla spalla "Arrivo quasi all'esterno" dice con un certo rammarico, prima di scendere. 

Quando vi radunate di nuovo avete con voi un po' di cibo, dell'acqua che viene bollita, e un generatore relativamente portatile con il quale ricaricate i tre apparecchi EMP e scaldate il preparato proteico "Aria, acqua e cibo a posto. Un passo avanti" dice Galyia. Da buona esperta di sopravvivenza non ci pensa due volte a mortificare i vostri sforzi, però, per mettervi davanti alla cruda realtà "Ma dobbiamo assicurarci una scorta più ampia. Ho cercato di accedere alla stanza delle sementi su questo Livello, ma è sigillata da sporcizia e ruggine. Ma a parte questo, i semi serviranno a poco qui sotto"

NOTE

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 30 giugno
  • Cibo: 89. Energia: 1. Materiali: 3.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

Approfitto del tempo passato con Clarke-sama alla ricerca dei panelli solari per scusarmi: dò per scontato che il pentimento non sia un'opzione, ma la saggezza di un uomo più anziano di me insinua il dubbio tra le mie convinzioni: "Se i coloni ci onoreranno, non sarà fatto loro alcun male, dunque?" chiedo conferma. Non si sa mai. "E se invece dovessimo incontrarne di ostili, mi date il permesso di togliere le loro vite?"

Quando torniamo, la situazione sembra iniziare a migliorare. Gli artigiani e gli sciamani hanno raccolto strumenti e cibo. Ne approfitto per mettermi da qualche parte e riposare un po'; non sento il dolore, ma la bruciatura mi pizzica e i miei muscoli sembrano ancora un po' intorpiditi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Con Akai e Sarah

Esattamente, Ashikaga. rispondo alla prima domanda dello spadaccino, il quale scorta la McKinnon insieme a me Il punto è che non sappiamo se la loro società sia primitiva o se sia avanzata quanto la nostra... Inoltre bisogna capire se si ricordano e condividono l'obbiettivo genocida di Howley. Se non sono ostili, non abbiamo motivo di attaccarli: non possiamo punirli per il male dei loro predecessori, non ne hanno colpa. spiego al ragazzo Tuttavia, bisogna essere diffidenti, in caso si rivelassero ostili e sparassero a vista, dovremo fuggire o difenderci. E anche se si rivelassero innocui, è sempre bene tenerli a distanza ed essere schivi quanto più possibile, finché non saremo pronti a stabilire un contatto.
Quindi, in poche parole, ti do il permesso di togliere le loro vite in caso si rivelassero ostili... Ma per ora, la fuga, è l'opzione migliore. 

Poi mi rivolgo alla McKinnon Sarah, pensi di riuscire a fare qualcosa con questi? Non mi sembrano in buone condizioni... Magari se ne possono costruire di nuovi con alcuni loro pezzi?

Sera

Seduto nuovamente sulla mia relativamente confortevole sedia a rotelle ascolto le parole di Galya Hai ragione, appena riusciremo a prendere le sementi e a sistemare i pannelli solari, ci spingeremo all'esterno per piantare i semi e installare i pannelli... E magari potremo permetterci di liberare i primi coloni... Siamo comunque pochi e deboli, bisogna cominciare ad aumentare il nostro numero. Partendo magari dai più efficienti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Perfetto, del vomito. Proprio quello che ci mancava. Annuisco alla demolitrice: sa il fatto suo, di certo più del sottoscritto. Sì, dovremo cercare dei farmaci. Le attrezzature mediche sono in pessimo stato, a quanto abbiamo visto, ma forse le medicine sono sopravvissute. Rispondo alla donna, mettendomi quindi ad aspettare che Sarah crei un altro generatore di EMP. 

Con Shen e Pascal

Accompagno Shen e Pascal verso la stanza della dottoressa, indicandole quindi il piccolo buco che ho aperto. Sorrido sardonico sentendo la battuta della ragazza, facendo segno di togliermi un virtuale cappello in segno di riconoscimento.

Alla ragazza servono solo pochi minuti per allargare il foro e renderlo adatto per fare circolare l'aria nei corridoi. Ne approfitto per iniziare a parlare con il ragazzo: preferisco convivere in una tomba d'acciaio con delle persone con degli uomini che conosco, anche solo vagamente. Shen, giusto? Friedrich Seidel. Almeno eviteremo di doverci chiamare a gesti per i prossimi giorni. Dico al ragazzo prima di porgergli la mano, osservando intanto Pascal mentre scende dalla pianta. Lavoro finito, quindi? Ora però dovrai spiegarmi dove abbia imparato una lunatica ad arrampicarsi tanto bene. 

Sera

Ci raduniamo nuovamente quando abbiamo portato a termine tutti i compiti, facendo il punto della situazione. Abbiamo molte risorse in più rispetto alla mattina, ma siamo ancora ben lontani dall'autosufficienza. Nei prossimi giorni andrò a controllare l'esterno, per studiare i movimenti nella radura. E domani potrete contare sul mio conto per pulire l'accesso alla stanza delle sementi. Non dovrebbe essere troppo complesso, in fondo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magnus Mao-Yu Musk

Fatto un punto della situazione, ci mettiamo nuovamente all'opera. Rischiando di essere più di intralcio che di aiuto ai gruppi di esplorazione, resto nella sezione 3 ad aiutare Sarah con il generatore.

Ho bisogno di comprenderne appieno il funzionamento e le specifiche affinché la mia idea possa essere anche solo lontamanete attuabile. Gli elettrovermoni continuano ad essere un'idea da non scartare almeno fino a che non dovessimo trovare fonti alternative o ripristinarne alcune delle vecchie.

" Pensi che come alcune frequenze li allontanano altre li possano attirare? Una gabbia di Farady potrebbe contenerli e veicolare le loro scariche? "

vado poi a cercare il nostro chimico, Aton " Aton giusto, sono Magnus... non avevamo avuto modo di presentarci come si deve fino ad ora.

Stavo pensando, potremmo raffinare qualcosa per seccare alcune radici e arbusti che bloccano l'accesso alle sezioni? Sicuramente poi potrebbe essere più facile passare oltre! "

Spoiler

Conoscenze + Scienza o idee 3+3

Conoscenze + animali/piante 3+2

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aton Ioan Abramovitz

Con Galyia vado a controllare la situazione delle scorte alimentari, che purtroppo non è nelle condizioni migliori, ma per fortuna accettabile per il momento.
Al nostro rientro aggiorniamo il resto del gruppo su quanto scoperto.
Friedrich si propone per uscire in esplorazione, idea che mi non mi dispiace affatto. Sono piuttosto curioso di vedere com'è questo nuovo pianeta.
Il signor Musk però suggerisce un esperimento che già da prima mi era passato per la mente, studiare e sfruttare le strane bestie incontrate qui sotto.
Direi proprio di sì. Come le abbiamo fatte scappare le possiamo attirare...a studiarle a fondo potremmo controllarle a piacimento credo. rispondo alla sua domanda ancora prima di presentarmi. Sì, Aton...piacere di conoscerla. Il problema è dove e come creare la struttura in cui contenere queste creature. 
capire le potenzialità delle loro capacità sarebbe davvero affascinante e utile, sia per il gruppo che per me...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shen e Friedrich
Pascal si stringe nelle spalle a testa in giù, prima di scendere nuovamente a livello del terreno "Esperta di demolizioni e sabotaggi. Ho imparato a strisciare e arrampicarmi nella contro-paratia di una nave con la rotazione gravitazionale attivata. Questo è un gioco da ragazzi". Ma sembra aver detto troppo, e per il resto della giornata praticamente non apre bocca. 

Sera

Dopo aver consumato un pasto frugale discutete sul da farsi nei prossimi giorni. I problemi principali restano quelli ambientali: cibo, acqua, animali e piante ostili. Per quanto anche la presenza di eventuali discendenti della Sezione I possa essere un argomento interessante, qualcosa vi spinge a non parlarne più di tanto. L'eventualità di dover cominciare la vostra vita qui su Kepler con una guerra fratricida non esalta nessuno di voi.
Soprattutto, gli altri problemi oltre ad essere più immediati sembrano almeno in parte risolvibili. Aton e Magnus per esempio giungono ad una soluzione abbastanza interessante per le radici: mescolando il liquido di raffreddamento delle capsule criogeniche con dell'acqua per fluidificarlo maggiormente, è possibile ricavare un'erbicida abbastanza efficace sulle piante ma innocuo per voi. Se non vi metterete a mangiare le radici irrorate, chiaro. Anche se forse la soluzione migliore sarebbe quella di rimuovere fisicamente le singole radici che vi intralciano durante i lavori. Magari riadattando un qualche strumento in guisa di motosega. 
Anche gli strani vermoni sono argomento di conversazione. Se Galyia si fa degli scrupoli a mangiare "Prum", non pare farsene per quelle creature "A parte la loro utilità come pile, dovremmo capire se sono commestibili. E non lo dico per dire, ma se dobbiamo vivere qui dobbiamo capire in fretta cosa è assimilabile dai nostri organismi, e cosa non lo è"

L'altro elemento importante è quello dell'energia sul lungo periodo. I pannelli solari sembravano una buona idea, finché non si è scoperto che erano rotti e inservibili. Sarah e l'ingegnere Wyke ne parlano parecchio durante la cena. L'uomo sembra avere le idee chiare in merito "Ok, possiamo provare a creare dei pannelli solari rudimentali. Abbiamo i materiali, anche se i Laboratori sono abbastanza malmessi. Ma se nessuno ci corre dietro in un paio di giorni potremmo davvero costruire qualcosa di funzionale. Signore" si rivolge verso Clarke "In effetti liberare qualche altro colono potrebbe aiutarci a lavorare più in fretta"
A questa affermazione Bao, il tecnico delle comunicazioni, storce il naso "Non so, non abbiamo tanto cibo, io preferirei prima di tutto pensare alla nostra sopravvivenza. Dopo tutto abbiamo scoperto che Eshu può tenere i coloni in vita per un bel po' di tempo anche senza il nostro aiuto" si riferisce a ciò che avete riferito dopo la dura (ma necessaria) decisione di Magnus. 

Quella di oggi è stata una giornata davvero dura, che ha richiesto a tutti un sacco di energie. Decidete di fare dei turni di guardia, e di svegliarvi presto per organizzare la giornata di domani. 

NOTE

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 2 luglio.
  • Cibo: 78. Energia: 1. Materiali: 3.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

Le parole di Clarke-sama mi ispirano. Gli ordini chiariscono le ambiguità e mi evitano il compito di pensare alle conseguenze, che in guerra significa esitazione, che in battaglia significa morte.

Mi offro altresì volontario per uccidere uno dei vermoni - è diventata una questione personale, ormai - per verificarne la commestibilità durante il giorno successivo, e come guardia notturna. Ho dormito per eoni, e anche se sento un po' di stanchezza, ho voglia di tenere gli occhi aperti per qualche ora ancora.

Magari durante la notte potrei mormorare qualche preghiera ai caduti in battaglia e a coloro che risposano nelle bare di ferro. Un modo quieto di andarsene. Ringrazio gli antenati di avermi protetto durante il viaggio affinché la mia morte sia onorevole.

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shen Yun-Chow

Flashback, con Friedrich (e Pascal)

Spoiler

"Il mio nome è Shen Yun-Chow, ma vanno bene anche i gesti. L'importante è capirsi", rispondo a Seidel, prima di sentire il suo scambio con la ragazza. 

"Ed allora spero non deciderai di demolire anche noi".

 Sera

"Credo che dovremmo, in ogni caso, azzardarci a spingerci fuori da questa caverna-metallica volante. Siamo certo pochi, ma considerare di poter rischiare un paio di vite per l'eventualità di maggiori spazi, cibo più fresco e vario, acqua non processata, calore naturale e aria non rarefatta mi pare un compromesso accettabile. Poiché la mia presenza qui è di ben scarsa utilità, mi offro di accompagnare chiunque decida di tentare l'esplorazione", dico all'improvviso, dopo un lungo, meditabondo silenzio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Flashback (Shen, Master)

Spoiler

Come non detto: mi rimangio qualunque insinuazione. Dico alla ragazza alzando le mani in gesto di resa, parlando poi a Shen I gesti rischiano di diventare scomodi. Soprattutto per una persona con poca pazienza come il sottoscritto. Un nome è nettamente più comodo.

Di certo fuori c'è del cibo commestibile o del suolo fertile. Dico in risposta a Galyia quando iniziamo a discutere in seguito alla cena, ascoltando poi il dibattito tra il tecnico delle comunicazioni e l'ingegnere. I vermoni sono molto complessi da sconfiggere, a quanto abbiamo potuto vedere. Sono molto rapidi e riescono a manipolare i campi magnetici con estrema maestria. Forse cacciarli potrebbe richiedere un investimento eccessivo di risorse. In ogni caso, mi unirò anche io alla eventuale squadra di esplorazione dopo aver fatto dei sopralluoghi in sicurezza. Vermoni o meno, abbiamo bisogno di altre scorte per poterci permettere di svegliare altri coloni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aaron Clarke

Non sto certo dicendo che dovremmo liberarli tutti e 100 allo stesso tempo, però domani potremmo provare già a risvegliare un'altro ingegnere o chiunque possa fornirci forza lavoro aggiuntiva per i lavori che verranno svolti qui dentro... C'è molto da fare e siamo troppo pochi per risistemare completamente la sezione. Ovviamente ci espanderemo all'esterno, ma bisogna anche ricordare che questa struttura è relativamente sicura e può proteggerci da animali feroci o peggio... Sarebbe bene renderla quanto più confortevole e sicura possibile. rispondo alle perplessità sul liberare ulteriori coloni con una digressione sull'utilità di questo rottame Comunque d'accordo, cercate di esplorare i dintorni più immediati e, mi raccomando, non fatevi vedere da altri esseri umani... Finché non saremo più forti e autosufficienti sarebbe bene che continuino a darci per morti. 
Non sappiamo se sono ostili e preferirei che voi non lo scopriste nel modo peggiore... E anche se non lo fossero potremmo avere difficoltà a stabilire un rapporto diplomatico, considerando che non sappiamo se la loro lingua sarà simile alla nostra o meno... O peggio, potrebbero pretendere un pagamento in attrezzatura ed armi... Insomma, bisogna essere pronti a tutto quando ci approcceremo a loro per la prima volta e ciò potrebbe richiedere qualche giorno.

Propongo di liberare un'altro ingegnere e cominciare a lavorare ai pannelli solari, in modo da poter dare ulteriore energia alla Sezione... Magari agli impianti medici... Nel frattempo qualcun altro potrebbe liberare le sementi e cercare del terreno fertile per coltivarle. 
Dico per poi osservare Ashikaga, il quale sembra desideroso di cacciare quelle creature... Preferisco accompagnarlo, non si sa mai Personalmente preferisco accompagnare Akai a dare la caccia ai "vermi"... Con questo dovrei avere vita facile. dico mostrando l'avanzato fucile che porto a tracolla Almeno scopriremo se quegli esseri sono commestibili...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Harumori "Akai" Ashikaga

Mi stavo giusto sedendo quando sento chiamare il mio nome: "AYE!" mi alzo di scatto, impettito e determinato a...fare...qualsiasi cosa ci sia bisogno di fare. Uccidere? Si tratta di uccidere i mostri? Meglio. Accompagnato dall'uomo che più stimo tra i sopravvissuti? Ancora meglio.

"Onorato di farvi da scorta, Clarke-sama. La mia determinazione è affilata più di qualunque spada! Contate su di me!" lascio le decisioni su chi risvegliare e chi tenere in frigorifero (?) a coloro che sanno amministrare quel poco che abbiamo. Fosse per me, deciderei una gerarchia da subito con a capo i guerrieri e sotto gli sciamani e gli artigiani. Se ognuno conosce il suo posto, siamo più efficienti. Dopodichè prenderei i guerrieri e li porterei presso i coloni traditori insieme ad un ultimatum: arrendersi o morire.

Prima o poi si accorgeranno della nostra presenza e ci combatteranno. Prima riusciamo a coglierli di sorpresa, impreparati, di maggiore effetto sarà il nostro colpo. Non possiamo costruire una nuova umanità se dobbiamo guardarci le spalle dai nostri simili; e non possiamo contare nemmeno su coloro che ci stanno vicino, adesso, se coloro che tra noi imbracciano l'arma più potente di tutte - la saggezza - non iniziano a incutere timore e rispetto negli animi. Questa situazione di accordo e pace tra di noi finirà presto, appena alcuni di noi inizieranno a sentire più fame degli altri...

Edited by Bellerofonte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magnus Mao-Yu Musk

 

Ascolto i pareri di tutti, in fondo non si sa mai da dove potrebbe provenire uno spunto per un'ottima idea " Su un possibile apporto alimentare, direi di cominciare dai vermoni che abbiamo trovato nella terra... Non escluderei che possano crescere ed evolvere nelle nostre simpatiche batterie viventi. A tal proposito cercherei di fare delle analisi più approfondite come ne becchiamo qualcun'altro. Sia sulla loro commestibilità, sia sulla loro possibile parentela " 

Mi rivolgo quindi al generale " Direi di fare un punto della situazione molto preciso, capire le nostre forze e gli impegni che ci si parano di fronte e valutare attentamente chi e quali coloni risvegliare, considerando l'irreversibilità del processo... Per quello che mi riguarda una volta studiati larve ed elettrovermoni, punterei ad allestire una gabbia per contenerli e cercare di sfruttare le loro capacità! "

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giorno 2 dal risveglio

Dopo un periodo di riposo non particolarmente comodo o piacevole (pochi decidono di ritornare a dormire nella propria capsula..saranno anche comode, ma ai più paiono ora delle bare e non dei comodi giacigli), comincia un nuovo giorno.
Più o meno, perché dove vi trovate la luce di Kepler non arriva. 

Vi suddividete i compiti in modo efficiente, cercando di sfruttare il tempo e le risorse per migliorare le vostre possibilità di sopravvivenza. 
Sarah e Wyke passano la "mattina" a esaminare vari apparecchi e strumenti: medici, ambientali, energetici. Lo scopo di questo scrupoloso lavoro è quello di creare un catalogo di ciò che può essere utilizzato e ciò che può essere riciclato. Non ci sono buone notizie: quasi ogni strumentazione dovrà essere riparata perché ciò che non ha fatto lo schianto della Sezione lo ha causato il passare del tempo. Anche se inutilizzati molti apparecchi si sono deteriorati, con componenti di plastica e gomma in parte corrosi, batterie rovinate e circuiti invasi dalle radici o dalla terra. Quando vi riunite per pranzare e discutere degli sviluppi raggiunti, Sarah può portare con sé poco di concreto, ma molto potenziale: c'è abbastanza materiale buono per creare nuovi pannelli solari e collegarli ad un accumulatore. Non sarà un lavoro molto bello a vedersi e probabilmente sul lungo periodo sarà terribilmente inefficiente, ma ora come ora è tutto ciò che avete. 

AkaiClarke e Magnus, accompagnati da Galyia, danno la caccia ai vermi. Non è poi così difficile trovarli e studiarli da distante perché il raggio di azione delle creature è limitato. Sono sostanzialmente cieche oltre una decina di metri, e i loro sensi elettromagnetici sono affidabili solo entro una mezza dozzina di metri. Magnus riesce a mettere in trappola una delle larve sfuggenti che si nascondono nel terriccio: la creatura si scompone in cinque creature simili ma più piccole, con uno strano metodo che affascina lo studioso. Non si tratta di cinque creature che sono aggrappate le une alle altre, ma di una specie di esoscheletro che contiene tali esseri. Dopo averli intrappolati in una scatola di vetro-plastica Magnus ha modo di soffocarli (scoprendo che respirano ossigeno come voi) e sezionarli sommariamente. Hanno uno organismo semplice e al contempo peculiare, pieno di collegamenti interrotti...sono creature che fanno parte di un'unica creatura-colonia, come alcune complesse meduse che un tempo vivevano sulla Terra. Questi specifici vermetti sono privi di specializzazione, e semplicemente in cinque si suddividono la produzione di energia per il corpo e forse condividono la protezione di un unico esoscheletro. Il fatto però che al minimo pericolo si dividano per fuggire e nascondersi indica che probabilmente lo stato di creatura-colonia è solo vestigiale. 
Una rapida analisi indica infatti che le singole mini-larvette sono uno stadio ninfale dei vermi elettromagnetici. 
A proposito di questi ultimi, riuscite a trovare un metodo efficiente per cacciarli grazie all'esperienza tattica di Clarke: mentre Akai le distrae con le proprie spade, improvvisando kata e movimenti guizzanti, Galyia scaglia loro una manciata di terra e sassolini e Clarke approfitta delle due distrazioni per sparare. Avete imparato che sparare da distante non serve a nulla, perché quando i vermoni sono all'erta riescono a deviare proiettili solidi e parzialmente anche quelli energetici. Sono molto veloci a spostarsi dalla traiettoria, un gesto istintivo legato alla grande sensibilità delle antenne. Ma gettando loro addosso un mucchio di piccoli oggetti si finisce per distrarli abbastanza da impedir loro di veder arrivare il colpo.
Dopo averne ammazzato uno lo esaminate con gran cura, e giungete alla conclusione che sia possibile mangiarlo senza morire. 

ShenFriedrich e Pascal si recano invece al deposito delle sementi. Si tratta di una specie di camera stagna tubolare, con una grande porta molto resistente e sigillata ermeticamente. Eshu-II vi spiega che tali misure servono ad evitare la contaminazione dei semi ad opera di agenti esterni, e la contaminazione di eventuali ambienti esterni ad opera dei semi. Aggiunge che ha il controllo del portellone, ma questo non si apre "Ipotesi: blocco meccanico ad opera di una qualche occlusione. Ipotesi: intromissione di corpi estranei nei meccanismi di apertura. Soluzione: togliere i corpi estranei"
Così i tre si occupano di staccare i pannelli del muro esterno alla stanza, un lavoro ingrato e faticoso, per scoprire infatti che radici, muffe e terriccio hanno incrostato i cardini del portellone. L'intera mattinata se ne va così, ma almeno venite premiati dal successo. Una volta aperto il portellone vi trovate in una stanza molto grande con ogni superficie occupata da micro-cassetti sigillati ma trasparenti. Su ogni coperchio c'è inciso il nome della pianta contenuta, un codice che forse la cataloga e il quantitativo di semi. Ci saranno...un milione? Forse tre milioni di specie diverse? In ogni caso sembra che nulla abbia rovinato la conservazione di questo piccolo tesoro. Anche senza l'energia i semi sono tenuti al sicuro dalla temperatura bassissima della stanza e dalla totale mancanza di umidità. Ora che avete aperto il portellone la situazione potrebbe cambiare, ma vi pare che i piccoli cassetti che proteggono ciascun tipo di seme siano ancora integri. 

NOTE

Spoiler
  • Prossimo check-point: 23:59 del 5 luglio. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarah "Mac" McKinnon

@All

Spoiler

Scusate, problemi di (super)lavoro, cerco di mettermi in pari al piú presto...

Il fatto che tutte le tecnologie trovate siano danneggiate non é né stupefacente né tantomeno imprevisto, visto lo schianto ed il tempo passato.

Una volta avuta l'autorizzazione, comunque, dico agli altri membri del gruppo di "risvegliati" Non sarà bello e neppure efficiente al 100%, ma possiamo assemblare qualche pannello solare che ci garantirà un minimo di autonomia energetica. 

Quindi, mentre mi metto a smanettare coi pezzi smontati davanti a mé e ripuliti in maniera quasi maniacale, aggiungo Se vorrete uscire in pattuglia, forse sarebbe meglio verificare se ci sono armi funzionanti...e magari qualche uniforme mimetica. Non sappiamo che cosa potrebbe esserci nella foresta. Non sarebbe meglio cercare di riparare un piccolo drone e lanciare quello?

Ovviamente non é una imposizione, se gli uomini vogliono fare i macho che lo facciano. Ma un minuscolo drone da spionaggio per me sarebbe piú logico, tanto che richiamo una interfaccia di Eshu per verificare se ce ne sono - funzionanti o meno - ovvero dove posso reperire apparati antigravitazionali e telecamere per assemblarne uno.

@Master

Spoiler

Do priorità ad assemblare il pannello, possibilmente con parecchi metri di cavo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Friedrich Seidel

Con Shen

Spoiler

Lavoro nuovamente con Shen e Pascal, anche se oggi il compito sarà più duro: la porta ermetica è stata sigillata da un corpo estraneo, che si rivelano essere radici e muffa. Il lavoro manuale non mi fa paura, soprattutto se posso contare sui muscoli rinforzati dalle nanomacchine, ma un'intera mattinata passata a rimuovere detriti si fa sentire. Per lo meno non sembra essere inutile: i semi sembrano essere in buono stato. Siamo una bella squadra, nulla da dire. Ora direi di andare nella sala di comando, per dare un'occhiata fuori. Dico soddisfatto, guardando poi Pascal con un ghigno sarcastico stampato sul volto Nessuna battuta arguta oggi? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.