Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Dungeons & Dragons: Dark Alliance annunciato ai The Game Awards 2019

Questa notte, orario italiano, si sono tenuti a Los Angeles i The Game Awards 2019, evento dedicato alla premiazione dei videogiochi migliori dell'anno (potete trovare qui il filmato di tutto l'evento). Durante questa occasione è stato annunciato un nuovo videogioco basato su D&D: si tratta di Dungeons & Dragons: Dark Alliance, seguito spirituale dei videogiochi d'azione Dark Alliance 1 e 2 usciti anni fa per PlayStayion 2, Xbox e Game Cube.
Creato da Turque Games, Dungeons & Dragons: Dark Alliance sarà un gioco cooperativo per 4 giocatori, i quali potranno vestire i panni di quattro eroi mitici dei reami dimenticati, Drizzt Do'Urden, Cattie-Brie, Wulfgar e Bruenor. Il gioco, infatti, sarà ambientato nei Forgotten Realms, più precisamente ad Icewind Dale (la Valle del Vento Gelido) e sarà disponibile a partire dall'autunno del 2020.
Qui di seguito potete vedere il trailer dell'annuncio:
Fonti:
https://multiplayer.it/notizie/dungeons-dragons-dark-alliance-annunciato-con-un-trailer.html
https://www.enworld.org/threads/dungeons-dragons-dark-alliance-video-game-announcement-trailer.669112/
Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Medieval, Tales from Europe

Cari avventurieri, giocatori e narratori, il viaggio che vi apprestate a compiere vi porterà in un’ambientazione storica dal carattere rustico, bizzarro e spesso pericoloso. Dalla caduta dell’impero Romano fino alla scoperta dell’America, un periodo lungo quasi 1000 anni, vario, complesso e ricco di sorprese: il Medioevo. In questo tempo buio e difficile, l’intera Europa è teatro di scontri feroci, di brutalità e di sofferenze, come testimoniano le Crociate, le epidemie, la caccia alle streghe, la minaccia incombente dell’inquisizione da un lato e quella delle arti occulte dall’altro. 

Nata dal viscerale esordio di Tales for Gamers Publishing, Medieval, Racconti dall’Europa vuole portare i giocatori di ruolo in un mondo assurdamente reale e imprevedibile, il nostro mondo, privo di elementi immaginari, in uno dei suoi tempi più catartici.
 Una sola razza. Tutti i personaggi sono di razza umana.  11 Nuove Classi (Mestieri). In Medieval, Racconti dall’Europa puoi giocare 11 nuove Classi, definite quindi Mestieri, ognuna delle quali altamente personalizzabile attraverso la scelta di 3 differenti archetipi.
 Un sistema low-magic. Medieval, Racconti dall’Europa introduce per la prima volta nel mondo dei giochi di ruolo il Mestiere dell’Arcanista, una delle nuove classi giocabili. Quando l’Arcanista inizia a recitare le sue formule, la gente viene avvolta da un terrore angosciante e la loro mente viene influenzata. Alcuni di loro, i più deboli, potrebbero vedere accadere qualcosa (una porta chiusa a chiave che si apre inspiegabilmente, ad esempio), avere una reazione e sperimentare un risultato tangibile, reale come una freccia nel petto! L'Arcanista usa la paura come un’arma e, in questa ambientazione, essa può essere affilata come una lama o anche di più.
Decentralizzazione del combattimento.  La categoria sociale a cui appartieni e quindi il lignaggio della gente che conosci, il lavoro che svolgi, il modo in cui parli, così come le capacità organizzative che possiedi, acquisiscono una notevole importanza per la costruzione della tua fortuna. Sopravvivere non dipenderà soltanto dalla capacità di combattere.  
 Nuove meccaniche di combattimento. Viene introdotta la possibilità di colpire parti del corpo specifiche attraverso le azioni di Attacco speciali: (Colpo Preciso e Colpo Mortale). Viene introdotto anche un nuovo sistema di combattimento chiamato Duel Fighting in cui i combattenti fanno di tutto per non essere colpiti, muovendosi, parando e sfruttando gli elementi dell’ambiente circostante. Il cuore di questo sistema é una nuova reazione introdotta nel gioco, chiamata Parare, che prevede un tiro per colpire contrapposto per intercettare i colpi in entrata.
Armi e Danni realistici. I danni inflitti vengono incrementati e una Spada, un’Ascia o una Balestra nelle mani giuste possono diventare micidiali da subito!         
Un gioco più competitivo.  Pochi colpi di arma sono quasi sempre fatali anche a livelli alti e la morte spesso può sopraggiungere da cause diverse da quelle del combattimento: Inquisizione, epidemie e carenze di risorse durante i viaggi.        
 Nuove meccaniche per l’avanzamento di livello. Il nuovo sistema di gioco prevede la progressione dei livelli attraverso il raggiungimento di obiettivi di trama oltre che attraverso il combattimento.

I giocatori avranno tratti più umani e meno divini. Medieval, Racconti dall’Europa vuole essere un’ambientazione estremamente realistica e tutti i personaggi (giocanti o non giocanti) sono stati concepiti per essere individui tutt'altro che perfetti e invincibili. I Punti Ferita massimi sono stati ridotti. Inoltre, personaggi che non hanno familiarità con alcune armi o oggetti posseggono una caratteristica chiamata Incompetenza (l’opposto della Competenza). Per quanto riguarda l’equipaggiamento, viene introdotto un sistema di slot per poter trasportare un peso realistico in base alla categoria di oggetto. Questi tratti più umani trovano una profonda personalizzazione nella scelta delle diverse etnie e culture che sostituiscono i background della 5 Edizione, ognuna delle quali con profonde differenze in termini di debolezze e punti di forza.
Ci sarà un concetto tutto nuovo di "Sovrannaturale", non ci sarà nessun pericolo sovrannaturale che non sia l’essere umano stesso. Qualsiasi fenomeno inspiegabile che possa assomigliare ad un effetto magico è in realtà un trucco suggestivo. Chi assiste all'evento pensa di vedere qualcosa di sovrannaturale se fallisce un Tiro Salvezza, ne viene spaventato ed il livello di suggestione è tale da sviluppare effetti concreti a carico della sua persona o dell’ambiente che lo circonda.

Medieval, Racconti dall’Europa nasce da un team di appassionati e creativi con sede in Italia, amanti del loro territorio e della storia medievale in cui esso è immerso, ancora oggi così forte e determinante.
Un volume di 250+ pagine riccamente illustrato, in formato A4, brossurato, con copertina cartonata rigida e con interni a colori per guidarti all’interno di questo nuovo mondo, dalla creazione dei personaggi all’introduzione delle nuove meccaniche di gioco.
Richiedilo nella magnifica versione limitata Deluxe! Stampato su carta riciclata, con copertina rigida in seta e una cover con un’illustrazione alternativa, votata dai sostenitori a fine campagna.
A seconda del contributo scelto si potranno ottenere anche La Maledizione dell’ultimo Templare, un’avventura introduttiva di 10-12 ore di gioco, un’ottima opportunità per esplorare ed imparare le basi del mondo di Medieval, Racconti dall’Europa e due booklet: Scontri e Nemici, per aiutare il narratore nella progettazione degli incontri e Oggetti Leggendari, con gli oggetti leggendari della mitologia medievale come Excalibur, Durlindana ed il Graal.

Medieval, Tales From Europe offre inoltre la possibilità di poter scaricare per una prima visione le descrizioni di tutti i mestieri e la scheda completa di Guerriero ed Arcanista.
Potete trovare maggiori informazioni nella pagina Kickstarter del progetto qui sotto.
Link al Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/1034101316/medieval-tales-from-europe-a-5e-rpg-setting?ref=discovery&term=5e
Read more...

Dare Vita a Rethmar

Articolo di Ed Greenwood del 05 Dicembre
Abbiamo gettato le fondamenta di Rethmar ("che posto è, chi lo governa e cosa succede"), ora dobbiamo trovare un modo per rendere questo villaggio veramente vivo. La prima cosa che ho fatto, come ho detto nel precedente articolo, è stato domandarmi quali storie potessi narrare in questo luogo partendo dalle radici che abbiamo creato.

Quindi, come funziona questa questione del portare in vita?
Possiamo schematizzarla nella maniera seguente (che, ripeto, non è la "Via Corretta" a meno che non la troviate funzionale):
Gruppi di potere e personaggi famosi (cabale, fazioni e faccendieri locali, PNG influenti) Ultime voci (notizie, pettegolezzi e i gossip del momento) Eventi recenti e ciò che sta accadendo (come siamo arrivati alla situazione attuale nel corso degli anni e cosa deve ancora svilupparsi, che siano solamente voci e che i locali lo sappiano o meno) Ciò che si sussurra (i segreti, gli intrighi dietro alle quinte e i crimini, chi sono gli esponenti della malavita locale) Normalmente li analizzo in questo ordine una prima volta, poi torno indietro e aggiungo delle parti ad ogni sezione, aggiornando eventualmente la lista in caso utilizzi il luogo come scenario di gioco.
Ma, come abbiamo già detto, Rethmar non è solo "un nome su una mappa". Ha della storia passata (che trovate nel precedente articolo). E questi fatti ricadono proprio nell'ultima categoria, i Sussurri, quindi analizziamola per prima, per segnare ciò che abbiamo già stabilito in maniera da non creare contraddizioni.
Sto parlando degli
Ambulanti di Claunkrar
La Piaga degli Incantesimi ha portato scompiglio tra gli Ambulanti di Claunkrar (che allora erano la forza dominante a Rethmar), dato che i loro leader segreti erano una incerta alleanza di beholder e illithid, spesso intenti a raccogliere oggetti magici o impegnati in lunghi esperimenti per aumentare il proprio potere e la propria longevità (era ovvio a tutti che le tensioni per la leadership stavano crescendo fino a degenerare in un conflitto violento per la supremazia, che tutti volevano vincere, senza limitarsi a sopravvivere).
Come risultato delle loro sperimentazioni magiche, la maggior parte di questi leader è impazzita, o è stata distrutta, quando la magia si è scatenata durante la Piaga degli Incantesimi e le porte (portali) della rete nota come Tesoro Strisciante sono state pesantemente danneggiate. La maggior parte di questi portali sono ora delle trappoli mortali o delle strane zone magiche invece che dei collegamenti funzionali di teletrasporto, e gli Ambulanti di Claunkrar sono ormai svaniti, mentre i loro "bruti" e i loro agenti attivi si sono sparsi per il mondo per ricostruirsi delle vite a seguito della devastazione provocata dalla Piaga (i loro leader sono svaniti e i portali della loro rete sparsa lungo tutto il Faerun si sono spenti).
Esistono ancora alcuni portali funzionanti sparsi in varie cantine e retrobottega in tutta Rethmar, ma la maggior parte della gente non sa dove conducano e non osa testarli.
Anche un paio di beholder e illithid folli e mutati dalla Piaga sono sopravvissuti, nascondendosi a Rethmar o sotto la città, ma anche nel resto del Faerun. Non comandano nulla di ciò che rimane degli Ambulanti. Ciò che rimane del gruppo di mercanti (chiamato in onore del suo fondatore, il gruppo di avventurieri noto come le Spade della Tempesta di Claunkrar, il cui leader da tempo morto, Ildro Claunkrar, era un rozzo ma furbo attaccabrighe dalla barba rossa proveniente da Talashar) è una società dedita al contrabbando, a rapimenti e furti al momento composta da qualche dozzina di umani controllati da una mezza dozzina di doppelganger, i discendenti di coloro che erano stati assunti per tenere i contatti tra gli illithid e i beholder e gli agenti attivi umani prima che gli Ambulanti venissero colpiti dalla Piaga. Vivono nelle ombre di Rethmar, più una storia da taverna che un fatto, dato che il loro stile oggigiorno è puntato sull'essere lesti, subdoli e sul tenere un profilo basso in modo da farsi sfuggire meno informazioni possibili; sono più interessanti a guadagnarsi da vivere che a comandare, conquistare o diventare ricchi.
Quindi gli Ambulanti, ormai senza più un nome ufficiale, sopravvivono come una società segreta dedita al "lavoro sporco" controllata da dei doppelganger, che usano le loro abilità da mutaforma per diventare delle vecchie negozianti, dei monelli di strada sfregiati o qualunque altro aspetto che non li faccia sembrare pericolosi durante un'interazione con i PG. Manipolano le loro pedine tra i Rethmariani piuttosto che puntare al conflitto aperto, ammesso sia possibile, ma agiranno contro chiunque sembri interessato a strappare il controllo di Rethmar dalla Cintura o a dare vita alla loro "gilda misteriosa".
Tutto ciò che i Rethmariani sanno dei Claunkrar è solamente che "servivano dei mostri particolarmente spaventosi e non siamo sicuri che siano veramente scomparsi", quindi ogni fatto misterioso o sinistro che accade in città li vede come probabili colpevoli.
Mentre stiamo ancora analizzando "Ciò che si sussurra" andiamo a trattare l'unica altra voce locale: che "c'è del movimento sotto la città", nel vasto labirinto del Sottosuolo che chiunque sa trovarsi sotto al proprio scantinato e che "si estende fino a Waterdeep e oltre!"... e che i consiglieri della Cintura Manthar Horndren e Ravendra Cardegult stavano quasi per sterminare il resto della Cintura per proclamarsi Lord e Lady di Rethmar, un intrigo fermato solamente dopo che la loro relazione di copertura si è trasformata in disprezzo reciproco e dato che Timone Tetro ha deciso di prendersi personalmente il compito di condannare a morte, come esempio per tutti, un gruppo di Marmaci la cui lealtà si era spostata dalla Cintura ai soli Horndren e Cardegult.
Bene, abbiamo schierato le nostre prime risorse e sistemato l'ultima categoria, torniamo alle altre.
Ora come ora, Rethmar non ha nessun venditore locale e il caos causato dalla Piaga ha distrutto la maggior fonte di mercanti della città, quindi non ci sono dei veri gruppi di potere, esclusi quelli che conosciamo, e un solo personaggio ambizioso che ha ottenuto abbastanza successi da diventare famoso: l'energico, distratto, ricco buffone con migliaia di progetti e schemi sempre in atto chiamato Amalrus "Il Tricheco" Gordroun (umano CN, proprietario di una quarantina di vagoni per carovane che viaggiano per Faerun in cerca di profitti). Sarà felice di includere i PG in molti dei suoi piani, ma la maggior parte finirà con un disastro, a meno che i personaggi non ignorino l'intervento di Gordroun e non abbiano successo per conto proprio.
Invece, per le notizie del momento: Rethmar è sempre piena di storie portate dai viaggiatori e dai carovanieri che passano per la città, in cerca di un boccale di birra offerto per essersi inventati o per aver esagerato una "novità" interessante che potrebbe essere più o meno simile alla realtà. Il risultato di queste storie è che molti Rethmariani credono che la maggior parte del Faerun stia per scendere in guerra e che, con una delle prossime carovane, arriveranno anche i reclutatori di soldati. Pensano anche che i draghi si stiano scatenando lungo la Costa della Spada, che alla gente nel Cormyr e nella Sembia crescano dei tentacoli dalla testa e che delle cittadelle volanti stiano attraversando in lungo e in largo il Faerun, cercando nuovi luoghi dove attraccare....come Rethmar con le sue numerose fonti d'acqua.
Cosa che ci porta agli eventi più recenti: la cosa più significativa accaduta a Rethmar nell'ultima decade è l'arrivo dei rifugiati dagli altri luoghi devastati dalla Piaga, che hanno causato una conseguente crescita della città. Ma molti cittadini non si fidano di questi profughi e continuano a guardarli con sospetto: potrebbero esserci dei problemi da un giorno all'altro.
Non ho scritto molto in questo articolo, ma è sufficiente, a mio parere, per rendere Rethmar più viva. Se stessi giocando una campagna nella città le righe sarebbero aumentate vistosamente, ma quanto fatto è sufficiente a mio avviso in caso si tratti solamente di un luogo di passaggio.
Potreste, ovviamente, avere delle idee differenti, quindi iniziate a cambiare dettagli, aggiungere cose o a riempire quei dungeon sotto le cantine di Rethmar. Forse qualcosa dal Sottosuolo è emersa in superficie durante una notte, iniziando a saccheggiare, razziare e infondere un senso di terrore nella brava gente di Rethmar. E anche nel resto degli abitanti...
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/making-rethmar-come-alive.667089/
Read more...

5 Modi per Tenere in Vita i Vostri Cattivi

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Dicembre
Non c'è nulla di meglio di un bel nemico ricorrente, specialmente in D&D dove nessuno fugge mai via dai combattimenti. La causa maggiore risiede nella griglia di battaglia. La maggior parte delle cose che decidono di scappare lo fa o troppo tardi o non riesce a sfuggire al raggio degli attacchi a distanza dei PG, spesso notevole. Specialmente visto che i PG continueranno ad avanzare e sparare con tutte le loro forze per cercare di finire un nemico prima che scappi e possa tornare più avanti.
Questo si pone in estremo contrasto con gli epici inseguimenti e le fughe a rotta di collo (da parte di entrambe le parti) che rendono molte storie eccitanti. Se il re dei banditi continua a morire ogni volta che appare, non avrete mai la possibilità che esso riveli la sua connessione personale con uno dei membri del gruppo, o di far apparire il re dei banditi continuamente nei momenti peggiori. E, da un certo punto di vista, ha anche senso. Dopotutto se considerate la cosa da un punto di vista strettamente regolistico il vostro obbiettivo è di sconfiggere i nemici. Le regole dicono che potete continuare a fare fuoco e, se lasciate fuggire il nemico, quel maledetto del DM lo farà tornare per tormentarvi.

Mentre invece in altri ambiti narrativi, vogliamo vedere gli eroi perdere, essere minacciati o disorientati dai nemici, che riescono a scappare per tornare a combattere un altro giorno. Eberron: Rising from the Last War capisce il vostro dolore, cari DM, ed offre degli ottimi consigli per far vivere a lungo i vostri cattivi in modo che rimangano impressi nel gruppo. Ne abbiamo anche aggiunti di nostri, dandovi cinque modi per tenere i vostri malvagi in vita.
Non essere davvero presenti

Non possono uccidervi se non vi trovato davvero sul posto. Una facile e comoda soluzione per avere un malvagio che continui a riapparire è di farlo essere presente tramite i suoi lacchè. Esso manderà sempre i suoi scagnozzi a fare il lavoro sporco, o apparirà tramite olocomunicazione o incantesimi di illusione che funzionano esattamente come gli olocomunicatori di Star Wars, rimanendo al sicuro dalla vendetta dei giocatori.
Oppure potete anche provare il popolare metodo "il cattivo scompare dentro un passaggio segreto appena i giocatori entrano nella stanza e il vero scontro è quello con le con le guardie che ha lasciato dietro di se", come dimostrato da Mola Rom in Indiana Jones e il Tempio Maledetto. Ovviamente la cosa funziona in entrambi i sensi. I giocatori non avranno la possibilità di pugnalare a morte il vostro malvagio creato minuziosamente, ma d'altro canto il malvagio sarà in grado di colpire i giocatori, e questo significa che sarà compito dei suoi lacchè adempiere al suo volere. Un approccio sospetto nel migliore dei casi.
Usare quegli oggetti magici

Immaginate che il vostro cattivo stia effettivamente combattendo contro il gruppo. Ecco, dovrebbe avere un sacco di scagnozzi attorno, dato che in D&D la scontata conclusione di un combattimento tra molti PG e un singolo avversario è il fatto che i PG useranno il loro numero per schiacciare il nemico prima che possa fare qualcosa di davvero notevole. Ma anche con tanti scagnozzi e tirapiedi attorno, il vostro malvagio corre sempre il pericolo di essere l'unico bersaglio di tutti gli attacchi del gruppo di giocatori.
Questo è il momento in cui l'avversario ha la possibilità di mostrare un po' del tesoro che è destinato al gruppo. Fategli tracannare una pozione di guarigione o usare qualche altro oggetto magico consumabile (o anche permanente) per ottenere un effetto potente. I giocatori salteranno dalle loro sedie, segneranno ogni cosa e chiederanno che il cattivo la smetta di usare il loro tesoro.
Avere una via di fuga

Ovviamente, se avete un antagonista furbo, potrebbe già aver preparato delle opzioni per una fuga veloce. Nel bel mezzo di un combattimento, si potrebbe buttare giù da un edificio mentre una nave volante elementale passa lì sotto. O forse potrebbe saltare su una chiatta o dentro un portale che sta per chiudersi: mai sottovalutare il valore di una veloce via di fuga quando le cose si mettono male. Personalmente non le userei troppo spesso, per paura che possano risultare troppo una trovata deus ex machina. Ma potete dare agli avventurieri un po' di respiro e mandare il chiaro messaggio "questo combattimento è finito" con solo una semplice mossa.
Usare le regole per gli inseguimenti

Ecco qualcosa che non ho visto accadere troppo spesso. Se il vostro avversario tenta la fuga non usate i sei round successivi solo per capire quanto lontano possono muoversi il Warlock e il Ranger del gruppo mentre continuano a bersagliare il cattivo con frecce e deflagrazioni magiche. Dichiarate solamente che userete le regole per gli inseguimenti nel momento in cui l'avversario scappa via. Potrete continuare il gioco senza interruzione richiedendo che chiunque voglia fuggire dal combattimento debba fare un tiro (va bene sia in atletica che in acrobazia) e, se lo superano, la scena di combattimento cambia e diventa invece una Scena di Inseguimento.
Se non avete letto le regole per gli inseguimenti nel Manuale del Dungeon Master vi siete persi delle eccellenti regole di fuga/sfida di abilità per D&D 5E.
Fingere la propria morte

Alla fine, quando tutti gli altri modi falliscono, usate la brevettata, comprovata e sicura soluzione di far simulare la propria morte al vostro malvagio in modo da poter scappare via. Ci sono un bel po' di metodi differenti per farlo: c'è il classico metodo delle Cascate di Reichembach, nel quale il cattivo finisce giù da un burrone o dentro un compattatore dei rifiuti o in un edificio che sta per esplodere, ed anche se il suo corpo non si trova non c'è alcuna possibilità che sia sopravvissuto.
Spoiler, ovviamente la possibilità che sia sopravvissuto c'è, ed è proprio quello che succede. Fatelo succedere troppo spesso e il vostro diventa un mondo da fumetto di supereroi, ma se usato con parsimonia può rendere eccitante ogni "vittoria".

C'è un'altra soluzione che potete usare, più attiva. Fate lanciare Morte Apparente al malvagio durante un combattimento (ancora meglio se è uno stregone ed usa Incantesimo Celato) e, mentre appare morto, segnatevi tutto quello che accade. Dopo che l'incantesimo finisce il vostro malvagio sarà di ritorno. O magari metterà lui stesso in giro la voce della propria morte per fare le cose in grande.
Quali sono i modi che usate per far tornare i vostri antagonisti ricorrenti? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/12/dd-five-ways-to-keep-your-villains-alive.html
Read more...

Idee regalo natalizie per i vostri DM

Articolo di Talien del 02 Dicembre
In quanto DM che possiede una stampante 3D, posso crearmi da solo molti prodotti interessanti per i GDR. Quindi, quando si tratta di regali, devono essere abbastanza unici da non poterli facilmente realizzare da solo. Questi prodotti sono messi in ordine crescente, dal meno costoso al più costoso. Fate clic sui titoli per acquistarli su Amazon.
Indicatore di Danno per Attacchi ad Area della CZYY ($13)
Quando si utilizzano le miniature, tracciare rapidamente e comodamente le aree di effetto degli incantesimi costituisce spesso una sfida. Ecco per voi questo indicatore di danno, un cerchio trasparente con tutte le aree di effetto tipiche chiaramente evidenziate. Sovrapponete semplicemente il cerchio alle miniature e potrete determinare rapidamente chi muore e chi vive.

Tracciatore di Iniziativa della CZYY ($20)
Non sopporto la gestione dell'iniziativa e ogni metodo che ho adottato finisce di solito per confondere me o i giocatori. Questa spada è la cosa più vicina che ho visto a una soluzione intrigante, che rende molto chiaro chi va per primo e per ultimo tramite bandieruole riscrivibili che potete rimuovere o inserire nella spada.

Schermo del DM Personalizzabile della Stratagem ($20)
Sebbene questo schermo sia nominalmente pensato per la Quinta Edizione di Dungeons & Dragons, esso è composto da una serie robusta e pieghevole di inserti che potete scambiare per conto vostro e, quindi, è adatto ad ogni gioco. Anche le immagini sulla parte frontale sono inseribili e si possono togliere a piacimento e, dunque, possono essere sostituite con quattro pagine di contenuti per i giocatori (rivolte verso l'esterno), oltre alle quattro pagine di contenuti rivolte al DM. È anche utilizzabile con dei pennarelli a secco cancellabili, dunque se è necessario segnare l'iniziativa o qualsiasi altra cosa, è possibile scrivere facilmente sullo schermo e cancellare il tutto in seguito.

Pedane per Combattimenti Multilivello 3D della CZYY ($23)
Quando i giocatori iniziano a volare su una mappa, diventa rapidamente difficile tenere traccia con le miniature l'altezza relativa di tutti. Utilizzate queste pedane di combattimento, che facilitano l'identificazione visiva di chi è a quale livello. Vale la pena notare che le miniature in metallo saranno probabilmente troppo pesanti per queste pedane da combattimento.

Griglia divisa in Esagoni e Quadratini per Giochi di Ruolo ($25)
Questo è un tappetino pieghevole in vinile su cui è possibile scrivere con pennarelli cancellabili a secco e ad umido. Ancora meglio, un lato è diviso in esagoni e l'altro in quadrati da un pollice (2,54 cm). Ho usato tappetini da battaglia molto più grandi, ma sono ingombranti e difficili da mettere nello zaino. Inoltre comprende otto diversi tipi di terreno (quattro griglie con due lati: ciottoli/pergamena, bianco/taverna, terra desolata/erba, mare/stellare). La scatola che le contiene ha le dimensioni di un manuale di gioco, il che ne rende facile anche il trasporto.

Cifrario del Faraone formato Mini ($26)
Le escape room utilizzano spesso una varietà di cifrari e questa è una divertente variante egiziana che può essere facilmente adattata ai giochi da tavolo per il GM intraprendente.

Cryptex Codice da Vinci ($30)
Per il DM che vuole fornire un elemento tattile al suo gioco, questo fantastico cryptex richiede un codice che può essere impostato dal proprietario. Viene fornito con due anelli in elfico. Questo cryptex ha tratto ispirazione dal film de Il Codice Da Vinci ed è stato da allora usato parecchio nelle escape room. Ignorate la descrizione che riporta il fatto che questo fantastico dispositivo sia da intendere come un regalo romantico: i DM sapranno cosa farne!

Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/holiday-gift-ideas-for-your-gamemaster.668739/
Read more...
Bomba

Capitolo Ventotto – Il tramonto della terra dei ciliegi

Recommended Posts

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Il commovente addio di Celeste a sua moglie colpì anche Bjorn, che si era illuso con il rassicurante pensiero che tutto quello fosse "ciò che desiderava Seline". Alla fine ho dovuto infrangere una promessa... Ciò che invece non accettò fu il desiderio della sua amica di sacrificarsi per loro attivando il Collettore. No, Celeste. Rakayah, Deborah e Alucard ti attendono a casa: non puoi lasciarli soli in questo mondo tanto pericoloso. Disse con tristezza, conoscendo ciò che si provava a crescere in solitudine. Capisco il tuo desiderio di vendetta: è una forza che mi ha guidato per anni. Ma devi essere tu ad usare lei, non il contrario: lascia che il Collettore venga portato fuori e fallo attivare all'unica persona che ha modo di mettersi al riparo, in caso di necessità. E' questo che fanno gli eroi: preferiscono il bene del prossimo rispetto alla propria vendetta. Concluse, mettendo una mano sulla spalla della ragazza prima di abbassare la voce.

Celeste

Spoiler

E io ho bisogno della mia amica dal sorriso contagioso.

Master

Spoiler

Se nessuno ferma Bjorn, cerca di trasportare il Collettore fuori dalle porte del Tempio. Ha Forza 26

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

"Lo farò io.

Lo devo a chi mi ha regalato un presente ed un futuro, quando non avevo nessuno dei due.

A loro due. 

Le cui anime sono state divorate da quell'oscenità. Lo farò per loro e per tutti gli altri, per le migliaia di anime andate perdute per sempre. 

I miei figli hanno ancora le loro madri, se tutto dovesse andare male. Hanno una speranza e un sostegno, dovesse finire nel peggiore dei modi.

Ma mi auguro che nulla accada", concluse Clint, facendo cenno ad Oceiros di occuparsi di Winn'ler, mentre lui stesso preparava il suo corpo, riportandolo a piene forze. 

"Se non è possibile spostarlo fuori, lo farò qui dentro. Datemi una mano, se non ci sono altri dubbi, ve ne prego".

DM

Spoiler

Clint usa tutte le cariche di Vigore e Cura Ferite necessarie a tornare a pieni PF. 

Se nessuno si oppone, ci pensa Clint, a fare autodistruggere il Collettore. 

Se il Collettore si può portare fuori dal tempio, lo "attiva" lì, altrimenti lo fa dentro il tempio, pronto a volarsene fuori ed a leggere la pergamena di Teletrasporto che tiene a portata di mano nell'Infinite Scrollcase. 

 

Utilizzare Congegni Magici +40.

 

Iniziativa +2.

PF 214/214.

CA 31 (tocco 16; alla sprovvista 29).

TS Tempra/Riflessi/Volontà +29/+17/+21.

+6 ai TS contro effetti di sonno magico e paralisi. 

+5 ai TS contro abilità ed effetti con descrittore Freddo.

Resistenza al Freddo 15.

RD 2/Magia. 

 

Percezione Cieca 6 m.

 

Velocità: 9 m; 15 m volo (manovrabilità media).

Libertà di Movimento (costante).

 

Resistenza agli Elementi (Invocazione Endure Exposure). (23h).

 

Energy Immunity (Acid) (23h).

 

Beauty's Caress (9h).

 

I compagni di Clint (tranne Seline e Thorlum), i comandanti, i reali, i draghi e le stirpi di drago varie sono immuni agli effetti dei soffi di Clint (Invocazione Endure Exposure). (23h).

 

Forma di Avariel (Invocazione Humanoid Shape). (23h).

 

Mass Conviction (già contato).

Recitation (già contato)

 

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

<<Su, e muoviti.>> disse con una bacchetta, per curare Winnie. 

<<Non ho granché amore per i sacrifici inutili...potremmo evitare di farli proprio ora? Ah, non so voi, ma mi darò al mio ultimo ladrocinio per molto, molto poco tempo.>> disse atono, avvicinandosi al corpo dello Shogun per spolverarlo.

Spoiler

Concordo con Clint. 

Me ne sto un poco distante quando attivato.

Rubo tutto a tutti i corpi degli undici che troviamo al ritorno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Il trasporto del Collettore fuori dal tempio di Tiamat ormai pericolante sarebbe stato arduo, se tra i sopravvisuti non vi fosse stato Bjorn Havardsson. Il kalashtar dalla stazza imponente trascinò il pesante braciere fino all'esterno dell'empio campo di battaglia. Laddove il gruppo si trovò concorde sulla necessità di distruggere il malefico artefatto, sia Clint che Celeste rivendicarono il diritto di attivarlo, l'elocatrice per mantenere la sua ultima promessa, il Draconis nella speranza forse di evitare i propri doveri coniugali. Sostenuto dall'Havardsson, fu l'adepto dei draghi a ottenere il privilegio, con l'esausta elocatrice che fu costretta ad aspettare assieme agli altri ad una distanza di sicurezza.

Clint Draconis sentì le proprie mani muoversi con la stessa esperienza che esse avrebbero avuto se il rituale lo avessero provato un centinaio di volte, una conoscenza che l'impaziente Collettore aveva instillato nella mente dei presenti affinchè potessero mettere a frutto le sue capacità, portare distruzione e cambiare il destino dell'intero piano prima di passare a un altro. Quando la fiamma bruciò per l'attivazione, Clint manifestò la volontà di distruzione, rivolta però contro il Collettore stesso. Una resistenza fu avvertita dal sangue di drago, la furia dell'artefatto che sapeva di essere alla conclusione della propria esistenza. La fiamma bianca come la luce più intensa iniziò a consumare i bordi del braciere nero, fino ad avvolgerlo del tutto ed esplodere in una folgore di luce accecante, ma che non manifestò danni ai presenti, vicini e distanti. La corona oscura che avvolgeva Katori si dissolse, le nuvole che persero la loro colorazione violacea.

La pace era tornata, al costo di innumerevoli vite.

x Seline, Thorlum e Tom Po

Spoiler

 

Dopo aver subito il colpo letale, i caduti precipitarono nell'oscurità. Essa non era fredda e viscida, ma pulsante di energia nelle anime che condividevano quello spazio vuoto simile a un cosmo in miniatura, le coscienze invisibili ad occhio nudo, ma percepibili nella loro tela di pensieri superficiali che risuonavano come un coro confuso di fronte a quella morte così diversa dalle aspettative usuali. Anzalisilvar, Constantin Draconis, Nicolette, Lucrecia, Gargamellor, Helgor e tutti coloro che erano caduti in quella guerra erano lì. Le vittime di quella guerra non ebbero fatica a ritrovarsi mentalmente, pure in quei pochi istanti, ma per Seline in particolare quella dipartita rappresentò qualcosa di nuovo, laddove la sua anima, finora vincolo di varie sue personalità, si trovò infine scissa nei propri elementi fondamentali, ognuna libera di vivere per sé.

La libertà agognata fu però più breve di quanto ella sperò, quel piccolo cosmo cominciò ad ardere, una fiamma crepitante che dal basso si accese, raggiungendo e consumando coloro che si trovavano al suo interno. Crepitanti, nella loro gloria, essi ebbero appena il tempo di scoprire il loro scopo prima di ardere per eliminare il Collettore dalla faccia di Arth. Anzalisilvar sospirò soddisfatta, sapendo di non morire invano. Lucrecia pianse percependo la presenza di sua figlia Perdona il mio essere stata una pessima madre... figlia mia! fu il suo ultimo saluto. Helgor Tagliarocce salutò Thorlum da pari Forte è la roccia... Sei stato un Senzacasta, ma sei morto da Tagliarocce ammise commosso.

La fiamma ardè, le anime cessarono di esistere. La loro avventura si concluse lì, portando la pace su Arth.

 

 

Tre giorni dopo...

 

x Trull

Spoiler

Trull fu in grado di trovare i documenti di cui Thorlum aveva parlato. Essi, trovati negli archivi dell'immenso palazzo reale del fu Ishibura riportavano gli accordi intercorsi tra il clan Schiacciagoblin e la potenza orientale, tutti confermati da sigilli reali autentici, circa la mutua assistenza e i piani per l'invasione dell'Occidente, per il quale gli Schiacciagoblin avrebbero ottenuto sostegno nello sterminio dei clan che si sarebbero opposti a Hurgrim Schiacciagoblin e i suoi. La documentazione comprovava inoltre la tratta di tutti i Tagliarocce, primi a diffidare del clan alleato con l'esercito del Katai.

La vittoria a Katori ebbe un amaro sapore, quando i funerali di stato vennero officiati dopo che le stime sui caduti si conclusero. Il cielo era ancora grigio sopra la capitale del Katai, dove i funzionari occidentali stavano ancora stabilendo le regole che avrebbero decretato il nuovo regno che sarebbe sorto dopo l'impero di Masato Ishibura e dei draghi cromatici. Le migliaia di soldati morti richiesero un lavoro estenuante da parte dei superstiti, con i sacerdoti che dovettero dare fondo a tutte le loro risorse per assicurare che i terreni non venissero in futuro profanati e che le anime dei coraggiosi potessero riposare, sebbene gli Eroi dell'Occidente sapevano che ciò non sarebbe potuto succedere, visto il destino di coloro che erano periti dopo l'attivazione del Collettore.

In quel triste mattino di mezza estate solo la nobiltà e gli Eroi dell'Occidente poterono partecipare alla funzione che venne tenuta per i caduti più importanti dell'esercito dell'occidente, periti per quella importante vittoria che aveva salvato tutto il loro Continente: i feretri di Thorlum, Seline, Tom Po, Nicolette, Musaaid Al Rasul, Hafban Grossoferro, Gargamellor, Constantin Draconis, Gerlana Runastella, Fredrik Bergthorsson, Lucrecia Decanti, Helgor Tagliarocce, Reksis l'Incisore e Kothavio “Aquila del Sole” furono disposti in modo da offrire la possibilità di un ultimo saluto o un discorso, alla presenza dei loro cari e delle famiglie più potenti che gli avventurieri avevano conosciuto nei loro viaggi, compresi il re Dervagar Murodipietra, sollevato nel poter riabbracciare sua nipote ancora viva. Gli unici assenti a tale evento furono la contessa Sophia, la cui malattia la stava consumando nei propri ultimi giorni di vita, la sua consorte Chandra Silverhand e jarl Borg, rimasto a Riverstein nei Fiordi. I draghi caduti furono condotti via dai loro simili (non senza fatica nel caso delle dragonesse più imponenti), affinchè potessero riposare nel luogo adibito proprio per i draghi a tale scopo.

La gioia per le riunioni fu smorzata dai molti pianti che si percepirono quel giorno, come quello della vedova di Kothavio, Ilania “Scudo dei neonati” e delle sorelle Draconis alla morte del loro padre, la duchessa di Acquastrino che si strinse a Clint mentre la gemella, di cui si notavano i primi dolci segni della gravidanza, pianse sommessamente mentre veniva sostenuta da Augustus Mac-Tir. Vi fu occasione per tutti di parlare, nonostante la tragica occasione, poiché diversi affari erano rimasti in sospeso. Jarl Siggard salutò Fredrik come un vecchio amico Sei morto da vecchio e in gloria, come a sfidarmi a fare di meglio fu l'ultimo commiato. Senza uno degli jarl, e con la tensione creatasi prima della battaglia, nei Fiordi gli scontri per i feudi non sarebbero mancati di lì a poco. Il suo sguardo cercò quello di Bjorn, memore delle promesse fatte.

Unvarkerentilarhys, presente alla celebrazione per stare vicino alla sua compagna, osservò tristemente il feretro di Reksis Egli era uno gnoll che voleva cambiare le cose, ma temo che presto anche la Savana dovrà temere gli uomini-iena. Essi sono un popolo belligerante, senza una guida saggia disse alla nuova rakayq Sharifa Hai già idea di come gestire la cosa?

Re Dervagar Murodipietra e suo fratello Beregar incontrarono Trull, mettendolo al corrente dei problemi a Huruk-Rast I clan Grossoferro e Runastella non saranno più gli stessi e forse non saranno più, pochi come sono rimasti confessò il re Quanto ai Tagliarocce, forse Helgor è stato l'ultimo loro combattente a perire. Coloro che sono rimasti ad attenderli temo saranno troppi pochi per tramandare i fasti di un tempo.

Kawashima Keitaro rimase in silenzio. Il suo passaggio tra le fila dell'Occidente era stato guardato con scetticismo da molti dei nobili e non senza irritazione dalla principessa di Firedrakes in persona, sebbene ciò parve dovuto da motivi non politici: da quando il principe Derbel aveva visto per la prima volta il sacerdote dell'infinito, egli non mancava di arrossire come un peperone ogni volta che lo incontrava, sperticandosi di complimenti sulle sue capacità e la sua presenza. La rivelazione dell'orientamento di nascita dell'ex membro egli Undici lo aveva lasciato sbigottito, ma non sembrava aver intaccato i comportamenti del sovrano di Firedrakes, con non poco scorno della sua consorte. Quel chiarimento parve anzi disporre positivamente anche Kawashima Keitaro stesso.

x tutti

Spoiler

 

Si considerino presenti tutti i png nobili conosciuti, con l'eccezione degli esclusi già indicati.

Checkpoint nella notte tra il 4 e il 5 novembre per la conclusione dei funerali dei caduti e il passaggio a un balzo temporale per riportare i pg nel Continente Occidentale.

Da questo momento in avanti la narrazione sarà simile a quella dei capitoli di passaggio tra un libro e l'altro. I pg possono ruolare con chi vogliono (fino al prossimo checkpoint con tutti i nobili presenti ai funerali nel Katai) e porre le loro iniziative per il futuro. Stabilito per tutti i propri progetti, concluderemo l'arco narrativo.

 

 

Edited by Bomba
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shayk Sharifa (lizardfolk stregona)

Pur senza partecipare, Sharifa rimase solo ad una relativa distanza da Clint, nella speranza di poterlo aiutare in caso di difficoltà. Per fortuna non si presentò l'occasione di farlo: il Discepolo dei Draghi riuscì ad attivare il Collettore senza alcun problema, e non vi furono esplosioni o altri effetti nefasti.
A parte la distruzione di diverse anime, evento comunque inevitabile.
Rammentando che anche il proprio caro fratello aveva perso l'anima in quell'orrido artefatto, Sharifa chinò il capo triste, lo sguardo spento "La vostra memoria sarà tramandata alle future generazioni, il vostro sacrificio non verrà scordato"

Tre giorni dopo

La funzione che si tenne pochi giorni dopo vide le maggiori personalità assistere all'ultimo saluto di alcuni dei più coraggiosi eroi del mondo. I sopravvissuti si raccolsero attorno al luogo dove venne officiato il rito, e Sharifa fu tra coloro che si trovavano in prima fila. Assieme al compagno accompagnò gli ultimi saluti, interrompendo il filo dei suoi cupi pensieri solo per rispondere al bel Unvarkerentilarhys "Dovremo per forza trovare una soluzione. Quando torneremo a casa dovrò prima di tutto insediarmi al posto del mio compianto fratello. E a quel punto valuteremo la situazione...una nuova guerra sarebbe davvero una mostruosità, la Savana ne soffrirebbe troppo. Temo che dovremo prendere temporaneamente il controllo delle tribù gnoll, radunandone i capi e guidandoli verso un futuro di collaborazione. E lo stesso con gli orchi, se possibile. La Savana avrà un futuro sereno solo sotto una guida salda e generosa. La mia...la nostra, se vorrai"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

Campo Di Battaglia

Il nano decise che non avrebbe partecipato a quel funerale. Gli pareva surreale, allineare tutti quei corpi inerti davanti a sé e pensare che né Chandra, né Oceiros, né Keitaro potevano fare nulla per loro. Se gli altri si sentivano dei sopravvissuti lui non aveva modo di saperlo, ma quella sensazione era prepotente su ogni altra, in lui. Era morto ed era tornato, e non una volta sola. Proprio quando non sarebbe stato possibile farlo, era sopravvissuto. Che destino strano gli avevano scritto gli Dei. Come se il Collettore avesse rubato quelle ultime due vite di compagni per compensazione delle due di troppo che aveva vissuto lui.

Le lacrime intrisero i suoi baffi, mentre aiutava a trasportare corpi, senza risparmiarsi.

Funerali

Trull aveva tirato a lucido l'armatura, tre giorni erano bastati, ma aveva lasciato strinati dal fuoco i peli della barba e delle trecce. Sul petto, la coccarda di Cavaliere e la spilla del Coraggio... aveva bisogno di entrambe. In mano, una cassetta di legno grezza, lunga appena una spanna. Da nessuna parte, invece, la sua inseparabile catena.

Quando fu il suo turno, non disse nulla. Si avvicinò ai feretri e aprì la cassetta. In ogni bara, pose un pezzo di catena di un paio di palmi di lunghezza. Quindici volte, esitando solo davanti ad un unico volto, ma anche lui ricevette il suo pezzo di catena.

Poi tornò fra i ranghi.

Riunione nanica

“Murodipietra e Forgiacciaio sono stati più fortunati, ma Huruk-Rast non sarà mai la stessa senza gli altri clan. Io credo che dovremmo abbandonare questa divisione, e fonderci in un unico clan, escludendo i  Senzacasta. Perché tutti i sopravvissuti possano sentirsi una sola famiglia. I FiglidellaRoccia.”

Non aveva bisogno di specificare che gli Schiacciagoblin, ormai, erano per lui di fatto dei Senzacasta.

Edited by PietroD
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros 

Oceiros, prima dei funerali di una presenza costante solo con una persona: Celeste.

Non riusciva, non poteva assegnarci al fatto che qualcuno con cui aveva condiviso così tanto, per cui provava così tanta empatia potesse aver subito una perdita...irreparabile.

Irreparabile...impossibile.

Sono due parole che non esistono nel mio vocabolario.

Con gli occhi forse ancor più duri e freddi di prima, cercò di essere presente ma non invadente, prendendosi incarico di comunicare con Celeste quanto possibile e quanto ella volesse.

Il giorno del funerale, mentre i feretri passavano, fu freddo e distaccato. Non voleva e non poteva permettersi di perdere la calma. Ma la mano sinistra gli si ferì durante la cerimonia.

@master e per alcuni giocatori

Spoiler

@Ghal Maraz

Spoiler

Oceiros porse le sue più sentite condoglianze alle donne che aveva conosciuto come le Lady di Acquastrino e che ora erano la regina di Garnia e la duchessa di Acquastrino.

<<Mi dispiace molto per quantomeno successo, mie signore. Non riesco a pensare al dolore che possiate provare in questo momento. Nel cuore rimarrò per sempre un servo di Acquastrino, il primo luogo che abbia potuto considerare davvero casa dopo così tanto tempo. Considero entrambe più che semplici padrone, per tutto ciò che è successo, fra amicizia, parti ed il resto. Vi auguro ogni bene. Qualora aveste bisogno di me, sapete il mio nome e contattarmi non sarà impossibile.>> dico facendo un inchino.

Prese poi da parte Clint.

<<Nell’ultimo periodo abbiamo avuto un po’ di maretta, sempre che non sia una mia impressione. Beh, ora basta. Se ti ho arrecato offesa, mi scuso...dal canto mio non c’è nulla. Ti auguro ogni bene, Clint.>>

 

Loading

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast)

 

Quando il nano riaprì gli occhi non si rese immediatamente conto di dove si trovasse. Ma dove mi trovo? Stavo combattendo contro quel demone....non riesco a capire...... si guardò attorno, almeno così sembrava. Vago per un tempo che non riuscì a quantificare finché non trovò delle presenze a lui note e capì. Anzalisilvar,  Gargamellor, Helgor....perché sono qui con voi? Cosa ci faccio qua.....non ditemi che....rimase in silenzio. Le parole di Helgor gli diedero la certezza della sua dipartita. Io morto....disse piano....con tutte le cose che avevo da fare...muoio senza concludere la mia vendetta. Troppi SchiacciaGoblin sono ancora in vita....AHHHHHHH...urlò di frustrazione. Guardò nuovamente cugino. Helgor, io non mi sono mai sentito un SenzaCasta...ma sempre e solo un TagliaRocce. Quella sentenza è stat... Notò Seline. Serk Nadarunn anche tu qua...disse con stupore...ma, io ti stavo proteggendo...ero sicuro di averti salvato.....non dirmi che quell'idiota di Clint alla fine ti ha ucciso? Perché......perché l'ha fatto... c'era molta tristezza in quell'ultima affermazione.

Rimase nuovamente in silenzio, pensieroso. Magari possiamo liberarci. Non sappiamo se sia possibile o meno, Serk Nadarunn, Anzalisilvar voi ne capite di queste strane cose e luci con poteri. Magari conoscete un modo per poterci liberare. Potremmo cercare di comunicare con Oceiros...anche lui conosce queste strane luci....magari potremmo trovare una strada. Un piccola fiamma iniziò ad ardere dal basso. Il nano non seppe come, ma gli fu subito chiaro che quel cosmo stava andando in frantumi. Guardò tutti. Dobbiamo spostarci più in alto, così prendiamo del tempo per cercare una soluzione. Disse con determinazione. Non dobbiamo arrenderci. Siamo finiti qui dentro,  dobbiamo uscirne!!

Anzi....forse quella può essere quella la via di uscita. Continuò con animosità. Thorlum non voleva arrendersi all'evidenza. Mi è venuta una idea. Quel fuoco  può essere  la strada giusta, magari è solo uno stupido inganno per tenerci imprigionati. Fece una nuova breve pausa per ordinare i pensieri. Nessuno può dire il contrario. Non possiamo attendere inermi, dobbiamo provare a liberarci. So che può essere pericoloso, ma dobbiamo provare e so anche come provare quella strada. Basta buttare un altro per primo in quelle fiamma e vediamo cosa succede. E so anche chi buttare, fece un sorriso malevolo. Razak è morto con quell'artefatto attivo, sicuramente è qui dentro, se riesco a trovarlo velocemente butto lui. Una volta fuori ci occuperemo nuovamente di lui. Se poi non faccio in tempo ne prenderò uno a caso, ma dobbiamo agire velocemente. Siete con me?  Thorlum  non attese risposta e si mosse velocemente cercando Razak o qualsiasi altra anima da buttare prima di lui in quelle fiamme. Sapeva che il tempo era determinante. 

 

Così svaniva Thorlum SenzaCasta, TagliaRocce decaduto, Roviana di Huruk-Rast, Portatore di Sventura, figlio di Toror, nipote di Thoric il ForteMartello primo degli ScavAbisso e ultimo del suo nome.

L'astuto secondo pochi, l'idiota secondo molti. 

 

Master

Spoiler

So che non c'è tempo per figurare in un tuo psot con le azioni richieste, ma se ci fosse l'ultima azione di Thorlum sarebbe quella di provare a liberarsi passando nel fuoco che sale, buttando giù Razak o un anima a caso. Un ultima idea tonta che spero di avere reso 🙂 .

 

  • Like 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Bjorn rimase vicino a Celeste mentre Clint si occupava di attivare il Collettore, abbracciandola dopo aver assunto nuovamente delle dimensioni umane. Gli amici servivano a quello, in fondo. Tirò un respiro di sollievo quando il Collettore si spense senza problemi, lanciando uno sguardo rattristato a quel tempio, causa di tanto dolore. 

Quanto ormai la polvere della battaglia si era depositata, Bjorn si recò dai suoi uomini, cercando di capire quanti tra loro fossero sopravvissuti. Si complimentò con loro, battendo pacche sulle spalle e aiutando i feriti a raggiungere le retrovie. 

Tre giorni dopo

Ci vollero tre giorni a radunare i cadaveri e identificarli, per quanto possibile. Il cielo era ancora cupo, nonostante il Collettore fosse ormai scomparso, quasi stesse portando il lutto per la carneficina del campo di battaglia. Si presentò davanti ai feretri con la barba in ordine, l'armatura lucidata e il mantello che portava i colori dell'Isola del Delfino. Rimase in silenzio durante la cerimonia, osservando affranto Ilania e le giovani Draconis. Fece un cenno d'assenso a Siggard, facendo poi una riverenza allo Jarl caduto, da sempre un saggio consigliere nelle dispute tra i tre feudi. Si sarebbe conquistato il Valhöll, come un vero uomo del Nord. Non si è ritirato neanche quando avrebbe potuto, pur sapendo che non avrebbe festeggiato alla mensa di Woden. Che il suo eroismo possa essere d'esempio per tutti noi. Bjorn passò quindi a rendere i dovuti onori a tutti i caduti, fermandosi per qualche secondo in più davanti al feretro di Seline, che osservò con fare pensieroso. Fece poi le sue condoglianze alle donne in pianto, recandosi quindi ad assolvere ai suoi doveri: aveva ancora molto da fare per assicurarsi quella pace che tanto desiderava.

La pace nei Fiordi [Jarl Siggard]

Spoiler

Bjorn si recò a parlare con lo Jarl di Westmarch, l'unico alleato che gli era rimasto nella sua diatriba contro Borg. Avrebbe voluto evitare una guerra ad ogni costo, ma non vedeva altre soluzioni, non con i disordini causati dai numerosi caduti nella battaglia per il Katai. Le casate di Garnia non mi concederebbero mai di regnare su Valleverde: sono troppo assetati di potere. Gli Evankalos mi aiuterebbero... Ma gli altri? No: sono gli stessi uomini che hanno giustificato Borg e che erano pronti a seguire il folle ordine di Marie Antoniette. Jarl Siggard. Disse facendo una riverenza all'uomo, prendendo posto appena ricevette un cenno dallo Jarl. Credo che dovremmo parlare della situazione del Nord. Possiamo stare certi che Borg non attenderà molto per approfittarsi della morte di Fredrik il coraggioso: quel codardo potrebbe essersi già preparato per marciare contro Folkwood o usare uno dei suoi trucchi per eliminare la discendenza dello Jarl. Dobbiamo agire in anticipo: io posso portare lei e alcuni dei suoi uomini nel seggio di casa Bergthorsson, così da aiutare gli eredi di Fredrik a rafforzare la loro posizione. Potremmo poi obbligare Borg ad affrontare un duello d'onore: non penso che abbia le forze per sfidare due casate e parte dei suoi stessi uomini. Aggiunse spiegando al poderoso campione dei Fiordi l'idea su cui aveva riflettuto in quei giorni, arrivando quindi alla conclusione Per quanto riguarda il sottoscritto... Non intendo reclamare il feudo di Riverstein. Mi basta un piccolo pezzo di terra per permettere agli uomini che hanno scelto di seguirmi di vivere in pace e in armonia. 

Vecchi impegni [Winn'ler]

Spoiler

L'impegno che lo faceva ancora sorridere e che riscaldava il suo cuore era la promessa che gli era stata chiesta da Winn'ler. Doveva aiutare il suo amico a porre rimedio a quel terribile atto. Winn'ler, amico! Disse battendo una pacca sulla spalla dell'uomo, aggiungendo Vedo che le mie parole sono servite: siamo entrambi in piedi dopo questa terribile battaglia! Non sarei riuscito a superare anche la sua perdita. Io devo tornare a Firedrakes per vedere come stia Tiana: dovrebbe partorire di qui a breve. Magari potrei portarti a Lagocristallo, così avrai modo di risolvere quella questione che mi avevi confessato. E vedere tuo figlio: tra poco anche tu potrai iniziare a definirti ufficialmente padre!

Giuramenti e titoli nobiliari [Angelos Evankalos]

Spoiler

Bjorn si recò dall'unico nobile dell'intero continente per cui provava un rispetto senza pari. Purtroppo, aveva delle triste notizie da annunciargli. Angelos! Lo salutò giovale, assicurandosi di non interromperlo durante dei compiti istituzionali. Sono venuto per annunciarti una decisione che ho maturato in questi tempi, una decisione che ritengo necessaria: rinuncerò al mio titolo di Guardiano del Mare. Non al mio giuramento o alla mia amicizia con la casa Evankalos, sia chiaro: sarò sempre pronto ad agire in vostro aiuto, come voi avete fatto per il sottoscritto. Spiegò al ragazzo con serietà, motivando quindi le ragioni dietro al suo gesto Come hai visto, Marie Antoniette mi considera alla stregua di uno dei nemici che abbiamo appena sconfitto. Non voglio che l'Isola del Delfino abbia problemi per via del mio titolo, così come non voglio che qualche nobile sollevi qualche idiozia burocratica in virtù dei miei impegni con i disertori di Riverstein. Avete già sofferto abbastanza: è giusto che possiate finalmente godervi la pace per cui avete combattuto in tutti questi anni. Concluse staccandosi il mantello, tenendo la spilla stretta tra le dita. Ho solo un'ultima richiesta da farvi prima di consegnare la mia "uniforme": vorrei che Deiana avesse la libertà di sposare chiunque ami, qualunque siano le offerte fatte da possibili pretendenti. Non metto in dubbio che non la avreste mai obbligata, ma capisco che spesso gli impegni dati da un titolo possono oscurare i sentimenti di un giovane.

 

Edited by Ian Morgenvelt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

L'ultimo atto era giunto, portato fuori il Collettore fu Clint ad attivarlo e distruggerlo. La fiamma inizio cosi ad ardere con maggiore intensità fino ad esplodere in un bagliore di luce; quell'artefatto era stato definitivamente distrutto. Per fortuna tale bagliore non aveva generato nessuna forza distruttrice, nessun altro sacrificio era stato necessario. La guerra era finita, ma il prezzo era stato alto. 

In quei giorni nonostante la vittoria l'aria era pesante, molti corpi vennero recuperati, molte vite erano state spezzate e chi era rimasto aveva l'obbligo di convivere con tale dolore. Questo dolore raggiunse l'apice nei giorno del funerale. Golban, ormai recuperato dalle svariate ferite riportate, presenziò con il dovuto rispetto alla cerimonia, quanto dolore..quante perdite per una vittoria...non rimane altro che la speranza per il futuro...che St. Cuthbert guidi le nostre anime.. A conclusione della cerimonia si fermò a dare le condoglianze alla famiglia Draconis, soffermandosi su Vixenia. Inginocchiandosi Mi dispiace mi lady...non doveva finire così..non sono stato in grado di salvarlo rialzandosi lasciò le figlie draconiche nel loro lutto. In Golban la voglia di rivedere Vixenia era molta, ma anche se avrebbe voluto non poteva stargli accanto in quel triste momento. Successivamente il paladino si diresse a pregare per l'anime dei combattetti caduti, soffermandosi su i suoi compagni d'armi. Seline.. Tom Po.. Thorlum...nonostante le vostre battaglie personali avete dato un futuro a tutti noi.. disse con un filo di voce, ..avete dovuto pagare il prezzo più grande...non verrete dimenticati... concluse riservando ancora a loro un ultimo pensiero che la vostra anima adesso possa trovare la pace..

Le luci stavano calando mentre Golban si allontanava dal luogo della cerimonia, il Katai ora libero si mostrava davanti a lui ...quello che verrà adesso è nelle nostre mani...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

@Zellos

Spoiler

“Oceiros. Vorrei parlarti.”

“Come sai la situazione ad Huruk-Rast è critica, per le molte perdite subite dai diversi Clan. Ritengo necessario, per me, dedicarmi a questo, al futuro del mio popolo e della mia città. Chiederò a Derbel di accettare le mie dimissioni da ciambellano, sebbene intenda restare Cavaliere, e di reintegrare Beregar, ora che la guerra è finita. Tuttavia, non mi illudo. Marie Antoinette potrebbe avere da ridire. Allora, vorrei il tuo permesso di proporre il tuo nome come mio successore per quella carica.”

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

@Vedra

Spoiler

“Rivederti viva è un sollievo, Vedra Murodipietra. Tuo padre sarà certamente fiero del tuo valore, ed io non posso che ritenere lui ne abbia ogni ragione. Sebbene fossimo distanti sul campo, è stato un onore per me condividere tutto questo con una guerriera del tuo valore, fino alla battaglia finale. Spero di avere occasione di rivederti ancora, in futuro, dovunque la pace reclamerà il nostro agire.”

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Una profonda frustrazione colse l'elocatrice quando la fermarono... Bjorn aveva visto il tutto come una vendetta... Ma Celeste doveva semplicemente chiudere personalmente quel capitolo iniziato quattro anni fa... Ma non disse nulla... Non aveva letteralmente le forze, solo tanta stanchezza... Gli occhi puntarno al cielo osservando come finalmente le nuvole si stessero diradando. Il collettore era stato distrutto e la battaglia vinta. Ma la sensazione nel cuore della ragazza era insostenibile... Le due persone più importanti della sua vita erano perite nello stesso scontro... Nello stesso momento. Strinse a se il corpo esanime di Seline, per consolarsi... Però... Celeste non aveva nulla da stringere per Eroe... Nulla... Tutto ciò che aveva era il ricordo di lei e la consapevolezza che lei fosse esistita realmente. Bjorn la strinse per consolarla, ma la realtà era che quel sorriso non sarebbe tornato tanto presto... 

 

Tre giorni dopo

Per due giorni Celeste rimase a letto. Non aveva né forze in corpo né nello spirito e nonostante le premure di Oceiros la Borealis continuò a non proferire parola sin da dopo la battaglia. Solamente il terzo giorno, quando venne organizzato il funerale, l'albina decise di uscire dalla sua stanza... Un abito nero, semplice. La presenza dell'elocatrice fu davvero di poco conto. Principalmente stette in fondo alla massa, osservando in silenzio il proseguimento e gli omaggi ai caduti... Ad un certo punto si fece anche lei forza... Si avvicinò alla tomba della compagna, chinandosi poi. Portò la mano destra sulle labbra per baciarla per poi appoggiare la stessa mano sul marmo della lapide della moglie. Lo sguardo basso contornato da qualche involontaria e liberatoria lacrima. (Close to you) Rimase qualche minuto in quella posizione con le labbra che si muovevano formando delle parole, ma senza lasciar trapelare alcun suono. Dopodiché si alzò per allontanatasi e passare di tomba in tomba ad osservare i nomi di chi non ce l'aveva fatta. Non parlò con nessuno, neppure Vixenia che era lì presente, né con altri con cui era strettamente legata. Celeste continuò la passeggiata nel cimitero sino a trovare un angolo libero, una zona per una tomba vuota... Osservò l'erba smossa dal vento, per poi estrarre un'arma... La lancia "Drago Celeste". Conficcò l'arma al terreno, dopodiché prese un lembo azzurro che si era preparata e lo legò all'asta dell'arma. Su quel lembo vi era una scritta: "Eroe". Celeste, dopodiché, portò la mano destra sul proprio cuore e chiuse gli occhi. Anche lei meritava di essere ricordata... 

Quando il funerale ebbe termine l'elocatrice osservò il cielo. Una volta tornata a casa, nel regno Occidentale, una volta rivisti i tutti cari, avrebbe preso l'ultima decisione, oppure una di tante altre... 

Edited by Organo84
  • Sad 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

Campo di Battaglia

Dopo che il collettore venne distrutto, Winn'Ier scoprì con orrore della fine di Gargamellor, le lacrime scorrerono copiose mentre il barbaro strinse a sé il corpo dell'anziano mentore Non dovevo lasciarti solo... Sei stato un bravo papà... disse mentre prese in braccio il corpo.
Lo avrebbe portato in un bosco o in un qualunque posto dove la natura regnasse sovrana e lo avrebbe lasciato lì, senza nemmeno seppellirlo, sapendo che avrebbe dato forza agli animali che da sempre ha protetto.

Tre giorni dopo...

Aaaah, L'amour! [Master (Argentia)]

Spoiler

Ehi, ciao... salutò l'impacciato Winn'Ier Volevo solo chiederti come stai, ti sei ripresa dal vampiro? chiese il barbaro alla ragazza Mi sembra di non averti mai chiesto scusa per le botte... sorrise imbarazzato Posso farmi perdonare con una cena? Conosco un posto dove si mangia del Kataiano molto bene! Che ne dici?

Spoiler

Ovviamente fa la proposta solo in caso Argentia dicesse di sentirsi meglio, ovviamente un diplomazia 0, non tanto per portarla a letto ma più per passare una bella serata e quantomeno diventare amici.

Poi, chiaro, se scatta qualcosa... 😜

P.S. vanno a mangiare dallo stesso tizio dove ha invitato a cena l'opelatole ecologico.

 

Vecchi impegni [Bjorn]

Spoiler

Bjorn! Sono contentissimo anch'io! rispose il barbaro con un'altra pacca sulla spalla D'accordo! Sono emozionatissimo anch'io! Non vedo l'ora di sapere come sarà fatto mio figlio! Anche se... Sono un pò agitato... disse sorridendo nervosamente Però, se starai al mio fianco... Io potrò fare ogni cosa, amico mio! Però... Prima devo fare una cosa... So che sembrerà strano ma... Non voglio renderla nervosa... Non mentre è incinta... Fammi... Fammi prendere l'altra forma e quando tutto sarà finito... Ritornerò me e gli dirò la verità... 

xMaster e Ian Morgenvelt

Spoiler

Ecco come funziona: Bjorn ci teleporta a lagocristallo, se Gardia sta partorendo, mi porta velocemente a Firedrakes per farmi sparare un beauty's Caress per poi tornare e presenziare al parto in modalità "bello e impossibile". 
Se la donna non sta partorendo, Winn non si farà di Botox.
(Ci siamo già accordati su Discord)

 

 

Edited by Plettro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

Senza perdono, senza scelta

Clint sentì la leggerezza ed il peso di un gesto che nulla aveva di eroico, glorioso o indimenticabile. Era un gesto di dovere e giustizia, un gesto che gli strozzó anima e cuore: l'ultimo gesto, una carezza ed uno schiaffo, a tutti coloro che avevano terminato la loro esistenza, magnifica o ignobile, grandiosa o minuscola, nelle spire immonde di quel congegno. 

Clint pensò a Constantin Draconis, duca di Acquastrino, e ad Anzalisilvar, la Protettrice del Nord. Pensò a come stesse loro dicendo addio. 

Pensò a Tom Po, ľAmmazzadraghi; a Seline Trombavino di Pescalia, Capitano dei Cavalieri di Firedrakes; a Thorlum Tagliarocce, il Coscritto Senzacasta. Pensò che nessuno di loro aveva meritato ciò. 

Ed allora, in quel momento in cui tutti guardavano ma in cui nessuno poteva realmente vedere, Clint Connor Draconis pianse.

Pianse, fino a consumare le lacrime, perché dopo non avrebbe più potuto piangere. 

E cancellò l'esistenza del Collettore.

Ma lo fece un giorno troppo tardi. 

 

Le fasi del lutto 

Calixtria Draconis 

Spoiler

Clint accolse l'arrivo della moglie come un bicchiere d'acqua accoglie un assetato nel deserto: nel silenzio, riempì il vuoto scavatole nell'anima, stringendola a sé con il conforto che sa dire solo chi è già diventato orfano - per ben due volte - e che ha visto morire sogni, speranze e vite attorno a sé. 

La Duchessa di Acquastrino. Che terribile, ironico, sarcastico, insulso gioco. Una statuetta perfettamente intagliata di cristallo dai bordi taglienti: Clint li aveva già smussati una volta e non avrebbe più permesso che tornassero ad affilarsi. 

Avrebbe fatto in modo che il suo popolo la ricordasse, nei secoli a venire, come la Gemma di Acquastrino. Era ora che da tutta quella violenza nascesse, finalmente, qualcosa. 

Clint tenne il fianco di Calixtria finché lei non lo congedò. Ed anche in quel momento, i loro cuori battevano agli stessi rintocchi funebri. 

'Il Duca è morto. Lunga vita alla Duchessa'.

 

Vixenia

Spoiler

Un inchino ed una testa abbassata: "Voi forse mi disprezzerete sempre, mia regina. Cugina e sorella. Voi forse mi disprezzerete, se non capirete mai perché io abbia fatto certe cose. Non mi importa. Sappiate solo che vi voglio bene. Per davvero. E che mi dispiace, per ogni stilla di dolore e di tristezza.

Anche oggi.

Soprattutto oggi".

Clint aveva dovuto condensare in poche parole tutto quello che non sarebbe mai stato in grado di dire, per intero, a Vixenia.

'Che tristezza, la vita'.

 

Esequie

"Solo pochi giorni fa, avevo promesso a molte delle persone qui riunite che avremmo vinto, perché non potevamo permetterci di perdere", Clint ruppe il silenzio del funerale. 

"A molte delle persone qui riunite, sì. E a molte delle persone che ora sono distese, adesso e per sempre, davanti a noi.

Ai nostri piedi.

Ma dovremmo essere noi, NOI, a stare ai LORO piedi.

Perché essi ci hanno donato tutto, dal loro ultimo respiro alla nostra futura libertà. Loro ci ricorderanno, oggi e sempre, che, soltanto tre giorni fa, non potevamo davvero perdere.

Non vi era alcuna altra possibilità di scelta. 

E loro - sì, sempre e soltanto loro - ci hanno permesso, infine, di vincere.

Che riposino in pace. 

Non è vera morte, quando il ricordo è eterno".

In quel momento, sentì nuovamente le lacrime. Ed allora, come tante volte in passato, soffió.

Un getto di dolore, incandescente e ghiacciato, rivolto al Cielo. 

Edited by Ghal Maraz
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@PietroD

Spoiler

Sorrise alle parole di Trull.

<<Ti ringrazio per la fiducia, amico mio. Se avrai bisogno di qualcosa, non esitare a chiamare ed a chiedere. E per favore, vedi di trovare un bel momento per chiedere la mano a Vedra: ne avete entrambi un gran bisogno.>> disse dandogli una pacca sulla spalla, prima di tendergli la mano destra...ed alla fine “abbracciarlo a tradimento”. 

@Ian Morgenvelt

Spoiler

<<Amico mio, le nostre strade si dividono: tu verso il freddo nord, io verso chissà quale corte, di re o principi...oppure di criminali. Una vale l’altra alla fin fine. Spero che tornando a casa tu non trovi Borg...gli avevo mandato uno spirito a...punirlo, ma non essendo tornato ad esigere pagamento, temo sia morto. In caso tu avessi bisogno di aiuto, fammi sapere: non ti negherei certo un buon clima od atre amenità simili per te ed i tuoi...sudditi?>> scoppiò a ridere <<Bjorn, colui che non apprezza la nobiltà, finito Jarl di un gruppo di coraggioso. Spero di sentir cantare solo belle storie...e di non trovarci mai da due lati opposti di un’anima barricata...non vorrei essere decapitato.>>

@Pippomaster92

Spoiler

<<Non ci siamo conosciuti troppo, Sharifa, poiché le vicissitudini dello Xorvintal ci hanno tenuto separati. Sono contento che tu abbia trovato l’amore: è l'unica cosa che  riesce a frenare il mio cinismo. Qualora abbiate ancora bisogno, nella Savana, Oceiros il Santo od Oceiros l’Umile è al vostro servizio.>> disse con un tono sempre più da fanfarone fino al finale. 

<<Battute a parte, siate felici. >>

@Master

Spoiler

Per Renard Ivarstill

Spoiler

<<Una semplice domanda...amate ancora...chi sappiamo? Solo un si od un no.>>

Nei giorni prima del funerale, Oceiros fu visto andare a parlare con Lady Ivarstill. Furono più che altro convenevoli e salamelecchi per colei che era la principessa di Glantria. Inutile dire che il sacerdote ur si presentasse al massimo del suo splendore in quelle circostanze.

Oceiros, nei giorni seguenti ai funerali, avvicinò Zaccaria Velleri per parlargli della possibilità di riportare in vita il figlio, qualora avesse voluto. In cambio di ciò, a parte del denaro per la resurrezione, come compenso personale avrebbero chiesto al ritornato Paradiso un anno ed un giorno di lavoro per lui.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

La nostra confermò Unvarkerentilarhys Quando anche le sabbie geleranno e l'ultima tribù avrà visto obliato il suo passato, io sarò al tuo fianco il drago di ottone in forma umano strinse delicatamente una spalla alla stregona, vicini nel condividere quel triste giorno, ma superstiti e impazienti di tornare a vedere i propri figli. Nonostante le tetre avvisaglie, i piccoli mezzi-draghi avrebbero rivisto entrambi i loro genitori.

 

Angelos Evankalos accolse con favore la richiesta di Bjorn Ne parlerò con il re mio padre disse Ma bada bene, le mie parole non vogliono essere vuote promesse. Farò tutto ciò che è in mio potere per esaudire la tua richiesta, poiché anche grazie a te io sono qui vivo davanti a te. Onorerò questo debito, fosse anche l'ultima cosa che faccio l'uomo del Nord e quello dell'Isola si congedarono con un ultimo, virile abbraccio.

 

Jarl Siggard fu altrettanto concorde sulla linea di condotta proposta dal kalashtar, sollevando un sopracciglio quando l'eroe pose le condizioni sul suo feudo Tutto qua? Di certo questo ci facilita molto... sì, vedremo di gestire la cosa subito, sebbene cercare di portare la pace in tutti i Fiordi richiederà mesi Siggard osservò con i suoi occhi glaciali Bjorn, prima di dargli una pacca sulla spalla Beh, come dice il nostro motto “Mai ritirati, mai sottomessi”! Mettiamoci all'opera!

 

Re Dervagar si passò una mano sulla lunga barba finemente intrecciata, ascoltando con interesse le parole di Trull Le perdite che abbiamo avuto a Huruk-Rast sono state ingenti, ben in pochi possono pensare di poter vedere un roseo futuro annuì Ne parlerò al prossimo consiglio, la tua idea comunque è molto valida, ciambellano Trull Beregar, suo fratello, sorrise Ti sei rivelato un degno successore, Trull. I tuoi genitori saranno fieri di te.

 

Vedra colpì con un leggero pugno il petto di Trull Ben poca cosa rispetto a te. Hai reso onore alla nostra razza e a tutta Huruk-Rast la nana sorrise E' stato un onore anche per me. Se passi ad Huruk-Rast, il primo giro lo offro io!

 

Calixtria Draconis sollevò il mento, fiera nonostante gli occhi lucidi, quando Oceiros si presentò loro Avete servito la nostra famiglia immensamente, ufficiale Oceiros. Mio padre vi teneva in grande stima a buona ragione rispose con educazione Se avrò bisogno dei suoi servigi non mancherò di chiamarvi disse. La donna rimase vicino a Clint, stringendogli la mano.

 

Vixenia parve troppo devastata dal cordoglio per arrabbiarsi con Clint, preferendo stringersi a Golban quando egli porse le sue condoglianze, piangendo sulla sua spalla. Augustus non disse nulla, concedendo ai due quel breve momento di intimità Io gli volevo bene, volevo fosse orgoglioso di me... il paladino sentì la mano artigliata della donna graffiare leggermente la sua armatura Mi manca il mio papà... singhiozzò.

 

//Winn'Ier Diplomazia +0+15=15

Argentia osservò in silenzio il suo interlocutore, rivolgendogli quindi un piccolo sorriso Sei molto gentile. Va bene disse accettando l'invito a cena del barbaro dei Fiordi.

 

Sì! rispose senza esitazione Luis Renard, anticipando la malcelata trepidazione che Zaccaria Velleri mostrò quando Oceiros offrì la propria disponibilità a riportare in vita il figlio, il margravio ora meno simile a un morto vivente, una luce di speranza che covava nei propri occhi Se potete farlo, fatelo!

 

Nonostante fossero passate poche settimane, agli avventurieri parvero passati mesi dall'ultima volta che erano partiti per il Katai. A Firedrakes Celeste ebbe modo di reincontrare i propri genitori, i quali parevano essere a conoscenza di ciò che era successo alla sua compagna Mi dispiace, piccola mia disse commossa sua mamma, abbracciandola con tenerezza. Quando il momento tra le due ebbe termine, in maniera inconsueta rispetto al solito, fu suo padre a parlarle Celeste, bambina mia, non riesco a trovare parole per descrivere come mi sento nel cercare di immaginare la tua perdita esordì Io... so di aver accolto con scetticismo Seline. E me ne dispiaccio, dal più profondo del cuore. Ella aveva avuto una vita difficile, ma stava trovando conforto e felicità nello stare con te, la sua luce in un mondo di tenebra. Ricordati però di lei per come ti ha lasciato, una guerriera pronta a combattere per i suoi figli... i tuoi figli disse papà Onora la sua memoria crescendo i vostri figli come li avrebbe cresciuti lei.

Papà osservò con una smorfia oltre la spalla di Celeste Scusami piccola disse facendo scricchiolare le proprie nocche. La Mamma di Celeste stava parlando con Clint, cercando di spiegargli le emozioni che aveva provato nel ricevere aggiornamenti di guerra a distanza...

Fiordi

Spoiler

La situazione politica a Nord precipitò in fretta, complice il rapido tentativo di jarl Borg di impossessarsi di ampi territori del casato del fu jarl Fredrik. Il sovrano di Riverstein, dopo un fallito attentato che aveva lasciato morta metà della sua guardia personale, sembrava desideroso solo di muovere guerra contro il sud, rea secondo lui di aver cospirato per la sua morte. L'accorato appello di Bjorn circa il rischio venne però, per una volta, ascoltato. Lui e Siggard marciarono in fretta per rinforzare i confini di Ingvar Fredriksson, il nuovo jarl di Folkwood figlio del compianto Fredrik, una persona che sarebbe stato un ottimo jarl in tempo di pace, ma che sembrava mancare del nerbo necessario per comandare in tempo di guerra. La rapidità dell'Havardsson nell'agire si rivelò provvidenziale e in un paio di mesi i conflitti vennero sedati sotto la promessa di un duello d'onore che vide contrapposti lo jarl di Riverstein e il figlio della Regina del Gelo, il quale riuscì infine a trionfare contro il vile avversario. Fu al momento del trionfo che Bjorn, che pure poteva rinunciare ad impossessarsi dell'intera Rivestein per accontentarsi di una parte di essa, capì di avere comunque un'importante decisione davanti a sé: il destino della vedova di Borg e i suoi due figli piccoli.

x Bjorn, Winn'Ier ed eventuali pg che vogliano andare a Lagocristallo

Spoiler

 

Il ritorno ad Occidente, comunque, rappresentò per Bjorn e Winn'Ier anche il venire incontro alle proprie responsabilità, sebbene in contesti assai diversi. Coloro che si trovarono a Lagocristallo quando la ninfa Gardia partorì, avrebbero assistito a un pandemonio. Il travaglio, di costumanza avvenuto sulle sponde dello specchio d'acqua, venne accolto dalle levatrici con urla spaventate, cui si unirono anche quelle degli altri rappresentanti fatati: gli spiritelli si coprirono gli occhi, i folletti piansero, i satiri vomitarono, le driadi scapparono rifugiandosi nell'erica, tale fu la reazione di coloro che videro la ninfa che era stata generata, considerata la più brutta della storia e un esemplare deforme e orrendo della stirpe fatata.... laddove ella era comunque bella quanto una qualsiasi donna mortale (Apparenza 13). Nonostante il rifiuto della propria madre di tenerla in braccio, ed accorate richieste alla signora del lago di annegarla (Sarebbe un'opera di carità! protestò una driade), Veldrada rifiutò categoricamente di porre fine alla neonata, pur pretendendo un confronto con il padre e la madre quanto prima. Dopo diverse ricerche, si scoprì che la infante sembrava dotata di un insolito potere magico innato, capace di migliorare il suo stesso aspetto, sebbene in forme assai limitate.

X Winn'Ier

Spoiler

La “orrenda creatura” è una ninfa. A differenza degli altri esemplari nati, in virtù dell'esposizione ripetuta a magia particolarmente potenziata, ella dispone di un potere extra. Ella può infatti usare una volta al giorno, come capacità magica, l'incantesimo Beauty's Caress per una durata di 1 ora per livello incantatore. Tale livello è pari ai dadi vita della “orrenda creatura”.

Ben più tranquillo fu, invece, il parto che avvenne a palazzo per Tiana Moonsong. Con il marito tornato al proprio fianco, il suocero Havard a badare alla piccola Yellis, e soprattutto grazie all'assenza della levatrice Vera che stava scontando una pena in galera per ubriachezza molesta, la mezzelfa fu infine in grado di coronare il sogno del suo compagno, la quale vide nascere una splendida bambina dai tratti marcati come quelli della madre, ma i capelli e gli occhi di suo padre (Apparenza 15), una figlia delle due popolazioni del Nord E' bellissima disse Tiana, esausta, ma commossa fino alle lacrime. La donna prese per mano il marito Grazie per aver reso la mia vita così perfetta disse rivolta al kalashtar Ti amo e ti amerò per sempre, Bjorn.

 

Glantria

Spoiler

 

A Firedrakes, il principe Derbel accettò le dimissioni di Trull, comprendendo le necessità che richiedevano la sua presenza ad Huruk-Rast Mi mancherai, amico mio disse informalmente il giovane principe. Il nano ricevette un bacio sulla fronte da una giovane elfa dai capelli scuri, la nuova forma che aveva preso Sophia quando sua moglie Chandra l'aveva reincarnata. Pur avendo perso i propri diritti di eredità con la perdita del proprio corpo, ella sarebbe rimasta per consigliare il fratello Spero passerai a trovarci, Trull.

Se Marie Antoinette Ivarstill non si lasciò andare a supplichevoli richieste di ripensamenti per il nano, il Forgiacciaio scoprì che ella fu comunque una delle principali sostenitrici affinchè la carica venisse proposta ad Oceiros. Se negli ultimi tempi il principe aveva iniziato a mostrare maggior polso nei confronti della moglie, il fatto che i suggerimenti sul nome di Oceiros venissero da tutte le parti parve quasi mandarlo in tilt, come se si aspettasse che il tutto fosse parte di un elaborato scherzo. Eppure ciò non avvenne e il sacerdote-ur venne convocato per offrirgli il prestigioso incarico Accetteresti dunque l'incarico di ciambellano di Firedrakes, Oceiros? domandò infine il principe.

Quel giorno non vi fu però una sola offerta di lavoro. Anche Celeste fu convocata, con il principe che mostrò tutto il suo cordoglio Se potessi dare i miei averi per permetterti di riavere tua moglie, lo farei disse Derbel Seline ci ha insegnato ad apprezzare ciò che abbiamo e fare tesoro del tempo che ci rimane. Non pretendo di sapere quali saranno i tuoi progetti per il futuro, Celeste Borealis. Qualora però tu sentissi di trovarti a casa qui, a Firedrakes, sarei felice se tu volessi onorare il mio regno divenendo la nuova Lady Comandante dei Cavalieri di Firedrakes il principe rimase in attesa della risposta dell'albina.

 

Regno di Huruk-Rast

Spoiler

Huruk-Rast fu teatro di accesi dibattiti interni quando il re Dervagar propose un'unione collettiva dei clan in un'unica grande enclave, quella dei FiglidellaRoccia. Se l'idea fu accolta dai superstiti dei clan Runastella, Tagliarocce e Grossoferro, i clan minori che avevano subito perdite nel corso dell'ultima guerra interna insorsero additando il tutto come una manovra volta ad annicchilire la loro identità e il loro retaggio. La presenza del celebre Trull Forgiacciaio alle trattative fu un deterrente sufficiente per evitare un conflitto, essendo i clan Dentedipietra e Martellonero ben consci delle alleanze di cui godeva l'ex ciambellano di Firedrakes. Felda Bronzopinta, però, agì in maniera diversa Comprendo la vostra proposta iniziò la affascinante nana bionda dalle forme procaci Il mio clan però è ancora forte e potente, capace di poter mantenere il proprio retaggio per secoli ancora. Dunque la ragion d'essere per questa unione, nel nostro caso, mi è difficile da capire la nana sorrise Non fraintendetemi, intendo venirvi incontro. Sono disposta a unirmi a voi e sostenervi, ma per fare ciò devo assicurare ai membri del mio clan un punto di riferimento, che potrebbe essere quello di diventare regina sposando il vostro re Dervagar ed avendo un ruolo attivo nella gestione del clan FiglidellaRoccia e dell'intera Huruk-Rast. La richiesta di Felda sollevò un vespaio, con i consiglieri del re e il re stesso che soppesarono per giorni i pro e i contro di quell'offerta, rivolgendosi infine a Trull per avere il suo parere. Il nano ebbe la sensazione di avere un importante peso, laddove egli avrebbe dovuto decidere se accettare o meno la proposta di Felda.

Garnia

Spoiler

Quando Golban venne convocato al palazzo di Augustus Mac-Tir, ad accoglierlo vi fu Vixenia Draconis, la quale lo ricevette in privato. Dopo il lutto del padre, e la distanza che aveva assunto da Acquastrino, la giovane donna sembrava aver maturato il proprio carattere diventando più sicura di sè Ho convinto ad Augustus a offrirti un posto nella sua guardia reale esordì la Draconis, giocherellando distrattamente con le dita (e gli artigli) Io... ci ho pensato, padre e mio cugino mi hanno messa in questo matrimonio... ma io voglio avere te al mio fianco Vixenia sostenne lo sguardo di Golban So che hai fatto dei giuramenti, ma non voglio negarmi la felicità la sangue di drago nero fremette Diventa il mio cavaliere, l'uomo con cui non sarò sposata ma con cui vorrò passare ogni momento libero la Draconis si avvicinò, arrivando a un passo dal paladino Darò questo figlio ad Augustus, ma non avrà mai il mio cuore. Esso sarà solo tuo, come tutta me stessa Vixenia rimase in attesa. Il suo sangue ancestrale lottava contro i precetti del prescelto di St.Cuthbert. Il paladino doveva ora scegliere tra il suo onore e il suo cuore.

Acquastrino

Spoiler

 

Nei giorni che seguirono l'ascesa di Calixtria Draconis come nuova Duchessa di Acquastrino, la popolazione non potè fare a meno di rivolgere i propri ringraziamenti a Clint Draconis, ritenuto uomo cardine nella maturazione della nuova sovrana, che fin dai primi giorni dimostrò comprensione e saggezza, limitando al minimo gli scoppi d'ira e le tensioni, che pur non mancarono nei momenti di maggiore agitazione e lavoro nel suo nuovo, prestigioso incarico. Calixtria mantenne le promesse del padre, inoltrando a Garnia le richieste di riconoscimento per Azuria e Angelica, le figlie umane bastarde nate dai rapporti di Clint a Lagocristallo.

Il rapporto tra i due si mantenne sano per diverse settimane, quando a un certo punto però la duchessa si rivolse a Clint in privato, rivolgendo una domanda che non ammetteva risposte vaghe o lunghi monologhi che non portavano a nulla Vorrei tu fossi sincero con me, Clint. Dopo il nostro matrimonio, tu mi hai mai tradita? domandò Calixtria. Il consorte non sapeva che cosa potesse aver scatenato la domanda e Calixtria se ne guardò bene dal dirlo. La sangue di drago verde attese la risposta, gli occhi verdi puntati su Clint.

 

Savana

Spoiler

La perdita di Reksis l'Incisore, come profetizzato da Sharifa, fu alla base di numerosi conflitti con gli gnoll. Se già la Savana era stata fiaccata dalla guerra, gli schiavisti parvero intensificare i propri sforzi su un terreno reso così fertile, mentre i felinidi tornarono a trincerarsi nella loro indifferenza. Oskrim Mazza Insanguinata chiese di poter parlare con la nuova shayq, offrendo il proprio aiuto Vi aiuteremo a sconfiggere gli gnoll, se sarà necessario promise il paladino Ma i miei uomini non combatteranno solo per spirito di sostegno, in cambio chiediamo i territori degli gnoll quando essi saranno stati sconfitti e le carcasse dei draghi cromatici che avete sconfitto. Accettate, shayk? domandò l'orco. La nuova guida spirituale dei lucertoloidi aveva molto a cui pensare.

x tutti

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 5 e il 6 novembre per le azioni/decisioni dei pg. Essi possono comunque interagire con chi vogliono, come fosse un Roleplay City Bitch di chiusura.

 

  • Thanks 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shayk Sharifa (lizardfolk stregona)

Oceiros

Spoiler

"Se ci farete visita sarà nostro piacere ospitarvi. Non ho dimenticato ciò che avete fatto per noi, e il mio popolo sarà sempre pronto ad aiutarvi" rispose la donna con un'occhiata divertita "Se per voi l'amore è così importante vi auguro di trovare chi sappia darvelo senza compromessi"

Tutti i presenti al funerale

Dopo la fine delle funzioni Sharifa si rivolse ad amici e compagni di avventure "Qui le nostre strade si dividono, e forse non vedrò più alcuni di voi. Vi auguro una vita ricca e felice, un posto da chiamare casa in cui vivere serenamente. E vi auguro di trovare la pace in ciò che amate. Abbiamo fatto molto per questo nostro mondo" allargo le braccia per includere tutto il creato "E alcuni hanno dato la vita. A prescindere da chi fossero i nostri compagni caduti, a prescindere da ciò che hanno fatto prima...noi siamo in debito con essi. Io ho deciso di pagare questo debito vivendo in modo pieno e creando un luogo migliore per le future generazioni" questa volta lo sguardo della stregona abbracció tutti i presenti "È per me il momento di tornare a casa. Tutti voi sarete accolti con grandi fasti, qualora decidiate di farmi visita nella Savana. Possa Bahamut proteggervi e consigliarvi" la stregona concluse il suo addio con un inchino. In realtà non aveva ancora finito di salutare i suoi amici più cari. E a ciascuno dedicò un po' del suo tempo.

Winn'ler

Spoiler

"Amico mio, bada di non interrompere i tuoi studi. Imparare a leggere e scrivere è solo l'inizio. Poi dovrai usare questi strumenti per scoprire l'universo. E ricordati" si sporse verso il barbarico umano "la bellezza del corpo non è niente. Passa e va via in pochi anni. Dovrai imparare che la vera bellezza è dentro di te, è il tuo animo mansueto. Spero tu possa trovare la donna giusta che sappia capirti"

Clint e Calixtria

Spoiler

La stregona salutò con affetto entrambi i coniugi e dopo qualche amichevole convenevolo esordí con la sua proposta "Il sangue che scorre nelle nostre vene ci rende fratelli, non dimentichiamolo mai. E ora siamo anche regnanti nostro malgrado. Intendo cambiare molte cose nella Savana, far risorgere il mio popolo...e un regno non è niente senza amici e vicini. Se lo vorrete mi piacerebbe riaprire i commerci tra la Savana e Acquastrino, in grande stile. Naturalmente non dimenticherò il vostro aiuto giunto nel momento del bisogno. Sarò sempre pronta a muovere mari e monti per le vostre genti"

Vixenia

Spoiler

"Piango con te il tuo lutto, mia cara amica. Un giorno però vorrei rivedere il tuo sorriso. Quando sarai pronta vienimi a chiamare, e potremo ritornare a fare...come lo chiamavi? Shopping? Si, shopping assieme come una volta. E naturalmente voglio essere invitata per quando nascerà tuo figlio" 

Bjorn

Spoiler

Sharifa strinse con affetto amicale le mani di Bjorn tra le sue "Jarl Harvardson, sei tra gli uomini più giusti e gentili che abbia mai incontrato. Auguro a te e a tua moglie...niente di più di quel che già avete! Siete perfetti così come siete ora. Ma auguro alle tue nuove genti di vederti regnare a lungo e in pace"

Celeste

Spoiler

Con un po' di imbarazzo Sharifa si avvicinò anche a Celeste "Ci siamo lasciate in malo modo, e so che in parte è stato per il mio orgoglio. Io non so se posso perdonare Seline per come ha agito, ma so che voglio ritrovare un'amica perduta. Mi piacerebbe averti come mia ospite nella Savana. Se non ora, magari tra qualche tempo. Assieme potremmo ritrovare ciò che è andato perso in questa terribile guerra"

A casa

Spoiler

Una volta tornata nella Savana, Sharifa cominciò subito ad occuparsi della sua gente. E degli orchi. E degli gnoll.

Organizzò un incontro con Oskrim e discusse a lungo con lui delle strategie da utilizzare "Metà delle terre gnoll. L'altra metà la prenderò io e ve la affitteró. Non sarà una cifra elevata, quanto un prezzo simbolico. La Savana deve risorgere e voi con essa. In futuro i nostri popoli commerceranno tra loro con più frequenza, e chi tra voi lo vorrà potrà diventare mio suddito e vassallo. Ho viaggiato a lungo e in molti posti lontani. Ho visto imperi enormi gestiti con ordine e precisione, e città ricche e fiorenti. La nostra Savana dovrà diventare così. Ci dovrà essere abbondanza di cibo per tutti. Ci saranno una casa e un mestiere per tutti. Sarà difficile, Oskrim, senza il tuo aiuto. Sei disposto a partecipare alla gloriosa impresa? Accetta, e la guerra contro gli gnoll sarà il primo passo per avverare questo sogno"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

@Pippomaster92

Spoiler

<<Ho lottato per riavere il mio unico e vero amore.>> disse con un sospiro di nostalgia. <<Da quando lo ho fatto tornare, non un momento la mancanza di lui mi lascia.>> sorride un poco triste. 

<<Non so come farà Celeste...perdonami Sharifa. Non volevo guastare di tristezza questo addio. Salutami tuo marito. Credo che sia l’unico drago che apprezzo. Se vorrete, venite pure a trovarmi a Fyredrakes. Credo che mi trasferirò lì... così potrò presentarvi Alistrel.>>

Col Sacerdote dell’Infinito

Spoiler

<<Che farai, alla fine? Se vuoi, posso essere il tuo salvacondotto per l'occidente. Ho molte idee per il futuro ed il tuo aiuto mi sarebbe assai prezioso. Molto prezioso. E per quanto posso, ti eviterei sgradevoli incontri con gli sciocchi che potrebbero importunarti per il tuo servizio allo Shogun.>> Disse al sacerdote dell’infinito, con un sorriso furbetto. Era evidente che aveva qualcosa in mente.

Con Re Augustus 

Spoiler

<<Mio signore, come avevo offerto i miei servigi da levatrice al compianto Draconis, così lo faccio a voi: Lady Vixenia avrà bisogno delle mie arti per partorire in sicurezza e nessuno vuole che sia arrecato danno a lei od al vostro reale erede.>> disse dopo aver rialzato la testa da un profondo inchino.

//Diplomazia +30

 

Con l’Ivarstill migliore ed un padre addolorato. @master

Spoiler

Vendette gli equipaggiamenti degli unici, unico interessato evidentemente, e radunò il denaro per un diamante adatto per Paradiso.

Intesse l’incanto per riportare in vita colui che gli appariva come il più simile fra coloro che serviva lo Shogun.

<<Paradiso...la morte può attendere. E c’è qualcuno che ti aspetta...>>

Non lo aveva fatto solo per romanticismo. Avrebbe conquistato Zaccaria Velleri e Renard Ivarstill in tal modo, ma anche i servigi di qualcuno con una mente machiavellica e analitica... un gran guadagno per il futuro.

A Fyredrakes ( @master)

Spoiler

<<Ne sarei onorato, mio buon principe. Servire la signoria vostra e la vostra consorte sarebbe un onore. I miei poteri ed i miei contatti sono al vostro servizio, come quel poco di acume che posso possedere.>> disse inginocchiandosi in maniera elaborata e non alzando lo sguardo verso Derbel e sua moglie.

<<Sarò vostro per tutto il tempo che riterrete opportuno...ma vi avviso già che un giorno, fra qualche mese, sarò impegnato a mantenere una promessa al fu lord Draconis.>>

Si mise poi a disposizione di entrambi, il principe e la principessa, facendo giungere a corte suo marito, Alistrel. Cambiò anche abbigliamento, in qualcosa di più consono alla sua nuova carica e che simboleggiasse un poco la nuova figura che voleva “diventare”: Oceiros il Santo, uno degli eroi che aveva salvato il mondo.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

@Zellos

Spoiler

Si adagio' in quel abbraccio.
Un tempo lontano forse non l'avrebbe fatto, ma ora il vincolo dell'amicizia era l'unica catena che voleva avere, ed era fatta di anelli che erano abbracci.

Quando si ristaccarono, rivelo' ad Oceiros i suoi progetti per Vedra. "Non posso chiederla in moglie, cosi' all'improvviso. Non ora che la nostra stirpe e' decimata. Sembrerebbe che sia per interesse... diciamo... faunistico, e non per quello che dovrebbe essere, sentimentale. Ma saro' molto piu' spesso ad Huruk-Rast. Se qualcosa deve nascere, nascera', che sia amicizia o amore. Per ora, mi spetta una birra in sua compagnia, ed il tempo mi dira'."

Sorrise all'amico.

"Ti faro' sapere. Prega per me... ma niente Miracoli!" e gli fece uno sguardo forzatamente in tralice, una sorta di scherzoso avvertimento.

Il destino dei nani

Spoiler

Non aveva immaginato di trovare cosi' poca opposizione alla sua idea. Rassicuro' i Clan divenuti minoritari, quanto stava proponendo non intendeva negare la loro esistenza, la gloria di tutti i Clan nanici sarebbe stata ricordata per sempre, come il sacrificio dei tanti che in quella guerra erano periti. D'altra parte, stava chiedendo a tutti i Clan di rinunciare al proprio nome in favore dell'unita' della razza, e della sopravvivenza della loro stirpe.

Non si aspettava nemmeno di essere interpellato in merito al matrimonio fra Bronzopinta e Murodipietra. Era certo che il re non avesse di che lamentarsi all'idea di avere come consorte una nana con le qualita' di Felda, e che le preoccupazioni fossero piu' che altro politiche. Il nano chiese un incontro con i due 'promessi' e ipotetici sposi, per chiarire il suo punto di vista. "Re Dervagar, Lady Felda, non posso che dare la mia benedizione alla vostra unione, poiche' rappresenterebbe di fatto la fusione fra i Clan. Poiche' questo e' cio' che ci poniamo come obiettivo, non solo due o piu' Clan che collaborano strettamente, ma un unico grande Clan! Voi, Felda, sarete la Regina consorte e sarete davvero nella posizione di fare gli interessi dei nani che vi stanno a cuore... cioe' di tutti i nani che dimoreranno nelle avite aule di Huruk-Rast! Non ci sara' spazio per campanilismi, perche' non ci saranno piu' campanili, se mi concedete la metafora. Sarete re e regina di un unico popolo. Unito e prospero se sarete giusti e lungimiranti."

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.