Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa fare quando non si riesce ad aprire una porta

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Febbraio
Lo so, ci siamo passati tutti. Tutto sta andando perfettamente, non solo sono venuti tutti quanti a giocare, ma non si stanno neppure facendo distrarre dal video sul cagnolino carino. I telefoni e i laptop sono lontani e, sorpresa delle sorprese, i PG vogliono davvero andare avanti nell'avventura che avete creato per loro invece che spendere metà del tempo facendo spese, mentre l'altra metà sta litigando su quale sia il modo migliore per arrivare al dungeon. Infatti, sono già nel bel mezzo del dungeon quando arrivano di fronte a lei...la temibile porta chiusa a chiave.

E certo, volevate che fosse un po' impegnativa. Perciò la CD per aprirla è un po' più alta, ma dovrebbe essere abbastanza facile per il ladro da apr...ops, come non detto, non riesce a fare un tiro al di sopra del 3. Okay. Bene, adesso la serratura è rotta, ma il resto del dungeon sta chiamando gli avventurieri all'esplorazione. OPPURE, il gruppo potrebbe solamente starsene lì impalato per le successive tre ore cercando di capire come "hackerare la porta" in modo da attraversarla.
Sapete, vero, quale di queste due opzioni sceglierà il gruppo, nove volte su dieci? Ecco perché oggi parleremo di come riprendersi dopo un fallimento, e di cosa fare quanto il gruppo sembra non riuscire ad andare oltre una determinata porta.

Adesso, giusto per intenderci, questa non deve essere necessariamente una porta reale, potrebbe essere una porta metaforica. Per alcuni, la porta che non riescono ad aprire potrebbe essere la timidezza, per altri una mancanza di educazione...ma per noi la porta che non possiamo aprire è una porta reale. E stiamo per parlare di di come riuscire ad attraversarla.
Un fallimento solo da un certo punto di vista

La prima cosa di cui dobbiamo parlare è cosa rappresenti quel tiro abilità. D&D funziona come un sistema binario. Avete due situazioni quando fate un tiro in scassinare per aprire la porta: o ce la fate o fallite. Se ce la fate, la porta si apre. Se fallite, non si apre. Se fallite alla grande non potete più riprovarci, mi dispiace ragazzi, vi hanno bucato il pallone.
Altri giochi di ruolo fantasy non hanno questo problema. Che sia il metodo del D20 System di avere successo ad un costo o l'idea del successo parziale delle regole di Apocalypse World, non c'è un aut aut. Non c'è una gamma che misuri successi o fallimenti. Il che non è necessariamente una brutta cosa, ma pone alcune limitazioni nel vostro modo di pensare. Dopo tutto, se la porta si apre o non si apre, quel tipo di struttura Successo/Fallimento inquadra la situazione in una questione di sì o no.
Ma la questione è che, come DM, voi potreste volere che i giocatori entrino nella stanza. Specialmente se ne hanno bisogno per avanzare nell'avventura. La stessa cosa accade nel caso debbano assolutamente acchiappare un ladro o trovare una certa reliquia. Cosa fare allora? Riformulare l'intero concetto.

Invece di guardare alla porta come un tiro in arnesi da scasso, o come qualcosa che i giocatori devono sfondare, pensate a cosa quel tiro rappresenti. Invece di fallire ad aprire la porta, pensatela come un fallire ad aprire la porta nel modo che sia più conveniente per loro. Ci dovrebbe comunque essere un modo per aprire la porta, ma magari adesso significa trovare la persona o mostro che ne possiede la chiave. O trovare una pergamena di Scassinare in un laboratorio da Mago da qualche parte nel dungeon.
Nessuna conseguenza

Ora che avere riformulato il dilemma, pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di un fallimento. Se scassinare la serratura vuol essere un modo facile e silenzioso per entrare, magari adesso quell'approccio non è più disponibile per i personaggi e tutti gli altri modi di entrare dentro la stanza comportano fare rumore o attirare attenzioni indesiderate.
O magari potrebbe costargli qualche risorsa extra. In pratica pensate a quali costi/risorse i giocatori potrebbero avere, in modo da spenderli per aprire la porta. Potrebbero essere oggetti magici, potrebbero essere punti ferita, se stanno combattendo un nemico che custodisce la chiave. Potrebbe persino essere l'elemento sorpresa: adesso che le persone nel dungeon sanno dei PG prenderanno delle precauzioni extra. Potete rendere un tiro fallito portatore di conseguenze indesiderate senza interrompere il flusso di gioco.
Un altro punto di svolta, una biforcazione della strada

Un altro modo di considerare come entrare nella stanza potrebbe essere trovare un'entrata alternativa. C'è una consuetudine che si trova in certi giochi come Skyrim e Fallout quando una porta è bloccata da un lato, di solito c'è un altro modo per entrare. Bisogna solo trovarlo. Se non riescono ad aprire la porta dal lato in cui si trovano, magari buttate lì qualche indizio su un'altra entrata. Magari una porta segreta o, meglio ancora, se riuscite a farli proseguire all'interno del dungeon preparate un percorso che torni indietro fino a un passaggio segreto che porta all'interno della stanza.
Circolare prego

Questo è l'altro grande trucco. Cercate modi per incoraggiare il gruppo a proseguire quando non riescono ad oltrepassare la porta. Potete indicare dettagli come l'ornamentazione della serratura e del buco di quest'ultima, o parlare di come potrebbe esserci un'entrata segreta più avanti nel dungeon. Se questo non funziona, potete sempre fare affidamento sulla vostra fidata tabella degli incontri casuali per avere qualcosa che vagherà proprio dove si trovano i PG. Qualunque cosa serva per evitare che finiscano impantanati su un particolare ostacolo.
Dategli degli amici dall'altro lato

Naturalmente, parlando di conseguenze e mostri erranti, se i giocatori sono veramente bloccati, è probabile che faranno rumore. L'attenzione può sempre arrivare dall'altro lato della porta invece che da un mostro errante. Io userei questo trucco con parsimonia però, o i giocatori si abitueranno al fatto che le cose siano facili e tutto vada liscio, e questa è l'ultima cosa che volete. Idealmente, stanno facendo una partita a un gioco che è organizzato interamente per loro, ma che deve sembrare non lo sia.
Buone Avventure! Cosa fate quando il vostro gruppo è bloccato in un impasse? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-what-to-do-when-you-cant-get-through-that-door.html
Read more...

Old School Essentials sarà pubblicato in Italia da Need Games

Old School Essentials è basato sulla versione B/X (Base/Expert) di Dungeons&Dragons a cura di Tom Moldvay (Base) e David Cook (Expert) rilasciata nel 1981 dalla TSR. Per chi non lo sapesse la B/X è la versione di Basic D&D precedente al BECMI (quella con la famosa Scatola Rossa, anche se sarebbe più corretto parlare di BECM visto che l'Immortal Set non fu mai tradotto in Italia), il quale fu la prima versione ad arrivare in Italia.

Le differenze tra le due versioni sono minime e ciò permette a Old School Essentials di essere compatibile anche col materiale che fu pubblicato in Italia all'epoca dalla Editrice Giochi.

Old School Essentials, nella sua versione originale, è un gioco modulare composto da 7 supplementi:
Core rules: con le regole base del gioco. Genre Rules: dove si trovano le classi giocabili (Guerriero, Mago, Chierico, Ladro) assieme ad Elfo, Nano ed Halfling (che sono classi e non razze in questo regolamento). Treasures: con la descrizione di tesori ed oggetti magici. Monsters: il Manuale dei Mostri. Advanced Fantasy Genre Rules: con le regole per emulare la prima edizione di Advanced Dungeons&Dragons, scindendo le razze dalle classi ed aggiungendo classi come il Paladino, l'Assassino, il Bardo, il Ranger, l'Illusionista e il Barbaro. Cleric and Magic User Spells: il libro degli incantesimi di Maghi e Chierici. Druid and Illusionist Spells: il libro degli incantesimi di Druidi ed Illusionisti. Oltre alla versione in 7 supplementi esiste anche la versione in tomo unico, al momento non si sa quale delle due versioni verrà pubblicata dalla Need Games.

Per celebrare l'evento, Gavin Norman, il creatore di Old School Essentials, sarà presente alla NeedCon (ribattezzata quest'anno NeedPunk) la convention organizzata dalla Need Games per presentare i suoi prodotti e le sue novità. L'evento si terrà il 22 Febbraio 2020 presso la Casa dei Giochi a Milano, in Via Sant’Uguzzone 8 con il seguente programma:
Ore 10:00, apertura porte Ore 15:00, presentazione di Old School Essentials Ore 15:30 -19:00, partita a Old School Essentials con Gavin Norman come DM. Old School Essentials sarà disponibile in Italia a partire da Settembre 2020.

Annuncio ufficiale del NeedPunk sul sito della Need Games: https://www.needgames.it/eventi/needpunk2020/
Read more...

5 Cose che Fortunatamente D&D si è Lasciato alle Spalle

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Febbraio
Al giorno d'oggi se entrate in un negozio di giochi potete godervi l'enorme gamma ed evoluzione dei giochi moderni. Volete darvi alle avventure fantasy? Potete scegliere quello che volete, con Pathfinder e D&D presenti praticamente ovunque, ma con svariati altri sistemi disponibili. Non vi ispira il fantasy? Ci sono una gran varietà di giochi sci-fi. Non siete ancora soddisfatti? Perché non provare un gioco dove siete dei punk che distruggono dei centri commerciali? O magari dove interpretate un lavoratore part-time? O ancora potreste esplorare le stranezze degli anni '80 di una linea temporale alternativa.
A qualunque cosa decidiate di giocare, non ci sono dubbi che l'hobby in generale abbia fatto passi da gigante. E perché possiate meglio apprezzare cosa abbiamo a disposizione al giorno d'oggi, diamo uno sguardo alle cose che fortunatamente ci siamo lasciati alle spalle.
Doversi Colorare i Propri Dadi

Questa categoria potrebbe anche chiamarsi set incompleti, alternative cartacee ai dadi o in generale scarsità di prodotti. Nel momento in cui erano arrivati alla quarta ristampa, se volevate comprarvi un set di OD&D era probabile che sareste diventati gli orgogliosi possessori di un sacchetto con sei dadi non colorati e una matita di cera bianca o nera da usare per delineare voi stessi i numeri.
Già questa cosa non era il massimo. Ma man mano che gli anni passarono le cose non migliorarono certamente e, anzi, la cosa divenne ancora più comune. Si poteva praticamente vedere la scorta di dadi della TSR diminuire a vista d'occhio. Nel 1979 le scorte finirono e dovettero includere dei cartoncini con dei "dadi da ritagliare", dei foglietti di cartone con quadratini con sopra vari numeri da ritagliare e pescare casualmente

Al giorno d'oggi o prendete un set completo della Chessex o li ordinate a peso. Si possono comprare dadi di ogni forma e dimensioni, con simboli speciali di ogni genere. Io stesso possiedo un set di dadi con simboli di ossa per quando gioco un necromante o per generiche cose da cattivo. Viviamo davvero in un'epoca di abbondanza.
Requisiti Differenziati per Salire di Livello

Qui sopra ne ho inclusi solo due di esempio, ma 'c'è stato un tempo (AD&D) durante il quale ogni classe cresceva di livello ad un ritmo differente. Quindi anche se riuscivate a fare sì che tutti i giocatori si presentassero ad ogni sessione finivate comunque ad avere delle discrepanze di livello. Perché niente è così divertente come rimanere uno o due livelli indietro rispetto al resto del gruppo e rischiare di morire ancora più facilmente.
Vale lo stesso discorso con i limiti massimi di classe/razza. Certo le prime edizioni del gioco erano volutamente umanocentriche, ma questo limitava anche in parte il divertimento. Al giorno d'oggi si può scegliere una qualsiasi combinazione di razze e classi, e si sale di livello tutti allo stesso ritmo. Il che implica doversi preoccupare solo di assegnare al meglio le caratteristiche.
THAC0

Parlando di matematica prendiamo la cosa "preferita" di tutti riguardo a D&D, ovvero il determinare quali numeri sommare tra di loro. Assicuriamoci, quindi, che i giocatori debbano fare un ulteriore passaggio di calcolo da poi confrontare con un altro valore.
Siamo sinceri, la questione è ancora presente (anche se non così terribile alla fine, solo noiosa). Semplicemente quel passaggio di calcolo ulteriore viene saltato visto che la CA è presentata come numero bersaglio invece che calcolata a livello astratto da uno 0. Questo ha anche il bonus aggiunto di fare sì che tutti i bonus che ottenete salendo di livello siano ad incrementare. E d'altronde ottenere dei numeri sempre più grandi non è forse da sempre alla base del voler salire di livello?
Miniature di Piombo

Le miniature sono molto migliorate con gli anni. Certo c'è comunque un certo fascino nostalgico nelle miniature "vecchia scuola" di piombo. Forse è il peso o il chiedersi se potrebbe essere il caso di farsi un richiamo del tetano se ci si graffia sopra un dito cercando di montare le ali ad un gargoyle.
Per il resto di noi ci sono tantissime miniature di plastica leggere, dettagliate e soprattutto (relativamente) economiche a disposizione sul mercato al giorno d'oggi. Che si tratti di miniature già dipinte (che è sicuramente l'andazzo del futuro) o dei prodotti della Reaper's Bones, le miniature moderne sono molto più variegate e particolari e sono più semplici da gestire.
Satana

Nessuno oggi pensa che il nostro hobby sia satanico, ma c'è stato un periodo in cui c'era chi lo pensava Che si tratti della volta in cui D&D ha traumatizzato Tom Hanks...

O di quella volta che i giornali hanno deciso che D&D era roba da stregoni...

C'è stato un periodo in cui giocare a D&D implicava essere un adoratore del diavolo e un membro degli Illuminati. Come per ogni altro franchise che è stato travolto da un panico moralista, tutto quello che queste notizie fecero fu rendere miserabile la vita di molte persone per un lungo tempo e non aiutarono certo chi pretendevano di voler aiutare.
Ad ogni modo al giorno d'oggi il futuro del nostro hobby appare radioso.
Ci sono altri aspetti del nostro hobby che siete contenti siano caduti in disuso? Pensate che ci siamo sbagliati e che la THAC0 fosse in realtà una gran cosa? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-five-trends-gaming-left-behind-for-good-reason.html
Read more...
By Psyco

Retrospettiva: AD&D 1E Monster Manual

Il Manuale dei Mostri di AD&D è stato il primo manuale a copertina rigida per Dungeons & Dragons ed è stato un enorme passo avanti, sia per il gioco che per la TSR (l’editore originale di D&D – NdR). Nelle sue 112 pagine troviamo stipati oltre 350 mostri per il nuovo gioco “Advanced” Dungeons & Dragons, e la loro presentazione e il loro layout furono rivoluzionari.
La maggior parte dei giocatori oggi non ha idea di come i mostri venivano presentati nei manuali originali di D&D: sotto forma di lunghe tabelle e, nelle pagine seguenti, c’erano dei paragrafi che descrivono e spiegavano le forme speciali di combattimento che sfruttavano. Il Manuale dei Mostri ha cambiato questo approccio: ogni singolo mostro aveva ora le sue statistiche insieme alla sua descrizione e normalmente anche una illustrazione. Avere le immagini della maggior parte dei mostri fu un grande passo avanti rispetto ai manuali originali di D&D e ha aiutato molto sia DM che giocatori.
Questo manuale è stato “il primo” di tante cose che oggi diamo per scontate: il primo manuale a copertina rigida, il primo dedicato interamente ai mostri e il primo manuale di AD&D.
Se Eldritch Wizardry ci ha dato i demoni, il Manuale dei Mostri ci ha dato i diavoli e i Nove Inferi, i draghi metallici, i non morti più potenti e molti altri mostri. Inoltre ha aggiunto molte sottorazze agli elfi, nani ed halfling: Elfi dei Boschi, Acquatici, Mezzelfi e Drow; Nani delle Colline e delle Montagne; Halfling Alti e Tozzi. Quindi non solo più mostri, ma anche più dettagli sui quelli che già conoscevamo.

Copertine rispettivamente del: 1977, 1983, 2012
Le illustrazioni sono state fatte da David C. Sutherland III, David Trampier, Tom Wham e Jean Wells, con la copertina originale di Sutherland. Jeff Easley ha illustrato la copertina rivista alcuni anni dopo. Mentre la copertina originale non vincerà mai alcun premio per l'abilità tecnica, l'idea di mostrare le creature sia sopra il suolo che in un tunnel sotto terra è stata sicuramente un'idea eccellente – anche se ha dato agli addetti al layout della TSR un problema su dove mettere le scritte del prodotto!
Sutherland e Trampier hanno realizzato la maggior parte delle illustrazioni, ma la più memorabile per me è la vignetta di Tom Wham riguardante un gruppo di avventurieri che incontra una lince in un deserto innevato. È abbastanza in contrasto con il modo relativamente serio in cui quasi tutto il resto viene disegnato e descritto.

I mostri sono descritti in base a: N. per incontro (nelle terre selvagge), Frequenza, Classe armatura, Movimento, Dadi vita, % in Tana, Tipo di tesoro, Numero di attacchi, Danno/Attacco, Attacchi speciali, Difesa speciale, Resistenza magica, Intelligenza, Allineamento, Taglia e Capacità psioniche.
In teoria, la frequenza veniva utilizzata per determinare il loro numero sulle tabelle degli incontri casuali e sul terreno, ma non conosco molti che l’abbiano usata in quel modo. N. per incontro era un valore problematico, poiché raramente corrispondeva a qualcosa di utile: quanti se ne potevano incontrare in un dungeon sarebbe stato un valore decisamente più importante, ma quel valore si trovava nella GdDM. Lo scopo di % in Tana era per capire se (a) avevate incontrato il mostro nella sua tana in un incontro casuale nelle terre selvagge, e (b) vedere se aveva qualche tesoro.
C'è una certa propensione delle statistiche verso il rendere i mostri utili per un gioco nelle terre selvagge. È qualcosa che non ha avuto un grande utilizzo nei successivi supplementi di D&D, i quali tendevano ad essere ambientati in sotterranei o in luoghi più controllati, ma almeno l'opzione c’era per quelli che la volevano!
Gary Gygax ha tratto i mostri da Original D&D e dai suoi supplementi, dalle riviste (Dragon e Dungeon) e in parte ne ha creati di nuovi. Nella prefazione per l'ispirazione/creazione di nuovi mostri, infatti, ringrazia Steve Marsh, Erol Otus, Ernie Gygax e Terry Kuntz, anche se è improbabile che siano entrati inalterati nelle pagine del manuale: praticamente ogni mostro è stato cambiato nelle statistiche e nell’aspetto rispetto alla versione originale (se non altro perché il sistema AD&D, pur attingendo da Original D&D, era in realtà un nuovo sistema con parametri diversi).

Il nuovo AD&D, quando uscì il Manuale dei Mostri, non era ancora da considerarsi come “definitivo”. La cosa si evince anche da un fatto curioso: non c'è nessun mostro nel manuale con una CA di 10. In OD&D, una CA di 9 era considerata la peggiore (nessuna armatura). Nel Manuale del Giocatore di AD&D, Gygax ha aumentato questo valore a 10, ma la cosa non si riscontra nel Manuale dei Mostri, che è stato rilasciato, ricordiamolo, un anno prima del Manuale del Giocatore.
La filosofia alla base del design dei primi mostri di AD&D era semplice: mostri stimolanti da sfidare e con caratteristiche derivate dalle leggende. In effetti, la maggior parte dei mostri era semplice e in realtà possedeva solo valori di CA, DV, #AT e danno. Tuttavia, alcuni piccoli cambiamenti hanno avuto un grande impatto: un Gargoyle era una bestia abbastanza standard, ma il fatto che fosse necessaria un'arma +1 o migliore per ferirlo lo trasformò in un temibile nemico per i gruppi impreparati o di basso livello. I ghoul paralizzavano con un colpo le vittime, i wight avevano la spaventosa capacità di risucchiare i livelli. E visto che gli incantesimi per ripristinare quei livelli persi erano di alto livello e difficili da acquisire, questi non morti di basso livello diventarono un incubo per i giocatori.
I mostri che hanno ricevuto maggiore attenzione sono stati gli umanoidi – come orchi, goblin, coboldi – assieme ai pezzi grossi di D&D: demoni, diavoli e draghi. Questi ultimi tre avevano ciascuno una sezione descrittiva generica prima delle voci dei singoli mostri che componevano tale sezione. Ci sono alcune regole interessanti qui che chiariscono cose non descritte altrove. Ad esempio, "Tutti i diavoli possono dirigere i loro attacchi contro due o più avversari se ne hanno modo", un chiaro caso de "l'eccezione che conferma la regola" visto che implica il fatto che normalmente un mostro non possa dividere i propri attacchi contro più avversari. Molti dei demoni e diavoli più potenti avevano la possibilità di lanciare incantesimi, con vari incantesimi di esempio. I draghi avevano una probabilità di poter parlare e lanciare incantesimi – oltre a poter essere scoperti mentre dormivano nelle loro tane e a poter quindi usare attacchi non letali su di loro (il che dava adito alla possibilità di rivenderli in seguito!)

Il Manuale dei Mostri di AD&D presenta un'omissione importante: i PE e il livello dei mostri. Questi valori verranno forniti – talvolta in modo abbastanza impreciso – in una tabella riassuntiva nella GdDM. Soltanto nei successivi manuali dei mostri di AD&D verranno inclusi questi valori. Quindi non c'erano all'epoca regole rigide e veloci per determinare una sfida corretta per un gruppo di avventurieri di un certo livello. La GdDM dava alcune linee guida, che spesso non funzionavano. Il modo migliore per giudicare la difficoltà di un incontro era dato dall'esperienza acquisita durante il gioco. La cosa all’epoca non mi disturbava; ci sarebbero volute le successive edizioni per farmi comprendere l'utilità di un Grado di Sfida – specialmente con molti nuovi mostri mai usati prima.
La resistenza alla magia era uno di quei valori che, per la sua poca chiarezza, causava molte discussioni. La percentuale di base (quella indicata) era riferita ad un utilizzatore di magia di 11° livello; questo valore veniva incrementato o decrementato del 5% per ogni livello di differenza dell’attaccante. È una regola piuttosto goffa che per fortuna AD&D 2E ha reso una percentuale secca.
Nonostante questi difetti, la qualità del manuale non ne risente. I piccoli problemi riscontrati non adombrano le novità che ha introdotto e la natura generalmente poco complessa dei mostri è apprezzabile. Questo non vuol dire che i mostri di D&D non possano diventare complessi, ma gestire un Orco in AD&D è sicuramente una cosa semplice e ha portato a partite emozionanti.
Questo Manuale dei Mostri certamente non vi travolge con i dettagli: il Doppleganger ha solo poche righe di descrizione e non ha nulla sul suo habitat e sulla sua società, ma già solo la sua capacità di mutare forma racchiude in sé i semi per un’avventura. E poiché la maggior parte dei mostri presenti deriva dalla mitologia, i giocatori già si potevano fare un'idea e immaginarsi di cosa si trattava (o potevano in ogni caso scoprire facilmente altri dettagli).

Alla fine, il Manuale dei Mostri è stato un lavoro eccezionale, facendo ciò che era necessario per permettere ai Dungeon Master di gestire al meglio il gioco. Le versioni successive avranno sicuramente fornito diversi livelli di complessità e dettaglio, ma sono ancora colpito da quanto sia eccellente il materiale fornito da questo manuale. È stato sicuramente il punto di partenza di molte avventure memorabili della mia giovinezza. Sfogliando una delle mie copie fisiche o sfogliando il PDF, provo lo stesso senso di meraviglia che ho provato 40 anni fa.
Articolo tratto da:
https://rpggeek.com/thread/711001/talking-lynx
http://theotherside.timsbrannan.com/2019/11/monstrous-monday-review-monster-manual.html

Questo manuale è disponibile in PDF sul sito DMGuild.com
Read more...

Registrato il primo calo di D&D su Roll20

Articolo di Morrus del 05 Febbraio
Le ultime statistiche di Roll20, relative a fine 2019, sono arrivate. In termini di partite giocate D&D ha mostrato la sua prima flessione dal mio ultimo resoconto su Roll20, passando dal 51,87% nel secondo trimestre del 2019 al 47,54% nel quarto trimestre (anche se risulta comunque leggermente più alto del 45% del terzo trimestre, le cui statistiche non avevo riportato!). Call of Cthulhu è passato dal 14,3% del secondo trimestre al 15,3%. Pathfinder è calato dal 6,5& a circa il 5% (ma si è ripreso da un pesante tracollo nel terzo trimestre, che era atteso vista l'uscita della nuova edizione). In termini di numeri totali di giocatori D&D è calato di circa l'1% mentre Pathfinder è aumentato del 2% circa. Call of Cthulhu ha visto un incremento notevole del 7%.
Quello che risulta strano sono i numeri di PF2. Solo poco sopra l'1% nel quarto trimestre del 2019 (che è comunque un incremento del 82% in proporzione). Mi chiedo se alcuni dei dati di PF1 e PF2 stiano venendo mischiati sotto la voce generica "Pathfinder".

Queste sono le statistiche legate al numero di partite giocate su Roll20 con un dato sistema

Queste sono le statistiche legate al numero di account su Roll20 legati ad un dato sistema
Il rapporto pubblicato dall'Orr Group (l'azienda che gestisce Roll20 - NdT) ci mostra anche un nuovo parametro interessante, ovvero i giochi in maggior crescita in questo ultimo trimestre.

Il forte incremento di Ironsworn RPG coincide con l'uscita della campagna in streaming interna di Roll20 che usa questo sistema, quindi non è strano che la cosa si rifletta sulle statistiche.
Eccovi la lista completa:







 
Qui invece abbiamo l'andamento, diviso per trimestri, dei tre principali GdR nel 2019:

Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/roll20-reports-first-drop-for-d-d.670107/
Read more...
Bomba

Capitolo Uno - Una convocazione inaspettata

Recommended Posts

Damien Marsh (Human/Half-Fiend)

Cosi la riunione era giunta al termine, non molte notizie erano state date ma piu che sufficienti per quanto Damien aveva interesse di sapere. Molte situazioni particolari erano accadute in quell'incontro, ultima fra tutte fu quando la cosi detta Mamma di Celeste prese la mano del giovane mezzo-demone per fargli ascoltare il suo "cuore". Damien tutto si sarebbe aspettato dalle sue parole ma non unna reazione così "diretta". Dopo un attimo di sorpresa ritorno ad essere sempre lo stesso Damien, rispondendo con un altro complimento alla donna. 

Il passo successivo era quindi prendere la cavalcatura, non prima che le monete del viaggio furono distribuite ...beh ora iniziamo a ragionare..chissa se ha Pascalia c'è qualcosa di interessante dove spendere queste monete...pensò il ragazzo mentre prendeva il denaro. Cosi con la sacca decisamente più piena di incammino verso la scuderia. Aveva appreso le basi di equitazione durante qualche lezione, ma vedendola come pratica troppo noiosa aveva abbandonato ...a cavallo..e pensare che dalle storie che ci hanno raccontano reiterate volte per gli eroi di Firedrakes c'era sempre un teletrasporto disponibile...c'è sempre da faticare maledizione... Allora vediamo un po?! disse a mezza voce osservando le varie cavalcature, ricadendo la sua attenzione su Vassilixia, Iris e Angelica. Ottima scelta cara Iris...era da un po che non ti vedevo..ma stai sempre bene come sempre, disse facendolo l'occhiolino alla ragazza per poi sorridere alle Draconis sono curioso anche io. Lei signorina Vassilixia? dove ricade in verità la sua scelta? continuò incuriosito da quale cavallo lei avrebbe scelto, senza consigli esterni mi sa che io opterò per questo bellissimo destriero nero...dice che il nero stia bene con chi ha gli occhi rossi concluse ironicamente alludendo alla sua natura di demoniaca.

Spoiler

Scelgo il destriero nero. Non quello di Astrid ovviamente, immagino ce ne siano altri.

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Il lucertoloide fu contento di essersi riappacificato con Astrid, erano completamente opposti nelle loro visioni, ma parve ragionevolmente gentile, questa volta.

Alla richiesta del ballo Efraym rimase un po' deluso dalla declinazione dell'offerta Spero non temesse che fosse un'avance... ma quel corpicino ce lo vedo troppo bene come saltatrice e acrobata in una coreografia di gruppo, è leggera e facile da sollevare! E a giudicare da come cavalca sembra avere abbastanza equilibrio e spirito da compiere una "Fontana di Trevi" (citazione per pochi)

Fece l'occhiolino alla sorella della ninfa, si chiamava Kat Po e dall'inizio si era sempre prodigata in difesa della sorella, doveva essere molto protettiva. Le passò a fianco Tranquilla da me non devi temere nulla! disse sorridendole per poi dirigersi verso il cavallo più divertente che vide. Non era un cavallerizzo particolarmente abile, perciò ne scelse uno docile con un manto bianco e una macchia marrone sul muso. Era un piccolo konik, sufficientemente robusto per portarlo in sella. Non la cavalcatura più fiera e veloce, ma il muso simpatico dell'animale lo attirò a se!

Gli altri stanno già scegliendo i nomi... cavolo sono troppo indietro rispetto a loro! esclamò terrorizzato di essere l'unico cavaliere con un cavallo senza il nome, che figura ci avrebbe fatto? Dovrei chiamarlo Giuramento... o Fede... o Missione... qualcosa che mi ricordi quello che voglio e che non voglio... 

Ci pensò su e arrivò alla conclusione che un nome del genere sarebbe stato troppo pesante per un povero cavallo innocente. Avanti Flopsy! Verso la libertà! disse appena montò sul placido animale, il quale lo guardò assonnato prima di intraprendere un ruminante cammino.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht Tanner

Dalla sua posizione defilata, il nano aveva modo di osservare tutti. Era incuriosito dai due scagliosi fratelli della savana, ben piazzati fisicamente e quindi probabili combattenti da mischia. Si chiese se nascere nella stessa covata fosse come nascere dallo stesso utero, e se questo li rendesse gemelli. Tra gli umanoidi mammiferi si diceva vi fosse un affiatamento speciale nelle coppie di gemelli; lui personalmente aveva visto due giocatori di Pallatonda correre all'infinito su un campo lunghissimo provenendo da due angoli opposti della difesa e poi calciare il pallone all'unisono, con una potenza tale da sfondare le mani guantate del paratore, la rete retrostante, il parapetto della tribuna e lo sterno di uno sfortunato spettatore della terza fila. Non vedeva l'ora di vederli agire con la stessa coordinazione.

Un'altra che l'incuriosiva, eccola, Vassilixia Draconis, promessa di Shaun. Un vero mistero, nonostante tutto. Un sorriso gentile, anche l'ultimo che gli aveva rivolto prendendo il suo posto per scrivere; un sorriso sincero. Aveva risposto al suo meglio, ma gli usciva sempre una smorfia, perché cercava di sorridere mostrando i denti ma nascondendo la punta delle zanne. Temeva di essere risultato sgradevole. Si sarebbe scusato con Shaun, assicurandogli che non desiderava Vassilixia... cioè, che non desiderava importunare Vassilixia. Cambiò idea, niente scuse. Meglio non rischiare gaffe.

Fischiò di nuovo verso i cavalli.

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Banjo, giusto? Non lo vedo molto bene con i Sinners, ma possiamo fare un tentativo. Disse al lucertoloide prima di alzare gli occhi al cielo alle eccessive dimostrazioni d'affetto di sua nonna. Mio padre era solito mormora delle parole di disprezzo nei confronti di un certo Dio Icosaedro dopo i festeggiamenti per Yule. Inizio a credere che non avesse tutti i torti, vista la mia recente epidemia di sfortuna... Prese un pennino da una delle tasche della sua giacca e iniziò a scrivere una rapida missiva, imprecando a denti sdretti per l'occasione perduta.

Master

Spoiler

"Cara Martha, nobile e fiera combattente per le vite indifese degli animali e paladina della quinoa, ti chiedo di perdonarmi. I poteri forti hanno vinto, alla fine, e sono riusciti a strapparci questa serata: sono stato costretto a partire per una attività scolastica a cui non posso sottrarmi.
Il ricordo della tua bionda chioma riscalderà le mie notti in solitudine e il tuo disprezzo nei confronti della società oppressiva e tirannica scalderà il mio cuore durante questi giorni.

Il tuo fedele compagno di manifestazioni,

Ragnar Bjornsson"

Si recò quindi nella sua camera per prendere l'ultimo equipaggiamento di cui aveva bisogno (i suoi pugnali, soprattutto, che non portava quasi mai con sé mentre si trovava nel campus), raggiungendo poi gli altri nel ranch. Astrid non perse tempo e gli si avvicinò, ma venne presto distratta da Alucard ed Efraym. Decise quindi di dedicarsi alla scelta del suo destriero. Ragnar non aveva però alcun dubbio: il suo cavallo sarebbe stato un purosangue della Savana, un sauro elegante e scattante. Mio padre ti avrebbe chiamato Sleipnir: le due gambe mancanti gli sarebbero apparse dopo la prima sbronza. Si appoggiò alla staccionata e osservò Astrid nella sua strana opera, rispondendo al suo grido Sono un artista, Astrid. La guerriera del gruppo sei sempre stata tu, lo sai bene. Non oserei neanche sfidarti: sarebbe una sconfitta certa, vista la tua abilità. Disse all'amica (nonostante l'etere sembrasse suggerire diversamente), tenendo il suo cavallo per le briglie. Per ora non gli avrebbe dato un nome: avrebbe approfittato dell'occasione opportuna per inventare qualche storia sulle origini dell'animale. Si avvicinò quindi alla sorella, richiamato da un suo cenno. 

Con Luna

Spoiler

Tranquilla, sorellona, sai che puoi contare sempre sul sottoscritto. Disse prima di aggiungere con un sorriso sardonico Suvvia, un po' di divertimento non ha mai fatto male a nessuno. Anzi. Fu però costretto a tornare ad essere molto più serio quando la sentì parlare di Astrid, l'argomento che avrebbe voluto evitare. Astrid non si merita che uno come me faccia casino o la sorprenda. Concluse chiudendo l'argomento, allontanandosi in silenzio.

 

Edited by Ian Morgenvelt
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna

Con Bjorn

Spoiler

Si meriterebbe altro rispose semplicemente che fa rima con sorprenda aggiunse scuotendo il capo

Prese le briglie del suo cavallo, sistemandosi lo zaino e richiamando a se Lecter Sei Trottalemme, giusto? accarezzò il capo dell'animale cercando di tranquillizzarlo Lui è lecter, non ti farà del male, è nostro amico continuò ad accarezzare la bestia per farle capire che andava tutto bene Astrid! scosse il capo vedendo l'amica che si dava arie da gran amazzone non far stancare il cavallo prima ancora di iniziare

 

Spoiler

Handle animal +7
Empatia animale +13(se conto i dadi vita, se conto i livelli da ninfa +15)
 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deborah Borealis(Tiefling Burattinaia del Terrore) 

Madnyss & Sorrow(Burattini)

La sorpresa reale di quella riunione fu scoprire chi sarebbe stata la tutrice per quel viaggio. La nonna! I piccoli burattini raggiunsero i piedi della Burattinaia, Sorrow annuì a Vassilixia salutandola poi con la manina. Deborah non era felicissima di vederla assieme a così tanta gente, infatti dopo ai pizzicotti sulla guancia venne la classica beffa. Qualcuno cominciò a ridere dietro di lei, probabilmente più per Ragnar che per lei, provocando un'espressione nera... Fu Luna a prevenire il peggio dalla tiefling, con grande sollievo da parte dei burattini, i quali mimarono di asciugarsi la fronte sudata con il braccio. La Burattinaia si oscurò il volto coi capelli per nasconderselo... Grazie... Rispose semplicemente alla ninfa. L'ambiguità della domanda di Mulroht lasciò perplessa la ragazza corvina, ma come al solito la Nonna sprizzava entusiasmo e maternità da ogni poro, quindi era meglio lasciar correre la cosa. 

Gli studenti furono chiamati a recarsi nelle stalle, o meglio negli immensi ranch dell'istituto. Non mi piacciono troppo gli animali, padrona... Mordono, graffiano, sporcano... Chissà se cosa mi succederebbe se mi masticassero vivo, UHUHAHAHAH! La risata finale era parecchio equivoca al discorso appena fatto da Madnyss. A-a me... P-piacciono gli animali morbidi... Da abbracciare... Commentò a sua volta Sorrow, sempre stretto al collo della padrona. Deborah non era pratica di cavalli, menche meno di cavalcare. Timidamente si avvicinò al recintato osservando quali di quegli esemplari sarebbe andato bene alla giovane strega. Riconobbe una delle razze delle Pianure Verdeggianti, piana in cui era cresciuta nel ridente villaggio di Primarosa. Un esemplare dalla lunga criniera scura e qualche ciocca chiara. Posso avere quello? Chiese a chi di dovere con voce neutra. 

Spoiler

facebook.jpg?fit=766,500&ssl=1

Deborah si avvicinò all'animale guardinga e soprattutto insicura, con il libro degli incantesimi nella mano sinistra pronto in caso di pericolo. L'altra mano andò a toccare il muso del cavallo delicatamente... Tu mi obbedirai, chiaro? Disse imperiosa. 

Spoiler

Intimidire +25

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Mulroht

Spoiler

 

Il passaggio del mezzo-immondo alla mensa non si rivelò infruttuoso, anzi. La stressata addetta alle vivande sembrava essere stata informata della partenza di un piccolo gruppo in gita Pranzo al sacco, giusto? Vieni qua disse accompagnando il nano alato verso un gruppo di involti Diciassette pasti a portar via, razioni valide per la sosta di oggi. Laddove il contenuto si sarebbe scoperto una volta aperto uno degli involti, vi era almeno la certezza che non si sarebbe arrivati a Pescalia con lo stomaco che brontolasse. La donna passò senza troppe cerimonie tutto quel carico al mezzo-immondo Da bravo, portalo agli altri, che io ho da lavorare!

+17 razioni da viaggio

 

x Angelica

Spoiler

L'espressione curiosa di Azuria si infranse quando la sorella la salutò rapidamente Gita? Come? Ang-- afflitta, la Draconis con sangue di fata e drago fu costretta a vedersi rinviate le risposte alle numerose domande che le erano sorte...

x Vassilixia e Shaun

Spoiler

 

Vassilixia non potè che intravedere appena la propria compagna di camera, una mora arcoriana che non sarebbe sfigurata in alcuna corte nobiliare Oh, ciao... si limitò a dire Natalya Moreau, lo sguardo che dardeggiò dal futuro di Acquastrino a Shaun, in quello che fu un rapido saluto carico di una tensione che la sangue di drago blu non riuscì a comprendere appieno...

La necessità di recarsi alle stalle impedì alle due di parlarsi di più, rimandando l'eventuale presentazione al ritorno a Covo del Tarrasque.

 

Lontano, nelle stalle, Eoliòn salutò la propria madre. Vicino a lei, la innocente Cloppiti Clo, la cavallina della mezza-celestiale, ascoltò placida in quell'ultimo saluto privato tra madre e figlia.

x Eoliòn

Spoiler

Sì, è così disse Sophia, rivolgendosi alla figlia Quello zuccone di mio fratello ha pensato bene di offrire questa alternativa, esagitato com'era Cloppiti Clo battè gli zoccoli a terra, scandalizzata La ragione per cui non ne ho fatta menzione alla riunione è molto semplice, comunque disse la fu contessina, avvicinandosi alla figlia e mettendole le mani sulle spalle Mio fratello può essere anche il principe dell'intera Arth, ma se mia figlia non vorrà sposarsi non lo farà, dovessi anche prendere a calci Derbel da qui fino ai confini meridionali della Savana l'elfa si schiarì la voce Non è stato proprio un discorso da corte, ma spero tu abbia inteso la mia fermezza. Non lasciarti influenzare da questa cosa, io non permetterò che il tuo arbitrio venga condizionato, fosse anche per la salvezza dell'intero regno. La ricompensa in danaro è già sufficiente, direi.

Da sempre creature legate alla guerra e all'avventura, i cavalli suscitarono fin da subito la curiosità dei viaggiatori in partenza, che si avvicinarono prodigandosi nelle proprie scelte e sfruttando l'occasione per conoscersi meglio in vista della inaspettata missione in programma. Chi, come Shaun, Vassilixia e Alucard, non era molto avvezzo all'arcione, trovarono in un anziano stalliere di nome Oliver un adeguato sostegno Con dei mustang andrete sul sicuro disse il vecchietto dalla barba rada, carezzando il muso di uno degli esemplari dal pelo marroncino chiaro Sono meno alti al garrese e quindi più facili da salire, nonché più docili... le cavalcature scalciarono verso i Draconis promessi, ma dopo un'iniziale timore si dimostrarono docili e mansueti. Con l'aiuto di Astrid, Alucard non ebbe difficoltà a richiamare e salire sul giovane esemplare che le chiamò la ninfa barbara.

La gypsy vanner bianca di Iris scosse la lunga criniera, estasiata dalla nuova proprietaria dagli occhi verdi come le pianure in cui avrebbe potuto correre, mentre Angelica fu costretta a tirare le redini per il proprio frisone, che capì ben presto di avere a che fare con ben più di una timida nobilotta di corte Ben fatto, Cenere ha un caratterino imprevedibile! commentò Oliver. Flopsy, il konik scelto da Efraym, nitrì in maniera molto particolare Ssssssssss!!!! sibilò, confermando la sensazione del proprietario di aver scelto l'esemplare più particolare. Il cavallo nero di Deborah abbassò il capo, scuotendo la poderosa testa sotto lo sguardo temibile della tiefling del club dell'occulto, i cui sinistri burattini sembrarono mettere in ulteriore soggezione l'animale, che scalciò ma non si oppose a quel tetro legame.

X Deborah

Spoiler

Intimidire +25+9=34

La sensazione, comunque, che il monopolio sulla natura appartenesse alle ninfe venne confermato da Luna e Kat Po. La figlia della Dama del Lago, la cui radiosità attrasse subito le attenzioni dell'intero squadrone equestre, trovò in un possente brughioruso la propria cavalcatura, Trottalemme che si piegò sulle possenti zampe di fronte alla creatura fatata. Sellato l'animale, ella si potè ergere con orgoglio. Il clydesdale di Kat Po osservò con sfida la mezza-felinide che gli si presentava davanti, ma il legame naturale che la più amazzone tra le ninfe aveva sviluppato sembrava qualcosa di palpabile, tanto che l'animale si sottomise senza alcuna protesta di fronte a tanta naturalezza.

x Luna e Kat Po

Spoiler

 

Luna Empatia Selvatica +12+2+13=27

Kat Po Empatia Selvatica +12+6+3+2+8=31

 

Ispirata dalla sorella, e dopo aver assistito il tiefling cognato dei suoi sogni, Astrid prese ispirazione dalla stupenda esibizione di Luna e Kat Po per balzare in groppa, cavalcando a pelo, il più possente tra i brughiorusi. Il destriero, colto di sorpresa, rimase inizialmente interdetto, tanto che Astrid potè afferrarsi alla sua criniera ed ergersi trionfante di fronte al resto della classe.

Almeno fino a quando l'anziano Oliver non notò la scena Per gli dèi, è salita su Sovrano Nero! Esso non era infatti un brughioruso comune, ma il discendente di una stirpe di cavalli dal pelo nero e che tradizionalmente portavano un titolo nobiliare. Purosangue dalla taglia generosa, nei decenni della loro infame genìa, questi esemplari hanno servito i peggiori e più empi e perfidi procacciatori di disgrazie, dai tiranni ai comandanti di eserciti votati al male, beandosi della morte e della distruzione e obbedendo solo a coloro che fossero ancora più malvagi di loro. Sovrano Nero, trovandosi ora una ninfa sulla schiena, scartò con una violenza tale da mandare la rossa faccia a terra nel fango, nitrendo in quella che fu una beffarda risata.

Rise quindi meno, quando Astrid iniziò a strangolarlo, serrando il suo collo tra le poderose braccia da ballerina, l'animale che iniziò a gorgoliare e cercare di scalciare, nel tentativo di districarsi e spappolare il cranio della donna che voleva sottometterlo. La tauromachia che ne seguì fu furibonda, Sovrano Nero che corse abbattendo altri tre cavalli, prima di venire nuovamente cavalcato dalla Winnsdòttir, la quale lottò per interminabili minuti in una danza selvaggia per aver ragione di quell'essere pieno di perfidia. Alla fine, esausto, Sovrano Nero crollò su una delle poderose zampe, volgendo il muso quanto bastava per riconoscere la malevolenza insita nel cuore di colei che lo aveva costretto al servizio. Se ella era stata disposta a picchiare un animale riflettè Sovrano Nero Allora ha tutte le carte in regola per diventare una signora del male!

x Astrid

Spoiler

 

Astrid Empatia Selvatica (Alucard) +10+6=16

Astrid Cavalcare +6-5+3=4

Astri Lotta +13+19=32 contro Cavallo pesante da guerra +11+11=22

Astrid Cavalcare +6-5+15=16

Astrid Addestrare Animali +10+11=21

 

Il panico si diffuse tra i cavalli, quelli non scelti che si imbizzarrirono impazziti quando una sinistra figura alata planò sul cielo, proiettando un'ombra oscura. Era forse Azariaxis? Una Calixtria Draconis inferocita? Una nuova minaccia alata? No, era Mulroht Tanner dei FiglidellaRoccia, il quale perlustrò in lungo e in largo, fischiando, cercando tra le creature terrorizzate colui che avrebbe avuto l'iniziativa di farsi avanti... e infine fu accontentato. Dal pelo grigio, con una criniera scura, un cavallo si fece avanti mostrandosi diverso da tutti gli altri: gli occhi leggermente strabici, il galoppo sgangherato, il cavallo mostrò fin da subito di essere decisamente speciale. Avvicinatosi al nano mezzo-immondo, non nitrì ma si limitò a liberare le viscere, per poi cercare di mordere la fronte del nano.

Il cavallo di Mulroht

Spoiler

image.png.48cc572ac0425f454c65ae29f98c1e14.png

Oh, Shaun caro, ti sottovaluti disse la Mamma di Celeste, mentre controllava lo stato della sella del proprio cavallo, un purosangue garniano Siete alcuni tra gli studenti più promettenti dell'Istituto! Io da giovane ero una discreta maga, ma voi avete la gioventù... cosa non darei per tornare ragazzina! Siete nella vostra primavera, in cui il coraggio può aiutarvi a superare ogni ostacolo. Siete giunti qui per addestrarvi e lo avete fatto, ora siete chiamati a compiere ciò per cui avete faticato e studiato disse, per poi carezzare con una guancia il viso del Draconis Tuo padre è probabilmente già orgoglioso di te. Ad ogni modo, per i vostri parenti, voi siete in Istituto. Ci penserà Sophia a tenere lontane le orecchie e gli occhi dei vostri parenti. Noi dovremo invece pensare a Dorian. E ce la faremo, quanto è vero che mi chiamo una pariglia di cavalli nitrì in contemporanea.

Sophia Von Gebsatell si riavvicinò al gruppo, accogliendo il saluto di Shaun con un tenero abbraccio, che pure tra sconosciuti il giovane Draconis percepì come assai più caloroso di quei pochi che aveva ricevuto dalla duchessa di Acquastrino. Certo, il fatto che Sophia non avesse delle scaglie aiutava...

Non posso che pregare per la riuscita della vostro compito disse Sophia, sciolto il momento di vicinanza con il Draconis Fate attenzione nel vostro cammino, poiché pure all'interno dei confini del regno i pericoli non mancano. Cercate di ricostruire il percorso fatto da Dorian e magari scoprire chi c'è dietro tutto questo. Se lo saprete prima, avrete possibilità di prepararvi al meglio. Altrimenti dovrete stare sempre in guardia.

x tutti

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 6 e il 7 dicembre per la partenza dall'Istituto Von Gebsatell, la conclusione del Capitolo Uno e l'apertura del Capitolo Due

 

Edited by Bomba
  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna

La ninfa sali a cavallo con un gesto agile, osservando inorridita lo spettacolo che stava dando Astrid. Si portò una mano sulla fronte abbassando lo sguardo e voltandosi verso gli altri per verificare se qualcuno avesse bisogno di una mano. Stava per dire qualcosa a Deborah e al fatto che gli animali vanno trattati con rispetto, ma la sua tattica sembrò tanto efficace quanto la sua. Quindi? Tutti timorosi di non saper gestire qualcosa di così possente? domandò Luna avvicinandosi a Shaun e Ragnar e facendo una risata. Le parole di Sophia però la fecero tornare seria. In fondo quella, sebbene mascherata come una gita era pur sempre una missione per il regno Avremo modo di comunicare con voi in maniera sicura?
 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Il momento di partire era già arrivato... quel giorno erano successe talmente tante cose... eppure sembrava essere volato via.

Maledizione... pensò Efraym capacitandosi di non essersi ancora reso utile alla causa, gli altri facevano domande, preparavano piani e probabilmente aveva già in mente uno schema per cominciare le ricerche... e lui? Aveva solo deciso che non sapeva cosa fare se un combattimento gli si fosse presentato di fronte!

Sapere prima... cioè prepararsi... disse guardando il fango quando la nobile donna finì di parlare Dovremmo cominciare a pensare ad un modo per raccogliere informazioni senza farci scoprire... intendo, non possiamo entrare in delle locande nelle quali il principe è alloggiato e chiedere all'oste se ha visto qualche losco figuro rapirlo... dopo  un'ora di tilt sembrava che il suo cervello cominciasse a macinare qualche idea, la confusione cominciava a diradarsi e il suo animo più riflessivo e logico faceva capolino da quello sentimentale e impulsivo, che prima lo aveva completamente dominato.

Se è arrivato a Pescalia non possiamo che cominciare da lì le ricerche... stanotte potremmo entrare in una taverna di paese e provare a fare domande con discrezione... un diversivo per l'attenzione delle folle potrebbe essere... una compagnia di bardi, o una banda da taverna intenta a dare una festa! sorrise Efraym guardando gli altri suonatori del gruppo, l'idea non era di per se sbagliata, ma la Lucertola non seppe dire se fosse nata nella sua testa o nel suo cuore. Allora potrebbe essere più facile far domande lontano da orecchie indiscrete... ora la domanda è... quali sono queste orecchie? E ancora di più quali sono quelle discrete?

Come sempre quando iniziava a pensare lo faceva troppo... non era tipo da queste cose! Durante una partita hai pochi attimi per decidere dove correre e chi affrontare in uno scontro fisico! Efraym era bravo a compiere scelte di impulso, ma quando doveva riflettere a lungo termine cominciava a fare acqua da tutte le parti.

A Pescalia c'è qualche individuo di cui possiamo fidarci? Funzionari fedeli alla corona che ci aiuterebbero senza rendere pubbliche le informazioni? Alternativamente potremmo dover comprare il silenzio di qualche viaggiatore, ma la maggior parte di quelli che infestano le taverne sono vagabondi e ubriaconi e non credo che potremo fidarci della parola di un vagabondo ubriaco... 

Edited by GelTheBest
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kat Po

@GelTheBest Con Efraym

Kat osservò il lucertoloide un pò stranita, ma ugualmente gli tenne un occhio addosso nonostante le sue parole rassicuranti. Se voleva fare amicizia bene… Astrid aveva bisogno di buoni amici e di questo Kat era consapevole. Tuttavia…  "Bhe... In tal caso, tienila d'occhio anche tu. Ti do una possibilità di avere la mia fiducia."

@Plettro Con Astrid

Kat aspettò che la sorellina ebbe finito con la sua 'esibizione', prima di sospirare pesantemente ed avvicinarsi in groppa al suo possente destriero… Il cavallo che Astrid aveva scelto era chiaramente un esemplare fiero e potente ed era stato sottomesso a forza, quasi sottoposto alla tirannia del tentativo di Astrid di mostrare le sue abilità.

"Astrid… Ricorda che non sei in groppa ad un cumulo di rocce. Sei in groppa ad una creatura vivente. Trattala col rispetto che merita ed assicurati di non fargli male." Disse ed in aggiunta cercò di calmarlo con una carezza sul muso… Scese poi dalla groppa del suo "Angus", così aveva soprannominato il cavallo, prese un pò di fieno di cui le stalle erano piene e lo diede da mangiare al possente equino.

@Bomba

Spoiler

Non so se per calmare l'animale occorre un'altra prova di Empatia Selvatica, ma Kat sta cercando di riappacificare la cavalcatura e la sorella prima che finisca male.

Attendeva ormai solo che anche gli altri fossero in groppa per mettersi in viaggio mentre saliva di nuovo a cavallo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht

Come ci fosse finito quel esemplare in mezzo agli altri fu la prima cosa che si chiese il nano mezzo-immondo. Guardo' lo strano deambulare del quadrupede, gli occhi che guardavano ognuno una direzione, quasi ne fu intenerito. Scelse perfino il nome, nel tempo che quello impiego' ad arrivare da lui. L'avrebbe chiamato 'Leonte' di nome, e 'Kama' di cognome. Gli sembrava che avesse tutta la dignita' per meritarsene uno, nonostante il suo aspetto. Se era li', doveva pur essere uno dei cavalli migliori.

Quello pero' tento' di morderlo in testa, come se avesse uno zuccherino fra i capelli.

Un'ascia comparve nelle mani del giovane nano, che pensava di tagliare di netto il collo del cavallo. L'animale pero' stava gia' male per conto suo, ed ora stava peggio, avvolto da una nuvola fredda e stucchevole di unta oscurità mentre si accasciava al suolo. Murloht si guardo' intorno e fece scomparire l'ascia, per fortuna non c'era nessun altro nella nube ed anche Forgrim pareva impegnato con la scelta della cavalcatura.
C'erano buone probabilita' che la facesse franca.

Spoiler

Unholy blight: 3d8 damage vs not evil creatures;  sickened for 1d4 rounds. A successful Will save reduces damage to half and negates the sickened effect. The spell deals only half damage to creatures who are neither evil nor good, and they are not sickened. They can reduce the damage in half again (down to one-quarter of the roll) with a successful Reflex save.

Mise il sacco con le provviste in spalla ed entro' nel recinto. Sentendone di nuovo il peso sulla schiena, si senti' come quel vecchio nano dispensatore di doni della festa del solstizio d'inverno. Soprattutto si rese conto di aver fatto un favore a Leonte, non avrebbe retto nemmeno il sacco, figuriamoci un cavaliere ben piazzato come lui.

Si diresse direttamente da Astrid e dal suo animale, inaccorto del fatto che stesse parlando con qualcuno o meno. 
"Ehi, Astrid. Scusa. Ne sceglieresti uno adatto a me? Mi basta che non si accasci appena ci monto sopra!"
 

Spoiler

@Plettro: a tuo gusto. :-)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Ragnar ascoltó le parole di Efraym, che aveva finalmente deciso di lasciare l'esclusiva delle prediche moraleggianti a Forgrim. Rispose quindi al lucertoloide, tenendo il suo stallone ben stretto, per evitare che scappasse in seguito all'epidemia di panico causata da Mulroht. Evitiamo di pagare qualcuno per il suo silenzio. Tre uomini sono in grado di tenere un segreto solamente se due non respirano. Disse con macabra ironia al principe della Savana, esponendo quindi la sua proposta Basta saper manipolare i tasti giusti e fare le domande adatte. Ad esempio, chiedere notizie sugli ultimi viaggiatori. Oppure fingersi incuriositi dai racconti locali e chiedere dettagli sulle ultime serate. E, eventualmente, si può cambiare il proprio aspetto magicamente, così da spargere tracce contrastanti. Concluse, saltando quindi in groppa al suo destriero. Ora doveva solamente sperare di ottenere la sua fiducia... Con un aiuto magico, ovviamente. Timore? È una parola che devo ancora aggiungere al mio vocabolario, sorellona.

Master

Spoiler

Casto Improvisation. Provo poi a conquistarmi la fiducia del cavallo e mantenere l'equilibrio in sella. Handle Animal +12, Cavalcare +8

 

Edited by Ian Morgenvelt
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna

Non ti preoccupare Efraym disse la ninfa chinandosi appena verso il gruppetto Se mio fratello si mette a suonare, io e le altre ninfe possiamo distrarre facilmente qualsiasi avventore faccio l'occhiolino al mezzo drago e anche qualche avventrice devo dire, ma non sarà un grosso problema

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astrid

Sovrano che? chiese la ragazza prima di finire disarcionata, con la faccia a terra, la ragazza alzò la testa dal fango, sputò un pochino di melma e sorrise Lo sapevo che eri un combattente! In guardia! disse per poi saltare in piedi e caricare il cavallo, saltandoli nuovamente in groppa, mentre afferrava il controllo della bestia, sottomettendola. 
"Tutta suo padre!" avrebbe esclamato commosso Winn'Ier di fronte a tale abbraccio stritolatore.
Andiamo Kat... Mi sono divertita un pò! E poi ha iniziato lui! sbuffò in risposta alla sorella, un pò delusa dal fatto che le scarse attenzioni del gruppo fossero critiche alla sua bravata Bah, con il bene che gli voglio, certe volte mi sembra non sappia riconoscere un bello spettacolo... Tranne Ragnar, lui è un artista, lui sì che riconosce cos'è la vera bellezza! pensò sorridendo un poco Poi i cavalli sono animali così resistenti... Non credo di avergli fatto poi così male, non è vero, Furia? Era tanto che non facevi un combattimento così, eh? Ti sei divertito, sì? sussurrò all'animale mentre lo accarezzava sul collo.  

Spoiler

Empatia selvatica +10, Handle Animal +10.
(Se possibile, prendo 10 alla prova)

Certo Mulroht, hai fatto bene a chiedere a me! rispose alla richiesta dell'inquietante nano mentre scendeva dal suo animale Vediamo... Ti servirebbe un animale forte! disse guardandosi intorno Quello per esempio! esclamò indicando un allegro cavallo dalla manto marrone scuro

xImmagine

Spoiler

Immagine correlata

Andiamo, ti aiuto a domarlo! disse afferrando la mano al nano per poi guidarlo dalla bestia poco lontana Allora, è semplice, questo dovrebbe essere abbastanza docile quindi basterà essere gentili... Vieni cavallino! Non ti facciamo niente, giuro! cinguettò mentre faceva cenno al cavallo di avvicinarsi allo strano duo, con la mano ancora un pò sporca del sangue del povero Furia Adesso, appena si avvicina, lo guardi negli occhi e gli accarezzi il muso... sussurrò mettendosi al fianco del nano mentre avrebbe guidato la sua mano artigliata sul muso dell'animale Con delicatezza...

Spoiler

Empatia Selvatica +10 Handle Animal +10
(se possibile, prendo 10 alla prova)

 

Edited by Plettro
  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht

Conosceva Astrid da un sacco di tempo.
Praticamente aveva trascorso tutta l'infanzia con suo padre come tutore per la gestione del combattimento con armi naturali, ma non era con lui che era venuta ad Huruk-Rast. Era arrivata con Chandra, e Trull aveva sempre ospitato la comitiva ci tradizionali pranzi da nonna Delila.

Non di rado i due erano stati l'uno lo sparring partner dell'altra, quando Trull lo spingeva ad allenarsi insieme per digerire le prime cinque portate. La ragazza aveva mostrato da subito maggiore volonta' guerriera nel combattimento a contatto e tendeva a predominare. Murloht si sottoponeva agli allenamenti sapendo di non poterlo trascurare, come estrema risorsa in caso di guai, e per accontentare il padre. Inoltre, era un allenamento anche riguardo il gestire la volonta' di usare quegli stessi artigli e quelle zanne... o meglio, di non usarli. Astrid quindi sapeva bene di non rischiare, afferrando la mano del nano mezzo-immondo.

Pero' Astrid non sapeva affatto tutto.

Spoiler

Il contatto della mano di Astrid sui suoi guanti magici lo mando' in ebollizione. Era una fortuna che, negli ultimi tempi, gli allenamenti insieme si fossero diradati.
Il nano era fin troppo conscio che sotto quei vestiti non ci fossero solo guizzanti e possenti muscoli, ma si nascondessero ben piu' generose e sensuali ghiandole, nonche' del tonico grasso bruno, di quello atto a modellare in forme armoniosamente tonde i punti dove le nane, ad esempio, mostravano invece una semplice opulenza crassa. 

Sollevo' la mano guidato dalla compagna di lotte infantili e, attualmente, di viaggio. Comincio' a sudare copiosamente per l'agitazione ed il tentativo di mantenere il controllo di 'ogni parte' del proprio corpo.

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shaun Draconis

"Beh, noi saremo anche giovani adesso, signora, ma voi sembrate esserlo eternamente!", rispose Shaun, ricordando le parole di papà sul fatto che alle donne un complimento non dispiace mai, soprattutto se rispecchia la verità senza abbellirla troppo. 

Stava però cominciando a chiedersi perché fosse così importante tutto ciò, allorché venne interrotto da Luna: "Non capisco proprio a cosa serva, sorellina. I cavalli non mi fanno paura, ma non sono un equilibrista e nemmeno mi piace arrivare a sera con il fondoschiena dolorante! Sono creature così belle quando sono libere, non vedo perché rovinare la loro grazia con la mia goffa cavalcata!".

Fece poi un fischio (totalmente inutile, perché tanto loro due comunicavano mentalmente...), per richiamare Isilvar, che se ne era andato, svolazzante ed annoiato, in giro sui tetti del campus, probabilmente a caccia. "Lui può farci da occhi indiscreti dall'alto, mentre cavalchiamo!", propose il ragazzo, senza rivolgersi a nessuno in particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Iris Marsh

Al commento di Damien, Iris rispose con un sorriso gentile. << Confermo, il nero ed il rosso sono due colori che stanno molto bene insieme. >> disse Iris.

Ascoltando il discorso di Mamma di Celeste ad Iris s'illuminarono gli occhi, in un certo qual modo le sue parole accesero la voglia di avventura. 

Pare faremo tutto di nascosto, sono tutta un fuoco! Dopotutto il proibito attira sempre... Pensò Iris sorridendo.

<< Adesso sì che ho voglia di partire. >> disse la ninfa fra sé e sé.

Al ché Iris montò a cavallo aspettando che Vassilixia facesse lo stesso per poi rivolgersi a lei chiedendo << Non mi dispiacerebbe cavalcare avendoti accanto tesoro, ti va? >> Iris aveva forse un talento che le permetteva, senza neanche volerlo, di fare proposte usando automaticamente un tono provocante.

Cavolo, credo mi sia uscita male! Fai finta di niente e sorridi... Questo pensiero passò seguito subito da un sorriso.

Spoiler

Non ci sta effettivamente provando, è solo flavour xD

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Le parole di Ragnar lo inquietarono un po'. Tre umini... un segreto... due morti? O se c'è della fiducia tra loro... sussurrò tra se e se ripensando ai segreti che aveva mantenuto.

Una volta ad esempio suo fratello Malik aveva rubato dall'albero di nespole di un vecchio, ed Efraym era corso via con lui senza dire nulla a nessuno gustandosi il bottino e senza rivelare il segreto.

[Parlando con Ragnar] @Ian Morgenvelt

Spoiler

Fingerci avventurieri potrebbe funzionare, ma dobbiamo essere cauti... si coprì la bocca in contemplazione Solo un gruppo di professionisti proverebbe a rapire un principe... in più non è stato richiesto nessun riscatto, il che aliena ancora di più la possibilità che i responsabili siano un gruppo di brigantelli o dei poveri uomini rabbiosi con il governo... Purtroppo dati i fatti è probabile che i rapitori siano un gruppo di uomini potenti, devono avere alte disponibilità economiche, probabilmente militari e un preciso scopo... la sua testa cominciò a tremare, da molto tempo non gli passava per la mente una catena di ipotesi così intricata. 

Non hanno neppure reso pubblico il rapimento, se un fatto del genere venisse a galla un enorme polverone si alzerebbe... sarebbe una situazione ideale per un terrorista per tentare un colpo di stato... No: loro hanno mantenuto nascosto il rapimento! Questo mi fa credere che non sia loro intenzione spaventare il reame direttamente, probabilmente il principe serve loro per un piano molto più ampio...

Si voltò preoccupato verso Eoliòn Se volessero lasciare semplicemente il regno senza eredi... sospirò e diresse il cavallo verso di lei senza però allontanarsi da Ragnar.

Probabilmente sanno che qualcuno andrà sulle loro tracce, e sicuramente conoscono perfettamente tutti i nostri volti... in questo caso potremmo sognarci la copertura, probabilmente avranno lasciato un po' di loro uomini a Pescalia, o ovunque il principe sia stato rapito per aggredire chi andrà alla sua ricerca, o per portarlo fuori rotta con menzogne per far perdere tempo... Mi spiace doverlo ammettere, ma chi sta agendo sotto copertura, in realtà, sono "loro"...

A pensarci organizzare una bella festa sarebbe stata una copertura ancora migliore: un gruppo di giovani in gita che vanno in una locanda a fare baldoria non attira l'attenzione di criminali appostati per deviare le tracce dei loro inseguitori quanto lo farebbe un gruppo di principi e giovani lord che fanno domande...

Diede di speroni e Flopsy, pigramente migrò verso Luna. La ninfa gli ricordava molto le ragazze che durante i "Su le mani con La Lucertola" salivano sul palco con lui per lo spettacolo di inizio serata e che poi lo seguivano per il resto della festa ballando tra la gente che lui salutava e includeva nelle danze!

Sono anche io un eccellente ballerino, e modestie a parte, le ragazze amano i miei muscoli, le mie catene e il cappellino con la visiera che metto quando ballo e canto! allungò una zampa e accarezzò il cavallo di Luna Uno maestoso animale per una maestosa cavallerizza! Guarda il mio invece? Non sono un po' ridicolo?! Ma non ti preoccupare il vecchio Flopsy sa come si cavalca! rise un po', poi si rivolse nuovamente alla giovane Cavalchiamo assieme, in viaggio... ti va?

Edited by GelTheBest

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna Bjornsdòttir

 

Ilsivar! È sempre una creatura maestosa disse la ninfa a Shaun e non potresti mai essere ridicolo a cavallo. Ne tu ne mio fratello. Sorrise per poi voltarsi verso Efraym in effetti sei una visione alquanto particolare, ma permettimi di correggerti un cosa: meglio dire amazzone, la cavallerizza è dove si addestrano cavalli sorrise al draconide se ci sarà occasione certamente, ma vorrei cavalcare assieme a qualcuno al momento si voltò verso Deborah ma sarei lieta di approfondire la tua conoscenza, non abbiamo avuto modo di conoscerci durante questi anni detto questo si diresse verso la tiefling hai un metodo singolare, hai bisogno di aiuto? 

Spoiler

La Treccani e la cognata che fa equitazione mi confermano la cosa

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Efraym Al Rasul

Una coppia di due di picche ed è solo mattina!? Oggi è il mio giorno sfortunato... si disse Efraym ridacchiando tra se e se. Dev'essere questa spada... e questi dannati vestiti magici... il cambio di stile sta danneggiando il mio naturale fascino... aggiunse senza far caso al fatto che gli altri lo sentissero o meno.

Restiamo io e te Flopsy! Avanti bello! grattò la testa dell'animale e diede un leggero colpo alle redini. Flopsy aprì la bocca in quello che sembrava un grande sbadiglio, nitrì e cominciò a camminare in giro con gli occhi socchiusi.

  • Like 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.