Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By ilmena

Radunatevi Roleplay Heroes!

Un imperdibile evento ludico si profila all'orizzonte! Nel 2020 sarà organizzata la più grande sessione di D&D mai vista! L'obiettivo sarà quello di stabilire per la prima volta un record ufficiale nel Guinness dei Primati: 500 persone giocheranno insieme ad un'avventura di Dungeons&Dragons!
Partner ufficiale del progetto saranno la stessa Wizard of the Coast e Play Festival del Gioco, l'evento più importante in Italia dedicato al gioco in ogni sua forma. Per celebrare questo grandioso evento da record la WotC metterà a disposizione un'avventura in anteprima nazionale di cui purtroppo non possiamo svelare ancora i dettagli.
Target del record saranno tutte le associazioni ludiche, i gruppi di gioco informali, le case editrici che forniranno il loro supporto, le fiere e gli eventi di gioco che si terranno in Italia da qui al prossimo anno e, ovviamente, tutti coloro che amano il gioco di ruolo. Un trattamento speciale sarà riservato a chi si proporrà come Dungeon Master. Un tour di tappe di gioco sarà organizzato per promuovere il record attraverso iniziative su tutto il territorio nazionale, dando la possibilità di giocare la prima parte dell'avventura. L'organizzazione delle tappe partirà dagli stessi territori e realtà che aderiranno al progetto.
Si partirà il 13 luglio, con l'evento di Weekend Ludico (5° edizione) che vedrà partecipare da diverse regioni d'Italia tantissimi appassionati. La Kermesse dedicata al mondo dell'intrattenimento ludico sarà l'inizio di un vero e proprio tour che da settembre 2019 promuoverà la più grande giocata di ruolo al mondo!
Roleplay Heroes: mettersi in gioco non mai stato così divertente!

Per maggiori informazioni o per proposte di collaborazione, commentate pure questo topic, rivolgetevi all'utente @Weekend Ludico o visitate le pagine seguenti:
Pagina FB di Roleplay Heroes
Pagina FB di Weekend Ludico 5° Edizione 
Website Weekend Ludico
Read more...

Agganci per le Avventure - Oni Assassino

Articolo di J.R Zambrano del 15 Giugno 2019
In questo articolo parleremo di un assassino instancabile, di una foresta maledetta e di uno scontro finale tra le ombre.
Le avventure possono assumere varie forme. A volte andate alla ricerca di un'avventura, mentre a volte sono le avventure che vengono a cercarvi. Questa settimana vi proponiamo un'aggancio di avventura che vede i PG braccati da un Oni assassino. Lasciamo a voi DM decidere quale ne sia la ragione, che si tratti di qualcuno che lo ha pagato per uccidervi o di una sorta di gioco alla Predator spetta a voi scegliere. Ma eccovi alcuni consigli per far percepire ai giocatori che i cacciatori....sono diventati prede.
Questa avventura è pensata per giocatori di livello 7-10. Potete trovare di seguito delle linee guida.
Questa settimana l'avventura viene a bussare alla porta dei PG, quando si palesa un Oni assassino. I PG sono braccati da questo Oni, che assume la forma di varie umanoidi generici nel tentativo di coglierli di sorpresa. Si tratta di un letale gioco da gatto col topo, un gioco che l'Oni proverà a portare agli estremi spingendo i suoi avversari in una foresta maledetta, dove spera saranno delle prede più facili....

La chiave di questo aggancio di avventura è di usare al meglio le capacità di metamorfosi dell'Oni. Esso potrebbe apparire come un qualsiasi generico PNG dopo il primo attacco. Il trucco è di non rimanere mai ingaggiati troppo a lungo prima di ritirarsi. La rigenerazione dell'Oni gli fornisce un grosso vantaggio in una guerra d'attrito, e questa è un'occasione rara in cui poter far percepire la cosa ai giocatori. Questo Oni è un cacciatore paziente, che gioca sul lungo termine. Segue i PG, cercando di spingerli a lasciare la città per mettersi in salvo; se i PG dovessero dimostrarsi restii ad andarsene si avvicina loro sotto mentite spoglie, per convincerli a preparare una trappola al "demone" che li segue.
Se riesce a far lasciare loro la città li fa dirigere verso una foresta maledetta nelle vicinanze, dove spera che le creature malevole che la infestano riescano ad indebolire a sufficienza i PG da permettere a lui e ad un suo alleato di poter finalmente portare a termine la missione.
Ma se i PG sono astuti potrebbero usare la trappola dell'assassino contro quest'ultimo...
Leggete per avere più dettagli o saltate direttamente alla fine per avere tutte le statistiche necessarie.
Cacciatori ed Assassini
Gli avventurieri sono arrivati nella cittadina di Approdo di Markath, un prosperosa località lacustre. I PG stanno esplorando la taverna e vengono avvicinati da uno straniero misterioso che vuole parlare loro di un'impresa di vitale importanza. Il destino del mondo intero potrebbe essere in gioco. Sussurrando queste criptiche parole lo straniero si dirige verso una camera privata dove potrà parlare a quattr'occhi con i PG di questa ardua impresa.

Naturalmente si tratta di una trappola. La figura misteriosa è in realtà Daon il Cacciatore Paziente, un Oni assassino specializzato nell'eliminare eroi. Sta seguendo i PG da parecchio tempo ormai, osservandoli sotto mentite spoglie in attesa del momento giusto per il primo attacco. Ha deciso di puntare ad una situazione con cui molti avventurieri sono familiari e di attirarli con promesse di ricchezze e pericoli. Quando entrano nella stanza la avvolge in un'oscurità magica e usa i suoi incantesimi per cercare di eliminare uno dei PG il più rapidamente possibile, iniziando con un cono di freddo per poi proseguire infliggendo l'attacco più brutale possibile contro il PG apparentemente messo peggio.
Tuttavia sa anche bene che alcuni bersagli sono più ostici di altri e, se l'elemento della sorpresa e l'iniziale incantesimo ad area non sembrano sufficienti per riuscire ad eliminare le sue prede, è più che pronto a darsi alla ritirata, usando una combinazione di invisibilità, oscurità e uno degli accessi o delle finestre della stanza per darsi alla fuga quando viene portato sotto la metà dei punti ferita. Se venisse davvero messo all'angolo dentro la stanza userà forma gassosa per scappare tramite il camino.
Dopo di che si affida alla sua rigenerazione naturale per tornare in piena forma per poi tornare ad affrontare i PG. Se uno di essi sembrava particolarmente provato, dopo questo incontro iniziale l'Oni potrebbe tornare all'attacco prima ancora che i PG abbiano una possibilità di effettuare un riposo breve - dato che tornerà a pieni punti ferita prima che i PG possano spendere i loro Dadi Vita e potrà usare la sua capacità di metamorfosi per avvicinarsi nuovamente ai PG senza che se ne accorgano.

I mutaforma hanno una certa aria Mystica non trovate?
Questa volta, però, cercherà di dividere il gruppo, se possibile, colpendolo di sorpresa. Tuttavia se i PG continueranno a scacciarlo l'Oni deciderà di darsi a delle tattiche di guerriglia, non lasciando mai passare un giorno intero senza attaccarli in qualche modo. Se i PG decidono di lasciare Approdo di Markath, li seguirà. Daon è un abile battitore e, a meno che i PG non prendano precauzioni speciali, riuscirà a seguirne le tracce senza problemi. Una volta che saranno fuori dalla città cercherà di attaccarli dalla distanza, usando la sua balestra e le sue capacità di furtività, oscurità e invisibilità per continuare a schermagliare i PG, tenendosi sempre a distanza. Ma cercando di farli andare verso la foresta nelle vicinanze.
Se i PG non lasciano la cittadina e Daon non riesce a sopraffarli assumerà, invece, la forma di un cacciatore di mostri. Lascerà passare qualche giorno per far calmare la paranoia dei PG prima di farsi avanti, affermando di essere alla caccia di un mostro che può assumere la forma di altre creature. Potrebbe persino fingere di essere paranoico a sua volta, accusando uno dei PG di essere l'Oni camuffato, se pensa che potrebbe giovare alla sua credibilità. Spiega come stia preparando una trappola per il mostro e, dato che quest'ultimo sembra essersi fissato con loro, chiede loro di fungere da esca. La trappola, ovviamente, sta venendo preparata nella foresta lì vicino.
Dei giocatori astuti potrebbero ovviamente sospettare di questa situazione, motivo per cui serviranno probabilmente dei tiri di Intuizione contrapposti a Inganno. Coloro che avranno successo si renderanno conto che stanno venendo attirati in una trappola, ma potrebbero pensare di sfruttare questa opportunità per ribaltare la situazione.
Nascondino con l'Oni nella foresta

Come accennato prima, l'Oni cerca di spingere i PG ad addentrarsi nella foresta, dove un suo alleato lo attende fuori vista dalle persone "civilizzate". In questo luogo l'Oni spera che l'aggiunta del suo alleato e dell'aura negativa che infesta la foresta (emanata da delle rovine maledette che l'Oni usa come terreno di caccia) indeboliranno a sufficienza le sue prede da permettergli di ucciderle senza grossi rischi.
Tuttavia questa è anche un'opportunità per i PG di ribaltare la situazione a loro favore. L'Oni li insegue, attaccandoli con la sua balestra e cercando di spingerli sempre più addentro a questi boschi maledetti. Tuttavia dei PG astuti potrebbero rendersi conto che si tratta di una trappola. Potrebbero già averlo capito in città oppure potrebbero effettuare un tiro di Intuizione con CD 15 per rendersi conto che l'Oni con i suoi attacchi sta cercando di farli dirigere verso un punto specifico.
Un'altra cosa che l'Oni sta cercando di fare è di far spendere risorse preziose ai PG. Sparerà un colpo o due, lasciandosi aperto ad essere attaccato brevemente per cercare di far spendere incantesimi e capacità con usi limitati ai PG, per poi scappare e nascondersi nuovamente per rigenerare le proprie ferite. Un'altra prova di Intuizione rivelerà anche questo.
Dei PG proattivi potrebbero riuscire a capire dove l'Oni li stia conducendo e potrebbero usare le loro doti di muoversi nelle terre selvagge per capire dove stanno venendo indirizzati. Una prova di Sopravvivenza con CD 16 darà ai PG una buona idea della direzione in cui l'Oni li sta facendo andare. Una prova di Natura con CD 14 rivelerà la natura maledetta della foresta una volta che i PG saranno sufficientemente vicini alle rovine, fatto che potranno notare dall'aura che le rovine emanano e che corrompe il bosco circostante.

Una prova di Religioni con CD 12 rivelerà che questo un tempo erano un tempio di una divinità della natura, che è ora dissacrato ormai da molto. Dove un tempo probabilmente si trovare una fonte di acqua limpida ora si trova una pozza di liquido melmoso e di colore rossastro. Essa emana un'aura pesante che opprime l'area circostante, riducendo ogni round la velocità delle creature non malvagie di 3 metri, a meno che non superino un tiro salvezza su Carisma con CD 12. La pozza è anche assetata di sangue, e qualsiasi personaggio che venga ferito mentre si trova entro 3 metri da essa deve superare un tiro salvezza su Carisma con CD 12 oppure subire svantaggio a tutte le prove di abilità e ai tiri per colpire fino alla fine del proprio prossimo turno.
Tuttavia questa rovina può essere usata contro l'Oni. Dei PG competenti in Religioni potrebbero tentare di purificare l'acqua con un rito sacro, cosa che richiede loro di spendere la propria azione per compiere una prova di Religioni con CD 16. Dei personaggi competenti in Natura potrebbero effettuare una prova di Natura con CD 15 per cercare di far scorrere nuovamente l'acqua, dato che anche questo sistema farebbe sì che l'acqua stagnante e corrotta che è la causa della maledizione venga man mano portata via. Se l'acqua viene purificata ogni creatura non malvagia entro 18 metri dalla pozza viene guarita di 4d8+8 punti ferita e ottiene vantaggio a tutti i tiri per colpire e le prove di abilità fino alla fine del proprio prossimo turno. Inoltre se l'Oni viene spruzzato con dell'acqua purificata (un'azione di attacco a distanza con gittata di 3 metri, oppure i PG potrebbero crearsi delle sorta di granate con bottiglie e altri contenitori, nel qual caso si usano le normali regoli delle armi da lancio) la sua rigenerazione smette di funzionare per un round.
Una volta che l'Oni viene sconfitto i PG possono purificare più a fondo la pozza, se già non l'hanno fatto. Trovano anche un falcione +1 (l'arma dell'Oni) e 2000 mo in rubini, che sono stati usati per ottenere i servigi dell'Oni. Per quanto riguarda chi ha mandato loro contro l'Oni non ci sono indizi chiari. L'unica cosa utile è uno strano glifo, un sigillo arcano, che l'Oni portava con sè e tramite cui presumibilmente veniva contattato dal suo datore di lavoro. Chi sia costui e perchè volesse i PG morti lo lasciamo decidere a voi.
Daon, il Cacciatore Paziente
Gigante Grande, legale malvagio
Classe Armatura 16 (giaco di maglia)
Punti Ferita 110 (13d10 + 39)
Velocità 9 metri, volare 9 metri
Forza Destrezza Costituzione Intelligenza Saggezza Carisma 19 (+4) 11 (+0) 16 (+3) 14 (+2) 12 (+1) 15 (+2) Tiri Salvezza Des +3, Cos +6, Sag +4, Car +5
Abilità Arcano +5, Raggirare +8, Percezione +4, Furtività +3, Sopravvienza +8
Sensi Scurovisione 18 metri, Percezione Passiva 14
Linguaggi Comune, Gigante
Grado Sfida 7 (2,900 PE)
Incantesimi Innati La caratteristica innata da incantatore dell'Oni è Carisma (tiro salvezza degli incantesimi CD 13). L'Oni può lanciare i seguenti incantesimi innati che non richiedono alcuna componente materiale:
A volontà: invisibilità, oscurità
1/giorno ciascuno: charme su persone, cono di freddo, forma gassosa, sonno
Armi Magiche gli attacchi con arma dell'Oni sono magici.
Rigenerazione l'Oni recupera 10 punti ferita all'inizio del suo turno se ha almeno 1 punto ferita.
Azioni
Multiattacco L'Oni compie due attacchi e può scegliere se con gli artigli o con il falcione.
Artiglio (Solo Forma di Oni) Attacco con arma da mischia +7 al tiro per colpire, portata 1,5 m, un bersaglio. Colpito 8 (1d8+4) danni taglienti.
Falcione Attacco con arma da mischia +7 al tiro per colpire, portata 3 m, un bersaglio. Colpito 15 (2d10+4) danni taglienti oppure 9 (1d10+4) danni taglienti in forma Piccola o Media.
Balestra Attacco con arma a distanza +4 al tiro per colpire, gittata 30/120 metri, un bersaglio. Colpito 11 (2d10) danni perforanti oppure 5 (1d10) danni perforanti in forma Piccola o Media.
Cambiare Forma L'Oni si trasforma magicamente in un umanoide Piccolo o Medio, in un gigante Grande o ritorna alla sua vera forma. Ad eccezione della taglia le sue statistiche restano le stesse in ogni forma. Gli unici oggetti del suo equipaggiamento che si trasformano sono il suo falcione e la sua balestra, che si riducono di modo da poter essere impugnati in forma umanoide. Se l'Oni muore torna alla sua vera forma e le sue armi tornano alla loro taglia normale.
I Compagni di Daon
In base al livello del gruppo raccomandiamo il/i seguente/i alleato/i come supporto per Daon durante lo scontro finale con i PG alle rovine:
Gruppo di 7° livello: Kaulath, Lancia Scagliosa
Gruppo di 8°-9° livello: Kaulath, Lancia Scagliosa e Curg il Distruttore
Gruppo di 10° livello: Kaulath, Curg e Varthix la Fanciulla della Notte
Kaulath, Lancia Scagliosa
Umanoide (lucertoloide) Medio, neutrale
Classe Armatura 15 (armatura naturale, scudo)
Punti Ferita 78 (12d8+24)
Velocità 9 metri, nuotare 9 metri
Forza Destrezza Costituzione Intelligenza Saggezza Carisma 17 (+3) 12 (+1) 15 (+2) 11 (+0) 11 (+0) 13 (+1) Tiri Salvezza Cos +4, Sag +2
Abilità Percezione +4, Furtività +5, Sopravvivenza +4
Sensi Percezione Passiva 14
Linguaggi Draconico
Grado Sfida 4 (1,100 PE)
Trattenere il Fiato il lucertoloide può trattenere il fiato per 15 minuti.
Trafiggere Una volta per turno, quando Kaulath compie un attacco in mischia con il suo tridente, il bersaglio subisce 10 (3d6) danni extra e Kaulath ottiene punti ferita temporanei pari al danno inflitto.
Azioni
Multiattacco il lucertoloide compie due attacchi in mischia, uno con il morso e uno con gli artigli o un'arma da mischia, oppure due con il tridente.
Morso Attacco con arma in mischia +5 al tiro per colpire, portata 1,5 m, un bersaglio. Colpito 6 (1d6+3) danni perforanti.
Artigli Attacco con arma in mischia +4 al tiro per colpire, portata 1,5 m, un bersaglio. Colpito 5 (1d4+3) danni taglienti.
Tridente Attacco con arma in mischia o a distanza +5 al tiro per colpire, portata 1,5 m oppure gittata 6/18 metri, un bersaglio. Colpito 6 (1d6+3) danni perforanti oppure 7 (1d8+3) danni perforanti se usato a due mani per fare un attacco in mischia.
Curg il Distruttore
Umanoide (goblin) Medio, caotico malvagio
Classe Armatura 17 (giaco di maglia, scudo)
Punti Ferita 65 (10d8+20)
Velocità 9 metri
Forza Destrezza Costituzione Intelligenza Saggezza Carisma 17 (+3) 14 (+2) 14 (+2) 11 (+0) 12 (+1) 11 (+0) Abilità Intimidire +2, Furtività +6, Sopravvivenza +3
Sensi scurovisione 18 metri, Percezione Passiva 11
Linguaggi Comune, Goblin
Grado Sfida 3 (700 PE)
Bruto Un arma da mischia infligge un dado di danno extra quando il bugbear la usa per colpire (già incluso nell'attacco).
Coraggio del Distruttore Curg ha vantaggio ai tiri salvezza contro charme, paura, paralisi, veleno, stordimento e sonno.
Attacco di Sorpresa Se il bugbear coglie di sorpresa una creatura e la colpisce con un attacco durante il primo round di combattimento, il bersaglio subisce 7 (2d6) danni extra dall'attacco.
Azioni
Multiattacco Curg compie due attacchi in mischia.
Morning Star Attacco con arma in mischia +5 al tiro per colpire, portata 1,5 m, un bersaglio. Colpito 12 (2d8+3) danni perforanti.
Giavellotto Attacco con arma in mischia o a distanza +5 al tiro per colpire portata 1,5 m oppure gittata 9/27 metri, un bersaglio. Colpito 10 (2d6+3) danni perforanti in mischia oppure 6 (1d6+3) danni perforanti a distanza.
Varthix la Fanciulla della Notte
Immondo medio, neutrale malvagio
Classe Armatura 17 (armatura naturale)
Punti Ferita 112 (15d8 + 45)
Velocità 9 metri
Forza Destrezza Costituzione Intelligenza Saggezza Carisma 18 (+4) 15 (+2) 16 (+3) 16 (+3) 14 (+2) 16 (+3) Abilità Inganno +7, Intuizione +6, Percezione +6, Furtività +6
Resistenze ai danni freddo, fuoco; contundente, perforante e tagliente da attacchi non magici con armi non argentate
Immunità alle condizioni affascinato
Sensi Percezione passiva 16, scurovisione 18 metri
Linguaggi Abissale, Comune, Infernale Primordiale
Grado Sfida 5 (1,800 PE)
Incantesimi Innati La caratteristica innata da incantatore della megera è Carisma (tiro salvezza degli incantesimi CD 14, +6 al tiro per colpire degli attacchi con incantesimo). La megera può lanciare i seguenti incantesimi innati che non richiedono alcuna componente materiale:
A volontà: dardo incantato, individuazione del magico
2/giorno ciascuno: raggio di affaticamento, sonno, spostamento planare (solo sé stesso)
Resistenza alla magia La megera dispone di vantaggio ai tiri salvezza contro gli incantesimi e altri effetti magici.
Azioni
Artigli Attacco con arma da mischia +7 al tiro per colpire, portata 1,5 m, un bersaglio. Colpito 13 (2d8+4) danni taglienti.
Come sempre buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/adventure-hook-the-oni-assassin.html
Read more...

Statistiche di Popolarità degli Allineamenti in D&D 5E

Articolo di Morrus del 13 Giugno 2019
D&D Beyond ci ha fornito un'altra serie di dati ricavati dai 12 milioni di personaggi presenti sull’applicazione: questa volta si parla di quali allineamenti dei personaggi sono più popolari in D&D. L’allineamento prevalente è quello Caotico Buono, seguito immediatamente da quello che, come DM, preferisco meno, ossia il Caotico Neutrale. Il Caotico Malvagio è invece l’allineamento meno popolare.

Gli sviluppatori hanno fatto presente che questa statistica non tiene conto della percentuale di personaggi per i quali non è stato scelto alcun allineamento. Potete vedere il video originale qui.
Link all’articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6402-Chaotic-Evil-Is-The-Most-Popular-Alignment!
Read more...

Vampiri 5E ha vinto l'Origins Award come Miglior GDR

Articolo di Morrus del 16 Giugno 2019
Sono stati nominati i vincitori degli Origins Award e Vampire: The Masquerade 5th Edition ha ricevuto il premio nella categoria dei giochi di ruolo mentre il Mordenkainen’s Tome of Foes della WotC lo ha vinto in quella dei supplementi per i GDR.

Ecco la lista completa dei vincitori:
Gioco dell’Anno: Root (Leder Games) Gioco da Tavolo: Root (Leder Games) Gioco di Carte: The Mind (Pandasaurus Games) Gioco per Famiglie: The Tea Dragon Society Card Game (Renegade Game Studios) Gioco Collezionabile: Keyforge: Call of the Archons (Fantasy Flight Games) Gioco di Ruolo: Vampire: The Masquerade 5th Edition (Modiphius Entertainment) Supplemento per Giochi di Ruolo: Mordenkainen’s Tome of Foes (Wizards of the Coast) Gioco di Miniature: Necromunda (Games Workshop), Star Wars Legion (Fantasy Flight Games) Accessorio per Giochi: Placca trofeo con testa di drago nero (WizKids) Link all’articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6405-Vampire-5E-Is-Origins-RPG-Award-Winner
Read more...

E' uscito il manuale Acquisitions Incorporated!

A partire dal 18 Giugno 2019 è uscito Acquisitions Incorporated, supplemento per D&D 5e collegato alla celebre campagna giocata per anni da Penny Arcade e conosciuta con il nome di Acquisitions Inc. Il manuale, ufficialmente finanziato e riconosciuto dalla WotC, contiene un'avventura per PG di livello 1-6,  regole per creare e gestire una proprio Franchise (una vera e propria impresa d'affari), una serie di ruoli speciali per chi lavora nell'impresa, nuovi Background, opzioni per PG e altro ancora.
Per chi tra voi non lo conoscesse, Acquisitions Inc. è iniziato circa una decina di anni fa (durante il periodo della 4a Edizione di D&D) sotto forma di un podcast, durante il quale Chris Perkins (attuale membro del D&D team presso la WotC e uno dei principali designer della 5e) e altri esponenti del Penny Arcade mettevano in scena la loro personale campagna di Dungeons & Dragons. Con il passare degli anni l'Acquisitions Inc. ha ottenuto un successo tale da diventare un vero e proprio show dal vivo, simile a ciò che è oggi il celebre Critical Role con Matt Mercer. Inoltre, Penny Arcade è diventato anche il responsabile dell'organizzazione del gioco dal vivo presso il circuito di convention PAX, oltre che del più recente PAX Unplugged.

L'Acquisition Inc. giocato dal vivo con Chris Perkins come DM
Dopo tanti anni di successo, Penny Arcade ha deciso di pubblicare un manuale per D&D dedicato interamente all'Acquisitions Inc. L'idea era quella di finanziare il progetto attraverso Kickstarter, ma quando la WotC ha scoperto ciò che Penny Arcade stava creando, ha deciso di proporre loro una collaborazione e di finanziare lei la realizzazione del manuale, che ora è finalmente disponibile per l'acquisto.
Qui di seguito potete leggere la descrizione ufficiale del manuale, pubblicato sul sito ufficiale della WotC:
Acquisition Incorporated
Un prodotto di D&D creato in collaborazione con Penny Arcade Inc.
BENVENUTI AD ACQUISTIONS INCORPORATED!
Esplorate un gran numero di pericoli e di personalità per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Quando siete agli inizi nell'attività del partecipare alle avventure, può non essere male poter contare su un qualche appoggio. Può essere di grande aiuto avere accesso ai potenti artefatti, alla competenza e lavori che l'Acquisitions Incorporated (Acq Inc) è in grado di offrire a una nuova impresa. Unitevi a Omin Dran, Jim Darkmagic e a Viari come mai prima nel manuale di Campagna per Dungeons & Dragons di Acquisition Incorporated!
Preparatevi per il successo quando tenterete di gestire la vostra impresa fantasy, utilizzando tutti gli ingredienti di cui avete bisogno per includere Acquisition Incorporated nella vostra campagna di D&D, in modo da fondare il vostro franchise e assumere i ruoli speciali al suo interno. In aggiunta, ci sono sempre delle posizioni che potrebbero diventare disponibili...semplicemente non provate a chiedervi come mai.
Imparate tutto quello che vi serve per far partire la vostra impresa fantasy dal momento che inizierete la vostra carriera oggi, in qualità di orgogliosi membri dell'Acquisitions Incorporated. Acquisitions Incorporated ha tutto quello di cui avete bisogno per giocare a D&D 5e come se foste sul palco assieme alla squadra (del Penny Arcade, NdTraduttore) al PAX! Nuovi Background, nuove opzioni per i PG, informazioni sui franchise e molto altro! Iniziate il vostro franchise di Acquisitions Incorporated all'interno dei Forgotten Realms o di qualunque altro luogo del Multiverso. Acquisitions Incorporated è un nuovo genere di campagna di D&D pieno di pazzesche attività criminali (il termine originale è "heist", difficile da tradurre in italiano; pensate ai colpi alla Ocean's Eleven, NdTraduttore) e momenti esilaranti, ed è uno dei nuovi modi per raccontare fantastiche storie di D&D. Include un'avventura che porterà i personaggi dal livello 1 al livello 6, stabilendo la rivendicazione del vostro gruppo su un mondo che esso ha appena iniziato ad esplorare - e da cui ha appena iniziato a ricavare del profitto. DETTAGLI DEL PRODOTTO:
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 18 Giugno 2019
Formato: Copertina rigida
Lingua: Inglese
Fonte: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/acqinc
Read more...
AndreaP

[TdG] War of the Lance (chapter II) - Dragons of Flame

Recommended Posts

Worship Day 26 Harvest Home 351 A.C. - Tardo Pomeriggio [Vento]

Un brusio si sollevò nella sala alle parole di Tanis, ma Solostran rimase impassibile.

"Ben ritrovato Tanthalas" riprese il signore degli elfi mostrando di poter parlare in modo fluido anche la lingua degli uomini per poi continuare rivolto a tutti "temevamo che una minaccia grave stesse arrivando da nord e purtroppo le nostre preoccupazione sono state confermate. Ora voi però parlate di una speranza, parlate dei Veri Dei che per la tracotanza degli uomini sono lontani da più di tre secoli. Se questo è vero una luce si accende sulla nostra situazione. Ma le tu sono parole. Ditemi di più perché capisca."

E si fermò guardando Goldmoon

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raistlin

Le parole del Portavoce del Sole sono neutre ma potrebbero nascondere un'insidia che Goldmoon potrebbe non cogliere, quindi il giovane mago si sposta per affiancarla

Attenta a quello che dice e che fai le sussurra Raistlin talmente piano che solo lei ha modo di sentire le sue parole

Edited by dalamar78

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caramon

Solo allora il guerriero apprese della storia dell'elfo. Davvero incredibile. Non riuscì a fare altro che ascoltare e rimanere un tantinello inebetito. La minaccia che gravava su di loro era enorme a se ne rendeva conto ogni minuto di più.
Spostò di nuovo l'attenzione su Tanis che aveva deciso di confidare il loro piccolo segreto, d'altronde erano quelli gli accordi. Guardò il fratello saggiando le sue reazioni e istintivamente fece lo stesso, avvicinandosi a Goldmoon. Gli avvertimenti di Raistlin lo indisposero un poco, sempre diffidente. Attese lei mostrasse quanto fossero vere le parole del mezzelfo.

Edited by Landar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flint

Gli sfottò iniziali di Tass non avevano raccolto che pochi mugugni, giacché il nano non voleva dare spettacolo e motivo agli elfi di deridere la sua razza più di quanto sapeva già facessero, poiché scambiavano la loro superiore altezza in superiorità di razza. Al nano era ben evidente, invece, che per stare così in alto su corpi così esili le loro teste dovevano per forza di cose esser leggere, e per tanto quasi vuote.

La vicinanza di Sturm, e le confidenze sulla sua opinione in merito agli elfi, invece, raccolsero un cenno di assenso. Per quanto non conoscesse la lingua, nonostante la lunga frequentazione con Tanis non era mai riuscito a cogliere un lessico in tutti quei suoni acuti, il linguaggio non verbale era ben leggibile ad un fabbro-guerriero quale lui era. Si tenne silente anche quando iniziarono a parlare in comune, e quindi prese a comprenderli. Non avrebbe parlato se non espressamente invitato, o fosse stato strettamente necessario.

Il momento giunse. Il capo degli elfi si rivolgeva a Goldmoon, ma lei esitava a parlare, e Flint decise di darle coraggio, intervenendo a spianare la strada.
"Gli antichi Dei, come i Draghi, erano noti anche a noi nani, sebbene relegati ormai dal mio popolo al ruolo di leggende sempre più solo mito che storia. Sono certo che avete, anche voi, un nome nelle vostre storie per la Dea che ci ha convocati a svolgere la missione che poi ci ha portati ad incontrare Gilthanas, ed infine qui, rispettosamente al vostro cospetto, a mettere il nostro segreto anche nelle vostre mani. Ignoro perché essa abbia scelto proprio noi, immagino di rispondere con questo alla domanda che vi starete ponendo, a cui noi stessi appunto non abbiamo risposta. Tale é stato il suo volere, e noi non l'abbiamo discusso. Essa é stata con noi così misericordiosa da curare magicamente le nostre ferite a più riprese, anche quando solo un tenue filo teneva legato i nostri respiri al corpo. Il nome di questa Dea presso il mio popolo é Mesalax, presso gli uomini invece é onorata con il nome di Mishakal, ed il suo simbolo è un unico nastro azzurro incrociato a formare due cerchi." 
Flint osservò per tutto il tempo il volto del capo degli elfi, in particolare quando citò il simbolo ed i nomi. Non si aspettava di vedere reazioni in quel pezzo di ghiaccio levigato che era il suo viso, ma non avrebbe calato lo sguardo per nulla al mondo.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Worship Day 26 Harvest Home 351 A.C. - Tardo Pomeriggio [Vento]

"Attento a come parli di Quen Illumini, nano" disse Solostaran "il nome con cui voi chiamate la Dea non è casualmente diverso ma ne indica diversa nobiltà e vicinanza"

Poi rivolto di uova a Goldmoon aggiunse "Ma la domanda che hai fatto è giusta. Perchè mai la Dea avrebbe dovuto tornare mostrandosi a degli umani, anzi ad una Barbara delle Pianure? Questo dubbio è ragionevole. Che prove ci portate per dimostrarci che questa non sia un'illusione in un momento di difficoltà cercata da mesi deboli?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sturm

"Goldmoon parlerà per sé, né ha bisogno che alcuno ne narri il valore o la nobiltà d'animo"", intervenne Sturm, inginocchiandosi.

"Ma permettete che io dica la mia. Il mio nome è Sturm, della casata Brightblade, che prende il nome da questa lama, che ancora cinge il mio fianco indegno", aggiunse il Solamnico, slacciandosi la cinta dell'arma ed impugnando l'antico cimelio di famiglia a due mani, lungo il fodero. 

"Soltanto pochi giorni fa, grazie al valore dei miei compagni, alla grazia di Mishakal ed all'atavico potere che ancora la permea, questa spada ha dato il colpo di grazia ad una creatura che io credevo ancora perduta nelle nebbie del tempo e della leggenda. 

Soltanto pochi giorni fa, nelle viscere di una perduta città crollata nelle devastazioni del Cataclisma, la Brightblade di Solamnia ha ucciso un drago.

E che tutto ciò sia accaduto veramente, unitamente a quanto riferito da colui che chiamate Tanthalas e dal mio compagno Flint, io lo posso giurare, qui ed ora, sul mio onore, sul Codice e sulla Misura.

Est Sularus oth Mithas.

Il mio Onore è la mia Vita. 

Non perdete la speranza".

DM

Spoiler

Diplomazia +8.

 

Edited by Ghal Maraz
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Goldmoon

Una barbara delle pianure. Era una descrizione obbiettiva della donna, eppure sulle labbra dell'elfo sembrava essere il peggiore degli insulti.

Vide i suoi compagni fare capannello attorno alla sua persona, esponendosi molto, e li ringraziò mentalmente, ripromettendosi di farlo ad altri a voce, una volta finito questo assurdo incontro.

Poi fece un respiro profondo, e finalmente si decise a parlare.

"Dite bene, signore. I veri dei hanno abbandonato questo mondo per la tracotanza degli uomini.

La loro superbia.

Vero."

Fece una pausa. Diede tempo agli elfi di assimilare la cosa.

Riprese. Il tono era calmo, a dispetto delle parole dure che stava per dire

"La stessa superbia che ora riempie il vostro cuore e le parole che pronunciate!

Mishakal si è presentata ad un'umana!"

Calcò il nome con cui conosceva la Dea. Per lei era sempre stata Mishakal, e non avrebbe cambiato le sue abitudini per compiacere un Elfo tanto arrogante.

"E forse il motivo è da ricercare nella crescita e nel cambiamento che noi umani abbiamo affrontato in questi tre secoli.

Generazioni per noi, un battito di ciglia per voi.

E non credo sia un caso che a guidarci sia qualcuno nelle cui vene scorre il sangue di entrambi i popoli..."

Fece un cenno a Tanis.

Prese i dischi della dea, passandoseli per le mani, indecisa sul da farsi. Quei dischi contenevano gli insegnamenti della Dea, ma erano per lei soltanto.

Portare il verbo spettava a lei, certo non ai dischi.

Fece un cenno a Riverwind, e con un sorriso gli chiese di avvicinarsi e porgergli la lama della spada.

Con un movimento rapido, passò il palmo della mani sul filo, tagliandosi profondamente.

Il sangue sgorgava copioso, poi la donna chiuse il pugno, e mormorò una preghiera alla Dea.

"Mishakal, aiutami..."

La luce sacra curò la ferita. La donna pulì via il sangue, mostrando un palmo senza ferite.

"Miskahal ha scelto me come sua portavoce, e non sarò io, né voi, a mettere in dubbio il suo volere."

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sturm 

A quel punto, Sturm si rialzò, per avvicinarsi a Goldmoon: "Ed io ho promesso che la proteggeró, nei limiti delle mie misere forze, finché questa rinnovata luce non risplenderà di nuovo in tutta Krynn.

O morirò provandoci".

Il significato delle sue parole era chiaro: non avrebbe permesso ad alcuno di nuocere un solo capello alla principessa Qué-Shu.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanis

Il mezz'elfo avverti' gli scricchiolii nella conversazione che andava svolgendosi. Da un lato i suoi amici e compagni di viaggio: avevano visto il mondo in lungo e in largo, avevano la mente aperta da quelle esperienze e proprio percio' faticavano a rientrare nelle scarpe di chi aveva vissuto la sua intera esistenza in un fazzoletto di terra che rappresentava, praticamente, tutto. Dall'altra il Portavoce, l'insensibilita' per le gioie e i dolori altrui tipica del popolo degli elfi, senza cattiveria, ma soltanto pura incapacita' di provare empatia. Quella natura era stata parte di Tanis stesso, eppure sempre cosi aliena. Aveva trascorso l'intera vita a cercare, se non una soluzione, almeno un compromesso tra quelle due anime. Un compromesso che doveva essere trovato e mantenuto anche in quella occasione.
Portavoce Solostran, credete davvero sia cosi importante per noi mortali sondare il perche' gli dei abbiano scelto Goldmoon? Cosi e' la volonta' degli dei, lo avete visto voi stessi. Piuttosto, siamo sereni in questo momento difficile, essi sono tornati a rispondere alle nostre preghiere e ci hanno mandati qui, a Qualinost, per condividere tutto cio' tra noi: uomini, elfi, nani, kender. Il pragmatismo spingeva Tanis ad accettare quel dono senza rifletterci troppo: migliaia di vite erano in palio, non potevano permettersi di rifiutare. Eppure, dentro di se', avvertiva proprio anche il cinismo nella venuta di Mishakal, che offriva il proprio aiuto nel momento in cui questo non poteva essere rifiutato, ed esigeva in cambio devozione assoluta e venerazione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riverwind (umano barbaro/ranger) 

Il tono dell'elfo non piacque a Riverwind affatto soprattutto nel modo in cui chiaramente si riferiva alla sua amata Goldmoon ed alla loro popolazione e società. Si trattenne dal rispondere per le rime solo perché sapeva che non sarebbe servito a nulla arrabbiarsi od alzare la voce o lamentarsi per le offese subite. La loro missione era troppo importante per cedere a simili provocazioni. Strinse i denti per poi sorridere alla sua amata quando gli chiese di poegergli la spada mentre lei teneva in mano i dischi della Dea; aveva intuito il suo piano. "Va bene, luna della mia vita." disse dolcemente e quasi in un sussurro mentre le era accanto con la propria spada in mano come lei voleva. 

Lei si taglio ed il prodigio si palesò, la Dea aveva mostrato il proprio potere divino, il proprio volere, la propria benedizione su Goldmoon, lei ne era l'Araldo sulla terra, la prescelta per bandire il suo bastone e tenere i dischi dei suoi comandamenti. Goldmoon quindi si espresse con parole nobili, parole forti e sicure, parole decise. Riverwind era davvero orgoglioso di lei e la amò a ancora di più. 

Edited by Pyros88
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tass

Tasselhoff non prestò attenzione alle chiacchiere degli altri, anzi, erano talmente noiose che non fosse stato per la dimostrazione di goldmoom forse si sarebbe addormentato. Una carovana di Nemici passerà tra pochissimo ad un soffio dei vostri confini esordì.
Nessun drago solo Goblin, hobgoblin e un pugno di draconici ... gli stessi che hanno giustiziato i vostri fratelli.
Scortano un convoglio di prigionieri umani, nani e forse altri elfi: tutti coloro che si trovavano a Solace in questi giorni. Pensano di essere al sicuro e che voi ve ne sarete qui rintanati permettendogli di fare il bello e il cattivo tempo davanti a casa vostra.
Non vi ritengono di certo un pericolo
concluse.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Worship Day 26 Harvest Home 351 A.C. - Tardo Pomeriggio [Vento]

L'attenzione dei presenti era massima: tutti si zittirono quando Goldmoon invocò il potere della Dea e risanò la propria mano, mentre le parole di Tanis riempivano l'aria commentando l'accaduto

"Erano secoli che una tale magia non si vedeva su questo mondo" intervenne Solostaran "Quello che voi chiamate cataclisma, il momento più cupo, noi lo chiamiamo "La Grande Separazione". Allora la grande oscurità cadde ma ora, come il nostro poeta vi dirà recitando il Cantico del Drago, pare che  questa cortina si stia finalmente alzando"

Quindi mosse la mano e un elfo, giovane e dai lineamenti delicati e i capelli rossi, entrò  nella sala con un liuto iniziando a cantare.

https://drive.google.com/open?id=1Myrb9VQ0NWgbcS7Be20s3ObXyn-0E0Mz


Terminato il canto, l'elfo si ritrasse e lo Speaker of the Sun riprese a parlare "Non voglio essere considerato superbo: la tracotanza non fa parte della nostra anima. Spero davvero che i Veri Dei siano tornati".

Si voltò verso Tass "Capisco la situazione che riporti. L'alto consiglio esaminerà la situazione, se davvero una carovana del nemico vuole attraversare il nostro territorio."

Quindi riprese rivolto a tutti "Ma ora ho dimenticato la nostra ospitalità. Ho fatto preparare un posto per voi, per permettervi di riposare. Seguite mia figlie e vi mostrerà dove andare. Dopo che vi sarete lavati, avrete mangiato e dormito, vi farò chiamare per annunciarvi la nostra decisione."

Una fanciulla elfa bellissima avanzò nella sala. Si inchinò rispettosamente verso lo Speaker per poi donare ai compagni un sorriso lucente come l'alba di primavera. La sua bellezza pareva anche maggiore quando si avvicinò. E un'aria infantile  pareva contrastare con la saggezza dei suoi occhi.

Facendo un cenno di seguirla co on grazie si mosse verso le porte dorate che si aprirono davanti a lei come se un soffio gentile di vento le avesse persuase a muoversi, e uscì nelle strade illuminate di rosso dal sole del tramonto e dalle foglie autunnali cadute.

@all

 

Edited by AndreaP
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flint 

Tass era stato pragmatico, e provvidenziale. Il nano fu grato al kender di essere stato tanto spudorato da tirare in ballo la questione dei prigionieri e della carovana di dragonici che li accompagnava verso la reclusione e chissa' quali altri sofferenze. Mentre si accingevano a seguire una delle elfe, si avvicino' al kender e gli poso' delicatamente una mano sulla spalla per sussurrare poche parole "Ben detto, Tass. Ben fatto." tolse la mano e prosegui', nella direzione indicata dalla loro guida.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raistlin

Sentendo le parole di Goldmoon, il mago imprecò a denti stretti Ti avevo detto di stare attenta a quello che avresti detto, idiota...

Dopo un attimo di gelo però, il Portavoce del Sole pare prendere la cosa nel verso giusto, al che Raistlin si rilassò; all'ingresso di Laurana nella stanza, gli occhi del mago si appuntarono sulla giovane elfa, l'unica vera bellezza che non sfioriva davanti al suo sguardo maledetto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Worship Day 26 Harvest Home 351 A.C. - Tardo Pomeriggio [Vento moderato]

Mentre Gilthanas e Porthios rimanevano con il padre, lo Speaker of the Sun, a parlare, la fanciulla ella, che lo steso Solostaran aveva dichiarato essere sua figlia, condusse i compagni fuori dalla sala lungo le strade di Qualinesti ricoperte da un tappeto di foglie autunnali multicolori; la ragazza rimase in silenzio per tutto il tragitto salvo un momento quando, avvicinatasi a Tanis, gli disse sorridendogli malinconicamente qualcosa in elfico

@chi capisce l'elfico

Spoiler

 

"Ciao Tanthalas, non credevo che saresti tornato! Sono felice di vederti

 

per poi proseguire lungo la strada.

Finalmente gli amici giunsero ad un boschetto appartato circondato da pioppi ed alberi da frutto su cui si vedevano pere e mele in abbondanza. Una sorgente fresca riversava acqua fresca in una fontana affianco alla quale vi erano tazze e una brocca di vino dolce. Alcuni servi stavano appoggiando su un tavolo di legno intarsiato vassoi con pane fresco e formaggi deliziosi. Tra i pioppi si aprivano delle radure circondate da alte fronde che donavano riservatezza. In alcune vi erano delle pozze di acqua calda per lavarsi, in altre soffici pagliericci ricoperti di lino su cui dormire, lontani da occhi indiscreti.

"Eccoci arrivati" disse con un atteggiamento sorprendentemente sicuro la fanciulla "qui starete in pace e potrete riposare e riprendervi senza che nessuno vi disturbi. Per qualsiasi cosa qui fuori ci sono i nostri servitori: non esitate a chiedere. Lo Speaker vorrà incontrarvi di nuovo domani all'alba."
Poi dopo una pausa aggiunse "E se avete bisogno di me fatemi pure chiamare. Io sono Lauralanthalasa ma potete chiamarmi Laurana" per poi fermarsi a guardare i compagni per sapere se avessero qualcosa da chiedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riverwind (umano barbaro/ranger) 

"Ti ringraziamo." disse il barbaro in tono asciutto e sereno per l'ospitalità offerta per poi addentare una mela che aveva appena prima raccolto da uno degli alberi della radura. "Questo posto e questa natura sono qualcosa di straordinario. Non avevo mai visto nulla di tanto bello e pieno di vita. Vero, cara?" eaggiunse  per poi rivolgersi alla sua amata Goldmoon. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caramon

Era stato silenzioso tutto il tempo, la sua espressione però era completamente diversa da quella del fratello. Mostrava curiosità, apprensione, attesa con speranza. Solo quando lo speaker si rivolse a Flint con quel tono il guerriero ebbe un sussulto. Nobiltà o vicinanza che fosse era gli Umani che la Dea aveva scelto. O meglio un'umana.

Tutto però prese una buona piega e addirittura il gemello sembrò rilassarsi abbandonando quell'espressione corrucciata e sospettosa.

Tass al solito era stato il più sveglio di tutti a ricordare quali fossero i loro doveri, quelli veri. Pensare che avrebbero dovuto attendere la decisione del consiglio degli elfi amareggiò non poco Caramon.

Dopo quella splendida melodia, la voce di quell'elfo era sublime ma il suo modo di cantare lasciò una strana sensazione a Caramon, lo speaker chiamò sua figlia. Una dea in terra, la seconda che il Majere ebbe onore e piacere di vedere. Per qualche attimo fu attratto dai suoi modi e dalla sua bellezza, anche la sua voce era soave seppur nulla comprese di quel che disse. Solo il modo in cui sorrise a Tanis lo scosse. Il mezzelfo era mezzo coinvolto con la sorella ma sembrava lo stesso con Laurana.

"Grazie." balbettò.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tass

Io sì signorina disse il Kender avvicinandosi sfacciatamente alla giovane elfa e prodigandosi con un inchino e un baciamano. Io avrei una richiesta.

Nel venire fin qui un brutto incidente con quello che "credevo" un amico fidato,  ha causato la distruzione di molte delle mie mappe su Qualinost e i territori lungo i suoi confini. Pensi sia possibile averne alcune nuove? 

Dopo di che, una volta che Laurana se ne fu' andata, prese a spiluccare il cibo proposto, e per ogni boccone gustato un' altro finiva nelle sue sacocce, fin quando persino un vassoio di legno non fece la stessa fine.

Sazio e soddisfatto si concesse poi un bagno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sturm

Sturm rimase di nuovo in silenzio, strattonato tra la frustrazione dovuta all'impotenza connessa all'attuale situazione ed il meravigliato stupore per la magnificenza di Qualinesti.

Le leggende non le rendevano giustizia. 

Al solamnico non sfuggì il moto di sincera sorpresa che colse la splendida Elfa nei riguardi di Tanis, ma non si lasciò andare in nessun commento fuori luogo, limitandosi a fare un inchino verso Laurana, quando lei fece per congedarsi:

(In Qualinost)

Spoiler

"Vi ringrazio, dama Lauralanthalasa. Non necessitiamo di altro, io credo, mia signora".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Worship Day 26 Harvest Home 351 A.C. - Tardo Pomeriggio [Vento moderato]

"Sono io che ringrazio voi per la speranza che ci state portando" rispose in lingua umana con un sorriso Laurana "io non ero nata all'epoca del cataclisma, ma chi si ricorda fra di noi l'età oscura che seguì gli eventi di tre secoli fa, ora, proprio nel momento buio in cui per l'ennesima volta una guerra travaglia questo mondo, trova in voi una luce"

Poi rivolto a Tass aggiunse "Vedrò cosa posso fare mio giovane e bel adulatore"

Poi salutati tutti si allontanò

@all

Spoiler

Se siete d'accordo passo all'evento successivo. Se avete intenzione di fare qualcosa di sera o di notte postatelo.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.