Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...
James.Zolmang

Valore oggetti magici edizione 5 D&d

Recommended Posts

Sto per iniziare una nuova campagna della 5e,vorrei sapere come calcolare il valore degli oggetti magici,che siano armi,armature,pozioni insomma tutte quelle presenti sul manuale del Dungeon master,ci sono tabelle convincenti o formule per calcolare il valore???

grazie 

Share this post


Link to post
Share on other sites

4 minuti fa, James.Zolmang ha scritto:

Sto per iniziare una nuova campagna della 5e,vorrei sapere come calcolare il valore degli oggetti magici,che siano armi,armature,pozioni insomma tutte quelle presenti sul manuale del Dungeon master,ci sono tabelle convincenti o formule per calcolare il valore???

grazie 

Qualcosa ci sarebbe, ma intanto ti inizio a chiedere perché vorresti sapere un esatto valore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché vorrei essere il più preciso possibile,ho fatto due campagne fan giocatore e adesso farò il master,ho riscontrato questo problema in molti master che ho avuto o sentito,ho fatto per sette anni il master nella 3.5 e ho sempre rispettato molto il valore delle monete d’oro,so che la quinta edizione è diversa,però vorrei farmi un’idea 

In questo momento, James.Zolmang ha scritto:

Perché vorrei essere il più preciso possibile,ho fatto due campagne fan giocatore e adesso farò il master,ho riscontrato questo problema in molti master che ho avuto o sentito,ho fatto per sette anni il master nella 3.5 e ho sempre rispettato molto il valore delle monete d’oro,so che la quinta edizione è diversa,però vorrei farmi un’idea 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, James.Zolmang ha scritto:

Perché vorrei essere il più preciso possibile,ho fatto due campagne fan giocatore e adesso farò il master,ho riscontrato questo problema in molti master che ho avuto o sentito,ho fatto per sette anni il master nella 3.5 e ho sempre rispettato molto il valore delle monete d’oro,so che la quinta edizione è diversa,però vorrei farmi un’idea 

 

Ciao,

Sul manuale del dungeon master c'è una sezione dedicata alle armi e armature e oggetti con relativo prezzo (ci dovrebbe essere qualcosa anche sulla compravendita di oggetti magici).

Io uso spesso quei prezzi, per esempio argentare un arma costa 100 mo, comprarsi un'armatura completa costa 1.500 mo, oppure un kit da artigiano 30 o 50 mo, ecc ecc

Riguardo agli oggetti magici è difficile dagli un costo... su XGtE c'è una sezione molto ampia di oggetti magici comuni, facilmente trovabili, comprabili e vendibili. Tuttavia oggetti magici che sono gia non comuni sono piu difficili da vendere o da comprare (spesso sono ricompense o tesori nei dungeons o bottini di fine missione).

Penso che la quotazione di alcuni oggetti magici vada in base al master.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, SamPey ha scritto:

Ciao,

Sul manuale del dungeon master c'è una sezione dedicata alle armi e armature e oggetti con relativo prezzo (ci dovrebbe essere qualcosa anche sulla compravendita di oggetti magici).

Io uso spesso quei prezzi, per esempio argentare un arma costa 100 mo, comprarsi un'armatura completa costa 1.500 mo, oppure un kit da artigiano 30 o 50 mo, ecc ecc

Riguardo agli oggetti magici è difficile dagli un costo... su XGtE c'è una sezione molto ampia di oggetti magici comuni, facilmente trovabili, comprabili e vendibili. Tuttavia oggetti magici che sono gia non comuni sono piu difficili da vendere o da comprare (spesso sono ricompense o tesori nei dungeons o bottini di fine missione).

Penso che la quotazione di alcuni oggetti magici vada in base al master.

Il dungeon master l’ho letto molteplici volte,infatti per quel tipo di oggettistica non c’e Problema,so che solitamente sono ricompense di bottini,però in alcune città di mia creazione ho deciso di dargli la possibilità di acquistare anche qualche oggetto magico non comune e raro(pochi),quindi per questo avevo chiesto se c’e qualche tabella o qualche sito che ha fatto questo tipo di lavoro,cioè associare un valore agli oggetti magici!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, James.Zolmang ha scritto:

Il dungeon master l’ho letto molteplici volte,infatti per quel tipo di oggettistica non c’e Problema,so che solitamente sono ricompense di bottini,però in alcune città di mia creazione ho deciso di dargli la possibilità di acquistare anche qualche oggetto magico non comune e raro(pochi),quindi per questo avevo chiesto se c’e qualche tabella o qualche sito che ha fatto questo tipo di lavoro,cioè associare un valore agli oggetti magici!!

Puoi vedere se c'è qualcosa di homebrew fatto bene, oppure come dicevo prima, ti affidi ad un tul giudizio conoscendo il tipo di oggetto che venderai😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, James.Zolmang ha scritto:

Il dungeon master l’ho letto molteplici volte,infatti per quel tipo di oggettistica non c’e Problema,so che solitamente sono ricompense di bottini,però in alcune città di mia creazione ho deciso di dargli la possibilità di acquistare anche qualche oggetto magico non comune e raro(pochi),quindi per questo avevo chiesto se c’e qualche tabella o qualche sito che ha fatto questo tipo di lavoro,cioè associare un valore agli oggetti magici!!

In D&D 5e non troverai una tabella su costo dettagliato degli Oggetti Magici (e nemmeno una tabella sul denaro dei PG in base al livello) perchè questa edizione, come tu stesso riconosci, è costruita su una logica diversa da quella usata nella 3.x. Nella 3.x, infatti, gli oggetti magici erano contati nel bilanciamento del potere dei PG, dunque era necessario pianificare in anticipo quanti oggetti magici avrebbero potuto/dovuto ottenere i PG in base al livello (da qui il costo specifico di ogni singolo oggetto magico della 3a edizione). Nella 5e gli Oggetti Magici sono opzionali e non sono contati nella matematica, dunque non bisogna controllarne in maniera fiscale l'accesso e dunque non è necessario stabilire nel dettaglio il costo dei vari Oggetti Magici.

Nel avevo parlato in maniera più approfondita in questo topic.

Nella 5e basta usare le cifre fisse descritte nella Guida del DM, quelle stabilite in base alla rarità. Se proprio vuoi inserire un po' di varietà, puoi sbizzarrirti un po' tu a modificare queste cifre, a seconda dei luoghi (magari in certi posti certi oggetti sono più difficili da trovare, quindi costano leggermente di più, mentre altri sono più diffusi e costano un po' di meno) o a seconda della categoria degli oggetti.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, SilentWolf ha scritto:

In D&D 5e non troverai una tabella su costo dettagliato degli Oggetti Magici (e nemmeno una tabella sul denaro dei PG in base al livello) perchè questa edizione, come tu stesso riconosci, è costruita su una logica diversa da quella usata nella 3.x. Nella 3.x, infatti, gli oggetti magici erano contati nel bilanciamento del potere dei PG, dunque era necessario pianificare in anticipo quanti oggetti magici avrebbero potuto/dovuto ottenere i PG in base al livello (da qui il costo specifico di ogni singolo oggetto magico della 3a edizione). Nella 5e gli Oggetti Magici sono opzionali e non sono contati nella matematica, dunque non bisogna controllarne in maniera fiscale l'accesso e dunque non è necessario stabilire nel dettaglio il costo dei vari Oggetti Magici.

Nel avevo parlato in maniera più approfondita in questo topic.

Nella 5e basta usare le cifre fisse descritte nella Guida del DM, quelle stabilite in base alla rarità. Se proprio vuoi inserire un po' di varietà, puoi sbizzarrirti un po' tu a modificare queste cifre, a seconda dei luoghi (magari in certi posti certi oggetti sono più difficili da trovare, quindi costano leggermente di più, mentre altri sono più diffusi e costano un po' di meno) o a seconda della categoria degli oggetti.

Sicuramente nella 3.5 l’oggettistica magica era troppo influente e fondamentale per completare al meglio un pg,giocandola ho riscontrato molto equilibrio in questa nuova versione,ho creato una ambientazione da zero e ho due città che sono più evolute rispetto alle altre,per questo volevo dare la possibilità ai miei giocatori di poter trovare qualcosa di magico almeno li,al di fuori dei dungeon che dovranno fare.

Allora seguirò sicuramente il range di valori che si trova nel dungeon master,già che ci siamo volevo sfruttare il tolic per chiederti se c’e gia qualcosa in rete riguardante traduzioni dei manuali che sono ancora in inglese?(non perché non lo sappia,ma sicuramente quelli che fanno quelle traduzioni ne sanno più di me😉)

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, James.Zolmang ha scritto:

Sicuramente nella 3.5 l’oggettistica magica era troppo influente e fondamentale per completare al meglio un pg,giocandola ho riscontrato molto equilibrio in questa nuova versione,ho creato una ambientazione da zero e ho due città che sono più evolute rispetto alle altre,per questo volevo dare la possibilità ai miei giocatori di poter trovare qualcosa di magico almeno li,al di fuori dei dungeon che dovranno fare.

Consiglio: i mostri in d&d sono stati pensati per essere affrontati da un gruppo di pg senza oggetti magici. Dare ad esempio una spada +1 ad un guerriero a livello 10 può cambiare drasticamente l'andamento dei combattimenti (non sto dicendo che li passeranno senza sudare, ma neanche si sforzeranno tanto quanto prima).
Per farti un esempio: ho fatto una one shot con un'avventura prefatta che prevedeva che il livello dei pg fosse 14. I giocatori mi avevano chiesto di poter avere un'equipaggiamento magico come quello eventualmente previsto da regolamento per una campagna standard (non ad alto potere). Ebbene, dopo avergli concesso gli oggetti magici tutti e dico tutti gli scontri dell'avventura sono stati superati senza nessuna difficoltà.

Ultimamente sto trovando una via di mezzo a questo, dando ai miei giocatori degli oggetti "non standard" o consumabili, esempio:
- invece dell'arma +1 una polvere che applicata come azione bonus fa diventare l'arma magica per tot tempo
- oggetto che invece di permettere di lanciare l'incantesimo X tot volte al giorno permette di usare uno slot dell'incantatore per poter lanciare un incantesimo scelto da una determinata e ristretta lista
- oggetti che forniscono magari bonus molto golosi (resistenza ai danni), ma si consumano con l'utilizzo
Insomma non oggettiche diano bonus "statici" ma con cui i pg interagiscono e che non siano un mero "+tot sulla scheda"

 

Cita

Allora seguirò sicuramente il range di valori che si trova nel dungeon master,già che ci siamo volevo sfruttare il tolic per chiederti se c’e gia qualcosa in rete riguardante traduzioni dei manuali che sono ancora in inglese?(non perché non lo sappia,ma sicuramente quelli che fanno quelle traduzioni ne sanno più di me😉)

Tutte le info sulle traduzioni dei manuali le trovi sul sito della asmodee italia, perchè si occupano loro di questo ^ ^

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, tamriel ha scritto:

Consiglio: i mostri in d&d sono stati pensati per essere affrontati da un gruppo di pg senza oggetti magici. Dare ad esempio una spada +1 ad un guerriero a livello 10 può cambiare drasticamente l'andamento dei combattimenti (non sto dicendo che li passeranno senza sudare, ma neanche si sforzeranno tanto quanto prima).
Per farti un esempio: ho fatto una one shot con un'avventura prefatta che prevedeva che il livello dei pg fosse 14. I giocatori mi avevano chiesto di poter avere un'equipaggiamento magico come quello eventualmente previsto da regolamento per una campagna standard (non ad alto potere). Ebbene, dopo avergli concesso gli oggetti magici tutti e dico tutti gli scontri dell'avventura sono stati superati senza nessuna difficoltà.

Ultimamente sto trovando una via di mezzo a questo, dando ai miei giocatori degli oggetti "non standard" o consumabili, esempio:
- invece dell'arma +1 una polvere che applicata come azione bonus fa diventare l'arma magica per tot tempo
- oggetto che invece di permettere di lanciare l'incantesimo X tot volte al giorno permette di usare uno slot dell'incantatore per poter lanciare un incantesimo scelto da una determinata e ristretta lista
- oggetti che forniscono magari bonus molto golosi (resistenza ai danni), ma si consumano con l'utilizzo
Insomma non oggettiche diano bonus "statici" ma con cui i pg interagiscono e che non siano un mero "+tot sulla scheda"

 

Tutte le info sulle traduzioni dei manuali le trovi sul sito della asmodee italia, perchè si occupano loro di questo ^ ^

Vado a vedere subito grazie mille:)

4 ore fa, tamriel ha scritto:

Consiglio: i mostri in d&d sono stati pensati per essere affrontati da un gruppo di pg senza oggetti magici. Dare ad esempio una spada +1 ad un guerriero a livello 10 può cambiare drasticamente l'andamento dei combattimenti (non sto dicendo che li passeranno senza sudare, ma neanche si sforzeranno tanto quanto prima).
Per farti un esempio: ho fatto una one shot con un'avventura prefatta che prevedeva che il livello dei pg fosse 14. I giocatori mi avevano chiesto di poter avere un'equipaggiamento magico come quello eventualmente previsto da regolamento per una campagna standard (non ad alto potere). Ebbene, dopo avergli concesso gli oggetti magici tutti e dico tutti gli scontri dell'avventura sono stati superati senza nessuna difficoltà.

Ultimamente sto trovando una via di mezzo a questo, dando ai miei giocatori degli oggetti "non standard" o consumabili, esempio:
- invece dell'arma +1 una polvere che applicata come azione bonus fa diventare l'arma magica per tot tempo
- oggetto che invece di permettere di lanciare l'incantesimo X tot volte al giorno permette di usare uno slot dell'incantatore per poter lanciare un incantesimo scelto da una determinata e ristretta lista
- oggetti che forniscono magari bonus molto golosi (resistenza ai danni), ma si consumano con l'utilizzo
Insomma non oggettiche diano bonus "statici" ma con cui i pg interagiscono e che non siano un mero "+tot sulla scheda"

 

Tutte le info sulle traduzioni dei manuali le trovi sul sito della asmodee italia, perchè si occupano loro di questo ^ ^

L’avventura l’ho scritta io,quindi ci sono anche png con equipaggiamento magico,quindi non rispettano i normali canoni di png da manuale del master,che come dici tu non prevedono da parte dei pg un equipaggiamento esagerato,anzi.Alcune oggettistiche vorrei fornirle con il tempo sia tramite dungeon che tramite acquisto in città,rimangono oggetti base,però per fare un esempio,una pozione di velocità ho trovato tabelle che la danno in vendita per 400 m.o,mi sembrano poche,è a mio parere una pozione fortissima,mi verrebbe da valutare almeno un 1000 m.o

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, tamriel ha scritto:

Consiglio: i mostri in d&d sono stati pensati per essere affrontati da un gruppo di pg senza oggetti magici. Dare ad esempio una spada +1 ad un guerriero a livello 10 può cambiare drasticamente l'andamento dei combattimenti (non sto dicendo che li passeranno senza sudare, ma neanche si sforzeranno tanto quanto prima).
Per farti un esempio: ho fatto una one shot con un'avventura prefatta che prevedeva che il livello dei pg fosse 14. I giocatori mi avevano chiesto di poter avere un'equipaggiamento magico come quello eventualmente previsto da regolamento per una campagna standard (non ad alto potere). Ebbene, dopo avergli concesso gli oggetti magici tutti e dico tutti gli scontri dell'avventura sono stati superati senza nessuna difficoltà.

Ultimamente sto trovando una via di mezzo a questo, dando ai miei giocatori degli oggetti "non standard" o consumabili, esempio:
- invece dell'arma +1 una polvere che applicata come azione bonus fa diventare l'arma magica per tot tempo
- oggetto che invece di permettere di lanciare l'incantesimo X tot volte al giorno permette di usare uno slot dell'incantatore per poter lanciare un incantesimo scelto da una determinata e ristretta lista
- oggetti che forniscono magari bonus molto golosi (resistenza ai danni), ma si consumano con l'utilizzo
Insomma non oggettiche diano bonus "statici" ma con cui i pg interagiscono e che non siano un mero "+tot sulla scheda"

 

Tutte le info sulle traduzioni dei manuali le trovi sul sito della asmodee italia, perchè si occupano loro di questo ^ ^

Io intendevo comunque pagine tipo editori folli,che hanno tradotto in anticipo alcune parti dei manuali in inglese,volevo sapere se qualcuno era a conoscenza di altre pagine che hanno fatto questo tipo di lavoro 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente concordo con tutto quanto è stato detto prima rispetto alla non necessarietà degli Oggetti Magici in D&D 5ed. Se però può esserti utile, sulla Xanathar's Guide to Everything, a pagina 133, dovrebbero esserci tabelle e suggerimenti per i prezzi di base degli Oggetti Magici in base alla loro rarità e a se siano consumabili o meno: non so se ti può servire. In bocca al lupo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, James.Zolmang ha scritto:

Io intendevo comunque pagine tipo editori folli,che hanno tradotto in anticipo alcune parti dei manuali in inglese,volevo sapere se qualcuno era a conoscenza di altre pagine che hanno fatto questo tipo di lavoro 

no perchè editori folli ha tradotto quando la licenza non era ancora stata data (e se non sbaglio han no tradotto solo l'srd che è materiale usufruibile gratuitamente),  ora la ha asmodee e quindi chiunque altro traduca il materiale lo sta facendo illegalmente ^ ^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cerca sul forum perché una discussione con le tabelle per il valore degli oggetti magici già c’è. Comunque io non gli darei dei valori precisi. Almeno che i tuoi giocatori non si divertano molto ad organizzare e pianificare la vendita e l’acquisto degli oggetti magici, come un gioco nel gioco, io sparerei di volta in volta cifre diverse anche per lo stesso oggetto.

Cosi puoi mettergli davanti venditori/acquirenti imbroglioni, inesperti, che non sanno quello che fanno, che hanno un secondo fine, etc, etc.

Se esistono delle tabelle dettagliate per i giocatori è facile capire quando qualcosa non va. Al contrario se usi quelle della guida del DM che sono molto generiche e con intervalli ampi puoi sorprenderli e stupirli con più facilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente, pur convenendo che la 5e è stata creata pensando agli oggetti magici opzionali, ritengo che siano una parte importante del gioco. Trovare il giusto bilanciamento non è facile ma è comunque preferibile secondo me a lasciare il gruppo a secco di oggetti. Ma sono stili di gioco. 

Per il valore non mi è chiaro bene come intendi usarlo in una campagna, ma la XGTE può aiutarti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By Scottrum
      Salve, c'è una cosa che mi turba da tempo. 
      L'amuleto della forma selvatica aumenta i livelli da druido di 4 per quanto riguarda la capacità di forma selvatica (aggiungengo pure DV). E fin qua ok
      Ma quando si prestigia con cdp che potenziano la forma selvatica? Offrendo non solo un percorso diverso (come il Maestro dalle molte forme e la sua forma selvatica migliorata o il Planard sheperd con la sua ), ma dando anche altre capacità di classe che potenziano la forma selvatica(tipo la forma selvatica straordinaria  che da le capacità straordinarie delle forme selvatica). 
      L'amuleto quindi, potenzia solo il percorso di forma selvatica o dona anche quei potenziamenti che la migliorerebbero e gli aggiungerebbero abilità? 
       


    • By Otocione
      Ragazzi,
           quante volte da DM abbiamo chiesto ad i nostri avventurieri di: distruggere, uccidere, infrangere qualcosa di epico? Penso innumerevoli volte...
      Per un'occasione speciale (un matrimonio)  il mio gruppo (dopo anni siamo approdati a livelli epici) si troverà costretto suo malgrado a porgere un regalo ad una semi divinità (sempre che non mi mettano i bastoni tra le ruote... sono epici dopo tutto!).
      Farò capire fin da subito che dovrà trattarsi di qualcosa di veramente particolare e sicuramente estremamente dispendioso. L'idea era quella di spingerli nella direzione di NON comprare qualcosa (che probabilmente li metterebbe in bancarotta) ma di cimentarsi nella creazione di qualcosa di grandioso, tramite abilità, capacità speciali, e ovviamente magia.
      Non è detto che debba trattarsi di qualcosa che abbia un utilità ( una spada +20, un anello dell'invulnerabilità assoluta, ecc...) ma qualcosa di estremamente difficile da riprodurre.
      Mi interesserebbe non solo una vostra opinione in merito, ma sicuramente qualche suggerimento e la meccanica di realizzazione che ci sta dietro; vi faccio un esempio:
      - Soggetto: creare una copia in cristallo di un onda di tempesta del piano elementare dell'acqua. Ipotesi di realizzazione: 1. congelare un'onda con un incantesimo con descrittore freddo (Es.: apocalisse del gelo? raggio polare massimizzato?) 2. staccarla dalla "base" con un critico di una lama vorpal 3. trasformare il ghiaccio in cristallo con metamorfosi in un oggetto (ovviamente uno non basta) e/o desiderio.
      Quindi suggerimenti tipo:  Un "astrolabio" di 500m di diametro che riproduca i movimenti planari e le caratteristiche del piano!
      ... si ma come può essere realizzato con le regole della 3.5?
      Sperando di non esservi sembrato troppo "particolare" porgo in anticipo i miei ringraziamenti per le idee che vi sentiate di sottopormi/suggerirmi. 
      Siate creativi!
      :-)
       
       
    • By mithrandir92
      Buongiorno, spero questo argomento non sia già stato toccato, ma con una ricerca sul sito non ho trovato nulla.
      Non ho capito in che modo si calcola la cd di un incantesimo contenuto in una bacchetta.
      Normalmente la cd di un incantesimo e la somma di 10 + Lv incantesimo + modificatore di caratteristica.
      Al riguardo di una bacchetta non viene specificato se il "modificatore di caratteristica" sia quello di chi utilizza la bacchetta o se sia invece fisso (esempio: il livello minimo per poter lanciare la magia)
      Es: bacchetta di palla di fuoco CD 14 di base? (non è un po' bassina?)
      Non riesco a trovare la fonte che spieghi questa dinamica.
      Graizie per l'attenzione.
    • By Neor
      Uno dei miei giocatori, vorrebbe acquistare uno specchietto portatile, simile a quello utilizzato per truccarsi, come strumento da utilizzare per scrutare oltre gli angoli di muri ed edifici, mandare segnali riflettendo la luce, ecc ... So che c'è già una cosa del genere nel manuale, ma non saprei quanto "rotto" potrebbe rivelarsi. Mi spiego: quale sarebbe la portata con cui si può vedere? Eventuali dettagli che si possono carpire dall'immagine riflessa? Sono ben disposto e la trovo un'ottima trovata, ma da DM non saprei come bilanciare la cosa, o forse mi sto facendo io troppi problemi per nulla. Qualcuno ha dei pareri?
    • By senhull
      Ciao a tutti,
      vi interpello per chiedervi un aiuto nella creazione di un oggetto magico che consenta di apprendere la storia di un certo oggetto.
      Pensavo a qualcosa di simile all'incantesimo Conoscenza delle Leggende (PHB ITA p.224), con ricarica all'alba di ogni giorno.
      Per quanto riguarda l'aspetto dell'oggetto sono aperto ad ogni idea. Io avevo pensato ad un classico orb, oppure a degli occhiali, ma non mi convincono abbastanza.
      Grazie per il supporto!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.