Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Regole per Mostri Mitici dal manuale di Theros

Articolo di J.R. Zambrano del 15 Maggio
Il nuovo manuale Mythic Odysseys of Theros promette di includere molto materiale mirato a rendere il gioco di Dungeons & Dragons qualcosa di più simile ai miti greci che hanno ispirato l'ambientazione. Ne abbiamo visto alcuni frammenti nella forma di doni sovrannaturali che danno poteri extra ai personaggi iniziali, e negli artefatti che rappresentano le armi degli dei in persona, che aspettano di essere impugnate da eroi potenti quanto i semidei.

Ma oggi, daremo un'occhiata a come sono le regole dall'altra parte dello Schermo del Dungeon Master. Una delle più eccitanti nuove possibilità annunciata per questo manuale è il sistema per creare Mostri Mitici. Un sistema di regole applicabile a qualsiasi creatura mostruosa per renderla molto più pericolosa, così da offrire la sensazione di stare combattendo una creatura venuta fuori dalle leggende. Andando oltre le Azioni Leggendarie, queste nuove regole potrebbero finalmente dare la possibilità a D&D di avere delle "boss fight" degne di questo nome. Le regole in questione sono state mostrate in un'anteprima generica su Dragon+.
Tratto da Dragon+


Sembra proprio che abbiano fatto loro il vecchio detto "il modo migliore per combattere una creatura grande, grossa e cattiva è quello di dividerla in due". Questo assomiglia molto al metodo di AngryGM per creare gli incontri con i boss, ed è un'ottima notizia, quel sistema ha molto senso, meccanicamente parlando, se volete separare il combattimento in due fasi distinte. Per esempio un'Idra, dopo essere stata abbattuta, potrebbe diventare un'idra a più teste, o un dio/dea potrebbero avere un'espressione più irata quando si entra nella seconda fase.

Sappiamo tutti che i Kraken saranno una grossa parte dell'ambientazione e, dopo aver visto i mostri nelle immagini precedenti, avrete capito che in generale questo manuale vuole aumentare il livello di potere nel vostro gioco. Dunque terremo gli occhi aperti per vedere esattamente come funzioneranno queste regole, ma, nel frattempo, tenetevi pronti per il massacro mitico.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/05/dd-mythic-odysseys-of-theros-monster-rules-reveal.html
Read more...
By aza

Armature vs Armi da fuoco rinascimentali – Historia

ATTENZIONE: Questo articolo è la seconda parte del precedente sulle armi da fuoco: prima di proseguire la lettura, potete mettervi in pari cliccando qui!
Abbiamo visto come le armi da fuoco siano apparse clamorosamente nei campi di battaglia dell’europa di metà ‘300 e nei secoli successivi si siano affermati anche nelle loro forme “manesche” (cioè utilizzabili da una persona sola, “a mano”, come un archibugio).
Questo però non ha portato a un’immediata scomparsa delle armature, e anzi per secoli esse hanno continuato a prosperare fornendo spesso una protezione importante a chi le indossava, persino contro i temibili archibugi. Ma come hanno fatto?
Andiamo a scoprirlo insieme!
FERRO E ACCIAIO

Ricostruzione di altoforno rinascimentale, Deutsches Museum (Foto CC0)
L’acciaio è una sostanza metallica, una lega di Ferro e Carbonio. Per quanto la sua invenzione sia comunemente associata all’età moderna, in realtà nella lavorazione alla forgia del ferro, il carbonio presente nel carbone della forgia stessa va a legarsi con il ferro formando uno strato superficiale di lega ferro-carbonio. L’effetto di questa lega può essere di vario tipo, come andremo a vedere, in base alla percentuale di carbonio e ai metodi di raffreddamento di questo. 
Significa comunque che, in un certo qual modo, si hanno le prime armi e armature costituite parzialmente d’acciaio sin dall’età del ferro.
Pensare inoltre che, nell’antichità, si usasse come materiale di partenza il ferro puro è un’imprecisione: la maggior parte del ferro, infatti, si otteneva dalla fusione dei minerali ferrosi attraverso una fornace, operazione che lasciava sempre delle inevitabili impurità nel metallo.
Alle temperature della fornace, infatti, il ferro non si liquefà mai del tutto, ma viene in qualche modo a “colare” dalla pietra in una sostanza viscosa che si porta inevitabilmente dietro impurità della roccia d’origine.
Le caratteristiche della fornace, oltre a determinare la qualità del metallo finale, limitano anche la quantità di materiale ottenibile in un singolo processo.
Si tendeva, infatti, a partire da un’unica massa di metallo per costruire oggetti poiché saldare più pezzi metallici avrebbe portato a caratteristiche fisiche peggiori.
Per ottenere singole masse di metallo maggiore, tuttavia, sono necessarie fornaci più grandi che richiedono a loro volta temperature maggiori non banali da raggiungere!
Per amor di completezza, anche se non tratteremo qui l’argomento, sono state prodotte invece nel medioevo lame d’acciaio di altissima qualità ottenute battendo insieme lamine metalliche diverse in quello che è comunemente noto come “acciaio a pacchetto” o “acciaio di Damasco”.

In “Ryse: Son of Rome” il protagonista indossa una tipica Lorica Segmentata.
Nel mondo antico, l’impero romano aveva costruito delle fornaci più grandi e calde, necessarie per ottenere lamine abbastanza grandi da costituire le piastre della Lorica Segmentata: l’armatura a piastre più famosa del periodo pre-medievale e che tutti noi identifichiamo oggi come la classica protezione del legionario imperiale.
Tuttavia la lenta fine dell’impero e l’abbandono di tali corazze in favore della più economica Lorica Hamata, a tutti gli effetti un cotta di maglia, portarono al disuso di tale tecnologia.
La capacità di ottenere piastre di dimensioni considerevoli tornò in auge con l’invenzione, verso la metà del ‘300 (ma diffusasi successivamente), dell’altoforno, una fornace in grado di raggiungere dimensioni e temperature capaci di fondere completamente il ferro.
Oltre a permettere di ottenere agglomerati metallici di dimensioni considerevoli e molto più poveri di impurità, l’altoforno produce una lega di ferro ad alto contenuto di carbonio, chiamata ghisa.
A differenza del ferro, che deve essere battuto per essere lavorato, la ghisa, trovandosi allo stato liquido quando esce dall’altoforno, può essere versata in uno stampo per produrre lavorati per fusione, in modo simile al bronzo.

BOOM! (Assassin’s Creed: Brotherhood)
Tuttavia questo tipo di lega, pur essendo usata all’epoca per la creazione di cannoni e relativi proiettili, è inadatta alle altre armi e armature poiché troppo fragile (come vedremo dopo).
Per ottenere invece un materiale lavorabile e adatto a tali armamenti, la ghisa veniva soggetta a un successivo trattamento di raffinazione, nella quale veniva nuovamente riscaldata in un ambiente ricco di ossigeno: in questa maniera, oltre a eliminare ulteriori scorie, parte del carbonio presente nel materiale si legava all’ossigeno formando anidride carbonica e abbandonando il metallo.
Questo processo forniva come risultato una lega di ferro con percentuale di carbonio inferiore al 2%, cioè quello che noi chiamiamo Acciaio!
PROPRIETA’ MECCANICHE
Due sono le proprietà meccaniche dell’acciaio che ci interessano: la sua Durezza e Tenacità.
La durezza è la resistenza, da parte del materiale, alle deformazioni: essa dipende sostanzialmente dal tipo di struttura che assumono gli atomi in toto all’interno del metallo.
Abbiamo già parlato di materiali duri in questo articolo sulle proprietà fisiche di armi e armature
La presenza di carbonio all’interno del ferro è in grado di raddoppiare la durezza rispetto al ferro ricco di scorie ottenuto mediante la fornace: per aumentare ulteriormente tale proprietà è necessario temprare il metallo, ovvero regolare come esso si raffredda dopo aver raggiunto una temperatura sufficiente a “riorganizzare” la struttura interna della lega.
Nel medioevo era uso comune una tempra non rapidissima in grado di formare un acciaio duro 3-4 volte il ferro ottenuto dalla fornace: è possibile invece temprare rapidamente il metallo, formando un acciaio estremamente duro, fino al doppio del precedente.
Tuttavia, questo tipo di tempra rischia di rendere l’acciaio fragile ed è dunque inadatto ai nostri scopi.
Ma cos’è la fragilità?

Perfino le armi più dure possono rompersi – Narsil, dalla trilogia del signore degli anelli
Un materiale si dice fragile se è facile spezzarlo: l’esempio classico di materiale duro e fragile è il vetro, che è difficilissimo da deformare ma si rompe con facilità.
La capacità di resistere alla rottura di un materiale è detta Tenacia ed è la caratteristica più importante per le armature: infatti la tenacia di un metallo definisce quanta energia è necessaria per perforarlo.
Questa energia dipende dalla qualità del materiale: un acciaio con un contenuto di carbonio dello 0.85%, ad esempio, ha una tenacia fino a 3-4 volte maggiore rispetto a quella del ferro di bassa qualità.
ENERGIE DI PENETRAZIONE
Per calcolare l’energia necessaria per penetrare una piastra di un’armatura entrano in gioco i seguenti fattori:
la forma dell’arma usata; lo spessore della corazza; la qualità del metallo; l’angolo con il quale il colpo incide sulla corazza. Partiamo dalla prima: come già detto nell’articolo sulle proprietà delle armi e armature (che trovate qui), la forma dell’arma, o meglio, della parte dell’arma che colpisce l’armatura definisce la pressione che essa è in grado di impartire: minore la superficie di contatto, maggiore è la pressione, minore è l’energia necessaria per perforare un materiale.
Si capisce dunque subito che le frecce, pur avendo energie decisamente inferiori a disposizione, sono molto più efficienti dei proiettili, che all’epoca consistevano in delle semplici sfere metalliche (da cui “pallottola”), e anche le lame, per risultare efficaci contro le armature, devono essere il più piccole possibili.
Mantenendo dunque il nostro studio unicamente sulle armi da fuoco, andiamo a vedere quanta energia serve a una pallottola per perforare una corazza.
Una stima delle energie a disposizione per vari tipi di armi da fuoco è stata fatta nella prima parte dell’articolo che trovate qui
Se partiamo ci riferiamo ancora una volta all’appendice di The Knight and the Blast fournace, partendo da una corazza spessa due millimetri di acciaio di buona qualità vediamo che servono poco più di 800 J affinché un’arma da fuoco perfori una simile corazza: immaginando di poter aggiungere 150 J extra per perforare ulteriori protezioni sottostanti (come imbottitura e cotta di maglia) vediamo che una tale armatura è ben lontana dal proteggere da un colpo di archibugio a distanza ravvicinata.
Tuttavia, una simile armatura ha ampio spazio di manovra per quanto riguarda il suo spessore.
L’energia necessaria per perforare un’armatura cresce come il suo spessore elevato alle 1.6: in pratica, raddoppiare lo spessore triplicherà (all’incirca) l’energia necessaria per perforare l’armatura.
Vediamo dunque che la stessa armatura spessa 3 mm richiede quasi 1900 J per essere perforata e un esorbitante 3800 J se portata a 4 mm, ponendo quindi il cavaliere al sicuro anche dai colpi dei primi moschetti!

Armatura da corazziere del ‘600, Morges military museum
Queste spesse armature, tuttavia, risultavano estremamente pesanti e furono in uso principalmente dopo il ‘600: infatti, con l’avvento degli eserciti nazionali, i vari regnanti cominciarono a ricorrere ad armamenti di massa, producendo corazze più spesse ma di qualità inferiore, riducendo l’energia necessaria a perforarle a un 50-75% di quella di un buon acciaio: queste armature, più che assicurare una protezione totale contro i nemici, servivano a ridurre il rischio di morte di un proiettile sparato da lontano.
L’estremo peso di queste protezioni portò a produrre armature complete solo per la cavalleria, andando a creare la figura del corazziere, cavaliere pesante con armi da fuoco, mentre la fanteria andò pian piano a ridurre l’armatura a pochi pezzi, principalmente il busto e l’elmo.
Un’altra opzione era ovviamente puntare su acciai di qualità migliore: i più raffinati potevano aumentare di un ulteriore 50% l’energia necessaria alla penetrazione, rendendo ad esempio la precedente corazza a piastre da 2 mm impervia ai comuni archibugi.
L’ultimo elemento da tenere in conto è l’angolo di incidenza tra il proiettile e la piastra: infatti, se il proiettile non raggiunge perpendicolarmente la corazza, esso tenderà a dissipare la sua energia e dunque l’energia necessaria alla perforazione verrà moltiplicata per un fattore pari all’inverso del coseno dell’angolo di incidenza.
Ricordiamo che il coseno è una proprietà degli angoli ed è un fattore compreso (per angoli inferiori ai 90°) tra 0 e 1: famosi valori sono circa 0.8 per un angolo di 30°, circa 0.7 per uno di 45° e 0.5 per uno di 60°.
Un proiettile che raggiunga una piastra con un angolo di trenta gradi richiederà il 25% circa di energia in più per perforarla: questo fenomeno non deve essere necessariamente causato dalla scarsa mira o fortuna del tiratore, infatti le armature venivano costruite con delle forme arrotondate o angolose proprio per far sì che i proiettili colpissero il bersaglio in maniera non perpendicolare.
Ovviamente quelli che stiamo facendo sono ragionamenti di massima: in diversi momenti e zone dell’europa post-medievale abbiamo visto una grande varietà nella qualità, forma e fattura di armi e armature. Un problema annoso, ad esempio, era quello della disomogeneità degli acciai, ovvero l’impossibilità di costruire oggetti (come armature) in acciaio le cui proprietà fisiche fossero le stesse in tutti i punti: in questo modo era possibile che due colpi sostanzialmente identici, raggiungendo punti diversi dell’armatura, ottenessero risultati di penetrazione diametralmente opposti.
Inoltre, con l’avanzare del tempo, anche le energie delle armi da fuoco sono andate via via ad aumentare: ad esempio un moschetto del 1600 poteva arrivare, con la giusta polvere da sparo, a imprimere quasi 4000 J di energia al proiettile. La presenza inoltre di miglioramenti bellici come la rigatura della canna, in grado di imprimere al proiettile un moto elicoidale che ne stabilizzasse la traiettoria, e le cartucce per rendere il caricamento più rapido resero indubbiamente le armi da fuoco sempre più letali.
IN CONCLUSIONE…
Le armature del rinascimento erano, in generale, in grado di proteggere chi le indossava dai proiettili delle armi da fuoco a patto che esse fossero relativamente leggere (pistole e in parte archibugi) e/o facessero fuoco da abbastanza lontano. Per quanto si tratti di condizioni apparentemente poco interessanti, ricordiamo comunque che in assenza di armatura un proiettile in tali condizioni sarebbe indubbiamente letale, se colpisse zone vitali!
La protezione poteva essere ottenuta e migliorata andando ad agire sulla qualità dell’acciaio, sullo spessore della corazza e sulle sue forme: questi fattori portarono, da un lato, allo sviluppo di armature molto costose, in grado di proteggere i ricchi signori dai proiettili più comuni, dall’altro a una produzione massiva di corazze di bassa qualità molto pesanti, che proteggevano interamente solo i reparti di cavalleria mentre i fanti si limitavano ad indossarne alcune porzioni.

L’azza: un letale mix di ascia, martello e lancia. Photo by Javy Camacho.
Questo sviluppo dell’armatura ebbe effetto anche sulle armi da mischia: da una parte, infatti, nel ‘400 si ha il massimo splendore delle armi in asta, come le alabarde o le temutissime azze e martelli da guerra, in grado di minacciare i nemici più corazzati grazie a una letale combinazione di massa, leva e spunzoni o piccole lame d’ascia in grado di penetrare più facilmente l’armatura.
Le picche, inoltre, diventeranno elemento fondamentale del campo di battaglia prima dell’invenzione della baionetta, in grado di minacciare sia la cavalleria, nello specifico tenendo a distanza i cavalli, sia la fanteria dall’armatura ridotta.
Nella prima metà di questo periodo nascono nuove spade per affrontare nemici corazzati come lo stocco, che non è il rapier inglese come Dungeons & Dragons ci suggerisce ma l’estoc, una spada a lama triangolare da infilare nelle giunture delle armature nemiche, oppure come lo spadone (zweihander, montante ecc) di dimensioni ragguardevoli e di importanza strategica nella lotta alle formazioni di picchieri.
La riduzione dell’armatura da fanteria, tuttavia, porterà successivamente all’invenzione di spade più sottili e agili come la striscia, che è il vero rapier di Dungeons & Dragons, un’arma eccezionale nei colpi di punta, o come la sciabola che rappresenterà il simbolo della cavalleria fino alla sua scomparsa nel ‘900.

Insieme di armi rinascimentali, tra cui un peculiare stocco con guardia a testa di martello
BONUS – Cosa giocare?
Se la sfida tra armi da fuoco rinascimentali e armature vi appassiona e volete provare l’ebbrezza di metterle a confronto, se vi piacciono i  giochi di ruolo (e se non vi piacciono è probabilmente perché non li avete provati), non posso che consigliarvi ampiamente Historia!

Historia è un’ambientazione tutta italiana per Dungeons & Dragons (quinta edizione) che vi cala in un rinascimento popolato da… animali antropomorfi!
Lungi dall’essere un mondo “carino”, Historia vi porrà in mezzo a intrighi, lotte politiche, battaglie campali, dilemmi etici, un mondo dove Alchimia, Magia e Religione si sfidano ogni giorno dove Spade, Armature e Pistole vivono fianco a fianco.
VAI AL KICKSTARTER!
Oltre a ciò, in ambito videoludico, abbiamo recentissimo Greedfall, ambientato in una versione fantasy dell’età delle esplorazioni, dove le armi da fuoco si incontrano ogni giorno con le corazze dell’acciaio migliore… con un pizzico di magia!
Inoltre, ha decisamente fatto scuola Mount & Blade: With Fire and Sword, l’espansione standalone del mitico Warband, passata purtroppo in sordina, che ci pone nel complesso panorama dell’europa orientale di metà ‘600, durante la rivolta cosacca contro il commonwealth Polacco-Lituano (per inciso, è grazie a questo titolo che so dell’esistenza di suddetto commonwealth…).

Come non citare poi la saga di Ezio di Assassin’s Creed, dove le armi da fuoco, appena accennate in Assassin’s Creed 2, si fanno sempre più presenti nei seguenti Brotherhood e Revelations, come a mostrare la lenta ma inesorabile diffusione di queste armi nel rinascimento.
E già che citiamo Ezio, non possiamo non guardare le produzioni italiane: se vi piacciono i librogame e i giochi di ruolo non posso che consigliarvi la saga di Ultima Forsan, ambientata in un macabro rinascimento assediato dai non morti dove solo le nuove tecnologie del ‘500 potranno tenere i nostri eroi in salvo dagli abomini!

Uno degli autori, Mauro Longo, famoso autore di librogame italiano nonché gestore del blog Caponata Meccanica e di una pagina su libri da tavolo per bambini (Bambini e Draghi), ha scritto numerosi libri game di Ultima Forsan e inoltre alcuni romanzi ambientati sempre in questo periodo come Guiscardi senza Gloria e il fabbricante di spettri. 
Se l’argomento vi è piaciuto, vi invito a leggere The Knight and the Blast Furnace di Alan Williams. Se invece cercaste una lettura (lievemente) più leggera, questo stesso argomento è stato affrontato e approfondito nel 2008 sul blog Baionette Librarie del mitico Duca, alias Marco Carra, con una serie di articoli sulle armi e gli acciai, più tecnici, che potete trovare qui.
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2019/10/01/armature-vs-armi-da-fuoco/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...

Mike Mearls è tornato nel D&D Team

In un articolo di qualche settimana fa vi avevamo segnalato alcuni importanti cambiamenti all'interno del D&D Team, ovvero la squadra della WotC impegnata nella creazione della 5a Edizione di D&D. In particolar modo, in base ad alcuni tweet pubblicati da Jeremy Crawford era sembrato che Mike Mearls (assieme a Crawford uno dei Lead Designer della 5e) non facesse più parte del Team e che, dunque, non avesse più alcun ruolo nella produzione di D&D. Crawford, infatti, rispondendo a un utente aveva affermato che Mearls "non lavora più nel team del GDR da tavolo e non lo fa da un certo momento dell'anno scorso" (riferendosi al 2019).
Durante una puntata del Dragon Talk di qualche giorno fa, tuttavia, il nuovo Produttore Esecutivo di D&D Ray Winninger (divenuto di recente il capo del D&D Team) ha dichiarato che "Mike Mearls è tornato a lavorare di nuovo a tempo pieno sul Gdr, dopo aver diviso per noi il suo tempo tra D&D e alcune cose legate a un videogioco. Adesso è tornato". Potete ascoltare le sue parole nel seguente video, a partire dal minuto 18:42:
In sostanza, sembra proprio che Mike Mearls non abbia abbandonato il suo lavoro all'interno del D&D Team, ma che negli ultimi mesi abbia semplicemente ricevuto dalla WotC l'incarico di collaborare con Larian Studios, software house belga, per la creazione del videogioco Baldur's Gate III (di cui vi avevamo parlato in questo articolo). Mike Mearls, dopotutto, nel giugno del 2019 aveva partecipato all'E3 2019 proprio in occasione dell'annuncio di Baldur's Gate III, così da ufficializzare la collaborazione tra la WotC e la software house videoludica (come è possibile notare da questo video pubblicato proprio in quei giorni). E' molto probabile, quindi, che nell'ultimo anno Mearls abbia lavorato come consulente dei Larian Studios, in modo da fornire loro tutte le informazioni su D&D necessarie per la creazione del gioco, come i dettagli narrativi sui Forgotten Realms o le regole della nuova edizione. In base a quanto dichiarato da Winninger, dunque, possiamo ritenere che Mearls abbia terminato il suo impegno e che, quindi, possa di nuovo lavorare a tempo pieno sul Gdr cartaceo come faceva prima.
Read more...

D&D 5E: avventure gratuite dalla Kobold Press

Articolo di Morrus del 19 Maggio
La Kobold Press ha rilasciato gratuitamente Prepared!, un'avventura per D&D 5E, come parte della sua iniziativa "Al Sicuro a Casa con Kobold Press". Entrate nel loro sito e usate il coupon SaferAtHomeWeek2.

 
I vostri giocatori stanno andando alla deriva?
Una dozzina di Avventure Autoconclusive per la 5a edizione per i Livelli 1-15.
Non dovrete più avere paura: Prepared! offre ai DM delle rapide soluzioni per movimentare le campagne e far divertire i giocatori mentre pensate alla vostra prossima mossa. Al suo interno troverete, infatti, delle brevi avventure autoconclusive per ogni ambiente, compreso:
Una fabbrica aliena dove delle vittime sono risucchiate della loro essenza vitale e vengono trasformate in orrori eterei Un laboratorio alchemico abbandonato dove è stato lasciato un assistente mostruoso La caduta letterale del cielo ai piedi degli avventurieri Alcuni goblin che hanno costruito una strana "fortezza" in un fosso a lato di una strada Una misteriosa terrazza di pietra spuntata fuori dalla neve, con un antico macchinario che scintilla dal livello più alto ...e altro ancora, tutto con le bellissime mappe di Meshon Cantrill! Con Prepared! il designer Jon Sawatsky ha creato una dozzina di scenari fantasy per la 5a edizione, utilizzabili in ogni ambientazione con PG di vario livello. Non correrete più il rischio di trovarvi senza nulla di pronto!
Queste avventure presentano dei mostri provenienti sia dal Manuale dei Mostri canonico di D&D 5E che dal Tome of Beasts.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/free-d-d-adventure-from-kobold-press.672206/
Read more...

È iniziata la campagna del Book of Fiends 5E

Articolo di Morrus del 21 Maggio 2020
La Green Ronin ha lanciato una campagna di crowdfunding per il Book of Fiends, un manuale con copertina rigida riguardante demoni, diavoli e altri cattivoni assortiti.

L'originale Book of Fiends uscì nei primi anni 2000 per D&D 3.5. Univa Legions of Hell e Armies of the Abyss, i due libri precedenti della Green Ronin (all'epoca il primo dei due era uno dei miei libri di terze parti preferiti per la 3.5 ).
Quello di cui parliamo ora sarà un manuale di 200 pagine con oltre 130 demoni, diavoli e abitanti del piani inferiori. Vi troverete i Signori degli Inferi, i Principi dei Demoni, gli Esarchi di Gehenna e mostri di GS 0-31.
La campagna di crowdfunding si svolge su GameOnTabletop e potete prendere il PDF per $25 o il manuale cartaceo con copertina rigida per $50.
Tratto dalla presentazione ufficiale

Perché Game on Tabletop e non Kickstarter? Chris Pramas di Green Ronin risponde:
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/green-ronins-book-of-fiends-for-5e.672252/

Link alla campagna di crowdfunding: https://www.gameontabletop.com/cf372/the-book-of-fiends-5e.html
Read more...
Bomba

Capitolo Quattro – Un percorso nella terra delle illusioni

Recommended Posts

Astrid

Buonanotte Kat rispose al bacio della buonanotte mentre era già infagottata nelle coperte Non sei obbligata! disse alla sorella mentre si dirigeva da Efraym Unisciti al lato oscuro del gruppo, abbiamo le coperte! scherzò mentre vide la sorella uscire dal piccolo tempio @REDDISH-MUSE
Nonostante le parole della rossa, Kat uscì comunque ligia al proprio dovere per il bene del gruppo e Astrid si mise ad ascoltare il resto del gruppo che discuteva di come procedere Nah, basterà aspettare che l'elfo si ritiri nelle proprie stanze, per me possiamo farla oggi! disse per poi rendersi conto che Luna sarebbe rimasta Allora rimani qui? Sicura? chiese all'amica, come se si volesse assicurare di perdersi un'avventura. @Cronos89
A un certo punto, il lampo di genio: se Luna non poteva venire voleva dire che si era liberato un posto! Accidenti... Adesso che si è liberato un posto... Chi potrà sostituirla? disse fingendo palesemente indecisione per la scelta del sostituto, mentre si metteva a pochi passi di distanza da Deborah, nonostante non le parlasse direttamente Chi potrebbe sostituirla? Chi potremmo chiamare per andare nella spedizione dell'incubo? continuò facendosi ben sentire da tutti i partecipanti della spedizione, nonostante avesse stampato in volto un sorrisetto che pregustava la vittoria. @Organo84

Spoiler

Se organo chiama Astrid nella spedizione, Astrid accetta

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna

Posso coprirti io le prime due ore, spero solo che non mi si avvicini disse facendo una smorfia Angelica, Damien, mi tenete compagnia? domandò sperando che la presenza dei ragazzi bastasse a scongiurare le eventuali avanches dell'elfo anche io ho delle razioni da darvi se serve, Mulroht tu dovresti avere ancora una delle bacche, giusto? Anche Malik

@Von @AndRe89 @Redik @PietroD

Deborah, possiamo fare qualcosa? Se sussurriamo qualcosa all'orecchio possiamo influenzare i suoi sogni? @Organo84

Con Ragnar

Spoiler

Si, con Airona però, non sono sicura possa passarti Violara, ma può recapitare un messaggio sorriso al fratello direi che il peso lo avrà, ma non sulle spalle ridacchiò per poi accarezzare la spalla al fratello Cosa volevi dirle? @Ian Morgenvelt

X master

Spoiler

Diplomazia +17 per distrarlo.

Eviterei anche di finirci a letto se possibile

 

Edited by Cronos89
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia 

E così pareva che quella sera si sarebbe partiti lo stesso per l 'onirica avventura. 

Quindi saremo su di un altro piano e le nostre magie non verranno influenzate, ne sono lieta. In quanto all'idea di dire la verità  non sono sicura sia un idea sbagliata,anzi, forse sarebbe la soluzione migliore di tutte. 

 

Vassi poi sgranò gli occhi all'intuizione di Luna, ottima idea, se fosse possibile influenzare i sogni di Luke sarebbe una cosa meravigliosa.

Ora se abbiamo deciso vado a un attimo fuori. 

Vassi @REDDISH-MUSE@GelTheBest

Spoiler

E così è questa la tua singola disse cercando di sdrammatizzare e porgendo ai due una mela, tenete, vi ho portato queste.

Pare che la maggioranza abbia deciso di entrare già stasera nella mente del nostro Luke, Ef è importante che nulla spinga le guardie ad entrare nel tempio perciò cerca di restare qui tranquillo. 

 

Vassi restò ancora un poco a chiacchierare dopo di che andò a riposarsi in attesa del momento di partire.

Spoiler

Spoiler vuoto

 

Edited by shadizar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Eviterei di rivelargli la verità, a meno di non essere in una situazione eccessiva. Per ora ci stanno sottovalutando, preferirei tenere questo vantaggio. 

Con Luna

Spoiler

Chiederle come stia andando la sua "missione". L'ho convinta ad alzare la testa e ad approcciarsi alle altre ninfe con più sicurezza, oltre a difendere Astrid: non vorrei averla resa, inconsapevolmente, una reietta. Spiegò alla sorella, evitando di sorridere alla sua battuta: voleva evitare di pensare alla sua prole, per quanto possibile. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaun Draconis

Shaun si trovò catapultato in un mondo di "conteggi fino a cento per non decapitare sacerdoti Elfi razzisti e palpeggiatori".

Conteggi ripetuti con frequenza ininterrotta. 

Il bacio di Luna, poi, non riuscì a calmarlo, ma anzi lo rese più feroce: ricambió ľeffusione, certo, ma poi si trovò a digrignare i denti con rabbia e ad ingoiare un ben amaro boccone. 

Luna

Spoiler

"E poi lo ammazzo, quel cane spocchioso...", rispose alla Ninfa, stringendola a sé. 

Spoiler

 

Shaun non si espresse sulla decisione del quando e del come, limitandosi ad assentire su due punti: Dorian era quasi sicuramente di nuovo a rischio; sarebbe stato meglio non esporsi troppo col sacerdote Elfo (la cui morte, lenta e dolorosa, si faceva ad ogni istante più vicina e soddisfacente... nella mente del giovane Draconis), inventandosi piuttosto una scusa 'alla Ragnar', qualora ce ne fosse stato il bisogno. 

Staccandosi a fatica da Luna, ebbe una parola confidenziale per Mulroht, che era stato il più ingiustamente discriminato tra i suoi compagni:

Mulroht

Spoiler

"Non preoccuparti, amico. Non dare retta a quell'Elfo snob!

È un idiota.

Un idiota morto, tra l'altro, se continua a guardare e trattare Luna così...".

In quel momento, le nocche della mano di Shaun fecero un molto virilmente draconico "CROCK".

Spoiler

 

 

  • Like 1
  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deborah Borealis(Tiefling Burattinaia del Terrore) 

Madnyss & Sorrow(Burattini)

Nulla da segnalare! Disse trionfante il piccolo Madnyss, osservando la padrona dalla sua piccolezza. Sorrow a fianco del buffone ciondolò in direzione di una panca, appoggiandosi con la schiena. La strega annuì al proprio burattino, prima di assistere alla scenate creatasi per colpa del varano. Il pollice e l'indice della destra passarono sul viso, stropicciandosi prima gli occhi, per poi scorrere per tutto il naso, mostrando un'espressione che dire infastidita e seccata era poco. Quando Efraym, seguito da Kat Po, abbandonò la stanza per andare al canile, la tiefling si rivolse al resto del gruppo. Perché lo avete voluto portare? Chiese con un tono glaciale. Eoliòn non aiutò nemmeno in quella situazione... Quando prese da parte i mezzi sangue di demone per rivolgere delle scuse per il trattamento dell'elfo... Perché ti scusi per lui? Dobbiamo restare una notte, mica rimane una vita sotto il suo tetto. Disse alzando un ciglio per poi incrociare le braccia. Viaggiamo da giorni, posseggo ancora delle provviste per me, non devi preoccuparti. 

Tuttavia, il momento in cui la strega vide la propria pazienza testare il limite fu quando le vennero sottoposte domande di natura stupida sul funzionamento dell'incantesimo. Devo iniziami a preoccuparmi? In istituto mi pareva che la media generale dei voti fosse tendenzialmente bassa... Se normalmente la tiefling si copriva metà del viso coi propri capelli per nascondere un disagio, o inquietare qualcuno, il momento in cui scostò volontariamente la ciocca che le oscurava il volto fu suggestivo. L'espressione completamente dura e impassibile, la coda immobile poggiata sul pavimento e le mani tenute dentro le tasche dell'abito potevano far intuire il poco buon umore della Borealis. Come avevo già spiegato, è un viaggio planare, ergo il nostro corpo verrà fisicamente trasferito dentro il sogno, Vassilixia. Quando lui si sveglierà verremo portati fuori. Semplice. Inoltre sussurrare all'orecchio di una persona che dorme non la indurrà a sognare ciò che le viene chiesto, anzi è più probabile che la sveglierete... Se pensavate fosse un metodo di ipnosi vi sbagliate... Non è assolutamente nulla. La tiefling incrociò le braccia. Non vedo motivo di farlo un altro giorno, dato che la nostra permanenza rimane Frondargentea. Potrebbe essere che saremo più al sicuro qui che altrove, quindi meglio approfittare. Dopodiché prendendo la pergamena tra le mani, pronunciò qualche parola in abissale... Sentì come la propria magia rischiava di venire distorta... Di mutare incontrollata... Tuttavia la strega mostrò al gruppo la propria abilità e capacità di controllo delle arti magiche, dominando severamente il disturbo che permeava quel luogo. L'incantesimo è pronto... Aspetteremo più tardi, quando sarà ora di coricarci. Disse. Il voler restare da parte di Luna fece contrarre leggermente le labbra della tiefling, la quale dovette subire la nonchalance di Astrid. Astrid, vuoi entrare come scorta? Chiese senza neanche aver bisogno di sentire la risposta. Ma ciò fece realizzare che probabilmente il gruppo non aveva ben capito il rischio che comportava entrare dentro il reame dell'incubo. Forse non sono stata chiara, ma quando dissi che avremmo potuto trovare di tutto, bhe non scherzavo. Ciò che verrà sognato sarà reale per noi e potrà ferirci allo stesso modo di come potremmo essere feriti in questo mondo. Potremmo incontrare creature dalle forme ignote, aberranti e alienoidi, apici della paura stessa, così come dei Draghi nei sogni oppure altre creature... Le leggi della fisica potrebbero essere stravolte... Il sopra potrebbe essere il sotto, la destra la sinistra, i muri potrebbero essere calpestabili oppure pericolose sabbie mobili. Tuttavia se quanto detto di quegli incubi è vero, avremo direttamente faccia a faccia una proiezione immaginaria della strega. La magia fortunatamente non sarà influenzata da quella selvaggia, dato che saremo letteralmente su un piano di esistenza differente. Spiegò la studiosa, sperando che i compagni avessero ora ben presente i pericoli della situazione nella quale si sarebbero cacciati. La paura è un'arma molto potente, dovrete resistergli, perché tenterà di insinuarsi in voi nel reame dell'incubo. 

Madnyss che per tutto il tempo aveva ascoltato la padrona a fine del discorso volle dire la propria... Cavolo... Che schifo. Auguri ragazzi, UHAHAHIHUHAHAH! 

X DM

Spoiler

Astrid al posto di Luna. 

 

Edited by Organo84
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelica Draconis

L'elfo sembrava aver preso in simpatia il gruppo di studenti e se non fosse stato per Efraym forse avrebbe dato ulteriori informazioni utili. Il danno ormai è fatto lo sapevo che Efraym non sarebbe riuscito a mantenere la sua parola...

Sono d'accordo rispose alle parole di Ragnar oramai abbiamo già dato una versione, cambiarla ora sarebbe sospetto, tanto vale continuare col piano originale. Anche per il sogno mi sembra che la maggioranza sia convinta di farlo qui stasera...speriamo vada tutto bene allora.

Rivolgendosi poi Luna Va bene, così nel frattempo lascerò due appunti a Ragnar su quel che c'è da sapere sul loro culto e tutto il resto... concluse sorridendo brevemente al giovane tiefling prima di tirar fuori dal suo zaino le provviste magiche.

@Dm

Spoiler

Non penso di dover ritirare, semplicemente nelle due ore di guardia metto per iscritto le info che servono a Ragnar, in modo che possa abbindolare meglio l'elfo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht Tanner

Il mezzonano fece un inchino all'elfo che lo invitava ad andare a raccogliere avanzi, o forse addirittura pattume, dietro la panetteria del paese. 
"Sono certo che là troverò il meglio che questo posto possa offrire..." esitò per lasciare il dubbio che la frase fosse finita, poi in realtà la smorzò concludendo "ad uno come me. Grazie per la cortese indicazione." e fece un occhiolino all'elfo, mandando un cosiddetto 'bacio volante'. Era certo che il gesto avrebbe personalmente fatto schifo all'elfo, ma non avrebbe potuto scatenare alcuna faida.

Poco dopo, rassicurò tutti i compagni che gli rivolgevano parole di consolazione, inviti alla calma, o annunciavano imminenti vendette.
"Ragazzi, mio padre è stato un elfo. Sa benissimo cosa vuol dire, e me lo ha raccontato. Per questo sono certo che nella panetteria troverete un sacco di baguette, quei pani lunghi a forma di bastone. Si tratta di una forma di compensazione... la storia della L, sapete? Certificata da chi l'ha vissuto sulla sua pelle. Bisogna compatirli, poverini."

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Finres non parve nemmeno accorgersi delle parole di Mulroht, ma annuì invece alla richiesta di Ragnar Suppongo che posso farvi avere qualcosa, non credo potreste fare molta strada senza incrociare di nuovo una pattuglia e non voglio che vi siano disguidi con gli uomini del nostro onorato leader disse in tono asciutto Me ne occuperò io concluse con un gesto vago delle mani, per la gioia di Shaun non più intente a valutare la circonferenza di vita e fianchi della Bjornsdòttir. Sebbene fosse stata proposta l'idea di parlare del viaggio al sacerdote, i viaggiatori si apprestarono a compiere il proprio viaggio in sordina, una volta che l'elfo si ritirò nella propria stanza dopo aver dato agli avventurieri la buonanotte D'accordo, io sono pronto disse Dorian, prendendo un profondo respiro Spero vada tutto per il meglio... vi prego di fare attenzione, vorrei potervi anticipare che cosa troverò... ma non lo so neanche io disse, ammettendo la imprevedibilità dei sogni. Nonostante la sensazione di essere osservato da un intero gruppo di persone, l'uomo si distese su una delle panche. Lì, nella sala del tempio illuminata solo dalle candele, gli spettatori avrebbero potuto osservarlo rilassarsi gradualmente e, nel giro di una decina di minuti, rallentare il proprio respiro mentre scivolava in un profondo sonno. Per Deborah fu il segnale necessario per far partire la spedizione ridotta, che consisteva in sé stessa, Vassilixia, Malik, Damien, Alucard, Eoliòn, Shaun e la neo-entrata Astrid. Quando anche la rossa si unì al cerchio formato dall'unione delle mani dei partecipanti, l'incantatrice tiefling pronunciò le ultime parole mentre la pergamena in cartapecora si sgretolava tra le sue mani formando piccoli petali di margherita che scomparvero toccando terra. Gli otto viaggiatori svanirono quindi in un lampo di luce rapido come un battito di ciglia, mentre essi si dirigevano presso il Reame dei Sogni.

x Deborah, Vassilixia, Astrid, Malik, Damien, Alucard, Eoliòn e Shaun

Spoiler

 

Un intenso bagliore, talmente forte da risultare accecante, accompagnò la transizione dei viaggiatori scelti da Deborah, che ebbero la fugace di visione di un vuoto quasi assoluto se non fosse stato per una piccola clessidra intenta a riempirsi a velocità irregolare di una fine sabbia dorata, un barlume di lucidità prima di riapparire all'interno sì di una struttura chiusa, ma assai più grande e luminosa del tempio di Vandria Gilmadrith di Fodell: il palazzo reale di Firedrakes.

Se la prospettiva di entrare negli incubi di Dorian poteva far presagire creature più temibili di qualunque dungeon, l'arrivo dei viaggiatori si rivelò invece assai tranquillo, il gruppo scelto che giunse all'ingresso di un ampio salone da ballo, che Eoliòn riconobbe: era lì che i loro nobili zii erano soliti incontrare gli illustri rappresentanti delle altre nazioni, nelle rare occasioni di festa. Una musica risuonava nella stanza, dove ballerine e danzatori occupavano la pista da ballo, muovendosi ad un perfetto ritmo della musica suonata dal gruppo più improbabile ( i Sinners in persona!) per un genere così classico, mentre camerieri in livrea passavano tra gli invitati che si astenevano dal ballo, portando vassoi carichi di prelibatezze oltre a quelli disposti su numerose tavole imbandite con ampie tovaglie di un bianco immacolato. Nonostante l'atmosfera invitante, tuttavia diverse cose erano strane agli osservatori esterni: i visi della maggior parte degli invitati, perfino il nobile principe Derbel e sua moglie in persona, erano spesso privi di espressione, nel senso più letterale del termine dato che molti di essi non avevano naso, occhi o bocca, le lancette degli orologi a pendolo giravano all'incontrario, i dipinti che Eoliòn conosceva erano masse informe di colori, le pareti apparivano leggermente sfocate, come se fossero state osservate attraverso un collo di bottiglia. Le monete elargite dal principe Derbel erano prive di qualsiasi conio o stampa.

I dettagli parevano farsi più nitidi solo verso un angolo della stanza, dove si trovava Dorian Von Gebsatell. Il figlio del principe Derbel era in piedi, vestito con un elegante abito di velluto blu scuro sopra una camicia dalle ampie maniche, pantaloni scuri e stivali in pelle lucidata. Il suo sguardo, invece di essere rivolto alla pista, sembrava rivolto verso due donne che il gruppo non ebbe difficoltà a riconoscere: esse erano difatti due donne identiche a Deborah e Vassilixia, sebbene i tratti del loro viso sembrassero rifiniti e ancora più attraenti di quanto già non fossero. Entrambe erano vestiti con eleganti abiti da ballo, blu per Vassilixia e nero per Deborah, entrambe intente a parlottare frasi non udibili con alcuni degli anonimi avventori presenti E' assurdo Dorian, devi deciderti! la voce di Dorian non fu pronunciata dalle sue labbra, ma giunse alle orecchie dei viaggiatori del sogno come se egli stesse parlando dentro le loro menti Fatti avanti, chiedile un ballo e portala in pista! L'hai fatto varie volte, no? un sospiro mentale seguì la domanda Ma allora non ti piaceva nessuna, mentre ora hai due donne a cui non smetti di pensare! Dorian scosse muto la testa Una, ne bastava una signori dèi, grazie! Ma sarebbe stato troppo facile, vero? Dorian non pareva essersi reso conto della presenza degli avventurieri “non invitati”.

 

Non pareva invece un reame da sogno il canile in cui era stato inviato, senza troppe cerimonie, Efraym. L'unico elemento piacevole alla vista in quell'angusto ambiente era Kat Po, che mostrando una pazienza degna di nota, si era offerta di rimanere rinchiusa in quello spazio dal tetto basso, i molossi dal pelo verde che abbaiarono dapprima al nuovo ospite, ostili di fronte a quella grottesca e aliena creatura giunta nei loro recinti, salvo scodinzolare ed esibire ognuno la propria lingua rugosa simile a una bistecca, di fronte alla ninfa esploratrice, tanto che un esemplare allungò il muso fino al recinto per fiutarla meglio.

All'interno della sala del tempio di Vandria Gilmadrith, i viaggiatori rimasti si trovarono, per la prima volta da giorni, ad avere a che fare con un ambiente pressochè tranquillo. Oltre alle panche (una delle quale occupata Dorian, che sembrava dormire un sonno tranquillo) su cui erano stati adagiate le coperte, l'ambiente contava oltre all'altare un paio di ampi portacandele, su ognuno dei quali erano state accese una decina di esemplari che fornivano l'unica fioca illuminazione di quella stanza. Delle due porte a disposizione oltre a quella principale, una conduceva presso il bagno da cui giungeva un fetore acido frutto dell'ultimo passaggio di Efraym, mentre l'altra conduceva agli alloggi privati del sacerdote in capo. Ragnar, Luna, Mulroht, Forgrim e Angelica poterono trovare conforto nella mezz'ora successiva alla partenza del gruppo, con Finres che pareva ancora nella sua stanza, liberi di poter agire e parlare nell'ambito delle restrizioni di quel luogo e di quella situazione. Ben più udibili versi di dolore giungevano invece fuori dal tempio, laddove il cacciatore che era stato frustato era ancora legato al palo su cui aveva scontato la condanna, legato per i polsi e schiena all'aria, mugugnando per le numerose ferite che avevano lasciato profondi solchi sanguinanti. Un rumore di passi anticipò il passaggio di una pattuglia che attraversò la strada in cui si trovava il tempio. I due elfi che ne facevano parte squadrarono le strutture dandogli appena un'occhiata, prima di proseguire nel loro giro.

x tutti

Spoiler

Prossimo post nella notte tra il 28 e il 29 gennaio. Coloro che rimangono sul Piano Materiale possono farlo senza andare in spoiler, che sarà riservato ai viaggiatori del sogno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kat Po

Al primo accenno di Efraim @GelTheBest di alzarsi da dov'era, Kat gli diede una specie di schiaffo sulla fronte, come un colpo di Karate dritto in mezzo agli occhi e lo guardò con la severità di una madre che impartisce disciplina ad un figlio disobbediente. Non intendeva fargli male, ma intendeva fargli capire che non scherzava… L'essere sotto l'ala di Kat poteva essere inteso come essere coccolato ed amato come Astrid, ma nel caso di quel lucertoloide, ben diversa disciplina sarebbe stata richiesta. "Tu non alzerai il tuo culo squamoso da lì! Ti metterai buono a sedere e dormirai, o posso assicurarti che ti farò rimpiangere di essere uscito dall'uovo!" Kat disse seria e severa, allungando ad Efraim la coperta che le aveva dato Malik @Redik "Tieni, me l'ha data tuo fratello, che tra parentesi è dentro a pensare alla missione e molto preoccupato per te, come sempre!"

Prendendo un lungo sospiro, Kat poggiò a terra il sacco a pelo datole da Luna @Cronos89 e vi si sedette sopra a gambe incrociate "Senti Efraim, nemmeno a me piace stare qui." Disse parlando a bassa voce, sia per evitare di essere sentita, sia per buonsenso generale mentre avvicinava la mano al mastino che la fiutava in modo che potesse annusarne la traccia (non era tanto sciocca da infilare la mano più vicina, ma niente di male nell'avere a che fare con un nobile animale) "Non mi piace quell'elfo. Anzi, non mi piace nessuno di questi elfi. Non mi piace come sono gestite le cose e non mi è piaciuto particolarmente quello che ho visto. Ma seriamente, cosa pensi di fare? Hai visto come si sono comportati vedendoci quegli elfi e vedi chiaramente anche tu quanto siano militarizzati e nevrotici. Noi dobbiamo tenere un profilo basso, enfasi sul basso." Kat disse prendendogli il muso e portandoselo ad altezza viso "Quindi sia ben chiaro, si fa come si viene detto e si completa la caccia! E cosa più importante, non si mettono in pericolo gli altri con azioni che possano anche solo avvicinarsi a dei problemi, anche perchè se per colpa tua o di chiunque altro accadesse qualcosa ad Astrid, vi caccerei fino alla fine dei vostri giorni facendovi morire dallo spavento, chiaro?"

Proprio mentre lei finiva il discorso, Vassilixia @shadizar entrava portando ad entrambi qualcosa da mangiare. "Grazie mille." Kat disse ascoltando le sue parole prima di addentare la mela. Deglutendo il primo morso, Kat divenne perentoria. "Bene, in tal caso noi due vi faremo da vedetta. NON interagiremo con le guardie a meno che non sia necessario per tenerle lontane. Capito, Efraim? Non vorrai deludere Vassilixia o Malik, giusto?"

 

Edited by REDDISH-MUSE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Lo schiaffo di @REDDISH-MUSE Kat lo rimise al suo posto. Era da quando il viaggio era iniziato che ragazze con facevano che schiaffeggiarlo, sospirò.

Te la ha data mio fratello... ennesima persona che Ef stava deludendo. Prima Ragnar era andato da lui, e gli aveva fatto una ramanzina che però non era servita a molto Preferisco così che leccare gli stivali di quel sacerdote... aveva pensato, ma quando si parlava di suo fratello, o di Eloiòn... lui stava deludendo tutti, e cosa peggiore stava deludendo se stesso.

Per l'ennesima volta la giovane Draconis si rivelò di impareggiabile bontà e gli portò una mela. @shadizar Sì, è questa la mia stanza... rispose sorridendo non è il massimo, ma almeno sono in compagnia! disse guardando un mastino, il quale rispose con uno sguardo in cagnesco. Efraym deglutì.

Vassi si allontanò, stava per andare nella missione all'interno del sogno, ed Ef era sinceramente preoccupato. Ma ciò che lo faceva dolere ancora di più erano le urla di dolore del poveretto ai ceppi. Hai ragione Kat... questo luogo è orrendo... si rannicchiò. Non è che io pensi di poter cambiare qualcosa... ma se non può farlo un principe come me chi lo può fare? Ho la fortuna di essere nato nobile... e che ho fatto di tale fortuna? Ho solo studiato e... E inseguito sogni da idioti... Orcbowl? Gioco di squadra? Hip-Hop? Tutto così inutile... poi appena ho messo il becco fuori dall'istituto... villaggi assaltati da briganti... discriminazione e campi di lavoro forzato...
Spese qualche parola a raccontare a Kat di ciò che aveva sognato, un mondo differente: Vorrei che ci fosse libertà per tutti! E niente più guerre! Niente più frontiere, templi per tutti gli dei in ogni luogo e niente divieti di accesso da nessuna parte! Niente più re e regine! Niente più nobili, niente più... be' vorrei aprire un piccolo pub... ed organizzare qualche festa... tutto questo naturalmente era irrealizzabile, un sogno così grande per un lucertoloide così piccolo.

Vorrei poter aiutare quel piccoletto là fuori... domani secondo te gli altri mi permetteranno di liberarlo? Le sue urla mi fanno male quanto le urla di mia madre... è un dolore lancinante... disse all'amica, per poi decidere di allentare la tensione che si era creata.

E tu invece... Kat? Cosa ti piacerebbe fare quando tutto questo sarà finito?

Edited by GelTheBest
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna Bjornsdòttir

Osservò con un misto di apprensione e di invidia quelli che si stavano per avventurare nel sogni di Dorian e una volta che furono spariti si sedette su una delle panche accanto al fratello tirando fuori parte delle sue razioni che condivise con chi ne aveva bisogno. Restò per lo più in silenzio, lanciando di tanto in tanto qualche occhiata agli appunti che Angelica stava prendendo che scrivi? chiese avvicinandosi alla ragazza @Von

 

Spoiler

Luna ovviamente parla sottovoce.

 

Edited by Cronos89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia 

Spoiler

Un poco di nausea seguì l"ingresso nel mondo dei sogni e Vassi sperò di non doverla subire ad ogni cambio di scenografia di Dorian.
Lei e i compagni vagarono brevemente finché i pensieri del principe non li condussero nell'unico punto "a fuoco" della sala: " da quando le mie tette sono così grosse?" Si chiese Vassi guardando la sua copia.

Nonostante la consapevolezza che si trattava di due immagini idealizzate non poté fare a meno di arrossire vistosamente osservando imbarazzata la vera Deborah.
Dorian provò a chiamare dolcemente, Dorian cerca di ricordare, guardaci, lo sai chi siamo?
Da qualche parte in quel mondo onirico dovevano esservi anche i ricordi del principe e se fossero riusciti a portarli a galla lui avrebbe potuto guidarli.

Spoiler

Vassi si lancia addosso " resistenza"

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Damien Marsh (Human/Half-Fiend)

Nel Sogno

Spoiler

Quando l'elfo lascio il gruppo da solo per prendere riposo Deborah fu pronta per attivare l'incanto. Dopo un leggero smarrimento e confusione Damien si trovo in quello che doveva essere il Piano del Sogno. Non fu come si poteva aspettare ..in fondo sembra piu normale di quanto doveva essere..almeno per ora..se non fosse per le facce.. penso osservandosi intorno per poi notare oltre al principe due figure che erano esattamente identiche a Deborah e Vassilixia. Il mezzo-demone non pote che sorridere notando quel particolare, avvicinandosi alle sue vere compagne (Vassilixia e Deborah..mi sa che somigliano a qualcuno qui presente..guarda un po' il principe cosa sogna..chi se lo immaginava.. esordi sorridendo poggiando contemporaneamente una mano sulla spalla ad entrambe ed avvicinando il suo viso a loro; per poi lasciar avvicinare la Draconis a Dorian. ..quindi immagino dobbiamo trovare la strega o sbaglio? domando osservando Deborah, incuriosito da quella situazione.

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astrid

Mmm... la ragazza finse di riflettere un poco all'idea di entrare nel sogno D'accordo, vengo, se me lo chiedi tu... disse unendosi agli esploratori del sogno Ci si vede dall'altra parte! 

Sogno @Organo84 @AndRe89 @Ghal Maraz @Pyros88 @shadizar @Zellos @Redik

Spoiler

Allora, Deborah, se becchiamo la strega possiamo attaccarla a vista senza problemi, giusto? chiese Astrid cominciando a guardarsi attorno, osservando la strana sala da ballo Un sala da ballo... Mi aspettavo qualcosa di più spaventoso... disse guardandosi attorno, non aveva mai visto tanto lusso Voi riconoscete questo posto? chiese ad Eolion e Damien E' il palazzo di Firedrakes? continuò con le domande per poi vedere i Sinners che suonavano della musica che per Ragnar sarebbe stata improponibile.
Ehi, Shaun bisbigliò toccando sulla spalla l'amico Da quando i Sinners si danno a certa musica? chiese scherzosamente all'amico, sperando in una delle sue solite risposte scherzose.

Che ne dite di dividerci? La sala da ballo è piccola, non dovremmo perderci... propose al gruppo Voglio dire, per ora non sembra che il sogno abbia preso una piega pericolosa... 

Spoiler

+1 Spot per individuare la Strega, se il gruppo approva Astrid si allontana a cercarla.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alucard Borealis

Nel Sogno

Spoiler

La sensazione di inizio del viaggio fu particolarmente insolita e simile ad un teletrasporto della mamma. Si ritrovò a palazzo Fyredrakes, durante una festa da ballo che presentava alcuni dettagli...inquietanti un minimo, ma niente di così strano.

Un sogno su quale ragazza preferisse... ed una delle due era sua sorella. Aggrottò le sopracciglia e rimase in silenzio, fermo immobile. 

Iniziò a spostare un poco lo sguardo in giro, curioso di guardarsi intorno e di “analizzare la situazione”. Si lasciò sfuggire un piccolo incanto per l’occasione, per improvvisare un giudizio più accurato.

@master

Spoiler

Professione ( Psicologo) a 5+4 di Improvisation=+9 per cercare di comprendere elementi nascosti del sogno.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) 

Nel sogno 

Spoiler

Introdursi nel sogno di Dorian fu più veloce del previsto. Non si aspettava però di trovarsi a casa, al palazzo di Firedrakes. Riconosceva il luogo, un salone da ballo per gli eventi mondani in cui erano invitati ospiti importantili arredamenti. Tutto era come se lo ricordava, anche se alterato da una patina di indefinizione, i dettagli più piccoli mancavano, le forme alle volte erano come abbozzate, i quadri erano più macchie di colore che ricordavano vagamente le raffigurazioni impresse su di esse, le persone mancavano di vere facce. Era alquanto alienante. Le uni he persone che avevano dei volti perfettamente formati, forse persino abbelliti, erano una Vassilixia e Deborah in abiti eleganti. Dorian le guardava da una certa distanza crucciandosi sul chi scegliere. Era evidente che quel sogno, che incubo ancora non si poteva definire, mostrasse i turbamenti sentimentali di Dorian diviso nell'attrazione per entrambe le donne. Chissà cosa avrebbe pensato Vassilixia di una tale scena e mossa dalla curiosità la guardò vedendo imbarazzo ma anche compiacimento e non poté fare a meno di esserne felice così le si avvicinò e le diede un lieve colpetto si gomito sorridendole con uno sguardo d'intesa. Se Dorian avesse scelto lei, per Vassilixia si sarebbe aperto un futuro radioso, regina di Glantria, felice al fianco di un uomo degno di lei e che l'avrebbe amata davvero. Non poteva sperare di meglio per la sua amica. @shadizar

Ad ogni modo guardandosi in giro non le parve di notare nulla, o meglio nessuno, di insolito, ma era troppo presto per esserne sicuri: vi erano troppe figure in mezzo alle quali nascondersi e per il momento gli unici a contraddositnguersi erano loro, vestiti in maniera assolutamente non consona all'evento di palazzo. "Sì, è il Palazzo di Firedrakes. Io e Damien così come Luke e Dorian ci siamo cresciuti. Forse la strega deve ancora arrivare o forse è già qui. In tal caso dovrebbe essere facile trovarla, come noi la sua faccia non sarà vaga ed indosserà dei vestiti inadatti a questo evento. No?" disse agli altri guardandosi in giro. "Ma forse..." Eoliòn provò a concentrarsi con tutta sé stessa e ad immaginarsi con un abito adatto alla, situazione senza il suo equipaggiamento militare, così da potersi megli confondere in quel turbinio di gente che ballava e di spettatori di alto lignaggio. 

 

Edited by Pyros88
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaun Draconis

Sogno 

Spoiler

"Non so se siamo in grado di influenzare la nostra rappresentazione in un sogno altrui, Eolión, ma è una ipotesi interessante...", fece Shaun, intuendo cosa volesse fare la ragazza alata, per il semplice motivo che aveva anche lui pensato a quella eventualità. 

"È come se stesse attingendo ai suoi ricordo ed a ciò che lo influenza, ma in maniera sfocata e confusa, tranne che per quanto è centrale al sogno. Non so se lo faccia lui o se sia già influenzato... ma i Sinners non potrebbero mai suonare questa nenia! Quindi propendo per una cattiva e maligna influenza!", aggiunse, con l'aria più seria che potesse dissimulare. Avendo già infilato fin troppi discorsi degni di suo padre in una sola frase, decise di cogliere il suggerimento di Astrid al volo. 

Ma tornó subito serio, nuovamente più Clint che Shaun: "Se quella donna sta già osservando, è probabile che sia in grado di leggere la realtà alla base del segno. Vassilixia, Deborah... questo potrebbe essere pericoloso, per voi. Fintanto che le figure oniriche restano tali, modificate dal sogno, è un conto... ma ora, qui, ci siete due volte voi. In entrambi i casi più concrete e definite del resto. La strega potrebbe identificarvi. O comprendere qualcosa. Collegarvi a qualcosa. Memorizzare il vostro aspetto. O usarvi contro Dorian. Dovrete prestare particolare attenzione e cautela, sia per voi stesse, sia per il giovane principe...".

Non importava quale fosse la situazione dei loro rapporti reciproci: nessuno poteva permettersi di minacciare impunemente una sorella di Shaun in sua presenza. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forgrim Minyar Tanner (Umano)

 

Efraym fu portato nel canile a causa del suo coraggio e Mulroht fu offeso a causa del suo sangue. Forgrim avrebbe voluto rispondere, ma sapeva che non sarebbe cambiato nulla. Anzi avrebbe solo peggiorato la situazione. Si forzò al silenzio.

Poco dopo tutti decisero di entrare nel mondo dei sogni. Non mi sembra una mossa saggia....ma vogliono rischiare. Veglierò su di loro e farò di tutto affinché possano fare il viaggio in sicurezza. Quindi i piccoli avventurieri si disposero nelle proprie coperte e si addormentarono, sparendo magicamente. Nonostante non vedesse i corpi Forgrim voleva rimanere sveglio il più a lungo possibile: non sapeva quando sarebbero tornati e doveva essere pronto in caso ci fosse bisogno di lui. 

Si trovava con Ragnar, Luna, Mulroht e Angelica. Fratello tieni, mangia. Disse gentilmente a Mulroht. Non ho toccato nulla di questo cibo. Mangiala tranquillamente fratello. Devi rimanere in forze per ogni evenienza. Da fuori arrivarono i versi del povero prigioniero. L'umano girò lo sguardo verso i lamenti. Non va bene, non posso ignorare tale sofferenza. Bahamut non vorrebbe ciò. Ragazzi vorrei uscire fuori e provare ad alleviare il dolore di quel povero cacciatore. Faro veloce, non se ne accorgerà nessuno e sopratutto non vi lascerò da soli troppo a lungo. Si alzò in piedi, attendendo un cenno d'assenso da parte dei presenti.

 

Master

Spoiler

 - Guarire +8, conoscenza arcana +3, osservare +2 su tutti i piccoli addormentati. Forgrim vuole essere sicuro che stiano bene.

 - Forgrim non esce ancora dalla stanza. Aspetta l'assenso dei presenti prima di recarsi dal prigioniero.

 

Edited by SassoMuschioso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht Tanner

Il mezzonano si mosse silenziosamente per non svegliare il principe nella cui mentre aleggiava il sogno, e si appoggiò ad una colonna del tempio ad osservarlo e a vegliare sul suo sonno. 

Sarebbe andato in panetteria quando i suoi amici fossero usciti dal sogno, e avrebbe impedito a chiunque di avvicinarsi al principe tanto da rischiare di svegliarlo.

Accettò il cibo dal fratello, ma gli chiese di non uscire. “Forgrim, siamo già pochi. Se arrivasse un attacco fisico dalla strega e dai suoi scagnozzi a questo inerte, come potremmo salvarlo? Ho bisogno di averti con me.”

Spoiler

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.