Dungeon Master's Guild e SRD!

    Ieri la Wizard of the Coast ha rilasciato due articoli che portano grandi novità per D&D 5ed. Visto che si tratta di argomenti correlati troverete la traduzione di entrambi a seguire.
    Tutti i link sono riportati in coda a questo articolo.

    Dungeons Master's Guild

    C'è un nuovo modo di acquistare e condividere avventure di D&D. Con la Dungeon Master's Guild, sarete in grado di autopubblicare materiale ambientato nei Forgotten Realms usando mostri, incantesimi, personaggi e luoghi.

    Dungeons & Dragons è incentrato sulla creatività. Per più di 40 anni, coloro che hanno speso la maggior parte del loro tempo a creare stupefacenti avventure, i nobili Dungeon Masters, non hanno avuto un metodo comodo per condividerle con i giocatori che non erano seduti al loro tavolo. O dovevate raccogliere i soldi per autopubblicare un libro fisico o una rivista, oppure convincere un editore di avere le giuste capacità. La Dungeon Master's Guild mette il potere di condividere questa creatività saldamente nelle mani del DM.

    La Dungeon Master's Guild è una collaborazione tra Dungeons & Dragons e i nostri amici di OneBookshelf, ed è progettata per supportarvi e premiarvi (che siate DM dalla vasta esperienza o alle prime armi). Oggi potete caricare le vostre creazioni sul sito della DMs Guild, così come navigare tra le presentazioni dei più accreditati designer del gioco.

    Per la prima volta sarete in grado di autopubblicare materiale ambientato nei Forgotten Realms. Create le vostre avventure a Neverwinter o Baldur's Gate, mettete i personaggi faccia a faccia con Xanathar, il beholder lord del crimine di Waterdeep, o ad accordarsi con qualche drow traditore a Menzoberranzan. Con qualche eccezione riportata nel sito della DMs Guild, i Forgotten Realms sono a vostra portata di mano.

    Potete scegliere di vendere le vostre creazioni a qualunque prezzo preferiate, potete lasciare il vostro nuovo mostro in regalo o per qualche moneta d'oro. Se decidete di chiedere denaro, riceverete metà della rendita, mentre Dungeons & Dragons e OneBookshelf si divideranno il resto. Teniamo ai nostri “creatori” e per questo avranno loro la fetta maggiore.

    Potete caricare qualsiasi tipo di materiale preferiate relativo ai Forgotten Realms nella Dungeons Master's Guild, ma noi daremo risalto ad avventure, mostri e background sul sito. Al momento, la Guild accetta solo materiale ambientato nei Forgotten Realms che usa il regolamento di D&D 5th edizione. Per ogni altra cosa, abbiamo aggiornato la Open Gaming License, così gli editori possono continuare a rilasciare il loro materiale. 

    Domande?

    Venerdì 15 Gennaio dalle ore 10 am PT, Mike Mearls e Chris Lindsay del team di Dungeons & Dragons terranno un Ask Me Anything (AMA) sul canale D&D di Reddit per parlare direttamente al pubblico di come funziona la Dungeon Master's Guild. Mike Mearls è inoltre disponibile per interviste su richiesta.

     

    System Reference Document (SRD)

    Il System Reference Document (SRD) contiene le linee guida per pubblicare contenuti attraverso la Open-Gaming License (OGL). La Dungeon Master's Guild fornisce anche opportunità di autopubblicazione per singoli individui o gruppi.

    La OGL e la DMs Guild offrono opportunità di pubblicazione diverse. A seguire una panoramica delle possibilità.

    tabella.png

     

    Articolo Dungeon Master's Guild
    Sito Dungeon Master' Guild
    Articolo System Reference Document
    Link diretto a SRD (comprensivo di OGL)

    A athelorn piace questo contenuto


    Feedback utente


    Direi FANTASTICO!

    Una domanda: se volessi pubblicare qualcosa su Eberron? Vale come l'attività sui FR? Devo aspettare le indicazioni wotc?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 minuti fa, senhull ha scritto:

    Direi FANTASTICO!

    Una domanda: se volessi pubblicare qualcosa su Eberron? Vale come l'attività sui FR? Devo aspettare le indicazioni wotc?

    Per il momento la wotc ha dato il permesso di attingere solo dall'ambientazione di Forgotten Realms, e nessun altra, quindi non puoi ancora pubblicare nulla su Eberron. È probabile che in seguito il permesso verrà esteso anche alle altre ambientazioni, ma per ora non è così. 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 ore fa, senhull ha scritto:

    Direi FANTASTICO!

    Una domanda: se volessi pubblicare qualcosa su Eberron? Vale come l'attività sui FR? Devo aspettare le indicazioni wotc?

    Yaspis ti ha risposto correttamente.

    Aggiungo soltanto che ritengo molto probabile attendano di pubblicare prima loro qualcosa di ufficiale riguardo ogni specifica ambientazione, prima di dare il via agli utenti a pubblicare materiale inerente.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 minuti fa, HITmonkey ha scritto:

    Yaspis ti ha risposto correttamente.

    Aggiungo soltanto che ritengo molto probabile attendano di pubblicare prima loro qualcosa di ufficiale riguardo ogni specifica ambientazione, prima di dare il via agli utenti a pubblicare materiale inerente.

    Sì, esatto, credo proprio anche io.
    Ho la sensazione che l'idea sia quella di pubblicare man mano le altre Ambientazioni (qualche mese fa è stato lasciato intendere - prendete il tutto con le pinze - che qualcosa in merito potrebbe iniziare già a smuoversi quest'anno) e, dopo ogni ambientazione rilasciata, consentire di pubblicare in essa tramite il DM Guild.

    Altrimenti, appunto, qualcuno potrebbe batterli sul tempo e pubblicare manuali delle altre ambientazioni ancora prima che loro li pubblichino (già su internet si trovano compendi non regolari sulle varie ambientazioni di D&D).

    Modificato da SilentWolf

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Anche se non gioco a questo giochino, ma all'altro (pathfinder), da come è scritta penso che sia una cosa molto carina e che può davvero far appassionare tanti a d&d next.

    Oltre ad un sistema di gioco molto snello e semplice, ora hanno anche creato un qualcosa di innovativo per coinvolgere maggiormente gli appassionati! :-)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Interessante, c'è da capire se il materiale prodotto deve essere per forza in inglese o se accetteranno anche scritti nella lingua madre dei giocatori dei 5 continenti. Purtroppo, vista la politica commerciale condotta fino ad oggi, mi attendo più la prima ipotesi. 

    Sentiremo cosa saprà dirci Mearls a riguardo; immagino questa domanda sia posta per lo meno da qualche latino, infatti anche su EN world, in altri frangenti, la questione è già stata posta.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, OrtodelGrognard ha scritto:

    Interessante, c'è da capire se il materiale prodotto deve essere per forza in inglese o se accetteranno anche scritti nella lingua madre dei giocatori dei 5 continenti. Purtroppo, vista la politica commerciale condotta fino ad oggi, mi attendo più la prima ipotesi. 

    Sentiremo cosa saprà dirci Mearls a riguardo; immagino questa domanda sia posta per lo meno da qualche latino, infatti anche su EN world, in altri frangenti, la questione è già stata posta.

    Nella sezione FAQ della DMs Guild l'ultima domanda è proprio quella che hai posto tu.

    Cita

    Can I submit non-English language titles to the Dungeon Masters Guild program?

    Yes. We will be adding Language categories soon to DMsGuild.com, but feel free to submit such titles as soon as you are ready

    Quindi: Sì, si possono caricare anche prodotti in altre lingue.
    E anzi, l'intenzione futura degli sviluppatori è proprio quella di creare anche le varie categorie per lingua.

    Modificato da HITmonkey

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, OrtodelGrognard ha scritto:

    Interessante, c'è da capire se il materiale prodotto deve essere per forza in inglese o se accetteranno anche scritti nella lingua madre dei giocatori dei 5 continenti. Purtroppo, vista la politica commerciale condotta fino ad oggi, mi attendo più la prima ipotesi. 

    Sentiremo cosa saprà dirci Mearls a riguardo; immagino questa domanda sia posta per lo meno da qualche latino, infatti anche su EN world, in altri frangenti, la questione è già stata posta.

    Speriamo che consentano di pubblicare anche il materiale in lingua locale, anche se credo che per una diffusione maggiore sia più opportuno pubblicare obbligatoriamente in ENG ed eventualmente localizzata.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 ore fa, OrtodelGrognard ha scritto:

    Interessante, c'è da capire se il materiale prodotto deve essere per forza in inglese o se accetteranno anche scritti nella lingua madre dei giocatori dei 5 continenti. Purtroppo, vista la politica commerciale condotta fino ad oggi, mi attendo più la prima ipotesi. 

    Sentiremo cosa saprà dirci Mearls a riguardo; immagino questa domanda sia posta per lo meno da qualche latino, infatti anche su EN world, in altri frangenti, la questione è già stata posta.

    Un utente ha fatto una domanda diretta a Mike Mearls in proposito:

     

     

    Sostanzialmente, nulla impedisce alla gente di pubblicare materiale in altre lingue, ma per il momento la WotC non promuove attivamente le pubblicazioni in altri paesi. Questo significa, insomma, che il marketplace di DM Guild al momento è solo in inglese, dunque tenderà molto ad essere visitato da giocatori anglofoni. Nulla impedisce di pubblicare materiale in italiano, ma questo significa che tale materiale avrà bassa probabilità di vendita in un luogo dove la maggioranza degli acquirenti cerca materiale in inglese.

    Quando la WotC realizzerà versioni del Marketplace nelle varie lingue, dove utenti di altri paesi tenderanno ad andare, sarà più facile vendere il proprio materiale localizzato. Nel frattempo, il modo migliore per aumentare le possibilità di successo delle proprie regole è tradurle e venderle in inglese.

     

    Detto questo, il recente post scritto da @Dracomilan nel topic di Alfeimur mi ha fatto riflettere ulteriormente sulla domanda fatta da @MattoMatteo sull'SRD. Uno dei motivi che, secondo me, hanno portato i designer ha scegliere di pubblicare un SRD molto limitato in allegato all'OGL è, molto probabilmente, per spingere i publisher a inserire nei loro manuali parti in cui rimandano direttamente alla lettura dei 3 Core di D&D. O i publisher scrivono da zero regole nuove oltre a quelle dell'SRD, oppure sono costretti a scrivere "per leggere tali regole andate a pagina tot del Manuale del Giocatore (o della Guida del DM o del Manuale dei Mostri)".

    In questo modo si riduce il rischio di un nuovo Pathfinder, mentre si mantengono essenziali i Core di D&D.

    Modificato da SilentWolf

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    58 minuti fa, SilentWolf ha scritto:

    Detto questo, il recente post scritto da @Dracomilan nel topic di Alfeimur mi ha fatto riflettere ulteriormente sulla domanda fatta da @MattoMatteo sull'SRD. Uno dei motivi che, secondo me, hanno portato i designer ha scegliere di pubblicare un SRD molto limitato in allegato all'OGL è, molto probabilmente, per spingere i publisher a inserire nei loro manuali parti in cui rimandano direttamente alla lettura dei 3 Core di D&D. O i publisher scrivono da zero regole nuove oltre a quelle dell'SRD, oppure sono costretti a scrivere "per leggere tali regole andate a pagina tot del Manuale del Giocatore (o della Guida del DM o del Manuale dei Mostri)".

    In questo modo si riduce il rischio di un nuovo Pathfinder, mentre si mantengono essenziali i Core di D&D.

    Da un lato è così (anche se da SRD non puoi citare i manuali Core per esteso, in quanto non puoi dichiarare l'esplicita compatibilità con D&D 5e) dall'altro si sono tenuti ampi spazi di manovra per loro pubblicazioni ufficiali.

    Per esempio avendo inserito nella SRD solo il Champion rendono impossibile pubblicare Manovre per il Battlemaster come OGL. E' possibile pubblicarle solo come contenuto DG.

    E così via.

    Le sottigliezze sono tante, e se uno vuole pubblicare un prodotto OGL (come il sottoscritto) richiedono anche una certa accortezza. Probabilmente anche questo è voluto.

    In breve: vogliono quantità mostruose di contenuti nella DungeonMaster'sGuild, e pochi rispondenti alla sola OGL.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    34 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

    Da un lato è così (anche se da SRD non puoi citare i manuali Core per esteso, in quanto non puoi dichiarare l'esplicita compatibilità con D&D 5e) dall'altro si sono tenuti ampi spazi di manovra per loro pubblicazioni ufficiali.

     

    Hmm...

    Quindi tu dici che non sarebbe nemmeno legale scrivere che il manuale dipende dai manuali originali per poter essere usato e inserire rimandi ai vari Core (Manuale, sezione e pagina)? Eppure una simile cosa richiederebbe l'acquisto dei core di D&D per usare il manuale Terze Parti, consentendo alla WotC di trarne guadagnò.

    Modificato da SilentWolf
    A MattoMatteo piace questo contenuto

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Esatto. E' una delle sottigliezze.

    Cita

    The following items are designated Product Identity, as defined in Section 1(e) of the Open Game License Version 1.0a, and are subject to the conditions set forth in Section 7 of the OGL, and are not Open Content: Dungeons & Dragons, D&D, Player’s Handbook, Dungeon Master, Monster Manual, d20 System, Wizards of the Coast, d20 (when used as a trademark), Forgotten Realms, Faerûn, proper names (including those used in the names of spells or items), places, Underdark, Red Wizard of Thay, the City of Union, Heroic Domains of Ysgard, Ever-­‐‑ Changing Chaos of Limbo, Windswept Depths of Pandemonium, Infinite Layers of the Abyss, Tarterian Depths of Carceri, Gray Waste of Hades, Bleak Eternity of Gehenna, Nine Hells of Baator, Infernal Battlefield of Acheron, Clockwork Nirvana of Mechanus, Peaceable Kingdoms of Arcadia, Seven Mounting Heavens of Celestia, Twin Paradises of Bytopia, Blessed Fields of Elysium, Wilderness of the Beastlands, Olympian Glades of Arborea, Concordant Domain of the Outlands, Sigil, Lady of Pain, Book of Exalted Deeds, Book of Vile Darkness, beholder, gauth, carrion crawler, tanar’ri, baatezu, displacer beast, githyanki, githzerai, mind flayer, illithid, umber hulk, yuan-­‐‑ti

     

    Cita

    7. Use of Product Identity: You agree not to Use any Product Identity, including as an indication as to compatibility, except as expressly licensed in another, independent Agreement with the owner of each element of that Product Identity. You agree not to indicate compatibility or co-­‐‑adaptability with any Trademark or Registered Trademark in conjunction with a work containing Open Game Content except as expressly licensed in another, independent Agreement with the owner of such Trademark or Registered Trademark. The use of any Product Identity in Open Game Content does not constitute a challenge to the ownership of that Product Identity. The owner of any Product Identity used in Open Game Content shall retain all rights, title and interest in and to that Product Identity

    Nel 2000 era la d20 System Licence a rendere possibile l'inserimento della frase "Compatibile con il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons v3.5 pubblicato da..." ecc ecc. Ora come ora, a parte quanto previsto dall'agreement della DG, non c'è nulla del genere.

    Ma parliamo comunque di un enorme paso avanti rispetto all'altro ieri, quindi non mi lamento.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Capito. Immagino lo facciano per evitare che qualcuno spacci il proprio prodotto come supplemento ufficiale di D&D o, quanto meno, decida di lasciar credere ai lettori che è così.

    La situazione attuale, quindi, è che:

    - pubblichi sotto OGL, libero di rilasciare materiale slegato dai Setting ufficiali di D&D, ma impedito di poter fare in alcun modo riferimento a ciò che non è parte dell'SRD.

    - pubblichi sotto DM Guild, libero di fare quasi ogni riferimento al materiale di D&D 5e, ma vincolato a pubblicare solo cose relative ai Setting di D&D o ad essi compatibile (materiale neutro, non legato a particolari Setting).

    Modificato da SilentWolf

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Esatto - d'altro canto chi vuole pubbblicare tramite OGL e già voleva inserire razze nuove, classi modificate pesantemente e/o nuove, sistema magico alternativo non sente tanto la mancanza dei pezzi che mancano nella SRD. ;)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    36 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

    Esatto - d'altro canto chi vuole pubbblicare tramite OGL e già voleva inserire razze nuove, classi modificate pesantemente e/o nuove, sistema magico alternativo non sente tanto la mancanza dei pezzi che mancano nella SRD. ;)

     

    Questo è vero. È un problema, invece, per chi vuole creare regole che si legano ad alcune meccaniche di D&D 5e, come le Manovre, le Attività di Downtime della Guida del DM o le Varianti/Regole Opzionali della Guida del DM.

    Difatti, vuoi ad esempio usare le Regole sulla Sanità o sull'orrore per creare un manuale con Setting lovecraftiano? Non sono nell'SRD, quindi non puoi. Vuoi usare l'attività di Downtime relativa al Business e quella relativa alla costruzione di Edifici, unite ai vari Premi Speciali (Titoli, medaglie, terre, ecc.), in modo da creare un Setting fortemente incentrato sul l'intrigo e il management? Non puoi, perchè non sono nell'SRD.

    Certo, puoi creare le tue versioni, ma è difficile creare qualcosa di diverso che sia ugualmente semplice e ben funzionante.

    Capisco in pieno la decisione della WotC, ma spero che questo in futuro non inficerà sulla qualità finale di materiale OGL che potrei avere interesse di comprare.

    Certo, io giocatore posso tranquillamente mischiare le Regole, ma nel frattempo il designer potrebbe essere stato influenzato abbastanza dalla situazione da aver prodotto regole difficili da far funzionare in combinazione con le Regole di D&D.

    Modificato da SilentWolf
    A Dracomilan e MattoMatteo piace questo contenuto

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, SilentWolf ha scritto:

    È un problema, invece, per chi vuole creare regole che si legano ad alcune meccaniche di D&D 5e, come le Manovre, le Attività di Downtime della Guida del DM o le Varianti/Regole Opzionali della Guida del DM.

    Allora, se uno vuole scrivere delle regole di questo tipo, non legate ad alcun setting, può pubblicarle sulla DG.

    1 ora fa, SilentWolf ha scritto:

    Difatti, vuoi ad esempio usare le Regole sulla Sanità o sull'orrore per creare un manuale con Setting lovecraftiano? Non sono nell'SRD, quindi non puoi. Vuoi usare l'attività di Downtime relativa al Business e quella relativa alla costruzione di Edifici, unite ai vari Premi Speciali (Titoli, medaglie, terre, ecc.), in modo da creare un Setting fortemente incentrato sul l'intrigo e il management? Non puoi, perchè non sono nell'SRD.

    Se invece vuole realizzare un setting, deve per forza realizzare delle regole sue. O saper danzare tra le righe.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    5 ore fa, Dracomilan ha scritto:

    Per esempio avendo inserito nella SRD solo il Champion rendono impossibile pubblicare Manovre per il Battlemaster come OGL. E' possibile pubblicarle solo come contenuto DG.

     

    4 ore fa, SilentWolf ha scritto:

    - pubblichi sotto DM Guild, libero di fare quasi ogni riferimento al materiale di D&D 5e, ma vincolato a pubblicare solo cose relative ai Setting di D&D o ad essi compatibile (materiale neutro, non legato a particolari Setting).

    Scusate, ma è scritto esplicitamente da qualche parte che pubblicando sotto DG si possono utilizzare tutte le regole della 5a edizione (come il battlemaster) o è una supposizione?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    20 minuti fa, Hicks ha scritto:

    Scusate, ma è scritto esplicitamente da qualche parte che pubblicando sotto DG si possono utilizzare tutte le regole della 5a edizione (come il battlemaster) o è una supposizione?

    Da quello che c'è scritto nelle Content Guidelines pare proprio di sì.

    Cita

    Your work can use any of the fifth edition D&D rules published by Wizards of the Coast, plus decades of published material for the Forgotten Realms setting. Additionally, Wizards of the Coast and OneBookShelf will from time to time make additional resources such as stock art, template cover designs, template stat blocks, and other such assets available on the DMsGuild.com site for you to freely use in your Dungeon Masters Guild titles.

     

    A Hicks piace questo contenuto

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, SilentWolf ha scritto:

    Questo è vero. È un problema, invece, per chi vuole creare regole che si legano ad alcune meccaniche di D&D 5e, come le Manovre, le Attività di Downtime della Guida del DM o le Varianti/Regole Opzionali della Guida del DM.

    Difatti, vuoi ad esempio usare le Regole sulla Sanità o sull'orrore per creare un manuale con Setting lovecraftiano? Non sono nell'SRD, quindi non puoi. Vuoi usare l'attività di Downtime relativa al Business e quella relativa alla costruzione di Edifici, unite ai vari Premi Speciali (Titoli, medaglie, terre, ecc.), in modo da creare un Setting fortemente incentrato sul l'intrigo e il management? Non puoi, perchè non sono nell'SRD.

    Certo, puoi creare le tue versioni, ma è difficile creare qualcosa di diverso che sia ugualmente semplice e ben funzionante.

    In realtà puoi riprodurre le stese meccaniche in quanto nessun tipo di regola è brevettabile.

    Faccio inoltre notare che prima dell'uscita di questa SRD sono uscite avventure commerciali pienamente compatibili con la 5e proprio per questa ragione. Basta stare attenti a non usare i termini di proprietà della WotC e a non usare le stesse identiche parole per descrivere le regole.

    E' comunque certo che la WotC voglia prediligere la via della DMguild.

    Come detto, ora Greenwood potrebbe pubblicare i SUOI Forgotten Realms in quel modo... è decisamente una rivoluzione nel modo di gestire il gioco.

    A SilentWolf e HITmonkey piace questo contenuto

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    In 14 gennaio 2016 at 17:58 , aza ha scritto:

    In realtà puoi riprodurre le stesse meccaniche in quanto nessun tipo di regola è brevettabile

    Si e no. Certo non puoi usare la OGL e copiare le meccaniche di D&D sperando di usare la scusa della non brevettabilktà. Se usi la OGL hai stretto un preciso accordo, in base al quale ti impegni a usare la SRD.

    Come ha scritto Morrus su EnWorld

    Cita

    Now, folks often say "hey, WotC can't copyright the word X!" -- and you're right. In all likelihood they can't. That's not what this is, though. This is you making an agreement which contains conditions as to what you can and cannot use. The argument isn't "I should be able to use this because it's uncopyrightable", it's "I can't use it because I agreed not to".

    What you're doing is agreeing to certain terms in exchange for other benefits. In this case, the benefit is what's known as a "safe harbor" - a whole bunch of stuff you can conveniently use without challenge, safe in the knowledge that nobody will send you a Cease-and-Desist letter form their lawyers. It's up to you if that deal's worth it, of course. Generally, it really is, but that's your call.

    You could do a lot of this stuff without a license. You could fall back on regular IP law, fair use, all sorts of other stuff. But then you need to know what you're doing, and you probably need to hire a lawyer to be sure. And even then, you might get it wrong. The OGL is a safe way to do it, written in clear language, making it nice and easy for you. It's a pretty sweet deal.

    Read more: http://www.enworld.org/forum/content.php?3155-What-s-an-OGL-An-SRD-What-s-OGC-A-Quick-Primer!#.VplwGa_YOrU#ixzz3xM2US0JM

    I casi da te indicati sono di aziende (Goodman, Necromancer, Sasquatch) che hanno rilevante esperienza legale in merito.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    7 ore fa, Dracomilan ha scritto:

    OK, visto che ho tonnellate di materiale FR-related, ho voluto provarci.

    Il mio primo contributo alla DMSguild, The Way of the Hexblade, è online: http://www.dmsguild.com/product/172488/The-Way-of-the-Hexblade?src=newest&filters=45469_0_0_0_0_0

     

    Non dubitavo che avresti rilasciato qualcosa nella Guild quanto prima.

    Appena ho tempo da dedicarci la leggo e la valuto.
    Anche perché si tratta di una sottoclasse per il warlock, che in 5e mi piace davvero tanto come classe.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Dopo una settimana scarsa su DmsGuild, ecco i miei 5cent sulla piattaforma.

    Cita

    La più diffusa piattaforma mondiale per la vendita di PDF di giochi di ruolo (e carte, e romanzi di genere) è DriveThruRPG, nota anche per il marchio RPGNow.

    Dopo essere stata scelta da Wizards of the Coast per realizzare dndclassics.com, il negozio dedicato alla vendita dei PDF di tutte le vecchie edizioni di D&D, recentemente DTR è stata confermata come partner strategico di D&D, e sulla sua piattaforma è stato sviluppato il portale DMSguild, uno dei due caposaldi dello sviluppo futuro dell’offerta della 5° edizione (l’altro è la SRD 5).

    DMSguild è una piattaforma che consente agli autori amatoriali di pubblicare contenuti della 5° edizione – generici o ambientati nei Forgotten Realms – e guadagnarci qualcosa.

    Il resto è qua: http://alfeimur.com/una-settimana-su-dmsguild/

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per commentare

    Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

    Crea un account

    Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


    Registra un nuovo account

    Accedi

    Hai già un account? Accedi qui.


    Accedi ora