Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La DC Comics pubblicherà un supplemento per D&D 5E

The Last God è il nuovissimo fumetto fantasy della DC Comics, pubblicato in USA sotto la divisione Black Label, etichetta che ha sostituito la Vertigo per le pubblicazioni con contenuti maturi. Scritto da Phillip Kennedy Johnson (Adventure time), illustrato dal nostrano Riccardo Federici (Aquaman) e con le copertine di Kai Carpenter (Books of Magic), questo fumetto ci parla di due generazioni di eroi, una che ha condannato il mondo, e l'altra che dovrà salvarlo.

Eccone la sinossi:
La DC Comics ha annunciato che rilascerà un supplemento per la 5a Edizione di Dungeons & Dragons dedicato a The Last God chiamato The Last God: Tales from the Book of Ages

The Last God: Tales from the Book of Ages sarà un supplemento di 40 pagine che verrà pubblicato in USA ad Aprile e renderà nel dettaglio la ricca storia di popoli, luoghi, scuole di magia e mostri di Cain Anuun, l'ambientazione di The Last God. Il libro conterrà razze giocabili, sottoclassi, oggetti magici e mostri realizzati da Dan Telfer, DM di Nerd Poker, assieme alle mappe realizzate dal cartografo Jared Blando.

Per una sua eventuale localizzazione in italiano dovremo aspettare la decisione di Panini, il nuovo editore della DC Comics in Italia.
Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/dc-comics-publishing-dungeons-dragons-sourcebook.669725/
https://www.dccomics.com/comics/the-last-god-2019/the-last-god-1
Read more...

Agganci per le Avventure: Buttarsi tra i Libri

Articolo di J.R. Zambrano del 07 Gennaio
I libri sono una parte importante del Fantasy. Che si parli di tomi antichi e voluminosi pieni di segreti proibiti, nefasti grimori che ospitano magie dimenticate, ornati volumi di conoscenza che descrivono i processi per creare potenti pozioni ed incantamenti esotici, o uno dei libri di Waughin Jarth, sono un elemento che rende qualsiasi ambientazione fantasy davvero viva.
Un libro dopo tutto è una rappresentazione fisica della conoscenza, come un libro degli incantesimi usato da un enigmatico mago, ma suggeriscono anche l'esistenza di una storia del mondo che va oltre la piccola finestra sulla quale i PG si affacciano. Guardate per esempio a come The Elder Scrolls usa le varie Biografie di Barenziah per mostrare che quello è un mondo con una storia da raccontare. Persino se non avete mai letto i libri nel gioco, cliccandoli via appena vi siete accorti che non aumentavano le vostre statistiche, essi trasmettono comunque l'idea di un mondo più ampio. La sola esistenza di qualche libro pesantemente rilegato è di grande aiuto per portare i giocatori dentro un altro mondo.

Ma piuttosto che lasciarli in background, abbiamo preparato un po' di agganci per avventure in modo da allettare qualsiasi avventuriero con sete di conoscenza, o che al massimo conosce un bibliotecario. Eccole qui!
Andare in biblioteca

È stata recentemente scoperta la biblioteca magica di un antico regno famoso per i suoi arcimaghi e le dicerie sui poteri nascosti al suo interno abbondano. Sta a voi decidere se i giocatori la raggiungeranno dopo un lungo ed arduo viaggio attraverso un deserto ostile o se ci finiranno attraverso un portale magico che li risucchia al suo interno quando aprono un libro misterioso. In ogni caso, si ritrovano dentro una biblioteca magica che sembra esistere al di fuori del tempo.
Quando entrano dentro la biblioteca il mondo intorno a loro cambia. Il paesaggio non è quello delle rovine del presente ma piuttosto un'immagine del passato. Anche se nessuna delle porte che conducono fuori dalla biblioteca sembra aprirsi, i giocatori possono viaggiare in altri mondi attraverso i libri, dato che alcuni di essi contengono portali magici verso semipiani isolati o spazi extradimensionali che mandano i giocatori in differenti parti della biblioteca labirinto...ma altri fanno comparire mostri che erano intrappolati al loro interno. I vostri giocatori riusciranno a trovare l'uscita della biblioteca? O finiranno (ri)legati ad essa per l'eternità come i libri sugli scaffali?
Il libro fatto della materia di cui sono fatti i sogni

L'assistente di un libraio si avvicina agli eroi, chiedendo la loro protezione. La libreria è appena entrata in possesso di un tomo incredibilmente raro che è detto conferisca un potere immenso alla persona che riesca a padroneggiare i suoi segreti. Quando i giocatori si recano sul posto, lo trovano messo a soqquadro e il proprietario li indirizza verso una cabala di cacciatori di tesori che hanno cercato il libro in ogni parte del mondo.
Questo libro è davvero il favoleggiato tesoro?...o è solo un'abile contraffazione? Sta a voi e ai vostri avventurieri scoprirlo.
Il Libro delle Ombre

Quando un Warlock perde il suo Libro delle Ombre, in città cominciano a succedere cose strane. L'avventura inizia quando le sedie della locanda prendono vita e cominciano ad attaccare gli avventori. Alcune prove di utilizzo di magia infernale spingono i giocatori a dare la caccia a un warlock, ma quando quest'ultimo viene messo alle strette spiega che il suo Libro delle Ombre è andato perduto e che non accetterà l'umiliazione di chiederne un altro al suo patrono infernale.
Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere a causa di un tomo di Magia Infernale a piede libero dentro una città? Se i giocatori non vogliono scoprirlo dovranno rintracciare il libro mentre passa di mano sfortunata in mano sfortunata, lasciando una scia di caos magico attraverso la città.
Questo significa guai

Per il proprio compleanno uno degli avventurieri riceve un regalo misterioso! Un libro di storie e poemi che chiaramente contiene qualche tipo di conoscenza segreta. Nessuna delle persone legate all'avventuriero, familiari o amici, ha fatto quel regalo, eppure, se i PG riusciranno a decifrare gli indizi nel libro, si troveranno sempre più coinvolti in un viaggio incentrato sulla scoperta di un mistero che qualcuno sembra avergli recapitato.
Quale misterioso potere si sta avvicinando loro tramite questo regalo? Quali segreti troveranno alla fine di questo cammino? Scopritelo in questo libro.
La scuola è finita

La locale Accademia di Magia si è vista rubare i suoi libri di testo magici, e la scuola non può iniziare fino a quando non saranno ritrovati. Mentre non sono necessariamente pericolosi di per sé, la loro mancanza terrà un sacco di maghi e streghe lontano dagli studi, la qual cosa porterà a delle bacchette in ozio, una cosa peggiore degli strumenti del diavolo stesso.
Per far ripartire le lezioni gli avventurieri dovranno trovare i libri mancanti o cominciare loro stessi ad insegnare a queste giovani menti avide di conoscenza.
Fateci sapere se userete qualcuno di questi agganci, e buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-adventure-hooks-hitting-the-books.html
Read more...

Il 2020 è l'anno giusto per sconfiggere il mostro della pianificazione

Articolo di J.R. Zambrano del 03 Gennaio
Quando ho iniziato a giocare il problema più complesso da affrontare era trovare le persone con cui giocare. All'epoca D&D non era ancora questo fenomeno di massa. La TSR era in declino e per giocare bisognava fare affidamento sul trovare un gruppo nella propria zona. Se volevate giocare dovevate letteralmente trovare dei giocatori. Così funzionava all'epoca.

Svariati anni ed edizioni dopo il problema da risolvere è trovare il tempo per giocare. Cosa che ha senso. La vita facile dei bambini, con la sua mancanza di responsabilità ed abbondanza di tempo libero, o persino i periodi strettamente impostati a livello di impegni delle superiori o dell'università permettevano di giocare facilmente. Si era in mezzo ad un gruppo di persone con cui stare a stretto contatto. Ti piacciono i GdR? Sei più per D&D, Vampiri, Shadowrun o che altro? Bene giochiamo assieme.
Ma questi momenti vengono man mano meno con le nuove pressanti responsabilità (lavoro, figli) e viene quasi voglia di dire che l'essere adulti non si sposa con il voler giocare. Eppure alcuni di questi problemi non paiono legati necessariamente a questioni di maturità o di essere adulti. Il mondo del lavoro si fa più pesante, con le persone che devono essere sempre pronte a mettersi sotto. I lavori part-time e a chiamata implicano che si è occupati in orari strani e variabili. Gli amici che conoscevate possono doversi trasferire (o magari tocca a voi) oppure la nascita di un nuovo amore potrebbe togliervi il tempo necessario. E tutto questo ci sta. Non è certo un malvagio piano dell'Uomo Calendario per rubarvi del tempo...

.....vero?
Ma questo non implica che l'obiettivo principale del nuovo anno per molti giocatori là fuori non sia proprio il mettersi a giocare di più. Voi volete giocare di più, io voglio giocare di più, quindi prendiamo esempio da Robin e sconfiggiamo assieme l'Uomo Calendario. No davvero, Robin ha sconfitto da solo l'Uomo Calendario quando quest'ultimo ha cercato di rapirlo per tendere una trappola a Batman. L'Uomo Calendario è un farabutto (anche nella versione reboot alla Hannibal degli anni '90) ed è giunto il momento di fargli vedere chi comanda qui. Come?
Trovate il vostro gruppo

Questa è probabilmente la cosa più difficile da portare a termine. Ma dovete trovare le persone giuste assieme a cui volete giocare. Potrebbero essere degli amici che conoscete da anni, potrebbero essere persone incontrate al negozio di giochi locale oppure online su una community di Discord. Perché aspettare. Siamo nel 2020 e viviamo in un'epoca in cui è più semplice che mai trovare delle persone con cui giocare. Chiedete alle persone con cui pensate di trovarvi bene riguardo al giocare assieme. Probabilmente avranno sentito anche solo parlare di D&D e, anche se così non fosse, oggi come oggi è più facile che mai spiegare a qualcuno cos'è il gioco di ruolo. Includete nel vostro gruppo qualche neofita.
Conoscere i propri impegni

Non vuole essere qualcosa di impertinente. Non dovrebbe essere difficile mantenere attiva una sessione settimanale, ma viviamo in un'epoca di bieco capitalismo e questo implica che il tempo è una delle risorse più preziose a nostra disposizione. E questo implica che dovete cercare di trovare la giusta soluzione per le vostre esigenze. Non impegnatevi con l'idea di una sessione a settimana quando quasi sempre appena arriva il Lunedì vi trovate sommersi di impegni. Per molte persone, me incluso, è già difficile gestire una sessione mensile. Ma diciamo che volete migliorare questo ritmo, puntare ad una sessione settimanale? Allora dovete impegnarvici. Cosa che ci porta al prossimo punto.
Conoscere il proprio obiettivo

Una volta che avete trovato le persone giuste e messo da parte il tempo necessario, dovete darvi un obiettivo. Magari può essere qualcosa di nebuloso come "gestire una campagna che va da livello 1 al 20, una saga epica", ma può sembrare difficile da portare a termine. Datevi degli obiettivi più piccoli e a breve termine. Magari semplicemente trovarsi con gli amici e giocare ad un'avventura già fatta. Qualcosa da portare a termine con poco sforzo, ma che non sia al di fuori delle possibilità immediate. Perché una volta che lo avrete fatto, una volta che avrete portato a termine questo primo obiettivo, potrete darvene un altro.
"Okay, siamo arrivati a livello 5, potremmo continuare a giocare con questo nuovo scenario"
Risulta facile calibrare le vostre necessità ed obiettivi di gruppo una volta che avete giocato un po'. Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante mantenere una comunicazione chiara e diretta con gli altri partecipanti. Ed ecco un altro consiglio: se volete mantenere le energie necessarie per mantenere attiva la sessione settimanale per un po', dovete abbassare le pressioni.
Sotto Pressione

Si tratta di un confine sottile da non superare. Se la pressione di fare le cose perfette è eccessiva è probabile che abbandonerete il progetto al primo ostacolo, come scusa per non dovervi più impegnare tanto. Ed è così che l'Uomo Calendario vince. Quindi non fatevi troppa pressione da soli, nessuno è perfetto. Neanche voi lo sarete. Ci saranno momenti in cui non sarete in forma o sarete davvero troppo impegnati perché la vostra vita sarà un inferno. Accettate la cosa, fatela vostra. Non pensate che sia un fallimento, ma una parte di un piano in atto. Tornerete in carreggiata la settimana successiva. Le abitudini sono legate alla ripetizione delle attività.
Impegnatevi ad Esserci

Essenzialmente siate presenti per giocare il più possibile. Pare semplice a dirsi, ma se lo fosse davvero staremmo tutti giocando a campagne decennali e i personaggi di alto livello sarebbero decisamente più comuni. Semplicemente impegnatevi ad esserci ogni settimana (o altro intervallo che usate). Se non potete esserci non è un grosso problema, ma cercate di farcela. E se anche il gruppo non riesce a riunirsi cercate di pensare a cosa potete fare comunque.
Nel mio gruppo di gioco giochiamo la sessione anche se mancano uno o due personaggi. Non ha sempre molto senso, ma, se non sapete bene cosa fare quando manca qualche giocatore, siate flessibili. Magari potete giocare ad una one-shot, magari ambientata in qualche altra parte del mondo. Potete giocare con dei PG diversi o provare dei giochi diversi come Ironsworn o iHunt. Oppure guardarvi dei film con gli amici, un ottimo modo per ricordare a tutti che se vi state trovando assieme è perché vi piacete e state bene assieme.
Nel migliore dei casi inizierete a giocare ad una campagna degna di storie e canzoni. Nel peggiore dei casi starete almeno in compagnia di amici con cui vi divertite. In entrambi i casi cercate di lasciarvi più spazio per voi stessi quest'anno. Spendiamo già una così gran parte della nostra vita a fare le cose che dobbiamo che spero che questo articolo possa aiutarvi almeno un po' a fare le cose che volete fare.
Buone avventure e buona fortuna per il 2020.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-2020-is-the-year-we-defeat-the-scheduling-monster.html
Read more...

Sottoclassi, Parte 1

Articolo di Ben Petrisor, Dan Dillon, Bill Benham, Jeremy Crawford e F. Wesley Schneider - 14 Gennaio 2020
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
 
Gli Arcani Rivelati fanno un salto nel 2020 con quattro sottoclassi per voi da provare: Il Cammino della Bestia (Path of the Beast) per il Barbaro, la Via della Misericordia (Way of Mercy) per il Monaco, il Giuramento dei Guardiani (Oath of the Watchers) per il Paladino e il Genio Nobile (Noble Genie) per il Warlock.
E' disponibile anche un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, il quale presentava il Guerriero Psichico (Psychic Warrior) per il Guerriero, lo Spadaccino Spirituale (Soulknife) per il Ladro e la Tradizione del Potere Psionico (Tradition of Psionics) per il Mago, assieme a nuovi incantesimi e a nuovi talenti. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 1
Sondaggio: psionici per guerrieri, maghi e ladri
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses1
Read more...

5 Cose da fare in una taverna

Articolo di J.R.Zambrano del 02 Gennaio
Tirate abbastanza dadi nella vostra carriera e vi troverete sicuramente almeno una volta a fissare lo schermo di un DM intento a descrivere al meglio delle sue possibilità i differenti tipi di birra che potete trovare in locanda con il medesimo entusiasmo di George R.R. Martin quando realizza di avere una scusa per mettere in scena un banchetto.
Ma non tutti possono permettersi il lusso di venir uccisi pietosamente dai Frey per fuggire da una noiosa descrizione della sala di una locanda. Detto questo, eccovi un paio di cose da provare a fare la prossima volta mentre state attendendo che una figura incappucciata vi assegni una missione, in taberna quando sumus.
Bevete come se non ci fosse un domani

Come dice la canzone, bibit ista, bibit illa, cosa che potrebbe sembrare ovvia, ma, già che state aspettanndo che il master faccia avanzare la trama, potreste anche chiedere al DM di tirare sulla tabella delle bevute della Xanathar's Guide to Everything per vedere cosa accadrà. Potreste farvi un nuovo amico, trovare un nemico, trovarvi a dirigere il festival teatrale locale o persino sposati ad un/a nano/a sorprendentemente comprensivo/a.
Fare i tenebrosi in un angolo

Perché dovreste lasciare tutto il divertimento al ranger? Cercate un buon angolo della stanza, preferibilmente in ombra, sedetevi e scrutate attentamente il resto della stanza. Chiedete al vostro DM, tra una descrizione della schiuma della vostra birra e l'altra, se potete fare dei tiri di Furtività per essere nascosti quando le cose finiranno certamente male. Nel mentre, iniziate a pensare ad un nome con cui siete conosciuti dalla gente del luogo, dato che potrebbero non conoscere il vostro vero nome.
Giocate d'azzardo

La vostra fortuna potrà anche essere in continuo mutamento, come la luna, crescere un giorno e calare un altro, ma potete sempre tentare la sorte e sfidarla. Tirate dei dadi per una ragione che non sia un combattimento e iniziate a scommettere contro dei clienti meno fortunati di voi. Fate solo attenzione a chi raggirate o potrebbe scoppiare un combattimento molto prima di quanto possiate pensare.
Datevi al crimine

Ci sono un sacco di persone in una taverna, solitamente. Avranno certamente dell'oro, dell'argento, del platino o altri preziosi che non sono in grado di apprezzare e che starebbero meglio nelle vostre tasche. Quindi perché non aiutarli provando a borseggiarli finché il vostro DM non si renderà conto che state pensando di acquistare l'intera taverna?
Assumete degli avventurieri

L'avventura che vi è stata proposta dalla "misteriosa figura incappucciata" sembra richiedere un sacco di lavoro. E non andrà necessariamente a beneficio del vostro stile di vita devoto alle comodità domestiche e ai morbidi tessuti. Ma potreste semplicemente acquistare un cappuccio voi stessi e assumere degli avventurieri (pagandoli meno della vostra ricompensa, ovviamente) per uscire e ripulire il dungeon per voi. Perché dovreste sporcarvi le mani quando altri possono farlo per voi?
E queste sono solamente cinque delle cose che potreste fare quando le vostre giocate si bloccano in una taverna. Quali sono i vostri "momenti da taverna" preferiti nei giochi di ruolo? Raccontateceli nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-five-things-to-do-in-a-tavern.html
Read more...
Mythrandir

Topic di Servizio

Recommended Posts

Ciao a tutti e benvenuti a questa avventura con reskin estremo delle classi di D&D 5e. Questo è il topic di servizio e immagini tutti sappiate come usarlo. Nei prossimi giorni creerò un topic di gioco. 

L’avventura comincerà a Neverwinter, con un breve preambolo per introdurre la quest principale e un paio di personaggi non giocanti importanti. 

Per cominciare, vorrei che ciascuno di voi completasse la scheda e il BG. Nel completare il BG, vorrei sapere se i vostri personaggi si conoscono quando comincia dell’avventura o no. Chiaramente, le risposte possono essere diverse fra di voi: magari solo un paio di voi si conoscono già da prima, o magari siete un gruppo di mercenari ben consolidato, o magari ancora non avete mai incrociato il cammino di nessun altro nel gruppo. 

  • Se sì:
    • come si sono conosciuti?
    • quanto tempo fa si sono conosciuti?
    • cosa li accomuna e cosa, invece, li separa?
  • Se no:
    • cosa vi a portato a Neverwinter?
    • in che modo avete incontrato gli altri PG?

Nel completare la scheda, se vi va, potete indicare se fate parte di una fazione o meno. 

Per quanto riguarda i combattimenti, la mia idea è di gestirli prevalentemente tramite il “teatro della mente”, senza usare mappe. Questo è soprattutto per via della macchinosità del generare e gestire mappe con molti tokens per PG e NPC. Cosa ne dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per i combattimenti ok, basta sapere le distanze e organizzarsi nel caso di magie ad area.

Per i BG condivisi credo che dipenda da cosa siamo. Il mio pg è un tiefling warlock Che si crede un chierico di Oghma.

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, Mythrandir ha scritto:

Per quanto riguarda i combattimenti, la mia idea è di gestirli prevalentemente tramite il “teatro della mente”, senza usare mappe. Questo è soprattutto per via della macchinosità del generare e gestire mappe con molti tokens per PG e NPC. Cosa ne dite?

Beh intanto ciao a tutti!

Per quanto riguarda le mappe, io di solito le faccio con paint, molto rozze ma efficaci per descrivere a grandi linee lola scontro. Mi va bene anche il teatro della mente, comunque.

 

Per quanto riguarda il bg in comune, il mio pg è di Icewind Dale e quindi non è in città da molto. È un barbarico eroe ispirato da Tempus (creato come stregone!).

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Cronos89 ha scritto:

Per i combattimenti ok, basta sapere le distanze e organizzarsi nel caso di magie ad area.

Concordo; l'unica cosa, è che le descrizioni dell'ambiente (da parte del master) e delle azioni (da parte dei pg e dei png) deve essere molto accurata, per evitare equivoci.

 

22 ore fa, Cronos89 ha scritto:

Per i BG condivisi credo che dipenda da cosa siamo.

Giusto, non possiamo decidere se e come ci siamo incontrati, se prima non sappiamo cosa siamo.
In effetti i collegamenti tra i pg dovremo crearli tutti assieme.

Io sono un barbaro (classe effettiva) giocato come monaco (classe simulata).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti!

22 ore fa, Mythrandir ha scritto:

Per quanto riguarda i combattimenti, la mia idea è di gestirli prevalentemente tramite il “teatro della mente”, senza usare mappe. Questo è soprattutto per via della macchinosità del generare e gestire mappe con molti tokens per PG e NPC. Cosa ne dite?

Mi sembra una buona idea

Per quanto riguarda il mio personaggio è un cacciatore del sangue (classe da cui prendo le meccaniche) reskinnato come un monaco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Ottaviano ha scritto:

il mio personaggio è un cacciatore del sangue

Sarebbe la classe non ufficiale ispirata allo "witcher" dei libri/videogiochi/serie tv?

Share this post


Link to post
Share on other sites
In questo momento, MattoMatteo ha scritto:

Sarebbe la classe non ufficiale ispirata allo "witcher" dei libri/videogiochi/serie tv?

Sinceramente non so se è ispirata a qualcosa ed in caso a cosa, è la classe homebrew creata da Matthew Mercer, io la uso solo per le meccaniche, e poter "sostituire" la parte di roleplay con quella del monaco mi ha fatto innamorare dell'idea. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Si, è una classe di Mercer e non ha nulla a che vedere con gli Witcher. Direi che è più un...gish?

Mhm… leggendola, una delle sottoclassi (Ordine del Mutante) ha forti elementi da Witcher… ma sono dettagli :) 

Sono molto d’accordo con l’idea di basare eventuali collegamenti sul conoscere le rispettive classi e re-skin. Non ho specificato io le vostre classi+re-skin nel post d’apertura perché volevo appunto lasciarvi la libertà di farlo o meno. Come detto, non dovete per forza essere tutti amici o conoscenti l’uno dell’altro, ma mi renderebbe la vita indubbiamente più facile :D 

53 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

Concordo; l'unica cosa, è che le descrizioni dell'ambiente (da parte del master) e delle azioni (da parte dei pg e dei png) deve essere molto accurata, per evitare equivoci.

Farò del mio meglio ma vi chiedo la cortesia di non esitare a chiedere più dettagli in spoiler, se vi servono o se vi sembra non ne abbia dati abbastanza.

A tal proposito, due cose legate al fatto che vivo in Canada:

  • se capita che io usi costruzioni di frasi che in italiano non esistono o suonano malissimo, fatemelo presente senza problemi :D usando l’inglese il 95% del tempo, la mia grammatica italiana sta andando a farsi benedire… 
  • le distanze nel modo di gioco le preferite in piedi o in metri? Per AdO, incantesimi, eccetera. Il mio MdG è in inglese perché lo uso qui in Canada quando gioco attorno al tavolo ma non mi costa nulla far la conversione, se per voi i metri vanno meglio

 

23 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

Per quanto riguarda le mappe, io di solito le faccio con paint, molto rozze ma efficaci per descrivere a grandi linee lola scontro. 

Terrò presente, nel caso servano. Le mappe dei luoghi ve le posto nella tab “Immagini” dedicata, chiaramente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora io preferisco i piedi, usando risorse in inglese mi trovo meglio.

Qui metto il mio GB, vediamo chi si può collegare

Spoiler

Abbandonato da piccolo in una chiesa di Oghma, Xarvir cresce circondato da testi sacri e non.
Si appassiona alla scrittura e alla lettura, divorando praticamente qualsiasi libro o pergamena incontrasse.
Desideroso di diventare anche lui un chierico devoto, studiò tutti i testi sacri su cui riuscì a mettere mano, ma sembrava che niente fosse in grado di aiutarlo a realizzare quel suo desiderio. Un giornò, nascosto dietro alcuni tomi più vecchi, trovò un libro che parlava della regina corvo, una specie di divinità della morte. Lo lesse tutto di un fiato e quella notte sognò un corvo che gli parlava, dicendogli che la regina corvo aveva intercesso per lui presso Oghma e che finalmente avrebbe potuto essere anche lui come gli altri chierici, anzi che era destinato a cose ben più grandi, ma che non avrebbe potuto parlare con nessuno dei suoi amici e che avrebbe dovuto partire quella notte stessa.
Xavir si svegliò, continto che fosse tutto un sogno e che il restare sveglio fino a tardi gli aveva fatto male. Quando si mise a sedere però trovò un corvo appollaiato sulla finestra che lo guardava fisso.
Quella nott Xavir prese le sue cose e scappò dalla chiesa, convinto che i suoi poteri derivassero da Oghma stesso e che quindi aveva il diritto di definirsi un chierico a tutti gli effetti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, Mythrandir ha scritto:

le distanze nel modo di gioco le preferite in piedi o in metri? Per AdO, incantesimi, eccetera. Il mio MdG è in inglese perché lo uso qui in Canada quando gioco attorno al tavolo ma non mi costa nulla far la conversione, se per voi i metri vanno meglio

Per me è lo stesso, ormai mi ci vuole un'attimo a trasformare gli uni negli altri e viceversa... e in un pbf l'unica cosa che non manca è il tempo. 😉
Anzi, l'uso di pollici/piedi/miglia/once/libbre rende ancora meglio l'idea del mondo medioevaleggiante (mentre metri e chili sono più moderni).

 

34 minuti fa, Mythrandir ha scritto:

Mhm… leggendola, una delle sottoclassi (Ordine del Mutante) ha forti elementi da Witcher… ma sono dettagli 🙂

Ah, forse è quella sottoclasse che mi ha fatto pensare a Witcher (ho letto la classe anni fà, e non ricordo quasi niente); comunque la mia era solo curiosità.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Cronos89 ha scritto:

comunque, i vostri bg? giusto per capire se si può fare qualcosa in comune

Io e Ottaviano abbiamo deciso un legame, essendo entrambi monaci; per lo stesso motivo potrebbe essere difficile che abbiamo legami con gli altri pg.
I nostri maestri ci hanno mandato in giro per il mondo, per vedere come ce la caviamo al di fuori del monastero (una sorta di "prova sul campo", che tutti i novizi devono affrontare, prima o poi); data la premessa, è possibile che ci siamo offerti volontari per la missione, per metterci alla prova e/o aggiustare le cose in zona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Mythrandir ha scritto:

Di stasera o di domani cominciamo l’avventura! Scusate il lieve ritardo ma questo weekend sono stato un po’ impegnato. 

Idem!

Infatti non ho ancora pensato ad un modo per collegarmi agli altri pg!!!

Sul perché Neroon è a Neverwinter non credo ci siano problemi: è sotto Icewind Dale seguendo la costa, passata Luskan è la città più grande per chi scende da nord.
Su come abbia incontrato gli altri...beh, dipende un po' dalle premesse dell'avventura: c'è qualcosa che attira gli avventurieri, come un bando o un lavoro ben pagato? Magari c'è qualcosa che imperversa nella regione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

c'è qualcosa che attira gli avventurieri, come un bando o un lavoro ben pagato?

Questo è l’aggancio su cui mi sto orientando per farvi incontrare Grunden. La mia domanda su eventuali legami tra PG si riferisce, invece, a eventuali incontri pregressi all’avventura. Magari Xarvir e Neroon si sono incontrati mentre entrambi vagavano per il nord per i propri motivi, ed hanno creato un legame sull’essere entrambi “diversi” dalla grande maggioranza delle persone facenti parte dei loro rispettivi gruppi di appartenenza (i chierici di Oghma per Xarvir, o i barbari per Neroon). 
Questa è solo un’idea e non siete legati a usarla, né a creare un legame fra i vostri PG. È una cosa assolutamente facoltativa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

per me va benone esserci conosciuti prima, magari hanno condiviso parte del viaggio in quanto "diversi" e hanno deciso di andare assieme a Neverwinter.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avviso che da domani mattina fino a Martedì sera non mi sarà possibile postare perché sarò in viaggio verso l’Italia per le festività natalizie. Se tutto va bene, sarò nuovamente attivo sul forum Mercoledì. Cercherò di portarvi avanti prima di partire e se riesco durante gli scali aerei ma, in caso non dovessi riuscirci, portate pazienza :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.