Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Ryuutama, Gioco di Ruolo Natural Fantasy

Ryuutama parla dell'esplorazione un mondo bucolico ed idilliaco, eccovi la recensione di questo nuovo gioco di ruolo fantasy proveniente dal Giappone e tradotto anche in italiano.

Read more...
By senhull

Non Preparare Trame

Per preparare le sessioni è meglio concentrarsi sul creare delle situazioni da presentare ai giocatori. Preparare delle trame delineate e specifiche è controproduttivo.

Read more...

Acheron Books distribuirà il GdR Primi Re

Acheron Books ha annunciato una partnership con Epic Party Games per la distribuzione di Primi Re, un GdR narrativo ambientato in una Roma oscura, brutale e misteriosa. 

Read more...

Ed Greenwood: Ricordi Preziosi

Ed Greenwood ci racconta come fosse la vita all'interno della TSR durante la sua epoca d'oro.

Read more...

Gearbox annuncia il GdR di Tiny Tina

La Gearbox Software ha annunciato la futura pubblicazione di un GdR ispirato ad uno dei DLC più folli del first person shooter Borderlands 2. Oggi vedremo di scoprire qualcosa in più su questo progetto.

Read more...

Il miglior gioco di ruolo MAI creato


Recommended Posts

Ciao,

vi capita mai di pensare a come sarebbe il gioco di ruolo dei vostri sogni? quello che vorreste proprio giocare, ma che anche provando mille giochi nuovi non è mai come volete voi?

io immagino una cosa del genere (sostanzialmente un DW ambientato nello Spazio, dove però hai una gorssa scelta nelle opzioni di creazione del PG)

  • Meccanica base alla dungeon world, le mosse e la "fiction first" sono state una svolta per me come giocatore
  • Ambientazione un mix fra StarFinder e Spelljammer. Una specie di guerre stellari con le razze e astronavi più assurde che vi possano venire in mente
  • Niente classi. E' una limitazione che non ho mai sopportato, vorrei poter scegliere di far tutto, magari acquisendo Mosse(talenti/capacità o come volete chiamarle) via via che salgo di livello
  • grande disponibilità di scelta nella creazione del personaggio, su questo D&D è imbattibile con tutto il materiale che ha
  • Per i BG, invece, qualcosa di molto simile a Dungeon World
  • Appartenere ad una razza vuol dire veramente qualcosa e non solo un +X ad una caratterstica, tipo le Fazioni di Urban Shadows
  • Sono molto indeciso sulla magia, non so se la inserirei o la sostituirei con l'uso della tecnologia, ma di base vorrei un regolamento che mi permetta di creare i vari incantesimi, es. sono in grado di controllare l'elemento fuoco, vorrei poter decidere cosa farci una palla, una lancia, una scintilla e via dicendo, non lanciare esattamente quell'incantesimo alla D&D
  • Mortalità alla Call of Chtulhu

Per ora mi viene in mente questo, aspetto i vostri GDR!

Link to post
Share on other sites

  • Replies 19
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ciao, Un mio gdr ideale lo immagino cosi: - ambientazione dark fantasy; -distacco maggiore tra divinità e mortali; -presenza di magia indubbiamente ma meno influente sul mondo e co

bella lista! un Gdr moooolto diverso da quello che avevo immaginato io, ma con diversi spunti interessanti Sono assolutamente d'accordo sul low magic, mentre le ambientazioni iper dettagliate non

Bello, ma non è praticamente D&D?😄 Magari con ambientazione Eberron per il lato SF

Ciao,

Un mio gdr ideale lo immagino cosi:

- ambientazione dark fantasy;

-distacco maggiore tra divinità e mortali;

-presenza di magia indubbiamente ma meno influente sul mondo e con personaggi che non diventano cosi sbroccati con la magia (molto meno rispetto a dnd, indicativamente abbasserei al lvl 5 gli incantesimi che si possono apprendere...salvo rare eccezioni);

-tecnologia limitata ma presente, in fase di sviluppo e come un'alternativa ancora grezza della magia (quindi con abbozzi di pistole, archibugi, cannoni e catapulte per assedi ecc leggermente piu sofisticati rispetto alla tecnologia medievale;

-una storia/lore ben delineata e con fatti che si riperquotono sul presente, i giocatori dovrebbero sentire la sensazione di star giocando un'ambientazione che ne ha passate tante prima del loro arrivo (non per forza apocalittica però, anzi da evitare);

-un grossa scelta di razze e di classi, con una vasta gamma di personalizzazione MA non infinita (tipo no CdP di dnd  3.5), magari con la possibilità di avere abilità differenti da poter scegliere salendo di lvl (tipo l'UA class variant di DnD 5);

- un sistema di BG che incida di più sul personaggio e che renda ancor più varia la caratterizzazione;

-assenza di allineamenti o caratteristiche che influiscamo "meccanicamente" con il pensiero del personaggio, i tratti psicologici del tuo pg vengono mostrati attraverso il roleplay;

- equilibrio (soggettivo) tra esplorazione/investigazione/combattimento, con una leggera prevalenza all'investigazione/roleplay (combattimento ed esplorazione in egual misura);

-sistema di dadi, probabilmente d20 system (perche mi piace e perche ha una sorta di marchio affettivo), sicuramente non una cosa come Symbaroum (nel quale il master non tira mai), oppure sistemi minimal e il più semplici possibili...un po di regole da sapere non fanno male per me. D100 system potrebbe essere un'opzione anche se non sono un amante delle percentuali (meglio numeri fissi).

Questo è quello che mi e venuto in mente 😁

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

bella lista! un Gdr moooolto diverso da quello che avevo immaginato io, ma con diversi spunti interessanti

Sono assolutamente d'accordo sul low magic, mentre le ambientazioni iper dettagliate non le ho mai sopportate 😄 mi piace avere qualche spunto da approfondire poi fra master e pg, un'ambientazione che sia leggera e non definita. Massimo rispetto, però, per chi la pensa in maniera opposta 🙂

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
  • Mostri , a tonnellate , e con regole per modificarli e crearli , istantanee .
  • Meccanica tendente al classico , niente voli pindarici astratti .
  • Dadi o altro che crei variabili .
  • Ambientazione fantasy con tocchi SF come la robotica , sviluppata fuori dal contesto tecnologico possibile .
  • Livello calcolabile in base a valori  e crescita .
  • Classi opzionali .
  • Razze molte .
  • Magia e poteri speciali .
  • Combattimenti in primis , secondari esplorazione/investigazione .
  • Mortalità regolabile .
Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:
  • Mostri , a tonnellate , e con regole per modificarli e crearli , istantanee .
  • Meccanica tendente al classico , niente voli pindarici astratti .
  • Dadi o altro che crei variabili .
  • Ambientazione fantasy con tocchi SF come la robotica , sviluppata fuori dal contesto tecnologico possibile .
  • Livello calcolabile in base a valori  e crescita .
  • Classi opzionali .
  • Razze molte .
  • Magia e poteri speciali .
  • Combattimenti in primis , secondari esplorazione/investigazione .
  • Mortalità regolabile .

Bello, ma non è praticamente D&D?😄

Magari con ambientazione Eberron per il lato SF

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, fed_44 ha scritto:

Bello, ma non è praticamente D&D?😄

Magari con ambientazione Eberron per il lato SF

no , osservazione superficiale ;

mi piace D&D perchè ha alcuni di questi punti (e sviluppati in maniera diversa da come potrebbero essere) ,

inoltre mancano questi aspetti :

  • Livello calcolabile in base a valori e crescita .
  • Classi opzionali .
Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Maxwell Monster ha scritto:

inoltre mancano questi aspetti :

  • Livello calcolabile in base a valori e crescita .
  • Classi opzionali .

In che senso?

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, SamPey ha scritto:

In che senso?

in D&D ti danno Classe in cui inquadrarti , ed il Livello a seguire .

io in passato (col GDR AMMO , e modifiche aggiunte , in 20 anni di gioco)

gestivo ciò che i PG acquisivano , e calcolavo quale Livello potessero avere .

le Classe era opzionale solo a quelli che volevano avere una guida su cosa acquisire .

Link to post
Share on other sites
In questo momento, Maxwell Monster ha scritto:

in D&D ti danno Classe in cui inquadrarti , ed il Livello a seguire .

io in passato (col GDR AMMO , e modifiche aggiunte , in 20 anni di gioco)

gestivo ciò che i PG acquisivano , e calcolavo quale Livello potessero avere .

le Classe era opzionale solo a quelli che volevano avere una guida su cosa acquisire .

Perciò una sorta di avanzamento a livelli ma senza seguire uno schema specifico? Come se ci fossero tantissimi "talenti" e tu scegli tra quelli che ti piacciono di piu?

Parto lvl 1 che voglio usare la magia, a livello 2 decido di seguire una via monastica, al 3 mi alleno con tante armi e al 4 capisco come smitare? Non so se ho capito bene. 

Link to post
Share on other sites

Ci sono vari GdR in cui la meccanica delle classi è completamente assente. Ad esempio Runequest, GURPS o 7th Sea per dirne alcuni che personalmente mi piacciono.
In questi giochi il giocatore sceglie quali sono le capacità del suo personaggio in libertà, comunemente pagandone i singoli costi, senza doversi attenere a rigide limitazioni.
 

I giochi che ho citato poi sono anche senza livelli, quindi non c'è una progressione verticale totale del personaggio. Anzi, il più delle volte la progressione verticale è minima, mentre quella orizzontale prende il sopravvento.
Ovvero posso partire con un personaggio che è un esperto spadaccino e durante l'avventura potrei decidere, essendo già esperto con la spada, di migliorare in altri campi. Magari di apprendere la magia o di migliorare le mie capacità atletiche ed acrobatiche, magari studiare ed apprendere nozioni matematiche o magari migliorare le mie capacità da investigatore, etc etc...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, SamPey ha scritto:

Perciò una sorta di avanzamento a livelli ma senza seguire uno schema specifico? Come se ci fossero tantissimi "talenti" e tu scegli tra quelli che ti piacciono di piu?

Parto lvl 1 che voglio usare la magia, a livello 2 decido di seguire una via monastica, al 3 mi alleno con tante armi e al 4 capisco come smitare? Non so se ho capito bene. 

sì , circa .

acquisti poteri\magie\abilità\roba nuova ...uno alla volta , con i PE , (tipo WHF 2° edizione) .

circa ogni 6 di queste "novità" prendi 1 Livello .

le Classi offrono una guida ad accostamenti logici ,

e magari uno sconto sui PE e\o effetti migliorati .

Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

Classi opzionali .

avevo frainteso, pensavo classi aggiuntive, del tipo multi classe

28 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

sì , circa .

acquisti poteri\magie\abilità\roba nuova ...uno alla volta , con i PE , (tipo WHF 2° edizione) .

circa ogni 6 di queste "novità" prendi 1 Livello .

le Classi offrono una guida ad accostamenti logici ,

e magari uno sconto sui PE e\o effetti migliorati .

Questo mi piace molto, solo limiterei la scelta in base alle caratteristiche del personaggio.

Per esempio: per lanciare incantesimi di X livello devi avere almeno +X in intelligenza, o per usare delle armi di un certo tipo devi avere almeno +X in forza

Giusto per creare personaggi più coerenti, ma senza le limitazioni della classe

 

Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, fed_44 ha scritto:

 

Questo mi piace molto, solo limiterei la scelta in base alle caratteristiche del personaggio.

Per esempio: per lanciare incantesimi di X livello devi avere almeno +X in intelligenza, o per usare delle armi di un certo tipo devi avere almeno +X in forza

Giusto per creare personaggi più coerenti, ma senza le limitazioni della classe

 

questo perchè lo immagini stile D&D .

se la magia infligge\colpisce\ha effetti che dipendono dal moltiplicatore del PG  , il problema non sussiste .

se si acquisisce 1 tecnica\magia fenomenale  e la caratteristica di base è debole , il risultato sarà contenuto .

inoltre alcune tecniche avanzate , richiedono l acquisizione delle loro versioni base\inferiori .

vuoi Super Palla Di Fuoco ? prima devi acquisire Palla di Fuoco .

il GDR Super ! era fenomenale in questo aspetto .

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

così mi piace molto in effetti 🙂

43 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

il GDR Super ! era fenomenale in questo aspetto .

non lo conosco affatto, devo recuperarlo

Bello, però, vedere quanti spunti vengono fuori, era esattamente l'intento del post

Link to post
Share on other sites
In questo momento, fed_44 ha scritto:

così mi piace molto in effetti 🙂

non lo conosco affatto, devo recuperarlo

Bello, però, vedere quanti spunti vengono fuori, era esattamente l'intento del post

è l ' edizione italiana modificata di Bash ! ,

ha avuto 2 stampe ,

la 1° molto più incisiva .

 

Link to post
Share on other sites

Fondamentalmente quella che citate è una versione fantasy del mondo di tenebra (almeno nelle versioni precedenti a quella attuale che non conosco), dove compri con i punti gli avanzamenti di caratteristiche, abilità e capacità varie, magia e roba simile compresa. Anche Legend of 5 ring funzionava così.

Edited by Lord Danarc
Link to post
Share on other sites

Mi piacerebbe un gioco che abbia:

- la libertà d'azione infinita di Polaris

- la capacità di mettere in scena qualsiasi genere come GURPS

- la possibilità di implementare il sistema di gioco classico, con un'avventura almeno abbozzata da un master e giocatori che le danno vita

- la spinta ad andare oltre i limiti di Polaris

- la modularità totale di GURPS

- fanmails!

Insomma un gioco che non può esistere 😄

Edited by Ji ji
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Il GDR più bello di sempre secondo il mio personalissimo gusto esiste e si chiama HERO SYSTEM 6th ed. 

E' tanto bello ma tanto tanto complesso e totalmente in inglese… motivo per cui non ho trovato nessuno che volesse fare più di un paio di sessioni. Di base è un gioco di ruolo universale che a mio avviso dà il meglio di sé nel genere supereroistico… non è un caso che ci siano tonnellate di materiale dedicate alla sua ambientazione supereroistica "CHAMPIONS".

E' un sistema "buy points" con un dettaglio allucinante nel definire le caratteristiche del personaggio. Ogni cosa che il personaggio può fare, dall'attacco di spada ad usare la forza come uno Jedi, è definito come "potere" e si costruisce passo dopo passo con meccaniche universali che ne definiscono il costo… una menzione speciale va alla gestione del turno di combattimento che è diviso in dodici fasi… ogni giocatore può investire all'atto di creazione del PG un numero variabile di punti personaggio nella importante e costosissima caratteristica "velocità" che determinerà in quante delle dodici fasi il personaggio potrà agire… insomma un lavoro enciclopedico ma davvero stupendo… 

Link to post
Share on other sites
Il 8/3/2020 alle 00:52, Iena ha scritto:

Il GDR più bello di sempre secondo il mio personalissimo gusto esiste e si chiama HERO SYSTEM 6th ed. 

E' tanto bello ma tanto tanto complesso e totalmente in inglese… motivo per cui non ho trovato nessuno che volesse fare più di un paio di sessioni. Di base è un gioco di ruolo universale che a mio avviso dà il meglio di sé nel genere supereroistico… non è un caso che ci siano tonnellate di materiale dedicate alla sua ambientazione supereroistica "CHAMPIONS".

E' un sistema "buy points" con un dettaglio allucinante nel definire le caratteristiche del personaggio. Ogni cosa che il personaggio può fare, dall'attacco di spada ad usare la forza come uno Jedi, è definito come "potere" e si costruisce passo dopo passo con meccaniche universali che ne definiscono il costo… una menzione speciale va alla gestione del turno di combattimento che è diviso in dodici fasi… ogni giocatore può investire all'atto di creazione del PG un numero variabile di punti personaggio nella importante e costosissima caratteristica "velocità" che determinerà in quante delle dodici fasi il personaggio potrà agire… insomma un lavoro enciclopedico ma davvero stupendo… 

sono andato a leggermi in giro qualcosa sul gioco, in effetti il buy points sembra veramente figo! il combattimento in dodici fasi, invece, mi sembra un incubo, ma del resto ad ognuno il suo gioco 🙂

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Percio
      Premessa: non sono qui per difendere a spada tratta Paizo o WotC. Le domande che pongo sono "ingenue", senza secondi fini. Vi chiedo anche di soprassedere sui sistemi per cui queste saghe sono state realizzate; quello che mi interessa è il tipo di avventura che sono state sviluppate dalle due case editrici a supporto dell'uno e dell'altro.
      Leggiucchiando gli Adventure Path della Paizo per Pathfinder 1e e quelli della WotC per D&D 5 e ho avuto l'impressione che i primi siano più "dritti" (ad eccezione di Alba dei re) mentre i secondi un po' più "aperti", con vari momenti in cui i PG potenzialmente potrebbero trovarsi con più spunti contemporaneamente (come nell'avventura dello starter set, o nell'ultima Icewind Dale). Quelli Paizo sembrano essere una catena precisa di scene (scena A, poi B, poi C, ecc) mentre in quelli WotC si alternano momenti simili con altri in cui il gruppo può fare A o B o C o due o tre lettere insieme. È solo una mia impressione? Internet sembra sostenere che dietro le saghe WotC in realtà si celino dei percorsi altrettanto dritti, con la sola differenza che lasciano al master l'arduo compito di collegare i diversi capitoli. Cosa ne pensate?
      E ancora: mi sembra che quelli Paizo siano un po' tutti uguali nel loro canovaccio di base, forse a causa del "genere" (nuovi eroi nascono e salvano il mondo), anche se ogni saga ha ovviamente le sue peculiarità (alcune iniziano col botto altre in modo più classico; quasi tutte hanno delle "scene" particolari e originali, ecc). Pensate che quelle WotC siano più variegate?
      E già che ci siamo: quale gruppo vi piace di più? Perché? Quale Adventure Path del gruppo rivale pensate sia fatto bene? Perché? 
    • By Vassallo del Regno
      Salve a tutti.
      Vorrei chiedere informazioni su alcune riviste vecchie sui GDR.
      Inizio con Ferro & Fuoco.
      Mi servirebbe sapere cosa contenevano i  vari numeri,
      e ancora meglio se qualcuno ha foto delle copertine cosi da poter vedere i contenuti,
      che in alcune riviste erano riportati in copertina.
      Poi inserirò le altre appena concluso con le prime.
      Grazie a tutti.
    • By NooB4EveR125
      Ragazzi, innanzitutto buon pomeriggio/sera a tutti voi del forum.
      Volevo sapere alcuni vostri pensieri (esposti in maniera educata e più chiara possibile) sulle scelte dei master di usare uno dei due manuali di gioco.
      Io ed un mio gruppo, stiamo giocando attualmente con la 5e (da gennaio 2020). Ho dato una letta al manuale, è rispetto alla 3.5 è molto più semplificata, ma tralascia TANTE cose, ed altre sono a libera decisione del master.
      Notato anche che i personaggio arrivati al lv20, rimangono "comuni", nel senso che su pathfinder molti definiscono il raggiungimento del lv20 come EROI, e che i mostri di basso livello, non sono più una minaccia al contrario della 5e.
      Leggendo invece pathfinder (mi ricorda tantissimo la 3.5) ho notato che le subclass, sono assenti, al contrario della 5e. Però ho anche notato che hai leggermente più libertà nella personalizzazione del personaggio. Anche se come manuale può essere leggermente più macchinoso.

      Potreste darmi una delucida su queste due fazioni LETTERALMENTE separate?
      Mi sembrano interessanti entrambi i manuali, la 5e più semplice è lascia narrativa al master
      Pathfinder mi pare di capire che alla lunga il master deve mettere draghi antichi o tarrasque per rendere uno scontro equilibrato, erro?
      Spiegatemi perpiacere
    • By Hero81
      Ho creato un piccolo gioco fantasy minimale: poche regole, pochi punti ferita e magia improvvisata.
      Ho notato che i giocatori che interpretano un mago si divertono assai nell'inventare effetti sempre nuovi.
      I non maghi fanno sempre le stesse cose: alla lunga super noioso.
      Il gioco inoltre ha poco crunch: quattro skill in croce.
      Per cui guerrieri e ladri si assomigliano tutti.
      Che posso fare per dare varietà e aggiungere divertimento per i mundane?
      Un sistema di stunt in combattimento improvvisati ben fatto dove lo trovo?
       
    • By Ahrua
      In questo articolo vi riportiamo le statistiche pubblicate da Roll20 in merito all'uso della propria piattaforma nel secondo trimestre del 2020.
      Articolo di Morrus del 05 Agosto 2020
      Roll20 ha postato il suo ultimo resoconto del settore, rivelando che, rispetto al primo trimestre del 2020, si è avuta una crescita per quasi tutti i giochi sulla sua piattaforma durante la pandemia. D&D, ovviamente, rimane di gran lunga il più popolare (dal 50% al 53% dopo un calo l’anno scorso), con Call of Cthulhu e Pathfinder che lo seguono. Call of Cthulhu ha visto una piccola discesa dal 12% al 8.5%, mentre Pathfinder è approssimativamente stabile.
      (Qui potete trovare il resoconto del primo trimestre del 2020).


      Cyberpunk Red ha visto una crescita elevata, oltre il 100%, così come anche Tormenta, City of Mist, e il Year Zero Engine.

      Ecco qui la lista completa delle percentuali d'uso dei vari GdR!

      Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/roll20-rpg-usage-stats-growth-everywhere-during-pandemic.673773/  
      Visualizza articolo completo
       

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.