Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

I vecchi manuali di D&D su DMs Guild ora hanno un Disclaimer

Disclaimer: vista l'alta sensibilità del tema trattato in questo articolo (considerato Tema a Rischio, come specificato negli articoli 1.6 e 1.12 del Regolamento di Dragons' Lair), abbiamo deciso di disabilitare i commenti. Si tratta di una soluzione temporanea, che abbiamo deciso di adottare in attesa di poter introdurre una versione più aggiornata del Regolamento. Nei prossimi giorni, infatti, lo Staff di DL' si riunirà per definire nuove linee guida riguardanti proprio la discussione di argomenti simili. Nel frattempo ci scusiamo per il disagio.
 
In linea con un annuncio sul trattamento della Diversità da lei rilasciato qualche settimana fa e in riconoscimento del fatto che, rispetto a 40 anni fa (quando D&D è nato), il mondo è cambiato, la Wizards of the Coast ha deciso di inserire all'interno dei vecchi manuali di Dungeons & Dragons pubblicati sul DMs Guild un Disclaimer riguardante il contenuto in essi trattato. Tale Disclaimer ha lo scopo di avvisare i lettori di oggi che quei manuali sono figli del loro tempo e che, quindi, possono contenere idee, concetti e affermazioni che non rispecchiano i valori del D&D di oggi. Un esempio di manuale in cui è stato inserito il Disclaimer è Oriental Adventures per la 1e.
Qui di seguito potete trovare la traduzione del Disclaimer in italiano:
Ed ecco qui la versione originale:
Fonte: https://www.enworld.org/threads/older-d-d-books-on-dms-guild-now-have-a-disclaimer.673147/
Read more...
By aza

ManaDinamica – Magia ed Entropia

La magia può sembrare una cosa meravigliosa: si tratta di uno strumento in grado di fare, in prima approssimazione, qualunque cosa.
Abbiamo tuttavia già visto nel precedente articolo che la faccenda non è così semplice: infatti, per ottenere un qualunque effetto magico che sia fisicamente coerente, abbiamo bisogno di spendere energia. E abbiamo bisogno di ottenere questa energia da qualche parte.
Ma il problema non si ferma qui: ogni volta che l’energia viene trasformata da una forma all’altra, una porzione di essa sempre maggiore viene dispersa, diventando inutilizzabile per il suo scopo originario
Oggi parliamo del secondo principio della termodinamica… applicato alla magia!

Calore e movimento
Se mettiamo a contatto tra loro due oggetti a diverse temperature, il più caldo comincerà a raffreddarsi e il più freddo a scaldarsi finché non raggiungeranno la stessa temperatura.
Questo fenomeno, detto “principio zero della termodinamica”, è evidente se mettiamo un cubetto di ghiaccio nell’acqua d’estate: il cubetto si scalda, sciogliendosi, ma nel farlo raffredda l’acqua.
Quello che è accaduto è che una certa quantità di energia, detta calore, ha abbandonato il corpo caldo, raffreddandolo, per introdursi in quello più freddo e riscaldarlo.
Questo passaggio di energia può essere “imbrigliato” per ottenere movimento: le macchine in grado di compiere queste trasformazioni sono dette Motori Termici, tra cui il motore a scoppio, il motore stirling e l’immancabile motore a vapore.

Un modellino di motore stirling. Una lieve differenza di temperatura tra il sopra e il sotto della base è sufficiente per far girare la ruota.
Un motore termico ha infatti bisogno di due “ambienti”, uno più caldo dell’altro, e la sua capacità di funzionamento dipende proprio da tale differenza di temperatura.
Quando, nel mondo reale, gli scienziati, ingegneri e inventori del ‘700 e ‘800 cominciarono a studiare il rapporto tra il calore fornito a una macchina a vapore e l’energia meccanica (cioè legata allo spostamento della vaporiera) che essa era in grado di rilasciare, si accorsero che una porzione di tale energia veniva perduta.
Infatti, parte di quel calore andava comunque a riscaldare l’ambiente esterno, più freddo ovviamente della caldaia: questo implica che, se da una parte l’aria esterna circola ed è in grado di rinnovarsi, la caldaia va via via raffreddandosi e richiede sempre nuovo combustibile.
Per quanto si possano migliorare numerose parti di un motore, per esempio riducendo gli attriti (che dissipano ulteriore preziosa energia), una porzione di dispersioni energetiche dovute a questo scambio di calore sarà sempre, inesorabilmente presente.
Tale evidenza portò a una delle formulazioni del “Secondo Principio della Termodinamica”, quella di Lord Kelvin: “È impossibile realizzare una trasformazione ciclica il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di tutto il calore assorbito da una sorgente omogenea” 
Fu questa triste scoperta, l’inevitabile dispersione dell’energia, che portò gli scienziati del tempo alla definizione di una nuova grandezza fisica: l’Entropia.
Energie inutilizzabili
L’Entropia viene spesso definita come lo “stato di disordine di un sistema”, ma si tratta di una definizione che può confondere: infatti non si tratta banalmente di sistemi nei quali gli elementi siano “riposti ordinatamente”.
Due oggetti a temperature diverse e a contatto tra loro, infatti, sono ugualmente “ordinati” prima o dopo aver scambiato calore tra loro.
Quello che invece sappiamo grazie ai motori termici è che se due oggetti hanno temperature diverse è possibile usarli per generare energia meccanica, mentre questo è impossibile se hanno la stessa temperatura.
In questo secondo caso, infatti, la loro energia è stata “distribuita” tra di essi, mentre inizialmente essa era “disponibile” per generare lavoro.

Se immaginiamo le unità di energia termica come palline, esse possono essere utilizzate per produrre movimento solo finché sono separate
Badate bene che, dopo lo scambio di calore, tale energia non è stata “perduta” nel nulla: l’energia totale è conservata e così il primo principio della termodinamica, solo essa non è più “sfruttabile” alla stessa maniera.
La sua “qualità” è diminuita.
L’Entropia è, di fatto, la misura di questa “riduzione di qualità” dell’energia di un sistema.
Un’evidenza nata sia dall’osservazione naturale che dagli studi di Carnot è che l’entropia è sempre in continua, inesorabile crescita, e quindi la “qualità” dell’energia è in perenne calo.
Ciò ha portato a un’ulteriore formulazione del secondo principio della termodinamica: “in un sistema isolato l’entropia non può mai diminuire”.
Tutti i fenomeni spontanei, infatti, aumentano (o quantomeno mantengono inalterata) l’entropia del sistema: il calore fluisce da un corpo caldo a uno freddo, anche quando si cerca di imbrigliarlo con un motore, riducendo inevitabilmente l’efficacia del processo (come abbiamo già visto).
Tutti i fenomeni naturali che portano alla dispersione dell’energia sono prima o poi inevitabili: il ghiaccio fonde, gli oggetti cadono, il ferro si ossida, le pile si scaricano, le stelle si spengono e gli esseri viventi, alla fine, periscono.
Questo non significa che sia impossibile ottenere effetti opposti a quelli spontanei: abbiamo ad esempio inventato frigoriferi e condizionatori per abbassare la temperatura.
Tuttavia, tali macchinari si “limitano” a spostare il calore, ad esempio, del cibo congelato nell’ambiente fuori dal frigo, e consumano energia per farlo: parte di questa energia poi, ovviamente, non sarà utilizzabile per raffreddare gli alimenti ma verrà dispersa.
Se noi cercassimo di utilizzare la differenza di temperatura tra frigo e stanza per alimentare un motore termico, otterremmo ancora meno energia di quella necessaria per mantenere il cibo congelato.
L’energia necessaria per raffreddare un oggetto è insomma superiore a quella che si otterrebbe utilizzandolo come ambiente freddo per un motore termico: questo perché parte di quell’energia è stata dispersa proprio a causa dell’entropia.
Come per un cambio di valuta, scambiare euro per dollari avrà un costo: riscambiando indietro dollari con euro, un ulteriore costo, ci troveremmo in mano meno soldi di quelli iniziali.

Ogni trasformazione d’energia riduce quella disponibile per nella nuova forma, disperdendone inevitabilmente altra a causa dell’entropia
Inoltre, andando ad effettuare il calcolo, vedremmo che, dove l’entropia dell’interno del frigorifero è diminuita, quella del suo esterno è aumentata di una quantità superiore: l’entropia totale infatti aumenta sempre.
A seguito di un’azione su un sistema che ne riduca l’entropia ci sarà sempre un sistema più grande che lo circondi la cui entropia totale è aumentata (o al limite è rimasta identica): si dice in gergo che “l’entropia dell’universo” non può mai diminuire.
Come per i frigoriferi, anche i meccanismi degli esseri viventi riescono a mantenere sotto controllo l’entropia, a scapito tuttavia delle sostanze che espellono: gli scarti del corpo umano, se anche non fossero per esso dannosi, sarebbero comunque meno nutrienti dell’equivalente cibo necessario per crearli.
Se fossimo in grado di assimilare gli elementi nutritivi del terreno e produrre autonomamente determinate molecole biologiche necessarie per il nostro organismo, come alcune proteine, troveremmo svantaggioso nutrirci di piante e animali poiché il loro “passaggio” ha rubato energia.
Ogni trasformazione di energia ha, infatti, un determinato “rendimento”, cioè una percentuale dell’energia investita che è effettivamente utilizzabile dopo una trasformazione: il rendimento è sempre inferiore al 100% e tale perdita, dovuta all’entropia, va accumulandosi ad ogni passaggio.
Se, per esempio, della benzina viene bruciata per spingere un’automobile, tale processo è più efficiente (si ha cioè a disposizione più energia effettiva) che se tale motore fosse usato per produrre energia elettrica ed essa, a sua volta, utilizzata per alimentare un motore elettrico di un’automobile: motivo per cui le auto elettriche sono efficienti e meno inquinanti solo se ci sono scelte oculate nella produzione dell’energia elettrica.
A loro volta, i combustibili fossili come il petrolio, “fonti” di energia, non sono che l’effetto della degradazione di energie ben superiori accumulate milioni di anni fa durante la crescita, ad esempio, delle piante ormai fossilizzate e dell’azione dei batteri su di esse: l’energia spesa, insomma, per creare un albero e trasformarlo in carbone fossile è superiore a quella ottenuta bruciando quello stesso combustibile.
Per riassumere il concetto, l’entropia è la misura della degradazione dell’energia di un sistema: essa aumenta inesorabilmente a ogni trasformazione d’energia, rendendola sempre più inutilizzabile e portando spontaneamente a fenomeni come la dispersione del calore, dell’energia e la devastazione del tempo.
Gli effetti sulla magia
Ma quali effetti avrebbe l’entropia sulla magia, alla luce anche dell’articolo precedente?
Tanto per cominciare, l’energia magica disponibile sarebbe, se possibile, ancora meno.
Che sia accumulata fuori o dentro il mago, l’energia magica tenderebbe a disperdersi: sarebbe forse questo fenomeno a concedere l’esistenza di incantesimi che permettano la percezione della magia.
Questo implicherebbe, per esempio, che gli effetti magici vadano a svanire nel tempo e causino tutti quei classici eventi come l’indebolimento dei sigilli magici per trattenere chissà quale oscuro demone del passato.
Sarebbe anche molto in linea con tutte quelle ambientazioni nelle quali la magia si è via via ridotta e non sia più facile come un tempo produrre chissà quali effetti meravigliosi, un classico anche di tanti racconti  che pongono spesso le vicende in epoche successive a quelle degli dei e degli eroi: un tale sapore si respira, ad esempio, nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, nel Signore degli Anelli ma anche, da un certo punto di vista, in ambientazioni dove magia e tecnologia si confondono come Warhammer 40.000.

Ma come giustificare la presenza di antichi artefatti di ere perdute in grado di garantire immensi poteri, come quelli tipici della terra di mezzo?
Una maniera per limitare lo scambio di energia al minimo è quello di utilizzare contenitori adiabatici, che riescono quasi ad azzerare lo scambio di calore (chiaramente non è possibile azzerare completamente le perdite per un tempo infinito… proprio per colpa dell’entropia!).
L’idea di ridurre la dispersione dell’energia è ampiamente utilizzata in ambito tecnologico per materiali isolanti (basta pensare all’edilizia o ai termos) nonché per altre applicazioni come i Volani, pesanti oggetti tenuti in rotazione nel vuoto su cuscinetti magnetici in modo che non disperdano il loro movimento rotatorio (il quale viene poi utilizzato, all’occorrenza, per produrre energia).
Impedire a un oggetto magico di rilasciare energia potrebbe essere sia una maniera per allungare la sua vita sia, nell’ottica precedente, di celarne la natura.
Ma un oggetto di potere immenso in grado di durare millenni potrebbe somigliare di più a una forma di vita magica, che ottiene la sua energia dall’ambiente esattamente come le piante (entro un certo limite) dal sole.
In base a come funzioni il mana in un mondo di finzione, oggetti e creature che si nutrono di esso potrebbero ridurne la disponibilità magica in una determinata area, cosa che potrebbe portare a divertenti implicazioni.

Ma l’effetto più importante dell’entropia sulla magia è che la sua energia è ancora più preziosa: ad ogni trasformazione, infatti, viene dissipata, che sia per il passaggio dal metabolismo umano a una riserva magica, dall’ambiente circostante agli incantesimi stessi.
Gli incantesimi poi dovrebbero, se possibile, agire in maniera estremamente diretta: sollevare un masso, per esempio, dovrebbe evitare di richiedere l’apertura di un portale sul piano elementale dell’aria per manifestare una corrente ascensionale (anche se può darsi che un mero sollevamento non sia poi così facile da ottenere… ma ne parleremo oltre!).
Alla stessa maniera, una palla di fuoco potrebbe essere ottenuta separando ossigeno e idrogeno nel vapore acqueo presente nell’aria, spezzando i loro legami tra loro e ottenendo, per ricombinazione, un effetto esplosivo… ma questo richiederebbe un enorme dispendio di energia.
Perfino l’arco elettrico di un fulmine sarebbe molto più semplice da causare, ma richiederebbe comunque più energia di una punta affilata sparata magicamente sul nemico.
Diversa invece la situazione se queste energie magiche fossero presenti e pronte a svilupparsi in maniera selvaggia: in tal caso, il mago potrebbe limitarsi a gestire con perizia il flusso magico incontrollato, lasciando la dispersione energetica più grande alla fonte magica…

Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/22/manadinamica-magia-ed-entropia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.
Read more...
By aza

ManaDinamica – Conservazione dell’Energia

Uno dei problemi da affrontare, nei giochi e nella fiction in generale, dovuto all’introduzione della magia è integrare tali fenomeni all’interno del mondo per creare un contesto coerente e in qualche modo credibile.
In questa rubrica, dedicata soprattutto agli inventori di mondi (che siano scrittori o dungeon master), cercheremo di analizzare come potrebbe funzionare una magia “fisicamente corretta” ed evitare la classica domanda: “ma perché, se c’è la magia, la gente continua a zappare la terra e morire in modi atroci?”.

IL PROBLEMA ENERGETICO
Se la magia fosse fisicamente corretta, dovrebbe rispettare alcune leggi fra le quali i famosi Principi della Termodinamica (o, per l’occasione, della “Manadinamica”).
Tra questi, il primo è il cosiddetto “Principio di conservazione dell’Energia” che richiede che l’energia totale coinvolta in un fenomeno sia conservata, cioè che la sua quantità totale al termine del processo sia uguale a quella iniziale (contando, in entrambi i casi, tutte le forme di energia presente).
Ma cos’è l’Energia?
L’Energia è una grandezza fisica che descrive vari fenomeni simili capaci di trasformarsi l’uno nell’altro: l’energia elettrica usata per alimentare una stufa si trasforma in energia termica, e quella termica in un motore produce energia meccanica sotto forma di velocità (energia cinetica) e/o sollevando pesanti carichi (energia potenziale).

Ma l’energia è anche la base del funzionamento del nostro corpo: noi otteniamo energia dal cibo che mangiamo (dove è accumulata in forma di energia chimica dei suoi costituenti nutritivi) e usiamo questa energia per muoverci, respirare, pensare e per il corretto funzionamento del nostro metabolismo.
Possiamo dire tranquillamente che la stragrande maggioranza dei fenomeni che conosciamo prevede trasformazioni e scambi di energia, e la magia non può non ricadere in questo sistema: per sollevare un masso con il potere di un incantesimo, l’energia necessaria deve essere ottenuta da qualche parte.
È questo continuo richiamo al “pagamento” di energia che permette di creare un sistema magico fisicamente coerente. Non solo, l’incantesimo deve richiedere tutta l’energia necessaria per ottenere l’effetto desiderato: la generazione di temperature estreme di una palla di fuoco, la crescita di una pianta o lo spostamento di masse ingenti può richiedere una quantità estrema di energia, e talvolta anche difficile da calcolare (soprattutto quando ci sono di mezzo creature viventi o teletrasporti, ma avremo modo di parlarne in altri articoli).
Cerchiamo dunque di rispondere alla domanda: da dove proviene tutta questa energia?
MICROORGANISMI E CONDENSATORI
Una prima possibilità evidente è che l’energia possa essere ottenuta da quella del mago stesso.
Il corpo umano consuma l’energia ottenuta dal cibo per le sue attività, compresa una fetta importante (circa il 60-70%) unicamente per mantenere le funzioni vitali come la respirazione, la circolazione, il pensiero e il mantenimento della temperatura.
Un essere umano, in base all’età, al sesso e all’attività che compie, ha un consumo energetico quotidiano che può andare tra le 1500 e le 2500 kilocalorie circa: la stessa quantità di energia, espressa in Joule (l’unità di misura dell’energia nel sistema internazionale), oscilla tra i 6300 e i 10500 KiloJoule.
Se fosse possibile prendere una piccola frazione, ad esempio l’1% dell’energia di una “persona media” (8000 KJ per comodità), avremmo a disposizione 80 KJ, cioè 80.000 Joule.

Ma “quanti” sono 80.000 Joule?
Sono, ad esempio, pari all’energia necessaria per sollevare di un metro un masso di 8 tonnellate!
L’energia per una simile impresa titanica, ben lontana dalle capacità umane e facilmente assimilabile a un “prodigio magico”, è pari al solo 1% dell’energia consumata da un essere umano “medio”.
Ciò che impedisce a una persona di usare la sua energia in questa maniera è il concetto di “potenza”, cioè l’ammontare di energia che può essere emessa in un determinato ammontare di tempo. I nostri muscoli non sono abbastanza potenti da sollevare massi di una tonnellata (1000 kg) in alto di un metro, ma più che capaci di trasportare un oggetto di 10 kg per un dislivello di 100 metri: queste due azioni richiedono lo stesso ammontare di energia, ma la prima richiede molta più forza e molto meno tempo.

Se riuscissimo a rilasciare energia in tempi inferiori, potremmo letteralmente dare vita alla magia partendo dalla stessa energia dei corpi umani: ma come accumulare questa energia e rilasciarla tutta assieme?
Un mago potrebbe avere una “riserva” di energia magica che viene lentamente ricaricata dal suo stesso metabolismo e che può essere rilasciata rapidamente dando vita a effetti magici, e l’energia mancante del mago potrebbe giustificare la classica carenza di forza fisica che accomuna i maghi in molti giochi di ruolo.
Un’opzione potrebbe essere fare ricorso a sostanze prodotte dall’organismo e accumulate in appositi tessuti, come facciamo già nella realtà con i grassi, in grado di essere “bruciate” per ottenere un picco di energia.
Se invece non volessimo alterare la biologia umana, potremmo immaginarci un microorganismo simbiontico simile ai famosi Midi-Chlorian di Star Wars, in grado di sopravvivere solo in organismi molto specifici (magari in maniera simile a quello che accade con gli antigeni del sangue, solo più complesso).
Infine, il mago potrebbe ottenere energia sottraendola dagli esseri viventi circostanti, in pieno stile “rituali sacrificali” o, più semplicemente, prendendo ispirazione dalla recente serie di The Witcher.

Il rilascio dell’energia dovrebbe essere rapido, con un funzionamento simile a quello del flash delle macchine fotografiche. Le pile, infatti, non sono in grado di fornire una potenza sufficiente per il lampo: il flash, in questo caso, è ottenuto da un Condensatore, un componente dei circuiti in grado di accumulare al suo interno cariche elettriche (cioè, sostanzialmente, elettroni, le particelle che compongono la corrente elettrica) e di scaricarsi molto velocemente.
In questo modo, anche se la velocità di ricarica della pila è ridotta, il condensatore è in grado di fornire rapidamente una grande quantità di energia per il flash: allo stesso modo, un mago dovrebbe essere in grado di bruciare rapidamente la sua riserva energetica per ottenere, in poco tempo, grandi quantità di energia per dare vita ai suoi incantesimi.

Un condensatore. La vostra scheda madre ne è piena.
CATALIZZATORI
Se invece l’energia fosse ottenuta esternamente dal mago, come potrebbe egli averne accesso? E come giustificare una quantità limitata di uso di tale potere?
Sempre pensando a un consumo (almeno iniziale) di energia da parte del mago, si potrebbe ipotizzare un’interazione tra il mago e una sostanza esterna, simile alla Trama nel mondo di Forgotten Realms, grazie al quale il mago ottiene i suoi effetti facendo da catalizzatore.
In chimica, molti processi che trasmettono energia verso l’esterno (esoergodici) non avvengono spontaneamente, ma devono essere “stimolati” tramite una certa quantità di energia iniziale, detta energia di attivazione. Si può immaginare, ad esempio, che una certa reazione rilasci 5 Joule di energia, ma che la sostanza debba prima ricevere due Joule come energia di attivazione per avere inizio.
Un esempio pratico di questi fenomeni sono le combustioni, delle quali parleremo in un futuro articolo: un oggetto che brucia emette energia termica, ma ha prima bisogno di un innesco, un evento in grado di fornirgli l’energia necessaria per far partire la combustione.

Un Catalizzatore è un elemento, di solito una sostanza chimica, in grado di produrre un effetto di Catalisi, cioè di ridurre l’energia di attivazione: nell’esempio precedente la reazione potrebbe, grazie a un catalizzatore, richiedere un solo Joule per avere inizio.
Se il mago fosse in grado di agire da catalizzatore per la magia, questo spiegherebbe come mai solo i maghi sono in grado di usare tale potere, cioè perché l’energia di attivazione è troppo elevata e i non-maghi non sono in grado di abbassarla.
Contemporaneamente, se fosse sempre lui a fornire l’energia iniziale (ridotta grazie alla catalisi) si giustificherebbe anche un utilizzo limitato della magia da parte dell’incantatore.
MASSA ED ENERGIA
Un’ultima, notevole fonte di energia è la cosiddetta annichilazione della materia: la possibilità cioè di trasformare direttamente materia in energia mediante la famosa formula di Einstein.

Si tratta di una quantità di energia enorme: mezzo grammo di materia produrrebbe la stessa energia della bomba di Hiroshima.
Fortunatamente si tratta, nel mondo reale, di un processo assai complesso da ottenere: per avere una annichilazione è necessario far incontrare ogni particella del nostro materiale con la sua antiparticella. Queste ultime sono complesse da ottenere e prodotte solo da reazioni nucleari rare e altresì molto costose, in termini energetici (e non), da ottenere: all’attuale stato delle cose, il più grande apparato in grado di generare tali antiparticelle (il Large Hadron Collider, o LHC, del CERN di Ginevra) sarebbe in grado di ottenere un grammo di antimateria in… qualche milione di anni!
Tuttavia, immaginando di ottenere energia dai due processi precedenti, sarebbe forse possibile annichilire quantità di materia sufficientemente piccole da concedere comunque effetti prodigiosi… se l’antimateria fosse già presente. Infatti, produrre antimateria richiede processi molto più costosi (in termini di energie) di quanto poi riottenuto dall’annichilazione, fino a 10 miliardi di volte tanto.
Anche se, infine, essa fosse già disponibile al mago, questi dovrebbe assicurarsi di mantenere l’antimateria confinata nel vuoto, impedendogli di interagire con qualunque genere di materia, perfino l’aria: tale situazione viene comunemente ottenuta, nel mondo reale, tramite potenti campi elettromagnetici che possono risultare letali alle persone che si avvicinano troppo.

Sarebbe invece possibile ottenere parte dell’energia dagli atomi mediante fusione e fissione: in questo caso, tuttavia, la quantità di energia ottenuta da ogni atomo è molto inferiore e sarebbero necessarie quantità importanti di materiale (e il materiale giusto!), nonché condizioni peculiari di temperatura e pressione altrettanto complesse da ottenere (che richiederebbero ulteriori, drammatiche energie iniziali).
IL PREZZO DA PAGARE
Questa (relativamente) vasta serie di opzione potrebbe far pensare che ottenere energia possa essere semplice, ma si tratta di una conclusione errata.
Il mago dovrebbe indubbiamente pagare il prezzo iniziale consumando parte della sua stessa energia, energia che, se fosse accumulata in una sorta di condensatore magico, non sarebbe disponibile dell’incantatore (al di fuori del suo uso magico) e lo lascerebbe permanentemente spossato.
Se facesse inoltre da catalizzatore per una qualche fonte esterna di energia, essa si andrebbe, nel tempo, a consumare inevitabilmente la fonte di energia magica esterna proprio come i combustibili che diventano inutilizzabili dopo essere bruciati.
Infine, la stessa capacità di annichilire materia richiederebbe una grossa fonte di antimateria oppure energie tali da non giustificarne l’utilizzo, e anche l’energia nucleare si potrebbe sfruttare solo con condizioni estreme di temperatura e pressione.

E’ evidente dunque che l’idea di usare la magia per affrontare problemi altrimenti risolvibili è una mossa assai sconveniente, e che rivolgersi agli incantesimi dovrebbe essere giustificato solo da una necessità particolare e immediata.
E ancora non abbiamo parlato del fatto che non tutta quell’energia può essere utilizzata per lanciare una magia… ma per quello, aspettate il prossimo articolo di Manadinamica!
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/15/manadinamica-conservazione-energia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...

Exploring Eberron uscirà a Luglio 2020 su DMs Guild

Inizialmente previsto per Dicembre 2019, Exploring Eberron di Keith Baker - il creatore originale dell'ambientazione Eberron - ha finalmente una data di uscita definitiva: Luglio 2020. Come spiegato sul suo sito ufficiale, infatti, Kaith Baker si è trovato costretto a posticipare la pubblicazione del supplemento non solo per via del COVID-19 e di altri contrattempi personali, ma anche per darsi il tempo necessario a inserire al suo interno tutto il materiale promesso. Nonostante il ritardo, tuttavia, ora il manuale è nella fase conclusiva della sua produzione e sarà dunque disponibile a Luglio sul DMs Guild, lo store online ufficiale della WotC.
All'interno di Exploring Eberron, Keith Baker esplorerà nel dettaglio i luoghi e i piani d'esistenza di Eberron a cui i manuali del passato hanno prestato minor attenzione. E' possibile dare un primo sguardo al contenuto del manuale grazie alle Anteprime rilasciate dall'autore il Maggio scorso. Trattandosi di un manuale Terze Parti pubblicato su DMs Guild, invece, purtroppo non è possibile aspettarsi una sua traduzione in lingua italiana (a meno che la WotC decida altrimenti).
Inoltre, come rivelato dall'autore sul suo sito ufficiale:
Trattandosi di un manuale pubblicato da Terze Parti (si tratta di un supplemento realizzato da Baker e non dalla WotC), il materiale contenuto in Exploring Eberron non potrà essere considerato canone ufficiale di Eberron. Poichè, tuttavia, ogni gruppo può decidere da sé la forma che Eberron avrà al proprio tavolo (come ricordato da Baker stesso), starà ad ogni gruppo decidere se considerare valide o meno le informazioni pubblicate da Baker in questo supplemento.
  Exploring Eberron sarà disponibile sia in versione con copertina rigida, sia in versione PDF. La prima versione sarà un libro con copertina rigida premium da 8,5″ x 11″ (simile al formato dei manuali ufficiali WotC).
  Non è possibile preordinare Exploring Eberron (DMs Guild non consente le prenotazioni), quindi i tempi di consegna della copia cartacea cartonata sono di almeno 1-2 mesi, ma sarà possibile avere immediatamente la copia PDF. Prima di ordinare la versione cartacea, tuttavia, assicuratevi che su DMs Guild sia disponibile la spedizione nel nostro paese.
  Il supplemento avrà un totale di 247 pagine e conterrà 49 illustrazioni originali. Grazie a @senhull per la segnalazione.

Fonte: http://keith-baker.com/bts-exploring/
Read more...

Guidiamo assieme la DL verso il futuro

Come vi accennavamo nell'annuncio di settimana scorsa, lo Staff D'L ha ora aperto per voi un sondaggio tramite cui ci potrete fornire informazioni ed indicazioni per meglio impostare il futuro corso degli articoli del nostro amato forum. Il sondaggio resterà aperto per 2 settimane, fino al 06 Luglio.
Oltre a fornirci alcuni indicazioni generali su voi come utenti e sui giochi che più amate e giocate, vi chiederemo anche di darci delle indicazioni sul grado di interesse che potreste avere verso alcune generiche categorie di articoli, dagli approfondimenti su determinati aspetti del gioco (il che può intendere sia un'analisi di come certi aspetti sono presenti nei giochi attuali, sia una visione della loro evoluzione negli anni) ai consigli di varia natura su come gestire i vostri gruppi, le situazioni di gioco o la creazione di materiale per le sessioni.
Vogliamo potervi offrire informazioni e articoli sugli argomenti di maggiore interesse per la community e faremo affidamento sulle informazioni che ci fornirete tramite questo sondaggio per meglio dirigere il futuro corso della nostra community.
LINK AL SONDAGGIO
Grazie ancora per il supporto che ci dimostrate sempre e buon gioco a tutti!
Read more...
Bomba

Capitolo Quattro – Un percorso nella terra delle illusioni

Recommended Posts

Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) 

"Concordo anche io con Ragnar. Non sei ancora pronto per poter fare l'avventuriero o l'eroe. Bisogna che tu passi ancora molto tempo e molte esaminazioni presso l'istituto. Credo che MdC abbia fatto un errore in buona fede nel valutati competente e pronto, forse commettendo la leggerezza di paragonati a tuo fratello Malik. Questa non è una guerra, è ben altra faccenda che potrebbe certo forse diventarlo un giorno, ma che stiamo proprio cercando di impedire. Tu non hai nessuna voce in capitolo, semmai la ha Luke. Se lui si affiderà al giudizio della maggioranza e non vorrà più beneficiare del tuo aiuto, allora non potrai fare altro che andartene. Non puoi forzarci la mano ad averti con te, il tuo sarebbe un atteggiamento apertamente ostile e dovremmo reagire di conseguenza." disse con sguardo fermo mettendosi di fronte ad Efraym e guardandolo dritto negli occhi dal basso della sua statura, comunque non ridotta, verso il viso di quel mezzodrago che troneggiava su tutti tranne il fratello Malik. 

"Però per quanto sia concordo sulla sua espulsione non credo sia saggio mandarlo nel territorio delle fate. Veldrada è stata molto chiara sul fatto che lui e Forgrim potesse attraversarle solo in mia compagnia o di quella di Luke. Ho dato la mia parola e potrebbero aversene a male se non la facessi rispettare. Inoltre se lo catturassero e scoprissero anche quello che ha causato a Kat Po, per Efraym le cose si metterebbero davvero male. Non oso immaginare la furia della Dama del Lago a quel punto. Meglio mandarlo via, scortato dagli Elfi fino al confine con u altro regno confinante con Glantria in modo da evitare i domini di Lagocristallo." aggiunse rivolto a Ragnar e gli altri, come se il discorso con Efraym non la riguardasse più e non avesse più voce in capitolo. 

Spoiler

In caso di votazione, Eoliòn vota per l'allontanamento di Efraym.

 

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astrid

La ragazza passò tutta la notte sveglia, seduta accanto alla finestra, ad ascoltare la punizione e a sbirciare ogni tanto, per assicurarsi che le punizioni degli elfi non sfociassero in ben altri tipi di punizione corporale ai danni della sorella senza però farsi vedere da Kat: probabilmente non avrebbe approvato che Astrid fosse rimasta a guardare.
La mattina dopo, la rossa fu la prima ad accogliere la ninfa con un abbraccio, per poi portarla in disparte mentre cercava di accudire al meglio la sorella.
Se ne stette a guardare preoccupata Forgrym utilizzare la sua magia curativa, forse un pò dubbiosa delle capacità magiche dell'eretico del devoto di Bahamut Maledetti bastardi figli di puttana! bisbigliò rabbiosa alla vista dei lividi della sorella mentre tirava fuori l'arco Ti hanno pure levato l'arco... Tieni il mio. disse porgendoglielo E' magico anche questo, l'ho preso alle ninfe, purtroppo non fa i fulmini come quello vecchio... Al prossimo negozio lo vendiamo e cerchiamo di comprarne uno migliore. disse decisa seduta al fianco della sorella, mentre la confortava cingendole il braccio attorno alle spalle cercando di massaggiarle i punti doloranti il meglio che poteva per poi voltarsi di scatto verso Efraym alle sue parole No, E... Ragdarg, col c*zzo che resti con noi! esclamò la ninfa alzandosi di scatto Hai già fatto abbastanza danni, non ti pare?! Quindi adesso ti fai medicare da Forgrym, prendi la tua roba e te ne vai! continuò mentre si avvicinò al lucertoloide Cos'è? Adesso fai il duro?! Considerati fortunato che facciamo una votazione ad alzata di mano perché se fossimo veramente in guerra, cosa che dimostra che non hai capito assolutamente niente del perché siamo qui, saresti finito alla corte marziale da un pezzo! Dimmi Ragdarg, preferisci la corte marziale o una votazione da scolaretta? minacciò, cominciando toccare violentemente la spalla del lucertoloide con l'indice, la ninfa non ci vedeva più dalla rabbia.

@GelTheBest @REDDISH-MUSE

Edited by Plettro
  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alucard Borealis

Era rimasto sulle sue, dopo il risveglio brusco, con un immane giramento di scatole, con uno dei frammenti della spada che gli girava, quasi fischiando, intorno alla testa. Ma stette zitto e buono, andando poi a dormire, anche se dovette coprirsi le orecchie per le urla che sentiva, non le sopportava.

Quando la mattina vide lo stato della sorella, le passò immediatamente da mangiare e da bere, se l’avesse voluto ed accettato, cercando poi di consolarla abbracciandola e coccolandola guancia a guancia. @Organo84

Si avvicinò poi a Dorian un secondo.

@master

Spoiler

<<...Luke, nei tuoi sogni hai sempre avuto dettagli come tartine che dal colore insolito che lasciano inchiostro, oppure vino che poi in realtà è succo di mele? Scusa la domanda strana, ma voglio essere sicuro che...non stia cercando di metterti strane idee in testa senza fartene accorgere rispetto agli altri metodi...faciloni.>> dico con espressione leggermente preoccupata, anche se cerco di sorridergli.

<<Non sentirti in colpa per Deb, anche se credo che la strega perseguiterà lei è Vassi. È una stronz* e lo fa apposta per farti star male, per piegarti. Ci mancherebbe altro che dargli retta, no?!>> Gli appoggio la mano sulla spalla, prima di arrossire e dargli due leggere pacche alla schiena ed iniziare quasi ad andar via.

Passo a tutti ( tranne che a Damien) un panino, qualcosa da bere e da spilluzzicare, prima di prepararsi per andar via dal tempio. 

<<Grazie Padre, della vostra ospitalità.>> disse abbassando il capo e chiudendo gli occhi innanzi al sacerdore. Rimase vicino a sua sorella, per fargli da appoggio se le fosse stato necessario ( più psicologico che fisico), prima di uscire. Sia Kat che Efraym non stavano affatto bene. 

<<L’unico in guerra qui sei tu, è col cervello!>> disse con un che di rassegnato al lucertoloide @GelTheBest, con un sospiro. <<In kataiano c’è un termine perfetto per te, Dorama queeno. Non è successo niente di irreparabile o niente che non possa essere sistemato, col tempo o con gli atti. PER ADESSO però. E sopratutto, credo che semplicemente gli altri si siano stufati. Chi di proteggerti, chi di mettere apposto le tue cavolate. Chi di vederti qui. >> fece spallucce.

Edited by Zellos
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Damien Marsh (Human/Half-Fiend)

Le parole servirono decisamente a poco, e le guardie si dimostrarono fra le piu odiose agli occhi del mezzo-demone. Una luce rosso fuoco si accese nei suoi occhi, accompagnandolo fino all'abbandono nel proprio sonno ...sarebbe bello se non rivedessero piu la luce del sole.. pensò riferito alle guardie, sfiorando con un artiglio la propria lama, mentre si accomodava nel suo giaciglio. Nonostante gli avvenimenti della serata Damien non tardo ad addormentarsi, ormai stanco dal viaggio tra i diversi piani.

La mattina portò i segni di quello che era successo, sia Kat che Efraym ne tornarono martoriati e ormai la loro presenza sembrava vista di cattivo occhio da qualsiasi abitante di Fondell. Damien dopo essersi sistemato raggiunse gli altri, evitò di proferire parola con Finres lasciando ai suoi compagni voce in capitolo ....e chi vorrebbe parlarti?!... pensò ascoltando le parole dell'elfo che sapeva rendersi spiacevole come poche cose. 

Appena ebbe modo di essere lontano dalle orecchie dell'elfo Damien intervenne, anche se non propriamente per la discussione che il gruppo stava intavolando ...hai fatto un bel casino... disse guardando Efraym ...e stavolta ci è andata di mezzo pure Kat...comunque... continuò virando il discorso, e stando attento di non essere ascoltato da nessun altro che loro prima che il nostro giocherellone ci destasse dal sonno abbiamo recuperato qualche informazione.. fece una pausa per avvicinarsi a Luna e Ragnar ed abbassando il tono di voce ..a quella simpatica "donzella" gli è sfuggito un nome...visto che a voi sembra prendere piu in considerazione di tutti potete chiedere qualche informazione al nostro caro elfo per poi concludere sorridendo verso Regnar sono sicuro che una buona scusa la riuscirai a trovare...comunque il nome è Melaxes.. [ @Ian Morgenvelt @Cronos89 e per gli altri presenti ]

 

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forgrim Minyar Tanner (Umano)

 

Alla fine intervenne anche Forgrim. Non prendiamo decisioni affrettate prese dall'ira. Efraym ha troppa bontà in lui, Bahamut guida le sue azioni in modi misteriosi. Guardò negli occhi i suoi compagni. Sappiamo tutti che lui non voleva arrecare alcun tipo di disturbo e che nella sua ingenuità e spensieratezza si è messo a giocare con quegli animali. E già stato punito pesantemente per questo. Lasciate che si riprenda. Non aggiungiamo sofferenza alla sofferenza. Diamogli la fiducia. Sono sicuro che saprà ripagarla. Rivolse il suo sguardo nuovamente ad Efraym. Ora hai un nuovo debito, questa volta verso Kat. Gli tocco gentilmente la spalla per girarlo verso la donna. Lei ha pagato per colpe non sue. Credo che oggi tu abbia imparato qualcosa su di te. Sorrise. Che questa lezione ti sia di insegnamento. Nulla accade per caso.  

 

Master

Spoiler

Questo è la copiatura dello spoiler precedente (per comodità).

Spoiler

1. Guarire +8 per Kat Po e Efraym. 

2. Se la cintura della guarigione funziona senza problemi, la uso per aiutare i due. Queste sono le cariche:

 - charges: Heals 2d8 points of damage.
 - charges: Heals 3d8 points of damage.
 - charges: Heals 4d8 points of damage.

che userei tutte su di loro.

(Se servono ulteriori dettagli in merito, domani faccio un post con spoiler più specifico 🙂 

Nel caso ci sia una votazione. Forgrim vota affinche Efr. continui la missione.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Efraym, ovviamente, non poteva accettare che la realtà gli piombasse addosso: aveva un onore da principe da difendere! E dov'era questo senso della responsabilità mentre si rotolava nel fango come un maiale? La maggior parte dei suoi compagni sostenne la decisione sua e di Luna, ma Forgrym continuava a vedere del buono nel lucertoloide più scapestrato. Sono stato chiaro: "non prenderete la parola con nessuna autorità". Mi dispiace, Forgrym, ma Ragdarg ha tradito nuovamente la nostra fiducia per... nulla. Non accetto che venga a parlarmi di guerre, onore o coraggio quando ha buttato all'aria quel briciolo di dignità che gli rimaneva. E sì, faremo una "votazione da scolaretta": l'alternativa sarebbe buttarti fuori a calci senza pensarci due volte. Concluse guardando sprezzante il lucertoloide, rispondendo poi ad Eoliòn. E' un buon punto. Ma credo che la Dama del Lago accetterà una lettera di scuse firmata da Luna e da te: si tratta di un'emergenza, in fondo. 

 

Edited by Ian Morgenvelt
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaun Draconis

Si dice che la notte porti consiglio. Questo, raramente, è vero. 

Ebbene, per Shaun, ogni tanto, aveva funzionato, in passato. 

Non in questo caso, ovviamente. 

Tuttavia...

Shaun avrebbe voluto essere al posto di Kat, però le leggi del posto non glielo avrebbero permesso. La vide quindi adagiarsi vicino ad Astrid: le sorrise, come sempre aveva fatto a Lagocristallo ed all'Istituto, alzando il pollice della mano destra, e poi fece cenno ad Isilvar di raggiungerla. Di giocare con lei, se solo la ragazza lo avesse voluto. 

Spoiler

Si avvicinò poi a Deborah, inginocchiandosi al suo fianco, senza però toccarla, sussurrandole qualcosa:

Spoiler

"Sei stata super-brava, Deborah, ieri sera! 

Stanotte... non so cosa sia successo, sebbene possa immaginarmelo. E adesso abbiamo un motivo in più per trovarla.

Non ha il diritto di farti del male".

Non poteva dire "sorellina", non poteva proprio; ma lo pensó molto intensamente!

Spoiler

 

Al "processo" nei confronti di Efraym, Shaun disse ciò che credeva: "Io ti ho difeso, a Lagocristallo, Ef... Ragdarg.

E di questo non sono pentito: gli amici e gli alleati non si abbandonano mai. Eppure, tu parti sempre col piede sbagliato: accusi gli innocenti, difendi i colpevoli e non rispetti le regole.

Io non abbandono gli amici e gli alleati, Ragdarg, e non potrei pensare di lasciarti da solo in mezzo al territorio di questi Elfi, di cui non sai accettare le regole.

Ma sappi che non avrai più la mia amicizia: Kat, che conosco dalla culla, ha sofferto per colpa tua; Luke, che eravamo intenti ad aiutare, è ancora in pericolo; Deborah sembra avere patito le conseguenze della nostra incursione interrotta; gli Elfi ci considerano degli intrusi.

Ora sei solo un alleato, ma vedi comunque di non farti ammazzare. O di non combinare altre casini".

Poi guardò Ragnar e Luna: "Andiamo dove volete. Riconquistiamo questa fiducia".

Gli rimaneva una cosa da fare...

Vassilixia

Spoiler

"Lo so che pensi di odiarmi. E che le mie parole adesso non valgono niente, per te, sorellina", Shaun sorprese Vassilixia in un momento di quiete, decidendo che dovevo dirle tutto quello che pensava. Se lei lo avesse ascoltato o meno, sarebbe dipeso solo da lei stessa, a quel punto. 

"Ma non ha davvero importanza quello che credi di me, ora.

L'importante è solo questo: tu non sei un mostro, Vassia, e quella strega... lei, invece, sì che è il vero mostro.

Tu non sei un mostro e mai lo sarai! Guarda negli occhi di Do... di Luke, se non ci credi. Lui ne è la prova!

Sei dolce e buona e meravigliosa e gentile ed amabile e generosa e splendida, esattamente come lo sei sempre stata. Sempre. 

Tu sei ben più che la figlia di tua madre e di nostro padre: sei Vassilixia, capace di far perdere la testa al ragazzo più meraviglioso e gentile che io abbia mai conosciuto!

E sei la mia piccola principessa, anche se non te lo vuoi più sentire dire, come lo sei sempre stata e come sempre lo sarai, per me!

Non mi importa se credi che ti ho tradito, perché io,  personalmente, so che non l'ho mai fatto: sono ancora quello che ti portava di nascosto latte e biscotti quando tua madre ti metteva in punizione; quello che non le ha mai rivelato nessuno dei tuoi piccolo e grandi segreti. Quello che ti portava a fare le gite a cavallo, anche se odiava cavalcare: te lo ricordi? Ti ricordi tutte le mie cadute di sella? 

Io ti voglio bene, oggi come sempre, e sappi che non c'è mai stata una briciola di cedimento, in questo.

Ma, al contempo, non penso che seguire la volontà di tua madre, sulla nostra unione, sia una cosa buona, perché è una tradizione che va contro le leggi del resto del mondo, che rischia di fare del male ai tuoi futuri figli e che non ha mai preso in considerazione i nostri desideri! 

Io ti voglio vedere felice, però credo che abbia ragione papà: io e te saremmo sempre e comunque legati, ma sarebbe giusto farlo dando un futuro più aperto ed innovativo alla nostra famiglia.

E adesso, se vuoi, insultami pure, continua ad ignorarmi, odiami o disprezzami quanto credi! Fai quello che vuoi, Vassi...

Da parte mia, l'unica cosa di cui mi pento davvero, in questa storia, è il non averti saputo difendere dai miei sentimenti e dalle loro manifestazioni: ecco, lì so che avrei dovuto fare di meglio.

Mi dispiace".

Spoiler

 

 

Edited by Ghal Maraz
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

La stoicità di Kat, nonostante le ferite subite, lasciò senza parole il cacciatore cui ella lasciò la propria cura G-Grazie... disse a testa bassa, mentre la ninfa crollava infine tra le braccia della sorella più piccola. La mezza felinide, resa debole e capace solo di emettere alcune fusa, si accorse a malapena della presenza di Ragnar nelle sue vicinanze, il quale si chinò su di lei per darle qualcosa che l'avrebbe fatta stare meglio... una serie di cure tramite la propria cintura magica. Nessuno, nemmeno Damien che aveva forti precedenti nella circonvenzione di incapaci, osò disturbare ulteriormente la ninfa percossa.

x Ragnar e Kat Po

Spoiler

Ragnar cura Kat Po di 32 DANNI (3 cariche della Healing Belt)

x Eoliòn

Spoiler

E tu sarai sempre come la sorella che avrei sempre voluto rispose Dorian, sorridendo ad Eoliòn Cercherò di parlare con entrambe, una volta che saremo ripartiti. Magari per allora non mi sentirò così in imbarazzo scherzò

x Alucard

Spoiler

Le domande di Alucard, pertinenti ai dettagli del sogno visitato, trovarono la negazione di Dorian. A quanto pare l'influenza di Zaleria aveva modificato anche l'ambiente prima della sua manifestazione. Il Von Gebsatell, in compenso, fermò la mano di Alucard sulla sua spalla, il tiefling che potè sentire una stretta vigorosa sulla sua Ci mancherebbe altro disse, per poi voltarsi verso il giovane Non gli darò retta, ma spero potrai capire se non mi sentirò in colpa per tua sorella, che merita ben più di questo. Però, semmai dovrebbe essere il contrario dopo la premura che hai avuto nei miei confronti, vorrei chiederti un favore, Alucard domandò Dorian Qualora riuscissimo a mettere al tappeto Zaleria, temo che alcuni dei nostri compagni potrebbero essere troppo indulgenti e poter perfino cercare di portarla alla giustizia. E' il tipo di cosa che mia cugina potrebbe cercare di voler fare il Von Gebsatell scosse la testa Io non sono d'accordo. Posso capire l'essersela presa con me, ma non perdonerò il suo colpire Deborah e voialtri. Anche a costo di farmi odiare vorrei offrire a quella s*****a la morte più lenta e dolorosa possibile... nel qual caso potrò contare su di te? chiese.

Ben altra storia fu per il finto Ragdarg. Le giustificazioni di Efraym non parvero riscuotere molto successo tra i presenti. Se i suoi compagni non mancarono di dire la loro, l'espressione di Finres sembrava la stessa che chiunque avrebbe rivolto vedendo un meraviglioso sterco sopra il proprio giaciglio, gli occhi che si dilatarono quando parlò delle presunte “ingiustizie” locali. Dorian Von Gebsatell, d'altro canto, sembrava sul punto di estrarre lo spadone e alleggerire il lucertoloide della propria testa E i tuoi affari da sbrigare prevedono anche altre percosse e problemi a noi? Io mi sento uno schifo per come hanno solo potuto rischiare i tuoi compagni, mentre te rispondi come se la tua nottata non fosse stata niente di che e... disse, trattenendo l'invettiva che avrebbe voluto scagliare quando Eoliòn lo precedette Chiedesti alla Dama proprio di questa necessità e acconsentì. Comunque, per quanto mi riguarda, rispetterò la decisione della maggioranza si limitò a dire. Il finto Luke si mantenne quindi silenzioso, cercando di comprendere quanto stesse male Kat passando dalla migliore intermediaria, sua sorella Astrid.

Finres annuì quando Vassilixia gli porse la pergamena Ha fatto bene, può tenerla rispose senza mezzi termini. Quindi, nel momento in cui gli furono poste delle domande sull'ambiente, l'Eltear sbuffò I vari comandanti o graduati dell'esercito possono trarre beneficio dai vostri servigi, è chiaro che se trovaste la principessa Ciradyl potreste perfino incontrare il nostro onorato leader alla capitale Mael Thalor, di norma accessibile a pochi stranieri, anche se mi pare di aver capito vi siano al momento ospiti dei nobili spiegò Non chiedetemi chi, ho solo sentito voci e io cerco di non immischiarmi troppo di politica. Per farla breve, se vi servono informazioni generiche potete chiedere al corpo di guarnigione presente in qualunque degli insediamenti, andando sul sicuro in quelli più grandi come Mylmanor o Illelthyr. Non penso che qui a Fodell avrete più modo di ottenerne per un bel po' analizzò sprezzante. Quando Ragnar gli chiese una lista di oneiromanti, il sacerdote elfo inarcò un sopracciglio Sembrate molto presi da questa storia dell'oneiromanzia commentò, per poi iniziare a trascrivere di malavoglia i nomi che aveva citato in precedenza ai viaggiatori. Si interruppe tuttavia, il suo sguardo che guardò con sospetto Forgrim ed Eoliòn quando si riferirono ad Efraym con il suo vero nome...

X tutti

Spoiler

 

Checkpoint nella notte tra il 3 e il 4 febbraio con la ripartenza del gruppo, verso la meta scelta a maggioranza (e indicata in spoiler).

Le cure di Forgrim non sono state fornite in quanto non chiara la distribuzione delle stesse (numero di cariche e relativo destinatario).

Come da richiesta, è attiva una nuova votazione per il mantenimento o meno di Efraym nel gruppo, a maggioranza relativa, che scadrà al checkpoint. Data la poca chiarezza dell'ultima votazione, considererò validi solo i voti specificati in spoiler (per capirci, come fatto da Ragnar e Forgrim)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia  

Raggomitolata tra le braccia della sorella, Kat po sembrava proprio una gattina che si leccava le ferite.

Vassi le lanciò uno sguardo dolce pensando che poteva esserci lei al suo posto. Sua era infatti la responsabilità di guidare Ef ma l' aveva abbandonato per viaggiare nel sogno e lui si era nuovamente messo nei pasticci.

Ricordava ancora ciò che gli aveva chiesto la sera prima,prima di augurargli la buona notte: " mi raccomando,  è importante che le guardie non tornino al tempio per cui resta qui tranquillo " e invece ...Ragdarg dimmi la verità gli chiese mentre spendeva una carica della sua cintura per dargli un poco di sollievo, quei cani si sono eccitati per i fatti loro e tu stavi solo cercando di acquietarli, vero?  @GelTheBest

Spoiler

Una carica della healing belt  su Efraym 

Le parole di Shaun la presero invece alla sprovvista. @Ghal Maraz.

Spoiler

Era rientrata nel tempio per far su il proprio giaciglio e prepararsi alla partenza quando lui iniziò a parlarle. All'inizio aveva paura di voltarsi perché temeva di non reggere il confronto e scoppiare a piangere, ma la realtà e' che gli voleva troppo bene per tenere a lungo il broncio e inoltre le mancava suo fratello.

Se non mi volevi avresti dovuto dirmelo prima ti pare? Disse trovando il coraggio di guardarlo in faccia.

Invece non mi vuoi tu e non penso che qualcun altro possa veramente desiderarmi. L' hai detto tu stesso, credi alle parole di nostro padre e quindi anche a quel dannato trattato sulle conseguenze dell'incesto sospirò con il labbro che le tremava, anche tu mi consideri un mostro.

È vero, posso essere carina e amorevole, e infatti farò di tutto per aiutare gli altri e dare il meglio di me. Nessuno vuole rimanere senza amici, nemmeno io, ma non cercare di consolarmi per favore, è da ipocriti e non lo voglio. 

Sono felice se hai trovato la tua strada... temo però che ti toccherà dirlo a Calixtria, auguri concluse abbozzando un sorriso. 

Votazione

Spoiler

Vassilixia non intende far proseguire Efraym. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Perfino il presunto principe ebbe qualcosa da dire a riguardo Va bene bell'imbusto... pensò. Tu ti senti uno schifo, allora non dire come mi sento io, va bene? non c'era ira nella sua voce, tutto passò come un sospiro.

I sensi del lucertoloide gli permisero di notare che il sacerdote ebbe un attimo di interesse verso il suo nome, cioè il suo vero nome. Lo guardò intensamente negli occhi con aria di sfida e poi distolse lo sguardo. Forse mi conosce...

Nonostante la pletora di persone che naturalmente si fecero avanti per giudicarlo, qualcuno di mosse anche in sua difesa. @SassoMuschioso Non c'è molto da difendere Forgrim... ma apprezzo che tu mi consideri ancora di buon cuore, ce la metto sempre tutta, ma a volte è difficile. Meglio che non provarci mai no?
Apprezzò il fatto che Shaun non fosse interessato a porre sentenze, correttamente lui tirò indietro fiducia, amicizia e alcun tipo di sentimento. @Ghal Maraz Apprezzo molto le tue parole Shaun, l'amicizia è una cosa seria, non è data a tutti.
Per ultima Vassi si fece avanti, tentò di curarlo Sai una cosa Vassi? @shadizar Forse è colpa della magia curativa che le persone non imparano nulla, intendo... non ci si porta dietro il dolore... annuì alla domanda di Vassi I cani... avevano iniziato ad eccitarsi... io ne ho liberato uno, per giocarci assieme... di questo non mi discolperò mai, sono stato ingenuo... sciocco... tuttavia non perdonerò mai gli elfi per aver punito Kat con me, così come non perdonerò mai me stesso per averglielo lasciato fare... siamo l'insieme di una legge ingiusta e un idiota.

Si alzò, leggermente rimesso, le votazioni parevano essere a suo sfavore, e non voleva che gli altri lo vedessero pregare, o scusarsi per proseguire. Aveva sbagliato, ed era legittimo che loro non si fidassero più di lui. Accetterò il vostro... verdetto... Tuttavia risparmiatemi scorte e carta straccia con il vostro autografo sopra sorrise Sono un individuo libero, sceglierò la mia strada nel bosco e la percorrerò... ho trovato estremamente stimolante viaggiare, e non mi va di tornare al Von Gebsatell, e non sono neppure pronto a tornare nella Savana... si voltò solamente verso Kat, e chiuse gli occhi, abbassò la testa. 

Edited by GelTheBest

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna Bjornsdòttir

Quello che forse non ti è chiaro disse rivolto a Efraym e che tu hai tradito la fiducia di praticamente tutti e la tua missione era solo la caccia all'orsogufo. Qui stiamo parlando di questioni più delicate. Questioni che forse ti sono sfuggite scosse il capo notando che l'elfo aveva notato quel cambio di nome E si, faremo una votazione da scolaretta perchè, fosse per me, ti meriteresti cento, mille altre frustate. Hai messo in pericolo tutti quanti, hai ferito Kat e per te non provo altro che odio. Fai quello che vuoi, non firmerò nessun lasciapassare le parole della signora del lago sono legge e le rispetterò, così come qui rispetterò le leggi vigenti @GelTheBest si rivolse poi all'elfo che si era fermato Efraym è una sorta di nomignolo...una specie di appellativo che alcuni di noi usano per chiamarlo spiegò con un sorriso potrebbe darci una mappa del luogo? Vorremmo evitare di perderci o vagare per giorni e giorni senza una meta o ancora finire in una città completamente sbagliata

Votazione

Spoiler

NON intendo far proseguire Efraym

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) 

Dorian

Spoiler

"Beh, guardiamo al lato positivo: ormai entrambe sanno che hanno un chiaro posto speciale nei tuoi pensieri. Puoi giocare a carte a operate, senza temere più nulla. Entrambe mi sono sembrate lusingate, hai la fortuna di non doverti più vergognare o nascondere il tuo interesse per loro."

"Radgard, qui nessuno mette in dubbio il tuo buon cuore, non ci sognamo di pensare che tu sia agendo intenzionalmente contro di noi. Però non basta il tuo buon cuore a renderti un elemento adatto a questo gruppo ed in questo posto in particolare, al momento sei il peggior nemico di te stesso e non farai altro che creare ingenuamente altri problemi al gruppo, grossi problemi. È meglio che tu prenda la tua strada, se proprio non intendi tornare all'Istituto od alla Savana. E ti sconsiglio i domini di Lagocristallo se ci tieni alla libertà ed alla vita."

Spoiler

Eoliòn vota per non farlo rimanere. 

Eoliòn vota per Verderovere. 

 

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaun Draconis

Con Vassi

Spoiler

"Io non ho paura di tua mamma. Al massimo, potrei avere paura per te, se solo non sapessi già che tu sei l'unica persona al mondo a cui lei non farebbe mai del male. Almeno fisicamente", Shaun replicó a Vassilixia. 

"Ma togliti dalla mente che tu possa essere un mostro. Non potresti esserlo nemmeno se ti impegnassi.

Il fatto che io pensi sia meglio cercare un destino diverso non significa in alcun modo che tu sia sbagliata: vorrei solo non rischiare che i bambini che porterai in grembo possano avere delle difficoltà.

Papà aveva studiato queste cose con un'alta sacerdotessa del tempio di Pelor, ma anche questo non significa che lui non ti ami, perché so per certo che ti considera la sua dolce,  meravigliosa piccolina e che ti vuole bene con tutto sé stesso.

Vassi... io provo qualcosa di forte per Luna,  fin da quando siamo ragazzini, ma sarei disposto a mettere da parte i miei sentimenti - tutti i miei sentimenti - se servisse a te! Se il nostro matrimonio dovesse essere l'unica scelta felice per il tuo futuro, io ti sposerei comunque, anche oggi. Anche qui. Senza alcuna esitazione! Tu sei davvero la mia principessa e farei di tutto, per te. Come ho sempre fatto. Adoro vederti sorridere; amo vederti ridere. 

Eppure, non credo che serva, necessariamente, pensare in questi termini, sorellina...

Guarda D... guarda Luke!

Gli si illuminano gli occhi, quando ti parla! A lui, che potrebbe scegliere tra tutte le donne di due interi regni! Ma i suoi occhi prendono vita per te...

Vassi, tu sei dolce e generosa e forte e piena di vita e bellissima: non hai certo bisogno di quel bustino delle Ninfe per dimostrarlo! Ma non è il nostro matrimonio, scelto da tua mamma, a definirci, lo capisci?

Lo capisci che Cal pensa che, se non sarò io e se non sarà un regnante maggiore, tu dovresti andare con papà?

Capisci che questo circolo va interrotto?

Capisci che tu sei perfetta, ma i nostri eventuali figli potrebbero stare male?

Io non voglio questo, per te. Io ti voglio sapere per sempre felice... come durante i nostri picnic nella foresta. Ed anche di più.

Voglio solo questo", Shaun concluse, facendo poi per abbracciarla, ma lasciando a lei la scelta. 

Spoiler

 

DM

Spoiler

Shaun vota per tenere Efraym, pur mordendosi la lingua nel farlo. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kat Po

Anche quando Astrid @Plettro si alzò per inveire contro le parole di Efraym, anche quando Ragnar @Ian Morgenvelt le si avvicinò per curarla di una parte delle ferite, anche quando Shaun @Ghal Maraz le fece avvicinare Isilvar per giocarci… Kat rimase a terra, completamente esausta, ben poco volenterosa di parlare o di ascoltare i discorsi degli altri.

Appena Astrid tornò a ricominciò ad abbracciarla, si mise leggermente su, continuando a fare le fusa e allungando il braccio verso Isilvar per farlo salire sul suo braccio. Teneva al fianco l'arco che le aveva dato la sorella, sentendo la mancanza del proprio sotto le dita e nel mentre accarezzava le piume del petto di Isilvar.

Non aveva voce in corpo… Non sapeva cosa dire o cosa fare… Era stanca… Era delusa di aver abbassato così la guardia ed aver fatto un casino. Se Efraym non l'avesse imbarazzata e non avesse deciso di coricarsi questo non sarebbe successo.

Spoiler

Kat vota per fare restare Efraym perchè pensa che non sia colpa di lui ma di lei

Ah, giusto per chiarezza, io personalmente voto per Verderovere ma Kat segue il gruppo indipendentemente

 

Edited by REDDISH-MUSE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Malik Al Rasul (Lucertoloide Mezzo-Drago di Ottone)


La battaglia con Zaleria era pronta a cominciare, Malik era pronto a scattare e colpire , quando il mondo circostante vorticò nuovamente. Si ritrovarono di nuovo tutti insieme intorno al principe.

Ci mise poco a rendersi conto della situazione. Esattamente quello che non sperava, ma che purtroppo su aspettava. Si affacciò alla porta del canile, la situazione era peggiore di quello che poteva pensare. Le guardie, già di loro poco pazienti ed inclini alle buone maniere, avevano visibilmente perso quel minimo di rispetto verso di loro, specialmente  nei confronti di chi reputavano troppo diverso e strano. Ne fece le spese anche Mulroht, che si era proposto di risparmiare la punizione a Kat, sostituendosi a lei.

Il loro comportamento, lo scoraggiò a provare qualunque tipo di intervento, nonostante fremesse per poter fare qualcosa e salvare almeno la ninfa dall'ingiusta punizione @REDDISH-MUSE. Malik sfogò la sua frustrazione sullo stipite della porta, che riportò i buchi degli artigli, mentre quest'ultimo lo stringeva fino a farsi sbiancare le nocche.

La questione lo condizionò a tal punto che non partecipò nemmeno al conciliabolo indetto da Vassi nel mentre. Si limitò a sedersi da una parte, con la schiena poggiata ad una delle panche, mentre continuava a lavorare sulla piccola scultura in legno, cercando di concentrarsi su altro.
Alternava il suo sguardo tra il suo lavoro, la porta che dava all'esterno e da cui provenivano le grida e i rumori del pestaggio e Astrid @Plettro con la quale condivideva la sofferenza e l'angoscia per la sorte toccata a Kat per colpa del fratello. Già Efraym...
Il fratello fu un pensiero costante durante tutta la serata, il lucertoloide non sapeva veramente come comportarsi con lui. Era sicuro che dopo questa ennesima faccenda, il gruppo avrebbe nuovamente messo in discussione la presenza di Efraym nella missione.
Malik non sapeva veramente come comportarsi, ad essere sincero se si fossero trovati in una situazione come quella di Lago Cristallo, la scelta sarebbe stata molto più semplice, ma per quanto suo fratello avesse creato quasi solo problemi, non se la sentiva di lasciarlo da solo in quella situazione, quasi sicuramente si sarebbe fatto ammazzare. Allo stesso tempo era abbastanza evidente che farlo continuare con loro sarebbe stato un potenziale pericolo per tutti.
Con la testa piena di questi pensieri, Malik si addormentò a notte fonda e senza quasi accorgersene.

La notte passò e la mattina lo trovò addormentato, con la statuetta fra le gambe e la coperta addosso. Si alzò dirigendosi all'esterno. Si rese conto di essere l'ultimo ad essersi mosso. Evidentemente la notte era rimasto sveglio più di quanto non pensasse. La scena che si presentò di fronte a lui era veramente insopportabile.
Si rese però conto che quello che più lo infastidiva e lo faceva soffrire, non era suo fratello con la faccia gonfia e le frustate sul corpo, piuttosto quello di essersi attardato e non aver potuto aiutare Kat. L'avrebbe voluta, sollevare, prendendola fra le braccia e facendola sdraiare per facilitarle il riposo e il recupero, tramite le cure fortunatamente prontamente fornito dagli altri.

La vide raggomitolarsi di fianco alla sorella e il desiderio di avvicinarsi ed abbracciarla si ripresentò nuovamente. Per la prima volta la vedeva così piccola e indifesa. Una sensazione strana, così lontana da come la ninfa si mostrava di solito. Il suono delle fusa di Kat lo ipnotizzò per qualche secondo. 
L'incantesimo però fu rotto dalla voce del fratello. Mai come in quel momento Malik stava riuscendo a mal sopportare il suo continuo blaterare. Si sorprese a pensarlo, mentre continuava a sentire la sua voce, senza però quasi ascoltare le sue parole. Una sorta di fischio sordo, come quello delle teiere in ebollizione, rendeva difficile seguire la conversazione. @GelTheBest
Chi avesse guardato Malik in quel momento lo avrebbe visto imbambolato in direzione del fratello, con gli occhi persi nel vuoto, come se non riuscisse a mettere a fuoco quello che aveva davanti a se. Il fischio scomparve e le cose tornarono definite, quando il lucertoloide cominciò a muoversi verso il fratello " Un'Idiota... Un completo idiota... " furono le prima parole che pronunciò a mezza bocca, con un tono sprezzante e acido, dopo quasi giornata di silenzio.
Un filo di fumo gli usciva dalle narici, raramente era stato così infuriato come si ritrovava ad esserlo ora " Ti rendi conto di quello che hai fatto? " rincarò la dose, indicando la ninfa felinide, mentre si metteva di fronte a lui spostando chi si fosse trovato in mezzo " Sicuramente NO! " erano oramai faccia a faccia, pochi centimetri li dividevano " Altrimenti per la prima volta da quando siamo partiti, avresti almeno la decenza di tapparti quella c**ZO DI BOCCA! "

Le distanze erano oramai azzerate e Malik stava spingendo il fratello. Prima con il corpo, ora con le mani e a volte con la testa, quando queste venivano a contatto " Continui a parlare, continui a dare responsabilità ora alle leggi, ora ai regnanti.. Alle circostanze avverse o alla presunta cattiveria ingiustificata delle persone, ma la sai una cosa... C'è un unico fattore comune in tutte queste situazioni e SEI TU! " aveva finito di spingere Efraym solo perché questo era arrivato spalle al muro " E per l'ennesima volta ci hanno rimesso gli altri per colpa tua e delle tue stupidaggini! " si fermò e per la prima volta lo guardò negli occhi, ma con rammarico e tristezza, oltre che con rabbia 
" Nonostante tutto questo, non sai quanto mi dispiaccia dover dire quello che sto per dire...  Non sei in grado di proseguire questo viaggio e non dovresti farlo! " detto questo si voltò, chiudendosi nuovamente nel mutismo.

Andò verso la sua cavalcatura, preparando le cose per la partenza, quindi attese che gli altri fossero pronti mentre continuava ad intagliare la sua scultura e osservava Kat, non perdendola mai di vista per troppo tempo.

@Bomba

Spoiler

Malik vota per NON far restare Efraym nel gruppo

Artigianato +8

 

Edited by Redik
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forgrim Minyar Tanner (Umano)
 
Forgrim intervenne a separare i due fratelli. BASTA. Si mise fra i due. Non incomincerete una rissa in casa d'altri. Ciò che è successo e successo.... inoltre non possiamo farlo andare dove vuole. Efraym continuò ignorando lo sguardo sospettoso del sacerdote come se l'utilizzo dei due nomi fosse normale non puoi andare da nessuna parte da solo: è troppo pericoloso....e poi sai che abbiamo bisogno di te per la caccia.
Malik continuò rivolgendosi all'altro fratello, capisco ciò che intendi e sono sicuro che le capisce anche tuo fratello. Sei preoccupato per lui e per il suo carattere indomito e coraggioso. Ma non è questo il momento per spiegare le tue ragioni coi pugni. Potrai farlo dopo quando si sarà completamente ripreso. Non mi opporrò a queste vostre usanze, sebbene le consideri barbare e inutili. L'umano si stava alterando. Stiamo perdendo tempo inutilmente.
 
 
Master
Spoiler

- Voto per far continuare Efraym.

-  specifico l'uso le cariche della cintura per curare Efraym quanto basta.

Queste sono le cariche:

 - charges: Heals 2d8 points of damage.
 - charges: Heals 3d8 points of damage.
 - charges: Heals 4d8 points of damage.

[Curo di 6d8 Efraym]

 

Edited by SassoMuschioso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Gente si susseguì dando la loro opinione più o meno irrilevante sulla faccenda. Il tema era sempre lo stesso: la fiducia tradita, ciò che era successo a Kat...

Il fratello però si scaldo in particolare @Redik tanto da arrivare ad un confronto fisico che per poco non sbocciò in una rissa tra i due Non parlarmi di Kat, Malik! So la mia colpa, ma so anche che se non fossi stato legato avrei gonfiato di botte l'stolto con il bastone! Poi avrei gonfiato di botte anche il lucertoloide idiota legato vicino, ma ti assicuro che per finire con il tizio con il bastone ci avrei messo del tempo! inspirò ed espirò, una nube di vapore lasciò le sue narici, ruggì in direzione del fratello e le sue iridi lampeggiarono rossastre. A farlo smettere non fu tanto Forgrim, scattato in sua difesa, quanto Kat @REDDISH-MUSE la quale pareva essersela presa più con se stessa che con il lucertoloide. Sembra che non abbia ancora finito di prendersi colpe non sue... e temo che anche questa volta parte della colpa sia mia... 

Kat... non è colpa tua, è tutta colpa mia... disse con calma Però sapere che ancora tu hai un barlume di fiducia in me è l'unica cosa che è importante per me adesso... non pareggerò mai il debito con te... abbassò lo sguardo ancora una volta, sorrise Un giorno spero di poter dire che cosa come questa appartengano al passato. @SassoMuschioso Tranquillo For... non sarei da solo... avrò Flopsy con me... accarezzò la schiena dell'amico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Damien Marsh (Human/Half-Fiend)

La situazione tra il gruppo si scaldò velocemente, le parole di Efraym, dopo tutto quello che aveva fatto, fecero perfino infuriare suo fratello ...tra moglie e marito non mettere il dito..varrà lo stesso per i fratelli immagino... pensò divertito dalla scena che era nata. Ehm...Forgrim, puoi evitare di urlare.. disse toccandosi l'orecchio per recuperare l'udito perso al suono del suo Basta! l'ultima volta che hai urlato non è andata bene, io eviterei fossi in te concluse ironicamente comunque, riguardo questa questione continuo guardando Efraym non so se sei ingenuo o stupido esordi con tono ironico, essendo molto lontano dall'essere arrabbiato quando ti dissi di comportarti come meglio credevi non immaginavo che potevi arrivare a tanto..sai cos'è il fatto Ragdarg, è che finché con le tue azioni comprometti la tua vita, tipo che ne so parlare con dei giganti assetati di sangue ok, contento te...ma stavolta ci ha rimesso anche Kat per le tue azioni, e la prossima volta potrebbe andare peggio.. disse con tono analitico come ho detto sono sicuro che non vuoi far "scoppiare una guerra" ma a questo punto credo che non te ne renderesti neanche conto in caso...sono sincero sarei stato curioso di vedere cos'altro avresti combinato, ma a questo punto credo che sia meglio che torni indietro...e fidati è meglio anche per te, senno qua a continuare cosi ci muori sicuro  concluse accennando un sorriso, mostrando molta piu tranquillità in confronto a gli altri compagni di viaggio.

Voltandosi verso gli altri concluse Quindi?! Prossima tappa Verderovere? questo orsogufo guarda un po fin dove ci ha portato concluse con un sorrisetto ironico.

Spoiler

A malincuore voto per non far proseguire Efraym.

Per il viaggio il mio voto va in direzione di Verderovere

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Sarebbe un vero onore. Disse al sacerdote quando questo nominò la possibilità di essere ricevuti a corte, mentre già pensava a ciò che avrebbe potuto fare in un luogo come il palazzo della famiglia Glinrora. Sarebbe stato divertente mettere in scena un concerto dei Sinners davanti alla nobiltà elfica, anche solo per vedere le loro espressioni di fronte ai pezzi più... "interessanti" del loro repertorio. Luna giustificò al sacerdote l'errore di Forgrym, lasciandogli quindi terreno libero. Lasciare le cose a metà sarebbe sconveniente, non concorda? Ammetto di essere incuriosito da questa vostra arte: non penso che avremo ancora l'occasione di parlare con un esperto in materia. Disse al sacerdote, sperando che questo terminasse di compilare la sua lista. Ascoltò intanto i dibattiti tra il resto del gruppo ed Efraym, osservando stranito la furia di Malik: non era da lui lasciarsi cadere preda dell'ira. In fondo ha visto Kat distrutta per colpa di quell'idiota... Lo capisco, in un certo senso. Sei deciso a farti ammazzare? Non che sia un problema per il sottoscritto, sia chiaro. Chiese sarcastico "all'imputato", scuotendo poi la testa: aveva già espresso il proprio parere sulla faccenda e buona parte dei suoi compagni era dalla sua parte. Iniziamo a prepararci, a breve dovremo partire. Aggiunse prima di avvicinarsi a Deborah, per assicurarsi che stesse bene. C'è per caso qualcosa che non va, sorellina?

Spoiler

Master

Spoiler

Anche Ragnar vota per Verderovere

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deborah Borealis(Tiefling Burattinaia del Terrore) 

Madnyss & Sorrow(Burattini)

Quanto odio... Se non fosse stato per quel maledetto casino... Se la strega fosse riuscita nel suo intento e quel pagliaccio di principe non avesse rovinato tutto. Non poteva nemmeno ricorrere alla magia ed agli incantesimi preparati apposta per respinge gli incubi, vista la sorveglianza aumentata per quella notte. Sentirsi schiacciata dal proprio peso, immobilizzata ed impotente dinanzi ad una creatura alla quale avrebbe normalmente risposto "fuoco col fuoco". E da tutto ciò la Borealis non fu nemmeno impressionata dall'operato di Zaleria. Le immagini che le mostrava non scalfivano minimamente la contorta psiche della tiefling, anzi le trovava noiose... L'unica cosa che realmente che fu in grado di adempiere la fattucchiera fu rubare il sonno alla Burattinaia, oltre che a farle percepire un acuto dolore alle ossa... Madnyss e Sorrow si erano stretti al capezzale della loro padrona la notte, preoccupati per lei... Ma insicuri, poco fiduciosi di chiamare gli altri...

Quando giunse il mattino lo stato del viso della Borealis era decisamente provato. Dorian si rivolase con preoccupazione alla strega, la quale ebbe bisogno di qualche istante per elaborare la domanda postale e formulare una risposta. Urhh... Non mi ha fatto dormire... Era fastidiosa quanto un insetto che ronza la notte attaccato alle orecchie... Non è stata nemmeno in grado di farmi impressione... Deborah sentì il bisogno di portarsi una mano davanti al viso per sbadigliare, per poi concludere. Ma nessuno mi ferisce senza permesso e la fa franca... La mia giustizia cadrà anche sulla sua testa, ormai è una questione ora è personale. Strinse debolmente il pugno destro al vestito scuro. Non mancò molto che Alucard si prese un po' cura di lei. Grazie fratellino... Il fratellone Aucard è sempre caro... Aggiunse Sorrow accucciato sul grembo della Borealis... Shaun si avvicinò anche lui per parlarle, sussurrandole qualcosa... La strega ebbe modo di rispondere a sua volta. 

Shaun

Spoiler

Grazie... Mormorò chiaramente stremata. Il suo non è fare del male, ma dare fastidio... Non ha la minima idea di cosa vuol dire la parola paura... Gli occhi color ghiaccio della strega si socchiusero, l'espressione dura. Le insegnerò cosa sia davvero un incubo... 

Osservò con curiosità perfino Ragnar, preoccupata per le sue condizioni... Ho un forte mal d'ossa... Credo sia dovuto a ciò che mi ha fatto nel sogno... Ma posso comunque muovermi, senza impedimenti... 

Non molto dopo il frastuono di quel risveglio la Burattinaia cercò di mettersi ad elaborare gli incantesimi per quella giornata che l'aspettava, ma non appena aprì il libro sentì la testa pulsare, divenire pesante, la concentrazione incostante... Uh... Non ho usato molto ieri... Mi arrangerò con cio che ho. Nel frattempo il gruppo finì per stagnarsi intorno alla questione di Efraym... Era chiaro che le violenze subite, sia lui che Kat, erano una conseguenza del suo essere un demente... La strega commentò meramente la questione, non volendo sprecare più fiato di quanto non avesse già fatto. Non ci servi. Torna a casa, è meglio. Madnyss, seduto sopra una spalla della padrona sorrise malignamente. IHIHIHUHUH, te lo meriti. Sei stato inutile fino ad ora, se ti avessero usato come borsetta saresti valso a qualcosa, UHAHAHAHAHA! Spanciò il pupazzo fino a cadare sul pavimento. 

Tuttavia la tiefling aveva qualcosa da dire rivolta a tutti. Ascoltate, a parte ciò che è già emerso nel reame dell'incubo ho avuto modo di capire la personalità di questa Zaleria... È una grande stronz*! UHAHAHIHUHAHAH! A parte quello, è una donna sicura di se e che crede nei propri mezzi, vanitosa del proprio potere e le piace che ciò venga notato... Egocentrica al punto di cadere vittima delle sue stesse parole. Ma è anche molto suscettibile alle provocazioni... Soprattutto se la si prende in giro riguardo alle sue abilità nella magia... La nottata me ne ha dato una conferma. Deborah si portò al viso una mano per sbadigliare, per poi massaggiarsi, mentre sopra le sue spalle sia Sorrow e Madnyss avevano cominciato a massaggiarle il collo. Quanto stress... Commentò il piangente. Io suggerisco di dirigerci a Mylmanor. È il luogo più vicino sulla carta e così avremo modo di poter iniziare le nostre ricerche con probabile minor fretta... 

X DM

Spoiler

-No Efraym 

-Andare a Mylmanor 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.