Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...

Le prime Anteprime di Pathfinder 2e: diversi mostri, la scheda del PG e altro

Pathfinder 2e uscirà in lingua inglese l'1 Agosto 2019, ovvero all'incirca fra una settimana (come vi avevamo scritto in un articolo, invece, la versione italiana dovrebbe arrivare intorno all'Aprile del 2020). Per l'occasione, dunque, la Paizo ha deciso di mostrare alcune anteprime tratte dai due manuali base, il Core e il Bestiario: la scheda del PG, alcuni estratti dalle sezioni per il DM, e le statistiche del Goblin, dello Scheletro, del Gremlin, del Gogiteth, e di numerose altre creature.
Troverete le anteprime infondo all'articolo: per ingrandire le immagini cliccate su di esse. Due versioni ad alta definizione della Scheda del PG, tuttavia, una delle quali progettata appositamente per la stampa, sono disponibili ai seguenti link:
❚ Scheda del PG di Pathfinder 2e colorata
❚ Scheda del PG B/N pensata per la stampa
Per visionare, invece, diverse altre anteprime sui mostri di Pathfinder 2e rispetto a quelle pubblicate in questo articolo, potete visitare questa pagina del sito della Paizo (anche in questo caso, cliccate sulle immagini per ingrandirle).











Read more...

Keith Baker annuncia Project Raptor: un nuovo supplemento per Eberron

Keith Baker, originale ideatore di Eberron, ha annunciato l'intenzione di rilasciare su DMs Guild un supplemento pensato per espandere l'ambientazione per la 5a Edizione di D&D. All'interno di Project Raptor (Progetto Raptor), infatti, nome che al momento identifica questo misterioso nuovo manuale, l'autore vuole sviluppare il mondo di Eberron, andando a presentare regioni mai esplorate fino ad ora. Il supplemento è previsto per la fine del 2019.
Qui di seguito potete trovare la traduzione dell'annuncio ufficiale:
Sempre nella pagina dell'annuncio Keith Baker aggiunge:

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

Vi annunciamo che visto l'arrivo dell'estate le rubriche regolari di articoli e news che vi vengono presentati dalla D'L saranno sospesi fino a Settembre, così da dare allo Staff possibilità di godersi delle meritate vacanze.
Una buona estate e buon gioco a tutti quanti.
Lo Staff D'L.
Read more...
Alonewolf87

DnD 5e [Alonewolf87] Il Lamento della Foresta - Parte 3

Recommended Posts

Khitan

Non aggiungo altro la sera prima, lasciando che passi almeno una notte prima di prendere decisioni serie. 

La notte, seppur scomoda, passa senza troppi intoppi e la mattina mi trovo nuovamente con il gruppo. Chiedo loro di appartarci un secondo, lontani dalle orecchie di Farin. Innanzitutto buongiorno. Inizio con il mio solito sorriso. Volevo scusarmi per la mia imprudenza di ieri sera. Come già detto non posso permettere che anche una singola luce venga chiacciata dalla violenza. Ma le parole di Garet mi hanno fatto pensare. Non ho alcun diritto di prendere decisioni per il resto del gruppo. Chiudo le mani dietro la schiena, abbassando il capo. Io rimango del desiderio di accompagnarla fino alla prossima città, ma avete ragione, abbiamo una missione da compiere, quindi se preferirete abbandonarla a se stessa non farò storie. Lei stessa ci ha dato la possibilità di allontanarci. Mi volto verso Gareth. Non credo che portarla in un'altra città la salverà, ma credo che possa essere un inizio. Starà a lei poi ricrearsi una vita. Torno a guardare il gruppo intero. Già abbiamo spezzato le catene che le legavano le mani, già le abbiamo dato una possibilità, e per questo lascio a voi la decisione. Il mio voto è per portarla con noi per un breve tratto. 

Non dico altro, aspettando che siano loro ad esprimersi. In caso decidano di non portarla con noi, mi assumerò la responsabilità di parlarle.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gretchen

Per me puoi fare quello che ti pare, ieri sera hai detto che è una tua responsabilità. Fai quel c4zz0 che ti pare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rasziros paladino dragonide

Non ho problemi a dormire all'addiaccio. Non sono un morbidino come questi mammiferi.

L'indomani, sembrano tutti contrariati dalla presenza della donna, tranne padre Khitan. Che ovviamente ha ragione!

"Non posso che essere d'accordo con padre Khitan. La luce deve giungere ovunque, e quando le tenebre sembrano farsi più cupe, dobbiamo essere noi Luce!"

Mi rivolgo poi alla donna.

"Signora, venite pure con noi. Non ci rallenterete, ed al prossimo insediamento sono sicuro avrete modo di sistemarvi. Fino ad allora sarete sotto la protezione di Padre Khitan e mia."

Sorrido alla maniera dei sangue di drago, ma non sono sicuro venga percepito come tale da un mammifero non avvezzo alla mia gente, quindi concludo con un inchino.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Garet 

Ormai le hai dato la tua parola Khitan, sarebbe molto peggio lasciarla sola qui. Portiamola alla prossima città, sulla strada non dovremmo correre eccessivi rischi. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza troppi ulteriori indugi vi rimettete in marcia proseguendo verso la vostra meta. costeggiando le Colline Kron verso Devarnish. Passate nei giorni successivi alcuni piccoli villaggi e centri abitati, ma in nessuno vi sentite tranquilli di lasciare Farin, che nel frattempo si sta dimostrando molto utile e volenterosa, sia per come conosce bene la zona, sia per le sue ottime doti da cuoca e procacciatrice di cibo. Nel corso dei giorni vi racconta ulteriori dettagli sulla sua vita e si dimostra molto brava a farsi prendere in simpatia da tutti, Gretchen a parte.

Alla mattina del quarto giorno, dopo che avete ripreso a seguire una grande e trafficata strada di terra battuta iniziate ad intravedere nella distanza una città, Devarnish. Farin vi spiega come essa sia il più importante centro commerciale di Veluna, lo stato teocratico nel cui territorio vi state ora muovendo. Devarnish è governata dal Conte Westin Mori e dal Vescovo Marquin Dorasie, ma le gilde di mercanti sono una presenza molto importante in città.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Levalis

Ho da giorni un brutto presentimento, facilmente percepibile dai compagni con cui ho ormai trascorso diversi giorni fianco a fianco.

Mi avvicino al compagno Garet, con noncuranza.

@DM @Hennet87

Spoiler

Il Ket non è molto lontano. Dovremmo cominciare a cercare una pista ma... Mantenendo un basso profilo - Borbotto.

Qualsiasi passo falso può mettere in allarme il nostro nemico.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Garet 

Farin si dimostra una compagna di viaggio piacevole ed utile. Questi quattro giorni di cammino spazzano via i miei timori iniziali e prendo confidenza con la donna, che mi sta sempre più simpatica e mi vizia con dell'ottimo cibo, cosa rara da trovare lungo la strada.

Nei pressi di Devarnish, vedo Levalis rabbuiato. È lui ad avvicinarsi ed a parlarmi

@Levalis 

Spoiler

Come pensi di muoverti a Devarnish? Sosteremo qualche tempo e cominceremo a cercare tracce qui? È una grande città, potrebbe essere più facile informarsi e passare sotto traccia

.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gretchen

Durante il viaggio mantengo sempre il broncio, non mi va per niente che la donna alla fine sia venuta con noi.

Alla fine, la sc4ssam1nch14 è venuta con noi....basta che il chierico mantenga la sua parola, alla fine...che me ne frega. 

Più volte, nel corso del viaggio, la donna ha cercato di rendersi utile e fare amicizia con tutti... Non ho intenzione di fare amicizia, dannata romp1palle! Sempre a fare le moine e la ruffiana, cercando di far vedere che è in grado di cavarsela...Puah, sangue e ceneri! Se avessi saputo cavartela, l'avresti mandato a c4g4r3 prima te, quel c0gl10n3! E guarda tutti come le vanno dietro...

Uuuuh, ma sentila. Ora ci fa anche da guida locale del posto. Gh...che putrida.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rasziros paladino dragonide

Alla fine, le vie della Luce sono infinite, e la donna, per quanto di umili origini, si dimostra una buona compagnia. Utile, addirittura, in determinate occasioni.

Giungiamo infine in una città importante, probabilmente la nostra gentile ospite ci lascerà qui.

Vedo Garet e Levalis parlare. Aspetto che decidano la prossima mossa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Khitan

Per tutto il viaggio rimango il più possibile vicino a Farin, deciso a mantenere la mia promessa di proteggerla, anche se sembra quasi non avere bisogno di me. Cambia completamente volto rispetto alla notte in cui ci siamo incontrati. Non mi sarei mai aspettato che in realtà si sarebbe rivelata essere una donna viva e piena di risorse. 

Arrivati in vista della città mi avvicino a Gretchen, vedendo Levalis e Garet discutere, probabilmente sul da farsi. Gretchen. La saluto con un cenno del capo. Permettimi una domanda: non sembri eccessivamente felice di essere qui. Mi volto a guardarla, il sorriso sempre spalmato sul volto e gli occhi brillanti. Stiamo cercando di salvare il mondo... o qualcosa del genere perlomeno... eppure sembra costantemente che ti stia dirigendo verso una lezione di Teorie Avanzate sulla Divina Luce. Non cerchi il contatto umano e stai ben lontana dal fraternizzare con chiunque, non permettendo a nessuno di oltrepassare la tua corazza di spine. Prendo un respiro, esitando un secondo alla ricerca delle parole giuste. Da cosa ti stai difendendo? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gretchen

Ascolto annoiata il discorso di Khitan, tenendo le braccia incrociate e guardando da un lato. Quando poi si volta verso di me, mantengo il contatto con i miei occhi da gatto, ma senza alcun sorriso. Infine, sbuffo e dico Hai finito? Tutta questa cag4ta sul salvare il mondo, per chiedermi poi il perché io non cerco il contatto umano? Faccio un passo indietro, guardando verso la città, poi rivolgo di nuovo lo sguardo verso di lui. Sai? C'è una cosa che il mio maestro amava dire sempre, come se fosse un mantra. Penso che sia davvero valida in questi casi, perle di vera saggezza. Per un istante, mi tocco il viso , verso la cicatrice che va verticale sull'occhio sinistro fino a metà guancia...la scorro col dito, partendo dall'attacccatura dei capelli, poi dico Non sono minimamente c4zz4cc1 tuoi, riprendi la c4zzo di spada e vai avanti.

Detto questo, avanzo e mi allontano dal chierico, continuando a guardare avanti. Dopo vari passi, sputo a terra.

Spoiler

Dichiaro qui, prima di dimenticarmi. Durante il viaggio cerco di tenere preparati sempre 1 mutagene di potency e uno shielded.

 

Edited by Daimadoshi85
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ tutti

Spoiler

 

a parte le discussioni tra Khitan e Gretchen aspetto che decidiate come agire ora che siete vicini alla città.


 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Levalis

@Hennet87

Spoiler

Sostare il meno possibile.Una compagnia come la nostra difficilmente passa inosservata. Vorrei evitare quanti più ostacoli possibile prima di raggiungere il Ket e cominciare le indagini...

Muovo qualche passo in silenzio, poi mi rivolgo al gruppo.

Sosteremo a Devarnish per poche ore. Faremo rifornimento di quanto necessario, poi bivaccheremo fuori città, avendo cura di non essere seguiti.

Qualcuno di voi ha altre proposte?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rasziros, paladino dragonide

"Mi trovate d'accordo. Meglio non attirare attenzioni nei centri abitati.

E forse sarebbe anche il cado di accomiatarci dalla nostra gentile ospite."

dico indicando la femmina umana che abbiamo portato via dal marito violento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Khitan

Osservo Gretchen allontanarsi, il sorriso che non vacilla di un millimetro durante il suo sfogo, andando anzi ad allargarsi. Vivere da soli è facile ma accettare l'aiuto e l'amicizia di chi ti sta attorno può mostrarti mondi altrimenti introvabili Gretchen. Mi limito a dirle, non volendo tirare troppo la corda. Avrò tempo per capire cosa la spinge ad essere così irascibile e per far breccia nella sua corazza.

Mi avvicino quindi al resto del gruppo. Mi sembra una buona idea. Rispondo alle parole di Levalis, lanciando un'occhiata a Farin. Magari potremmo approfittarne per iniziare a scoprire qualcosa in più sulla nostra destinazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so esattamente dove volete andare, ma se potessi venire ancora un pò con voi forse sarebbe meglio dice Farin qui siamo ancora troppo vicini alla mia vecchia casa, rischio di essere trovata troppo presto e facilmente. Posso aiutarvi a raccogliere informazioni e a trovare provviste a buon prezzo aggiunge poi con fare speranzoso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Garet

Non credo troverai città migliore per ricominciare rispetto a questa. Devarnish è un ottimo punto di ripartenza, sia per viverci che per trovare la tua strada altrove. È più facile non dare nell'occhio in una grande città rispetto ad una più piccola, anche se magari più lontana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Khitan

Mi volto verso Farin sentendola proporsi di seguirci ancora. La osservo attentamente per diversi secondi, inarcando la testa da un lato. Siamo discretamente lontani da suo marito ed abbiamo già messo in chiaro come la nostra missione sia estremamente pericolosa... eppure questa donna, che era sembrata tanto indifesa e remissiva, sembra volerci accompagnare ancora. Ed il suo comportamento è cambiato notevolmente dall'altra notte. 

Mi giro verso i miei compagni sussurrando: Fidatevi di me, so quello che sto per fare.

Faccio un passo verso di lei. Ci stiamo recando in un luogo estremamente pericoloso milady. Le dico con voce calma ed affabile. Siete proprio sicura di voler rischiare tanto? Siamo lontani da vostro marito e con un po' di accortezza, soprattutto in una città grande come Devarnish, sono certo che sarete al sicuro. Mi volto a guardare i miei compagni. Il patto era portarla alla città più vicina, e questo abbiamo fatto, non ho dubbi che ora sia al sicuro. Eppure c'è qualcosa che non mi quadra. Potremmo semplicemente lasciarla qui ma non sono mai stato capace di tirarmi indietro dalla mia curiosità. La donna ci nasconde qualcosa e voglio scoprire di cosa si tratti. 

Il problema è che i miei compagni tendono a fidarsi poco, a giusta ragione vista l'importanza di ciò che stiamo cercando di fare, e non credo sarebbero favorevoli... a meno che... Fingo di pensarci alcuni secondi, come avessi avuto un'improvvisa ispirazione. Sareste disposta a sottomettervi ad una serie di domande, sotto il vincolo magico della verità, per rassicurarli che non state nascondendo nulla e che siete veramente convinta di volerci seguire? Credo che questo potrebbe spingerli ad accettare con più serenità di continuare ad accompagnarvi. Non ho realmente intenzione di portarla con noi, ma la sua risposta a questa domanda potrebbe confermare o fugare i miei dubbi.

Edited by Khitan

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.