SilentWolf

Moderatore di sezione
  • Conteggio contenuto

    2.963
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    36

SilentWolf ha vinto il 17 Gennaio

I contenuti di SilentWolf hanno ricevuto più mi piace di tutti!

Informazioni su SilentWolf

  • Rango
    Eroe
  • Compleanno 11/11/1983

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • GdR preferiti
    D&D, Mondo di Tenebra
  1. DnD 5e

    Tarik Halkis Tarik rimane per un attimo impietrito: si aspettava quello che è successo, ma la scena riesce comunque a scioccarlo. Ha assistito a violenze brutali nella sua vita, quindi non è la violenza di per sè a sconvolgerlo. E' l'idea stessa di trovarsi realmente incastrato in quella situazione ad essere devastante....considerando che quella stessa mattina la giornata era partita in maniera così piacevole.... Per provare queste sensazioni gli basta un attimo. Dopodichè torna a percepire il mondo che scorre alla velocità della luce, che precipita verso il disastro. Attorno a lui è tutto un rumore di colpi d'arma da fuoco, grida, schizzi di sangue, polvere alzata da persone che corrono e volti minacciosi in procinto di attaccare. Nella confusione percepisce la presenza di uno dei Sefir ancora bloccato di fronte ai nemici. L'adrenalina gli pompa, quindi, nel sangue e scatta con tutte le sue forze, la pistola in mano. Scatta dietro al Sefir imbambolato e, fissando lo sguardo sui nemici di fronte a loro, lo strattona forte con una mano e gli grida "Corri!". E, mentre parla, la sua pistola fa fuoco contro il più vicino degli uomini armati. Dopodichè, percependo l'assenza dei suoi alleati dietro a lui (nonostante quel folle di Ian abbia deciso, al contrario di suicidarsi), sceglie di battere in ritirata con tutta la velocità che le gambe gli permettono. @DM:
  2. DnD 5e

    Attenzione, però, sono io ad aver ipotizzato su questo forum che il manuale uscirà nel 2017. Purtroppo non ci sono prove a riguardo e, quindi, la mia è pura speculazione. @Dracomilan considerato il ritmo lento della 5a, la mia speranza è che duri almeno 15 anni. Considerando che l'edizione ha già 2 anni, 10 anni mi sembrano pochini. (Ovviamente in linea teorica; chi lo sa se fraun anno avrò ancora il tempo di giocare; figurati fra 10 o 15).
  3. DnD 5e

    Secondo me sarà entrambe le cose. Il mio sospetto, infatti, è che questa fantomatica Espansione Meccanica Maggiore conterrà le regole necessarie a supportare alcune delle ambientazioni ufficiali di D&D che non possono basarsi solo sulle regole dei Core. La presenza di regole per la gestione dei Domini suggerisce che potrebbero aver deciso di iniziare a preparare il terreno anche per Birthright, appunto. Ovviamente di tutto ciò non c'è alcuna conferma ufficiale e non è assolutamente detto che le regole fin qui accennate da Mearls o quelle presentate negli Arcani Rivelati compaiano tutte nella fantomatica Prima Espansione Meccanica Maggiore, ma sospetto che attraverso quest'ultima avremo il sostegno essenziale di diversi setting di D&D (quando poi questi setting usciranno effettivamente attraverso una qualche Storyline, chi lo sa). Intanto però ci sono un po' di ammiccamenti che sono, in effetti, difficilmente ignorabili: Artefice---> anticipa Eberron Mistico----> anticipa Eberron ed eventualmente Dark Sun Sistema per la gestione dei Domini (molto probabile una Attività di Downtime)-----> anticipa Brithright Da vedere i prossimi Arcani Rivelati quali ulteriori ammiccamenti faranno. Insomma, tutte queste anticipazioni potrebbero essere avvisaglie del fatto che stiamo seriamente entrando in quella che potremmo quasi definire una "Fase 2" di D&D 5e:
  4. DnD 5e

    Sì, su questo siamo più che d'accordo. Anzi, la mia speranza è che la WotC inizi a velocizzare un po' di più le pubblicazioni, arrivando a rilasciare almeno 2 manuali di regole all'anno. Se proprio deve pubblicare 1 solo manuale all'anno, questo deve essere bello pieno di regole. va bene pubblicare un manualetto annuale dedicato a qualche ambientazione, ma assieme ad esso va pubblicato almeno un manuale grosso. Il problema è che non credo proprio che succederà, perchè le regole nuove sono collegate alle ambientazioni e le ambientazioni sono vincolate al ritmo di uscita delle Storyline. Quindi, sì, capisco in pieno la tua insofferenza....
  5. DnD 5e

    Un piccolo nuovo aggiornamento dal Twitter di Mearls riguardo a regole future per D&D 5e. Mearls lascia intendere di essere al lavoro sulla creazione di regole per la gestione di domini (castelli, feudi, templi, ecc.): Domanda: "C'è qualche speranza riguardo a regole in stile "Companion" (non so bene come tradurre questo termine; possibile riferimento al titolo di un supplemento di una edizione passata, NdSilentWolf) per Domini/Castelli e per la fase di avventura "metter su casa"?" Mike Mearls: "Potrei essere al lavoro su qualcosa del genere proprio ora... #wotcstaff"
  6. DnD 5e

    @Muso Sai bene che scrivo solo con l'intento di chiarire e non con quello di infastidire, offendere o polemizzare. Mi spiace se la mia risposta ti ha in qualche modo infastidito. non era mia intenzione. Il Wall of Text ho dovuto scriverlo per forza perchè mi sono trovato a dover rispondere a 3 utenti contemporaneamente. E politica del forum è evitare i post multipli, dunque mi sono trovato a dover inserire più risposte possibili in un solo post. Riguardo alle tue aspettative, è più che giusto che tu speri di ottenere ciò che ti piace, come tutti. Il mio intento non era di negare le tue speranze o romperti le scatole riguardo a determinati argomenti, ma solo quello di chiarire la situazione attuale e aiutare gli utenti ad avere il modo di paragonare le proprie speranze con la realtà dei fatti, così da sapere cosa è concretamente possibile aspettarsi prima o poi. Ricorda, inoltre, che non stavo rispondendo solo a te, ma anche a Zaorn, che non conosce la situazione della WotC come te e me. Infine, sì, io e te abbiamo discusso molto riguardo alla situazione della WotC, ma negli ultimi tempi sei stato poco presente sul forum e non potevo ricordarmi che cosa conosci o non conosci dell'attuale situazione di D&D 5e, quindi - considerando anche il caso Zaorn - ho ritenuto valesse comunque la pena fare un ripasso dello stato delle cose. Tutto qui.
  7. Supporti di Gioco

    No, il sito funziona tranquillamente ed è costantemente aggiornato. Semplicemente, dopo un po' eliminano le pagine riguardanti il contenuto non più supportato (al momento siamo a D&D 5e, quindi il materiale 3.5 non è più di primario interesse per la WotC). In genere spostano tutto il materiale delle pagine eliminate in archivi digitali come questo: http://archive.wizards.com/default.asp?x=dnd/arch/dnd Ma per il resto il sito viene rielaborato per rendere principalmente visibili le pagine legate al contenuto nuovo (al momento si tratta degli articoli e del materiale per D&D 5e). E per questo che i vecchi link a tua disposizione non funzionano: inviano a pagine non più esistenti. Se cerchi il vecchio contenuto, devi cercare gli archivi della Wizards. Digita su Google "Wizards Archive" oppure fai una ricerca direttamente per l'archivio di tuo interesse, ad esempio "D&D 3.5 archive". A quel punto, entra nell'archivio e cerca gli articoli o il materiale di tuo interesse.
  8. DnD 5e

    Nessun problema, Pippomaster. Ne approfitto per avvertire che nelle prossime 2 settimane circa sarò un bel po' impegnato e, quindi, potrei rispondere a singhiozzo. Tenterò di scrivere quando posso, ma non posso assicurare il minimo di 1 post al giorno. Si può continuare tranquillamente a giocare in questo periodo. Semplicemente risponderò guando posso.
  9. DnD 5e

    Tarik Halkis Prima ancora di rendersi lui stesso conto del pericolo in cui rischia di cacciare tanto sè stesso, quanto tutti i suoi alleati, Tarik inizia a parlare. Guarda con ossessione quelle mani che si allungano su minacciose pistole, ancora infilate nelle fondine...ma ancora per poco. Le parole gli scattano in gola come molle, sospinte con forza fuori dalla bocca per l'istintivo desiderio di interrompere in qualche modo il corso che gli eventi sembravano aver deciso ad ogni costo di percorrere. O, più che altro, di mettere in allarme chi tra i suoi alleati non ha ancora capito cosa sta per succedere. A giudicare dalla frase da lui sussurrata a denti stretti, Rolan doveva avere compreso.... La voce di Tarik risuona molto più alta del normale. E' una voce calma, anche se leggermente nervosa; decisa, anche se non particolarmente minacciosa. "Forse converrebbe che informiate i vostri guardiani che è difficile valutare una proposta diplomatica, se loro stanno già preparando le armi ancor prima che vi sia stata data la risposta" Qualcosa gli dice che un'altra molla stava per saltare. L'aria sembra diventare improvvisamente più tesa, una corda quasi pronta a spezzarsi... @DM:
  10. DnD 5e

    Figurati. Regole per ambientazioni Fantascientifiche e Science Fantasy (il fantasy mischiato con la fantascienza), regole per l'ambientazione Contemporanea (insomma, D&D ai giorni nostri), regole per 'ambientazioni Post-Apocalittiche, regole per giocare a campagne Low Magic (in particolare, Classi senza Magia, quindi senza spell), regole che aiutino a giocare meglio campagne incentrate principalmente sull'Interazione Sociale.
  11. DnD 5e

    Zaorn, stai facendo ancora confusione. Stai confondendo le informazioni che ti ho elencato, con la mia opinione personale. Io ti ho solo riferito quelle che sono le risposte più probabili sulla base della posizione della WotC e delle sue priorità. Non è che gli Archetipi o altri moduli non verranno rilasciati quando speri perchè a me non piace ciò che proponi. Per quel che riguarda me personalmente, potrebbero essere rilasciati anche domani. E' la WotC che ha altre priorità. A prescindere da quello che penso io, la WotC seguirà la sua tabella di marcia, basata sulle sue priorità, dedotte in base a ciò che la gran parte del pubblico chiede. Come ti ho scritto altrove, prima viene la maggioranza del pubblico, poi la minoranza. Tu credi che io non aspetti febbrilmente l'uscita di regole che so essere in coda alla fila? Dovrò aspettare e sperare, proprio perchè non sono le regole che al momento si aspetta la maggioranza dei giocatori di D&D. Non facciamo confusione, dai.
  12. DnD 5e

    @Alonewolf87 @The Stroy Ok, corretto entrambi gli articoli.
  13. DnD 5e

    @The Stroy @Alonewolf87 No, è che semplicemente non mi ricordavo la traduzione originale e, a causa del poco tempo, mi sono arrangiato con la traduzione che mi è venuta in mente. Scusate, ultimamente ho poco tempo e ho scritto un pò di corsa. Credo che gli articoli si possano ancora modificare, se volete. Il nome sarebbe Artefice?
  14. DnD 5e

    @Zaorn: il discorso che faccio a muso è rivolto anche a te. Naturalmente ciò che è intenzione definitiva della WotC lo scopriremo solo negli anni. Nel frattempo, tuttavia, non bisogna ingannarsi e dimenticare le varie premesse su cui si basa questa Edizione. Non si basa, infatti, solo sulla modularità e sulla semplicità del sistema, ma anche: sul piano di una release lenta dei manuali. sul piano di una pubblicazione che parte dal più iconico e semplice, per POI andare sul complesso. La pubblicazione di moduli futuri (che non prenderanno la forma di supplementi specifici, Muso, ma più probabilmente la forma di regole aggiuntive, regole opzionali e varianti pubblicate nei vari supplementi; pacchetti di regole, ricorda) sarà sempre sottoposta a quelle 2 premesse. I giocatori nel Settembre del 2015, attraverso l'oramai famoso sondaggio, hanno approvato la release lenta dei manuali. Significa che saranno pubblicate poche nuove regole (dunque pochi nuovi moduli) all'anno. Poche nuove regole all'anno che sono sottoposte alla necessità del seguire le priorità richieste sempre dai giocatori (prima ciò che è iconico) e dalla praticità (prima ciò che è semplice; la complessità può essere sostenuta solo con un numero maggiore di meccaniche, motivo per cui all'inizio non si può partire solo che dal semplice, visto che si dispone solo dei Core). Quindi, prima le regole per le prime Ambientazioni iconiche, quelle più semplici, quelle che possono essere sostenute solo con i Core. Poi le regole per le ambientazioni iconiche più complesse: e allora puoi iniziare a pubblicare nuove regole particolari, nuovi moduli (pacchetti di regole), che, tuttavia, saranno sempre pensate per supportare ancora ciò che è iconico per D&D. Solo poi, infine, si possono iniziare a pubblicare le regole per cose complesse e non iconiche, ovvero regole per sostenere cose che non sono tradizionali per D&D E che non possono basarsi solo sui Core per esistere. Insomma, la modularità di D&D 5e non potrà che essere in divenire. Chi si aspetta l'uscita di 8 milinoni di regole modulari in pochi anni, soprattutto se slegate dall'iconicità di D&D, sta sbagliando a sperare. Release lenta e iconicità prima di tutto: queste sono le premesse di D&D 5e che non si devono dimenticare. Il fatto che D&D 5e sia modulare non significa che allora è possibile aspettarsi dalla WotC una pubblicazione dei moduli a tutta velicità. Non è corretto. La modularità ha a che fare con il presentare regole che possono andare ad aggiungersi, a sostituirsi o a modificare regole preesistenti, tranne che per quanto riguarda una porzione minuscola di sistema, il quale costituisce il cuore immodificabile. Certo, una delle caratteristiche che aiuta a notare più efficacemente la differenza fra un gioco modulare e uno non modulare è il fatto che nel primo si possono sostituire alcune regole. Ma la modularità non si basa solo sul principio di sostituzione. Si basa sui principi di sostituzione E modificazione E aggiunta, ovvero ti permette di fare tutte e tre le cose. Un gioco NON modulare ti può consentire solo di aggiungere. Un gioco Modulare, oltre all'aggiungere, ti consente anche di sostituire e di modificare. Le regole della Guida del DM da me citate sono tutte moduli per 2 ragioni (una generale e una specifica di D&D 5e): Un modulo è un pacchetto di regole che può essere aggiunto, può essere sostituito ad altre meccaniche o può modificare altre meccaniche, senza che queste azioni vadano a rendere inutilizzabile il sistema stesso. Una regola aggiuntiva è una regola non necessaria che può essere montata sul sistema senza che questo subisca delle conseguenze. Il vero cuore di D&D 5e non sono i 3 Core, ma D&D 5e Basic. Una grossa fetta delle regole dei 3 Core sono in realtà tutte regole aggiuntive, tutte regole non strettamente necessarie per giocare, tutte regole eliminabili. Tutti moduli. Di fatto, qualsiasi espansione di un regolamento è un modulo. Perchè? Perchè fornisce regole che non sono necessarie al sistema per continuare a funzionare, dunque sono regole eliminabili e/o sostituibili. Una regola non è un modulo se è strettamente necessaria alla sopravvivenza del sistema. I moduli sono tali perchè la loro presenza o assenza non modifica la sopravvivenza del sistema. In un sistema modulare c'è sempre una parte con cui tutte le regole devono essere compatibili: il sistema meccanico di base, il quale deve essere estremamente semplificato e nel quale le parti obbligatorie devono essere ridotte al minimo sindacale. Certo che è possibile cambiare il genere senza presentare un regolamento modulare....ma, come tu stesso fai notare, per fare questo devi riscrivere quasi per intero il regolamento, creando di fatto un gioco nuovo. in un Gdr modulare questo non serve. E questo articolo parla di un D&D 5e modulare, non di un D&D 5e a cui si affiancherà un Astronavi&Laser 5e, un Pistole&Grattacieli 5e e un Vampiri&Lupi Mannai 5e. Parla del medesimo gioco, con il medesimo regolamento, capace di cambiare genere. Per consentire al medesimo gioco di ospitare più generi è necessario che esso abbia una delle 2 seguenti caratteristiche: Deve possedere un sistema talmente generico e semplificato che quest'ultimo è in grado di funzionare ugualmente a prescindere dal gener usato. (non è il caso di D&D) Deve possedere un sistema modulare (è il caso di D&D) Deve rimanere nel campo del probabile, non del realistico, però. Ad esempio, tecnologia FTL, viaggio nel tempo e teletrasporto, per quanto irrealistici, sono temi tipici della Fantascienza (sono tecnologie improbabili, magari impossibili, ma credibili e basate su reali studi scientifici). Non è un caso se si chiama FANTAscienza. Nel caso in cui la tecnologia viene usata come una sorta di scappatoia per giustificare qualunque cosa, tecnicamente si entra nel campo della Science Fantasy (ad esempio Star Wars). Quest'ultimo genere non è ne Fantasy, ne Fantascienza, ma un ibrido tra i 2. Concordo con la tua puntualizzazione, comunque. Le meccaniche rilasciate nei supplementi pubblicati fin ora. Ogni regola aggiuntiva è un modulo in un sistema modulare. Certamente il potenziale modulare di D&D 5e non è ancora stato sfruttato. vedremo più avanti. Al momento tutte le regole dei supplementi sono meglio inseribili pèrchè D&D 5e ha una propensione modulare (il che gli consente di essere più "ospitale" con regole aggiuntive), anche se nessuna è inseribile solo perchè D&D 5e è modulare. In ogni caso, mi spiace, ma è una questione irrilivante. D&D 5e non è mica al termine della sua vita editoriale. Il bilancio meglio tirarlo fra qualche anno, non credi? No, il pubblico ha chiesto una release lenta dei manuali, ovvero poche regole all'anno. impossibile modificare drasticamente il genere di D&D basandosi solo sulle regole Core. lo stesso Mearls ha citato un Arcani Rivelati con regole per ambientazioen Fantascientica, il che smentisce la tua teoria. I piani della WotC sono diversi dalle tue speranze e la WotC deve rendere conto di ciòl che il pubblico gli chiede. il pubblico ha espresso la sua volontà nel sondaggiod el settembre 2015. Sì, non ti preoccupare. Attenzione, però, che stai facendo molta confusione. Te lo dico senza polemica. Grazie del complimento. Mi sei simpatico pure tu.
  15. Classi

    D&D modulare non significa dover pubblicare 8 milioni di regole all'anno o pubblicare per forza qualunque modulo, a prescindere che il pubblico lo voglia o meno. I giocatori hanno richiesto alla WotC una release lenta dei manuali, il che significa poche regole nel tempo. La WotC ha poco personale, risorse tenute sotto controllo dalla Hasbro e deve rendere conto alle richieste del pubblico. Significa che non può permettersi di sbagliare un colpo. Niente cose superflue, se non in fase più avanzata. Sicuramente nessuna regola che destabilizzi il sistema, tanto da far arrabbiare la maggioranza del pubblico. Mi spiace, le cose stanno così. Su questo non c'è molto altro da aggiungere.