Vai al contenuto

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

X Marks the Spot - Un'avventura di Magic gratuita per D&D 5e

Se vi ricordate, qualche tempo fa vi avevamo segnalato la comparsa di una misteriosa avventura ambientata a Ixalan (uno dei mondi di Magic the Gathering), in occasione della fiera americana chiamata PAX Umplugged. Ora l'uscita di questa avventura è stata finalmente resa ufficiale.
Si tratta di X marks the Spot, un'avventura di 28 pagine ambientata sul piano di Ixalan e scaricabile gratuitamente in versione PDF presso il DM's Guild (naturalmente per poter ottenere l'avventura dovete prima iscrivervi al sito, se non l'avete già fatto):
http://www.dmsguild.com/product/228662/X-MARKS-THE-SPOT-A-Plane-Shift-Ixalan-Adventure?affiliate_id=182934
Questa la descrizione dell'avventura:
"Una evasione di prigione di un improbabile gruppo di eroi si trasforma in una gara
per il ritrovamento di una reliquia cercata dalla Legione del Vespro (Legion of the Dusk).
Potete affrontare con coraggio l'oscurità e catturare il tesoro prima che ci riesca il nemico?
Quest'avventura di Dungeons & dragons è ambientata nel piano di Ixalan, proveniente da
Magic: the Gathering. Utilizza personaggi di 4° livello forniti all'interno dell'Avventura".
 

 
Leggi tutto...

Il successo di D&D nell'era digitale

Gettando uno sguardo al passato è facile scoprire che fatti comuni al giorno d'oggi un tempo erano considerati pura follia. La società di un tempo non è quella di oggi e, fortunatamente in alcuni casi, certi argomenti non sono più considerati “tabù” o da “sfigati”. In questo articolo vi parleremo di come una serie di nuovi mezzi di comunicazione sta sempre più favorendo e aiutando la diffusione di un argomento che, al giorno d’oggi, non può essere più considerato da “sfigati”. Parliamo di un argomento un tempo considerato “tabù” (se non ci credete leggete questo articolo) come il GDR. Innegabilmente, il GDR non è ormai più un'attività solitamente praticata da “ragazzetti” che si riuniscono in un garage a fare “cose strane”. La diffusione della “cultura nerd” ha trasformato questo hobby in un fenomeno praticamente conosciuto da chiunque. Questa è una cosa che poteva sembrare follia fino a 30 anni fa, quando nessuno avrebbe potuto neanche lontanamente immaginare una tale diffusione ed apprezzamento eppure al giorno d'oggi D&D è facilmente definibile come “mainstream”.

Ma perché un tale successo di recente? Come accennavo sopra ciò è grazie ai nuovi mezzi di diffusione e ai social media, tramite i quali una sessione di gioco non è più qualcosa di “privato” o “intimo” nascosto agli occhi degli altri. Una sessione può invece diventare uno show a tutti gli effetti, uno spettacolo capace di appassionare gli spettatori e ottenere un gran numero di fan! Mi riferisco alla messa in onda dei famosi “liveplay” o “actual play”. Guardare in streaming gruppi di giocatori che narrano le loro storie e che si divertono, è già di per sé un’ottima pubblicità e, inoltre, spinge lo spettatore a volere provare il prodotto in prima persona! Come se non bastasse è possibile dare valore aggiunto alla trasmissione mettendo nei panni di giocatori e DM attori professionisti o personaggi celebri. Ecco nascere, quindi, serie di enorme successo come Critical Role, dove vediamo Matthew Mercer condurre, in qualità di Dungeon Master dello show, un'acclamata campagna durata 5 anni, che si è conclusa di recente (ne ha un'altra in cantiere per il 2018) e che ha ottenuto più di 5 milioni di visualizzazioni su Youtube in totale - e vi ricordo che parliamo di video di tre ore in cui delle persone siedono attorno ad un tavolo giocando tra di loro. Alla visione in streaming si aggiunge poi spesso anche un aspetto di interattività (in genere viene consentito agli spettatori di commentare, porre domande e persino influire sul corso del gioco) al fine di ottenere un’esperienza sempre più coinvolgente. Come non citare poi l'apprezzatissimo Dice, Camera, Action condotto dal DM Chris Perkins (membro del ristrettissimo team D&D della Wizards of the Coast e, dunque, uno dei creatori della 5a Edizione di D&D) che manda avanti una storia collettiva con i suoi giocatori seguendo le storyline ufficiali pubblicate dalla WotC. D&D viene ormai anche portato nei teatri, in maniera “live” e con tanto di costumi di scena, permettendo alle persone che partecipano di sentirsi più vicine ai loro “eroi” e garantendo il tutto esaurito (è, ad esempio, il caso delle avventure di Acquisition Incorporated, sempre con il magistrale DM Chris Perkins).
Twitch e YouTube sono dei canali di trasmissione facilmente accessibili e conosciuti da chiunque, e potete quindi facilmente immaginare il gigantesco bacino di utenti raggiunti, che possono senza nessuna difficoltà vedere questi show come e quando vogliono. Secondo Nathan Stewart, senior director del team D&D, “più di metà di coloro che hanno iniziato a giocare a D&D 5E lo ha fatto dopo aver visto o sentito qualcuno giocare online” e la cosa ha portato il team D&D ad investire molte risorse per supportare questi mezzi di diffusione, aprendo ad esempio il proprio canale su Twitch con più di 20 show al momento. Sono apparsi anche svariati podcast di grande successo come Critical Hit e The Adventure Zone. Ad ogni modo D&D non è l'unico GdR che sta spopolando su Youtube e i social media: svariati altri GdR stanno cavalcando l'onda del successo, ottenendo così i loro show e canali appositi.

Quelli elencati finora non sono gli unici mezzi che contribuiscono ad alimentare il fenomeno di massa che D&D sta diventando. Ce ne sono vari altri che lo rendono sempre attuale, omaggiando il capostipite dei GdR. Nel mondo della televisione, ad esempio, possiamo citare una serie TV di tremendo successo come Stranger Things, in cui vediamo chiaramente i ragazzi protagonisti giocare al famoso gioco, e questo aspetto non fa solo da contorno: senza fare alcuno spoiler si può senza dubbio notare come alcuni degli antagonisti delle due stagioni finora uscite siano stati presi a piene mani da D&D e come il gruppo dei ragazzi vada a rispecchiare un classico gruppo di avventurieri. Anche il mondo del cinema sembra volere dire la sua, ecco perché è stato annunciato il film di D&D, che molti fan attendono con impazienza dalla Warner Brothers. Perfino il mondo dei videogames sembra aver ormai abbracciato il marchio di D&D, pensiamo all’attuale Dungeons & Dragons Online, un prodotto MMORPG di punta, che viene aggiornato in tempo reale con i contenuti che riguardano le storyline del GDR di D&D (tralasciamo qui volutamente altri videogiochi che hanno fatto storia, come Baldur’s Gate o Planescape: Torment, perché questi meriterebbero un articolo tutto loro).
Questo poi senza voler considerare tutti i prodotti accessori e i gadget (magliette, tazze, cappellini, etc.), giochi da tavolo che sfruttano l’ambientazione di D&D (come Castle Ravenloft e Lords of Waterdeep), innumerevoli libri (citiamo tra i tanti quelli di R.A. Salvatore, creatore del famoso personaggio Drizzt Do’Urden, e quelli che vedono come protagonista Elminster Aumar, personaggio che nasce dalla penna di Ed Greenwood) e svariati fumetti e graphic novel.

Come si concretizza dunque di preciso questo successo per D&D? Stando ai commenti provenienti dalla Wizards of the Coast e dalla sua casa madre, la Hasbro, (che sono le aziende proprietarie del marchio), Dungeons & Dragons ha visto nel 2016 il suo anno più remunerativo di sempre, e le proiezioni per il 2017 fanno sperare in un ulteriore aumento di profitti e impatto del franchise. Non solo, pare che le vendite dei primi 3 anni della 5E superino già quelle della 3E e 4E combinate. Il marchio di D&D sta quindi chiaramente avendo un successo fenomenale e una diffusione senza precedenti. Il pubblico viene costantemente riempito di messaggi per niente “subliminali” che lo portano a conoscere D&D e ad avvicinarsi al suo multiverso. D&D è diventato qualcosa di potente nell’immaginario collettivo, qualcosa che non ha un bersaglio di sesso od età per chi lo possa usare, ed è dunque adatto a chiunque voglia avvicinarsi al “fantasy”. D&D NON è più soltanto un GdR, è appunto un vero e proprio franchise dai molti aspetti, al quale vari sviluppatori indipendenti si avvicinano per creare prodotti e gadget di varia natura. Quelle due “D” affiancate sono al giorno d'oggi immediatamente riconoscibili da chiunque, persino per coloro che non hanno mai partecipato a una fantomatica “sessione di gioco”.
Qui concludiamo citando testualmente il pensiero di due “pezzi grossi”, membri del team D&D della WotC:
 
Leggi tutto...

Bundle di manuali in inglese per la 5e

La Kobold Press e la Frog God Games (due tra le case editrici di Gdr più apprezzate) hanno deciso di collaborare per lanciare un grande bundle di materiale non ufficiale per D&D 5e, in modo da raccogliere denaro da donare in beneficienza. Il Bundle sarà disponibile fino al 20 Dicembre 2017.
I manuali rilasciati in questo Bundle sono organizzati in 3 livelli successivi, e ogni livello vi permetterà di ottenere tutti i manuali garantiti dal livello inferiore. In questo modo più donerete, maggiore sarà il numero di manuali in PDF per la 5e che otterrete. E' importante precisare che si tratta di manuali scritti in lingua inglese.
Per 1$ o più otterrete Beyond Damage Dice, Sanctuary of Belches, The Borderlands Princes, Quests of Doom 1 Volumes 1 & 2, The Mother of All Encounter Tables, The Book of Lost Spells, Deep Magic: Clockwork, Rogues of Remballo, Southlands Heroes, The Raven’s Call, così come un buono sconto del 30% che potrà essere usato nei negozi online presso i siti della Kobold Press e della Frog God Games.
Per 8$ o più otterrete tutti i manuali descritti più sopra, e in aggiunta anche Cat and Mouse, Midgard heroes for 5th Edition, Fifth Edition Foes, Quests of Doom 2, Quests of Doom 3, The Borderland Provinces Gazetteer, The Borderland Provinces Players Guide, The Borderland Provinces Journey Generator, e anche quattro PDF di Deep Magic (ovvero Angelic Seals, Battle Magic, Rune Magic & Illumination Magic).
Donando 17$ o più, invece, oltre ai manuali citati nei due livelli precedenti, otterrete pure Tome of Beasts, Maps of the Lost Lands, Chuck’s Dragons, Bard’s Gate, Bard’s Gate: The Riot Act, Book of Lairs, Book of Lairs Map Pack, Adventures in The Borderland Provinces, e Last Gasp.
 
Un ringraziamento a @Nereas Silverflower per la segnalazione.
 

Leggi tutto...
Accedi per seguirlo  
Arn Magnus

Videogiochi Giochi fantasy per PC per favore...

Messaggio consigliato

Salve. E' da qualche anno che non gioco più al PC. Sono un amante del gioco di ruolo Dungeons & Dragons (versione 3.5) e del libro/film Il Signore Degli Anelli. Ho giocato a Neverwinter Nights, Ombre Su Undrentide e Orde Dal Sottosuolo e li ho finiti. Qualcuno saprebbe consigliarmi qualche altro gioco simile?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

allora suppongo tu abbia anche giocato a neverwinter nights 2, dunque ti direi tra i fantasy in stile d&d dragonage, forse non proprio d&desco, però di certo fantasy e ben fatto.

Inoltre suggerirei anche di provare Mass effect, che per quanto non fantasy...ha molto del gioco di ruolo, inteso come dialoghi/ripercussioni dell'allineamento e delle scelte.

Detto ciò ti suggerirei di provare con Wikipedia, alla sezione Lista di videogiochi, con una ricerca incrociata tramite google per le immagini, dovresti riuscire a comprendere più o meno grafica e come è il gioco, ovviamente evitando di leggere la trama ^^

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve. E' da qualche anno che non gioco più al PC. Sono un amante del gioco di ruolo Dungeons & Dragons (versione 3.5) e del libro/film Il Signore Degli Anelli. Ho giocato a Neverwinter Nights, Ombre Su Undrentide e Orde Dal Sottosuolo e li ho finiti. Qualcuno saprebbe consigliarmi qualche altro gioco simile?

Baldur's gate 1 e 2, i tre Eye of the beholedr, dungeon keeper, planescape torment, sacred.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bhe si, ho finito anche Il Signore Degli Anelli - La Compagnia Dell'Anello per PC, Il Signore Degli Anelli - Il Ritorno Del Re per PS2 (sul PC però) e La Battaglia Per La Terra Di Mezzo. L'ho trovato semplicemente straordinario e molto piacevole. Ho visto "La Battaglia Per La Terra Di Mezzo 2 in vetrina in un negozio di videogames ma sembrava flebile di contenuto, troppa grafica e poco contenuto tanto per capirci... Ho finito anche Baldur'S Gate 2 e ho giocato al primo, ma non mi soddisfano perché si ispirano alla versione 2 e 2.5 di D&D, che non mi piace... Per quanto riguarda Sacred, ho giocato anche a quello, ma non mi sembra altro che l'ennesimo gioco ispirato al massimo a Diablo 2. Diablo é un bel gioco, ha fatto la storia, ma personalmente é troppo spicciolo, troppi combattimenti e poca storia e dialoghi... Io veramnte vidi su internet immagini e recenzione di un gioco chiamato Dungeon Siege. Dicono sia un gioco ispirato a D&D... Ne sapete qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i giochi tattici del signore degli anelli sono stupendi

Decisamente sì. I migliori a mio parere della categoria RTS (ebbene sì, i buoni vecchi age of empires non reggono il confronto :-p):

La guerra dell'anello

La guerra dell'anello 2

espansione del 2... Non mi ricordo il nome ma c'entra con Angmar ^^...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

anche Oblivion è stupendo.

in questi giorni sto giocando anche a Fallout 3 e anche quello è fantastico anche se è ambientato nel fututo post atomico

guarda un pò i video su youtube magari ti piace :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Circa 5 anni fà finii Age Of Miyhology (Arkantos, il guerriero greco che combatte contro i mostri fuoriusciti dalle porte del Tartano se non sbaglio...) e Age Of Empires... Ma comunque per me la grafica non é importante, conta la trama... Ho giocato a Ultima 9 e ho finito anche Oblivion (Mherunes - Dagon e i portali infernali che si aprono davanti alle città dell'impero)... Ci sarebbe anche Gothic, lo conoscete? Se non allora ve lo consiglio: é in prima persona e la trama é molto bella... Ma io in verità ho sentito parlare molto di Worl Of Warcraft... Finii solo la campagna degli umani a WOW 3 e mi sembrò bellino, anche se un pò troppo sproporzionate le figure... Voi che mi sembrate più esperti che mi dite? Com'é, bello? Vale la pena giocarci secondo voi...?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti confondi, World of Warcraft è un mmorpg online, quello di cui sicuramente stai parlando è Warcraft 3 Reign of Chaos ed è un gioco di strategia in tempo reale che almeno merita di esser giocato ;-)

Poi c'è la sua successiva espansione ovvero Warcraft 3 The Frozen Throne.

Altri giochi fantasy sono "Loki", "Risen", la serie "spellforce" , poi altri giochi non propriamente in tempo reale ma bensì a turni come "Age Of Wonder 2" o "heroes of might and magic V", se vuoi andare sulla fantascienza strategico in tempo reale prova il bellissimo Starcraft che vanta ancora una community in multiplayer notevole nonostante sia datato.

Dovrebbe esistere anche Dragonshard se non sbaglio ma non so bene che gioco è..

Se vuoi avventure grafiche (i bellissimi punta e clicca) ti consiglio il vecchio Discworld (tratto dai racconti di Terry Pratchett) e il piratesco The curse of Monkey Island 3 (bellissimo) :cool:

EDIT: esistono anche i giochi della serie Warhammer.

Immagini:

-Warcraft 3

-Loki

-Spellforce

-Age of Wonders 2 The wizards throne

-Risen

-Heroes of might and magic V

-Starcraft

-Dragonshard

-Discworld --> scaricabile Gratuitamente!

-The curse of monkey island 3

-Warhammer mark of chaos

Supportiamo le nostre parole con le immagini così rendiamo più immediata la consultazione del prodotto ;-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, su Dungeon Siege posso tranquillamente dirti di prenderli entrambi se li trovi, sono giochi ben fatti, e se fossi in te, farei un pensierino anche alla serie Gothic.

se ti è piaciuto oblivion, il suo predecessore dovrebbe piacerti... se non lo hai già giocato! ;-)

ovviamente sto parlando del famoso The Elders Scroll III, chiamato da tutti o quasi, semplicemente... Morrowind! questo gioco ha una trama veramente ben fatta(quando era uscito, una nota rivista di giochi, diede a questo gioco 93 su 100, e questo la dice lunga sul gioco, calcolando che i recensori di questa rivista sono di manica molto stretta... ;-)), purtroppo il gioco originale non esiste in italiano, ma un team lo ha tradotto nella nostra amata lingua(gioco base ed entrambe le espansioni), il team si chiama ITP (Italian Translation Project).

:bye:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gothic l'ho finito... La storia é bellissima: Le miniere di Korinis, la barriera magica, gli umani contro gli orchi e la spada magica Urùziel... Per quanto riguarda Morrowind conosco anche quello (ci sono anche le espansioni Tribunal e Blumoon, se non sbaglio si scrive così), ci ho giocato... Hai ragione é molto bello... Ma, non so, troppi elfi e orchi e poco delle altre razze... Dragonshard lo conosco, ho il demo e ci ho giocato, ma personalmente non mi é piaciuto proprio... Comunque vi consiglio Blade Of Darkness e Drakan, non so se li conoscete già; sono vecchiotti ma molto belli, trama e grafica: nel primo puoi scegliere tra vari personaggi (cavaliere, barbaro, guerriero nano e ranger femmina elfo), ognuno con le proprie tecniche d'armi e nel secondo interpreti un cavaliere donna che cavalca un drago rosso... Ma non so se lo vandono ancora... Va bene dai, grazie a tutti per la collaborazione. Siete stati molto utili. Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Concordo, meglio Morrowind (in Oblivion il livellamento dei nemici è fastidioso) e l'incredibile, per l'epoca, Daggerfall. Ve lo ricordate? Si poteva comprare casa, una barca, mettere i soldi in banca...davvero strepitoso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ahem

mi citate quelle mezze ciofeche di Risen, fallout 3 e Oblivion e non menzionate lo splendido " The witcher"?!

non va mica bene:mad:

trama articolata e ben sviluppata, png caratterizzati anche dal porfilo psicologico, mondo di gioco dinamico:le vostre azioni influenzeranno l'andamento della trama anche cone effetti diuluiti nel tempo, della serie che una scelta sbaglaitariveleraà i conseguenti esisti terribili mooolto più avanti nel gioco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Fallout 3 l'ho finito la settimana scorsa, e sono rimasto molto deluso dal filmato di chiusura del gioco...

"The Whitcher" non l'hò ancora giocato, ma è sulla mia lista della spesa, visto che tutti quelli che lo hanno dicono sia un capolavoro... ;-)

Edit: gioco da prendere, è anche icewind dale I e II...

ed il mitico... Stubs the zombie! (ti fai delle grasse risate coi dialoghi...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Accedi per seguirlo  

×