Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il 2020 è l'anno giusto per sconfiggere il mostro della pianificazione

Articolo di J.R. Zambrano del 03 Gennaio
Quando ho iniziato a giocare il problema più complesso da affrontare era trovare le persone con cui giocare. All'epoca D&D non era ancora questo fenomeno di massa. La TSR era in declino e per giocare bisognava fare affidamento sul trovare un gruppo nella propria zona. Se volevate giocare dovevate letteralmente trovare dei giocatori. Così funzionava all'epoca.

Svariati anni ed edizioni dopo il problema da risolvere è trovare il tempo per giocare. Cosa che ha senso. La vita facile dei bambini, con la sua mancanza di responsabilità ed abbondanza di tempo libero, o persino i periodi strettamente impostati a livello di impegni delle superiori o dell'università permettevano di giocare facilmente. Si era in mezzo ad un gruppo di persone con cui stare a stretto contatto. Ti piacciono i GdR? Sei più per D&D, Vampiri, Shadowrun o che altro? Bene giochiamo assieme.
Ma questi momenti vengono man mano meno con le nuove pressanti responsabilità (lavoro, figli) e viene quasi voglia di dire che l'essere adulti non si sposa con il voler giocare. Eppure alcuni di questi problemi non paiono legati necessariamente a questioni di maturità o di essere adulti. Il mondo del lavoro si fa più pesante, con le persone che devono essere sempre pronte a mettersi sotto. I lavori part-time e a chiamata implicano che si è occupati in orari strani e variabili. Gli amici che conoscevate possono doversi trasferire (o magari tocca a voi) oppure la nascita di un nuovo amore potrebbe togliervi il tempo necessario. E tutto questo ci sta. Non è certo un malvagio piano dell'Uomo Calendario per rubarvi del tempo...

.....vero?
Ma questo non implica che l'obiettivo principale del nuovo anno per molti giocatori là fuori non sia proprio il mettersi a giocare di più. Voi volete giocare di più, io voglio giocare di più, quindi prendiamo esempio da Robin e sconfiggiamo assieme l'Uomo Calendario. No davvero, Robin ha sconfitto da solo l'Uomo Calendario quando quest'ultimo ha cercato di rapirlo per tendere una trappola a Batman. L'Uomo Calendario è un farabutto (anche nella versione reboot alla Hannibal degli anni '90) ed è giunto il momento di fargli vedere chi comanda qui. Come?
Trovate il vostro gruppo

Questa è probabilmente la cosa più difficile da portare a termine. Ma dovete trovare le persone giuste assieme a cui volete giocare. Potrebbero essere degli amici che conoscete da anni, potrebbero essere persone incontrate al negozio di giochi locale oppure online su una community di Discord. Perché aspettare. Siamo nel 2020 e viviamo in un'epoca in cui è più semplice che mai trovare delle persone con cui giocare. Chiedete alle persone con cui pensate di trovarvi bene riguardo al giocare assieme. Probabilmente avranno sentito anche solo parlare di D&D e, anche se così non fosse, oggi come oggi è più facile che mai spiegare a qualcuno cos'è il gioco di ruolo. Includete nel vostro gruppo qualche neofita.
Conoscere i propri impegni

Non vuole essere qualcosa di impertinente. Non dovrebbe essere difficile mantenere attiva una sessione settimanale, ma viviamo in un'epoca di bieco capitalismo e questo implica che il tempo è una delle risorse più preziose a nostra disposizione. E questo implica che dovete cercare di trovare la giusta soluzione per le vostre esigenze. Non impegnatevi con l'idea di una sessione a settimana quando quasi sempre appena arriva il Lunedì vi trovate sommersi di impegni. Per molte persone, me incluso, è già difficile gestire una sessione mensile. Ma diciamo che volete migliorare questo ritmo, puntare ad una sessione settimanale? Allora dovete impegnarvici. Cosa che ci porta al prossimo punto.
Conoscere il proprio obiettivo

Una volta che avete trovato le persone giuste e messo da parte il tempo necessario, dovete darvi un obiettivo. Magari può essere qualcosa di nebuloso come "gestire una campagna che va da livello 1 al 20, una saga epica", ma può sembrare difficile da portare a termine. Datevi degli obiettivi più piccoli e a breve termine. Magari semplicemente trovarsi con gli amici e giocare ad un'avventura già fatta. Qualcosa da portare a termine con poco sforzo, ma che non sia al di fuori delle possibilità immediate. Perché una volta che lo avrete fatto, una volta che avrete portato a termine questo primo obiettivo, potrete darvene un altro.
"Okay, siamo arrivati a livello 5, potremmo continuare a giocare con questo nuovo scenario"
Risulta facile calibrare le vostre necessità ed obiettivi di gruppo una volta che avete giocato un po'. Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante mantenere una comunicazione chiara e diretta con gli altri partecipanti. Ed ecco un altro consiglio: se volete mantenere le energie necessarie per mantenere attiva la sessione settimanale per un po', dovete abbassare le pressioni.
Sotto Pressione

Si tratta di un confine sottile da non superare. Se la pressione di fare le cose perfette è eccessiva è probabile che abbandonerete il progetto al primo ostacolo, come scusa per non dovervi più impegnare tanto. Ed è così che l'Uomo Calendario vince. Quindi non fatevi troppa pressione da soli, nessuno è perfetto. Neanche voi lo sarete. Ci saranno momenti in cui non sarete in forma o sarete davvero troppo impegnati perché la vostra vita sarà un inferno. Accettate la cosa, fatela vostra. Non pensate che sia un fallimento, ma una parte di un piano in atto. Tornerete in carreggiata la settimana successiva. Le abitudini sono legate alla ripetizione delle attività.
Impegnatevi ad Esserci

Essenzialmente siate presenti per giocare il più possibile. Pare semplice a dirsi, ma se lo fosse davvero staremmo tutti giocando a campagne decennali e i personaggi di alto livello sarebbero decisamente più comuni. Semplicemente impegnatevi ad esserci ogni settimana (o altro intervallo che usate). Se non potete esserci non è un grosso problema, ma cercate di farcela. E se anche il gruppo non riesce a riunirsi cercate di pensare a cosa potete fare comunque.
Nel mio gruppo di gioco giochiamo la sessione anche se mancano uno o due personaggi. Non ha sempre molto senso, ma, se non sapete bene cosa fare quando manca qualche giocatore, siate flessibili. Magari potete giocare ad una one-shot, magari ambientata in qualche altra parte del mondo. Potete giocare con dei PG diversi o provare dei giochi diversi come Ironsworn o iHunt. Oppure guardarvi dei film con gli amici, un ottimo modo per ricordare a tutti che se vi state trovando assieme è perché vi piacete e state bene assieme.
Nel migliore dei casi inizierete a giocare ad una campagna degna di storie e canzoni. Nel peggiore dei casi starete almeno in compagnia di amici con cui vi divertite. In entrambi i casi cercate di lasciarvi più spazio per voi stessi quest'anno. Spendiamo già una così gran parte della nostra vita a fare le cose che dobbiamo che spero che questo articolo possa aiutarvi almeno un po' a fare le cose che volete fare.
Buone avventure e buona fortuna per il 2020.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-2020-is-the-year-we-defeat-the-scheduling-monster.html
Read more...

Sottoclassi, Parte 1

Articolo di Ben Petrisor, Dan Dillon, Bill Benham, Jeremy Crawford e F. Wesley Schneider - 14 Gennaio 2020
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
 
Gli Arcani Rivelati fanno un salto nel 2020 con quattro sottoclassi per voi da provare: Il Cammino della Bestia (Path of the Beast) per il Barbaro, la Via della Misericordia (Way of Mercy) per il Monaco, il Giuramento dei Guardiani (Oath of the Watchers) per il Paladino e il Genio Nobile (Noble Genie) per il Warlock.
E' disponibile anche un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, il quale presentava il Guerriero Psichico (Psychic Warrior) per il Guerriero, lo Spadaccino Spirituale (Soulknife) per il Ladro e la Tradizione del Potere Psionico (Tradition of Psionics) per il Mago, assieme a nuovi incantesimi e a nuovi talenti. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 1
Sondaggio: psionici per guerrieri, maghi e ladri
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses1
Read more...

5 Cose da fare in una taverna

Articolo di J.R.Zambrano del 02 Gennaio
Tirate abbastanza dadi nella vostra carriera e vi troverete sicuramente almeno una volta a fissare lo schermo di un DM intento a descrivere al meglio delle sue possibilità i differenti tipi di birra che potete trovare in locanda con il medesimo entusiasmo di George R.R. Martin quando realizza di avere una scusa per mettere in scena un banchetto.
Ma non tutti possono permettersi il lusso di venir uccisi pietosamente dai Frey per fuggire da una noiosa descrizione della sala di una locanda. Detto questo, eccovi un paio di cose da provare a fare la prossima volta mentre state attendendo che una figura incappucciata vi assegni una missione, in taberna quando sumus.
Bevete come se non ci fosse un domani

Come dice la canzone, bibit ista, bibit illa, cosa che potrebbe sembrare ovvia, ma, già che state aspettanndo che il master faccia avanzare la trama, potreste anche chiedere al DM di tirare sulla tabella delle bevute della Xanathar's Guide to Everything per vedere cosa accadrà. Potreste farvi un nuovo amico, trovare un nemico, trovarvi a dirigere il festival teatrale locale o persino sposati ad un/a nano/a sorprendentemente comprensivo/a.
Fare i tenebrosi in un angolo

Perché dovreste lasciare tutto il divertimento al ranger? Cercate un buon angolo della stanza, preferibilmente in ombra, sedetevi e scrutate attentamente il resto della stanza. Chiedete al vostro DM, tra una descrizione della schiuma della vostra birra e l'altra, se potete fare dei tiri di Furtività per essere nascosti quando le cose finiranno certamente male. Nel mentre, iniziate a pensare ad un nome con cui siete conosciuti dalla gente del luogo, dato che potrebbero non conoscere il vostro vero nome.
Giocate d'azzardo

La vostra fortuna potrà anche essere in continuo mutamento, come la luna, crescere un giorno e calare un altro, ma potete sempre tentare la sorte e sfidarla. Tirate dei dadi per una ragione che non sia un combattimento e iniziate a scommettere contro dei clienti meno fortunati di voi. Fate solo attenzione a chi raggirate o potrebbe scoppiare un combattimento molto prima di quanto possiate pensare.
Datevi al crimine

Ci sono un sacco di persone in una taverna, solitamente. Avranno certamente dell'oro, dell'argento, del platino o altri preziosi che non sono in grado di apprezzare e che starebbero meglio nelle vostre tasche. Quindi perché non aiutarli provando a borseggiarli finché il vostro DM non si renderà conto che state pensando di acquistare l'intera taverna?
Assumete degli avventurieri

L'avventura che vi è stata proposta dalla "misteriosa figura incappucciata" sembra richiedere un sacco di lavoro. E non andrà necessariamente a beneficio del vostro stile di vita devoto alle comodità domestiche e ai morbidi tessuti. Ma potreste semplicemente acquistare un cappuccio voi stessi e assumere degli avventurieri (pagandoli meno della vostra ricompensa, ovviamente) per uscire e ripulire il dungeon per voi. Perché dovreste sporcarvi le mani quando altri possono farlo per voi?
E queste sono solamente cinque delle cose che potreste fare quando le vostre giocate si bloccano in una taverna. Quali sono i vostri "momenti da taverna" preferiti nei giochi di ruolo? Raccontateceli nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-five-things-to-do-in-a-tavern.html
Read more...

Il 2020 è l'anno giusto per dei personaggi eccezionali

Articolo di J.R. Zambrano del 02 Gennaio 2020
Vi svelerò un segreto. Dei personaggi memorabili possono essere qualcosa di più per il vostro gioco che l'essere un combattimento complicato o una storia epica e tortuosa. Cosa includono i nostri film preferiti? Personaggi che amiamo e miliardi di dollari da spendere per effetti speciali - e sappiamo tutti quanto amiamo guardare la CGI danzare per il nostro intrattenimento, anche se a volte con una perdita di 70 milioni di dollari - ma dal momento che la maggior parte delle persone che gestisce una campagna di GDR non dispone di soldi da spendere per una grande sequenza di combattimenti CGI, o qualunque cosa stia succedendo qui:
... faremmo meglio a creare dei personaggi interessanti per migliorare le nostre partite. Non avrete incubi, ma avrete gli ingredienti necessari per raccontare delle storie che voi e i vostri amici ricorderete bene quando ripenserete ai vostri anni migliori.
Prima di tutto, da cosa è composto un buon personaggio? Questa è una di quelle cose complesse, che ha una definizione non univoca. Sono contrattualmente obbligato a dire che l'arte è soggettiva (non lo è) ma resta il fatto che personaggi diversi significano cose differenti per diverse persone. Vedetela come una vasta gamma di esperienze di vita che danno alla gente una lente molto diversa attraverso la quale osservare il mondo, se volete. Ma penso che possiamo essere tutti d'accordo sul fatto che quando pensiamo che un personaggio sia "buono", essi sono in genere tridimensionali, divertenti da osservare e non possiamo fare a meno di fare il tifo per loro.

Questo vale sia per i protagonisti che per gli antagonisti. Diamine, abbandonate la logica binaria di concepire le cose (dopo tutto è il 2020, nulla è più binario), anche un negoziante o un personaggio che comparirà una sola volta possono trasmettere emozioni forti a qualcuno se hanno un modo per creare una connessione emotiva. Ciò non vuol dire che ogni personaggio debba costituire un'approfondita dissertazione sull'esistenza umana, da un lato perché sarebbe noioso e dall'altro perché non è davvero quello il modo di attirare interesse.

Tutto ciò di cui avete veramente bisogno per iniziare è un sano mix di stramberie, difetti e contraddizioni, e soprattutto un forte desiderio. Più semplice è questo desiderio meglio è, ma ci arriveremo tra un minuto. Per ora parliamo di come iniziare a pensare ai personaggi. Quando si tratta di creare un personaggio, tutti avranno un metodo che per loro funziona meglio. Vi incoraggio a provare i vostri metodi, ma qui ci sono alcuni possibili punti di partenza.

Per prima cosa dovrete considerare lo scopo del personaggio che state creando. Questo vale sia in termini di meccaniche di gioco che di sviluppo della personalità: creare un eroe per la storia, come uno dei personaggi del giocatore, è un processo molto diverso rispetto alla generazione di un PNG divertente che appare brevemente per fornire delle informazioni di retroscena o per dare consigli utili in una scena. Sapere cosa volete creare è un ottimo primo passo.
Cominciamo con i personaggi dei giocatori. Questo aspetto è un po' più complesso, perché potete presentarvi al tavolo con un'idea, ma fino a quando non inizierete davvero a giocare, non saprete mai quanto bene funzionerà. Anche se avete pianificato tutte le tue statistiche e avete scritto un vasto background, i vostri personaggi non esistono davvero fino a quando non entrano in contatto con altri personaggi. Le idee che avete nel momento in cui vi sedete a giocare si realizzano solamente quando l'avventura si concentra su di esse.
Potreste pensare di sedervi per interpretare un guerriero severo e taciturno che brandisce una grande spada a due mani e che non fa mai un sorriso, ma poi Kevin, ed è sempre Kevin, decide di giocare qualcosa che vi fa sbellicare. A questo punto avrete un paio di scelte, potete combattere contro la dinamica naturale che sta accadendo, che non è molto produttivo e che spesso porterà a spendere del tempo a discutere su ciò che accadrà per via di “ciò che il mio personaggio farebbe”, oppure potete lasciarvi divertire e giustificare il perché tramite il vostro personaggio. Lasciate che le vostre reazioni naturali siano uno strumento per scoprire qualcosa di nuovo sul vostro personaggio.

Penso che i momenti in cui apprezziamo di più i GdR siano quelli in cui siamo sorpresi. Questo è quello che stiamo cercando, anche se magari non ce ne rendiamo conto. Vogliamo quei momenti in cui la storia coglie tutti di sorpresa: i piani del malvagio vengono inaspettatamente interrotti a causa di un lancio di dadi fortunato, o un personaggio che pensavate sarebbe sicuramente morto in qualche modo sopravvive. A volte questi momenti sono una sorpresa per mezzo del sistema di gioco, ma questi momenti sorprendenti possono verificarsi altrettanto facilmente per via delle azioni e scelte del personaggio. Pensavate che il ladro potesse tradire tutti, ma è tornato indietro all’ultimo minuto per aiutarvi, o forse il cattivo è affascinato dalle bizzarrie degli eroi al punto da aiutarli contro qualche minaccia più grande.
Qualunque sia la loro origine, questi momenti incredibili, che sembrano quasi catturare una tempesta in una bottiglia proprio al vostro tavolo da gioco, non possono accadere quando vi state aggrappando troppo saldamente a un'idea preconcetta di quello che dovrebbe accadere. Ci sono molti articoli e teorie di design che parlano della libertà di azione dei giocatori, ma in realtà la vostra capacità di prendere le vostre decisioni e lasciare che esse facciano una differenza nel mondo non avrebbe senso se non vi lasciaste trascinare dentro quel mondo. Lo state già facendo in una certa misura.

Il vostro primo istinto può spesso condurvi in luoghi inaspettati o portarvi a intraprendere decisioni che non avreste mai pensato che il vostro personaggio avrebbe preso. E quando ciò avviene allora quei personaggi diventano molto più reali. E questo potrebbe sembrare un po' roba da teatro spiccio ma è al centro della creazione di qualsiasi buon personaggio. Gli autori parlano di come le loro storie abbiano una vita propria, chiunque abbia mai scritto fanfiction si impegna a lasciare agire un personaggio al di fuori del previsto, anche i pittori possono trovare nuovi dettagli interessanti derivanti da una pennellata inaspettata.
Quindi, ora che abbiamo parlato del fatto di lasciarvi sorprendere, parliamo di come prepararvi per sfruttare al meglio quei momenti in cui questo si verifica.
Avere un forte desiderio è centrale per ogni buon personaggio. Ma cosa rende forte un desiderio? Per me, è qualcosa che spinge un personaggio a perseguirlo e a prendere decisioni inaspettate. Può essere qualcosa di vago come "Voglio essere rispettato" o "Voglio l’avventura", e non vi dovete preoccupare se avete un generico obiettivo generale. Perché la cosa migliore del fare tutto questo è che mentre andiamo avanti possiamo sempre approfondire il generico per trovare sempre più elementi chiave. Quindi il vostro personaggio potrebbe voler essere il miglior spadaccino nell'area delle tre contee, ma ci sono molti modi per proseguire da questo punto di partenza. Potete chiedervi "perché voglio essere il migliore?" e "come perseguirò il mio obiettivo?". Anche qualcosa di semplice come "mi piacerebbe avere una bella scopa magica nuova per la grande partita di quidditch" può essere un obiettivo di enorme portata se riuscite a descrivere quanto significhi questo per il personaggio. Qualsiasi desiderio può essere forte se riuscirete esprimerlo abbastanza chiaramente.

Mentre si svolge una sessione, cercate dei modi per parlare della cosa che desiderate. Non tenetela segreta, non serve a nulla nascondere la motivazione del vostro personaggio al gruppo o al DM. Potrebbe essere necessario trovare un momento tranquillo per rivolgersi a un'altra delle persone al tavolo e dirlo tramite un dialogo con la voce del vostro personaggio, ma potete anche usare la narrazione in terza persona per dire qualcosa del tipo: “Beh, Holmsbrin vuole essere veramente rispettato, e questo nobile sembra che possa premiarci con dei titoli o qualcosa del genere, quindi sì, lui è interessato.”
Da questa base, tutto ciò di cui avete bisogno sono alcune stranezze caratterizzanti, difetti e contraddizioni per aggiungere un po' di colore al vostro personaggio. Queste sono le parti divertenti che ci aiutano a interpretare il nostro personaggio, che si tratti di un modo di fare o di un modo di parlare, o forse un particolare tipo di spada che fa venire loro l’acquolina in bocca, o ancora una palese bugia sulla quale cascano sempre, sono abbellimenti che aiutano a definire il vostro personaggio. Ecco dove potete essere specifici! Forse il vostro personaggio ama il modo in cui viene visto quando indossa un’armatura oppure odia il gusto delle razioni da viaggio anche se non riesce a smettere di mangiarle.
Entreremo nei dettagli di tutti questi aspetti nelle prossime settimane, ma per adesso, si spera, questa dovrebbe essere una panoramica sufficiente per aiutarvi a iniziare a creare i PG e i PNG di questo decennio con grande slancio.
Buone Avventure!
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/rpg-its-2020-now-lets-make-awesome-characters.html
Read more...

La Asmodee non tradurrà in italiano l'Essentials Kit

La Asmodee Italia, come oramai saprete, ha da qualche anno ricevuto dalla WotC l'incarico di tradurre in italiano i manuali della 5a Edizione di D&D. I diritti di localizzazione e di distribuzione al di fuori degli USA, tuttavia, la WotC ha deciso di assegnarli alla Gale Force 9, un'azienda americana che da anni collabora con la WotC per la produzione di miniature, accessori di gioco e board game collegati a D&D 5e. Questo significa che è la Gale Force 9, in quanto titolare dei diritti, ad avere il potere di decidere quali manuali possono o non possono essere tradotti, in pieno coordinamento con la WotC stessa. Le aziende come la Asmodee Italia, invece, possono solo adeguarsi alle direttive ricevute dagli USA.
E, in base a quanto rivelato dall'account ufficiale di Facebook della Asmodee dedicato alla versione italiana di D&D 5e all'interno dei commenti a un loro post (si tratta di un post del 13 Gennaio, dedicato all'intenzione della Asmodee di fornire ai giocatori inesperti alcuni strumenti per imparare a giocare/masterizzare una campagna di D&D), la WotC avrebbe deciso di pubblicare l'Essentials Kit solo in inglese. Rispondendo, infatti, a una domanda in merito alla traduzione dell'Essentials Kit, lo staff della Asmodee Italia ha dichiarato:
Dungeons & dragons 5a Edizione Asmodee Italia: Hanno deciso (la WotC, Ndr) che l'Essential kit sarà SOLO in inglese, a noi sarebbe piaciuto molto farlo.
Ovviamente è sempre possibile che in futuro la WotC decida di cambiare idea, ma al momento sembrerebbe che questo ulteriore Starter Set per D&D 5e non sarà tradotto. Se la situazione dovesse cambiare, vi aggiorneremo immediatamente.
Per coloro che non fossero a conoscenza del contenuto dell'Essentials Kit, ve ne abbiamo parlato approfonditamente nei seguenti due articoli:
❚ Annuncio del D&D Essentials Kit e dello Starter Set su Rick & Morty
❚ Recensione del D&D Essentials Kit
Read more...
AndreaP

[TdG] War of the Lance (chapter II) - Dragons of Flame

Recommended Posts

Flint

 Il colloquio con il vecchio bardo non sembrava andare piu' in là di un 'vado-in-giro,vedo-cose,faccio-pensieri,ascolto-e-osservo', più degno di un druido mezzelfo che di un umano bardo reso apparentemente saggio dall'età. Perciò accolse quasi con sollievo la chiamata da parte degli elfi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Goldmoon, chierica

L'oramai ex barbara e attuale sacerdotessa di Miskahal socchiuse leggermente gli occhi.

"Come dici, mio amato."

Furono le parole rivolte a Riverwind. Poi disse all'uomo che aveva deciso di intraprendere il cammino che forse lo avrebbe portato alla consacrazione.

"Temo che le nostre letture insieme dovranno attendere. Vi lascio però in ottima compagnia, cominciate pure senza di me. Al mio ritorno discuteremo di quanto letto, e fugheremo insieme i dubbi."

Detto ciò, si apprestò a raggiungere gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flint

Appena si rese conto che Goldmoon stava lasciando in altre mani i dischi della Dea, forse in un rigurgito di ottimismo e fiducia nel prossimo, Flint torno' indietro a 'fare compagnia' al lettore, ed a liberare da quell'incarico Riverwind. 
"Andate pure, ci penso io qui. Poi mi riferirete, tanto l'elfico non lo capisco."

Spoiler

NB: se gli elfi insistono a volere anche lui, Flint chiede al 'lettore' di entrare momentaneamente a far parte del gruppo e continuare a leggere a portata di vista, in sede di consiglio.

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Mattina [Sereno]

"Ti ringrazio" disse il cercatore sedendosi ai piedi dell'albero e iniziando a guardare i Dischi "a proposito io mi chiamo Elistan da Haven"

Lasciato con il cercatore Flint, che si era offerto di restare al posto di Riverwind senza che nessuno degli elfi si lamentasse di ciò, i compagni si mossero per l'incontro con lo Speaker of the Sun

"E' stato Porthios con i suoi uomini a salvarli" disse sottovoce Laurana a Tass mentre camminavano velocemente verso la piazza principale di Qualinost all'ombra della Torre del Sole.

@Chi va al Consiglio.

Spoiler

 

L'intera popolazione di Qualinesti sembrava essersi lì raccolta. I guerrieri erano nel centro, intorno allo Speaker e molti dei suoi ufficiali; gli altri uomini, donne,
e i bambini seppur più distanti osservavano con attenzione.

Un percorso si aprì attraverso la folla permettendo al gruppo di raggiungere il centro della piazza dove lo Speaker of the Sun li accolse con uno sguardo cupo.

Alcune voci si sollevarono fra i presenti subito zittite

@chi capisce l'elfico

Spoiler

 

"Ma come sono vestiti... Presentarsi con le armi al concilio... E le armature..." le voci erano chiaramente di rimprovero


 


"Perdonate la nostra aria cupa", disse Solostran "Questi sono tempi difficili, e noi stiamo per affrontare una strada lunga e solitaria. Questa è la nostra situazione"
Ed indicò un mosaico che ricopriva il terreno. I colori e le forme sembrano rappresentare una mappa. Appena il cerchio degli elfi si scostò fu chiaro che era la mappa di Qualinesti  e delle sue frontiere. "E' chiaro da quello che vi avete raccontato e dalle voci che i prigionieri hanno portato che il Signore dei Draghi vuole veder sparire la razza degli elfi da Ansalon."
"Qui e qui" riprese toccando con la punta del suo bastone le comunità di Solace più a nord "le nostre vedette ci comunicano che ci sono i due enormi eserciti che il Signore dei Draghi Verminaard ha raccolto. Anche ora si preparano a invadere l'antica dimora elfica di Qualinesti. Ora forse potremmo provare a fermarli ma abbiamo saputo di un terzo esercito pronto a marciare" ora il bastone del Portavoce indicò a sud il passo di Pax Tharkas che separava Qualinesti dalle pianure desolate, dove sorge la grande fortezza difensiva. "Ci hanno circondati e noi siamo in inferiorità numerica e senza alleati." Solostran abbassò lo sguardo come se si vergognasse di ammettere la verità "Non possiamo sconfiggere una tale forza. L'unica possibilità sarebbe di fuggire da Qualinesti verso ovest nelle regioni sconosciute che vi sono lì"
Lo Speaker fece una pausa per lasciare che le sue parole penetrassero nella mente di tutti i presenti. Gli elfi di Qualinesti - un popolo che era rimasto in quelle terre dall'età dei Sogni - erano costretti al lasciare la loro casa ancestrale.

"Ora devo chiedere il vostro aiuto" riprese Solostran "abbiamo saputo che qui, nelle profondità di Pax Tharkas, sono stati portati gli uomini di Solace, di Haven e di altre terre del nord. Come se fossero schiavi nelle miniere, estraggono il ferro per le forge dei malvagi Signori dei Draghi. E sapete perché lo fanno? perché proprio lì" e il bastone colpì Pax Tharkas con violenza "sono state portate le loro donne e i loro bambini come ostaggi, per impedire gli uomini mostrino la rabbia e l'odio che devono sentire contro i loro scellerati signori." 

"Alcuni giorni fa ho mandato una squadra: doveva entrare in Pax Tharkas attraverso un percorso nascosto, solo noto solo agli elfi: lo Sla-Mori. Avrebbero dovuto liberare gli ostaggi e condurre gli schiavi in una rivolta, in fuga a sud costringendo la Dragonarmy all'inseguimento." 
"Gli umani potevano raggiungere la sicurezza ed eludere le drago armies, la via per le montagne contiene molte valli isolate dove potevano nascondersi. E più a sud avrebbero potuto trovare terre libere dove trovare sicurezza."

"Hanno fallito, ma Gilthanas crede che un secondo tentativo possa avere successo."

"Vi chiediamo di accettare questo compito difficile. Gilthanas si è offerto di accompagnarvi e mostrarvi la vie dello Sla-Mori, fino alla stanza della Grande Catena, la via più veloce per entrare nella fortezza stessa. Se accettate questa opportunità, non solo offrirete la libertà a tutti  quelli intrappolati tra le mura della fortezza, ma dare te alla nostra gente una possibilità di fuggire da Qualinesti vivi. Infatti l'esercito a Pax Tharkas, che anche adesso si prepara a schiacciarci, ci penserà due volte se gli schiavi si ribellano e fuggono. Verminaard non rischierà mai con un potenziale nemico alle spalle."

"Questa distrazione darà tempo ai nostri marinai di costruire una flotta in grado di evacuare la nostra gente."
    
"Questa è un possibilità nelle vostre mani che nessuno dei nostri ha avuto quando voi avete causato il Cataclisma e l'allontanamento degli Dei. Questa è un'opportunità per causare alle Dragonarmies la loro prima sconfitta significativa, per guadagna l'amicizia degli elfi e salvare innumerevoli vite, sia elfiche che umane. "

 

@all

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raistlin

Al Concilio
 

Spoiler

 

Le parole del Portavoce del Sole fecero affiorare un leggero sorriso sulla linea sottile che erano le labbra diafane del mago

Strano.. Non pare minimamente interessato al bastone della barbara e a lei in particolare..

Stringedosi nelle spalle, il mago si limitò a rimanere in silenzio, aspettando che Tanis prendesse una decisione

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanis

Alla fine furono convocati. La notizia del ritorno degli dei sarebbe corsa veloce sulle ali delle parole. Raistlin aveva ragione ad ammonire tutti quanti predicando discrezione attorno al dono di Goldmoon, ma i suoi occhi erano anche ciechi a ciò che di positivo esso portava con sé: speranza. Il giovane mago aveva un potenziale immenso, ma era come una delicata fiala di sostanza pericolosa e tutta quella sicurezza di sé lo rendeva impermeabile alla lingua del mondo. Conosco gli elfi, Raistlin, sono in parte un elfo anche io. So cosa aspettarmi da loro, nel bene e nel male.
Quindi si rivolse alla barbara Se vuoi condividere la rivelazione dei dischi non ho nulla in contrario, Goldmoon. Ma essi credo debbano restare sempre con te. Ora andiamo.
Guardò Laurana. Il tono duro della voce di lei lo aveva allarmato, ma forse si trattava soltanto dell'ufficialità dell'occasione. Non restava che presentarsi dinanzi al Portavoce.

Al consiglio

Spoiler

Il mezz'elfo scrutò pensieroso la mappa, la mano destra che accarezzava la barba sotto il mento. Tenne gli occhi sul pavimento per tutto il tempo in cui il Portavoce parlò. Seguì il silenzio, carico di aspettativa e dubbio. Poi Tanis parlò.
Prima Qualinost ha aperto le sue porte a me e alla mia compagnia. Poi le ha aperte ai fuggitivi di Solace, i quali saranno sempre in debito con Porthios, i suoi uomini e l'ospitalità del popolo degli elfi. Non fosse altro che per questo debito, io e i miei compagni già siamo pronti a prestarci alla causa degli elfi e delle elfe di Qualinesti.
Si concesse una pausa, un sospiro.
In più, ci offrite informazioni preziose, una guida e una strada, e la possibilità di strappare il gioco dei draghi dal collo di uomini, donne e bambini. Un appello a cui nessuno della mia compagnia si sognerebbe di sottrarsi. Non fosse altro che per questo obbiettivo, io e i miei compagni partiremo alla volta di Pax Tharkas.
La decisione non poteva essere diversa, Tanis era certo di parlare per tutti coloro che avevano condiviso con lui la strada.
Eppure... si voltò verso il Portavoce c'è un punto di questo piano che vorrei capire. Che futuro ci attende? Lasciò spaziare la mano sul pavimento decorato.
Gli elfi abbandonano Qualinesti... Gli umani liberati distraggono l'armata e, se sopravvivono...
calcò l'accento sul se ... fuggono a sud. Ci attende un futuro da esiliati, perennemente in fuga? Io non credo che questo sia ciò che i nostri popoli desiderano e meritano.
Dividerci rinforza il nemico. Oggi dobbiamo compiere scelte drastiche, comprendo il desiderio di mettere al sicuro le nostre genti, di evitare loro il collare dello schiavo e la morte.
Perciò, dopo aver accettato io chiedo che, ad eccezione di una scorta che garantisca la sicurezza del viaggio di donne, anziani e bambini, l'esercito elfico di Qualinost si unisca ai ribelli che andremo a liberare.
Gli dei ci hanno annunciato il loro sostegno
indicò Goldmoon non possiamo sottrarci alla loro offerta.
Il nemico è ancora diviso, vulnerabile. Se il gruppo di stanza a Pax Tharkas si fermerebbe di fronte agli schiavi liberati, quella è la nostra occasione per colpire. Colpire tagliando la testa del mostro che guida l'armata.

 

Edited by Dmitrij
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flint

Spoiler

Assistere alle letture di un chierico in cerca di Fede non era esattamente il tipo di impresa epoca che Flint si sarebbe immaginato come una mossa strategica vincente contro l'esercito dei draghi. Eppure, era quella l'azione vincente... seminare il germe che avrebbe riportato gli Dei nel cuore degli uomini, così che fossero al loro fianco nella battaglia decisiva. Raccogliere alleati è tanto importante quanto incrociare le asce col nemico. 

Almeno, era sufficiente assistere e non c'era bisogno che facesse il diplomatico.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/7/2019 alle 20:57, Dmitrij ha scritto:

Quindi si rivolse alla barbara Se vuoi condividere la rivelazione dei dischi non ho nulla in contrario, Goldmoon. Ma essi credo debbano restare sempre con te. Ora andiamo

Flashback

Mi fido di Riverwind più di chiunque altro, e gli affiderei la mia stessa vita. Inoltre, c'è Flint con lui! Cosa potrebbe andare storto?

Presente

La donna assistette silenziosa al Consiglio. Non una parola sui dischi o sulla ricomparsa dei veri dei.

O gli elfi non erano interessati, o molto più probabilmente, stavano decidendo come porsi di fronte a quella scoperta.

Stavano parlando di un'operazione importante per dare un colpo alla dragon army, ma cosa più importante, liberare persone tenute in schiavitù. 

Ovviamente avrebbe accettato senza remore, è quello che avrebbe voluto Mishakal, ma attese che fosse Tanis a pronunciarsi.

Il mezzelfo non tradì la sua fiducia con parole sagge e giuste.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tass

Il kender si lasciò scappare un "e vai!"  di piacere alle parole di Tanis.

Era stata sua intenzione dire subito : ma sì, certo che andiamo.  Ma memore dei rimbrotti e dei soventi scappellotti di Flint per le sue " parole avventate" si era trattenuto al punto da serrare le labbra così forte che ora gli facevano male .

A già giusto, il futuro . In effetti credo che una volta lanciato il sasso sarebbe un po' stupido scappare senza finire il proprio nemico. Non si sa' mai cosa potrebbe inventare pur di vendicarsi. 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Mattina [Sereno]

@Consiglio

Spoiler

 

Solostran guardò Tanis "Le tue parole sono sagge Tanthalas, ma nascondono due insidie" riprese con tono calmo "I veri Dei sono tornati, la sacerdotessa ne è una vera prova, ma per quanto? Già una volta gli uomini con la loro tracotanza li hanno allontanati: e questa volta che accadrà? Sono tornati solo perché una donna pia ha avuto il coraggio di riconquistarli o sono tornati per tutte le razze?"

Fece una pausa "E poi c'è il problema delle forze in campo... A nord sappiamo che ci sono segni di battaglie. Non sappiamo se questi eserciti agli ordini di Verminaard siano gli unici. E poi ci sono i draghi. Come possiamo sconfiggerli?"
"Noi dobbiamo pensare ai nostri popoli. Ci vuole tempo: per capire quale sia la strategia migliore. E nel frattempo è opportuno rimanere al sicuro. Sei io dividessi l'esercito mi esporrei alla fine. E' vero che la sua vendetta è una possibilità, ma non una certezza. Vi chiedo un diversivo, per la salvezza di tutti. Avete la mia parola che farò di tutto per preservare i rifugiati che si trovano qui e possibilmente ricongiungerli a voi. E a pegno della mia buona fede con voi verrà mio figlio"

 

 

Edited by AndreaP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanis

Al consiglio

Spoiler

Annuì al Portavoce. Anche nelle sue obiezioni vi era saggezza e Tanis riconobbe in quelle parole l'abitudine a ragionare nella vastità dei secoli, piuttosto che con la scintilla fugace degli anni. Un lusso, ma talvolta era una maledizione, che gli uomini non potevano permettersi.
Sì, le insidie sono molte. Alcune le ho raccontate io, altre le hai indicate tu. Non ho tutte le risposte alle tue domande, così come tu non ne hai a tutte le mie. L'incertezza è un destino che ci accomuna tutti, uomini ed elfi. Sappiamo però che gli eserciti si possono battere e i draghi si possono uccidere, come dimostra il sangue nero che ha bagnato le nostre lame a Xak Tsaroth. Questo mi basta per non rinunciare e coltivare la speranza.
Alzò un poco la voce, perché tutti sentissero Io appartengo agli uomini come agli elfi, perciò io scelgo di parlare di un popolo solo. Ci sono differenze innegabili, ma abbiamo anche molto che ci accomuna, non fosse altro che il medesimo nemico, e il medesimo destino se questo dovesse sconfiggerci. Abbiamo doveri verso questo popolo e queste terre: dobbiamo proteggerne la bellezza, la bontà, ciò che lasceremo ai nostri figli e ai figli dei nostri figli. Dovete fiducia al Portavoce, che con sapienza vi ha guidati negli anni, ma se qualche cuore desidera restare e combattere, è benvenuto tra noi.
Quindi guardò di nuovo l'elfo
Quanto agli dei, chi può dire se e quanto resteranno? La tracotanza di molti li ha allontanati, un'umana li ha convinti a tornare. Ci mettono alla prova, e penso che sarà la nostra risposta al loro richiamo a farli restare o fuggire.

 

Edited by Dmitrij
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Mattina [Sereno]

@Consiglio

Spoiler

 

Solostran ascoltò con attenzione le parole di Tanis, annuendo alla fine

"Gli anni ti hanno cambiato Tanthalas. Dovevo intuirlo dal fatto che ora ti accompagni anche con dagli uomini delle pianure. Comunque hai ragione: non possiamo sapere la volontà degli Dei ed è un fatto che abbiamo scelto una Donna delle Pianure per tornare: tu hai fiducia che non saranno allontanati di nuovo, io solo ci spero."

"In ogni caso è vero che la prova che dobbiamo affrontare ci accomuna e non siamo destinati alla sconfitta. Hai la mia parola che, se riusciremo nell'impresa di dividere il nemico attraverso il vostro intervento, valuteremo allora quale sarà la scelta giusta per proseguire. Non è detto che sia la fuga, ma ora non possiamo saperlo."

"Accettate quindi la missione che vi offriamo?"

 

@all

Spoiler

Noto ora che, per fatalità, il nome del giorno è Council Day. 🙂

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanis

Al consiglio

Spoiler

Il mezz'elfo guardò per un brevissimo istante Laurana, ben sapendo quel che ciò che stava per dire avrebbe comportato.
Quindi regalò nuovamente la sua attenzione al portavoce, accennò un inchino in segno di rispetto e rispose Partiremo immediatamente.
Mosse qualche passo all'indietro, quindi si voltò per riunirsi al gruppo dei suoi compagni. C'erano molti preparativi da fare e molto poco tempo a disposizione.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Mattina [Sereno]

@Consiglio

Spoiler

 

"Non avevo dubbi" disse Solostran "ne sono davvero felice. Sarà una vittoria di tutti, uomini e elfi". Anche dagli altri elfi presenti si sollevarono commenti di assenso.

Fu Gilthanas a quel punto ad intervenire "Sarà comunque opportuno partire domani mattina all'alba. Per raggiungere lo Sla-Mori sarà necessario un intero giorno di cammino, e ora la mattinata è già avanzata. Oggi potrete far sistemare le armature e affilare le armi dai nostri artigiani."

"Sono d'accordo" riprese il Portavoce "figlia mia, pensaci tu ad organizzare tutto" aggiunse rivolto a Luarana

"Certo padre" disse la giovane elfa "seguitemi torniamo ai vostri prati" concluse dirigendosi verso il cerchio di folla che si apriva per permettere ai compagni di parlare

Intorno alcuni elfi avevano, con le voci melodiose che li contraddistinguevano, insita ad intonare un antico canto, risalente a migliaia di anni prima

The sun, the splendid eye of all our heavens, dives from the day And leaves the dozing sun dappled with fireflies, deep’ning in gray. Now sleep, our oldest friend, lies on the deepwood trees and calls us in. The leaves are fiery cold; they blaze into ash at end of year. The birds caress the wind; they wheel to the north when autumn ends. The day grows dark with sunset’s pyre; so we await the sun’s green fire upon the trees. The wind blows through the days, by season, by moon; great kingdoms rise. The breath of fire flies; the trees of mankind fade in a word. Now sleep, our oldest friend, lies on the deepwood trees and calls us in. The age! The thousand lives of men and their tales go to their graves; But we, the people long in poem and story, fade from the song.

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sturm

Concilio

Spoiler

Sturm apprezzó grandemente le parole di Tanis e la decisione del Consiglio degli Qualinesti: chinò il capo, in segno di rispetto, e si allontanò insieme ai compagni. 

Ripensando alle parole del Portavoce, riflettè che avrebbe fatto bene a consegnare la sua corazza agli artigiani elfici, perché fosse ribattuta. Ma non si sarebbe privato della Brightblade.

Ma, prima, ad informare Flint e Riverwind.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Council Day 27 Harvest Home 351 A.C. - Mattina [Sereno]

Lasciato il Consiglio i compagni raggiunsero Flint e Riverwind che si erano fermati negli spiazzi insieme ad Elistan, il cercatore che avidamente stava leggendo i dischi della Dea Mishakal

"Approfittatene per riposarvi e farci sistemare le vostre cose" disse Laurana "il viaggio sarà lungo e dovrete essere in forma"

Subito altri elfi vennero a portare cibo e a ritirare, per chi lo volesse, armi ed armature da sistemare.

"Penso che nel pomeriggio verrà Gilthanas ad illustrarvi cosa vi aspetta. Qualunque cosa abbiate bisogno, chiedetela"

Detto questo si allontanò

@all

Spoiler

Vi lascio un momento per allinearvi con chi non era presente al consiglio. Poi, salvo vogliate fare qualcosa, farei passare il tempo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flint

Non fosse stato così paziente, il nano sarebbe morto di ansia o di inedia. Sorvegliare uno che legge avidamente, nonostante quest'ultimo fosse l'atto più rivoluzionario che si potesse compiere contro i draghi, non era esattamente qualcosa di cui un guerriero, o un fabbro, si sarebbe potuto vantare.

Attese il resoconto dei compagni, e all'elfa che offriva loro assistenza chiese solo una cote per affilare personalmente la propria ascia... “e un'arma da tiro, che so, qualche accetta. I draghi hanno lo stupido vizio di volare via quando uno appiedato li infastidisce.”

Edited by PietroD
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sturm

Sturm lasciò che Tanis aggiornasse i compagni, approfittando invece della gentilezza di Laurana per chiederle a chi consegnare il pettorale, in modo da fare riprendere le ammaccature, passare del grasso sulle correggie e dare una generale ripulita alla armatura. 

Per quanto riguardava la spada di famiglia, aveva solo necessità di una pulita leggera ed una lucidata: gli antichi incantamenti ne avevano preservato perfettamente il filo, anche e nonostante il fortunato colpo mortale al drago. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riverwind (umano barbaro/ranger)

Il barbaro tenne d'occhio i Dischi assieme a Flint, il tempo passò lentamente giacché nemmeno aveva nulla da condividere con Flint. Erano due tipi taciturni e poco propensi a socializzare per quanto comunque provassero stima reciproca dopo tutto quello che avevano vissuto assieme.

Infine gli altri tornarono e Riverwind si alzò sollevato vedendo che stavano bene, anche se le loro facce si erano fatte più serie, così chiese a Goldmoon: "Allora? Come è andata?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanis

Il mezz'elfo strinse il braccio a Flint e Riverwind Andiamo a liberare altri prigionieri e spiegò loro nel dettaglio cosa era stato deciso durante il consiglio.
Il resto della giornata sarebbe trascorso lavorando ai preparativi. Soprattutto, Tanis voleva parlare con Riverwind e Gilthanas, i loro battitori, del percorso da seguire e dei rischi che avrebbero incontrato durante il viaggio e, soprattutto, una volta arrivati a destinazione. Ci serve ogni briciola di informazione possibile.

DM

Spoiler

Non so se sia possibile, ma vorrei trovare un arco composito magico per Tanis

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.