Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Pathfinder Prima e Seconda Edizione in offerta su Amazon

Amazon fa una gradita sorpresa ai fan di Pathfinder scontando molti manuali di entrambe le edizioni del fortunatissimo gioco della Paizo.

Read more...

Le Sale del Mago Folle

Esplorate le sale di Callisto, il mago folle, e perdetevi dentro le sue stanze realizzate secondo un impossibile geometria non euclidea.

Read more...

Jaquayare i Dungeon Appendice I - Parte 2: Trucchi e Suggerimenti

Eccovi la seconda parte della prima appendice di Jaquayare i Dungeon, dopo averci mostrato tutti i vari modi in cui è possibile collegare i livelli di un dungeon l'autore ci insegnerà come usare i vari connettori in modo più creativo.

Read more...

I 10 GdR più attesi del 2021

ENWorld ha stilato anche per il 2021 la sua lista di GdR più attesi dell'anno, andiamo a scoprirli assieme.

Read more...
By Lucane

Ninfe dei Cimiteri

Questa settimana GoblinPunch ci propone una rivisitazione in chiave più sepolcrale di un mostro classico di D&D: la ninfa.

Read more...

(TdG) La Città Sacra


Recommended Posts

A Casa di Bernard
La decisione è oramai presa: Bernard farà la missione da solo. Così, pur sapendo di poter utilizzare il contatto telepatico in caso di necessità, il trio di studenti prenderà strade separate riguardo la missione per salvare Finneas Darkgate. Ognuno di loro deve quindi decidere cosa fare nella quantità di tempo che gli rimane.

Spoiler

Note: Bene. Sono passate da poco le 19:00. Dovete dirmi cosa fate negli "slot temporali" a vostra disposizione.

@Alonewolf87: Dalle 19:00 alle 20:00 (orario di partenza dall'Accademia per arrivare alle 20:30 all'appuntamento con Hadamard).

@Gigardos: Dalle 19:00 in poi, considerando che ti conviene cenare alle 20:00. E dimmi anche cosa vuoi fare, almeno come intenzione, da dopo-cena in poi (ovviamente ti darò modo per cambiare questa decisione).

@SamPey: Dalle 19:00 alle 19:50 (così arrivi alle 20:00 al luogo del tuo appuntamento). E poi, anche nel tuo caso, lasciami l'intenzione su cosa fare da dopo-cena in poi (anche qui, ti darò modo per cambiare questa decisione).

Ricordo a tutti che avete tempo fino a 00:00 per risolvere il Sesto Passo.

 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 572
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

@Alonewolf87 @Gigardos @SamPey  

La Fine del Duello Urlando di dolore e rabbia e con il volto rigato dalle lacrime, Dorian affonda il suo pugnale nel collo del nero soldato. Tutto sembra fermarsi: il vortice di spiriti si blocca, l

Round 5: Bernard L'illusione minore di Bernard non fa altro che irritare lo Yuan-ti, che però probabilmente attribuisce le parole del sacerdote rosso al suo stato confusionario e quindi, pur irritat

Posted Images

Rael

Sei sicuro Bernard? io sono ancora in forze per combattere, certo ho un po di difficoltà a camminare, ma posso dire la mia ancora

rispondo un po' imbruttito. 

Capisco anche che la decisione è presa, quindi senza perdere molto tempo, saluto Bernard e mi allontano da casa sua pensando a cosa fare in queste 5 h

@Black Lotus

Spoiler

Sostanzialmente , ho solo 1 m.o.
devo comprarmi da mangiare. Giacche vado a comprare le razioni, solo se riesco senza perdere ulteriore tempo, devo rivendere 3 pugnali di fattura lizardfolk e compare materiale per fabbricare altre cose da rivendere (ossa, pelle e legno).

non mi metterò a lavorare oggi, ma mi tengo preparato per domani.

dopo cena , grazie alle informazioni ricevute da Bernard, vorrei risalire a chi eventualmente era il capotavola del tavolo 3 prima dei Mayer. Mi verrebbe di disturbare Rothschild , magari chiedendoli come mai i tavoli sono disposti cosi a "cerchie" , dicendo , che poi è vero, che da me al focolare, quando ci si nutre delle prede ci si siede in cerchio intorno alla preda e si ride ,balla , parla e scherza tra tutti i membri della tribù.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Bernard

@Black Lotus

Spoiler

Avrei preferito evitare di coinvolgerli, ma vediamo se per caso trovo Theodore e Rhalcos in mensa e come sono messi, che se sono anche loro sderenati come Rael e Dorian da qualche lezione evito magari di menzionargli alcunché. penso mentre mi dirigo verso la mensa alla ricerca dei miei due conoscenti.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Dorian

@Black Lotus

Spoiler

Io me ne andrò a casa a prendere un po di roba, mi faccio una doccia e poi mi dirigo da Thareon un attimo prima, conto di essere la 5 min in anticipo. 

Per il dopo vorrei sentire cosa ha da dirmi Thareon, poi la mia mezza idea era di contattare Bernard e raggiungerlo per dagli una mano. In teoria Thareon mi fa il trattamento per le ferite, gli vorrei chiedere se può darmi anche quella crema per lenire i dolori fisici, come la prima volta. In questo modo anche recuperando 1 solo livello potrei essere utile a Bernard

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

@Alonewolf87

Spoiler

Theo e Rhalcos
Vai a Mensa. A quest'ora, la Mensa ha solo il servizio Prenota-Mensa, da asporto, quindi non c'è più la tavola calda. Ed i prezzi sono ben più alti del pranzo. Per tua fortuna, incroci proprio Theo e Rhalcos, che stanno facendo la fila. "Oh, Bernard!" ti saluta il chierico, a cui poi si aggiunge il saluto del monaco. Theodore è fresco come una rosa, mentre Rhalcos ti sembra un po' giù di tono, anche se lo nasconde molto bene. Non riesci a stabilire se sia stanco quanto Rael e/o Dorian, oppure un po' di meno (sicuramente non di più).

"Anche tu qui per prendere la cena? Questa sera io e Rhalcos stiamo andando a teatro, in centro, c'è una rappresentazione molto famosa: Sogno di una notte di mezza estate. Mi dispiace non averti invitato, ma abbiamo prenotato i biglietti con una settimana di anticipo ed abbiamo fortuna a trovare questi due" dice il chierico. "E costavano anche un occhio della testa. Io non ero granché interessato, ma seguo il mio padrone..." "Non dire così, Rhalcos!" dice Theo, imbarazzatissimo. Rhalcos ride: l'aveva preso in giro e Theo ci era cascato, come sempre.

@Gigardos

Spoiler

Emporio
Ti dirigi all'Emporio dell'Accademia, il luogo perfetto per comprare e vendere tutto ciò di cui hai bisogno. È la tua prima volta all'emporio, quindi l'uomo dietro il bancone, uno gnomo canuto, resta inizialmente sorpreso di vederti. Tuttavia, sapeva già della tua presenza, d'altro canto una notizia storica come quella avrà probabilmente fatto il giro di tutta Labona. Apprezza molto i tuoi tre pugnali di fattura lizardfolk, pur essendo la qualità dei materiali decisamente bassa per gli standard della Città Sacra. Riesci a venderli per 6 mo, che incassi allegramente.

Spendi 1 mo per comprare un paio di razioni da viaggio, più un po' di cibo essiccato extra che lo gnomo è ben lieto di offrirti come cena. Infine, spendendo 1 mo, ottieni materiali (ossa, pelle e legno) sufficienti per fabbricare poche armi (non sai di preciso quante, ma probabilmente non più di tre). Purtroppo, mentre il legno è un materiale molto comune, ossa e pelle non lo sono per nulla, anzi lo gnomo ti ringrazia per essersi finalmente sbarazzato delle sue scorte. Capisci, inoltre, che ti ha fatto un prezzo di favore. Ti dice anche che, se vorrai venderli altre armi tribali, lui sarà disposto a comprarle, ma solo una per ogni tipo di arma diversa (una lancia tribale ed una mazza, ad esempio), in modo da creare una collezione, più appetibile da rivendere. Ad esempio, non ha più bisogno di altri pugnali (tre è il numero perfetto), quindi non ne comprerà altri da te.

Una misera cena
Torni a casa; non c'è Shukak, forse è di nuovo da Zero. Ceni velocemente, mangiando le carni essiccate che ti ha regalato lo gnomo dell'emporio. È una cena davvero da poco ed hai ancora fame, specie dopo aver consumato così tante energie, ma per oggi è andata così.

Villa Rothschild
Fai delle ricerche e, tralasciando le difficoltà comunicative e (soprattutto) le difficoltà nel trovare qualcuno che sia disposto a parlare con te (cosa tutt'altro che banale), scopri che il giovane Rothschild non è più in Accademia. Viktor Rothschild è quasi sempre in Accademia negli orari delle lezioni, dopo i quali torna direttamente nella sua villa, relativamente vicina all'Accademia. Purtroppo, essendo tu stanco, ci metti il doppio del tempo. Dopo circa 40 minuti, alle 19:50, arrivi di fronte all'imponente villa.

Spoiler

Villa Rothschild

Tramite una runa magica posta all'ingresso, riesci ad avvisare della tua presenza all'interno. Vieni accolto da un inserviente, che resta molto meravigliato nel vederti, ma poi ti fa entrare quando dici che vuoi parlare con Viktor. L'interno della casa è immenso, bellissimo, non lascia adito a dubbi: la famiglia Rothschild è la seconda casata più potente di Labona. Nei lunghi corridoi, vi sono delle armature a destra e a sinistra, molto probabilmente costrutti tecno-magici. E neanche riesci ad immaginare quali sistemi magici anti-furto abbia una villa del genere.

"Messer Serpeforix, mi fa piacere vederla! La prego, si accomodi nella mia umile dimora" arriva infine Viktor. Dopo i soliti convenevoli, arrivi al dunque. "Temo di non poterla aiutare... tuttavia, forse mio padre potrebbe saperlo. Stavamo giusto per cenare, perché non si unisce a noi? Sarebbe l'occasione perfetta" dice. "Un'ultima richiesta: possiamo darci del tu? In segno di cordialità" se rispondi affermativamente, aggiunge: "Allora, chiamami Viktor per favore".

Rothschild ti ha dato una mano non indifferente questa mattina a pranzo, comportandosi come tuo "avvocato difensore". Pensi che sarebbe un po' scortese rifiutare il suo invito a cena. Il tuo stomaco ha sicuramente le idee ben chiare su cosa fare.

@SamPey

Spoiler

Casa-studente
Vai alla tua casa-studente. Ti fai una doccia veloce, poi ti prepari, mettendo tutto ciò che ti serve nel tuo zaino. Hai ora tutti i ricambi, i quaderni, eccetera. Il resto della roba lo porti a mano. Sei un po' sovraccarico, ma pazienza.

Villa Ironhand
Arrivi alla villa con largo anticipo. Usi una runa magica all'ingresso per avvisare della tua presenza. Thareon ti apre e subito ti corre incontro, aiutandoti a scaricare la roba, portandola nella tua stanza. Poi, va ai fornelli, per finire di cucinare. Senti un buon profumino provenire dalla cucina. Alle 20:00, la cena è pronta.

Cena
Ti accomodi alla tavola imbandita. Thareon, chef e cameriere, arriva con un antipasto: spiedini di tacchino con spinaci saltati. Ma il piatto forte della cena è una bella bistecca di maiale grigliata, cotta a puntino, con fagioli come contorno. Mangi entrambi i piatti con gusto, è tutto davvero ottimo. Di gran lunga superiore a quei piatti, riscaldati alla peggio o a volte neanche quello, che ti cucinava tuo padre.

Spoiler

Antipasto

Spoiler

Tacchino con spinaci

Main Dish

Spoiler

Maiale con fagioli

 

L'abbondante cena si chiude con un po' di frutta di stagione ed un amaretto, un piccolo dolce a base di mandorle dolci e mandorle amare. Tutto di grande qualità: ti senti trattato come un principe. Durante l'intera cena, Thareon ti ha fatto compagnia, allontanandosi solo quando doveva prendere cose dalla cucina, ma non ha ovviamente mangiato nulla. Ancora una volta, il Dorian di Pinewood ed il Dorian di Labona sembrano due persone diverse, come se avessi avuto una svolta radicale nella tua vita.

La storia di Thareon
Mentre stai finendo di cenare, Thareon prende parola. "Ti avevo promesso che ti avrei raccontato tutto. In realtà, non c'è molto da raccontare. Molti anni fa, prima di partire per la spedizione del 552, avevo una famiglia stupenda. Amavo mia moglie, così come mio figlio, primogenito, e mia figlia più piccola. Ero partito per la spedizione. In quanto Primo Templare, era mio dovere. Mia moglie non voleva che andassi... avrei dovuto ascoltarla" racconta la sua storia. "Se solo fossi rimasto accanto a lei... sono stato così sciocco... tutte le mie spedizioni, fino ad allora, erano andate bene, non c'era motivo di preoccuparsi. Ed era mia responsabilità guidare le spedizioni. Tutti vedevano in me un eroe. Ma avrei dovuto tirarmi indietro. Credevo che sarebbe andato tutto bene, come le altre volte..." dice.

"Mentre ero nel Territorio Oscuro, scoppiò un incendio a casa mia... non si salvò nessuno. Questa villa, per come la vedi adesso, è solo il frutto di un lungo e costoso restauro. Prima era un po' più grande. Non si riuscì mai a scoprire la causa dell'incendio... doloso o accidentale. Il caso fu archiviato. Da allora, sono rimasto solo, chiuso in questo corpo immortale... ed ho vissuto in questa villa vuota... fino ad oggi" e guarda verso di te.

Medicazioni
Quando tornate in camera tua, Thareon ti cambia le bende e riapplica l'unguento medicamentoso. Infine, ti abbraccia delicatamente. "Ti voglio bene, Dorian... fin da quando ti ho visto il primo giorno... non ho potuto fare a meno di vederti come un figlio... forse rivedevo un po' di mio figlio in te... o forse sentivo che tu eri una persona sola, come me. Non lo so... so solo che, adesso, vorrei diventare tuo padre... forse è l'occasione di riscatto che la vita mi sta offrendo..." parla a bassa voce.

Poi ti guarda, accarezzandoti i capelli. "Dorian... adesso che sai la verità su di me... mi accetteresti ancora come tuo padre... ?" e si ferma un attimo. "Anche se hai superato la maggiore età... anche se nessun legame di sangue ci unisce... vorrei che tu, da ora in poi, fossi Dorian Ironhand..." conclude.

Spoiler

Note: Recuperi 1 livello di Exhaustion.

 

 

Edited by Black Lotus
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Bernard

@Black Lotus

Spoiler

Mensa

Saluto Theodore e Rhalcos, incerto se essere contento o deluso di averli trovati. Anche tu sfiancato dagli allenamenti? dico con fare complice a Rhalcos. Sì anche io oggi volevo una cena veloce e semplice, senza troppi pensieri aggiungo poi mettendomi in fila con loro

Mentre aspettiamo il nostro turno mi faccio raccontare qualcosa di più in merito a quest'opera che dovrebbero andare a vedere Ammetto che in ogni caso non so se stasera sarei potuto venire, ma grazie del pensiero e buona visione.

Dopo che ci hanno servito la cena e siamo un pò più appartati mi rivolgo loro a bassa voce Voi per caso conoscevate un certo Finneas Darkgate?

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@Alonewolf87

Spoiler

In fila alla Mensa
Rhalcos sorride. "Ah! Questo non è niente!" e flette i suoi muscoli, mostrando il suo fisico atletico. Parlate un po' dell'opera teatrale, una commedia leggera, a quanto pare. Paghi 1 mo, prendendo un panino con la carne. Quando vi appartate un attimo, gli chiedi di Finneas e Theodore risponde per primo: "No, è la prima volta che sento questo nome" ed anche Rhalcos dice la stessa cosa.

 

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Bernard

@Black Lotus

Spoiler

Mensa

Meglio così forse penso mentre decido di non coinvolgerli alla fine, troppi rischi per qualcosa in cui non sono direttamente coinvolti. Ce la caveremo noi tre...

Dopo essere rimasto a scambiare qualche ulteriore convenevole li saluto mi dirigo all'appuntamento con Hadamard, mangiando il panino per strada.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Dorian

@Black Lotus

Spoiler

Casa-studente

Con i tricipiti (ma anche tutto il resto del corpo) a pezzi a causa dei piegamenti faccio una bella fatica a preparare e a portare tutto.

Non posso fare a meno di pensare a Bernard..spero se la cavi.

Cena

Mangio tutto con la dovuta calma, assaporo ogni boccone e ad ogni occasione ne approfitto per esclamate "Thareon è buonissimo!grazie mille"

Mi dispiace che lui non possa mangiare...all'apparenza sembra incredibile vivere in un corpo come il suo, tuttavia...piu ci si avvicina e piu si capisce il peso sociale e psicologico che occupa condurre una vita cosi. Vorrei aiutarlo.

La storia di Thareon

Ascolto tutta la storia, a metà tra la completa ammirazione per l'uomo che è e la tristezza per ciò che ha passato.

"Thareon, non è colpa tua...a volte le cose brutte accadono e...ci si sente in colpa. Ti chiedi perche è successo quel che è successo e ti chiedi perche la gente buona e gentile muoia. Infine, arrivi a darti colpe che non hai. Non mi permetterei mai di darti una lezione...però ho percepito le stesse sensaziomi che provai un anno fa. Io ti voglio bene Thareon, mi hai ridato una motivazione che avevo perso. Ti starò vicino, perchè insieme si è più forti...sia fiscamente che mentalmente.."

Medicazioni

Nonostante Thareon mi stia viziando e vivere in questo modo non mi dispiace affatto, durante il trattamento lenitivo non posso fare a meno di pensare a Bernard e a come io possa aiurarlo. Vengo destato dalle parole del Warforged.

Le ascolto.

Gli occhi si inumidiscono.

"Io...non so se lo merito...però insieme a te non mi sento solo, qui a Labona mi sto facendo degli amici...e si, se tu mi accetterai come figlio [una lacrima mi scende sulla guancia] io ti accetterò come padre. Vedi, Dhianasson è un cognome inventato, il mio vero cognome sarebbe Calemas...ma lo ripudiai tanto tempo fa, al punto da essermi soprannominato autonimamente Senzafamiglia piuttosto. Ora...ereditare il cognome del grande uomo quale sei, è un vero...onore" lo stringo in un abbraccio.

Spoiler

Non vado oltre, aspetto il tuo prossimo post, poi vorrei contattare telepaticamente gli altri.

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Rael

@Black Lotus

Spoiler

Post emporio

non è molto, ma sicuramente per oggi può andare più che bene ,inoltre avere questi materiali ....mi permetterà di fare qualcosina da rivendere.

Cena

sospiro nella vuota casa all'umile pasto che ho difronte , sognando Shukak e le sue leccornie ....per fino ciò che ha cucinato Bernard potrebbe andarmi bene....mi tocco lo stomaco, brontola, ma oggi niente più....devo mettermi in marcia

Villa

L'allenamento si fa ancora sentire, riesco ad arrivare piano piano alla villa, nonostante alcune difficoltà.
Vengo accolto. La casa è piena di oggetti che suscitano la mia attenzione, spero di poter avere del tempo per parlarne , anche se molto probabilmente non ne capirò le risposte.

Sarebbe un grande onore per me sedere con voi al focolare. Se questo è ciò che desidera, sarò doppiamente onorato di chiamarla per nome in questa circostanza , Viktor.
Prima di sedere con tuo padre, mi sapresti dire se parla il draconico? Purtroppo il mio comune non è rappresentativo della mia reale dote linguistica,che gradirei rimanesse un segreto tra di noi.
Non tutti qui mi guardano di buon occhio, se sapessero che ho anche del sale in zucca, potrei attirare ulteriore odio e disprezzo

Un'altra cosa, so che in queste circostanze, bisogna vestirsi a modo...purtroppo non avrei mai pensato ad un simile onore....spero di non dare fastidio alla vista di vostro padre così rozzamente vestito... 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

@Alonewolf87

Spoiler

Ore 20:30 - Preparazione
Theodore e Rhalcos ti salutano, mentre te ne vai per la tua strada. Hai deciso di non coinvolgerli... chissà, forse è stata la scelta giusta. Difficile dirlo. Per strada, mangi il tuo panino. Infine, arrivi al luogo prefissato, un vicolo cieco lontano dalle strade più trafficate. Alle 20:30 in punto, arriva una carrozza, che parcheggia proprio lì. Dalla carrozza, scendono Hadamard e Droy Richardson. "Bernard... ci sei solo tu?" chiede Hadamard, a cui rispondi annuendo. Il moschettiere sospira, si aspettava almeno un alleato in più, ma oramai i giochi sono fatti. "Prepariamoci, non c'è tempo da perdere" e vi preparate.

Le vesti clericali, lievemente magiche, si adattano perfettamente alla tua taglia. Tu ed Hadamard siete camuffati da sacerdoti di Pelor, mentre Droy è travestito da chierico di Heironeous. Lasci il tuo zaino da viaggio nella carrozza: al suo interno, hai tutto ciò che serve se qualcosa dovesse andare storto. La prospettiva di dover abbandonare Labona, dopo tutto quello che hai passato, non è per nulla piacevole. Infine, Hadamard vi passa delle maschere da mettere in volto che, unite ad un po' di trucco, vi rendono praticamente irriconoscibili. "In marcia" dice Hadamard. Vi incamminate.

Ore 21:00 - Inizio Missione
Arrivate di fronte alla Basilica di Saint Markov, la chiesa a cui appartiene de facto la gestione del cimitero di Labona. Prima di arrivare al suo ingresso, intravedi, dentro al cimitero di Labona, dei chierici vestiti con le lunghe tuniche ed il capirote. Li riconosci immediatamente: sono i membri della dannata setta. A quanto pare, sono in allerta, quasi certamente per via di ciò che avete combinato l'ultima volta nel mausoleo. Si stanno muovendo come se fossero in processione, ma capisci che in realtà quello è un percorso di sorveglianza e pattugliamento. La loro presenza, così vicino alla chiesa, è sicuramente sconveniente, ma non è un imprevisto serio: dopotutto, siete irriconoscibili. Tuttavia, potrebbero essere un serio problema alla fuga se qualche tipo di allarme dovesse allertarli. La tua testa finirebbe più che volentieri in una loro cripta. "La Confraternita del Bianco Sepolcro... non mi sono mai piaciuti. Mi hanno sempre dato la sensazione che facessero qualcosa di losco... questa però è la prima volta che li vedo in processione in un giorno come questo. Forse è successo qualcosa..." commenta Hadamard. Ma non hai tempo di parlare che siete già arrivati.

Saint Markov: Ingresso
Il cancelletto all'ingresso è aperto: percorrete il sentiero di terra battuta, costeggiando il laghetto e le siepi ben curate, come il resto del giardino. Arrivate al colonnato d'ingresso della chiesa, imponente, fatta di pietra dall'aspetto marmoreo. Lo stile architettonico della chiesa è generalmente sobrio, con colonne lisce, in stile tuscanico, ma le poche decorazioni presenti danno un tocco artistico al tutto, rendendola armoniosa e piacevole all'occhio. Dopo essere saliti sulla pedana rialzata, una guardia, armata di tutto punto, vi saluta. Al centro dell'armatura, la guardia ha blasonato il simbolo sacro: una faccia dorata di un uomo, con sullo sfondo una stilizzazione che sembra rappresentare il sole. Non hai mai visto prima quel simbolo, ma probabilmente è proprio Saint Markov.

Spoiler

holy_symbol.png

"Buonasera" vi saluta la guardia, puntandovi immediatamente contro la sua lanterna di Vera Luce. Ma il vostro camuffamento non è di natura magica, quindi regge perfettamente. "Buonasera... siamo un'umile delegazione. Siamo giunti qui, in preghiera, per rendere gloria alla Vera Luce ed ai suoi santi" dice Hadamard. "Oh, ma certo, vi aspettavamo! Prego, entrate pure" e subito apre il pesante portone d'ingresso. Entrate, camminando come se foste in processione.

Saint Markov: Interno
Dopo una breve rampa di scale, arrivate all'interno della basilica. La grande navata centrale vi accoglie, mentre la guardia richiude il portone alle vostre spalle. L'interno è ben illuminato da semplici luci di natura magica, pur lasciando diverse porzioni in ombra. Tre chierici, dietro l'altare, hanno concluso da poco di celebrare una funzione religiosa, mentre quattro guardie, situate agli angoli della chiesa, rimangono immobili. "Sia lode alla Vera Luce!" esclama Hadamard, avvicinandosi all'altare, facendo un rapido cenno di seguirlo. Il chierico al centro, un po' grassoccio e vestito in pompa magna, dai capelli grigi, vi accoglie: "Sempre sia lodata la Vera Luce! E tutti i suoi santi!" esclama a gran voce, allargando le braccia in segno di accoglienza.

Hadamard fa un elegante inchino una volta arrivato in prossimità dell'altare e sia tu che Droy lo imitate. Ancora genuflesso, Hadamard dice: "Il mio nome è Wilhelm Goldrain, servo reverendissimo del Sommo Pelor. I miei fratelli, Ambrose Sunheart, come me servo di Pelor..." - e ti indica - "... e Thomas Sunfire, devotissimo della Spada di Luce Suprema, Heironeous" ed indica Droy. Chinate entrambi il capo quando Hadamard vi indica. "La prego, siamo tutti fratelli qui, alzatevi pure! Vi aspettavamo, trepidanti nella preghiera" e vi alzate in piedi. Gli altri due chierici, incappucciati e dal volto coperto, rimangono in perfetto silenzio. Il chierico di rango più alto, invece, ha il viso scoperto, e non sembra una cattiva persona, anzi ha l'aspetto di un bonaccione.

"Io, Ferdinand Reiss, umile servo della Vera Luce, devoto di San Markov Reiss, santo di luce purissima, vi accolgo nella mia casa" sentenzia. "Loro, invece, sono le gemelle Ryllae e Syllae Qilana, sorelle di sangue e di fede, cadette sacerdotesse da solo un annetto. Coraggio, non siate timide, mostratevi in volto ai nostri ospiti" e le due gemelle si fanno vedere. Sono due mezz'elfe, entrambe di vent'anni, praticamente identiche, capelli biondi lisci ed occhi verdi, se non fosse che ciascuna ha un occhio bendato, diverso dall'altra. Chinano il capo in segno di rispetto. "Uno spiacevole incidente ha deturpato queste splendide fanciulle, rubando l'occhio destro a Ryllae e l'occhio sinistro a Syllae. Ma la fede in San Markov arde nei loro cuori... e sono certo che, un giorno, il miracolo della guarigione verrà a visitarle" aggiunge, posando una mano sulla spalla di una e l'altra mano sulla spalla dell'altra.

"Reverendo gentilissimo, non vorremmo offenderla con le nostre maschere... se vuole, possiamo..." inizia Hadamard. "Oh no, ma ci mancherebbe pure! Conosco la ragione del vostro rituale, anzi dovete scusarmi... devo aver lasciato la mia maschera da qualche parte... Ryllae, per favore, puoi andarla a prendere? Forse è nel cassetto" dice, guardando la ragazza con l'occhio destro bendato. "Sono Syllae, padre" dice la ragazza, con voce flebile, per poi obbedire. "Oh! Perdonami!" dice il chierico chiacchierone, per poi aggiungere rivolto a voi: "Le confondo sempre!" ride un po' per la sua sbadataggine.

Spoiler

Note: Spezzo la narrazione per evitare post troppo lunghi. Sei libero di agire in un punto qualsiasi della storia, ovviamente, come pure di dire quello che vuoi (anche se Hadamard ti ha consigliato di rimanere in silenzio).

 

@Gigardos

Spoiler

Villa Rothschild
"Onore mio, Rael" dice Viktor, cordialissimo. "Mio padre conosce diverse lingue, tra cui anche il Draconico. Ma non temere, mio padre è Professore di Tecno-Magia all'Accademia, sapeva già di te, non c'è motivo di preoccuparsi" risponde alla tua domanda. "Per quanto riguarda il vestiario, si può risolvere..." e chiama un inserviente. Al suo ritorno, l'inserviente consegna a Rothschild quello che sembra un mantello di tessuto nero. Rothschild te lo mette sulle spalle. Il mantello nero diventa magicamente un vestito completo, sobrio ma elegante al punto giusto, perfetto per l'occasione. Il vestito si adatta magicamente alle tue forme, inclusa la coda. "Perfetto!" esclama Rothschild, facendo cenno di seguirlo.

Cena da Rothschild
Dopo aver attraverso alcune stanze ed un corridoio, arrivate nella sala da pranzo. Un lungo tavolo rettangolare, di un legno nero pregiatissimo, lucente, giace vicino ad un camino. La tavola è già imbandita con una bianca tovaglia, ricamata a mano e dalle eccellenti rifiniture, posate d'argento finissimo, bicchieri di cristallo, piatti di ceramica pregiata... ogni singola cosa è perfetta. "Siediti qui, Rael" Rothschild ti fa sedere alla sua destra. Infine, arriva il padre di Viktor: un uomo canuto, capelli e baffi grigi, vestito con una tunica da mago. L'avevi già visto all'Accademia, è proprio il Professore di Tecno-Magia: Rudolph Rothschild.

"Benvenuto, Rael" dice con voce un po' roca, stanca, noti che non è minimamente sorpreso dalla tua presenza, di cui quasi certamente era già a conoscenza. "Questa sera quindi sarai nostro ospite..." aggiunge, accomodandosi a capotavola. Subito, arrivano numerosi camerieri a servire gli antipasti, tutti piatti di alta cucina.

Spoiler

Sformatino finocchio con lonzina

I camerieri versano del vino nel calice di Rudolph, che lo assaggia, poi fa cenno di sì con la testa, approvandolo. Quindi, i camerieri versano il vino nei vostri calici. Visto che lo bevono tutti, per non fare brutte figure, ne assaggi giusto un pochino anche tu: è squisito. È il miglior vino che tu abbia mai bevuto nella tua vita. Ne berresti una botte intera. Lo stesso vale per il cibo: i tuoi sensi sono semplicemente inebriati da quell'esperienza. "È tutto di tuo gradimento?" chiede Viktor.

Main Dish
Arriva il piatto forte. Due camerieri portano un lungo vassoio, che posano a centro tavola, per poi sollevare il coperchio. Sul momento, per un attimo, resti perfettamente immobile, il cuore salta un battito, sudi freddo ed il tuo respiro si ferma: è un Lizardfolk! No! È solo un serpente gigante, ma è stato decorato dai cuochi in modo particolare, dalla tua angolazione sembrava quasi un Lucertoloide a cui fossero stati amputati gli arti, poi disossato, sviscerato e scuoiato, per poi finire con una mela rossa in bocca.

Ti calmi. È stata solo un'impressione dovuta all'incredibile somiglianza dei colori ed all'angolazione. Dopotutto, la tua presenza a cena non era stata prevista. Stai solo pensando troppo. La voce di Rudolph Rothschild che ordina un pezzo di serpente ti riporta alla realtà. Poi segue Viktor ed infine il cameriere chiede se ne vuoi anche tu. Dev'essere, evidentemente, carne molto prelibata.

La Domanda a Rudolph Rothschild
"Allora Rael, cosa volevi chiedere a mio padre?" Viktor inizia ad intavolare il discorso. Tu, però, nella tua testa, sei ancora impressionato da quella visione effimera. E se fosse davvero stato un messaggio subliminale che ti ha lanciato Rudolph Rothschild? Nonostante il così breve preavviso... per una persona potente come lui, non era impossibile "trasformare" un serpente gigante in una sorta di Lizardfolk.

O forse non è stato Rudolph. Forse è accaduto qualcosa di più profondo: sicuramente ora non sei nelle condizioni mentali giuste per capirlo.

Pensi che, in questo momento, la tua vita potrebbe essere appesa alle tue prossime parole. Rudolph, senza scomporsi, ti guarda attentamente da sotto le sue folte sopracciglia ingrigite, attendendo una risposta. Ti senti in bilico sul filo del rasoio più tagliente del mondo.

Spoiler

Note: Si è attivata la benedizione del fantasma di Johanna Porpur, che ti avvisa preventivamente in una situazione di pericolo mortale. Questa benedizione tu l'hai ricevuta quando Zero ti ha donato la visione degli Otto Passi. La visione del Lizardfolk/serpente che tu hai avuto potrebbe essere derivata proprio dalla benedizione della ragazza-fantasma.

You have been warned!

P.S. Questa benedizione è "one-shot", quindi funziona una sola volta in tutta la campagna (a meno che, per vari motivi, non riesci a riceverne un'altra).

 

@SamPey

Spoiler

Dorian Ironhand
Stringi Thareon in un abbraccio. Senti lo strano calore emanato dal Warforged pervaderti... e capisci solo ora che quel calore è la manifestazione dell'anima di Thareon. Quel calore è il suo affetto, il suo volerti bene come un figlio, il suo volerti abbracciare come un padre. Non servono più le parole, la risposta è chiara dal gesto di Thareon, che ricambia l'abbraccio. Senti il suono di un cuore battere dentro l'armatura: finalmente, capisci che anche quella è una manifestazione dell'anima di Thareon.

Restate così, uniti ed abbracciati, legati in un momento magico, che sembra durare in eterno. Come se la vita avesse finalmente ricongiunto padre e figlio.

"Questo corpo non può piangere lacrime di gioia né di tristezza. Questo corpo non può baciare... però..." e Thareon avvicina il suo muso alla tua fronte, poggiandolo delicatamente. Senti del calore maggiore pervaderti in una regione circoscritta. Poi, Thareon si allontana, sussurrando "... può fare qualcosa di simile". Intuisci che quello è il modo che Thareon ha di "baciare", ovvero riscaldando di più una certa area, in modo che lasci una impronta termica più marcata rispetto alle altre. "Questo gesto significa solo una cosa: ti voglio bene... Dorian Ironhand... e ti auguro tutto ciò di buono che la vita può offrirti..." dice a bassa voce.

Il discorso di Thareon Ironhand
Infine, vi staccate lievemente, pur restando vicini. "Dorian... come oramai hai avuto modo di capire, la mia percezione del linguaggio del corpo è molto più allenata e fine di molti altri... so che ci sono delle cose che non vuoi o forse non puoi dirmi... l'ho capito da diversi indizi... dopotutto, sei uno dei pochi studenti che dialoga tranquillamente con Rael Mar Serpeforix..." inizia Thareon. "Come pure l'altra notte, quando sei arrivato ai cancelli della mia casa alle due passate di notte... è vero, volevi vedermi... ma ho intuito che vi fosse anche dell'altro... dopotutto, ci saremmo comunque rivisti presto..." continua.

"Dorian... non ti chiedo di raccontarmi tutto... sarebbe ingiusto... lo farai quando sarai pronto a farlo... ma devo confessarti una cosa... in quanto tuo padre, io ho paura, Dorian... ho paura di perderti..." parla con il cuore in mano. "Io non voglio che ti accada alcun male, Dorian... non voglio che tu finisca coinvolto in faccende pericolose... ma da quello che leggo sul tuo corpo, già lo sei..." dice Thareon, a malincuore. "Ti prego solo di considerare sempre questo: io sono tuo alleato, Dorian. In quanto Secondo Templare del Regno Umano, conosci bene il mio valore in battaglia. Non ho paura di combattere. Non mi tirerò indietro di fronte a nulla. E, in quanto militare di altissimo rango, ho accesso a delle informazioni riservate di cui ben pochi immaginano anche solo l'esistenza" continua.

"In breve, visto che ho già parlato troppo. Se c'è qualcosa che posso fare per te, qualunque cosa, ti prego... non caricarti tutto il peso da solo... come se avessi l'intero mondo sulle tue spalle... ma tu ora sei mio figlio... quindi accetterò qualunque tua decisione..." conclude, attendendo la tua risposta, una delle risposte più importanti che tu devi dare al tuo nuovo padre.

Spoiler

Note: +300 XP.

 

 

Edited by Black Lotus
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Bernard

@Black Lotus

Spoiler

Ore 20:30 Preparazione

Saluto con fare rassegnato Hadamard Le coincidenze hanno cospirato contro di noi purtroppo, dovremo gestirci noi tre. Forse sarà meglio così, speriamo...

Ore 21:00 Inizio Missione

Quando vedo gli accoliti in finta processione nel cimitero deglutisco e incrocio le dita mentalmente di non doverli incrociare dopo Sì anche io ho sentito cose losche su di loro, gente rapita, strani sacrifici. Sicuramente con quegli strani cappelli sanno essere inquietanti...

Saint Markov Ingresso

L'approccio alla basilica avviene senza problemi e studio un attimo lo stile minimalista ma esteticamente piacevole dell'edificio mentre vengono espletate le formalità dell'ingresso. Ma sotto sotto so che è solo un modo come un altro per distrarmi dal grande terrore che potrebbe impossessarsi del mio cuore se mi concentrassi troppo sui rischi e pericoli della missione.

Saint Markov: Interno

Quando siamo dentro la basilica e incontriamo i chierici del posto mi prodigo in tutte le genuflessioni e saluti rituali del caso, ma lascio parlare Hadamard. Quando però sento il nome Reiss, scoperto poco prima in biblioteca, associato sia al chierico che al santo, ho un fremito mentale. Non credo sia un caso....e ora il fatto che Finneas sia rinchiuso qui assume un altro significato, visto che è sotto la sorveglianza della famiglia a cui i Darkgate devono tanto, o verso cui potrebbero provare un grande astio...

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Rael

Spoiler

L'abito non fa il lucertoloide 

accetto di buon cuore il vestito che mi offre Viktor. Calza a pennello, cerco di guardarmi un attimo su una di quelle pareti che riflettono l'immagine come l'acqua calma di una pozza.

Grazie di cuore Viktor... spero di non aver rovinato i vostri programmi , sicuramente tua padre sarà stanco dall'accademia....chissa se avrà voglia di rispondere alle mie curiosità

lo seguo attraverso la casa

La Cena

predo posto al tavolo cercando di sistemarmi al meglio che posso tra coda e cresta, le sedie potrebbero essere il mio peggior nemico qua a Labona....

risolto il problema sedia, osservo il tavolo, meraviglioso e perfettamente lavorato, io non sarei in grado di creare nulla del genere attualmente

Grazie e buona sera a lei  professor Rothschild. È un onore per me sedere con voi al tavolo.

dico alzandomi e facendo un leggero inchino braccio al petto e busto inclinato di poco in avanti.

riprendo posto solo dopo che Rudolph si è accomodato

inizia il pasto e mangio con gusto cercando di imitare al meglio i modi di Viktor, che sicuramente sono più all'avanguardia dei mie da tribù delle terre selvagge .

Sono un po' impacciato, ma mi sforzo di usare al meglio coltello e forchetta ed ogni genere di posata presente al tavolo...sudando freddo...più del solito.

Tutto veramente ottimo,Viktor, grazie ancora signor Rothschild . queste portate sono buonissime , nulla a che vedere con quello che servono alla mensa o che io abbia mai mangiato la fuori da dove provengo.

Main dish

soddisfatto di quanto ho mangiato fin ora guardo estasiato il vassoione gigantismo che viene poggiato sul tavolo. Nella mia mente passano immagini di cervi, cinghiali e altri animali prelibati.

tirano su

Un brivido mi percorre da zampe a cresta. mi irrigidisco un attimo....un lizardfolk? no , non può essere!

respiro un attimo, la vista si snebbia , metto a fuoco, è un serpente gigante, ne ho mangiati alcuni, ma così presentato , sembrava altro....

tiro un respiro di sollievo. Quando vedo tutti prenderne un pezzo, faccio lo stesso. La carne di rettile non p come le carni di mammifero. Essendo animali a sangue freddo, la carne ha un sapore diverso. Molti la paragonano al pollo, questo non è sbagliato, ma anche un qualche sentore di manzo. O per lo meno questo è quello che mi ricordo dall'ultima volta che no ho mangiato uno alla brace....sicuramente questo metodo di cottura è più indicato. 

La domanda della vita

mi ricompongo un attimo , mi pulisco il muso delicatamente e poi, trovando coraggio in Shu, guardo negli occhi Rudolph

Si,vero....Grazie Viktor, professore Rothschild , mi incuriosiva la storia dietro ai tavoli. Qualcuno degli studenti mi ha spiegato che sono composti in base....mi pare avesse usato la parola  importanza ...della famiglia, che ad esempio  Kingsblood occupa il tavolo più importante, seguito da vostro figlio Viktor, quindi la grande casata dei Rothschild e via dicendo... mi incuriosisce questa usanza...

da noi generalmente ci si siede tutti attorno al fuoco in cerchio come un unico...popolo... ma ovviamente si parla di numeri diversi...inoltre, da noi questo concetto di importanza è diverso , un membro della tribù guadagna il suo posto vicino al capo caccia o al capo tribù in base alle prove che ha superato.

Come funziona qui? in che modo uno prova la sua importanza e guadagna quindi un posto migliore?

poi, scuotendo un po' la testa

Inoltre, da noi ogni tanto capita che qualcuno venga scacciato dal suo posto se ha un pessimo comportamento o compie atti ritenuti tabù per la tribù. Queste dinamiche sono presenti anche da voi? 

oh la va o la spacca

La cosa mi incuriosisce perché , ho fatto questa domanda ad uno studente , mi ha provato a rispondere a quelle prime che ho posto...senza però riuscire a farmi capire veramente e saziare la mia risposta a dovere, anzi lasciandomi con più quesiti avendo fatto cenno al tavolo 3, che prima dei Mayer c'era una altra casata... 

 

@Black Lotus

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Dorian

@Black Lotus

Spoiler

Dorian Ironhand

Mi lascio cullare dalle emozioni e da quello che Thareon mi dice. Terminato il suo discorso disco solo poche parole 

"é tutto quello che mi serve..."

Il discorso di Thareon

ascolto il discorso di Thareon, quando parla di Rael mi intrometto brevemente "Beh...non vedo perché non dovrei parlargli. Lui sta imparando da noi e noi abbiamo cosi tanto da imparare da lui e dalla sua gente...eppure la gente si ferma alle apparenze..." poi mi accorgo di averlo interrotto e lo lascio continuare. 

Durante il discorso il mio viso si riga, esprimendo tutti i dubbi che mi tengo dentro.

"Thareon...ci sono tante cose di cui vorrei parlarti, davvero. Ultimamente, ho visto cose strane. Alcune mi hanno fatto riflettere, altre mi hanno aiutato e altre ancora mi hanno turbato. Inoltre...ieri ho avuto una visione credo...ho rivisto il mio vecchio maestro, Gwydyon e lui...mi ha allenato...e io mi sentivo bene. Poi è scomparso, riunendosi ad un fiume di anime. Anime che non conoscevo, ma che sapevo di poter...avvicinare. Non so bene cosa sia,  forse ho qualcosa che non va? Hai mai sentito parlare di qualcosa di simile?"

una piccola pausa di riflessione, ascoltando le sue parole. Poi gli argomenti si fanno più intensi.

"Tuttavia, non è questo che mi preoccupa davvero, e credo che tu lo sappia. Vedi, ci sono cose che ancora non so se posso dire...però...Thareon, ti sei mai posto delle domande su chi siamo? Tutto quello che ci è stato detto, tutto quello che noi impariamo riguardo la nostra storia o la storia di questo mondo...la storia delle famiglie reali e degli esseri che popolano queste terre...non ti sei mai chiesto se tutto questo sia vero? se non sia una menzogna o se noi tutti non siamo stati manipolati da qualcosa o qualcuno…? Perdonami se sembro ossessionato, tuttavia...ho come la sensazione che ci sia qualcosa che non vada…"

Guardo negli occhi la maschera di ferro. Intensamente e con sincerità.

"...Papà..."

Le parole...quella parola...esce a fatica dalla mia bocca, come se risalisse a fatica tagliandomi la gola. Erano anni, probabilmente più di un decennio, che non pronunciavo la parola Papà.

"...Forse i miei discorsi sono fuori di testa...ma ti prego, fidati di me. So che non ti ho detto praticamente nulla però...[gli poggio una mano sul petto]...è importante per me"

 

Edited by SamPey
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@Alonewolf87

Spoiler

Ore 21:05 - La Botola per le Catacombe
La giovane mezz'elfa ritorna con tre maschere in mano, porgendone una a Ferdinand Reiss. "Grazie cara" ringrazia il chierico, indossando la maschera. Anche le due gemelle indossano le maschere. "Le sacre reliquie sono nelle catacombe. Seguitemi" e si incammina. Rispetto alla piantina che ti ha fatto vedere Hadamard, andate a sinistra, verso quella stanza che sembra una sagrestia. Al centro della stanza, c'è una botola di legno rinforzato, con un doppio lucchetto. Ogni gemella ha una piccola chiave d'argento: sbloccano la serratura, per poi aprire le due ante della botola. "Per di qua" aggiunge il chierico, scendendo le scale per primo. Scendi le anguste scale, notando che sul bordo della botola vi è una cerniera di rune di Silenzio, esattamente come sulle porte dell'Accademia. Quindi, qualunque suono che avverrà dentro le catacombe non sarà udito nel resto della chiesa (a patto che la botola sia chiusa). Ciò gioca a vostro vantaggio.

Catacombe
Ryllae e Syllae chiudono la botola dopo che siete passati, ma senza serrarla con le loro chiavi. La scalinata non è molto lunga, ma neanche brevissima, saranno una cinquantina di gradini. "Sono io!" dice il chierico, annunciando la sua presenza. Due guardie, armate di tutto punto come le altre, giacciono in fondo alla scalinata, entrambe con lanterne di Vera Luce in mano, che subito puntano nella vostra direzione. Il chierico si toglie la maschera, facendosi vedere bene in volto. "Prego, reverendo. Ed i messeri?" chiede una delle due guardie. "Sono i chierici visitatori di cui vi avevo preannunciato l'arrivo" risponde. "Siete i benvenuti, allora. Sia gloria alla Vera Luce ed a tutti i suoi santi" dice, lasciandovi passare.

Appena arrivate in fondo alle scale, una guardia resta all'ingresso delle scale, mentre l'altra (quella che ha parlato) vi accompagna. Seguendo la mappa di Hadamard, girate subito a sinistra, poi aprite la porta, girate ancora a sinistra ed un'altra volta a sinistra. L'aria nelle catacombe è pesante, stantia, ma incredibilmente non è umida, anzi è molto secca, quasi certamente un effetto dovuto ad un qualche rituale magico. Gli spazi sono angusti, con loculi e nicchie praticamente ovunque, ma, in tutta onestà, ti aspettavi di peggio. C'è pochissima polvere, anzi devi ammettere che, tutto considerato, sono tenute bene per essere delle catacombe. Infine, arrivate nella stanza indicata con il numero quattro sulla piantina.

Ore 21:10 - Stanza numero 4
Ferdinand Reiss prende dalla sua tasca una piccola chiave di bronzo, con cui apre la porta della stanza numero quattro. La stanza è spoglia, eccetto che per una nicchia sul muro a Sud, dove vi è una teca di vetro con dentro delle reliquie sacre (un teschio umano), con cornici in oro. Alla base della teca, vi è un'antichissima epigrafe, la cui unica parte leggibile recita: Markov Reiss. Subito prima della teca, vi è un inginocchiatoio in legno.

Entrate nella piccola stanza, dove state decisamente stretti. Rendendosi conto di ciò, il chierico dice: "Ryllae, Syllae, mie care: datemi l'incenso, fate solo una preghiera veloce, poi tornate di sopra. È giusto dare spazio ai nostri ospiti" e, detto ciò, le due mezz'elfe accendono l'incensiere, che avevano preso nella sagrestia, per poi passarlo al chierico. Ferdinand Reiss fa oscillare l'incensiere in modo rituale, mentre la piccola stanza inizia a riempirsi di incenso. La guardia che vi accompagnava rimane invece nel corridoio, vicino alla prima porta che avete aperto. Le due fanciulle si inginocchiano sull'inginocchiato, chiudono gli occhi, chinano lievemente il capo e giungono le mani con i palmi aperti, in segno di preghiera.

Aiutandosi con un po' di magia minore, il chierico intona un canto gregoriano (tipico delle cerimonie religiose più auliche) di sottofondo, in una lingua morta, studiata solo dai chierici della Vera Luce, che tu non conosci bene, ma capisci che è un inno religioso riservato a delle cerimonie di un certo tipo, non alle comuni funzioni religiose che si svolgono nei templi.

Musica di Sottofondo: ClickMe

Finito il breve canto gregoriano, le due gemelle vi salutano e lasciano la stanza. Sentite il suono dei loro passi, in lontananza, che sale la scalinata delle catacombe. Entrate, mentre la guardia chiude la porta alle vostre spalla e si pianta lì vicino. "Iniziamo, quindi, l'adorazione delle sacre reliquie di San Markov Reiss..." annuncia il chierico, inginocchiandosi, mentre l'incenso satura la stanza. Hadamard si inginocchia affianco a lui, mentre tutti voi capite che quello non è un cattivo momento per fare qualcosa. Ma Hadamard ha lasciato a te la scelta su cosa fare esattamente, poi lui e Droy staranno al tuo gioco. In questo momento, l'orologio segna le 21:15.

Spoiler

Mappa

Spoiler

catacombs_r0.png

Legenda
Sacerdote Rosso = Ferdinand Reiss
Samurai blu = Droy
Simbolo arancio = Hadamard

Commenti sulla Mappa: Non ho disegnato ogni singolo oggetto presente, questa mappa serve giusto a rendere l'idea. Tutte le "nicchie" (le nicchie sono le caselle come C1, E1, G1, le vedi più facilmente dalla piantina) sono da considerarsi con degli oggetti dentro (statue, teschi, ossa, altarini, eccetera). Si possono comunque occupare senza problemi. Le nicchie che non ho disegnato, invece, non si possono proprio occupare (per mancanza di spazio), ma ci sono lo stesso.

Note: Se decidi di attaccare il chierico, tu, Hadamard e Droy avete un intero "round di sorpresa" (un turno ciascuno), dopo il quale tireremo Iniziativa. Se riesci a far perdere i sensi e/o uccidere il chierico prima che lui possa effettuare il suo primo turno, allora non fa in tempo a dare l'allarme. La guardia potrebbe comunque sentire dei suoni sospetti ed intervenire.

@Gigardos

Spoiler

Discorso di Rael - Parte 1
Rudolph non nasconde una certa soddisfazione nel sentire i tuoi elogi. Inizi poi a fare un discorso che però suona un po' strano alle sue orecchie: la storia dietro ai tavoli. Quando fai la tua prima pausa e le tue prime domande, Rudolph si limita ad una risposta veloce. "Non ti preoccupare, Rael, sei appena arrivato, e devi ancora ambientarti. Ma non c'è molto di speciale dietro i tavoli, è solo una tradizione..." sminuisce la questione, dando una risposta un po' generica, senza troppi dettagli. Intanto, assapori la carne di serpente: è cotto al punto giusto, ha un sapore complesso, simile al pollo con sentori di manzo, ma c'è anche dell'altro... non riesci a definirlo in modo esatto, ma è certamente un sapore molto ricercato.

Discorso di Rael - Parte 2
La seconda parte del tuo discorso è invece più incisiva. Rudolph pensa bene alle parole che usa per replicare. "Sì, queste dinamiche esistono, ma sono complicate dalla presenza di un sistema legale alquanto articolato... ma non devi preoccupartene. Finché non farai del male a nessuno, la Legge è dalla tua parte" conclude.

Discorso di Rael - Parte 3
Ma è la terza ed ultima parte che cambia le carte in tavola. Quando dici: "... avendo fatto cenno al tavolo numero 3, che prima dei Mayer c'era un'altra casata..."
 Rudolph immediatamente ha uno scatto: per una frazione di secondo, spalanca gli occhi. Dato che anche Viktor si accorge di quella reazione involontaria, Rudolph ingoia un sostanzioso boccone, per poi portarsi il tovagliolo alle labbra e bere un sorso di vino. Quando posa il rosso calice sul tavola, vedi il tuo riflesso al suo interno e, non sai perché, ma ti sembra il tuo sangue.

L'avviso ultra-violetto
D'improvviso, delle vampate di aura ultra-violetta iniziano ad emanarsi da te: hanno la forma di fiamme "viola", caotiche ed irregolari, agitatissime, come turbate. Sai bene che solo tu puoi vederle, in quanto né Viktor né Rudolph si accorgono di nulla. Ma l'effetto di quell'aura inizia a palesarsi immediatamente: senti dei sussurri provenire da Rudolph Rothschild. Ma non muove le labbra: intuisci immediatamente che sono i suoi pensieri. I pensieri ti arrivano, velocissimi, come un fiume in piena, un flusso di coscienza senza fine.

Come ha fatto a scoprirlo?! È qui a Labona da così poco tempo! Abbiamo fatto ogni sforzo per cancellare ogni singola traccia... ! Il suo discendente, pur essendo professore all'Accademia, non è minimamente consapevole di nulla! Chi gli ha dato questa informazione?! Da dove l'ha ottenuta?! Non dovrebbe essere più possibile... No! La ragazza... la rosa nera... che sia ancora viva?! No, no! Erynor ha confermato di averla vista cadere dalla scogliera... ma non abbiamo mai trovato il corpo. Ma quella scogliera era un dirupo di più di dieci metri! Che si sia salvata?! E se anche fosse?! Parlare con un Lucertoloide?! No... è improbabile. Ed il nostro sistema di sorveglianza? È molto difficile eluderlo, abbiamo guardie con lanterne di Vera Luce pressoché ovunque. No... ! Non importa... ora che lo sa... il Segreto dell'Umanità dev'essere protetto a tutti i costi... ! Mi dispiace doverlo fare, ma ora Rael è una minaccia... e va trattato come tale... se possibile, vorrei evitare di ucciderlo... ma, per il Bene Supremo dell'Umanità, se sarà necessario, non esiterò... l'unico problema... è che non vorrei farlo di fronte a Viktor...

The Enemy
Tutti questi pensieri avvengono in una manciata di secondi, in cui Rudolph sorseggia il suo calice di vino. Infine, posa il calice vuoto sul tavolo. "Dev'essere sicuramente una storia molto antica... mi dispiace non poterti essere d'aiuto..." inizia. Ma i suoi occhi hanno un'espressione diversa rispetto a prima, una sfumatura rossa, come gli occhi di un cacciatore che fissano la propria preda, aspettando l'occasione giusta per attaccare. "Viktor, per cortesia, puoi andare a controllare tua sorella? Forse ora si sente meglio... e sarebbe il caso che mangiasse qualcosa..." asserisce Rudolph. "Certamente, padre" replica Viktor, con molto rispetto, alzandosi da tavola. "Torno subito, Rael" dice, iniziando ad incamminarsi.

Spoiler

Note: Fai ancora in tempo a fermare Viktor.

 

@SamPey

Spoiler

Father
Thareon, prima di rispondere, ti lascia parlare fino in fondo. Poi, quando gli poggi la mano sul petto, lui mette delicatamente la sua mano sulla tua. "Perché un padre non dovrebbe credere alle parole di suo figlio?" si limita a rispondere. Ti abbraccia nuovamente. "Dorian... tu sei mio figlio... io ti credo... e ti voglio bene... più della mia stessa vita... perché è questo, per me, che significa essere padre..." e ti stringe a sé. Senti il suo calore pervaderti. Ti "bacia" sulla tempia con affetto paterno.

Domande, Risposte, Dubbi
Dopo diversi secondi, si stacca lentamente. "Mi hai fatto molte domande ed hai espresso molti dubbi. Temo di non avere una risposta per tutto. Ma c'è una cosa che posso dirti... riguardo la storia dell'umanità... Dorian, perché pensi che si facciano le spedizioni nel Territorio Oscuro? C'è una sola ragione: per scoprire la verità" asserisce. "E credo che, nel suo piccolo, sia così un po' per tutti... non conosco nessuno che creda dogmaticamente ad ogni singola cosa scritta sui libri... il seme del dubbio esiste sempre, anche quando cerchiamo di sopprimerlo... che poi, a quale libro dovremmo credere? Non tutti i libri concordano tra loro, quindi credere in una cosa significa, per forza di cose, andare contro un'altra credenza..." spiega.

"Ma non tutti gli uomini hanno il coraggio o la forza per intraprendere la ricerca della verità. Spesso ciò significa fare delle rinunce... o rischiare di perdere qualcosa di prezioso..." ed è evidente il riferimento al suo fatto personale, "... ma non è una scelta facile... per cui comprendo anche chi si accontenta di vivere alla giornata... non biasimo nessuno" continua. "Infine, non penso che ci sia nulla di strano in te. Avere una visione del tuo maestro, Gwydyon, non lo vedo come un cattivo segno. Non fraintendermi quando ho parlato di Rael: non c'è niente di male nello stringere nuove amicizie. Ma non c'era solo questo... mi sbaglio, forse?" la risposta a tale domanda è praticamente scontata.

Lian Shadowsun
"C'è però una cosa importante di cui devo parlarti: Llionas Cavendish" fa una breve pausa. "Lian mi ha raccontato tutto ciò che è accaduto tra loro. Forse non hai ancora avuto il piacere di seguire una lezione di Lian Shadowsun. Io e Lian siamo amici di lunga data. Llionas si era trasferito da lui, nella sua villa, per dormire, proprio come tu hai fatto con me. Arthemis Cavendish, padre di Llionas, era molto legato a Lian... ed Arthemis era con me alla spedizione del 552. Già, a volte il mondo è piccolo..." dice.

"Lian è terribilmente preoccupato per Llionas: non è più tornato a casa a dormire. Non ha avvisato, non si è presentato a nessuna lezione e non è nella sua casa-studente. All'inizio, Lian ha ipotizzato che fosse rimasto dalla sua ragazza, una certa Elariel Greenleaf... ma non è così. Tuttavia, sembra che tra Llionas ed Elariel sia accaduto qualcosa di serio... ma non conosco i dettagli. Ad ogni modo, la situazione con Llionas è grave... e Lian non sa più che fare... è come se suo figlio fosse disperso..." dice, rammaricato.

Il cuore del buon padre
L'orologio segna le 21:00. "Adesso tu sei mio figlio, Dorian. Non so in che situazione ti sei cacciato... ma il solo pensiero di perderti... mi strazia l'anima... ed immagino a malapena cosa stia passando Lian... quindi, ti prego... se sai qualcosa, qualunque cosa, su Llionas... anche se a me non puoi dirla... dovresti almeno dirla a Lian, il prima possibile... non prolungare la sua agonia..." anche se il tono di voce di Thareon è cambiato di poco, capisci che ti sta implorando.

"Infine... ti chiedo solo di dirmi questo... dimmi se questa sera potrebbe essere l'ultima volta che ti rivedrò... dimmi se anche tu, come Llionas, potresti sparire nel nulla... morire, forse... perché, in tal caso..." e si avvicina ancora di più, guardandoti con sguardo serio, abbracciandoti con tutto l'amore paterno che possiede, riesci a sentire il suo cuore pulsare, "... vorrei almeno avere l'occasione di morire io al posto tuo...".

 

Edited by Black Lotus
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Bernard

@Black Lotus

Spoiler

Ore 21:05 - La Botola per le Catacombe

Prendo atto della presenza dell'effetto di silenzio, che potrebbe giocare a nostro vantaggio, e dell'uso delle chiavi da parte delle gemelle. Spero vivamente di non dover sottrarre loro le chiavi con le forza.

Catacombe - Stanza numero 4

Il sotterfugio continua a sembrar funzionare bene e veniamo condotti per le catacombe, fino a quella che poteva essere una delle stanze dove era tenuto Finneas, ma che si rivela invece una cripta dove sono conservate i resti di San Markov Reiss.

Rimaniamo da soli con il chierico e iniziamo le preghiere rituali. Una guardia è appostata poco fuori dalla stanza e le due gemelle sono tornate di sopra, è giunto il momento di agire.

Si Aprono le Danze

Con un rapido gesto delle mani creo un illusione sonora ripetitiva simile ad uno dei canti che sta intonando il chierico, poi faccio un gesto a Hadamard e Droy e salto addosso al chierico cercando di imbavagliarli la bocca

DM

Spoiler

Vorrei lanciar Minor Illusion per replicare il suono prima di far scattare il round di sorpresa, dimmi tu se è fattibile. Senno ci uso la mia azione del round di sorpresa

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@Black Lotus

Rael ora o mai più!

Spoiler

Discorso 1

Come pensavo una cosa di tradizione... per lo meno ha apprezzato i miei elogi, speriamo si apra un po' e risponda alle domande

Discorso 2

interessante, ma forse mi sono allontanato

Discorso 3

qualcosa ho scosso...stiamo a vedere

L'avviso UV ritrasmesso 

Mentre inizio a percepire il pensiero di Rothschild , cerco di ritrasmetterlo subito agli altri, come un ripetitore

Il Nemico al tavolo

Involontariamente poso la mano su Viktor... con molta calma, prendo un sorso di vino, riportando la mano al suo posto

Viktor, sarebbe un onore assisterti con tua sorella , se me lo permetti, avete fatto molto per me con questa meravigliosa cena, vorrei ripagarvi un minimo , se possibile.
intanto muovo la testa qua è la come se nulla fosse per in realtà  guardare la stanza

Spoiler

c'è una finestra? quanto è lontana? rispetto al piano terra, quanto siamo sopraelevati? é aperta?

 

Rael invia un messaggio telepatico sia a Bernard che a Dorian:

Urgente! Rudolph Rothschild! Pericolo... riporto i suoi pensieri:

Come ha fatto a scoprirlo?! È qui a Labona da così poco tempo! Abbiamo fatto ogni sforzo per cancellare ogni singola traccia... ! Il suo discendente, pur essendo professore all'Accademia, non è minimamente consapevole di nulla! Chi gli ha dato questa informazione?! Da dove l'ha ottenuta?! Non dovrebbe essere più possibile... No! La ragazza... la rosa nera... che sia ancora viva?! No, no! Erynor ha confermato di averla vista cadere dalla scogliera... ma non abbiamo mai trovato il corpo. Ma quella scogliera era un dirupo di più di dieci metri! Che si sia salvata?! E se anche fosse?! Parlare con un Lucertoloide?! No... è improbabile. Ed il nostro sistema di sorveglianza? È molto difficile eluderlo, abbiamo guardie con lanterne di Vera Luce pressoché ovunque. No... ! Non importa... ora che lo sa... il Segreto dell'Umanità dev'essere protetto a tutti i costi... ! Mi dispiace doverlo fare, ma ora Rael è una minaccia... e va trattato come tale... se possibile, vorrei evitare di ucciderlo... ma, per il Bene Supremo dell'Umanità, se sarà necessario, non esiterò... l'unico problema... è che non vorrei farlo di fronte a Viktor...

Rael conclude il messaggio telepatico con:

Buona fortuna compagni, non cercatemi se domani non torno a lezione. Voi sapete il perché, loro no

Edited by Black Lotus
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Dorian

@Black Lotus

Spoiler

Domande, risposte, dubbi

Rimango in silenzio quanto necessario. Inutile fingere con Thareon.

Però...sembra capire..

"Non ti sbagli...c'è più di semplice amicizia, credo ci sia un legame. Molto più profondo di quello che io creda.."

Lian Shadowsun

Ascolto in silenzio...la preoccupazione si vede sul mio volto. Non dovrei conoscere Llionas, eppure so esattamente chi sia. 

"Forse potrei parlare con Elariel...io...la situazione è complicata.."

Il cuore di un padre.

Mi ritrovo nuovamente ad ascoltare le parole del mio nuovo padre. Vorrei che l'atmosfera sia più tranquilla, vorrei che non si preoccupasse.

"Papà...Io non so vedere nel futuro, ma ad oggi tu sei la persona più importante nella mia vita, grazie a te sono rinato...io farò sempre di tutto per tornare da te. Posso prometterti questo...perchè ti voglio bene e non voglio farti preoccupare...tuttavia, i miei compagni hanno bisogno di me...io...mi sento in dovere di aiutare chi ne ha bisogno..."

Faccio una pausa. Un respiro profondo.

Vorrei parlare, ma è difficile.

Abbraccio Thareon, scaldando l'armatura con il mio corpo. "Io...posso parlare telepaticamente con Bernard e con Rael, ho paura a farlo visto che non ci ho mai provato ma...so che sono in grado. Rael non so dove si trovi ma Bernard potrrebbe essere nei guai. Thareon, non volevo chiedertelo...non voglio mettere in mezzo altre persone ma...mi aiuteresti? Io devo aiutarli, ad ogni costo"

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

@Alonewolf87

Spoiler

Si Aprono le Danze
La tua Minor Illusion è il segnale per Hadamard e per Droy. In un attimo, Droy sfodera la sua spada e, prima che Ferdinand Reiss abbia anche solo la minima possibilità di reagire, lo colpisce di piatto. Resti stupido dalla velocità e dalla fluidità dei movimenti della katana dello spadaccino: non sei neanche riuscito a contare quante volte ha colpito il chierico. Contemporaneamente, Hadamard estrae una perla, la rompe, ed uno stormo di dardi incantati si riversa sul chierico. Ancor prima che possa capire anche solo cosa sia accaduto, Ferdinand Reiss sviene, fuori gioco, i suoi gemiti di dolore coperti dal tuo suono generato magicamente.

In quel preciso istante, ti arriva il messaggio telepatico di Rael. Il moschettiere prende parola, parlando a bassa voce. "Ottimo tempismo, Bernard! Ora dobbiamo mettere fuori gioco la guardia. Non abbiamo molto tempo, le gemelle potrebbero tornare qui per un qualsiasi motivo. Questo è il piano: Droy aprirà la porta nel modo più silenzioso possibile, poi tu, Bernard, colpirai la guardia con la tua magia più forte ed io la finirò. Non trattenerti: potremmo non avere altre occasioni. Tutto chiaro?" attende la tua risposta.

@Gigardos

Spoiler

Villa Rothschild - Sala da Pranzo
La sala da pranzo è una stanza molto grande, con tre porte-finestre, di cui una grande centrale, con un balcone circolare. Tutte le porte-finestre sono chiuse ed hanno delle inferriate, ma quella centrale è così grande da avere talmente tanto spazio che riusciresti ad infilarti tra una inferriata e l'altra (a patto di spaccare il vetro, ovviamente). Siete al primo piano, a circa 6 metri di altezza dal suolo. La porta-finestra centrale è vicina (circa 1,5 metri) alla tua posizione.

Viktor Rothschild
A Viktor non sfugge il tuo gesto involontario, che interpreta come una reazione istintiva significante "non lasciarmi solo". Dopo che parli, Viktor posa garbatamente la sua mano (non meccanica) sulla tua spalla, facendola passare vicino al tuo collo. Con il pollice, che sta dal lato opposto rispetto alla posizione di Rudolph e quindi non può essere visto dal padre, preme sul tuo collo, cercando un vaso sanguigno. Lo trova quasi subito e capisci a cosa può servire: ti sta misurando i battiti. Al tuo villaggio, sapevi che i druidi utilizzavano questa tecnica per stabilire quanto grave fosse un malato, ma anche per (in qualche modo) "leggere" le emozioni associate al cuore, ed anche con te l'hanno fatto un po' di volte.

"Sono onorato dalle tue parole, Rael..." Viktor mantiene la mano posata su di te. Sta contando i tuoi battiti, ma il cuore di un Lizardfolk non batte esattamente allo stesso ritmo di quello umano, quindi non sa se sei agitato o meno. "... ma, e ti prego di non offenderti, mia sorella ha paura delle lucertole...". I tuoi battiti accelerano, i tuoi occhi diventano un po' più a fessura, la tua coda si ferma per un attimo, irrigidendosi. Tutto ciò indica un solo sentimento: paura.

Era esattamente quello che Viktor voleva capire. Ha usato il tuo linguaggio del corpo per comunicare con te e capire le tue intenzioni, senza darlo minimamente a vedere all'esterno. In questo momento, realizzi che Viktor Rothschild è un genio: non potendo capire il tuo stato emotivo dal tuo battito, ha detto una frase che ha causato una variazione del tuo battito, ottenendo quindi un chiaro segno sulla situazione.

Pensi, però, che ti abbia appena condannato a morte. Non puoi più andare da sua sorella.

Quindi, per te è finita. Resterai da solo e Rudolph ti prenderà.

Potresti scappare dalla finestra, certo. Ma probabilmente ad un mago del calibro di Rudolph non servirà molto sforzo per inseguirti.

Per non sai quale motivo, in testa vedi già la scena: scappi dalla finestra, utilizzando il tuo clone. Ma Rudolph reagisce rapidamente: punta il suo bastone contro di te. Parte una saetta. Non fai in tempo a fare nulla, è troppo veloce. Sei folgorato, perdi le forze. Cadi per terra, in fin di vita. Un attimo dopo, vedi Rudolph davanti a te. Poi tutto diventa nero.

Non sai perché, ma hai l'impressione che quella visione non sia solo una finzione nella tua testa, ma uno dei futuri possibili che si sarebbe potuto verificare.

Non c'è possibilità di scappare. Non con le tue forze. Non da solo.

Ma ora, senza Viktor, è finita per davvero.

Dopotutto, perché Viktor dovrebbe mettersi contro suo padre? Già... non sembra avere molto senso.

Ma ti sbagli.

"... tuttavia..." continua Viktor, dopo una brevissima pausa, che nella tua testa è durata una eternità, "... penso sia anche ora che superi questa sua paura infantile. E tu potresti essere proprio la persona giusta in tal senso..." asserisce, guardandoti. Il tuo cuore rallenta, gli occhi si rilassano, in segno di sollievo, anche la tensione nella tua coda si allenta. Viktor è un genio. Ha comunicato con te senza utilizzare parole. Praticamente è come se ti avesse letto nel pensiero. In realtà, l'unica cosa che ha letto è stata il tuo corpo.

Ora, il tocco finale. "... non è forse una buona idea, padre?" conclude, guardando verso Rudolph, ed allentando la pressione con il pollice sul tuo collo. La maestria di come ha gestito quella situazione ti sorprende profondamente. Ancora non conosci Viktor, non sai la sua storia, non sai il suo passato, non sai che persona sia, non sai praticamente nulla di lui... ma gli devi molto. E non hai alcun dubbio: Viktor Rothschild è il più geniale studente che tu abbia mai conosciuto. Ha escogitato, sul momento, un piano perfetto per "leggerti nel pensiero" e capire le tue vere intenzioni senza darlo minimamente a vedere, ma limitandosi a quella che, all'esterno, sembra una banale pacca sulla spalla.

Ti ha appena salvato la vita. Ora guardi il giovane senza-scaglie in una luce completamente diversa: in questo preciso istante, Viktor è il tuo migliore alleato. Ti sorge spontaneo pensare che, tra voi, possa nascere una vera e profonda amicizia.

Arriva un pensiero, forse stupido, forse dettato dall'occasione: dovresti dirgli tutto. La storia degli Otto Passi, quello che hai fatto con Bernard, con Dorian, le visioni, la vera storia dell'umanità... tutto, eccetto dell'esistenza e del tuo legame con Zero. E ovviamente non dei tuoi fatti di vita privata, o magari non subito. Ma, per il resto, tutto.

Non c'è scritto da nessuna parte, negli Otto Passi, che non è possibile cercare alleati. Pensi quanto sia stupido voler fare tutto da soli. Forse tu, Dorian e Bernard avete proprio sbagliato approccio ad un livello profondo.

Certo, il cacciatore solitario può comunque catturare prede. Ma un gruppo di cacciatori, tipicamente, riesci a prenderne molte di più.

La reazione di Rudolph
Inizialmente, Rudolph già pregustava la dipartita di Viktor da quella scena, ma poi la seconda parte del discorso del figlio ha ribaltato le carte in tavola. E le sue parole sono state così incisive che, in quel momento, negarle suonerebbe alquanto sospetto. Deve darla vinta, non c'è altra scelta. "S-Sì, certo, non vedo perché no..." asserisce, incespicando lievemente all'inizio.

"Allora, con permesso..." dice Viktor, invitandoti ad alzarti e a seguirlo. Ma sai che non sei ancora fuori dai guai, neanche lontanamente. Sei ancora nella villa Rothschild, ovvero nella tana del nemico. Sei sopravvissuto. Hai guadagnato tempo.

Hai vinto una battaglia.

Ma non la guerra.

Spoiler

Note: +500 XP. Ricordo che, anche se ora hai 6500 XP e quindi teoricamente dovresti essere di quinto livello, il Level Up può avvenire solo a valle di un long rest.

 

@SamPey

Spoiler

La richiesta di aiuto
Thareon ascolta silenziosamente le tue parole. Non gli sfugge la tua preoccupazione quando rispondi su Llionas, né tutti quei piccoli segni del linguaggio del corpo che sono involontariamente presenti quando si parla. Thareon capisce che sai molto di più di quello che hai detto, ma non insiste, lasciandoti il tuo spazio. Infine, lo abbracci. Dopo che hai finito di parlare, Thareon dice: "Non aspettavo altro che tu me lo chiedessi... figlio mio" e ricambia l'abbraccio con amore paterno. "Hai tutto il mio supporto" aggiunge.

Si stacca da te, si volta. "Se i tuoi amici sono in pericolo, allora non c'è tempo da perdere" esce dalla stanza, invitandoti a prepararti e a seguirlo. Si muove con passo rapido, devi quasi correre per stargli dietro. Andate nelle fondamentale della villa. Lì, Thareon si dirige verso un armadio fatto interamente di un metallo bianco lucente, pieno di rune magiche, mettendovi il palmo aperto della mano sopra un cerchio al centro. Il cerchio scatta e Thareon nella sua mano stringe ora una gemma viola, dalle strane sfumature, mentre l'armadio resta chiuso. Percepisci un po' di ultra-violetto al suo interno. "Questo è un artefatto del Territorio Oscuro. È materiale classificato: se proverai a dire a qualcuno della sua esistenza, lo saprò e ti dovrò uccidere" e, per un attimo, sudi freddo. Ha detto quelle ultime parole senza scherzare minimamente. La disciplina militare di Thareon traspare nitidamente in tutto il suo rigore. "Quindi non costringermi a farlo, preferirei suicidarmi piuttosto" e qui, se possibile, è più serio di prima. "Usa il collegamento telepatico e fatti dire esattamente dove sono. Con questo, arriveremo subito" conclude.

In quel momento, ti arriva il messaggio telepatico di Rael.

 

Edited by Black Lotus
Link to post
Share on other sites

Dorian

@Black Lotus

Spoiler

Guardo intensamente Thareon, molti pensieri mi passano per la testa ma non è il momento.

Poi arriva il messaggio teleparico e sbianco.

Rivolgo lo sguarso nuovamente verso il mio nuovo padre e poi, con un filo di voce tremante, replico il messaggio. Ci metto un attimo a capire il tutto.

"Dai Rothschild! Rael è nei guai...il segreto dell'umanità...Thareon, dobbiamo sbrigarci! Ti prometto che ti dirò tutto ma prima salviamo Rael e aiutiamo Bernard..per forza...si...il sesto.." termino parlando quasi da solo, per poi fissare mio padre.

sono visibilmente agitato ma sono molto determinato nel richiedere e a conferire le informazioni a Thareon. 

Ora sono un Ironhand...devo essere all'altezza di colui che ora chiamo padre!

 

Rael resisti ancora un pò, stiamo arrivando!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.