• inserzioni
    27
  • commenti
    19
  • visualizzati
    1.692

Approfondimento sui Carnichi - 1

Il Signore dei Sogni

119 visualizzazioni

 

Passiamo all’analisi di un’altra razza, i Karniki (o Carnichi). Fortunatamente rari, sono umani deformi e lentigginosi, non onorati con forma umana a causa della loro volontaria e reiterata violazione del Cammino Dorato. Sono stati perseguitati a lungo e solo Acrux, il sultano della Bandiera Osman, ha permesso loro la libertà, a patto di aver militato nel suo esercito.

Aspetto fisico

Sono muscolosi e più alti del normale, cosa che li avvantaggia negli scontri fisici, ma sono sgraziati, tozzi, con braccia e gambe corte, il volto brutto e rugoso, il caratteristico naso “a becco” e le labbra come grassi vermi viscidi. Presentano anche una serie di deformità come schiene e arti storti, gobbe, fisionomie distorte ed asimmetriche, pelle ruvida, denti sporgenti a forma di zanne, che fanno si che non esista un Caliban identico a un altro. La loro pelle è funghesca: spugnosa e di colore bianco malaticcio. Sono due volte più forti degli uomini e vivono due volte più a lungo. Le deformità iniziano a manifestarsi con l’aumento della massa muscolare e del torso, così che in proporzione gli arti si accorciano, poi la pelle si tinge di biancastro e il volto si riempie di rughe. Le deformazioni fisiche, così come il cambiamento a naso e labbra sono gli ultimi tocchi della metamorfosi. Le modifiche a naso e labbra, così come l’ispessimento di muscoli fanno sì che abbiano pochissima mimica facciale.

La Malattia

La tradizione è dell'avviso che chi sceglie volontariamente di non seguire la Via di Nai, oltraggiandola ripetutamente, sia destinato a subire una mutazione bestiale, come atto di rabbia di Nai. Scoperte compiute dai maghi nell'ultimo decennio hanno smentito questa origine, ma non ha cambiato la considerazione che le genti hanno di questo popolo. La loro mutazione bestiale è causata da un fungo, chiamato dai maghi Vento di Nai,  che prolifera in un ambiente acquoso, spesso nei pozzi, dove si annida e infetta l'acqua che viene poi bevuta, colpendo gli umani. Alcuni uomini subiscono questa trasformazione, altri sono “portatori sani”, così come tutte le donne contagiate, che trasmettono la “Maledizione” solo alla prole maschile, nella quale, nel caso in cui la dovesse contrarre, si manifesta solo una volta completato lo sviluppo fisico. I figli dei Karniki sono Karniki anch'essi. Le donne Carniche sono generate solo se uno dei genitori è un Karniko. Una volta contagiati non c'è modo per far retrocedere la malattia, neanche con l'incantesimo “Rimuovi Malattia”. Anche “Spezzare incantamento” non funziona in quanto la malattia non ha un'origine magica. La malattia non è particolarmente contagiosa, in quanto la si può contrarre solamente bevendo acqua infetta, mentre il contatto fisico con i Carnichi non provoca niente di per sé (bere acqua già bevuta da malati non provoca niente in quanto il fungo muta nelle persone in una forma non infettiva). Tutti gli umani possono contrarre la malattia, ma tra i mezz’uomini è pressoché sconosciuta in quanto il controllo ossessivo che esercitano sulle loro risorse idriche gli permette di evitare la proliferazione del morbo. Solitamente si ammalano solo le persone al fondo della scala sociale poiché nei bassifondi la qualità dell’acqua è, in genere, peggiore rispetto a quella consumata da individui di più alto rango, anche se non mancano esempi di funzionari di corte e addirittura visir colpiti, con grande imbarazzo di tutta la corte, dal morbo. È famosa la Trasformazione di, durante la Frammentazione, dove l’intera corte del Sultanato di …, sultano compreso, si trasformò in Carnichi. Tutta la gente interpretò questo come un castigo divino contro la corruzione che dilagava nel Sultanato, e la corte venne scacciata, accelerando il processo di rivolta contro l’autorità, che diede vita a una serie di lotte che sancirono la formazione del Califfato di Suda, quello che successivamente riconquisterà tutte le Toplakar Nai.

Territori

Gli uomini che contraggono la malattia si allontanano sempre di più dall'umanità, diventano solitari, asociali, rifiutano di lavarsi, rubano, stuprano… Ed è il motivo per cui, benché siano dotati di una notevole forza e furbizia, sono emarginati e ghettizzati oppure scacciati dalla civiltà. Preferiscono vivere nelle città più che nelle zone rurali. A causa della loro vita ai confini della società hanno ottenuto il controllo di una larga fetta delle attività illegali produttive: molti di essi infatti militano nelle varie mafie locali. Ogni grande città ha almeno un quartiere Carnico, tanto la loro presenza è diffusa in tutte le Terre di Nai. All’infuori del Regno di Nai esistono numerose comunità, che vivono in simbiosi con i Si’lat o che tiranneggiano i Nasnas. Negli ultimi anni si sta assistendo ad una migrazione di massa nei territori della Bandiera Osman, a causa della politica di tolleranza dell’attuale Sultano, che ha deciso di offrire loro la libertà di vivere come un essere umano, senza persecuzioni, ghettizzazioni, discriminazioni, a patto di militare almeno dieci anni nell’Esercito della libertà (così come lo chiamano loro).

Verso la metà dell’Era della Frammentazione, i Carnichi costituirono uno stato nei monti più a est del massiccio di Jabal, quelli più vicini alla penisola di Saros. La costituzione di questa nazione Carnica era stata incoraggiata dagli Yaratik, che in quegli anni stavano compiendo una seconda invasione delle Toplakar Nai, che così volevano guadagnare l’appoggio del popolo maledetto. Poi gli eventi mutarono, il Paese dei Karniki cadde. Ciononostante molte famiglie restarono stanziate lì, per cui tutt’oggi c’è una forte presenza semi-umana nella Bandiera Hajjah (e la loro spinta indipendentista è stata tra i motivi per cui tale Bandiera ha avuto uno sviluppo passato poco florido)

Esercito della Libertà

Il primo monarca della storia recente che ha mostrato non solo tolleranza, ma anche volontà di porre sullo stesso piano umani e Carnichi è Acrux, il sultano a capo della Bandiera Osman. Questi infatti ha creato un esercito di soli Karniki, i cui militanti godono degli stessi diritti giuridici e religiosi di tutti gli uomini, in qualche caso sono pure superiori (possono avere due mogli). Acrux aveva un doppio problema nella sua Bandiera dieci anni fa: la tensione civile tra uomini e Carnichi, che avevano trovato l’Arcipelago Lunare un posto adatto per dimorare a causa della sua scarsità di rapporti umani trovando tuttavia frizioni con la popolazione umana e le sue leggi discriminanti, e la debolezza militare della regione, che aveva una marina efficiente ma uno scarso esercito di terra. Acrux allora risolse i due problemi istituendo un organismo militare appannaggio dei soli Carnichi, che militando in queste schiere avrebbero man mano guadagnato diritti, ottenendo così la riduzione delle tensioni sociali e la forza dei Carnichi al suo servizio. La possibilità di ottenere la libertà tanto agognata attira tantissimi semi-umani da tutte le Toplakar Nai, così che attualmente l’Esercito della Libertà conta cinquemila effettivi, tutti grati al sultano per la loro possibilità e quindi tutti fedeli, ed è diventato una potentissima arma di persuasione sul tavolo delle trattative per la Bandiera Osman.   


A sani100 piace questo contenuto


0 Commenti


Non ci sono commenti da visualizzare.

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora