Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

I Mondi del Design #3: "Tutto Ruota Intorno a Me" Parte 2

Riprendiamo le riflessioni di Lewis Pulsipher circa due stili di gioco opposti, "individualista" e "collaborativo": secondo lui si tratta di differenze generazionali che portano il design dei giochi ad essere orientato verso un gusto piuttosto che verso l'altro. Voi cosa ne pensate?

Read more...

Avventure Investigative #2: L'Avventura in Giallo

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi il secondo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sage Advice - Evoluzioni delle Creature

Jeremy Crawford ci parla dell'evoluzione futura dei blocchi delle statistiche e delle nuove razze giocabili introdotte in The Wild Beyond the Witchlight.

Read more...

Eccellenti Esempi di Design: Emberwind

Proseguiamo con l'analisi degli "eccellenti esempi di design" presentandovi Emberwind, un GdR pensato per poter essere giocato anche senza un master.

Read more...

La terra di Noth

Andiamo ad esplorare un altro angolo di Centerra, la bizzarra ambientazione ideata da GoblinPunch. In particolare oggi parleremo della Terra di Noth, un impero in forte ascesa.

Read more...

Cosa ricorda il mio personaggio? Cosa ricordo io?


dervel
 Share

Recommended Posts

Scusa Hiade, ma non ti capisco...

In un messaggio dicevi:

"Scindere la memoria storica del PG dalla memoria di gioco dello stesso PG è stupido. La memoria è una e va regolata con una sola regola! Punto."

E in un altro:

"Confondere la memoria del giocatore con quella del PG è metagame e il metagame è il male!"

Quando ho aperto il topic e chiedevo se fosse lecito che il DM rinfrescasse la memoria ai pg dopo un pò di tempo, ho letto risposte che non avvaloravano questa ipotesi.

Adesso invece leggo messaggi in cui si favorirebbe la memoria del pg perchè in diritto di ricordare cose accadute - per il pg stesso - poco (o tanto) tempo fa.

Non capisco, non capisco... Aiuto!!!

Link to comment
Share on other sites


Scusa, in effetti forse ho confuso le cose con due interventi molto distanti nel tempo (vedi come la memoria... inganna?! ;-))

Cercherò di riprendere sinteticamente il discorso.

"Scindere la memoria storica del PG dalla memoria di gioco dello stesso PG è stupido. La memoria è una e va regolata con una sola regola! Punto."

La memoria storica e la memoria di gioco sono i due lati della memoria di un PG: ovvero, un PG può conoscere nozioni apprese precedentemente all'inizio della campagna oppure DURANTE lo svolgersi della campagna.

A mio avviso se cerchi un modo per regolamentare la gestione della memoria di un PG, non ci deve essere distinzione tra le informazioni apprese prima o durante lo svolgersi dei fatti.

La tesi di alcuni è che se i giocatori non prendono appunti sono fatti loro e basta.

Secondo questa tesi allora:

- O il PG non ha diritto a chiedere nessuna informazione precedente all'inizio della campagna, dato che il giocatore non l'ha potuta sentire,

- OPPURE per il PG esistono due memorie: una legittima (quella pre-campagna) e una illegittima e a carico del giocatore (quella della campagna).

Mi sembra una cretinata. Spero di essermi spiegato.

"Confondere la memoria del giocatore con quella del PG è metagame e il metagame è il male!"

Per lo stesso motivo, pretendere che un PG e il giocatore che lo interpreta abbiano la medesima scansione della memoria, non ha senso.

Non solo il tempo di gioco e il tempo fuori-gioco sono ben differenti, ma il giocatore deve usare la propria memoria per molte cose che al PG non interessano, tipo ricordarsi di stendere i panni, studiare per gli esami o non mancare agli impegni di lavoro. Chiaro?!

Quindi, siccome la memoria del PG e quella del giocatore non possono essere legate, trovo più sensato cercare un criterio che ci indichi quali informazioni il master è tenuto a dare al PG qualora questo le chieda.

Io ho proposto un mio modo, ma non è detto sia il meglio. Megres (con cui ho parlato in diretta a proposito) ritiene la questione oziosa. Lui farebbe che valutare "a occhio" se un PG (non il giocatore) è in grado o era abbastanza attento da ricordare quel particolare dato e in base a questa probabilità (calcolata ad occhio) tirare un bel dado percentuale.

Insomma... su questo possiamo discutere ma IMHO non ha senso fare il discorso per cui un giocatore è direttamente responsabile della memoria del suo PG, salvo che questa non-responsabilità si trasformi in menefreghismo e lassità. Ma questo è un problema che probabilmente affliggerebbe molti molti ambiti del gioco.

Se un giocatore si comporta così, forse non ha una gran voglia di giocare come si deve...

Link to comment
Share on other sites

fiuuuu....! ok adesso ci sono ;)

Penso che megres abbia colto nel segno. Se un giocatore è svogliato non si può fare niente. Se un giocatore è impegnato effettivamente e non riesce a ricordarsi tutto, allora basta un pò di buon senso. Se io mi ricordo una cosa importante potrebbe farlo anche un pg.

E poi non è detto - secondo me - che chi prende appunti debba essere sempre avvantaggiato. Alla fine il "diario di bordo" dovrebbe servire un pò a tutti (tranne che per qualche cosa di segreto). D'altronde se un giocatore è abituato a segnarsi qualunque cosa, ma il suo pg è analfabeta o sotto la media, dubito che potrà trarre vantaggio da ciò che appunta come singolo individuo...

per il resto, come avete sottolineato, il buon senso e la fiducia dovrebbero farla da padrone sempre.

Link to comment
Share on other sites

fiuuuu....! ok adesso ci sono ;)

Penso che megres abbia colto nel segno.

...

per il resto, come avete sottolineato, il buon senso e la fiducia dovrebbero farla da padrone sempre.

Alla fin fine mi sa proprio che è così! Parla e parla, aveva ragione l'unico che è stato zitto! :lol:

Link to comment
Share on other sites

lo so che le conoscenze sono influenzate dall'intelligenza perche sono le abilita "di punta"del mago ma questo comunque sognifica che un minimo l'intelligenza influenza la memoria visto che anche per le conoscenze serve un minimo di memoria o sbaglio?

Link to comment
Share on other sites

lo so che le conoscenze sono influenzate dall'intelligenza perche sono le abilita "di punta"del mago ma questo comunque sognifica che un minimo l'intelligenza influenza la memoria visto che anche per le conoscenze serve un minimo di memoria o sbaglio?

Intelligence determines how well your character learns and reasons.

L'intelligenza rappresenta la memoria, il ragionamento e l'apprendimento.

Link to comment
Share on other sites

Io personalmente, come detto, considero la saggezza e l'intelligenza le due strade attraverso cui la memoria può manifestarsi: la saggezza è memoria istintuale, associativa. L'intelligenza, con il ragionamento e l'elaborazione, porta alla memoria cognitiva, eidetica.

Ecco perchè scelgo di usare il valore più alto tra i due.

Tanto più che la frase citata da Larin non è tradotta letteralmente ma viene effettuata una deduzione che per quanto logica è arbitraria.

Sarà che sono troppo permissivo... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

per me è legittimo rinfrescare la memoria dei pg sulla sessione precedente anche perchè non sono delle macchine e non possono ricordarsi tutto quello che succede anche perchè ai pg succede in tempi mplto più brevi nel gioco

Link to comment
Share on other sites

  • 6 months later...
  • 2 weeks later...

salve a tutti, vengo subito al dunque.

Immagino che a tutti sia capitato di protrarre per settimane, forse per mesi, delle avventure durate nel mondo di gioco magari solo qualche giorno, o comunque un arco temporale decisamente più breve di quello reale.

Potrebbe quindi essere capitato che dettagli conosciuti dai giocatori più di qualche settimana/mese fa in realtà siano stati considerati dai personaggi dell'avventura appena qualche giorno/ora prima.

Perciò vi domando: nel caso fosse "importante ricordare una certa cosa", come vi comportereste voi, da giocatore e/o da DM? Pensate sia giusto rinfrescare la memoria oppure che invece i giocatori abbiano fatto male a non annotare quell'informazione/oggetto/dettaglio? La memoria del pg è diversa dal foglio degli appunti e dalle note di viaggio, oppure si distingue decisamente da quelle del giocatore o ancora ciò che non è stato scritto non viene ricordato?

Hehehe, quante discussioni per questa cosa ho affrontato! Io ho sempre detto, e specificato all'inizio di ogni avventura/campagna: "quello che ricordi tu come giocatore lo ricorda pure il PG, ma non ti aspettare, perchè hai intelligenza e saggezza sparate al massimo, che io ti dica per filo e per segno quello che in teoria tu ti dovresti ricordare". Io non vieto a nessuno di tenersi degli appunti o addirittura scrivere un diario di viaggio, anzi lo incoraggio magari dando un piccolo extra in PE per lo sforzo. Un'altra cosa che capita spesso è che qualcuno confonda gli avvenimenti accaduti con il suo PG attuale (in caso di morte) e con quello precedente, la mia risposta è sempre la stessa: "se non lo ricordi tu non ti aspettare che te lo dica io!"

Link to comment
Share on other sites

  • 3 years later...

Quando gioco a d&d preferisco usare un atteggimanto quanto più easy, pragmatico e divertente per tutti. Nel ruolo di giocatore, non mi piacerebbe che il DM mi costringesse a scervellarmi per ricordare qualcosa avvenuto nel gioco quattro settimane fa. Tanto meno mi piacerebbe essere trattato come un scolaretto delle elementari (ma questi sono gusti personali :) ). Cerco sempre di mettere i giocatori a loro agio. Dopotutto si sta facendo un gioco di ruolo per divertirsi.

Innanzitutto, secondo me bisogna pensare che la memoria degli eventi trascorsi è legata anche alla frequenza di gioco e a chi fa il gioco. Se dovessi giocare 3/4 volte a settimana probabilmente richiederei una attenzione molto più pronunciata da parte dei giocatori per gli eventi della avventura e sarei meno propenso a colmare vuoti di memoria da parte dei giocatori rispetto ad una frequenza di gioco di 1 volta a settimana.

Poi dipende anche da chi fa il gioco. Vi assicuro che una volta che uno ha una propria vita, inteso come lavoro (o studio), fiandazata, hobby, parenti, ecc... è molto facile non ricordarsi gli eventi della avventura, pur prendendo appunti. Mentre magari giocatori che hanno meno impegni sono più predisposti a memorizzare gli eventi della avventura.

Detto ciò, in generale dò per scontato che un personaggio con un punteggio di intelligenza almeno medio (10+) si ricordi dei fatti accaduti. Faccio effettuare una prova di intelligenza per ricordare particolari eventi o particolarità molto precise di eventi accaduti.

Premiare con PE chi si sbatte per memorizzare meglio gli eventi della avventura è una cosa che non mi è mai piaciuta. Prendere appunti non è un compito in classe. Se un giocatore lo fa deve farlo per il gusto di farlo. Ma come dicevo dare premi in PE per particolari atteggiamenti nel gruppo (che sia in game o no) è un qualcosa che riguarda i gusti personali :)

Link to comment
Share on other sites

Quando gioco a d&d preferisco usare un atteggimanto quanto più easy, pragmatico e divertente per tutti. Nel ruolo di giocatore, non mi piacerebbe che il DM mi costringesse a scervellarmi per ricordare qualcosa avvenuto nel gioco quattro settimane fa. Tanto meno mi piacerebbe essere trattato come un scolaretto delle elementari (ma questi sono gusti personali :) ). Cerco sempre di mettere i giocatori a loro agio. Dopotutto si sta facendo un gioco di ruolo per divertirsi.

Innanzitutto, secondo me bisogna pensare che la memoria degli eventi trascorsi è legata anche alla frequenza di gioco e a chi fa il gioco. Se dovessi giocare 3/4 volte a settimana probabilmente richiederei una attenzione molto più pronunciata da parte dei giocatori per gli eventi della avventura e sarei meno propenso a colmare vuoti di memoria da parte dei giocatori rispetto ad una frequenza di gioco di 1 volta a settimana.

Poi dipende anche da chi fa il gioco. Vi assicuro che una volta che uno ha una propria vita, inteso come lavoro (o studio), fiandazata, hobby, parenti, ecc... è molto facile non ricordarsi gli eventi della avventura, pur prendendo appunti. Mentre magari giocatori che hanno meno impegni sono più predisposti a memorizzare gli eventi della avventura.

Detto ciò, in generale dò per scontato che un personaggio con un punteggio di intelligenza almeno medio (10+) si ricordi dei fatti accaduti. Faccio effettuare una prova di intelligenza per ricordare particolari eventi o particolarità molto precise di eventi accaduti.

Premiare con PE chi si sbatte per memorizzare meglio gli eventi della avventura è una cosa che non mi è mai piaciuta. Prendere appunti non è un compito in classe. Se un giocatore lo fa deve farlo per il gusto di farlo. Ma come dicevo dare premi in PE per particolari atteggiamenti nel gruppo (che sia in game o no) è un qualcosa che riguarda i gusti personali :)

Prima che te lo dica qualcun altro lo dico io: Il topic era del 2007. Però l'argomento è interessante, quindi non sarebbe male parlarne ancora.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Vackoff
      Visualizza file Warhammer 40k per D&D 5e
      Questo documento contiene materiale homebrew quali razze, background, classi, armi, armature, oggetti, regole aggiuntive, veicoli e mostri per poter giocare nel mondo di Warhammer 40.000 con il regolamento di Dungeons & Dragons 5e presente nel Manuale del Giocatore (oppure per divertirvi a far scontrare i vostri PG con creature del 41esimo millennio).
      Cambiamento Importante (Versione 1.7.0 e successive): a causa del crescente peso, il file è stato diviso in tre file distinti, tutti in formato pdf.
      Contenuti nella Versione 1.7.1:
      Personaggi (WH40K D&D 5e v1-7 - Regole, Pag. 2 - 36): materiale per creare personaggi del mondo di Warhammer 40.000: Razze: Umani (con 7 sottorazze), Eldar, Orki, Space Marine, Ogryn e Ratling. Background: 13 background per gli Umani (di cui 7 per Ogryn e Ratling), 4 background per gli Eldar, 3 background per gli Orki e 6 background per gli Space Marine Classi: Quattro classi per la razza degli Umani (e in alcuni casi per Ogryn e Ratling): Guerriero (con 5 sottoclassi), Operativo (con 3 sottoclassi), Psionico Imperiale (con 2 sottoclassi) e Tecno-Prete (con 2 sottoclassi). Classe dello Space Marine (con 5 sottoclassi). Classe dell'Eldar (con 3 sottoclassi). Classe dell'Orko (con 3 sottoclassi). Armeria (WH40K D&D 5e v1-7 - Regole, Pag. 37 - 53): Sistema di Acquisizione, che permette di gestire l'acquisto di oggetti da parte dei personaggi senza monete ma con una scala di rarità. Più di 115 armi, armature ed oggetti dall'universo di WH40K appartenenti ad Umani, Eldar, Orki e Space Marine. All'Avventura (WH40K D&D 5e v1-7 - Regole, Pag. 54 - 65): abilità, strumenti e talenti aggiuntivi per poter personalizzare i vostri personaggi a tema WH40K, oltre che regole aggiuntive per gestire ambienti pericolosi, mutazioni e veicoli (guida, combattimento, danni, riparazione e profili di 14 veicoli). Poteri Psionici e Tecnologici (WH40K D&D 5e v1-7 - Regole, Pag. 66 - 72): sistema di "incantesimi" di WH40K per psionici (delle varie razze) e tecno-preti, utilizzando gli incantesimi del Manuale del Giocatore e ben poche modifiche. Creature (WH40K D&D 5e v1-7 -  Dramatis Personae / WH40K D&D 5e v1-7 -  Xeno e Ultraterreni) più di 140 nuovi mostri... Dramatis Personae (WH40K D&D 5e v1-7 -  Dramatis Personae, Pag 1 - 34): eroi, antieroi e nemici dell'Imperium (Space Marine, Guardia Imperiale, Inquisizione, Eretici, Mutanti e molto altro...); Xeno (WH40K D&D 5e v1-7 -  Xeno e Ultraterreni, Pag 1 - 38): membri delle più canoniche razze aliene, quali Eldar, Eldar Oscuri, Kroot, Necron, Orki, T'au e Tiranidi, ma anche altre creature aliene per popolare i luoghi più pericolosi della Galassia; Ultraterreni (WH40K D&D 5e v1-7 -  Xeno e Ultraterreni, Pag 39 - 52): servitori dei Poteri Perniciosi quali Space Marine del Caos e Demoni. Sono in programma contenuti aggiuntivi nei prossimi aggiornamenti, quali...
      Nuove razze: possibili future aggiunte di Squat, Kroot, Tau... Nuovi Background: probabilmente nuovi background unici per il mondo di Warhammer 40.000 e soprattutto per le razze Eldar, Orki e soprattutto Space Marine. Nuove Classi: classi per le future razze presenti, ma soprattutto nuove sottoclassi. Nuove armi, armature, equipaggiamento: poiché Warhammer 40.000 è infinito... Nuovi Mostri: ancora più creature delle fazioni presenti, ma anche eventuali nuove fazioni. Questo documento è opera di una sola persona e sarà il più spesso possibile aggiornato e corretto.
      Le scelte fatte su come convertire equipaggiamento, poteri e creature per il sistema di D&D 5e si basano su oltre una decina di manuali ufficiali di Warhammer 40.000 Roleplay e fonti online.
      Vi ringranzio in anticipo per qualsiasi consiglio, correzione, idea per aggiunte o modifiche. Non aspetto altro!
      P.S. Per un mio grave errore, la bestia di Nurgle (WH40K D&D 5e v1-7 -  Xeno e Ultraterreni, Pag 39) manca dei Punti Ferita. I suoi punti ferita sono 126 (11d12+55). L'errore sarà corretto nel prossimo aggiornamento.
      Invia Vackoff Inviato 03/03/2021 Categoria D&D 5a Edizione  
    • By Vackoff
      Questo documento contiene materiale homebrew quali razze, background, classi, armi, armature, oggetti, regole aggiuntive, veicoli e mostri per poter giocare nel mondo di Warhammer 40.000 con il regolamento di Dungeons & Dragons 5e presente nel Manuale del Giocatore (oppure per divertirvi a far scontrare i vostri PG con creature del 41esimo millennio).
      Cambiamento Importante (Versione 1.7.0 e successive): a causa del crescente peso, il file è stato diviso in tre file distinti, tutti in formato pdf.
      Contenuti nella Versione 1.8.0:
      Personaggi (WH40K D&D 5e v1-8 - Regole, Pag. 2 - 41): materiale per creare personaggi del mondo di Warhammer 40.000: Razze: Umani (con 7 sottorazze), Eldar, Orki, Space Marine, Ogryn, Ratling e Tau della Casta del Fuoco. Background: 13 background per gli Umani (di cui 8 per Ogryn e Ratling), 4 background per gli Eldar, 3 background per gli Orki, 6 background per gli Space Marine e 4 background per i Tau della Casta del Fuoco. Classi: Quattro classi per la razza degli Umani (e in parte per Ogryn e Ratling): Guerriero (con 5 sottoclassi), Operativo (con 3 sottoclassi), Psionico Imperiale (con 2 sottoclassi) e Tecno-Prete (con 2 sottoclassi). Classe dello Space Marine (con 5 sottoclassi). Classe dell'Eldar (con 3 sottoclassi). Classe dell'Orko (con 3 sottoclassi). Classe del Guerriero del Fuoco (con 4 sottoclassi). Armeria (WH40K D&D 5e v1-8- Regole, Pag. 42 - 63): Sistema di Acquisizione, che permette di gestire l'acquisto di oggetti da parte dei personaggi senza monete ma con una scala di rarità. Più di 120 armi, armature ed oggetti dall'universo di WH40K appartenenti ad Umani, Eldar, Orki, Space Marine e T'au, comprese regole e statistiche per i potenti Esoscheletri T'au. All'Avventura (WH40K D&D 5e v1-8- Regole, Pag. 64 - 76): abilità, strumenti e talenti aggiuntivi per poter personalizzare i vostri personaggi a tema WH40K, oltre che regole aggiuntive per gestire ambienti pericolosi, mutazioni e veicoli (guida, combattimento, danni, riparazione e profili di 14 veicoli). Poteri Psionici e Tecnologici (WH40K D&D 5e v1-8 - Regole, Pag. 77 - 83): sistema di "incantesimi" di WH40K per psionici (delle varie razze) e tecno-preti, utilizzando gli incantesimi del Manuale del Giocatore e ben poche modifiche. Creature (WH40K D&D 5e v1-8 -  Dramatis Personae / WH40K D&D 5e v1-8 -  Xeno e Ultraterreni) più di 140 nuovi mostri... Dramatis Personae (WH40K D&D 5e v1-8 -  Dramatis Personae, Pag 1 - 34): eroi, antieroi e nemici dell'Imperium (Space Marine, Guardia Imperiale, Inquisizione, Eretici, Mutanti e molto altro...); Xeno (WH40K D&D 5e v1-8-  Xeno e Ultraterreni, Pag 1 - 38): membri delle più canoniche razze aliene, quali Eldar, Eldar Oscuri, Kroot, Necron, Orki, T'au e Tiranidi, ma anche altre creature aliene per popolare i luoghi più pericolosi della Galassia; Ultraterreni (WH40K D&D 5e v1-8 -  Xeno e Ultraterreni, Pag 39 - 52): servitori dei Poteri Perniciosi quali Space Marine del Caos e Demoni. Sono in programma contenuti aggiuntivi nei prossimi aggiornamenti, quali...
      Nuove razze: possibili future aggiunte di Squat, Kroot... Nuovi Background: probabilmente nuovi background unici per il mondo di Warhammer 40.000 e soprattutto per le razze Eldar, Orki e soprattutto Space Marine. Nuove Classi: classi per le future razze presenti, ma soprattutto nuove sottoclassi. Nuove armi, armature, equipaggiamento: poiché Warhammer 40.000 è infinito... Nuovi Mostri: ancora più creature delle fazioni presenti, ma anche eventuali nuove fazioni. E ovviamente bilanciamenti e correzioni per ciò che è già presente. Questo documento è opera di una sola persona e sarà il più spesso possibile aggiornato e corretto.
      Le scelte fatte su come convertire equipaggiamento, poteri e creature per il sistema di D&D 5e si basano su oltre una decina di manuali ufficiali di Warhammer 40.000 Roleplay e fonti online.
      Vi ringranzio in anticipo per qualsiasi consiglio, correzione, idea per aggiunte o modifiche. Non aspetto altro!
      P.S. Per impegni universitari del sottoscritto, la frequenza degli aggiornamenti sarà ridotta.
    • By Topolino88
      Salve a tutti, sono un master da quasi 1 anno, dopo aver giocato un'avventura creata da me e tutt'ora in corso, volevo provare un'avventura di qualche manuale(D&D 5E). Cerco qualcosa di semplice, non troppo impegnativo e che non duri più di 10 sessioni. Ho trovato un'avventura per la 3.5, "Il ghiaccio li rese eroi", ma mi è sembrata un pò "facilona", mi spiego, il manuale dopo il naufragio iniziale del party illustra le varie attività disponibili al villaggio vicino, dando per scontato, secondo me, che i players svolgano tali attività. Se l'obbiettivo dei players è tornare da dove sono venuti, potrebbero semplicemente rubare una barca e tornarsene a casuccia e la campagna si concluderebbe in una manciata di ore.
      Spero abbiate capito cosa intendo, ringrazio in anticipo
    • By DahliaSunglare
      Ciao a tutti! ^^
      Sto scrivendo la mia prima mini-quest e sono bloccata perché non riesco ad avere idee su alcune prove di abilità che vorrei inserire.
      I PG devono superare delle prove differenti in quattro stanze, ognuna delle quali è dedicata ai 4 elementi.
      Per il fuoco e l'acqua (che sono le ultime due) ho deciso di utilizzare dei mostri, quindi non ho problemi.
      Per la terra e l'aria, invece, volevo fare affrontare delle prove di abilità (magari proprio legate ai due elementi).
      Vorrei evitare gli indovinelli perché li ho già messi all'inizio della quest.
      Avete suggerimenti?
      Grazie!
      Dahlia
    • By bobon123
      Allora, ho questa idea/espediente bizzarro che mi sta rimbalzando in testa da una mezza giornata, non mi piace per tanti motivi - non ultimo va contro tanti criteri che usualmente considero inamovibili - ma nel caso specifico vi trovo un perché. Quindi ve la propongo.
      Una campagna che sto ideando, inizierà con i personaggi reclute dell'esercito, in un mondo particolare di cui gli elementi base avranno molta rilevanza nell'avventura stessa. Le prime tre sessioni sono pensate per avere, tra le varie cose, allenamento e esami finali per diventare soldati effettivi (e insegnare in modo soft il sistema). Le prove non necessitano di essere superate, ma i PG avranno la possibilità di ottenere alcuni premi a seconda delle loro prestazioni individuali complessive alla fine delle prove. Tra le varie prove più dinamiche, volevo mettere una prova di int/sag per dare visibilità e bilanciare i voti anche ai personaggi con propensioni diverse dall'atletica.
      Ora, io odio gli indovinelli, perché è praticamente impossibile calibrarli perché siano interessanti: o i giocatori capiscono al volo la risposta, e risulta banale e non divertente, o non la capiscono, ed è solo frustrante, la sessione perde ritmo mentre i giocatori si arrovellano inutilmente fin quando il DM dà un indizio per uscire da questa agonia. Ma in questo caso, essendo qualcosa di completamente facoltativo, la trovo una soluzione ragionevole. Stavo però pensando ad un espediente aggiuntivo: undici domande a risposta multipla, cinque minuti di tempo, e tra queste alcune delle domande sono sul mondo di gioco che ho presentato.
      Ora, di base interrogare i giocatori sul mondo lo trovo un'espediente scarsissimo per attirarli verso l'ambientazione. Ma in questo caso non mi sembra così malvagio: è molto organico, e soprattutto i giocatori che sono interessati hanno un piccolo vantaggio, ma se non sono interessati non succede niente. Nel peggiore dei casi dopo cinque minuti la sessione va avanti comunque e il dente è tolto, non si rimane bloccati sull'indovinello inutilmente.
      Meccanicamente, per rendere il tutto più ludico e meno scolastico, vi sarebbero tre regole aggiuntive.
      I personaggi possono fare un test di knowledge prima del test per sapere la risposta ad un certo numero di domande a caso. Il master metterà direttamente una X sulle domande eliminate, e saranno considerate corrette. I giocatori possono decidere di lasciare all'intuizione del personaggio su una domanda di cui non sanno la risposta, segnando una R sul foglio oltre ad un certo numero di risposte (per esempio AC). Se lo fanno, tirano su saggezza e in caso di successo la risposta è corretta se era tra le risposte segnate. Il tiro è più difficile tante più risposte si sono lasciate. I giocatori possono decidere di provare a copiare su una domanda, segnando il nome del bersaglio da cui copiano sul foglio oltre alla risposta. Tirano su rapidità di mano vs la percezione del sergente, se passa prendono la stessa risposta del bersaglio, altrimenti tengono la loro. Il tiro è più difficile tante più volte viene provato. Alla fine, viene assegnato il punteggio come somma delle risposte corrette, e il punteggio andrà a influenzare il voto finale (a cui i personaggi dovrebbero tenere, ma se non passassero non succederebbe niente).
      Non mi sembra noioso, e avrebbe il vantaggio di far ripassare ai giocatori gli elementi base del mondo. Che ne dite? Sembra comunque forzato? Suggerimenti su tipologie di domande?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.