Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Progetta Le Tue Avventure #3: Ferrovie e Scatole di Sabbia

Eccovi il terzo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl: Parte 1

Con Hexcrawl si intende il viaggio dei PG attraverso una mappa composta da esagoni (hex) dove ogni esagono corrisponde ad un tipo di terreno (pianura, montagna, palude, collina, mare, ecc). In questa rubrica Justin Alexander ci spiegherà nel dettaglio le regole che usa per realizzare le sue avventure Hexcrawl

Read more...

Un nuovo trailer per Dark Alliance

I fan possono ora visionare un trailer che va a mostrare in maggior dettaglio il gameplay di Dark Alliance, il nuovo videogioco a tema Dungeons & Dragons previsto in uscita nei prossimi mesi.

Read more...

La Marvel annuncia ufficialmente il GdR legato al suo Universo

La Marvel Entertainment ha deciso di entrare nel mondo dei giochi di ruolo annunciando un GdR sul loro universo fumettistico.

Read more...

I Cinque Tipi di Dilemmi Morali - Parte 2

GoblinPunch finisce oggi di parlarci dei possibili dilemmi morali da inserire nelle nostre partite.

Read more...

Alcune mie segnalazioni


Recommended Posts

Ciao,

dato che da un po' di tempo io e il raemar guardiamo serie TV a più non posso, ho pensato di elargire qualche consiglio (non richiesto :P) a riguardo, specialmente su quelle poco conosciute ma di gran valore.

Come comedy segnalo assolutamente 30 rock, che dopo 6 stagioni ancora riesce a farmi ridere ad ogni puntata; anche The middle non è male; Community è favolosa, terribilmente sottovalutata. Epiche le puntate del paintball; molto divertente anche Don't trust the b**** in apartment 23.

Come serie drammatiche una novità che vale la pena di vedere è The newsroom, un punto di vista molto interessante; anche Awake nasce da una bella idea per la trama; Touch è carina ma diventa un po' uguale dopo poche puntate... ma vale la pena provare.

Approfitto anche per fare un brutto commento su Once upon a time: una bella idea sviluppata malissimo. Dopo alcune puntate si perde interesse, perché hanno già rivelato troppo. Bleach.

Link to post
Share on other sites

  • Replies 18
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

30 Rock la seguivo quando potevo su RAI4 e mi piaceva molto (tranne la voce di Pino Insegno che fa il nero).

Hai mai visto "Breaking Bad"? È poco conosciuta in Italia, ma merita davvero molto.

E' sulla mia lista "da vedere" :). Ah, per inciso, tutte le serie vanno guardate in lingua originale, se no molte non valgono nulla. (vedi TBBT)

Link to post
Share on other sites

Community è favolosa, terribilmente sottovalutata. Epiche le puntate del paintball;

Completamente d'accordo. Una serie assolutamente fantastica il cui futuro è purtroppo al momento incerto vista la separazione di Dan Harmon dal ruolo di showrunner. Una quarta stagione ci sarà di sicuro, ma non si sa come sarà. Speriamo rimanga al livello delle prime tre, perchè Community è una di quelle serie tv che meritano davvero. Non perchè magari non c'è nient'altro da vedere, ma proprio perchè è estremamente ben fatta, con personaggi sicuramente molto validi ed un umorismo davvero di alto livello. Se ben ricordo ha avuto il problema di essere stata trasmessa più o meno in contemporanea con The Big Bang Theory, mettendosi quindi in diretta competizione con un prodotto che ha avuto un successo di pubblico e critica enorme e rivolgendosi, sotto alcuni aspetti, ad una fascia di pubblico molto simile.

Approfitto anche per fare un brutto commento su Once upon a time: una bella idea sviluppata malissimo. Dopo alcune puntate si perde interesse, perché hanno già rivelato troppo. Bleach.

Posso chiederti di più a riguardo? Ho visto la prima stagione e devo dire che a me è piaciuta. Non è tra le mie serie preferite di sempre, ma l'ho trovata assolutamente guardabile e sotto molti aspetti piacevole. Personalmente (ma non sono un critico, nè un esperto) non ho percepito come eccessive le rivelazioni delle prime puntate. La consiglierei. Non la presenterei come "un assoluto capolavoro, devi guardarla per forza", ma come una serie che merita se si è intrigati dalla premessa di fondo.

Link to post
Share on other sites

Quoto anche io Breaking Bad. La seconda stagione, fra le quattro concluse, è forse la peggiore ma vale comunque la pena di essere vista. Da poco iniziata la quinta ed ultima, che purtroppo sarà divisa in due parti, estate 2012 ed estate 2013.

Per chi non lo avesse ancora visto, guardatevi Scrubs, assolutamente. Almeno fino alla stagione 6-7.

Grossi dubbi invece su Battlestar Galactica, che non mi ha mai preso del tutto, e Doctor Who, stesso motivo, anche se vale la pena guardarlo per migliorare l'inglese (100% British).

Link to post
Share on other sites

Concordo su Community e Parks & Recreation in positivo e su Once Upon a Time in negativo.

30 Rock ha perso smalto, secondo me, ma le prime stagioni valgono tantissimo la pena.

Una sit-com standard decente, diciamo un Friends fatto con i crismi del 2012 (niente risate finte, per cominciare) è Happy Endings.

Inoltre, ha un formato bizzarro, ma Sherlock è un capolavoro. Ogni anno escono 3 puntate da 90 minuti l'una, ed è davvero, davvero eccezionale, una trasposizione fantastica di Sherlock Holmes ai giorni nostri: trame intricate, personaggi interessanti, humor, azione, ritmo, stile visivo... ha tutto.

Quello che sto cercando, adesso, sono delle serie cosidette dramedy: serie che nascono come drammatiche ma cuciono molto umorismo nelle loro trame. Durante l'estate abbiamo Leverage e Burn Notice, ma d'inverno? Per intenderci Firefly era un dramedy, e alcune delle puntate più dark di Scrubs.

Qualcuno ha segnalazioni a riguardo? Non solo di serie nuove, anche già finite.

Link to post
Share on other sites

Mi permetto di segnalare anche io qualcosina.

Prima di tutto Dirk Gently. Sono uscite solo tre puntate ma, se avete letto i libri di Douglas Adams, guardatelo.

Poi Episodes. Due stagioni con una decina di puntate l'una. E c'è Matt le Blanc che fa se stesso.

Per finire Anger Management. Il ritorno sulle scene di Charlie Sheen dopo il tracollo dell'anno scorso. Carino ed in parte auto ironico per quanto riguarda i casini con Chuck Lorre che l'hanno portato ad essere cacciato da Two and Half Men.

Mi scuso per la brevità estrema ma sono dal telefono.

Se non l'avete mai visto guardatevi anche Castle. Finita da non molto la quarta stagione americana.

Link to post
Share on other sites

Concordo su Community e Parks & Recreation in positivo e su Once Upon a Time in negativo.

30 Rock ha perso smalto, secondo me, ma le prime stagioni valgono tantissimo la pena.

Una sit-com standard decente, diciamo un Friends fatto con i crismi del 2012 (niente risate finte, per cominciare) è Happy Endings.

Inoltre, ha un formato bizzarro, ma Sherlock è un capolavoro. Ogni anno escono 3 puntate da 90 minuti l'una, ed è davvero, davvero eccezionale, una trasposizione fantastica di Sherlock Holmes ai giorni nostri: trame intricate, personaggi interessanti, humor, azione, ritmo, stile visivo... ha tutto.

Quello che sto cercando, adesso, sono delle serie cosidette dramedy: serie che nascono come drammatiche ma cuciono molto umorismo nelle loro trame. Durante l'estate abbiamo Leverage e Burn Notice, ma d'inverno? Per intenderci Firefly era un dramedy, e alcune delle puntate più dark di Scrubs.

Qualcuno ha segnalazioni a riguardo? Non solo di serie nuove, anche già finite.

Direi Castle come serie invernale.

Link to post
Share on other sites

Una sit-com standard decente, diciamo un Friends fatto con i crismi del 2012 (niente risate finte, per cominciare) è Happy Endings.

Anche qui, d'accordissimo. La trovo una delle sit-com più divertenti che al momento sono trasmesse dalla Fox. Soprattutto devo dire di aver apprezzato moltissimo (e a quanto pare non sono l'unico, dando un'occhiata per la rete) il personaggio di Max, che finalmente propone un ragazzo gay che non sia la solita macchietta estremamente stereotipata a cui troppe serie tv ci hanno abituati. Nella prima stagione c'è, mi pare, un'intera puntata più o meno dedicata all'argomento.

Mi sorge spontaneo un paragone, tra l'altro, con un'altra serie tv trasmessa sempre da Fox Italia nella stessa fascia oraria di Happy Endings: New Girl. Non so se qualcuno di voi ha mai avuto occasione di vedere questa serie tv, ma è dal profondo del cuore che sento di doverla sconsigliare completamente. Ammetto di avere una certa antipatia per l'attrice protagonista ed il fatto che nella serie lei essenzialmente interpreti se stessa, con una serie di comprimari appena abbozzati che hanno il solo scopo di farle da coro, mi ha reso questa sit-com qualcosa di davvero insopportabile. Ma immagino che in parte siano anche gusti personali.

Per quanto riguarda Battlestar Galactica, di nuovo per una questione di gusto personale, la trovo un assoluto capolavoro. Sono gusti, bene inteso, ma raramente mi sono appassionato così tanto ad una serie tv.

Link to post
Share on other sites

Oltre a Breaking Bad, allora vi consiglio una delle serie tv più famose, "The Sopranos". Un mafioso italoamericano del New Jersey soffre di attacchi d'ansia e di rabbia, e per questo decide di andare da uno psicologo.

Questa è una serie che ha segnato lo sviluppo di tutte le serie tv degli anni '00 e '10, un must.

E poi nelle ultime stagioni c'è Steve Buscemi.

Link to post
Share on other sites

Mi permetto di segnalare anche io qualcosina.

Prima di tutto Dirk Gently. Sono uscite solo tre puntate ma, se avete letto i libri di Douglas Adams, guardatelo.

Bellissimo, grazie per avermelo fatto scoprire (le puntate son 4 comunque, contando il pilot).

Tuttavia c'è un piccolo problema, pare lo vogliano cancellare.

http://www.change.org/en-GB/petitions/save-dirk-gently

Firmate la petizione!

Link to post
Share on other sites

Concordo su New girl, l'ho trovata davvero insulsa dopo due episodi e ho subito staccato.

Riguardo a Once upon a time (leggere solo se si è vista la prima stagione):

Spoiler:  
l'idea è molto carina, ma

a. avete notato che la regina cattiva dice SEMPRE due frasi?! Cose tipo "si faccia gli affari suoi Miss Swan", "stia lontana da Henry Miss Swan", sempre uguali

b. nelle prime puntate c'era il dubbio se la storia delle favole fosse davvero una fantasia del bambino oppure fosse la realtà... e secondo me questo andava sfruttato per un bel po' di tempo... invece quasi subito si capisce esplicitamente che la matrigna di Henry è davvero la regina cattiva... in un certo senso è quindi tutto determinato, perché sappiamo qual è la realtà senza alcun dubbio e sappiamo tutti che alla fine il bene trionferà e anche come, evviva.

c. i personaggi hanno spesso reazioni inspiegabili chiaramente solo per tirarla in lungo. Non so fare esempi chiari perché è passato qualche mese da quando ho smesso, ma ricordo chiaramente di aver avuto questa sensazione. Banalmente,fino alla 10° puntata la regina cattiva usa davvero un centesimo del suo potere, quando chiaramente la Swan è una minaccia per lei! Perchè non la accoppa e basta? Non credo che il suo personaggio abbia questi scrupoli morali...

Abbiamo iniziato anche Arrested development, carino per ora!

Link to post
Share on other sites

Abbiamo iniziato anche Arrested development, carino per ora!

Arrested Development è la miglior serie comica mai prodotta seconda me. Scrubs dura di più, ma come intensità niente batte A.D. É il progenitore di Community come tono surreale, ma secondo me è persino superiore.

Un'altra sit-com che è durata poco (appena 26 episodi), ma che merita di essere vista è Better Off Ted - serie ambientata nel dipartimento Ricerca e Sviluppo di una archetipica multinazionale "malvagia".

Inoltre devo ringraziare per la segnalazione di Breaking Bad, ho visto i primi 2 episodi e sono spaziali.

Link to post
Share on other sites

Ah sì, Better off Ted! Fantastica! Inspiegabile perché non l'abbiano rinnovata.

Ah, a proposito, un'altra serie che consiglio vivamente è Rome, molto dettagliata storicamente (anche se ho letto che hanno fatto alcune variazioni). La HBO ci ha investito un sacco di milioni di dollari.

Anche Boardwalk empire vale molto la pena (in arrivo la terza stagione!).

Su Arrested Development non condivido l'entusiasmo tuo, Airon. Credo sia carina, ma non epica... ma la consiglio!

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Ho visto le prime tre puntate di Better off Ted e mi è sembrato molto carino! Mi piacciono i personaggi, li ho trovati divertenti! Ho visto molto poco ma credo che per giudicarla in maniera positiva per ora siano bastate le puntate che ho visto, spero che vada solamente a migliorare (nonostante abbia capito che non hanno rinnovato per altre stagioni). Per ora direi almeno un 6.5/10.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Nyxator
      Il grande ritorno? 
      Il meme (in)volontario definitivo?
      Skeletor riuscirà ad arruolare l'omino di pan di zenzero gigante per l'assalto finale al castello?
       
      Boh. Io intanto vi linko il trailer, poi vedete voi  😄
      https://youtu.be/JqQtma8P3fU
       
       
    • By Ian Morgenvelt
      La settimana scorsa sono stati rilasciati due annunci su dei futuri adattamenti per il piccolo e grande schermo di alcuni prodotti della fu White Wolf.
      In questo ultimo periodo sono stati rilasciati una serie di annunci riguardanti due delle più famose incarnazioni dello Storyteller System, Scion e il Mondo di Tenebra. Le compagnie che gestiscono i due giochi, rispettivamente la Onyx Path e la Paradox, hanno infatti stretto degli accordi per portare questi prodotti di grande successo su tutti gli schermi. Nel caso del Mondo di Tenebra si tratterebbe di un vero e proprio franchise cinematografico, con film e serie TV, mentre Scion si trasformerà in una serie per la televisione. I progetti sono ancora in fase embrionale e, infatti, il sito ufficiale dedicato al Mondo di Tenebra non riporta l'annuncio della serie.
      Andiamo quindi a scoprire cosa sappiamo su questi due adattamenti leggendo quanto è stato rilasciato fino ad ora.
      Scion

      Leggiamo il comunicato stampa rilasciato dalla Onyx Path:
      Mondo di Tenebra

      Come abbiamo anticipato non è ancora stato rilasciato un annuncio ufficiale sul sito dedicato al Mondo di Tenebra, ma la notizia è stata riportata da fonti autorevoli come Deadline o Variety. Il team che lavorerà al progetto sarà composto da Eric Heisserer, sceneggiatore di Arrival e ideatore della serie TV Netflix Tenebre e Ossa, dalla sceneggiatrice Christine Boylan e da Hivemind, lo studio che ha prodotto The Witcher e The Expanse. Non sappiamo ancora quale parte del Mondo di Tenebra verrà espansa nel franchise o se si limiterà a sviluppare dei prodotti su una specifica parte, ma gli autori hanno già rilasciato delle dichiarazioni: Christine Boylan ha infatti dichiarato che la diversità è, a suo parere, un punto cardine del Mondo di Tenebra e che è "un gioco e un universo immaginario dove le donne, le persone di colore e la comunità LGBTQI si è sempre sentita accolta e, per questo, sono molto contenta di poter portare queste storie alla vita". Heisserer ha inoltre aggiunto che "Queste storie erano molto avanti per i loro tempi, mostrando problemi e prospettive che gli altri giochi ignoravano. Era il prossimo passo per il genere".
      Jason Brown, il presidente e co-fondatore di Hivemind, ha inoltre detto che "Eric e Christine sono i più straordinari creatori di contenuti attualmente al lavoro e, oltretutto, sono dei giocatori di lunga fama del WoD. Quando la connessione tra il narratore e la storia è tanto profonda si aprono prospettive uniche, è stata proprio questa l'alchimia che ha creato alcuni dei nostri franchise preferiti e che hanno avuto una maggiore risonanza culturale". 
      Attendiamo quindi ulteriori dettagli su questo progetto, che potrebbe rivelarsi decisamente interessante.
      Link utili: 
      Sito ufficiale del Mondo di Tenebra: https://www.worldofdarkness.com/
      Comunicato Stampa della Onyx Path Publishing: http://theonyxpath.com/announcement-scion-tv/
      Sito ufficiale della Onyx Path Publishing: http://theonyxpath.com/
      Visualizza articolo completo
    • By Ian Morgenvelt
      In questo ultimo periodo sono stati rilasciati una serie di annunci riguardanti due delle più famose incarnazioni dello Storyteller System, Scion e il Mondo di Tenebra. Le compagnie che gestiscono i due giochi, rispettivamente la Onyx Path e la Paradox, hanno infatti stretto degli accordi per portare questi prodotti di grande successo su tutti gli schermi. Nel caso del Mondo di Tenebra si tratterebbe di un vero e proprio franchise cinematografico, con film e serie TV, mentre Scion si trasformerà in una serie per la televisione. I progetti sono ancora in fase embrionale e, infatti, il sito ufficiale dedicato al Mondo di Tenebra non riporta l'annuncio della serie.
      Andiamo quindi a scoprire cosa sappiamo su questi due adattamenti leggendo quanto è stato rilasciato fino ad ora.
      Scion

      Leggiamo il comunicato stampa rilasciato dalla Onyx Path:
      Mondo di Tenebra

      Come abbiamo anticipato non è ancora stato rilasciato un annuncio ufficiale sul sito dedicato al Mondo di Tenebra, ma la notizia è stata riportata da fonti autorevoli come Deadline o Variety. Il team che lavorerà al progetto sarà composto da Eric Heisserer, sceneggiatore di Arrival e ideatore della serie TV Netflix Tenebre e Ossa, dalla sceneggiatrice Christine Boylan e da Hivemind, lo studio che ha prodotto The Witcher e The Expanse. Non sappiamo ancora quale parte del Mondo di Tenebra verrà espansa nel franchise o se si limiterà a sviluppare dei prodotti su una specifica parte, ma gli autori hanno già rilasciato delle dichiarazioni: Christine Boylan ha infatti dichiarato che la diversità è, a suo parere, un punto cardine del Mondo di Tenebra e che è "un gioco e un universo immaginario dove le donne, le persone di colore e la comunità LGBTQI si è sempre sentita accolta e, per questo, sono molto contenta di poter portare queste storie alla vita". Heisserer ha inoltre aggiunto che "Queste storie erano molto avanti per i loro tempi, mostrando problemi e prospettive che gli altri giochi ignoravano. Era il prossimo passo per il genere".
      Jason Brown, il presidente e co-fondatore di Hivemind, ha inoltre detto che "Eric e Christine sono i più straordinari creatori di contenuti attualmente al lavoro e, oltretutto, sono dei giocatori di lunga fama del WoD. Quando la connessione tra il narratore e la storia è tanto profonda si aprono prospettive uniche, è stata proprio questa l'alchimia che ha creato alcuni dei nostri franchise preferiti e che hanno avuto una maggiore risonanza culturale". 
      Attendiamo quindi ulteriori dettagli su questo progetto, che potrebbe rivelarsi decisamente interessante.
      Link utili: 
      Sito ufficiale del Mondo di Tenebra: https://www.worldofdarkness.com/
      Comunicato Stampa della Onyx Path Publishing: http://theonyxpath.com/announcement-scion-tv/
      Sito ufficiale della Onyx Path Publishing: http://theonyxpath.com/
    • By SilentWolf
      Lo sceneggiatore di John Wick ci aggiorna sui suoi piani riguardanti la Serie TV di D&D che gli è stata affidata.
      In una intervista su Collider, Derek Kolstad (sceneggiatore di John Wick) ha fornito alcuni aggiornamenti sulla serie TV di Dungeons & Dragons che gli è stata affidata. E', ovviamente, importante tenere in considerazione che la serie TV è ancora in pre-produzione e che, quindi, i dettagli che verranno forniti qui di seguito potrebbero ancora cambiare.
      Derek Kolstad, in particolare, ha dichiarato che molto probabilmente la serie avrà delle stagioni lunghe circa 6-10 episodi, sul modello delle serie TV di Disney+ (l'esempio di riferimento è The Mandalorian) e che la sua intenzione è quella di evitare un approccio troppo ampio riguardo alla storia dell'universo di D&D. Kolstad, piuttosto, vuole che la sua serie TV inizi in maniera più focalizzata, concentrandosi - almeno all'inizio - su una porzione ristretta del grande mondo di D&D. La sua serie, dunque, inizierà in maniera più intima e sarà incentrata sui protagonisti. Derek Kolstad spiega questa cosa usando come esempi i film Star Wars e Rambo:
      Riguardo alle storie note del mondo di D&D, Kolstad ha parlato degli incontri legali fatti per stabilire quali personaggi potrà usare e dell'approccio che vuole usare riguardo all'inserimento di quelle storie nella serie. Più precisamente, la sua intenzione è quella di non inserirsi nel bel mezzo della mitologia di D&D, ma introdursi in quelle storie verso la loro fine, così da mostrarli allo spettatore come qualcosa di canonico, di già avvenuto o che sta per avvenire. "In questo modo potete rivisitare certe sequenze e storie che tutti hanno amato nel passato attraverso dei flaskback, ma dove andiamo noi (con la storia della serie, NdT) è una novità", ha dichiarato Derek Kolstad.
      Kolstad ha lasciato intendere che il suo obbiettivo sia quello di ambientare la serie TV di Dungeons & Dragons all'interno dell'Underdark. Lo sceneggiatore, infine, ha dichiarato che - pur avendo la serie la sua dose di situazioni action - non vuole realizzarne una  caratterizzata solo da azione costante. La scene d'azione ci saranno sicuramente, ma la storia si focalizzerà anche sulle situazioni drammatiche, tranquille e incentrate sullo sviluppo dei personaggi. "In TV è necessario fare delle pause. E siamo onesti, i nostri episodi preferiti delle nostre serie preferite tendono ad essere quelle dove (la produzione) ha terminato i soldi e ci sono solo due personaggi in una stanza. Si tratta dell'episodio bottiglia e loro parlano, e loro approfondiscono e dicono 'Sono l'uomo che bussa" o qualunque sia la classica battuta di Breaking Bad che ora non riesco a ricordare. Quelli sono i vostri momenti preferiti. L'azione è azione e noi arriveremo a quella, e sarà fantastica, ma quando un tizio dice o fa una certa cosa, lì è dove la TV ha il suo punto forte", ha dichiarato Kolstad.
      Fonte:
      https://collider-com.cdn.ampproject.org/v/s/collider.com/dnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview/amp/?amp_gsa=1&amp_js_v=a6&usqp=mq331AQFKAGwASA%3D#amp_tf=From %1%24s&aoh=16166211638340&csi=0&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&ampshare=https%3A%2F%2Fcollider.com%2Fdnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview%2F
      Visualizza articolo completo
    • By SilentWolf
      In una intervista su Collider, Derek Kolstad (sceneggiatore di John Wick) ha fornito alcuni aggiornamenti sulla serie TV di Dungeons & Dragons che gli è stata affidata. E', ovviamente, importante tenere in considerazione che la serie TV è ancora in pre-produzione e che, quindi, i dettagli che verranno forniti qui di seguito potrebbero ancora cambiare.
      Derek Kolstad, in particolare, ha dichiarato che molto probabilmente la serie avrà delle stagioni lunghe circa 6-10 episodi, sul modello delle serie TV di Disney+ (l'esempio di riferimento è The Mandalorian) e che la sua intenzione è quella di evitare un approccio troppo ampio riguardo alla storia dell'universo di D&D. Kolstad, piuttosto, vuole che la sua serie TV inizi in maniera più focalizzata, concentrandosi - almeno all'inizio - su una porzione ristretta del grande mondo di D&D. La sua serie, dunque, inizierà in maniera più intima e sarà incentrata sui protagonisti. Derek Kolstad spiega questa cosa usando come esempi i film Star Wars e Rambo:
      Riguardo alle storie note del mondo di D&D, Kolstad ha parlato degli incontri legali fatti per stabilire quali personaggi potrà usare e dell'approccio che vuole usare riguardo all'inserimento di quelle storie nella serie. Più precisamente, la sua intenzione è quella di non inserirsi nel bel mezzo della mitologia di D&D, ma introdursi in quelle storie verso la loro fine, così da mostrarli allo spettatore come qualcosa di canonico, di già avvenuto o che sta per avvenire. "In questo modo potete rivisitare certe sequenze e storie che tutti hanno amato nel passato attraverso dei flaskback, ma dove andiamo noi (con la storia della serie, NdT) è una novità", ha dichiarato Derek Kolstad.
      Kolstad ha lasciato intendere che il suo obbiettivo sia quello di ambientare la serie TV di Dungeons & Dragons all'interno dell'Underdark. Lo sceneggiatore, infine, ha dichiarato che - pur avendo la serie la sua dose di situazioni action - non vuole realizzarne una  caratterizzata solo da azione costante. La scene d'azione ci saranno sicuramente, ma la storia si focalizzerà anche sulle situazioni drammatiche, tranquille e incentrate sullo sviluppo dei personaggi. "In TV è necessario fare delle pause. E siamo onesti, i nostri episodi preferiti delle nostre serie preferite tendono ad essere quelle dove (la produzione) ha terminato i soldi e ci sono solo due personaggi in una stanza. Si tratta dell'episodio bottiglia e loro parlano, e loro approfondiscono e dicono 'Sono l'uomo che bussa" o qualunque sia la classica battuta di Breaking Bad che ora non riesco a ricordare. Quelli sono i vostri momenti preferiti. L'azione è azione e noi arriveremo a quella, e sarà fantastica, ma quando un tizio dice o fa una certa cosa, lì è dove la TV ha il suo punto forte", ha dichiarato Kolstad.
      Fonte:
      https://collider-com.cdn.ampproject.org/v/s/collider.com/dnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview/amp/?amp_gsa=1&amp_js_v=a6&usqp=mq331AQFKAGwASA%3D#amp_tf=From %1%24s&aoh=16166211638340&csi=0&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&ampshare=https%3A%2F%2Fcollider.com%2Fdnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview%2F
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.