Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La DC Comics pubblicherà un supplemento per D&D 5E

The Last God è il nuovissimo fumetto fantasy della DC Comics, pubblicato in USA sotto la divisione Black Label, etichetta che ha sostituito la Vertigo per le pubblicazioni con contenuti maturi. Scritto da Phillip Kennedy Johnson (Adventure time), illustrato dal nostrano Riccardo Federici (Aquaman) e con le copertine di Kai Carpenter (Books of Magic), questo fumetto ci parla di due generazioni di eroi, una che ha condannato il mondo, e l'altra che dovrà salvarlo.

Eccone la sinossi:
La DC Comics ha annunciato che rilascerà un supplemento per la 5a Edizione di Dungeons & Dragons dedicato a The Last God chiamato The Last God: Tales from the Book of Ages

The Last God: Tales from the Book of Ages sarà un supplemento di 40 pagine che verrà pubblicato in USA ad Aprile e renderà nel dettaglio la ricca storia di popoli, luoghi, scuole di magia e mostri di Cain Anuun, l'ambientazione di The Last God. Il libro conterrà razze giocabili, sottoclassi, oggetti magici e mostri realizzati da Dan Telfer, DM di Nerd Poker, assieme alle mappe realizzate dal cartografo Jared Blando.

Per una sua eventuale localizzazione in italiano dovremo aspettare la decisione di Panini, il nuovo editore della DC Comics in Italia.
Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/dc-comics-publishing-dungeons-dragons-sourcebook.669725/
https://www.dccomics.com/comics/the-last-god-2019/the-last-god-1
Read more...

5 Avversari non Malvagi

Articolo di J.R. Zambrano del 09 Gennaio
I migliori antagonisti sono quelli inaspettati. Possono essere amici fidati o fratelli d'arme che vi tradiscono nel momento peggiore. Oppure qualcuno che è rimasto coinvolto in una grante tragedia e che ha deciso che nessuno dovrà soffrire qualcosa del genere, trovando come unica soluzione alla questione il diventare i dominatori del mondo.

Ma a volte i migliori cattivi di una storia non sono nemmeno dei cattivi, sono delle persone che sono nominalmente nello schieramento opposto a quello degli eroi, oppure che vogliono ottenere ciò che anche gli eroi cercano ma per delle ragioni non malvagie ma differenti. Potrebbero essere dei cacciatori di tesori che sono alla ricerca dello stesso bottino dei PG, oppure un potente druido che non permette agli umanoidi di entrare nella sua foresta, o ancora un paladino convinto che i PG siano fonte di distruzione e deciso a fermarli e a proteggere chi finirà in mezzo.
Ecco per voi cinque antagonisti non malvagi, ma comunque ottimi per contrastare degli "eroi" di ogni allineamento.
Il Paladino Protettore

Vir Othric è un paladino di un ordine dedito a difendere le persone più sfortunate del mondo. Solitamente i vari membri di questo ordine si dedicano a proteggere un singolo villaggio o città, e quando vi arrivano degli avventurieri tendono a tenerli d'occhio. Gli avventurieri spesso portano pericoli con sé per via delle loro azioni avventate. E, se i PG ignoreranno gli avvertimenti dati loro di lasciare in pace le rovine dove è sigillato un antico male, Othric potrebbe prendere provvedimenti contro di loro, per impedire loro di scatenare inavvertitamente un grande male sul villaggio.
Se Othirc combatte contro i giocatori cerca di farli svenire, non di ucciderli.
Il Difensore della Natura

Un'altra opzione è quella di un druido che protegge un boschetto di una bellezza ultraterrena. Lo fa tenendo lontana ogni traccia di civiltà e lasciando che la magia pura e grezza ne prenda possesso. Questo processo viene incoraggiato e protetto da Kethran Durillin, un druido del Circolo della Terra. Egli non permette agli umanoidi di mettere piede nel suo boschetto sacro e combatterà per proteggere gli animali della zona dalle azioni dei PG. Cose come fuochi non sorvegliati o uccidere gli animali del luogo attireranno l'ira di Durillin. La stessa cosa succederà se gli avventurieri si porranno in opposizione agli spiriti della natura.
Il Conquistatore

Bartholomeus Kel è un'eroe di grande fama di un'altra terra. Questo barbaro ha vagato per il mondo alla ricerca di fama, gloria e fortuna. E gli avventurieri hanno messo gli occhi su un tesoro a cui anche Bartholomeus è interessato (potrebbe essere una statua, un gioiello o un artefatto) nascosto in un profondo ed oscuro dungeon. Bartholomeous apparirà nei momenti meno opportuni per ostacolare i PG e ottenere lui il tesoro.
Il Ladro

Non c'è nulla che Lo Spettro non possa rubare. Dai gioielli della corona della regina, alla gemma dal maggior valore sentimentale del tesoro di un drago, Lo Spettro ha rubato tesori di ogni genere e forma, tutto per cercare di dimostrarsi il ladro più bravo del mondo. E quando gli avventurieri entrano in possesso di un oggetto che anche Lo Spettro desidera, la caccia ha inizio.
Il Duellante

Kilv vuole solo essere il più grande spadaccino del mondo. Kilv è alla costante ricerca di avversari di grande abilità e fama da affrontare per decidere chi è il migliore. Fino ad ora Kilv non ha mai perso uno scontro e, quando vede i PG portare a termine una grande impresa, sa che ha trovato la sua prossima sfida.
Provate ad usare uno di questi avversari la prossima volta che volete un'antagonista che non sia necessariamente malvagio, ma che abbia comunque le sue ragioni per osteggiare il gruppo.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-five-villains-that-arent-evil.html
Read more...

Agganci per le Avventure: Buttarsi tra i Libri

Articolo di J.R. Zambrano del 07 Gennaio
I libri sono una parte importante del Fantasy. Che si parli di tomi antichi e voluminosi pieni di segreti proibiti, nefasti grimori che ospitano magie dimenticate, ornati volumi di conoscenza che descrivono i processi per creare potenti pozioni ed incantamenti esotici, o uno dei libri di Waughin Jarth, sono un elemento che rende qualsiasi ambientazione fantasy davvero viva.
Un libro dopo tutto è una rappresentazione fisica della conoscenza, come un libro degli incantesimi usato da un enigmatico mago, ma suggeriscono anche l'esistenza di una storia del mondo che va oltre la piccola finestra sulla quale i PG si affacciano. Guardate per esempio a come The Elder Scrolls usa le varie Biografie di Barenziah per mostrare che quello è un mondo con una storia da raccontare. Persino se non avete mai letto i libri nel gioco, cliccandoli via appena vi siete accorti che non aumentavano le vostre statistiche, essi trasmettono comunque l'idea di un mondo più ampio. La sola esistenza di qualche libro pesantemente rilegato è di grande aiuto per portare i giocatori dentro un altro mondo.

Ma piuttosto che lasciarli in background, abbiamo preparato un po' di agganci per avventure in modo da allettare qualsiasi avventuriero con sete di conoscenza, o che al massimo conosce un bibliotecario. Eccole qui!
Andare in biblioteca

È stata recentemente scoperta la biblioteca magica di un antico regno famoso per i suoi arcimaghi e le dicerie sui poteri nascosti al suo interno abbondano. Sta a voi decidere se i giocatori la raggiungeranno dopo un lungo ed arduo viaggio attraverso un deserto ostile o se ci finiranno attraverso un portale magico che li risucchia al suo interno quando aprono un libro misterioso. In ogni caso, si ritrovano dentro una biblioteca magica che sembra esistere al di fuori del tempo.
Quando entrano dentro la biblioteca il mondo intorno a loro cambia. Il paesaggio non è quello delle rovine del presente ma piuttosto un'immagine del passato. Anche se nessuna delle porte che conducono fuori dalla biblioteca sembra aprirsi, i giocatori possono viaggiare in altri mondi attraverso i libri, dato che alcuni di essi contengono portali magici verso semipiani isolati o spazi extradimensionali che mandano i giocatori in differenti parti della biblioteca labirinto...ma altri fanno comparire mostri che erano intrappolati al loro interno. I vostri giocatori riusciranno a trovare l'uscita della biblioteca? O finiranno (ri)legati ad essa per l'eternità come i libri sugli scaffali?
Il libro fatto della materia di cui sono fatti i sogni

L'assistente di un libraio si avvicina agli eroi, chiedendo la loro protezione. La libreria è appena entrata in possesso di un tomo incredibilmente raro che è detto conferisca un potere immenso alla persona che riesca a padroneggiare i suoi segreti. Quando i giocatori si recano sul posto, lo trovano messo a soqquadro e il proprietario li indirizza verso una cabala di cacciatori di tesori che hanno cercato il libro in ogni parte del mondo.
Questo libro è davvero il favoleggiato tesoro?...o è solo un'abile contraffazione? Sta a voi e ai vostri avventurieri scoprirlo.
Il Libro delle Ombre

Quando un Warlock perde il suo Libro delle Ombre, in città cominciano a succedere cose strane. L'avventura inizia quando le sedie della locanda prendono vita e cominciano ad attaccare gli avventori. Alcune prove di utilizzo di magia infernale spingono i giocatori a dare la caccia a un warlock, ma quando quest'ultimo viene messo alle strette spiega che il suo Libro delle Ombre è andato perduto e che non accetterà l'umiliazione di chiederne un altro al suo patrono infernale.
Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere a causa di un tomo di Magia Infernale a piede libero dentro una città? Se i giocatori non vogliono scoprirlo dovranno rintracciare il libro mentre passa di mano sfortunata in mano sfortunata, lasciando una scia di caos magico attraverso la città.
Questo significa guai

Per il proprio compleanno uno degli avventurieri riceve un regalo misterioso! Un libro di storie e poemi che chiaramente contiene qualche tipo di conoscenza segreta. Nessuna delle persone legate all'avventuriero, familiari o amici, ha fatto quel regalo, eppure, se i PG riusciranno a decifrare gli indizi nel libro, si troveranno sempre più coinvolti in un viaggio incentrato sulla scoperta di un mistero che qualcuno sembra avergli recapitato.
Quale misterioso potere si sta avvicinando loro tramite questo regalo? Quali segreti troveranno alla fine di questo cammino? Scopritelo in questo libro.
La scuola è finita

La locale Accademia di Magia si è vista rubare i suoi libri di testo magici, e la scuola non può iniziare fino a quando non saranno ritrovati. Mentre non sono necessariamente pericolosi di per sé, la loro mancanza terrà un sacco di maghi e streghe lontano dagli studi, la qual cosa porterà a delle bacchette in ozio, una cosa peggiore degli strumenti del diavolo stesso.
Per far ripartire le lezioni gli avventurieri dovranno trovare i libri mancanti o cominciare loro stessi ad insegnare a queste giovani menti avide di conoscenza.
Fateci sapere se userete qualcuno di questi agganci, e buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-adventure-hooks-hitting-the-books.html
Read more...

Il 2020 è l'anno giusto per sconfiggere il mostro della pianificazione

Articolo di J.R. Zambrano del 03 Gennaio
Quando ho iniziato a giocare il problema più complesso da affrontare era trovare le persone con cui giocare. All'epoca D&D non era ancora questo fenomeno di massa. La TSR era in declino e per giocare bisognava fare affidamento sul trovare un gruppo nella propria zona. Se volevate giocare dovevate letteralmente trovare dei giocatori. Così funzionava all'epoca.

Svariati anni ed edizioni dopo il problema da risolvere è trovare il tempo per giocare. Cosa che ha senso. La vita facile dei bambini, con la sua mancanza di responsabilità ed abbondanza di tempo libero, o persino i periodi strettamente impostati a livello di impegni delle superiori o dell'università permettevano di giocare facilmente. Si era in mezzo ad un gruppo di persone con cui stare a stretto contatto. Ti piacciono i GdR? Sei più per D&D, Vampiri, Shadowrun o che altro? Bene giochiamo assieme.
Ma questi momenti vengono man mano meno con le nuove pressanti responsabilità (lavoro, figli) e viene quasi voglia di dire che l'essere adulti non si sposa con il voler giocare. Eppure alcuni di questi problemi non paiono legati necessariamente a questioni di maturità o di essere adulti. Il mondo del lavoro si fa più pesante, con le persone che devono essere sempre pronte a mettersi sotto. I lavori part-time e a chiamata implicano che si è occupati in orari strani e variabili. Gli amici che conoscevate possono doversi trasferire (o magari tocca a voi) oppure la nascita di un nuovo amore potrebbe togliervi il tempo necessario. E tutto questo ci sta. Non è certo un malvagio piano dell'Uomo Calendario per rubarvi del tempo...

.....vero?
Ma questo non implica che l'obiettivo principale del nuovo anno per molti giocatori là fuori non sia proprio il mettersi a giocare di più. Voi volete giocare di più, io voglio giocare di più, quindi prendiamo esempio da Robin e sconfiggiamo assieme l'Uomo Calendario. No davvero, Robin ha sconfitto da solo l'Uomo Calendario quando quest'ultimo ha cercato di rapirlo per tendere una trappola a Batman. L'Uomo Calendario è un farabutto (anche nella versione reboot alla Hannibal degli anni '90) ed è giunto il momento di fargli vedere chi comanda qui. Come?
Trovate il vostro gruppo

Questa è probabilmente la cosa più difficile da portare a termine. Ma dovete trovare le persone giuste assieme a cui volete giocare. Potrebbero essere degli amici che conoscete da anni, potrebbero essere persone incontrate al negozio di giochi locale oppure online su una community di Discord. Perché aspettare. Siamo nel 2020 e viviamo in un'epoca in cui è più semplice che mai trovare delle persone con cui giocare. Chiedete alle persone con cui pensate di trovarvi bene riguardo al giocare assieme. Probabilmente avranno sentito anche solo parlare di D&D e, anche se così non fosse, oggi come oggi è più facile che mai spiegare a qualcuno cos'è il gioco di ruolo. Includete nel vostro gruppo qualche neofita.
Conoscere i propri impegni

Non vuole essere qualcosa di impertinente. Non dovrebbe essere difficile mantenere attiva una sessione settimanale, ma viviamo in un'epoca di bieco capitalismo e questo implica che il tempo è una delle risorse più preziose a nostra disposizione. E questo implica che dovete cercare di trovare la giusta soluzione per le vostre esigenze. Non impegnatevi con l'idea di una sessione a settimana quando quasi sempre appena arriva il Lunedì vi trovate sommersi di impegni. Per molte persone, me incluso, è già difficile gestire una sessione mensile. Ma diciamo che volete migliorare questo ritmo, puntare ad una sessione settimanale? Allora dovete impegnarvici. Cosa che ci porta al prossimo punto.
Conoscere il proprio obiettivo

Una volta che avete trovato le persone giuste e messo da parte il tempo necessario, dovete darvi un obiettivo. Magari può essere qualcosa di nebuloso come "gestire una campagna che va da livello 1 al 20, una saga epica", ma può sembrare difficile da portare a termine. Datevi degli obiettivi più piccoli e a breve termine. Magari semplicemente trovarsi con gli amici e giocare ad un'avventura già fatta. Qualcosa da portare a termine con poco sforzo, ma che non sia al di fuori delle possibilità immediate. Perché una volta che lo avrete fatto, una volta che avrete portato a termine questo primo obiettivo, potrete darvene un altro.
"Okay, siamo arrivati a livello 5, potremmo continuare a giocare con questo nuovo scenario"
Risulta facile calibrare le vostre necessità ed obiettivi di gruppo una volta che avete giocato un po'. Non posso sottolineare abbastanza quanto sia importante mantenere una comunicazione chiara e diretta con gli altri partecipanti. Ed ecco un altro consiglio: se volete mantenere le energie necessarie per mantenere attiva la sessione settimanale per un po', dovete abbassare le pressioni.
Sotto Pressione

Si tratta di un confine sottile da non superare. Se la pressione di fare le cose perfette è eccessiva è probabile che abbandonerete il progetto al primo ostacolo, come scusa per non dovervi più impegnare tanto. Ed è così che l'Uomo Calendario vince. Quindi non fatevi troppa pressione da soli, nessuno è perfetto. Neanche voi lo sarete. Ci saranno momenti in cui non sarete in forma o sarete davvero troppo impegnati perché la vostra vita sarà un inferno. Accettate la cosa, fatela vostra. Non pensate che sia un fallimento, ma una parte di un piano in atto. Tornerete in carreggiata la settimana successiva. Le abitudini sono legate alla ripetizione delle attività.
Impegnatevi ad Esserci

Essenzialmente siate presenti per giocare il più possibile. Pare semplice a dirsi, ma se lo fosse davvero staremmo tutti giocando a campagne decennali e i personaggi di alto livello sarebbero decisamente più comuni. Semplicemente impegnatevi ad esserci ogni settimana (o altro intervallo che usate). Se non potete esserci non è un grosso problema, ma cercate di farcela. E se anche il gruppo non riesce a riunirsi cercate di pensare a cosa potete fare comunque.
Nel mio gruppo di gioco giochiamo la sessione anche se mancano uno o due personaggi. Non ha sempre molto senso, ma, se non sapete bene cosa fare quando manca qualche giocatore, siate flessibili. Magari potete giocare ad una one-shot, magari ambientata in qualche altra parte del mondo. Potete giocare con dei PG diversi o provare dei giochi diversi come Ironsworn o iHunt. Oppure guardarvi dei film con gli amici, un ottimo modo per ricordare a tutti che se vi state trovando assieme è perché vi piacete e state bene assieme.
Nel migliore dei casi inizierete a giocare ad una campagna degna di storie e canzoni. Nel peggiore dei casi starete almeno in compagnia di amici con cui vi divertite. In entrambi i casi cercate di lasciarvi più spazio per voi stessi quest'anno. Spendiamo già una così gran parte della nostra vita a fare le cose che dobbiamo che spero che questo articolo possa aiutarvi almeno un po' a fare le cose che volete fare.
Buone avventure e buona fortuna per il 2020.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-2020-is-the-year-we-defeat-the-scheduling-monster.html
Read more...

Sottoclassi, Parte 1

Articolo di Ben Petrisor, Dan Dillon, Bill Benham, Jeremy Crawford e F. Wesley Schneider - 14 Gennaio 2020
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
 
Gli Arcani Rivelati fanno un salto nel 2020 con quattro sottoclassi per voi da provare: Il Cammino della Bestia (Path of the Beast) per il Barbaro, la Via della Misericordia (Way of Mercy) per il Monaco, il Giuramento dei Guardiani (Oath of the Watchers) per il Paladino e il Genio Nobile (Noble Genie) per il Warlock.
E' disponibile anche un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, il quale presentava il Guerriero Psichico (Psychic Warrior) per il Guerriero, lo Spadaccino Spirituale (Soulknife) per il Ladro e la Tradizione del Potere Psionico (Tradition of Psionics) per il Mago, assieme a nuovi incantesimi e a nuovi talenti. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 1
Sondaggio: psionici per guerrieri, maghi e ladri
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses1
Read more...

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Past hour
  2. Mzolu Talro’a Riapro gli occhi, mettendo a fuoco i miei compagni. C’è certamente una qualche energia magica al lavoro qui ma non so di cosa si tratti… lascio la frase in sospeso, osservando Hedras che sembra quello, tra questi stranieri, più in contatto con la natura. Osservo le orme che Girgom indica, cercando di riconoscerle. DM
  3. Capitolo Quattro – Un percorso nella terra delle illusioni Era già passato più di un giorno da quando gli avventurieri erano partiti di prima mattina da Lagocristallo, attraversando la foresta in direzione est verso il confine del regno elfico di Frondargentea. La Dama del Lago Veldrada, madre di Luna Bjornsdòttir, aveva inviato una scorta di quattro centauri per la prima parte della giornata, di cui faceva parte anche il centauro Bastesio. La scelta ricaduta sui fieri quadrupedi dalla vita in giù non era casuale: essi sondarono per primi il percorso che avevano scelto, un passo attraverso dei rilievi collinari che avrebbe portato il gruppo a salire di un centinaio di metri di altitudine prima di ridiscendere oltre quel confine naturale Sì, direi che se prosegue così non avrete problemi confermò Bastesio, la cui andatura rallentata non aveva però subito soste o infortuni Potrete condurre a mano i vostri cavalli in sicurezza rassicurò il centauro, che era stato salvato da un oscuro destino grazie a quei viaggiatori giunti dall'Istituto, li salutò con calore augurando loro ogni bene e la miglior sorte per la loro missione. A discapito delle buone parole, tuttavia, la marcia dei viaggiatori si rivelò comunque lunga e faticosa: i sentieri non erano ben delimitati in quell'area priva di collegamenti diretti con Glantria, obbligando i viaggiatori a tortuose svolte e attraversamenti insicuri in strette mulattiere in disuso da anni. I cavalli, ad eccezione di Sovrano Nero che mantenne una certa dose di sangue freddo, furono spesso più di intralcio che di aiuto, costringendo i loro padroni a tirare spesso con forza le loro redini per condurli attraverso i sentieri più insidiosi. Alla fine del primo giorno essi non erano stati ancora in grado di superare Hith Admar, una delle quattro colline che fungevano da barriera naturale tra il reame della famiglia Glynrora e quello della famiglia Von Gebsatell. Proprio da uno dei Von Gebsatell, Dorian, giunse la conferma che essi erano ancora in territorio protetto nel momento in cui il suo sonno di quella notte si rivelò privo di incubi come quelli che aveva avuto nel corso dei giorni prima del suo incontro con gli eroi. Il figlio del principe Derbel, che sembrava ritemprato dopo aver passato diverse notti di buon sonno (se si esclude il brusco risveglio ad opera di Forgrim) si rivelò uno dei più disquisitivi, mettendo a disposizione tutto il suo modesto bagaglio culturale in quel viaggio verso l'ignoto A quanto mi è stato raccontato dai miei genitori, Frondargentea è sempre stato un regno piuttosto isolato spiegò durante la marcia Anche prima dell'ultima guerra erano ferventi sostenitori dell'autarchia. Negli ultimi anni si sono un po' aperti, aprendo alcuni piccoli commerci di prodotti con Scogliera Argento, Arcoria e Glantria, ma comunque molto poco. E' possibile trovare residenti non elfi nelle loro città, ma sono minoranze e la vita per loro non è affatto semplice Dorian scosse la testa Ho sentito molti racconti di quello che la gente crede su Frondargentea. Alcune sono esagerazioni, altre tristi realtà. E' vero quello che diceva Veldrada, la politica è molto elitaria. Il consiglio dei ministri è ad appannaggio di coloro che meglio riescono a compiacere il Signore delle Fronde e il sistema sociale è basato su un sistema di caste Dorian mimò con le mani una piramide In cima si trovano il sovrano e i nobili, al centro l'esercito e le classi di artigiani e mercanti più abbienti e in fondo il popolo e gli stranieri. Già dalla nascita ogni elfo viene classificato secondo il retaggio familiare da cui proviene, il che può essere limitante per il proprio futuro. La cosa è ancora più grave se qualcuno compie reati gravi, per i quali non paga solo il criminale, ma anche tutta la sua famiglia spiegò il Von Gebsatell Si dice che vi siano campi di prigionia, come quelli che sorsero al nord in tempo di guerra, ma non ho mai avuto prova della loro esistenza e spero di continuare così. Certo è che il livello di diritti umani garantito a Frondargentea non è molto alto e Lathlaeril Glynrora è un sovrano poco indulgente. L'ho incontrato solo una volta, quando lui e la sua famiglia visitarono palazzo, ma mi fece subito una cattiva impressione: era riccamente vestito, guardava con sufficienza chiunque, ogni sua parola sembrava celare una frecciata o un modo per sminuire il suo interlocutore, fosse anche un'eroina come la mia zia acquisita. Suo figlio Elidyr sembra la sua fotocopia più giovane, ma Ciradyl invece è una ragazza umile e generosa. L'unica che mi abbia lasciato un buon ricordo di quella visita. Il resto del tempo speso da Dorian fu investito chiacchierando del più e del meno con gli avventurieri, cercando di apprenderne il più possibile dopo aver ricevuto così tante attenzioni. Fu egli a proporre per primo di lasciare le formalità a Lagocristallo Per favore, diamoci del tu. Se dovremo camuffarci per necessità, potrebbe apparire strano usare convenevoli da salotto commentò. Dopo di ciò non mancò di rivolgersi in tono più colloquiale ad Alucard (Quali progetti hai in mente, una volta finito l'istituto?), Ragnar e Shaun (Una band? Da dove è nata l'idea?) e Kat Po, di cui sembrava ammirare le doti da cacciatrice (Un posto che vorresti visitare, potendotici teletrasportare all'istante?). Tuttavia un osservatore acuto avrebbe potuto notare come due ragazze fossero spesso al centro delle sue conversazioni: la prima era Vassilixia, alla quale in segno di rispetto il Von Gebsatell aveva offerto la propria protezione in quel viaggio interpellandola spesso sulla sua famiglia e chiedendo delle sue passioni personali. La seconda era Deborah, con la quale l'erede al trono di Glantria si intratteneva spesso per scambiare pareri e opinioni sulla magia, chiedendole da dove fosse nata la sua passione e quale fosse l'origine dei suoi burattini, che sembravano incuriosirlo. Il secondo giorno di viaggio, dopo la lenta avanzata del primo, portò dopo il mezzodì ad oltrepassare l'odiata collina e rimirare infine il panorama che dava Frondargentea. La prima impressione degli osservatori sarebbe stata quella di essere stati colpiti da un incantesimo di Ridurre Persone, l'unico in grado di far apparire così grandi gli alberi che si stagliavano in un'immensa distesa davanti a loro. Eppure non erano gli avventurieri ad essere piccoli, bensì era la vegetazione ad essere fuori misura per qualunque standard mai visto in vita loro. Il cielo era limpido a differenza degli ultimi giorni, sebbene i colori naturali paressero incredibilmente più vivi e luminosi, il cielo solcato da nubi che assumevano le forme più disparate, mentre dalle chiome di alcuni alberi si alzavano stormi di farfalle grandi come una mano e dalle ali color arcobaleno. Il passaggio da Glantria al regno elfico, mentre essi cercavano di scendere da Hith Admar, fu graduale e mentre il sole diventava arancio in quel pomeriggio che iniziava a farsi vecchio, si stagliò nei viaggiatori la certezza di avere un problema Quando eravamo in cima non ho visto Fodell e non vedo sentieri commentò Dorian mentre attraversavano il sottobosco, cercando di fare il punto della situazione Ma io non sono un esploratore disse, mentre uno scoiattolo si lanciò da un albero per poi planare verso un altro arbusto e staccare in volo uno strano frutto simile a una mora gigante Peraltro, già da stanotte potrei venire preso di mira da Zaleria, ora che non sono più sotto la protezione della vostra onorata madre disse con un cenno del capo a Luna Il che ci riporta al problema principale: trovare quella maledetta fattucchiera Dorian strinse i pugni Ella voleva attirarmi fin qua, ma non mi ha mai dato indizi su come raggiungerla. Forse confidava che io l'avrei cercata o che arrivassi talmente stremato da essere una facile preda... in ogni caso accetto qualsiasi suggerimento su dove e come agire il Von Gebsatell si fermò e si rivolse al gruppo, l'unico rumore quello di uccelli nascosti tra gli alberi e il fogliame calpestato dai viaggiatori Che cosa proponete? x tutti
  4. Girgom Indico agli altri delle orme per terra. Vedete? Orme di umanoidi verso quella vegetazione... piccole e strane... non riesco a dire cosa c'è di strano ma non ho mai visto orme del genere. Mi giro verso Hedras. Forse tu le riconosci... vista la tua esperienza. Dico, ormai non sapendo più se è un insulto o un complimento.
  5. DM x Vassilixia Veldrada non si oppose alla richiesta di Eoliòn E' ragionevole e una richiesta a cui ho piacere di acconsentire, tale è il rispetto che porto per la tua famiglia disse la Dama del Lago Tuttavia tale eccezione varrà finchè vi sarà almeno uno di voi ad accompagnarli, a fare da garante i “crimini” perpetrati dai due parevano bruciare ancora nel cuore della ninfa in capo, la quale però non sembrò cercare scappatoie. Levantia salutò con calore Deborah Allora siamo d'accordo! disse in merito al loro scambio culturale. Quando la maga chiese della magia presente a Frondargentea, Veldrada annuì Sì, molti elfi studiano magia nelle loro alte torri, potresti trovare pane per i tuoi denti Dorian invece confermò il suo assenso alla missione onirica Lascerò che sia te a scegliere gli otto, Deborah disse guardandola negli occhi Mi fido di te. Non ti preoccupare, cara disse Mamma di Celeste a Vassilixia Io non sono mai stata un asso con le bugie, ma Sophia mi ha assicurato che userà alcune delle migliori scuse di Chandra... quella donna era un vero portento del raggiro, lo sapevi? chiese la rossa tutrice. Bastesio fu felice di rispondere alla domanda di Ragnar No, non è una tappa obbligatoria, è solo il primo insediamento che potete raggiungere, dato che non sappiamo dove si trovi la strega spiegò Come avrai notato, Mylmanor e Neslean, che sono città già degne di questo nome, sono a giorni di distanza. A Frondargentea le distanze sono relative, procederete più lentamene di come avvenuto sinora. A differenza della Pianura Verdeggiante, anche laddove le magie non vi porteranno fuori strada avrete comunque a che fare con sentieri improvvisati e una vegetazione senza pari in tutto il resto del Continente Occidentale. Essa diminuisce solo verso il mare ad ovest, dove sono più presenti paludi e acquitrini. Sulla direzione da prendere, comunque, deciderete voi in base alle vostre esigenze. Infine, il gruppo si apprestò a partire, salutati a distanza dalle creature fatate e dal canto degli uccelli mattutini, uno stormo di essi che si levò dagli alberi come ad annunciare la loro partenza. Laddove i genitori, un tempo, avevano trovato ristoro e piacere nei pressi di quello specchio d'acqua prima di dirigersi alla Torre del Fato ad est, i figli presero invece la direzione opposta, inoltrandosi oltre le radure mai valicate dai loro illustri parenti, in direzione di uno dei pochi territori che essi non avevano mai visitato, l'ineffabile regno di Frondargentea che si trovava aldilà di quella strada tra alberi, fronde e arbusti.
  6. Rahl L'elfo si era lamentato tutta la sera dando la scusa alle ferite, ma in realta' sentiva un profondo ed insistente bisogno di bere qualcosa, qualsiasi cosa che non fosse acqua! Fu la spossatezza del tocco delle ombre a salvarlo da una crisi d'astinenza delle peggiori perche' gli permise di cadere in un sonno profondo. La mattina dopo si senti' talmente in forma da decidere di dedicare molto piu' tempo del solito all'igiene personale. Trovato un punto in cui il torrente aveva creato una piccola polla vi si immerse fino ai gomiti per poi passare tutto il corpo ed infine indossare l'unico cambio che aveva nello zaino. I vestiti che si era tolti non parevano recuperabili. Arn si chiese da quanto tempo non li cambiava e,con enorme schifo, si accorse di non ricordarlo nemmeno: fatta una buca li seppelli'. Questa mattina mi sento stranamente in pace con le creature di questo bosco. le anime tormentate ma anche la natura stessa penso desiderino venir liberati dalla maledizione di questi luoghi. Io voto per tornar dentro.
  7. Mi metto di buona lena a compiere i preparativi per la funzione. Appena le persone si avicinano ed è tutto pronto pronuncio un breve discorso funebre, lasciando poi la parola a chi volesse parlare.
  8. Denor Bersk Andiamo a vedere la prima scalinata che abbiamo trovato, sono d'accordo. Sarei curioso di capire se quella parte di edificio che si vedeva da fuori sia una cappella o no.
  9. @Eiji La scatola contiene una catena da guerra (una coppia di catene che formano un’arma). Gli anelli sono pesanti quanto scintillanti, collegati a una placca nera che viene indossata dietro la schiena (come uno zaino). L’estremità delle catene presentano due lame ricurve simili a piccole falci. Una volta che “indossi” l’arma, le catene fremono e stridono, un rumore simile a un urlo. Come se possedessero vita propria, le catene ondeggiano lentamente e minacciosamente. Ricordano due code di qualche felino pronto a un agguanto. Non eccitarti troppo… dice Kirana, la cui voce risulta più cupa e metallica ora che parla dietro la sua maschera …dovrò ridarla al clan dopo questa missione. L’assassina ha già aperto la porta, pronta a partire per la locanda. @Tutti Vi ritrovate di fuori l’entrata della locanda del signor Tako. Eiji ha con una nuova coppia di catene, che si muovo da sole, e Kirana è vestita in maniera spaventosa: abiti e maschera nera, trucco scuro attorno agli occhi, capelli raccolti a coda alta e una moltitudine di lame su tutto il corpo. Non posso dimostrarvi la mia innocenza… esordisce lei con voce terribilmente piatta …almeno non per il momento. Quindi non perdiamo tempo. Kirana si raggiunge per prima la locanda e afferra il pomello della porta per controllare se è aperta (nonostante vedete che il locale è pieno di clienti). La donna si preoccupa di chiudere bene la porta… per poi sfondarla con un calcio. La gente dentro il locale urla e alcuni di loro balzano in piedi. Dopo lo sgomento generale, lo spirito-polpo agita i coltelli con i suoi tentacoli e da dietro il bancone urla a Kirana: ma che stai facendo con la porta? La chiudo e la faccio saltare!... si volta poi verso di voi …è da tutta una vita che volevo dirlo. Estrae un paio di corte spade e tornado seria, grida a tutti i clienti di andar via. Si genera un corteo di spiriti che urlano e scappano dalla locanda, lasciandola vuota in pochi secondi. Il signor Tako vorrebbe replicare ma Kirana lo raggiunge e lo agguanta per alcuni tentacoli: chi c’era in questa locanda con noi quell’altra sera? Di che stai parlando? Lo spirito ha paura. Di quella volta che stavo parlando con loro tre… vi indica con la punta di una spada. Continuo a non capi… il signor Tako inizia però a urlare perché Kirana gli ha sbattuto un tentacolo sul bancone per tranciarlo di netto con una spada. Ha ancora altre sette possibilità di dirmi la verità… non vado di fretta! Chi ci ha origliato? Ti giuro che qui non c’è… un altro tentacolo tagliato e altre urla da parte del signor Tako. Kirana alza la voce, dando sfogo alla sua rabbia: solo in questa locanda ho detto di voler mandare questi tre spiriti sulla terra. Qualcuno li ha maledetti e portati nel limbo… solo qui doveva trovarsi quello spirito. Dimmi chi era! Dimmelo! La donna gli punta una lama sotto un occhio. Il signor Tako trema e serra le labbra. In questo momento di silenzio, sentite uno strano scricchiolio sotto il pavimento, proprio sotto di voi.
  10. Taylor Ricordo ancora vividamente quanto fosse terribile essere costretto a lavorare per Atrokos. Stiamo cercando di ucciderci a vicenda, ma non posso fare a meno di provare pietà per queste persone. Unitevi a noi! esclamo improvvisamente. Consegnateci le armi e seguiteci, fuggiremo insieme da questo luogo diabolico, e potrete tornare a condurre vite normali! @DM
  11. Astrid Il gruppo si apprestava a partire ma la vista di Gardia che se ne andava per sempre da quella che aveva considerato casa sua non le provocò molta gioia Se solo mi avessi considerato come una figlia, tutto questo non sarebbe successo... pensò malinconica rivolta alla madre. Prima di partire, tuttavia, la ragazza desiderò fare un'ultima cosa, mentre il gruppo faceva gli ultimi saluti si defilò a comprare un piccolo oggetto magico dal negozio di Levantia... La ninfa, appena fece l'acquisto venne intercettata da Airona, la quale le rivolse delle parole alquanto stranianti alle sue orecchie Ehm... Grazie... rispose un pò sospettosa Credo che... Farò lo stesso. rispose un poco incerta per poi aggiungere più sinceramente Grazie per quello che stai facendo. Luna, posso parlarti un'attimo? chiese alla madre di sua figlia appena l'altra bionda si sarebbe allontanata. @Cronos89
  12. Deborah Borealis(Tiefling Burattinaia del Terrore) Madnyss & Sorrow(Burattini) Levantia Un altro giorno si era levato, dopo il rito del Rinnovamento. La Burattinaia il giorno precedente, dopo aver partecipato era gettata sulle proprie opere, una delle quali ormai completa, mentre quest'oggi, dopo il risveglio, il gruppo era pronto a lasciare Lagocristallo. Efraym e Forgrim erano stati rilasciati sulla base di parole vuote... Ciò fece storcere non poco il naso della strega, mentre i burattini osservarono il "gattone" di Luna rimanere qui a sorvegliare le ninfe... Ciao... Sembravi molto morbido... Ondeggiò con una manina Sorrow, mentre il buffone si limitò a ridacchiare tra se e se. Il gruppo si staccò dalla nonna, la quale abbracciò socchiudendo gli occhi. Buon ritorno... Saluta nonno e mamma. Le augurò, prima di sentire quel nuovo discorsetto... Vedrò nonna... Non so nemmeno se vorrò sposarmi un giorno. Disse incrociando le braccia, pensando se mai sarebbe avvenuta una possibilità simile. Uno sguardo venne rivolto Luke, contenta di non averlo più tra i piedi. Lo scassina porte, frega cassetti, ruba argenteria sta andando via? Che peccato... Ed io che speravo di poergli fare un bel.... BHU! AHAHAHAHAHAH! Spanciò dal ridere Madnyss per la sua stessa stupidità. Deborah non disse nulla, piuttosto si interessò ad altro. A Frondargentea sono così tanto pratici della magia? Chiese parecchio interessata... Sarebbe un'occasione per imparare ancora... Alché Alucard le si accostò con un sorriso facendole una domanda. @Zellos Sta notte... Se... Dorian vuole. Disse guardando per la ricerca di una conferma il principe. Potremo entrare solo in otto in totale. Gli altri dovrebbero evitare che Dorian si svegli prima del tempo. Quindi niente rap e musica, niente preghiere a squarcia gola e possibilmente niente copulate rumorose. Ammonì il gruppo con tono incolore... Per quanto celasse un filo di umorismo. Anche gridare RAGNAR ai quattro è rumoroso. Lagocristallo è rumorosa... Fa gridare le persone... Anche la ragazza coi capelli blu... Deborah osservò malamente i propri pupazzi, dotati di libertà di espressione. Lista incantesimi
  13. Kythorn 10 (Giugno) - Mattino "Avete ragione, ma vi sfugge solo una questione, non di poco conto però: e se fosse dotato di una belestra? Potrebbe colpirmi indisturbato dai tetti e voi non potreste intervenire. Dovremmo trovare il modo di costringerlo a scendere a terra, ma non saprei come. Forse attirarli in un territorio senza edifici? Un giardino pubblico?" commentò pensieroso Renaer.
  14. 3 602 862.m41 8.32 Il tempo passava mentre i compagni si aggiornavano a vicenda sulle informazioni ricevute, ad tratto una figura bassa e con lunghi baffi e capelli brizzolati a spazzola fece la sua comparsa dirigendosi verso Dop "Salute" disse con tono allegro. Era Tiplis "Dove possiamo parlare?"
  15. Vi lascio continuare a parlare. Quando avete raggiunto una decisione su dove andare (o se capita qualcosa di mia pertinenza) intervengo. @Octopus83: per semplificare le cose direi che le tue conoscenze di medicina ti permettono di capire quanti pf hanno i tuoi compagni. Fare un tiro tutte le volte e comunicarti gli esiti mi sembra un'inutile complicazione che non aggiunge niente al gioco.
  16. Perfettamente chiaro. Mi piace come sistema, semplice ed immediato ma anche versatile. Tutto chiaro per il resto (lingue, soldi, ecc ecc ecc) Non ho ancora iniziato, aspettavo di sapere quale scheda usare. Ma posso iniziare ad abbozzarla nel frattempo. Direi che potrei essere pronto in due-tre giorni. Per i dadi di solito tira tutto il master.
  17. Today
  18. ciao, abbiamo pubblicato vault of magic 2, per ora solo in lingua inglese. Per dare un'occhiata: https://www.dmsguild.com/product/301161/Vault-of-Magic-II
  19. Ragnar Bjornsson Era ormai venuta l'ora di congedarsi dalle ninfe e lasciare Lagocristallo. Gli esploratori avevano trovato la via per Frondargentea e il gruppo aveva deciso il fato di Forgrym ed Efraym: ora dovevano "solo" sconfiggere una strega praticamente leggendaria, camminare in mezzo agli incubi dell'erede al trono di Glantria e evitare una guerra con un misterioso regno elfico che neanche i loro genitori avevano esplorato. Pretendo, come minimo, una ballata con il sottoscritto come protagonista. Mio padre è stato nominato Eroe di Firedrakes per aver provato ad infilarsi tra le gambe della contessa, mi meriterei un simile onore! Ascoltò la decisione di Veldrada, che non poteva non approvare, e si recò quindi sul bordo del lago, dove doveva salutare le ninfe che li avevano accolti (in più di un senso, in molti casi) in quei giorni. Fu Violara a cercarlo, stringendolo in un abbraccio e baciandolo: aveva deciso di cambiare, ma il suo affetto gli sembrava troppo. Oh, dei, non venite a dirmi che si è... Temo che non avremo modo di usare degli Inviare mentre saremo in missione. Ma al mio ritorno vedrò di passare, di tanto in tanto: all'Istituto sapranno essere comprensivi. Disse con un sorriso alla ninfa, salutandola dolcemente Non posso che augurarti buona fortuna, allora. A te e Sigrid. Concluse prima di passare a salutare la nonna. MdC riuscì ad essere, ancora una volta, fuori luogo, nominando la parola che era in grado di far svanire Ragnar come se avesse bevuto una pozione di Invisibilità: "matrimonio". Non è tradizione, nonna. Il matrimonio è tipico di noi uomini: il lago segue logiche diverse. Disse prima di voltarsi per detergersi una gocciolina di sudore, ancora scosso da quell'ennesimo incontro con il suo "Nemico Prescelto". Osservò quindi con sguardo di scherno Gardia dopo che venne a conoscenza della sua partenza: le cose stavano veramente cambiando, alla fine. Si mise quindi ad osservare la mappa offerta loro da Bastesio e Veldrada, tenendo a mente le numerose informazioni. Gli elfi erano versati nell'arte delle illusioni, quindi i suoi camuffamenti magici sarebbero potuto passare (relativamente) inosservati. E' stato un onore farvi visita, zia. Disse salutando Veldrada con un sorriso e una riverenza, annuendo alle informazioni ricevute dal centauro. Cercheremo di muoverci con cautela. Piuttosto, il villaggio di Fodell ha qualche particolarità o si tratta semplicemente di una tappa obbligata lungo il nostro viaggio? Con Luna e Damien
  20. Ciao! Grazie per i consigli, alla fine ho scelto criminale, che ci sta con il pilot del mio pg nella campagna... che comunque mi da furtivita e delle cose belle da fare in giro.... ho cominciato con deflagrazione occulta e tocco gelido e mi sembravo fighe, devo scegliere le due Spells di primo livello... vediamo cosa c’è e se avete suggerimenti son qui,grazie ancora =]
  21. Gretto Euuhhh agito grandemente il braccio destro come ad esagerare un concetto che palesemente non so ..io ci vivo in un bosco, ma in QUELLO non ci sono mai stato. Come posso sapere ciò che dite? Io sono curioso, non studioso, c'è una bella differenza
  22. “Avete ragione, é un mare infatti, Mari Interni si chiamano. Come il Mare delle Stelle Cadute o il Dragomare che navigheremo. I laghi sono laghi.” Quando la geografia non è un’opinione. “Lo chiamano Lago, ma si sbagliano, è un mare chiuso, interno, parte di uno aperto.” Il tono convinto di chi è chiaro nel suo essere confuso. China il capo ad osservare il tragitto che tracci. Tace ora, sbarra gli occhi come ad assicurarsi che quanto mostra il tuo dito sia certo. “Che dice? Che dice il Vecchio? Attraversare il bosco dice il Pazzo Suonato?!” Tuona iracondo Eldak da dentro. “Ehm…. dice di…ehm…passare attraverso… come lo spiego…” Pare prendere tempo il Nano come a trovare le parole giuste per rispondere. “Niente, non dice proprio un bel niente Mastro” Interviene il secondo Nano, piú giovane del primo, briglie in mano, dopo aver dato una rapida occhiata alla via da te indicata. “Indica esattamente il cammino tracciato da Vecchiastrada , come avete saggiamente indicato Voi, Mastro” Lanciandoti un’occhiataccia a fulminarti. “Ah be’ mi pareva. Altrimenti al Vaneggiatore, nel bosco ce lo mandavo a calci nel deretano rinsecchito!” Borbotta, ora piú calmo, almeno nel tono della voce, Eldak. Il Nano conduttore che si sporge un poco verso di te, sí da avvicinarsi, e ti sussurra.“Anziano, ma siete pazzo o cosa? Oltre al fatto che non v’è nessun sentiero che potremmo seguire sí da far passare il carro, conoscete le veritá del Bosco di Chondal vero?” Non le chiame storie né leggende. I due nani ti osservano preoccupati in volto; in fondo la guida sei tu, no?
  23. Per me salvo va bene che li tiri Dalamar, salvo preferisca lui diversamente se volete c'è anche https://rolz.org
  24. Vassilixia @Von Anche Alucard ebbe un pensiero per lei facendola sentire decisamente apprezzata @Zellos
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.