Latarius

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    5.701
  • Registrato

  • Ultima attività

3 ti seguono

Informazioni su Latarius

  • Rango
    Maestro
  • Compleanno 28/01/1994

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Castellammare Di Stabia (Napoli)
  • GdR preferiti
    Dungeons & Dragons 3.5 - Cyberpunk 2020
  • Occupazione
    Studente
  • Interessi
    Poltrire conta?
  • Biografia
    Se la strada per la conoscenza di sé è piena di buche qualcuno mi lanci una corda che io non riesco ad uscire!

Visitatori recenti del profilo

2.024 visualizzazioni del profilo

Aggiornamento singolo stato

Visualizza tutti gli aggiornamenti di Latarius

  1. Anche io ho apprezzato molto sia Re: Zero che Grimgar come genere "finiamo nel mondo parallelo stile videogioco fantasy".

    Povero Subaru quante mazzate :D !

    1. Latarius

      Latarius

      Questi due in particolare mi piacciono perché non si focalizzano principalmente sul mondo e sul fattore videogioco (come non so, uno Sword Art Online) ma sulla crescita dei personaggi e su quello che succede loro.

      Personalmente ho apprezzato tantissimo il crollo psicologico di Subaru e come ha sopportato tutto. All'inizio leggendo della trama mi ero aspettavt una roba all'acqua fresca del tipo: ops ho sbagliato e sono morto, rifacciamo da capo tanto a chi importa ed invece! xD. Ed uzzio i lacrimoni all'episodio 18 >.<

    2. Alonewolf87

      Alonewolf87

      Avevo apprezzato sempre del genere (nonostante un pò di piattezza dei personaggi e delle storie) Log Horizon, per come analizza l'impatto a livello "sociale" dell'arrivo dei giocatori nel mondo parallelo, che era anche ben studiato come setting in generale.

      Si di Re:Zero tutta la parte del "break the cutie" è sia inaspettata all'inizio che molto ben fatta dopo, sia per la gradualità che per l'umanità delle reazioni e dei crolli di Subaru. Molto bildungsroman.

      Poi mi piace come sfrutta con intelligenza questo suo "potere" (per il fatto della presenza della strega che lo zittisce più che altro) e come cerchi di evitare di abusarlo visto che ci soffre comunque come un cane (e parlando di sofferenza in generale non si risparmiamo quasi nulla).

      Non ho apprezzato troppo il "nemico finale" in Betelguese perchè per i miei gusti era troppo flamboyant, anche se come psicologia ci stava tutto.

    3. Latarius

      Latarius

      Avevo apprezzato Log Horizon anche io, più o meno per gli stessi motivi. Soprattutto mi era piaciuto come hanno reso gli npc e tutta la questione socio-politica legata appunto alla differenza PG-NPG, mi era piaciuto molto anche il modo in cui affrontavano le boss-fight, praticamente identico al modo effettivo in cui si affronta una boss-fight in un qualsiasi mmorpg.

      Tornando su Re: Zero mi è piaciuto al punto da spingermi, quasi quasi, a prendermi tutte le novel in modo da strapparmi i capelli fino all'uscita della seconda stagione xD

      Si infatti, all'inizio è solamente un punto debole\cosa a sfavore ma lui riesce comunque ad usarla a suo favore. Su Betelgeuse non saprei esprimermi al cento per cento, però si è un po' troppo appariscente anche per i miei gusti. Come personaggio è abbastanza irritante e l'anime, per quello che succede, arriva a fartelo odiare eppure alla fin fine mi piace come è stato reso, certo magari non gli avrei lasciato il posto di avversario conclusivo della stagione, eppure mi è piaciuto.