Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Weis e Hickman annunciano ufficialmente 3 nuovi romanzi su Dragonlance

Margaret Weis e Tracy Hickman, i creatori originali di Dragonlance, hanno annunciato ufficialmente l'arrivo di tre nuovi romanzi basati sulla celebre ambientazione di D&D.

Read more...

Wizlocks

In questo articolo di GoblinPunch un mago pazzo da per sbaglio vita a una creatura folle...ed esilarante.

Read more...

Strumenti per i nuovi DM III - Improvvisazione per i nuovi Dungeon Master di D&D

In questo terzo articolo della nostra rubrica dedicata ai nuovi DM affronteremo il tema dell'improvvisazione e di tutte le abitudini che possono renderci più flessibili quando masteriamo.

Read more...

Pathfinder Prima e Seconda Edizione in offerta su Amazon

Amazon fa una gradita sorpresa ai fan di Pathfinder scontando molti manuali di entrambe le edizioni del fortunatissimo gioco della Paizo.

Read more...

Le Sale del Mago Folle

Esplorate le sale di Callisto, il mago folle, e perdetevi dentro le sue stanze realizzate secondo un impossibile geometria non euclidea.

Read more...

6° stagione di Game of Thrones, cosa aspettarci?


Recommended Posts

Come quasi ogni 25enne nerd e patito di GdR sono amante delle vicende di Westeros. Sono stato "iniziato" nel 2012, un amico mio mi aveva regalto il primo volume della serie (unicorni, stramaledetti unicorni!!!) e.. wow, mi aveva preso. Ma proprio tanto, eh. Ho continuato a leggere in italiano fino a La Regina dei Draghi (la seconda parte di Clash of Kings), poi stufo sia di traduzioni alterne che di spendere 10€ per un romanzo a metà sono passato a quelli in inglese. L'anno scorso mi sono letto A storm of Swords, qualche mese fa ho concluso A Feast of Crows. Ho cominciato A Dance with the Dragons qualche settimana fa, ma mi sono fermato dopo i primi due-tre capitoli perché sto in alto mare con gli esami.

Qualche mese fa su Sky on Demand, per inaugurare l'imminente arrivo della quinta serie, metteva a disposizione le prime tre stagioni. Non mi sono lasciato pregare: in una settimana mi sono fatto questa bella maratona, con tutte le sorprese (e mazzate sui malleoli) che George Martin sa rifilarti sotto il tavolo. Dalla seconda metà della seconda stagione ho notato che la serie cominciava a prendere un pò le distanze dai romanzi, ovvero cambiano parte di personaggi e situazioni, ma è stato comunque un cambiamento gradito.

E poi arriviamo alal quinta stagione. I traduttori italiani hanno messo "Westeros" come "l'Occidente" (argh!), e hanno cambiato anche il doppiatore di Tyrion, ma per il resto la 5° stagione è stata fenomenale... meno l'ultimo episodio.

L'ultimo episodio della 5° stagione è stato, a mio parere, "rovinato" dala HBO. Hanno voluto fare quei mezzi-finali dei personaggi rimasti in vita, lasciandoci in sospeso e a chiederci "Mica è realmente morto? Cosa succederà ora? Dove andrà?". La serie dovrebbe cominciare a fare la sua produzione in questi giorni, e verrà trasmessa dalla HBO nel prossimo aprile. Ovviamente la fregatura è dietro l'angolo, e in una intervista George Martin dichiara che scrivere la sceneggiatura della 6° stagione gli sottrae tempo per scrivere The Winds of Winter:

http://www.cinemablend.com/television/Game-Thrones-Season-6-Why-George-R-R-Martin-Won-t-Write-An-Episode-71005.html

After wrestling with it for a month or so, I've decided not to script an episode for season six of Game of Thrones.  Writing a script takes me three weeks, minimum, and longer when it is not a straight adaptation from the novels. And really, it would cost me more time than that, since I have never been good at changing gears from one medium to another and back again. Writing a season six script would cost me a month's work on Winds, and maybe as much as six weeks, and I cannot afford that. With David Benioff, D.B. Weiss, and Bryan Cogman on board, the scriptwriting chores for season six should be well covered.  My energies are best devoted to Winds.

Facciamo quindi un'analisi dei personaggi apparsi nell'ultimo episodio della 5° stagione, e speculazioni su che cosa potrebbe accadere a loro nella 6° stagione... ovviamente messo tutto in spoiler:

Arya Stark: Anziché uccidere l'uomo che Jaqen gli aveva indicato, Arya pedina Meryn Trant fino al bordello di Braavos; sottrae quindi una maschera alla Casa del Nero e del Bianco per alterare le sue sembianze, in modo da potersi avvicinare all'uomo e ad ucciderlo. Ovviamente, sia Jaqen che la ragazza che serve al tempio non gradiscono quanto lei abbia fatto: davanti ad Arya Jaqen si uccide bevendo il veleno, la ragazza diventa Jaqwn (what?) e Arya diventa cieca. Non ho ancora capito come fa Arya a perdere la vista, ma oramai la frittata è fatta.

Arya potrebbe trovarsi relegata nel tempio, oppure potrebbe venire caccita via e costretta a vivere come una mendicante a Braavos, e magari proprio qui potrebbe incontrare Samwell. Ma potrebbe aver perso non solo la vista ma anche i suoi ricordi da "Arya", in tal caso non si ricorderebbe di suo fratello Jon se mai Samwell dovesse parlargliene.

Brienne di Tarth/Stannis: L'ultima scena in cui abbiamo visto la donnona è avvicinarsi a Stannis, oramai solo e ferito ad una gamba, e dal POV del Baratheon prendersi un fendente... ma a mio parere Brienne non l'ha ucciso; questo perché erano appunto le ultime apparizioni di ambedue i personaggi. È innegabile l'affetto e la fedeltà che la legavano a Renly, ma non al punto da spingerla ad uccidere un uomo indifeso. Secondo me, anziché ucciderlo, gli ha tagliato la gamba ferita e l'ha catturato; forse intende portarlo ad Approdo del Re, o forse lo vuole torturare, non si sa.

Jaime/Myrcella Lannister/Trystante Martell: Quanto di m***a ci sarei potuto restare? Da quel grandissimo bastardo che era, ora Jaime sta diventando uno dei "buoni", e mi si è spezzato il cuore nel vedere Myrcella agonizzante fra le sue braccia... voglio dire, farsi baciare da una donna mi ha fatto suonare un campanello d'allarme che tristemente si è realizzato. Sarebbe fin troppo bello credere che Myrcella riesca comunque a salvarsi, ma le probablità che qualcuno a bordo abbia l'antidoto sono infinitesimali. La vendetta di Elaria sembra essersi compiuta, e sarà ovviamente la pietra miliera della guerra tra Westeros e Dorne, e bisogna vedere come reagirà Trystante ad apprendere alla morte della sua futura sposa. Martin potrebbe rigirarci la frittata al punto che, vendetta per vendetta, Cersei decida di farlo giustiziare. Per quanto riguarda Jaime due sono le cose; decide di introdursi nuovamente a Dorne per uccidere Ellaria, o ritornare a Westeros per dare la triste notizia a Cersei.

Cersei Lannister: L'idea di militalizzare i seguaci dell'Alto Passero, alla fin fine, le si è ritorto contro; Cersei non ha mai pensato che Lancel potesse metterla alle strette. Anche se riesce a nascondere la sua relazione incestuosa con Jaime, si trova comunque costretta a dover percorrere nuda la strada che porta dal tempio dei sette alla fortezza sotto gli occhi del popolino. Un affronto che ovviamente qualcuno dovrà pagare, ma non nell'immediato; la regina (e forse anche il figlio) ha compreso che l'Alto Passero ha il sostegno e la protezione del popolo, e che mandare le guardie ad ucciderlo o ad arrestarlo avrebbe conseguenze tragiche in città. Quindi per il momento lascerà perdere, rimanendo dentro alla fortezza (e se mai dovesse uscire una scorta di soldati non gliela leva nessuno). Forse intende aspettare il momento giusto, magari cogliendo un qualche momento di debolezza o disonestà nell'uomo che l'ha così umiliata e presentarne poi le prove al popolo prima di ucciderlo.

C'è poi la questione della nuova guardia, l'omone che la prende in braccio e che sembra seguire Qyborn... è evidente che possa trattarsi della Montagna, divenuto una sorta di zombie. Nei romanzi si parla che lo scheletro della Montagna siano stati consegnati a Dorne come provadella sua morte, ma io penso che Qyborn li abbia fregati mandando le ossa di un gigante (se i Targaryen avevano conservato le ossa dei draghi, un qualche maestro non aveva forse con sè le ossa di questi uomini giganteschi?).

Tyrion Lannister/Darioh/Jorah/Missandei/Verme Grigio/Varys/Daenerys: Dopo tutta la baraonda accaduta a Meereen, Daario riesce a convincere il Folletto a rimanere in città ed agire come portavoce della Regina dei Draghi per mantenere il controllo della città. Con il sostegno di Varys ci sono buone probabilità che, almeno nella prima parte della stagione, il Folletto riesca a farsi rispettare/odiare senza venire accoltellato nel sonno dai Figli dell'Arpia... tuttavia Darioh è stato, per me, fin troppo convincente nelle sue sue argomentazioni; dal suo modo di fare sembra quasi che in realtà sia affiliato ai Figli dell'Arpia, se non lui stesso il capo dell'organizzazione: potrebbe aver lasciato il Folletto a Meereen certo che egli verrà prima o poi ucciso, si porta con sé Jorah lasciando Verme Grigio in città perché sa che l'Immacolato è diffidente di natura. Quindi parte con Jorah poiché, essendo il cavaliere un occidentale, non è così bravo nel capire le "righe piccole" della mentalità dell'Essos e ucciderlo quando capiterà l'occasione. Ma potrei anche sbagliarmi, eh.

Passando poi a Daenerys: ho avuto un mostruoso deja vu nel vederla circondata da quel khalasar, perché mi sono venute in mente le parole di Vyseris su quello che ha detto alla prima stagione, riguardo a... beh, quello Due sono le cose; o decidono di catturarla e renderla una schiava (ma poi Daenerys riesce a conquistarsi le grazie del khal), oppure il khal in questione cercava proprio Daenerys per mettersi al suo servizio. Ovviamente, nel primo caso, Drogon verrebbe scannato come un maiale (ricordiamo che è stato ferito dalle lance dei Figli dell'Arpia) per essere poi "riciclato" in armi e armature del khal.

Samwell/Gilly/Jon Snow/Melisandre/Davos/Sansa/Theon: Qui le cose si fanno molto, ma molto spinose. Nei romanzi Samwell e Gilly partono subito dopo che Mance viene bruciato sul rogo, portandosi con sè Maestro Aemon e un altro confratello a Braavos. Aemon muore durante il viaggio, e il confratello manda a quel tutto e tutti per infilarsi in un bordello (per poi essere ucciso da Arya); nel telefilm, invece, Aemon muore nella Barriera e Sam e Gilly partono all'ultimo episodio (e sono ignari di quello che accade di lì a poco a Jon).

Jon, beh, porca ladra, è stata una infamata bella e buona: essere pugnalato a tradimento da mezza Barriera, a cominciare da Thorne ad Olly. La wiki del telefilm (da non confondersi con quella dei romanzi) dichiara che Jon muore dopo la serie di coltellate: solo, abbandonato, e con una chiazza di sangue grossa così sulla neve. Con l'inquadratura finale che ha chiuso la stagione mi aspettavo che sorgesse come non-morto, ma così non è stato (e per fortuna). Ora, due sono le cose:

1) Quella s*****a di Melisandre deicde di invocare il potere di R'hllor per riportarlo in vita. Perché deve, cavolo, dopo aver convinto Stannis a bruciare la sua unica figlia per far sciogliere la neve che bloccava mezzo esercito, ma che dopo aver saputo che appunto mezzo esercito aveva disertato dopo aver assististo il rogo è fuggita via (e Stannis non ha ordinato ai suoi uomini d'inseguirla e ucciderla), ce lo deve PORCA PUTTANA. Lo sa fare Thoros di Myr, sarà in grado anche lei.

2) In qualche modo, la coscienza di Snow va ad impossessarsi di Spettro. Ma questo lo vedo come una forzatura immane: Jon dovrebbe avere dei poteri di warg nei romanzi, mentre nel telefilm la cosa non viene assolutamente menzionata (poteri che, invece, ha suo fratello Bran)

Per quanto riguardano Davos e Melisandre: la donna, ovviamente, non intende fare parola di cosa è successo a Stannis. Davos, interpretando il silenzio della donna, crede che la figlia del re sia stata uccisa in battaglia, ma se dovesse scoprire la verità certamente la prenderebbe ad accettate. Con gli eventi avvenuti alla Barriera due sono le cose:

1) Abbandona il posto per evitare rogne, e parte alla ricerca del re;

2) Rimane alla Barriera e si unisce ai Guardiani della Notte

E Melisandre? Se non dovesse riportare in vita Snow potrebbe ritornarsene a Braavos, e proprio lì incontrarsi nuovamente con Arya. E, magari, sarà proprio lei a restituirle la vista.

Per quanto riguardano Sansa e Theon: non possono essere sopravvissuti al salto. Non siamo ad Assassin's Creed, dove se ti butti da millemila metri e atterri dentro un covone di grano ne esci fuori immacolato. Non siamo nemmeno nella Terra di Mezzo, dove il deus ex machina "aquile giganti" fanno sempre comodo.

Personaggi delle stagioni precedenti, che però non appaiono a 5x10: Thoros di Myr, Ditocorto, il Mastino, Dendarrion, Gendry, Bran, Catelyn/Lady Cuordipietra (sì, nei romanzi tornava in vita grazie a Thoros di Myr, ma Dendarrion moriva definitivamente) e Tormund? Non ne ho idea di cosa sia accaduto a loro, nè se avranno un qualche ruolo nella 6° stagione. Chi come me legge i romanzi, ha notato i cambiamenti di sviluppo personaggi/eventi del telefilm che prendono un pò le distanze dai romanzi. Tutto può essere possibile.

Incluso il mattone di R'hllor. UNA FIGATA PAZZESCA

Edited by HITmonkey
Inserimento prefisso e tag
Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

  • Replies 1
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Ciao a tutti,
scusate se mi intrometto maho bisogno del vostro aiuto, di recente durante una discussione sulla serie TV di TDS sono stato accusato (a mio avviso ingiustamente) di aver spoilerato.
Mi spiego meglio: ho rivelato ad un mio amico (che non legge i romanzi) l'identità del rapitore di Lyanna Stark ipotizzando con una buona sicurezza che vosse il padre di Jon Snow.
Il mio amico sostine che il personaggio di Rhaegar Targaryen non viene mai menzionato e non viene mai spiegato il suo ruolo nella "Ribellione di Robert".

Qualcuno può aiutarmi?

Grazie
Alessandro

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By MadLuke
      Ho voluto leggere questa trilogia su consiglio di un amico, e perché avevo già letto con gran soddisfazione quella del Mare Infranto (anche se pubblicata successivamente). Dopo un poco di delusione nei primissimi capitoli, derivante dall'assistere alla comparsa di personaggi che sembravano piazzati a caso, l'intreccio entra rapidamente nel vivo. I personaggi acquistano rapidamente sia spessore psicologico (anche se non quanto quelli della saga di George Martin, ad eccezione dell'inquisitore Glotka di cui leggiamo anche i pensieri) che ruolo nello svolgimento degli intrighi e guerre che incombono. I colpi di scena si susseguono ma senza mai scadere nell'eccesso, e le scene si tingono di rosso sangue (decisamente più di quanto succeda nella saga di Martin, per fare un ultimo paragone), sia nelle battaglie che nei duelli, resi con grande varietà e nitidezza di dettagli ognuno, sia nelle trame oscure che sottendono alla vita di corte.
      Tra i principali meriti dell'opera io ne ho apprezzati principalmente due: senza mai tradire l'ambizione epica, viene costantemente palesato il dubbio di tanti personaggi, molto diversi tra loro, sul senso ultimo delle loro azioni. Su come bene e male siano concetti che si prestano facilmente a intepretazioni relative, mai pienamente sostenibili senza ammantarli con almeno un poco d'ipocrisia, in fin dei conti sempre sostenuta dal nostro ego, dalle piccole ambizioni e meschinità personali. E poi l'opera catartica che svolge la morte, l'unica vera foriera di pace interiore, l'unica in grado di sottrarre gli uomini alla fatica e all'angoscia di vivere, anche di restituirgli un po' di umanità vera o apologetica che sia, mentre chi sopravvive è suo malgrado svelto nel reimmergersi nelle stesse solite abitudine, vizi e debolezze.
      Preziosi aforismi sulla bocca dei personaggi, o anche famose citazioni storiche a presentazione delle diverse parti, sintetizzano perfettamente i temi che vanno a svolgersi nei capitoli successivi, e offrono uno spunto di riflessione in più per il lettore.
      Voto: 5/5
    • By SilentWolf
      Mentre ancora si attendono novità sul film di D&D, oramai in pre-produzione da diversi anni e al momento previsto per il 2022, incomincia a prendere forma il progetto di una serie televisiva collegata al Gdr più famoso al mondo. Proprio in questi giorni, infatti, l'Hollywood Reporter ha scoperto che Derek Kolstad, sceneggiatore dei film di John Wick e della serie tv Marvel The Falcon and The Winter Soldier, ha ricevuto da eOne (casa di produzione cinematografica e televisiva di proprietà della Hasbro) l'incarico di scrivere la sceneggiatura di una serie tv live-action su D&D e di prepararne un pitch, ovvero la promozione della serie a un network televisivo o a un servizio in streaming così da convincerli ad acquistarla e a distribuirla.
      Attualmente non si conosce nulla su questa nuova serie tv, tranne per il fatto che si tratterà di una serie live-action, dunque con attori in carne e ossa. Non si sa, invece, se sarà in qualche modo collegata al film o se si tratta della stessa serie a cui fece cenno qualche tempo fa il CEO della Hasbro Brian Goldner. Potrebbe anche non essere l'unico prodotto televisivo su D&D che la Hasbro sta provando a realizzare: in base a quanto dichiarato in un articolo di Variety, infatti, la eOne sarebbe in trattativa per creare una serie di prodotti non ancora annunciati su Dungeons & Dragons. La Hasbro, dunque, sembrerebbe intenzionata a creare un vero e proprio universo multimediale collegato al noto Gdr, ma per poterlo sapere con certezza dovremo aspettare maggiori informazioni in merito. E' importante in particolare ricordare che una serie tv non può essere considerata certa fino a quando un network televisivo o un servizio streaming non l'hanno acquistata per la distribuzione.
      Grazie a @Muso per la segnalazione.
      Fonti:
      https://www.hollywoodreporter.com/heat-vision/dungeons-dragons-series-in-the-works-with-john-wick-writer-exclusive?utm_medium=social&utm_source=twitter

      https://variety.com/2021/tv/news/dungeons-dragons-series-1234886732/  
    • By SilentWolf
      Lo sceneggiatore dei film di John Wick e della serie Marvel The Falcon and the Winter Soldier ha ricevuto l'incarico di scrivere la storia per una serie tv basata su D&D.
      Mentre ancora si attendono novità sul film di D&D, oramai in pre-produzione da diversi anni e al momento previsto per il 2022, incomincia a prendere forma il progetto di una serie televisiva collegata al Gdr più famoso al mondo. Proprio in questi giorni, infatti, l'Hollywood Reporter ha scoperto che Derek Kolstad, sceneggiatore dei film di John Wick e della serie tv Marvel The Falcon and The Winter Soldier, ha ricevuto da eOne (casa di produzione cinematografica e televisiva di proprietà della Hasbro) l'incarico di scrivere la sceneggiatura di una serie tv live-action su D&D e di prepararne un pitch, ovvero la promozione della serie a un network televisivo o a un servizio in streaming così da convincerli ad acquistarla e a distribuirla.
      Attualmente non si conosce nulla su questa nuova serie tv, tranne per il fatto che si tratterà di una serie live-action, dunque con attori in carne e ossa. Non si sa, invece, se sarà in qualche modo collegata al film o se si tratta della stessa serie a cui fece cenno qualche tempo fa il CEO della Hasbro Brian Goldner. Potrebbe anche non essere l'unico prodotto televisivo su D&D che la Hasbro sta provando a realizzare: in base a quanto dichiarato in un articolo di Variety, infatti, la eOne sarebbe in trattativa per creare una serie di prodotti non ancora annunciati su Dungeons & Dragons. La Hasbro, dunque, sembrerebbe intenzionata a creare un vero e proprio universo multimediale collegato al noto Gdr, ma per poterlo sapere con certezza dovremo aspettare maggiori informazioni in merito. E' importante in particolare ricordare che una serie tv non può essere considerata certa fino a quando un network televisivo o un servizio streaming non l'hanno acquistata per la distribuzione.
      Grazie a @Muso per la segnalazione.
      Fonti:
      https://www.hollywoodreporter.com/heat-vision/dungeons-dragons-series-in-the-works-with-john-wick-writer-exclusive?utm_medium=social&utm_source=twitter

      https://variety.com/2021/tv/news/dungeons-dragons-series-1234886732/  

      Visualizza articolo completo
    • By Nyxator
      Girovagando nel magico tubo delle meraviglie in cerca di musiche per gdr mi sono ritrovato in quel di Barovia.
      No, davvero, non scherzo. All'inizio ho pure pensato fosse qualcosa di ufficiale, alla chessò "levo la scatola bara kitsch e ci schiaffo il cd audio."
      Invece è una playlist fanmade con 13 (più una contenitore) musiche per Curse of Strahd.
      Siccome imho è assai azzeccata e magari torna utile, ve la segnalo. 
       
       
      (Nota: i titoli potrebbero contenere piccoli spoiler su nomi di png e location)
       
       
      P.S: sul canale ho visto che in questo periodo l'autore sta postando quelle per Rime of the Frostmaiden. 
    • By Aranar
      Da domani esce in edicola a cura di Hachette la collana dei libri dedicati a Forgotten Realms e Dragonlance. Purtroppo le informazioni sono piuttosto confuse, pare saranno 53 libri (ma si conoscono i titoli solo dei primi 4) ma non trovo il piano dell'opera

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.