Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

I romanzi, i videogame e i manuali precedenti alla 5a Edizione non sono considerati canonici per D&D 5E

Jeremy Crawford, lead designer e responsabile della 5a Edizione di D&D, ha dichiarato che tutto il materiale legato alle passate edizioni non è considerato canonico ai fini della 5E.

Read more...

Alfeimur: Uscite per il 2021

Scopriamo assieme le novità per il 2021 della linea di Alfeimur Quinta Edizione.

Read more...
By Lucane

Humble Bundle: 13th Age

Un nuovo Humble Bundle, questa volta a tema 13th Age, è stato reso disponibile in collaborazione con la Pelgrane Press.

Read more...

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...

Azioni bonus/combattere con due armi


Simone Tedeschi
 Share

Recommended Posts

Ho avuto qualche dubbio in merito all'uso di azioni bonus. Dal manuale ho capito che durante un turno di combattimento è possibile usare un'azione bonus solo se c'è un privilegio o un talento che lo permette. Poi leggendo la parte che riguarda il combattimento con due armi mi sembra come se impugnare due armi conferisca automaticamente la possibilità di attaccare con la seconda mano usando un'azione bonus. Ora ho un po' di confusione. Se per esempio trovo un incantesimo che può essere usato come azione bonus come mi devo comportare. 

Vi ringrazio in anticipo e mi scuso per la probabile banalità della domanda.

Link to comment
Share on other sites


  • Moderators - supermoderator
11 minuti fa, Simone Tedeschi ha scritto:

Ho avuto qualche dubbio in merito all'uso di azioni bonus. Dal manuale ho capito che durante un turno di combattimento è possibile usare un'azione bonus solo se c'è un privilegio o un talento che lo permette. Poi leggendo la parte che riguarda il combattimento con due armi mi sembra come se impugnare due armi conferisca automaticamente la possibilità di attaccare con la seconda mano usando un'azione bonus. Ora ho un po' di confusione. Se per esempio trovo un incantesimo che può essere usato come azione bonus come mi devo comportare. 

Vi ringrazio in anticipo e mi scuso per la probabile banalità della domanda.

Se impugni due armi hai automaticamente accesso all'azione bonus necessaria per attaccare con l'arma secondaria.

Stesso discorso con un incantesimo con tempo di lancio di 1 azione bonus. Se lo conosci allora hai a disposizione l'azione bonus per eventualmente lanciarlo in un tuo round (ma occhio al fatto che non puoi combinare il lancio di due incantesimi nello stesso round usando 1 azione + 1 azione bonus).

Link to comment
Share on other sites

 

2 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

Se impugni due armi hai automaticamente accesso all'azione bonus necessaria per attaccare con l'arma secondaria.

Stesso discorso con un incantesimo con tempo di lancio di 1 azione bonus. Se lo conosci allora hai a disposizione l'azione bonus per eventualmente lanciarlo in un tuo round (ma occhio al fatto che non puoi combinare il lancio di due incantesimi nello stesso round usando 1 azione + 1 azione bonus).

Due correzioni:

- Ricevi un'azione bonus automatica SE impugni l'arma adatta, ovvero un'arma leggera nella seconda mano. Salvo l'uso di uno specifico talento, puoi attaccare come azione bonus solo con un'arma leggera (sebbene questo non ti impedisca di impugnare due armi ad una mano non leggere...ti impedisce di usarle. Esempio: puoi impugnare due spade lunghe e attaccare solo con una delle due come Azione. Oppure puoi impugnare una spada luna e un pugnale e attaccare con la prima come Azione e con il pugnale come bonus).

- Puoi lanciare due incantesimi nello stesso turno, se uno necessita di un'Azione per essere lanciato e l'altro di un'azione bonus. Ma attenzione: se usi l'azione bonus per lanciare un incantesimo, con l'azione puoi lanciare soltanto un cantrip. Esempio: Hex è un incantesimo da warlock di lv1, azione bonus. Aggiunge 1d6 danni necrotici ai tuoi attacchi contro il bersaglio. Nello stesso turno puoi usare Eldritch Blast (Conflagrazione mistica in italiano) perché è un trucchetto, un cantrip. Non potresti lanciare un altro incantesimo di livello 1.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
29 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Ricevi un'azione bonus automatica SE impugni l'arma adatta, ovvero un'arma leggera nella seconda mano. Salvo l'uso di uno specifico talento, puoi attaccare come azione bonus solo con un'arma leggera (sebbene questo non ti impedisca di impugnare due armi ad una mano non leggere...ti impedisce di usarle. Esempio: puoi impugnare due spade lunghe e attaccare solo con una delle due come Azione. Oppure puoi impugnare una spada luna e un pugnale e attaccare con la prima come Azione e con il pugnale come bonus).

Sì qui hai ragione, non avevo specificato che dovevano essere armi adatti al combattimento a due armi (a seconda delle capacità/talenti del PG quali armi siano adatte varia)

30 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

- Puoi lanciare due incantesimi nello stesso turno, se uno necessita di un'Azione per essere lanciato e l'altro di un'azione bonus. Ma attenzione: se usi l'azione bonus per lanciare un incantesimo, con l'azione puoi lanciare soltanto un cantrip. Esempio: Hex è un incantesimo da warlock di lv1, azione bonus. Aggiunge 1d6 danni necrotici ai tuoi attacchi contro il bersaglio. Nello stesso turno puoi usare Eldritch Blast (Conflagrazione mistica in italiano) perché è un trucchetto, un cantrip. Non potresti lanciare un altro incantesimo di livello 1.

Qui invece avevo parlato esplicitamente di incantesimi, perché solitamente i cantrip sono considerati una categoria a parte per molte meccaniche, ma effettivamente avrei potete essere più chiaro nel wording

Link to comment
Share on other sites

58 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Oppure puoi impugnare una spada luna e un pugnale e attaccare con la prima come Azione e con il pugnale come bonus).

Complimenti per la chiarezza! 

Solo un appunto: salvo il possedere il talento apposito (dual wielder), entrambe le armi che tieni separatamente nelle mani devono essere leggere (la spada lunga non è un arma con la proprietà "light").

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • Moderators - supermoderator
7 minuti fa, Sinteos ha scritto:

Ne approfitto per fare una domanda. L abilita del monaco di 1 lvl che permette di fare un secondo attacco a mani nude (lancia 1d4 danni) bisogna aggiungere il modificatore di dex sul secondo attacco per i danni oppure no? Grazie

Di norma aggiungi il modificatore di caratteristica relativo a tutti gli attacchi che fai (che siano dati da azioni bonus, azione di attacco, AdO ecc), salvo laddove specificato dalla capacità come nel caso del Combattere a Due Armi. Quindi un monaco aggiunge il suo modificatore di Forza o Destrezza al danno dell'attacco fornito da Martial Arts

Qua trovi il riferimento https://www.sageadvice.eu/2016/06/13/does-the-bonus-action-attacks-from-martial-arts-and-flurry-of-blows-add-modifier-to-damage/

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Di norma aggiungi il modificatore di caratteristica relativo a tutti gli attacchi che fai (che siano dati da azioni bonus, azione di attacco, AdO ecc), salvo laddove specificato dalla capacità come nel caso del Combattere a Due Armi. Quindi un monaco aggiunge il suo modificatore di Forza o Destrezza al danno dell'attacco fornito da Martial Arts

Qua trovi il riferimento https://www.sageadvice.eu/2016/06/13/does-the-bonus-action-attacks-from-martial-arts-and-flurry-of-blows-add-modifier-to-damage/

Quindi se il monaco quando fa il secondo attacco aggiunge la dex ai danni. Allora il talento combattere a 2 armi è superfluo per il monaco finché il secondo attacco è mani nude. Giusto?

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
29 minuti fa, Sinteos ha scritto:

Quindi se il monaco quando fa il secondo attacco aggiunge la dex ai danni. Allora il talento combattere a 2 armi è superfluo per il monaco finché il secondo attacco è mani nude. Giusto?

L'attacco aggiuntivo fornito da Martial Arts deve essere necessariamente un colpo senz'armi e deve necessariamente seguire un'azione di Attacco effettuata con un colpo senz'armi o un'arma da monaco. Combattere con 2 Armi (che non è un talento, ma una capacità accessibile a tutti i personaggi finché hanno le armi giuste) è genericamente poco utile al monaco, ma permette giustappunto di usare un'arma nell'attacco dato dall'azione bonus, il che potrebbe essere comodo contro determinati mostri.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By korhil
      Buon pomeriggio. Avendo da poco iniziato la 5ed vi chiedo:
      Se con uno stregone preparo un azione di attacco con un incantesimo. Nel momento in cui scatta l azione preparata, posso applicare la metamagia? Per esempio inc raddoppiati?
      Grazie
    • By Daya
      Ciao a tutti! 
      Ho un dubbio. Sto ruolando un pg ladro con archetipo assassino a livello 5 attualmente. Allora, ho il talento "combattere con due armi" che quindi mi permette di avere un'azione bonus per un secondo attacco anche con armi non leggere. La prima domanda è : essendo un'azione bonus devo fare anche per questo attacco un txc o se colpisce il primo lo faccio in automatico? L'altra domanda, quella che mi interessa di più, é: ho azione scaltra, che mi permette di svolgere un'azione bonus solo per disimpegno/ nascondermi ecc, posso utilizzare entrambe le azioni bonus nello stesso turno derivando da un talento e un privilegio di classe o se uso una non posso usare l'altra? (es. Se mi nascondo posso fare un attacco, poi l'altro attacco con azione bonus, poi il furtivo e poi usare l'azione bonus del privilegio di classe per nascondermi e fare un altro furtivo il turno seguente?) Grazie mille ragazzi! 
    • By Azog il Profanatore
      Ehilà, salve a tutti.
      Volevo chiedere pareri su come "gestire la caduta da un tetto, mi spiego meglio: Il pg sta inseguendo dei cattivi su per i tetti e inciampa. Casca giù dal tetto, magari da un palazzo con sei piani. Deve per forza tirare per ogni finestra che incontra per appendersi e salvarsi? Voi come fate in caso qualcuno caschi in un burrone, è già spacciato o cosa?
      Perché non vorrei incentrare tutto su il tiro singolo di destrezza (sei Gastone salti sei Paperino caschi giù e muori) ma nemmeno dar troppe possibilità di salvezza (finestra uno, mancata, due, mancata, tre, mancata, quattro, mancata, cinque, mancata, sei, presa, e mi riarrampico su per il muro.
      E anche l'arrampicata voi come la gestite? (Tipo su per un muro di un palazzo con finestre oppure su per un muro di roccia)
      Grazie!!!
    • By Dulotio
      Buongiorno a tutti.
      Nel mio party c'è un Warlock di lv. 6 e alcune sue meccaniche mi stanno creando più di qualche problema. Ogni volta che credo di aver trovato una soluzione, do un'occhiata al manuale (Perfetto Arcanista) e vengo nuovamente assalito dai dubbi. Fondamentalmente il mio problema è la possibilità di legare la deflagrazione alle invocazioni nello stesso round. Ma per essere certo di avere tutte le soluzioni sotto controllo preferire fare un elenco di situazioni e capire cosa è legit e cosa no. Trovo anche molto problematico il talento "Capacità Massimizzata" (Cadv)
      Scenario 1
      È il round del warlock. Decide di lanciare una deflagrazione mistica unita all'invocazione sulfurea. 3d6 della deflagrazione (che diventato danni da fuoco grazie all'invocazione) + 2d6 della sulfurea se fallisce il TS Riflessi. Il mio dubbio è: ma lanciare una invocazione (Deflagrazione sulfurea) non è un'azione standard (pg. 11 Cadv)? Può farlo nello stesso round? Non sarebbe più corretto usare l'invocazione nel primo round e scagliare la deflagrazione nel secondo? 
      Scenario 2
      Il warlock decide di fare la medesima cosa dello scenario 1, ossia applicare l'invocazione "Deflagrazione mistica" ma vuole utilizzare anche il talento Capacità massimizzata. 3d6 massimizzati sono 18 danni. Ma si massimizzano anche i 2d6 aggiuntivi derivanti dalla sulfurea in caso di fallimento del TS?
      Scenario 3
      Il warlock oltre alla deflagrazione sulfurea vuole utilizzare l'invocazione "Catena mistica" (Cadv pg.131). A livello di regolamento non c'è problema, poiché Deflagrazione sulfurea è una invocazione a Essenza Mistica mentre Catena mistica è un'invocazione Modifica Deflagrazione e il manuale specifica proprio che è possibile applicare ad una deflagrazione questi due tipi di invocazioni. Io mi chiedo quanti round servano. Perché ok il warlock può lanciare le invocazioni a volontà ma una invocazione è un'azione standard. Il mio giocatore sostiene che possa fare tutto nello stesso round, ma secondo me ne servono almeno 3: 1 round invocazione deflagrazione sulfurea; 2 round Invocazione Catena mistica; 3 round lanci la deflagrazione
      Scenario 4
      Il warlock decide di utilizzare l'invocazione "Colpo orrendo" (Cadv pg.132). La descrizione dell'invocazione dice che con un'azione standard puoi effettuare un'attacco in mischia e l'avversario è come se fosse stato colpito da una deflagrazione, considerando anche le modifiche della deflagrazione. Ma se il giocatore volesse usare anche la deflagrazione sulfurea può farlo nello stesso round? o deve aspettarne 2: 1 round invocazione sulfurea (è un'azione standrd); 2 round Colpo orrendo con la mazza leggera = 1d6 (mazza)+3d6 (deflagrazione) +2d6 se fallisce il TS (sulfurea)
    • By Grimorio
      Il testo di Aggirare altre creature recita:
      Puoi attraversare lo spazio di una creatura non ostile. Al contrario, puoi attraversare lo spazio di una creatura ostile solo se la creatura è almeno due taglie più grande o più piccola di te. Ricordati che per te, lo spazio di un’altra creatura è considerato terreno difficile.
      Che la creatura sia amica o nemica, non puoi terminare volontariamente il movimento nel suo spazio.
      Se ti allontani dalla portata di una creatura ostile durante il movimento, provochi un attacco di opportunità, come spiegato più avanti in questo capitolo.
      Il mio dubbio è su questo passaggio:  Che la creatura sia amica o nemica, non puoi terminare volontariamente il movimento nel suo spazio.
      Vale anche per i corpi dei caduti? Un combattente potrebbe terminare il movimento nello spazio occupato dal corpo di un compagno o un avversario che è stato ucciso? Soprattutto in uno spazio ristretto dove non è possibile posizionarsi altrove per attaccare in mischia.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.