Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Esplorando Eberron è uscito in italiano

Preparatevi ad esplorare Eberron in italiano grazie alla Need Games e Keith Baker

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #3: Ferrovie e Scatole di Sabbia

Eccovi il terzo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl: Parte 1

Con Hexcrawl si intende il viaggio dei PG attraverso una mappa composta da esagoni (hex) dove ogni esagono corrisponde ad un tipo di terreno (pianura, montagna, palude, collina, mare, ecc). In questa rubrica Justin Alexander ci spiegherà nel dettaglio le regole che usa per realizzare le sue avventure Hexcrawl

Read more...

Un nuovo trailer per Dark Alliance

I fan possono ora visionare un trailer che va a mostrare in maggior dettaglio il gameplay di Dark Alliance, il nuovo videogioco a tema Dungeons & Dragons previsto in uscita nei prossimi mesi.

Read more...

La Marvel annuncia ufficialmente il GdR legato al suo Universo

La Marvel Entertainment ha deciso di entrare nel mondo dei giochi di ruolo annunciando un GdR sul loro universo fumettistico.

Read more...

Alba dei Re - T2 [gioco]


Recommended Posts

Il 17/3/2017 alle 00:18, DedeLord ha scritto:

se proverai a giocarci qualche scherzo, scoprirai che non ho bisogno di un'arma per essere pericoloso!

Fai meno lo smargiasso o se veramente mi viene la voglia di crederti, di tutta la tua compagnia solo tu rimarrai qui, assieme ai cavalli. Le minacce lo indispongono e comprendente che state avendo a che fare con qualcuno che cede facilmente alle emozioni, esattamente come successo per la stragrande maggioranza dei folletti incontrati sin'ora. C'è molto fermento tutt'intorno e tra i frenetici sbattiti di ali riuscite a cogliere il pizzicare delle corde di piccoli archi come se fossero degli occasionali scaccia pensieri.

Il 17/3/2017 alle 09:22, ynnan8008 ha scritto:

...come potremo difenderci?

L'avete sentito, no? Vi affiderete a lui (parlando di Denitor) al vostro grosso amico smargiasso. Scoppia un'altra generale risatina che puntuale viene repressa. A qualcuno potrebbe venire l'idea che questo gruppo di spiritelli non aspetti altro che una scusa e solo chi sta facendo da portavoce, per quanto irriverente, sia l'unico a moderare il loro temperamento mercuriale.

Il 17/3/2017 alle 00:51, GammaRayBurst ha scritto:

Se non dovesse trovarsi qui, vuol dire che lo cercheremo altrove.

Perché non l'avete salvato quando lo avete incontrato la prima volta? Bah! A me suona una balla, però ho già detto che non sono io a decidere. Tra poco vi guideremo da Lei, ma solo quando vi sarete liberati da ogni cosa appuntita o tagliente, come quei chiodacci. Non ho più voglia di perdere tempo in chiacchiere, quindi spicciatevi!

Spoiler

Attualmente solo il cestus di Denitor e il buckler di Oskar non sono percepiti come un arma, tutto il resto si. Anche armature e scudi chiodati e qualsiasi componente per gli incantesimi (focus divino compreso).
Eventuali armi alchemiche, come fuochi dell'alchimista ecc, sembrano che ve le lascino, molto probabilmente perché non sanno nemmeno di cosa si tratta visto che non emanano alcuna aura magica.

Se avete intenzione di nascondere qualcosa di piccolo con Rapidità di Mano, avvertitemi.

Tiressia aveva avvertito che sua sorella è paranoica.

 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Gregor E ho timore che, perfino adesso, possa essere un problema arduo da risolvere. concludo il pensiero di Oskar, per poi, per quel che sia possibile, rispondere a Denitor: In realtà, non sappi

Denitor Molti schifosi ragni cadono sotto i nostri colpi, ma altri sono in arrivo. Per un attimo, avverto il fremito delle ragnatele sotto i miei piedi, causato dall'improvviso aumento di dimensi

Denitor e Oskar  

Posted Images

Wyatt

"Mi spiego meglio. La prima volta che abbiamo visto il ragazzo, ci è apparso sotto forma di spirito, o qualcosa del genere." In breve racconto alla voce i dettagli salienti del nostro primo incontro con Ender, accennando in particolare al luogo che ha descritto e all'aiuto che ha ricevuto per comunicare con noi. "Visto che questa foresta sembra piuttosto popolosa, a me sembra un buon posto da controllare." Quando capisco che vuole farmi togliere armatura e scudo divento scuro in volto. "Questa armatura è un simbolo religioso, rappresenta l'armatura di Gorum, la nostra guida in ogni battaglia. Anche quella appena trascorsa. Farmela togliere sarebbe una grave scortesia verso chi ha benedetto la nostra vittoria. Se non mi sbatterete addosso, non si farà male nessuno."

@DM:

Spoiler

Se non c'è modo di convincere il folletto a tenere almeno l'armatura, la tolgo ma effettuo una prova di Rapidità di mano per tenere il simbolo sacro. Senza armatura (e quindi senza penalità) ho +2 come modificatore.

Non sono riuscito a trovare l'incontro con Ender, per cui sono rimasto sul generico con i dettagli, ma Wyatt dovrebbe ricordarsi abbastanza bene cosa gli è stato detto.

 

Link to post
Share on other sites

Denitor

Inizio a slacciare le stringhe della pesante armatura, senza batter ciglio, ma un sorriso involontario affiora sulle mie labbra mentre rielaboro le parole della voce che sembra comandare.
sono assolutamente sicuro che presto avremo modo di chiarirci, io e te
Sorriso che si allarga fino a divenire ghigno, mentre mi sforzo di non rispondere alle provocazioni.
....poi vedremo chi è lo smargiasso..

Il cavallo nitrisce contrariato, quando isso l'ultimo pezzo del mio equipaggiamento stringendo le cinghie di cuoio, poi mi giro e mi porto al fianco di Cameron e Gregor, per cercare di rassicurarli un po con la vicinanza.
So che non deve essere facile per voi...
sussurro loro,  osservandoli posare le componenti per i loro incantesimi
ma non temete amici, sarò sempre al vostro fianco.

Edited by DedeLord
Link to post
Share on other sites

Oskar

Pure l'armatura?? Volete per caso lasciarci in mutande? Dico con nervosismo..mentre seguo la decisione dei miei compagni.. Guardo i miei compagni poco sicuro che questa sia il modo giusto.. Dubito che potremo portare a termine la missione senza le nostre armi.. Saremo alla mercé di questi esseri..senza poter fare nulla per difenderci.. Mi tolgo l'armatura rimanendo con il solo brocchiere per difendermi e mi posiziono con gli altri.. guardo Gregor cercando di rassicurarlo.. Ti difenderò a costo della vita.. 

Link to post
Share on other sites

Gregor

Ancora esterrefatto dalla piega che le decisioni del gruppo sembra aver preso , seguo in silenzio: domandandomi come dovremmo portare a termine il compito assegnato, se anche dovessimo arrivare abbastanza vicini all obbiettivo e, non meno importante, preoccupato di quello che potrebbe succedere se i folletti dovessero decidere di attaccarci adesso, dato che ci siamo disarmati da soli, ed avrebbero gioco fin troppo facile ad annientarci.

Link to post
Share on other sites

Wyatt spinto dalla necessità intasca il religioso medaglione con fare incerto. Cameron e Gregor possono notare facilmente la cosa, ma pare che i folletti non si siano accorti di nulla visto il continuare blaterare del loro portavoce che insistentemente rimarca la sua poca convinzione nella storia del sacerdote.

Disarmati e scortati, camminate alla cieca per un tempo non meglio definito, finché un fenomeno di luci alquanto particolare permette di potersi orientare anche senza l'ausilio delle torce. Una serie di rampicanti che serpeggiano tra i rami più alti sono carichi di piccoli fiori luminescenti, tingendo il bosco di agrifogli di pacifiche tonalità pastello.

Siamo quasi arrivati... rassicura il folletto, rimasto sempre invisibile e guidandovi esclusivamente con la propria voce. Dall'alto compare il piccolo ramoscello che avete salvato, il quale si va ad appoggiare sulla spalla di Oskar sporgendosi come un marinaio che ha intravisto la costa dopo mesi di viaggio. Tira la barba del nano impaziente esortandolo ad accelerare il passo.

Protetta da imponenti menhir una largo piazzale si apre al centro del bosco. Il cielo è sempre coperto da una fitta volta di foglie e rami, ma risulta così alta che sembra vi troviate sotto le stelle. C'è anche un placido laghetto imbellito da ninfee bianche, ove al centro emerge un salice piangente che ha visto giorni migliori. Dalla punta dei suoi rami cadono gocce di rugiada propagando continui cerchi concentrici sul pelo dell'acqua e anche se solo per un attimo, avete la generale impressione di vivere il suo dolore.

Bivaccati attorno a delle braci quasi estinte, delle creature fatate tra cui un centauro di sesso femminile interrompono il loro riposo vedendovi arrivare. Quella che è senza ombra di dubbio Ventod'argento vi intercetta armata di una severa espressione. Il suo volto è scavato dal dolore. Armonica nelle forme  è un equilibrio perfetto tra una ragazza di vent'anni e un'agile stambecco di montagna. Dalla flessione del capo, qualcuno gli sta sussurrando chi siete e per quale motivo vi trovate qui, o almeno quanto voi avete raccontato...

Spoiler

257j7o5.jpg

E' andato a caccia dei servi di Behvann... risponde al proprio interlocutore, rivolgendosi subito dopo a voi. Riposatevi viaggiatori. Questa radura è sicura. Falchos farà ritorno prima del calar del sole e potrà giudicare se far continuare la vostra cerca in questo bosco.
Se avete fame, c'è del cibo indica un pietra piatta allestita con delle foglie che conservano frutta e carne cotta. Se avete sete, lì sgorga dell'acqua fresca e punta l'origine del piccolo laghetto a pochi metri da questo.

Degli altri presenti contate pixie e folletti troppo alieni per presumere che siano in grado di comprendervi. Nessuno di loro è armato.

 

Link to post
Share on other sites

Gregor

beh....sussurro ai miei...non la poco ospitale accoglienza ricevuta nel regno dell'altra driade! commento in modo che i nostri ospiti non possano sentire, prima di rispondere al benvenuto: Possiamo presumere che questo Falchos sia colui che prende le decisioni, allora? osservo, ritenendo che ammettere chi sia il satiro o non domndare, possa costituire un ammissione del fatto che noi si fosse a conoscenza del territorio in cui ci siamo inoltrati: Lo aspetteremo, quindi: approfittando della vostra generosa offerta di cibo ed acqua.

Link to post
Share on other sites

Wyatt

La completa assenza di armi e armatura mi fa sentire molto a disagio. Da quando sono entrato nella chiesa di Gorum, raramente ho dovuto abbandonare il mio armamentario così lontano. Le occhiate nervose che ogni tanto rivolgo ad una creatura che ha commesso l'errore di muoversi ai confini del mio campo visivo sono testimoni del mio stato d'animo. Per fortuna sono riuscito perlomeno a salvaguardare quella parvenza di simbolo sacro che ho fabbricato dopo aver lasciato Behvann, ma mi è di poco conforto doverlo lasciare in tasca. Come al solito lascio che siano Gregor e Cameron a fungere da portavoce.

Link to post
Share on other sites

Denitor

Cammino all'interno del bosco cercando di ostentare sicurezza, nonostante privo della pesante armatura mi senta nudo. Osservo spesso con attenzione la vegetazione, come se cercassi di vedere qualcosa nascosto e non mi allontano mai troppo dai nostri incantatori, almeno fino all'arrivo al campo dei folletti.
Il bucolico paesaggio mi distrae per qualche istante, colpendo la mia immaginazione e facendomi rilassare, almeno fin quando Gregor non rompe l'idillio parlando.

"Aspetteremo allora, ma per quanto mi riguarda al momento non ho fame"
dico bruscamente, tornando ad ammirare il luogo.

Link to post
Share on other sites

Oskar


Sempre allerta resto stupefatto dalla bellezza di questo bosco.. quando il ramoscello si posa sulla mia spalla rimango impietrito e nel momento in cui mi tira la barba grugnisco per palesare il mio malcontento.. Arrivati alla radura rimango estasiato e colpito.. L'accoglienza che ci viene data mi colpisce dritto all'orgoglio.. Prima di addentrarmi guardo la ragazza con curiosità per poi rivolgerle un leggero inchino col capo.. Vediamo se tra poco mi verrà fame sarò lieto di mangiare il cibo ci avete offerto.. Dico cercando di seguire Gregor.. 

Link to post
Share on other sites

Si, Falchos è il portavoce della driade che protegge questo bosco. Ella raramente si palesa ma è come se fosse sempre presente, offrendo protezione a chiunque ne abbia bisogno. Il vostro è un caso diverso, perciò non ho idea di quale potrà essere la risposta. Anche se sono l'ultima arrivata, credo che nessun essere umano si sia mai spinto fin qui solo per prestare soccorso ad un suo simile. Ciò vi fa onore per quel che mi riguarda. Ventod'argento arretra di qualche passo, invitandovi nella radura. Tra tutti è l'unica ad avere un arma, un arco così fittamente decorato da sembrare una reliquia.

Gregor e Oskar passano in rassegna le varie pietanze. Anche se esposte all'aria senza alcuna protezione, si rivelano comunque invitanti e di bell'aspetto. Oltre a cibi già pronti, c'è anche tutta una serie di ingredienti per cucinare, come sale, zucchero, strutto, burro e olio. Considerando questo perfetto rifornimento, chiunque si occupi dell'inventario deve possedere una grande passione per la cucina.

Il laghetto, invece, è collegato alla risorgiva da un piccolo fiumiciattolo che ha trovato il suo corso nella pietra erosa. L'acqua è così cristallina che è possibile vedere chiaramente il fondo, composto esclusivamente da affilati frammenti di quarzi opachi, più comunemente conosciuti col nome di selce.

Sempre arrampicato sulla spalla del nano, il ramoscello pigola eccitato, raccontando di come lo avete tratto in salvo. La sua storia cattura l'attenzione di alcuni dei presenti che lo tempestano di domande sul perché e percome sia successo. Purtroppo è un dialogo che avviene rigorosamente in silvano e solamente Gregor può gustare le sfumature comiche dato che Quintilio (il ramoscello) è un ricamatore provetto, capace di trasformare un topo in un drago!

Vedrete che il satiro vi darà il suo consenso! Ha la testa da caprone, ma fà e dice sempre ciò che è giusto... Tenta di rassicurare slanciandosi in una goffa forma di riconoscenza dato che quelli della sua specie non sono avvezzi nel ricevere gentilezze.

Link to post
Share on other sites

Wyatt

"Non vedo perché non dovremmo farlo. Ha chiesto il nostro aiuto e non abbiamo motivo per negarglielo." rispondo laconico. L'onore mi interessa davvero poco, ma poter guadagnare i favori di Borken di sicuro ha dei risvolti positivi. E di sicuro mi guardo bene dal dire che la nostra ricerca di Ender è stata piuttosto sporadica e subordinata ai nostri giri di esplorazione.

Edited by GammaRayBurst
Link to post
Share on other sites

Oskar

Noi nani siamo sempre disposti ad aiutare chi riteniamo nostro amico o alleato.. Dico in risposta alla centaura dopo che ha nominato la razza umana.. 

Sopporto il ramoscello sulla mia spalla.. parlare in una lingua a me ignota.. Il cibo sembra davvero buono e preso dalla curiosità prendo la cosa più strana che mi si para davanti, mangiandola senza fare complimenti.. 

Link to post
Share on other sites

Denitor

Mi limito ad ascoltare le parole della centaura e poi lo strambo racconto del ramoscello rimanendo silenzioso, ma spizzicando di tanto in tanto qualcosa dalla tavola imbandita.
la situazione non sembra pericolosa, ma il dover essere di nuovo soggetti ai mutevoli umori di un membro del popolo fatato non mi permette di rilassarmi abbastanza.
"Speriamo sia così!"
dico rivolto al piccolo ramoscello che ostenta fiducia in una decisione a noi favorevole, poi torno a scrutare il fitto della boscaglia.

Link to post
Share on other sites

Cameron

Per tutto il tempo non ho smesso di osservare l'ambiente che ci circonda. Sembra tutta un'altra musica rispetto all'accoglienza che ci ha riservato Behvann, ma ho conosciuto i folletti e soprattutto le driadi quel tanto che basta per non fidarmi molto di questo apparente idillio. Oltre al fatto che ci hanno fatto togliere ogni oggetto che poteva rappresentare per loro una minaccia.

Rispondo con un cenno del capo al complimento di Vent'Argento, il giovane esemplare di centauro di cui ci ha parlato Teorlian. La sua sola presenza e l'arco finemente lavorato fanno supporre che in queste foreste accadono cose di cui pochi esseri civilizzati sono a conoscenza, e di cui l'esistenza stessa Behvann e sua sorella sono esempi di quanto possano essere segreti ben nascosti.
'Devo veramente iniziare a scrivere quel diario'
"Oh beh, se dobbiamo aspettare, tanto vale approfittare dell'ospitalità" Non tocco né cibo né acqua, invece distendo il mantello in un punto in cui l'erba sembra particolarmente morbida e mi sdraio lì sopra, con la testa leggermente rialzata rispetto al resto del corpo.

Link to post
Share on other sites

Abbracciando il dolce far nulla, a parte assaggiare qualche solluchero, passate delle ore pacifiche. Sentite addosso la curiosità delle creature che popolano la radura e vi arrendete all'idea che in questa foresta siete voi la stranezza.

Come predetto, al tramonto giunge il satiro da Ovest. Anche se siete immersi in un perenne crepuscolo riuscite a scandire il tempo  grazie al nascere delle vostre necessità. La giornata è stata dura per tutti, Falchos compreso che si presenta con l'occhio fasciato, reduce da un duro combattimento, forse, non troppo dissimile dal vostro. Teorlian deve essersi dato un gran da fare se è riuscito a influenzare un territorio così vasto...

Falchos, appena vi vede, non pronuncia parola, aspettando qualche spiegazione. Ventod'argento cerca di introdurre il discorso ma al satiro pare che la faccenda non vada molto a genio, tanto che si rivolge a voi direttamente in taldan antico lasciando il dubbio su quanti anni abbia effettivamente: Codesto bosco non è luogo sicuro. La corte nimica è volta alla pugna e dovrete rimandare a giorni più lieti la vostra cerca. Viaggiatori, per quanto guerrieri voi siate, rimanete volti sconosciuti, oltre che figli di uomini mortali, dunque vi invito a rimanere, si, ma solo per riposare le membra e partire l'indomani mattina al più presto.

Finito il discorso mangia anche lui qualcosa. Fiaccato dalla battaglia si lascia cadere nel morbido tappeto erboso prendendosi cura delle proprie ferite. Ventod'argento rimane in silenzio e solo Quintillio cerca di dissuadere il satiro da questa sentenza. Avvicinatosi troppo, in un gesto di stizza, Falchos scaraventa via il ramoscello, proprio come se per lui la sua vita non avesse alcuna importanza. Perché tale sgradevole spina della banda del sambuco si trova ancora qui in mezzo a noi? Gli ordini erano limpidi: pattugliare i confini fino al sopraggiungere dello sfinimento. Irritato anche solo dall'idea di esser circondato da questi piccoli folletti di seconda categoria, diventa più animalesco in viso.

Quintillio borbotta mesto, rialzandosi con sguardo cupo. Perché della banda sono rimasto solo io. E se non fosse per questa gente, probabilmente quell'edera velenosa si sarebbe spinta ben oltre, senza che io riuscissi a dare l'allarme.

Conosci bene ciò che trattiene il mio zoccolo dallo schiacciare la tua secca testa, funesto parassita. Finisci seduta stante di metter alla prova la pazienza di un cuore tranquillo... e fa ciò che ti è stato detto.

Link to post
Share on other sites

Wyatt

Man mano che il tempo passa, il nervosismo per la mancanza della mia spada si attenua un po', anche se continua a tormentarmi. All'arrivo del fauno le mie speranze di mettere rapidamente in funzione il nostro piano spariscono come neve al sole e l'essere fatato si dimostra ben più ostile di quanto sperassi. Sembra che quell'stolto di Teorlian abbia esagerato un po' con gli attacchi, svalutando di fatto il valore della nostra battaglia di alcune ore prima. Mi trattengo a stento dal ribattere al trattamento superficiale a cui siamo sottoposti, anche se ogni mio principio mi suggerirebbe di risolvere la questione come minimo facendo risuonare la mia voce ad un volume adeguato fra questi alberi fin troppo tranquilli. Per il momento mi limito a scrutare i miei amici, per capire se qualcuno dovesse necessitare di una traduzione delle parole di Falchos.

Link to post
Share on other sites

Denitor

Le cose non vanno come previsto, ci toccherà rinunciare....forse
Di nuovo la sensazione di frustrazione che provo cerca di trasformarsi in rabbia, sentimento che cerco di reprimere da sempre, stavolta con successo.
Fisso un'attimo lo sguardo sul satiro, quell'attimo di troppo, ma poi volgo l'attenzione ai miei compagni, speranzoso.
"Riposiamo, come ci consigliano. Domattina decideremo meglio il da farsi."
Le ultime parole suonano dure, non riuscendo a mal celare la mia irritazione all'idea di rinunciare all'incarico.
Troppa strada per niente, troppi rischi. Non ce ne andremo a mani vuote.

L'idea di dormire circondato dagli strani spiritelli contribuisce al mio cattivo umore e non manco di mandare una sommessa imprecazione.
 

Link to post
Share on other sites

In silenzio accogliete le parole di Flachos.
Dopo il dialogo acceso con il satiro, Quintillio sparisce saltando dentro il primo cespuglio di agrifoglio che trova, lasciandovi da soli con gli altri membri della corte ardente. Trovate ricovero accanto al fuoco, assieme a Ventod'argento e qualche altro folletto che passerà qui la notte.

I pixie, sempre invisibili, non riuscite a capire se si trovano anche loro qui oppure si sono dispersi nel pattugliare i confini del bosco. La minaccia di Teorlian è tenuta in grande considerazione e visti i risultati capite che il vero potere dei seguaci di Tiressia risiede nel numero e nella collaborazione invece che affidarsi al singolo uomo.

****

Psst, psst! A bisbigliare è proprio il ramoscello, tornato nel cuore per farvi cenno di seguirlo. Tutti gli altri dormono profondamente e come in un sogno, pare che siate gli unici ad aver udito i richiami del piccolo folletto di legno.
Quatti, quatti, lo seguite sino al salice piangente. Grazie a Gregor capite che l'albero altro non è che Tiressia, o almeno una sua manifestazione qui nel piano materiale.

Dice che Falchos non cambierà idea, ma se ha risposto così è solo perché stanno vivendo la crisi. Se c'è qualcuno che può aiutarci è proprio la driade, solamente che bisogna parlarle e convincerla. L'arcansita fatica a dare credito ad un simile opzione. Lui quanto voi, sapete benissimo quale sia la prassi di Tiressia ora che è divenuta irrimediabilmente paranoica. Quintillio insiste nel indicare il salice, sottolineando che non avete molto tempo a disposizione. Credo si tratti di un passaggio di qualche genere, ma ingoro dove possa portare. Qualsiasi cosa, io mi sento obbligato a rimanere qui. Nel caso che Falchos si metta in allarme, almeno avrò modo di farvi guadagnare del tempo per il ritorno. So che da dopo la pianta gigante non ho contribuito molto, ma stavo cercando di inquadrare la situazione. Spero mi capiate. E poi abbiamo poche stelle di anice con cui poter ripararci dagli influssi della driade.

Link to post
Share on other sites

Cameron

"Andare a incontrare la driade di persona?!" mormoro a voce bassa, come se fosse una cosa troppo assurda per essere vera "Non pensavo saremmo giunti a tanto". Con Gregor che ha scelto di rimanere, rimangono tre frutti per quattro persone, comunque troppo pochi, senza considerare che Tiressia è troppo forte per essere affrontata.
"Non è una decisione da prendere a cuor leggero, e almeno uno di noi dovrà resistere da solo al suo influsso. Nel caso soggiogasse qualcuno ho un incantesimo, ma ci attirerebbe le ostilità delle driade e ci costringerebbe alla fuga o a un confronto"

tutti

Spoiler

In particolare, mi riferisco all'incantesimo Saving Finale, che permette di ritirare un TS fallito come azione immediata, ma dal momento che ha componenti somatiche e visive se lo lancio Tiressia ci attaccherà a vista o comunque non se ne starà con le mani in mano

 

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Similar Content

    • By Pippomaster92
      4 Sarenith, 4711. Okeno, mattina.
       
      Come molte altre persone avete sentito parlare anche voi della "proposta d'affari" del mercante Shamir Iqbal, e avete deciso di approfondire la cosa discutendo con uno dei banditori ufficiali di Okeno: un uomo il cui solo lavoro è mettere in contatto gente come voi con gente come Haji* Iqbal.
      Il banditore vi ha parlato a lungo per capire che genere di persone siete, specialmente per capire se sia conveniente o meno farvi incontrare con il mercante, faccia a faccia. Dopo quasi un'ora l'uomo acconsente di darvi ulteriori informazioni e vi passa un piccolo ritaglio di pergamena da appuntarvi al bavero, con il sigillo ufficiale in cera di Haji Iqbal. Vi spiega che nell'arco di due giorni egli organizzerà una cena nella sua villa, durante la quale discuterà con gli ospiti e deciderà se coinvolgerli o meno nei propri affari. 
      Secondo il banditore il giro di soldi, la "dote del mestiere" per questo tipo di lavoro può essere parecchio alta, e Haji Iqbal ha fama di essere bonario, pio e soprattutto molto generoso con chi lo merita. In passato ha già lavorato con avventurieri di vario tipo, anche se di solito per operazioni commerciali di breve durata; comunque i partner commerciali del mercante hanno sempre manifestato grande soddisfazione e ne sono sempre usciti arricchiti. 
      Dopo avervi dato l'indirizzo della villa di Iqbal, il banditore vi suggerisce di non perdere la pergamena (vi identificherà agli occhi delle guardie) e soprattutto vi suggerisce di lavarvi e presentarvi in modo dignitoso, per fare bella figura. Visto che gli sembrate simpatici, aggiunge che dovrete stare doppiamente in guardia perché ha già dato sigilli di pergamena e cera ad altre persone: non siete gli unici candidati per questo posto. 
       
      6 Sarenith, 4711. Okeno, tardo pomeriggio.
      Raggiungete il palazzo del mercante con facilità, muovendovi in stradine buie dove la frescura vi da tregua dal torrido sole che sovrasta Okeno. 
      Come le abitazioni della maggior parte dei mercanti onesti e ragionevoli, la casa di Haji Iqbal appare come  un grande edificio ben tenuto, ma non offre alcun indizio sull'opulenza in esso contenuta. Si tratta ovviamente un gesto d’altruismo, per evitare di indurre i passanti nel terribile peccato dell’invidia.
      Da dove vi trovate è possibile vedere solo un alto muro di cinta, e intravedere le mura interne dell’edificio vero e proprio. Un portone in legno intarsiato e ferro damascato è guardato a vista da due eunuchi dalla pelle scura, scintillanti lame esotiche infilate nelle fusciacche di seta verde.
      Siete attesi, avete con voi i sigilli di pergamena e probabilmente il banditore di due giorni fa ha fornito una descrizione sommaria al padrone di casa: sia quel che sia le due muscolose guardie vi aprono la porta senza fiatare. 
      Superate le mura vi trovate in un lussureggiante giardino, tenuto in ombra dagli alti alberi che delimitano alcuni sentieri lastricati in pietra. Il piccolo parco circonda la casa su tutti e quattro i lati, offrendo un ulteriore velo all'intimità di chi vi abita.
      Al vostro ingresso un servitore si avvicina con un sorriso, e dopo un mezzo inchino vi chiede di seguirlo; vi scorta fino ad un colonnato e da qui ad un secondo giardino, questo costruito all'interno del palazzo vero e proprio. Anche qui ci sono alberi, erba, vasche con acqua e un porticato in legno intagliato sotto il quale sono disposti cuscini e bassi tavoli, il tutto approntato per un banchetto. Vi si chiede di accomodarvi e attendere il padrone di casa, che arriverà a breve.
      Mentre aspettate vi vengono serviti alcuni datteri addolciti col miele e delle coppe contenenti fresca acqua di rose. Due musicisti suonano piano una melodia dolce e ripetitiva, mentre da una macchia di arbusti coperti di fiori, a qualche metro da voi, emerge un ghepardo con un collare tempestato di zaffiri. Lo accompagna una bellissima e fiera ragazza straniera dalla pelle abbronzata e con numerosi tatuaggi bianchi sul corpo: una shoanti, probabilmente, o una di quelle streghe varisiane. Lei, i servitori e i musicisti hanno tutti splendide cavigliere argentee, lussuosi simboli della loro condizione di schiavi. Le due belve, il felino e la fanciulla, non vi degnano che di uno sguardo e scompaiono in una delle stanze che si affacciano sul giardino.
       
      Non siete gli unici ospiti di Haji Iqbal. Già seduti al lungo tavolo per la cena ci sono tre vudrani** dall'aria rigidamente compassata. Ciascuno è completamente rasato, e tutti portano sulla fronte un bindi circolare color argento. Dietro di loro, posate elegantemente a terra, si trovano tre corte lance dalla punta argentata e adorne di nastri gialli, e del medesimo colore sono le loro vesti di seta. Al vostro ingresso i tre umani vi osservano lungamente, ma non vi concedono spontaneamente né il saluto né alcuna altra parola.

      E poco dopo il vostro arrivo giunge un quartetto composto da tre nani e una nana, tutti con una faccia poco raccomandabile. Si sono presentati ben puliti, le barbe degli uomini pettinate e oleate, il velo della donna che lascia scoperto un volto piacevole ma arrogante, decisamente nuovo e ben inamidato. Ma è chiaro che sotto questa patina di civiltà ci sono quattro briganti, o criminali di bassa risma: il portamento è tipico di chi sa farsi rispettare nei bassifondi, le nocche dei tre maschi sono coperte da tatuaggi in nanico e tutti e quattro hanno al fianco corte asce con le lame ricche di segni e tacche. Si siedono ad una certa distanza da voi, con gli uomini che si dispongono a protezione della nana: la donna è chiaramente il capo del quartetto. 
      Nota
       
      *Haji è un termine onorifico che si usa per uomini anziani o comunque maturi, pilastri della società senza però essere nobili o sacerdoti. Per le donne si usa Hagga, ma è più raro. 
      **Abitanti della sperduta Vudra, la terra dei Regni Impossibili. Equiparabile alla nostra India. I vudrani sono gli umani nativi del posto. 
    • By Doctor95
      Ciao a tutti! Sono Paolo, ho 26 anni e sono un giocatore alle prime armi in cerca di un gruppo con cui giocare di ruolo online. Ho familiarità con D&D quinta edizione, Pathfinder e Namelessland. Mi piace molto giocare online utilizzando discord+roll20 (o simili). Sono disponibile tutti i giorni (preferirei non il giovedì ma se è l'unica opzione posso trovare il modo di esserci), dalle 21:00 in poi. Se fosse possibile inserirmi in un gruppo che deve partire o già avviato mi farebbe davvero molto piacere! Di seguito trovate il mio nickname discord: Doctor95ITA#7773. Potete contattarmi rispondendo al post, in PM oppure su discord a seconda di ciò che preferite.
      Grazie mille!
    • By illurama
      Salve a tutti!
      Premetto che si tratta di un esperimento.
      Sto cercando di creare un dungeon per la mia campagna irl e so per certo che Pathfinder non è il sistema più appropriato per questo particolare dungeon. Vorrei però comunque provare a trasmettere il senso del dungeon anche alla mia compagnia.
      Vorrei provare a proporre una versione dei coboldi di Tucker. Ovviamente, per cercare di creare una situazione il quanto più possibile simile alla mia campagna, i vostri PG non sanno che andranno a combattere coboldi. O almeno non prima dell'inizio di quest'avventura.
      Inoltre, per esigenze di trama e anche perché comunque i PG sono di livello piuttosto alto, l'avventura è ambientata in un territorio inospitale, ovvero una specie di piano del gelo.
      La missione è una semplice estrazione, recuperare dei prigionieri che sono stati catturati da questi coboldi qualche giorno prima.
      Essendo una specie di test, non pongo particolari limiti alle build, l'importante è che sia materiale ufficiale e che venga rispettata la sensatezza delle cose scritte prima (e la ragionevolezza).
      Per esempio, non accetto un ranger che ha come nemico prescelto i coboldi, un'arma anatema dei coboldi, e magari pure un anello della resistenza al freddo.
      Non si tratta di un dungeon enorme... Quindi non dovrebbe essere particolarmente lungo.
      Infine non è necessario un BG o una particolare caratterizzazione del PG. Il giusto che vi diverta.
      - Sistema di gioco Pathfinder
      - Livello 13
      - frequenza di 2-3 post a settimana
      Cerco 4 giocatori. Casomai ci fossero più candidature non sceglierò necessariamente in base all'ordine di arrivo.
    • By Wollof
      Come da titolo vorrei provare la seconda edizione di PF ma non conosco nessuno che voglia fare il Master in questo gioco, qualcuno può aiutarmi?
      Grazie
    • By Albedo
      Anche se probabilmente sarà difficile... cerco gruppo, nuovo o avviato.
       

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.