Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cinque Pozioni per Salvarvi la Pellaccia

Articolo di J.R. Zambrano del 25 Novembre
Le pozioni magiche sono un grande classico di ogni avventura fantasy. Sia che stiate cercando di trasformarvi in Tiger e Goyle in modo da poter entrare sotto mentite spoglie nella sala comune di Serpeverde, o che stiate cercando di prendere la voce della viziatissima figlia preferita di Re Tritone in modo che, finalmente, possiate dominare i sette mari (come è giusto che sia), le pozioni magiche possono fare molto di più che curare le vostre ferite. Il che, siamo sinceri, è il motivo più noioso per bere una pozione magica.

Si, certo capita in tutti i videogames, bevete la Fanta Rossa e la vostra salute sale, bevete il Gatorade Blu e sale il vostro mana, bevete l'intruglio viola per far salire entrambi.
Però dai, ci sono un sacco di cose migliori da fare piuttosto che recuperare 2d4 punti ferita o giù di lì durante un combattimento. Specialmente se considerate le cose meravigliose che le pozioni magiche possono fare, in particolare pozioni come ...
Olio della Scivolosità

Non accade spesso che un oggetto consumabile (di rarità non comune per giunta) vi dia accesso a un incantesimo di 4 ° livello, per non parlare di un incantesimo di 4 ° livello che dura 8 ore e vi rende completamente immuni a terreni difficili, paralisi, ceppi, essere presi in lotta, persino essere sotto effetto di lentezza o sott'acqua non vi influenzerà una volta che avrete applicato questo olio su tutto il vostro agile e flessuoso corpo. 
Pozione di Velocità

A volte bisogna correre, e questo significa bere il vostro incantesimo di Velocità personale, che vi consente tra le altre cose di raddoppiare la vostra velocità e fare attacchi extra. I vostri nemici saranno morti prima ancora che dobbiate ricordarvi di pensare al vostro totale di punti ferita.
Pozione di Invulnerabilità
 
E se vi dicessi che potreste bere una pozione e ottenere resistenza a tutti i danni? Bene, eccola qui. Spendete un'azione, subite metà danno. È un ottimo oggetto da tirare fuori in quegli scontri disperati contro un boss enorme per sorprendere tutti (incluso il DM) quando vi ricordate di averne uno da parte.
Olio della Forma Eterea

Ok, se pensavate che un incantesimo di 4 ° livello fosse una cosa tamarra...questa pozione emula un incantesimo di 7 ° livello e vi consente di trasportarvi sul Piano Etereo (ben prima che siate di 7 ° livello) e andarvene in giro, riapparendo poi nel piano da cui siete partiti. Ignorate pareti, spostamenti verticali e distanze con questo delizioso incantesimo, ora disponibile in "formato pozione".
Filtro d'Amore

La pozione d'amore originale, questa pozione ammalia una persona che la beve, e la induce a considerare come il suo amore più vero e profondo la prima creatura che vede. E se non riuscite a capire come questo sia molto più eccitante dell'acquisto di qualche pozione curativa, non credo proprio di potervi aiutare.
Buone Avventure! Immagine di copertina fornita cortesemente da u/scheppy999 . Quali sono le vostre pozioni preferite?
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/11/dd-five-potions-to-save-your-bacon.html  
Read more...

Cosa c'è Di Nuovo su Kickstarter: Dungeon & Town

La linea “World Creator” dedicata agli RPG Fantasy, è pensata per tutti i giocatori che vogliono una ambientazione “fisica” dove giocare ma senza dovere spendere troppo in miniature o costosi scenari in plastica. La core box di Fantasy World Creator contiene più di 500 elementi comprendenti tiles di gioco, token di personaggi e mostri, ambientazioni rapide e status tokens. Le due espansioni, proposte nella prima ristampa a marzo, aggiungono accessori per i giocatori (come le schede equipaggiamento interattive) e un libro riscrivibile dedicato ai master, il Black Book, contenente mappe e tools per tenere traccia di ogni aspetto di avventure e personaggi. Qualsiasi elemento è totalmente riscrivibile dry-erase, assicurando una totale customizzazione. Una webapp è compresa per gestire tutto il materiale digitalmente. Con essa è possibile creare mappe e scrivere avventure per poi condividerle con altri utenti oppure esportarle in PDF. Al momento la community è di circa 3000 iscritti.
Dungeon & Town è l'espansione di Fantasy World Creator che completa la linea implementando il 3D nel sistema. Potrà essere acquistata in bundle con i prodotti già lanciati lo scorso anno, ma utilizzata anche da chi gioca solo con un battlemat: il suo uso è universale, rispecchiando la filosofia dei prodotti “World Creator”. Con FWC-D&T puoi creare il tuo scenario di gioco in tre dimensioni e in modo semplice, costruire muri per roccaforti, case di villaggi e sviluppare sotterranei immensi e complessi. Completa il tuo scenario con elementi scenici, aggiungendo mobili, piante, torce e dettagli di ogni tipo. Tutti gli oggetti di scena hanno un sistema di incastro che non richiede la colla.

FWC–D&T è composta da una serie di muri di diverse dimensioni, tetti e dettagli per rendere "vivi" dungeons e villaggi. Un kit è sufficiente per coprire circa 1 metro quadro di superficie composta con i tiles di FWC. Abbiamo creato una basetta a croce speciale e texturizzata che permette infinite combinazioni ad incastro, rendendo tutta la struttura solida e rapida da comporre.
Molte domande ci sono state rivolte sulla tenuta del prodotto nel tempo: possiamo assicurare che la combinazione di laminazione in plastica del cartoncino e degli angoli arrotondati delle fessure delle basette, riducono al minimo l'attrito in fase di composizione. Tutte le parti di D&T mantengono lo stile di FWC, quindi illustrazioni in “old style” e riscrivibilità in ogni sua parte: vuoi disegnare un passaggio segreto su un muro? Nulla di più facile.
Nelle prime 48 ore sarà in regalo un pacchetto "extra" del valore di 15 euro che aggiunge altri 100 elementi inediti, come insegne, tombe, cripte, staccionate e tanto altro.
Durante la campagna ci saranno molte proposte con stretch goals e addon: i primi avranno un tema comune "Castello", quindi verranno sbloccate diverse parti per poterne costruire uno intero che coprirà una superficie di 60cm2 circa. Queste parti saranno intervallate da altre aggiunte in tema con l'espansione.
Uno degli addon più importanti consiste in 4 miniature, frutto della collaborazione con l'artista italiano Claudio Casini, che omaggiano Heroquest; esse verranno proposte insieme ad un "pack" contenente tutti i personaggi e mostri illustrati nelle carte di FWC, sagomati e illustrati anche sul retro per dare ad essi un effetto più 3D giusto al contesto.
Il kit D&T verrà proposto ad un prezzo in linea con l'altra espansione di FWC (il Treasure Pack, presentato a marzo 2019), ma scontato se preso in combinazione con altri prodotti.
Read more...

Giochi Uniti pubblicherà Pathfinder 2e in italiano

Giochi Uniti ha appena annunciato che sarà lei a tradurre in italiano Pathfinder 2e. La nuova edizione, infatti, arriverà in lingua italiana a partire da Aprile 2020. Allo stesso tempo, l'azienda ha deciso di rivelare anche i calendari delle uscite previste per le versioni italiane di Starfinder e Pathfinder 1e.
Ecco qui di seguito le dichiarazioni dell'azienda:



Link al sito ufficiale di Giochi Uniti: https://www.giochiuniti.it/pathfinder-seconda-edizione-le-prossime-uscite-gdr/
Read more...

Come Spazzolare gli Avanzi delle Feste con il Tarrasque

Articolo di J.R. Zambrano del 26 Novembre
Se esiste un mostro che siede in cima alla catena alimentare del GdR, quello è senza dubbio il Tarrasque. Potete tenervi le vostre divinità malvagie e i vostri lich: il Tarrasque è una versione fantasy dei Kaiju. Colossale e inarrestabile, il Tarrasque è una enorme creatura che rimane dormiente per anni, risvegliandosi occasionalmente per distruggere e divorare ogni cosa nel raggio di miglia e lasciare solamente cenere e rovine. Praticamente come dei parenti in visita.

"HEY, RAGAZZI, HO SENTITO CHE AVETE DEGLI AVANZI!"
Guardatelo. Guardate quanto sembra felice.
Apparso per la prima volta nel Manuale dei Mostri II (1983), il Tarrasque è in circolazione sin dai primi giorni di D&D. Anche prima, a dirla tutta. Come molti mostri classici, il Tarrasque ha una controparte nella mitologia.
Sebbene non sia famoso come la manticora o il grifone, il Tarrasque è un mostro che ha terrorizzato la città di Nerluc in Provenza (Francia), dove si racconta abbia devastato le campagne per chilometri e chilometri. Esistono numerose descrizioni della bestia.
Una parla di "una specie di drago, con una testa di leone, sei corte gambe da orso, un corpo da bue coperto dal carapace di una tartaruga e una coda scagliosa terminante con un pungiglione da scorpione". Un'altra parla invece di "un drago, mezzo animale e mezzo pesce, più grosso di un bue, più lungo di un cavallo e con denti affilati come spade e lunghi come corni".

In ogni caso, la bestia ha resistito all'assalto di cavalieri e catapulte (presumibilmente non di cavalieri lanciati da una catapulta, anche se io l'avrei fatto). Si dice che Santa Marta abbia incontrato la creatura e l'abbia domata e calmata con preghiere e inni sacri. Quando ella portò in città la creatura domata, i paesani spaventati la uccisero, poi si sentirono così in colpa che cambiarono il nome della città in Tarascona. E il tarrasque è ancora oggi rappresentato sul loro stemma.

Fa sembrare lo stemma della vostra città squallido, vero?
Si può in effetti notare una certa somiglianza.

"I miei denti sono come spade" non suona allo stesso modo se esce dalla bocca di Gary Busey.
Questa è la versione di AD&D 1E del Tarrasque. Ha i 6 attacchi standard: 2 artigli, 2 corni, la coda e un morso affilato come una spada. E non è una metafora, ma una qualità speciale posseduta solamente da questo mostro. In caso dovesse tirare 18 o più, potrete dire addio al vostro braccio, al vostro torso o alla vostra testa. Viene, inoltre, presentato l'iconico carapace riflettente, che rispedisce al mittente raggi, dardi incantati, fulmini... Oltre ad una piccola rigenerazione (1 pf a round) e l'invulnerabilità alle armi non magiche.

AD&D 2E gli ha fornito un'illustrazione aggiornata, in pieno stile anni '90. Potete persino immagine un crossover tra Cable e il Tarrasque. Anzi, non c'è bisogno, l'ho fatto per voi:

"Hey, ti serviranno certamente delle borse in più e almeno un'altra spada se vuoi viaggiare con me."
Oltre all'aspetto più "cupo", il Tarrasque della seconda edizione ha ottenuto immunità al fuoco, assieme ad una storia vaga e semi-mitica sulle sue origini, che lo vede come una creazione di "antichi dei dimenticati" o il lavoro di una oscura magia dimenticata, responsabile per l'estinzione di almeno una civiltà.
Le versioni di D&D 3.x e Pathfinder sono simili. Ogni versione aggiunge ulteriore complessità al mostro, coerentemente con i cambiamenti apportati dal d20 system. Quindi vedrete opzioni come Lottare Migliorato o Inghiottire (3.x, come non amare le descrizioni dettagliate su quante creature potessero essere tenute nella bocca di un mostro) così come degli attacchi a distanza (Pathfinder, a credito della Paizo, ha avuto il merito di comprendere quanto forte sia il poter volare in combattimento).

La 4a edizione ha reso il Tarrasque più simile ad un boss finale, visti i suoi 1420 PF. Dite quello che volete di D&D 4e, ma i designer hanno compreso come un mostro gigantesco (anche se con 6 attacchi) non sia in grado di tenere testa ad un gruppo di avventurieri. Quindi hanno modificato la formula classica e hanno fornito al Tarrasque una serie di attacchi ad area, inclusa l'abilità di fare un attacco con il morso contro chiunque sia a portata e un attacco per travolgere. E, come in Pathfinder, i designer si sono resi conto di quanto il volo potesse essere problematico per questo mostro. Gli hanno fornito un'aura di 12 m che riduce la velocità di volo e blocca l'altezza massima a 6 m.

Infine abbiamo il Tarrasque di D&D 5E. Una combinazione della 3.x e della 4e, il mostro non è più tanto un "boss da raid di fine gioco", ma soprattutto un grosso pericolo per il gruppo e il mondo intero. Sono spariti tutti gli attacchi ad area, ma sono presenti le azioni leggendarie tanto diffuse tra molti mostri iconici, che li tengono attivi durante i vari turni dell'iniziativa. Oltre ad un paio di difese extra (immunità al veleno, per esempio, e la possibilità di superare qualunque tiro salvezza 3 volte al giorno).
Ma questo Tarrasque non è dotato di attacchi a distanza. Il che è molto importante, dato che senza di loro, stando a quanto scritto, il Tarrasque non ha modo di confrontarsi con le creature volanti in grado di colpirlo dalla distanza. Potete trovare dei lunghissimi thread su come un Chierico Aarakocra di primo livello sia in grado di abbattere il Tarrasque, tutto con dei numeri a supporto. Assumendo, ovviamente, che non possa attaccare a distanza o non abbia modo di raggiungere quelle altezze saltando.
E' stata mantenuta la descrizione del Tarrasque come macchina di distruzione in grado di consumare ogni cosa, nonostante tutti i cambiamenti. Quindi, qualunque sia la vostra edizione, sapete quale mostro usare per terrorizzare i vostri giocatori.
Avete mai danzato con il diavoloTarrasque al chiaro di luna? Raccontateci la vostra storia qui sotto. Avete altri mostri che vorreste vedere sulle nostre "pagine"? Segnalateci anche questo.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/11/dd-need-to-clear-your-plate-the-tarrasque-is-here-to-help.html
Read more...

Il TG1 ha dedicato un servizio a D&D...e ne ha parlato bene!

Ieri, 30 Novembre 2019, la Rai ha deciso di trasmettere sul TG1 un servizio interamente dedicato a D&D, nel quale viene menzionato il ritorno in grande stile del Gdr da noi diventato celebre in particolare negli anni '80 e oggi fortemente pubblicizzato da star televisive, cinematografiche e popolari serie tv. Se già il fatto che uno dei più grossi telegiornali nazionali abbia scelto di dedicare un proprio spazio a D&D risulta di per sé una notizia estremamente sorprendente, la cosa che colpisce di più è lo scoprire che il servizio inoltre parla bene del gioco e lo descrive anche in maniera abbastanza competente, evitando di riportare notizie inesatte o giudizi negativi sul nostro passatempo preferito. Il che, considerato il pregiudizio con cui è sempre stato considerato il Gdr negli anni, risulta un vero e proprio miracolo.
Anzi, come molti di voi sapranno, in passato D&D è stato per molto tempo tenuto in bassa considerazione dal pubblico main-stream, più preoccupato di denigrare un prodotto poco conosciuto che di comprenderne davvero il contenuto...figurarsi il capirne l'effettivo valore.
Il Gdr in generale, infatti, è stato a lungo visto come un prodotto di nicchia, acquistato e giocato da ragazzi considerati strani e asociali per il loro desiderio di volersi isolare nelle loro camere con un piccolo gruppo di amici, in modo da fantasticare su mondi immaginari e creature fatate. Peggio ancora, per un certo periodo - sull'onda del Panico Satanico scoppiato durante gli anni '80 in particolare negli USA - si è arrivati addirittura ad accusare D&D e gli altri Gdr di influenza negativa sulle menti dei ragazzi, che, a detta di qualche genitore un po' troppo frettoloso nel sparare sentenze e desideroso di trovare un capro espiatorio ai mali del mondo, rischiavano a causa del Gdr di perdere il contatto con la realtà o, addirittura, di finire con l'essere sedotti da un qualche culto satanico (la presenza di magia, divinità, diavoli e demoni tra gli elementi narrativi delle ambientazioni di D&D, infatti, fu vista da alcuni come un pericoloso strumento di deviazione, capace di convincere innocenti ragazzini a venerare divinità inesistenti o il diavolo stesso).
Ovviamente queste preoccupazioni si rivelarono infondate: divinità, diavoli o demoni immaginari non spinsero i ragazzini a creare culti satanici segreti, perché la gran parte delle persone - anche se di giovane età - sa tranquillamente distinguere il reale dall'immaginario, ciò che è serio da ciò che è detto/fatto per gioco; e per lo stesso motivo quei ragazzini non finirono con il distaccarsi dalla realtà, perdendosi nei mondi immaginari da loro giocati. Anzi, come molti di noi ben sanno, il Gdr si è dimostrato invece un ottimo strumento per socializzare e fare nuove amicizie, per stimolare la propria creatività e per imparare cose nuove, utili anche nella vita reale (quanti sono diventati scrittori o artisti grazie al Gdr? Quanti hanno imparato episodi della nostra storia o la cultura di altre popolazioni tramite il Gdr? Quanti grazie al Gdr hanno imparato informazioni e capacità che poi gli sono tornate utili anche nella vita professionale? E cosi via). L'opinione pubblica generalista ha a lungo mal giudicato il Gdr solo perchè fin ora non si era mai presa realmente la briga di conoscerlo per davvero, limitandosi piuttosto a denigrarlo ogni volta che si sentiva il bisogno di trovare un colpevole per un qualche problema....cosa che negli ultimi decenni sta accadendo anche al mondo del videogioco.
Il fatto che, dunque, un telegiornale nazionale decida di realizzare un servizio come quello, positivo e capace di fornire una descrizione corretta del gioco, lascia un minimo ben sperare che, quantomeno, in futuro si smetta di parlarne male e di far circolare notizie palesemente false su di esso. E' difficile che il mondo cambi all'improvviso ed è decisamente probabile che il TG1 non avrebbe mai dato una notizia del genere se non fosse stato per l'incredibile successo ottenuto da D&D 5e negli USA e nel mondo (insomma, sta facendo una barca di soldi!) e per il fatto che a pubblicizzarlo ci siano attori celebri come Joe Manganiello, ma chi lo sa... Nel frattempo godiamoci questo piccolo miracolo.
Grazie a "Cesare Shalafi" per aver postato il video su Youtube.
Read more...
Pippomaster92

Capitolo I - Le Origini del Male

Recommended Posts

Chloe

Erboristeria [Chiunque ci sia]

Spoiler

Sorrido a Jean quando espone il suo piano, rinfrancata dal parere tecnico di Yskandr. Che cavaliere... Un nobile paladino al servizio di Atar, praticamente. Purtroppo no, Arthorius. Ma tranquillo, gli scuoieró la faccia anche da parte tua. In fondo non può certo sapere quanta pelle debba togliergli. Dico al nobile, facendo poi un cenno di ringraziamento a Jean per la sua gentilezza. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Weldon, 8 ottobre 388 d.M., mattino e primo pomeriggio

Arthorius e Jean

Spoiler

"Il barone ha un figlio, oltre ad una figlia. Sarà lui ad occuparsi dei terreni quando sarà in età. Di sua sorella dovrà invece occuparsi il marito, e serve un uomo ricco e potente per tenere una donna al sicuro" commenta asciutto. Rivolge a Jean un'occhiataccia "Principe Azzurro..? Sciocchezze da bambina. Lei deve diventare una donna, e comportarsi come tale. Dopo tutto però avete ragione, si prendono più mosche con il miele che con l'aceto. Ovviamente ho per lei dei regali molto costosi, e mi comporterò con la miglior galanteria che posso mettere in piedi. I miei augusti zii saranno con noi tutto il tempo come si conviene, e ho pure portato un bel regalo per il barone. Non credo si possa fare di meglio. Dopo tutto sono un Torcati. E a questo proposito" si volge verso Arthorius "Credo di dover declinare la vostra offerta di festeggiare. Di certo non in uno degli squallidi locali cittadini. Qui non c'è nulla di lontanamente paragonabile a ciò che può piacere ad un uomo delle mie terre. Le fanciulle sono troppo sobrie, il vino troppo leggero e le canzoni troppo noiose"

Chloe

Spoiler

"Dite davvero?" Tessa, ai limiti dell'esaurimento, sembra accogliere molto bene le tue lusinghe "Forse potete aiutarmi, e dopo tutto...dopo tutto l'alchimia non è il mio forte, e forse è proprio lì che sbaglio. Bene, seguitemi e vedete se potete capirci qualcosa voi" 

Scendete di nuovo nel laboratorio. Qui l'orco maschio è ancora legato alla parete, imbavagliato, coi polsi e le caviglie pieni di escoriazioni da manetta. Un secchio sotto di lui dovrebbe servire a tenere pulita la zona, non ci riesce.
Al suo fianco c'è l'orchessa, o ciò che ne resta. Una persona normale sarebbe lieta della sua morte, visto come è conciato il corpo. Tu invece ne sei in qualche modo attratta.
Qualsiasi cosa abbia fatto Tessa, ha incrementato la massa muscolare dell'orchessa fino a raddoppiarla, aggiungendo fasci di muscoli in più in zone dove non ce ne sarebbe bisogno. Un terzo braccio è spuntato dal fianco sinistro, mentre un volto orchesco ha cominciato a formarsi sul ventre, un solo occhio sbarrato e vitreo che ancora osserva il mondo. La testa originaria dell'orchessa ha subito le mutazioni peggiori: i denti sono cresciuti in ogni direzione bucando le guance e le labbra, mentre l'osso si è allungato fino a dare alla creatura un aspetto lievemente lucertoloide. Ora morti e penduli, gli occhi erano emersi dalle orbite come i peduncoli di una lumaca. 
La morte sembra sopraggiunta per un motivo piuttosto semplice: l'enorme massa di muscoli ha fatto collassare le costole dell'orchessa.

Tessa ti porge la grossa siringa di metallo, con ancora parte del contenuto ormai secco, e da una cassetta di legno estrae un oggetto del quale non ti aveva ancora parlato: una pagina di pergamena riccamente miniata e scritta con inchiostro verde scuro. La pagina è stata strappata più volte, e per tenerla assieme Tessa ha pressato il foglio tra una lastra di metallo e una di vetro imbullonate da quattro perni di ferro. 
La pagina è scritta in abissale.

Su di essa sono riportati gli ingredienti necessari per creare un composto in grado di rigenerare e riplasmare la carne in modo da glorificarla e renderla unica, inimitabile, perfetta. Tale sostanza deve essere inserita nel corpo liquida o solida, e funziona come una versione ridotta delle oscure pratiche che il tuo patrono ha donato ai mortali: il mutacarne
Per creare questo composto sono necessari un preparato chimico, e poi un'attivazione magica (arcana o divina che sia). 
Comincia a confrontarti con Tessa, che ti legge e traduce il testo, e sei convinta che su questo secondo aspetto stia procedendo bene. Invece è il lato alchemico a presentare dei problemi, assieme a qualche leggerezza nella traduzione:

- Tessa ha erroneamente scambiato l'estratto di zenzero per un semplice antidolorifico e non ha aggiunto alla mistura. Invece tu sai che ha proprietà trasmutatrici.
- Serve un'oncia d'oro forgiato da mano umana, mentre Tessa ha tradotto con "oro trovato da mano umana" e lo ha usato in polvere.
- Tessa ha messo una dose eccessiva di magnesio, ce ne vuole la metà.
- Tessa ha completamente travisato un passaggio, usando salgemma al posto del rara e (relativamente) costosa gemma del mare, ovvero una perla. 

Una dose di questa preparazione dovrebbe costare 100gp (e da qui capisci le ingenti spese di Tessa!!), ma gli effetti durerebbero solo una giornata. Sulla pagina però è scritto che una creatura che si sottoponga alla sostanza per sei giorni di seguito riceverebbe permanentemente gli effetti della stessa. Il punto è che ogni somministrazione altera gli effetti, che sono totalmente casuali, ed è impossibile prevedere il risultato finale. Per questo la sostanza è unica e peculiare e (stando al testo) bellissima. Tessa questa parte l'ha tradotta davvero male, sembra convinta che le mutazioni sia molteplici e in qualche modo sia possibile per chi fa uso del preparato scegliere che tipo di cambiamenti avere. Anzi, lei è sicura di poter modificare la magia in modo che sia l'incantatore e non il soggetto a decidere come cambiare forma al corpo. 

Puoi facilmente procurarti i vari ingredienti, ma resta un problema: per farlo e spiegare alcune delle modifiche a Tessa dovrai ammettere di conoscere l'abissale e di aver potuto leggere il testo da sola. 

Nota

Spoiler

In pratica gli effetti sono quelli di un tiro randomico e quotidiano su queste due tabelle https://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/templates/fleshwarped-cr-1/

 

Yksandr

Spoiler

"M-ma-maestà? N-no, non sono così importante. S-s-s-so-so" la ragazza ha un chiaro problema di balbuzie, decisamente grave. Tanto che per toglierla dall'evidente imbarazzo la sua dama di compagnia, Eunice, interviene. Battendo sul tempo l'uomo barbuto, che aveva cominciato a sua volta ad aprire bocca per parlare "La mia signora vorrebbe suggerirvi che il suo ruolo e la sua posizione non sono quelle di una regale maestà. Però è quasi come se lo fosse, visto che avete davanti a voi la giovane figlia del Barone. In quanto a me, sono la sua dama da compagnia e purtroppo anche la sventurata sorella del manigoldo che è appena uscito da palazzo. Mi spiace che abbiate dovuto assistere ad una discussione tanto incresciosa...anche se sono ancora più addolorata dal fatto che la mia dolce signora abbia dovuto sentire certe parole indecorose" e il suo sguardo tagliente piomba come un macigno sull'uomo dalla barba bionda. 
L'uomo decide saggiamente di cambiare completamente discorso "Dunque voi siete il calligrafo. Molto bene, avete lavorato assai in fretta e me ne compiaccio. Di solito mi occupo io di queste faccende, ma avendo letto il testo che avete ricevuto...beh, ecco, vi sarete ben reso conto che qui a palazzo ci sono diversi preparativi in corso" in realtà non si direbbe, visto che oltre a voi quattro ora atrio e scale sono deserte "E io devo supervisionarli, visto il mio ruolo" l'uomo parla come se fosse dovuto sapere chi è e cosa fa a palazzo. Si rivolge alle due dame "E a tal proposito, dovreste accorrere subito nelle stanze della Baronessa: ormai le sarte avranno finito di confezionare l'abito per la cerimonia" 
La giovane ragazza sembra particolarmente afflitta dalla questione, e cerca invano aiuto dalla dama di compagnia. Quest'ultima sapendo bene cosa ci si aspetta da lei prende invece la figlia del barone a braccetto e fa una riverenza "In effetti, dovremmo proprio andare. Qui non abbiamo altro da fare" 
A questo punto la nobildonna sposta lo sguardo su di te, come a cercare un'ultimo contrattempo che la salvi dalle prove per l'abito. 

Weldon, 8 ottobre 388 d.M., sera (erboristeria)

Dm - All

Spoiler

Vi lascio a parlare tra voi, se avete domande chiedete pure qui, nel tds o su Discord. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yskandr

A palazzo

Spoiler

"Io vi domando nuovamente perdono, altezza, per l'intrusione e la confusione. Ed anche per il fatto che non mi è possibile non chiamarvi maestà, perché maestà siete, di nascita, portamento ed, innegabilmente, animo", blandisco la ragazza, evidentemente ben poco usa alla vita fuori dalle mura. 

"E chiedo perdono anche a loro magnifici signori, per questa mia inopportuna presenza. Vi domando congedo, a meno che la mia magnifica signora non abbia ordini per me: so fare ben poche cose, tranne forse redarre scritti in abile grafia, ma resto sempre a disposizione di Vostra Signoria,  se Vostra Signoria lo vorrà. Se mai necessiterete di un buon calligrafo, sappiate che sarò estremamente onorato di essere vostro servitore".

Mi profondo in un inchino, sorridente, una invisibile ombra di oscurità in un angolo della mia mente folle, riflessa nello sguardo apparentemente sincero e grato. 

Spoiler

Diplomazia +9, Raggirare +9.

 Ho rubato un po' di tempo alla ragazza e, di conseguenza, le ho fatto tardare il temuto tempo delle prove: in fondo, è così che si conquistano fiducia e riconoscenza!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chloe

Master

Spoiler

L'orchessa è... straordinaria! Se solo una creatura del genere potesse camminare nel mondo... Sarebbe un'ottima guardia del corpo. O un soggetto per interessanti studi per migliorare il genere umano. Le condizioni dell'orchessa non posso comunicarmi molto, oltre ad un vago senso di ammirazione per i risultati ottenuti dalla maga, e inizio quindi a studiare il liquido alla luce delle torce. Ciò che però rischia sinceramente di far cadere la mia "copertura" è la pagina che mi viene letta dalla maga, parte di un testo scritto nientemeno che con la lingua delle potenze che servo. Un pezzo di un testo originale del Signore della Trasmutazione... Questa maga è stata veramente toccata dal mio patrono, allora! La pagina sembrerebbe essere una forma del mutacarne, uno dei tanti doni fatti da Haagenti all'umanità. La maga ha interpretato correttamente molti passaggi ma, come temeva, ha fatto degli errori nella parte alchemica, spesso dovuti a refusi o errori di traduzione. Mostrare la mia conoscenza dell'abissale sarebbe troppo rischioso... Ma non posso farmi sfuggire questa occasione dalle mani. Non sono in grado di comprendere il testo originale, purtroppo, quindi mi baserò sulla sua traduzione. Non credo abbia commesso errori nell'infusione magica, campo in cui le sue conoscenze superano notevolmente le mie, ma credo proprio che ci siano degli errori nel processo alchemico. Prima di tutto, deve assicurarmi che non ha apportato la minima alterazione a quanto suggerito dal testo originale: ogni modifica, per quanto piccola, potrebbe rovinare completamente una delle fasi alchemiche. Ad esempio, se aggiungesse del salgemma tritato al posto che in cristalli. Spiego alla donna cercando di nascondere la mia conoscenza del testo originale. Poi dovrebbe anche spiegarmi se ci siano ingredienti indicati con parole ambigue: è importante controllare con attenzione ogni componente della miscela. Infine dovremo controllare le varie fasi del processo alchemico: a tal proposito, suggerirei di provare a sintetizzarne delle piccolissime dosi nei prossimi giorni, soprattutto per controllare la procedura e verificare le mie ipotesi.

Master

Spoiler

Raggirare +9+1d6, spendo un punto ispirazione

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jean Mantonero

Con Arthorius

Spoiler

Ah, allora ce l'avevi una sorta di piano! esclamo gioioso Dicci, Fosco, che avresti portato per il tuo futuro suocero e la tua futura moglie? Sono curioso... Possiamo aiutare in qualche modo? dico sostenendomi la testa con la mano, cercando di far passare il mio interesse per genuina curiosità.

Spoiler

Diplomazia +7 Bluff +11

 

Erboristeria

Spoiler

Intanto procuriamoci la firma, poi vedremo di riuscire a rubare il suo anello, sperando che ci sia inciso il sigillo della sua famiglia... 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arthorius Theos Azuj

con Jean

Spoiler

Al prossimo plurale di Jean credo che gli darò un calcio ad uno stinco...

Con una lama però.

Rimango silenzioso per non rovinare la pantomima a Jean, almeno non troppo.

La sera da Chloe 

Spoiler

 

<<La cosa mi rincuora alquanto. Spero anche che milady gli dia in ben servito particolarmente violento, ma ne dubito...è pur sempre un nobile straniero.>> dico con un leggerissimo sorriso.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Weldon, 8 ottobre 388 d.M., mattino e primo pomeriggio

Arthorius e Jean

Spoiler

"Per la ragazza ho fatto preparare abiti di seta e le ho comprato due collane d'oro e rubini. Inoltre per lei farò sistemare un'ala del mio palazzo. Invece per il Barone ho fatto costruire una balestra magica particolarmente precisa. Mi è costata parecchio, ma so che egli è un grande amante della caccia con il quadrello"

È chiaro che non è interessato al vostro aiuto.

Chloe

Spoiler

La maga sembra un po' titubante "Ecco, è scritto nell'antica lingua dei draghi. Non è facile da tradurre con precisione...può essere che abbia sbagliato qualcosa" 

Passate il pomeriggio a rileggere le varie parti del testo, fino a quando con cauta astuzia riesci a farle trovare la giusta formula. Chiaramente lei non può ancora esserne certa, ma tu sai che se la formula è corretta la vostra nuova stesura della soluzione funzionerà a dovere.

Il tuo ultimo consiglio è però accolto con poca convinzione "Potrebbe costarmi troppo. Se ora abbiamo svelato l'arcano, domani lo testeró sul soggetto rimasto. Volete assistermi?"

Nota

Spoiler

Primo natural 20 della campagna!

 

Yksandr

Spoiler

La timida ragazza prova a dire qualcosa, ma non riesce a mettere le parole in fila. Si sporge verso la dama di compagnia e le parla a bassissima voce. Questa annuisce con grazia e si rivolge a te "La piccola lady desidera sapere se oltre a scrivere in buona grafia siete anche in grado di scrivere componendo voi parole belle ed eleganti da ascoltare" poi aggiunge, per spiegarsi meglio "In effetti la giovane baronessina riesce a celare e tenere a bada il suo...ehm...imbarazzo" non si dica che è balbuziente! "se recita un testo mandato a memoria. Pensavo ne volesse comporre uno da sola, ma in effetti potrebbe essere meglio una penna più esperto la ed affidabile" 

La giovane nobildonna aggiunge a voce alta "Sareste amp-p-piamente r-ricompensato, ovviamente"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yskandr

A palazzo

Spoiler

"Vostra grazia mi onora di un apprezzamento senza pari, sebbene io sia certo che dietro alla Vostra regale timidezza si nasconda una abilità superiore al comune. Servirvi sarebbe la gioia più grande, maestà, pertanto io vi assisteró, per quanto posso e con tutto il mio impegno, a mettere su carta la musica dei Vostri pensieri.

Se Vostra Maestà non si riterrà soddisfatta, alla fine, della mia opera, a suo insindacabile giudizio ella non mi dovrà alcun compenso", rispondo, cercando di sfruttare una occasione che non avrà seguito. 

Non so se sia l'Abisso ad assistermi o se questa sarà per me la più infame delle fini, qui, ma la voce che mi sussurra costante mi ordina di agire. 

 

Edited by Ghal Maraz
Corretta la forma

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jean Mantonero

Con Arthorius

Spoiler

Da Fosco

Bene Fosco! Vorrà dire che sarà certamente sua! rispondo sorridente Sono felice per lei, spero solo che ci invitiate per le celebrazioni delle nozze! Purtroppo, temo di dovermene andare, ho degli affari da sbrigare quest'oggi, ma vi ringrazio infinitamente per la colazione e per la chiacchierata... dico ad Arthorius per poi aspettare una sua eventuale reazione.

xTutti

Spoiler

Se Arthorius non si alza me ne vado da solo per poi aspettarlo fuori dall'edificio, dopo essermi allontanato abbastanza da non suscitare sospetti

Fuori

E' stata una perdita di tempo, ma almeno sappiamo qualcosa di più sui doni che intende farle, probabilmente sarà lui il futuro sposo della principessa, non possiamo competere con lui sbuffo un poco infastidito Dovremmo sabotarlo o derubarlo, ma è rischioso e non so nemmeno se ne vale la pena... Anche se quella balestra... mi massaggio il mento all'idea di appropriarmi di un'arma del genere Beh, per te sarebbe molto utile, a giudicare da come ti piace combattere... dico alludendo alla balestra di Arthorius Domani vorrei andare dal Barone, potremmo provare ad entrare nelle sue grazie... 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chloe

Master

Spoiler

Ricontrollo il testo assieme alla maga, facendomi sfuggire, di tanto in tanto, delle "intuizioni" sul vero significato delle parole. La maga cade completamente nell'inganno e sembra essersi convinta di aver trovato la formula esatta. Creeró una versione rozza del mutacarne... Che grande occasione. Con vero piacere. Non posso certo abbandonare il lavoro a metà dell'opera. Spero che curi il suo braccio... L'aspettano grandi cose, sarebbe un vero spreco se morisse per una banale infezione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arthorius Theos Azuj 

Con Jean

Spoiler

<<A domani Fosco e buon fortuna con milady.>>  dico sorridendo ad nobiluomo. Mi accomiato dai suoi parenti con saluti ossequiosi e sorrisi.

Molto fuori, dopo che Jean ha ripreso la parola, sospiro.

<<Non amo granché le armi da tiro in verità, ma sono armi da usare al momento giusto.>> rispondo facendo spallucce. << Puah! Non credo proprio che la sposerà, a costo di uccidere milady il giorno prima... e sarebbe un atto di pietà.>> dico a voce bassa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Weldon, 8 ottobre 388 d.M., mattino e primo pomeriggio

Arthorius e Jean

Spoiler

Fosco vi saluta con un cenno e un'ultima frase velatamente minacciosa "A domani. Spero vivamente che la vostra amica sappia il fatto suo, o non avrà modo di perpetrare i suoi errori"

Chloe

Spoiler

Tessa ti ringrazia, e comincia a sbaraccare e pulire il banco di lavoro preparando tutto per l'indomani. 
Non ti resta che tornare al tuo negozietto e attendere ulteriori sviluppi. 

Yksandr

Spoiler

Senti l'uomo dalla barba bionda borbottare qualcosa di inintelligibile, mentre la giovane figlia del barone annuisce visibilmente sollevata. La sua dama di compagnia alza gli occhi al cielo "E sia, la prova di sartoria sarà rimandata a questa sera, mia signora. Ci vogliamo accomodare nella biblioteca?" 
Al cenno affermativo della sua signora, dama Eunice vi rivolge la parola e vi chiede di seguirle. 

La biblioteca è un luogo decisamente tranquillo, e abbastanza piccolo. Non troppo fornita, ha una dozzina di scaffali con un totale complessivo di una quarantina di libri. Molti sembrano trattati piuttosto prolissi e articolati, della moda tanto in voga in questo periodo: tomi scritti da savi e "scienziati" che non fanno distinzioni tra realtà e immaginazioni, includendo nei propri lavori qualsiasi racconto o voce che avvalori la loro tesi o sia semplicemente allettante. Un paio di volumi paiono più antichi, e riconosci aperta su un leggio una delle otto copie miniate del Codice Atariano, il testo sacro della cavalleria. 

Dama Eunice e Dama Violette si siedono compostamente su due belle sedie di mogano, mentre per te c'è uno scrittoio del medesimo legno proprio sotto la finestra più grande. Il necessario per scrivere si trova a tua disposizione. 

Sarebbe tutto perfetto, tutto pronto...se dama Violette prendesse la parola. Invece si guarda le mani giunte in grembo, mentre la sua dama di compagnia comincia ad essere in serio imbarazzo. Le è sempre più difficile far sembrare la sua protetta una semplice timida ragazza. D'improvviso la figlia del barone prende la parola. Senza guardarti e senza tanti occhi a guardarla pare parlare con un po' più di sicurezza "Io. Io vorrei esprimere ciò che penso, ma non è facile. Non mi piace parlare alle persone, o stare con le persone. Non mi piace la città e nemmeno questo palazzo...e per questo..per questo.o per questo non riesco a decidere cosa dire. Se volessi dire la verità dovrei deludere i miei amati genitori e tutti coloro che sono arrivati qui. Io non voglio sposarmi adesso. Non voglio andare a vivere lontano. Voglio tornare nella villa di campagna e stare lì a leggere e coltivare i miei fiori. Però non voglio fare male ai miei genitori, perciò voglio dire...una mezza verità. Non voglio ferirli. Voi sapete come fare, messere?" 
Le parole della ragazza sono accolte da un'occhiata meravigliata di Eunice, che la guarda visibilmente sorpresa ma tace. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yskandr

A palazzo

Spoiler

"Altezza, la vostra umanità vi fa più onore di quanto crediate ma, certo, quello che intendete dire non è poca cosa, soprattutto perché andrebbe a dissimulare, in parte, un pensiero magnifico", blandisco la ragazza, cercando di guardarla, al contrario di lei, ma senza irritare la dama di compagnia.

"Questo, io vi propongo: scriverò adesso una bozza, una minuta, che vi sottoporrò, poi, per una vostra lettura personale. Voi la valuterete e procederemo, in seguito, a qualsiasi correzione, revisione o totale riscrittura, finché il risultato finale non vi aggraderrà o finché non sarete stanca della mia presenza e delle mie capacità", spiego, prendendo poi già in mano gli strumenti del mio lavoro ed aspettando solo un cenno di assenso. 

La mano corre sul foglio, a vergare parole che raramente mi è capitato di scrivere, se non nei corteggiamenti di un aristocratico alla sua amante o nella trascrizione di una qualche opera letteraria. 

Non sapere, poi, l'uso preciso che la donzella ne vuole fare è di poco aiuto, ma mi pare di capire voglia avere una base d'appoggio su cui provare ad aprire il suo cuore alle persone care. O su cui rivolgersi ad un pubblico più vasto. 

Testo

Spoiler

Non sono abbastanza brava, con le parole, da poter esprimere ciò che sento nel mio cuore, così colmo di riconoscenza per i miei genitori, per questo regno e per il suo meraviglioso popolo.

Ho avuto la buona sorte di crescere profondamente amata, protetta e custodita in quel luogo che ho imparato a chiamare casa ed a cui il mio cuore ancora anela di fare costante visita.

Ma quella dimora è lontano da qui, ora: un luogo sereno e familiare, che mi ha sempre circondato di un verde abbraccio, regalandomi primavere profumate ed autunni ricolmi di colori. La mia mente tende incessante a viaggiarvi, lieta e serena. Ogni giorno essa viaggia fin là, alle rose che ho cresciuto ed alle letture che mi hanno educata.

Mentirei, se dicessi che non ho alcun desiderio di tornarvi, di tornare alla mia fanciullezza. Ma è grazie ad essa, che ora sono qui, in un mondo per me nuovo, a cui ancora non sono usa, più grande ed al contempo più circoscritto, ricco di misteriosi visi nuovi e sconosciuti, che si rivolgono a me con una deferenza che ritengo di non meritare e di cui sono quotidianamente grata. Eppure, lo ammetto, questa straordinaria, costante novità ancora mi toglie il respiro e la favella, sebbene io abbia sempre saputo come la mia strada non avrebbe potuto condurmi altrimenti che qui.

Nuovamente, vi ringrazio tutti.

Ora sono sul bilico di una nuova vita che mi fa vacillare, in una incertezza che poco mi è solita: amo voi tutti, tanto cari quanto siete, e rimango sorpresa dal sincero desiderio, che già molte volte ho riscontrato, di valenti pretendenti alla mia mano, ben misera cosa qual essa sia.

Una riservatezza, figlia della mia fortunata educazione appartata, tuttora mi sottrae alla quotidianità e mi fa schernire: non me ne vogliate, dacchè ancora non vi ho fatto l'abitudine. Crescere in un piccolo eremo di dolcezze può portare a ciò e, pertanto, perdonatemi se non sempre appaio con un sorriso radioso in volto, come voi meritereste: non vostra la colpa, ma soltanto di una abituata condizione personale.

Miei non erano le mura alte, i ricevimenti di corte e le galanterie, ma i silenzi ed un infinito cielo azzurro. Spero possiate comprenderlo. Il cuore di una fanciulla ama con salda certezza solo quanto ha potuto già conoscere e nella salda certezza trova uno speciale conforto. 

"È - mi rendo conto - un poco prolisso, altezza. Ma come vi dicevo, si tratta di una bozza, cui potersi porre mille e più modifiche: ad essa si può attingere, di essa si può prendere in considerazione anche solo una minima parte, in base a quanto vi necessita ed aggrada", spiego, porgendo il foglio, pieno di cancelleture, ripensamenti ed aggiunte, in direzione della giovane donna. 

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arthorius Theos Azuj

con Jean

Spoiler

<<Sto quasi sperando che in verità domali Chloe fallisca l’intervento: così avrei una scusa per uccidere Fosco...anche se effettivamente potremmo farlo e basta...>> dico quasi con un ringhio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jean Mantonero

Con Arthorius

Spoiler

Arthorius, riflettici bene, un assassinio di un nobile non passerebbe certo inosservato... Siamo i sospettati più probabili: siamo nobili e siamo quelli che hanno avuto più contatti con Fosco per non parlare del fatto che ci siamo informati parecchio su quali saranno le tattiche che vorrà utilizzare per sedurre la principessina, i suoi zii ci accuserebbero di averlo ucciso per levarci un concorrente pericoloso dai piedi... ringhio infastidito al solo pensiero Potremmo provocare un'incidente durante l'operazione ma la colpa ricadrebbe su Chloe... Bah, non possiamo nemmeno derubarlo, saremmo comunque dei sospettati... La cosa migliore sarebbe incastrarlo per aver fatto uccidere o pestare un altro nobile. Però ci servirebbe il suo anello e una sua firma...

 

Spoiler

ops

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arthorius Theos Azuj

con Jean

Spoiler

<<Chi ha detto che i suoi zii debbano sopravvivere? Dedichiamo ai nostri signori tutti loro, nessuno escluso.>> dico col sorriso.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jean Mantonero

con Arthorius

Spoiler

Mmm... Un massacro in piena regola, eh? Si può fare. dico mettendomi la mano al mento Porterebbe a un incidente diplomatico non indifferente... Come te la cavi con le missioni di infiltrazione? chiedo ad Arthorius.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Weldon, 8 ottobre 388 d.M., primo pomeriggio

Yksandr

Spoiler

Lady Violette aspetta pazientemente che tu abbia finito di scrivere la bozza, seduta composta e rigida sulla sedia. Lady Eunice invece è più impaziente, e ad un certo punto si alza e va alla finestra. Torna rapida sui suoi passi quando hai finito e passi alla figlia del barone il discorso così come lo hai scritto. 

Entrambe le dame lo leggono, muovendo appena le labbra. Si soffermano su alcuni punti, ne rileggono altri. Quando lady Violette alza lo sguardo su di te, alcune lacrime balenano nei suoi occhi "Qu-questo è esattamente quello che intendo dire! C-c-come facevate a saperlo?" chiede meravigliata e stupita. L'occhiata che ti rivolge Eunice è tutt'altra, invece. Sembra interessata, come se avesse scoperto in un ciottolo raccolto per caso dalla strada una seconda natura più preziosa, come una vena d'oro o una gemma. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yskandr

A palazzo

Spoiler

"Altezza, voi stessa avete fatto tutto, parlandomi con un cuore sincero, che io, ben misera cosa quale sono, ho avuto la straordinaria sorte di condividere. Non sono soltanto le parole a dialogare, ma anche gli sguardi, i tormenti, le espressioni e quanto va con loro. Il mio lavoro mi porta a scrivere fiumi di lettere ogni dì, ma raramente ho la fortuna assoluta di poterle comporre a riverbero di qualcosa così sincero. E non ho potuto fare altro che cercare di dargli una forma adeguata. Se ciò vi arreca anche solo un minimo di compiacimento, sono io a dovermi sentire grato", spiego, addolcendo di miele ogni sillaba, la voce oscena nella mia testa che canticchia, in un suono simile ad un coro sacrilego di grazie. A volte, vorrei potermi cacciare la mano in gola e strapparla via a forza, questa maligna presenza che mi infetta l'anima. 

Padre, quando questo mondo sarà mio, tu allora sarai lo sterco calpestato dalle ruote dei carri demoniaci, schiacciato lì sotto per l'eternità a contemplare quanto ci sei giunto vicino, solo per vederti sottrarre la meta finale!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arthorius Theos Azuj

con Jean

Spoiler

<<Mai fatta neppure una. Ma sono un tipo assai agile.>> dico facendo spallucce. <<E comunque, in caso facciamo scoppiare un incendio in un posto un poco lontano ed avremo più campo libero...>>

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.