Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    40
  • commenti
    182
  • visualizzati
    410

Riforme dell'editoria e timori internettiani

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
Shar

36 visualizzazioni

Da Repubblica.it

http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/scienza_e_tecnologia/testo-editoria/testo-editoria/testo-editoria.html

In pratica, il nuovo disegno di legge vorrebbe che chiunque svolga attività editoriale, con qualunque mezzo, sia soggetto alla registrazione (con alcuni costi dovuti a bolli et similia), ma soprattutto con estensione delle responsabilità, in particolare per la diffamazione, che da lieve diventa a mezzo stampa... molto peggio.

Niente di scandaloso, se non fosse che il testo, scritto da qualcuno che avrebbe difficoltà a ottenere la licenza media, contempla qualsiasi prodotto editoriale, anche senza guadagno, se fa informazione ma anche se forma o intrattiene il destinatario.

Blog in pericolo, tra gli altri?

In molti temono di si, anche se da Roma buttano acqua sul fuoco.

Anche perchè non è per niente chiaro, al momento, quali saranno i soggetti tenuti all'iscrizione.

Ma si sa che, se scattasse l'iscrizione, anche lo stesso sito Internet dovrebbe avere una società editrice e un giornalista a svolgere il ruolo di direttore responsabile, che potrebbero vedersela brutta in caso di omesso controllo su contenuti diffamatori delle proprie pagine (codice penale!).


Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0


0 Commenti


Non ci sono commenti da visualizzare.

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora